Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 7 del 3 marzo 2022

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Scurzolengo (AT). Chiesa di San Lorenzo.

Questa settimana in copertina*: Scurzolengo (AT). Chiesa di San Lorenzo.

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e  approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte.

Nuovo avviso per aprire Uffici di Prossimità nei Comuni e Unioni di Comuni

La Regione Piemonte ha approvato un nuovo avviso di manifestazione di interesse, destinato ai Comuni singoli e associati del Piemonte, finalizzato alla candidatura per l’apertura di Uffici di prossimità (UdP).

L'iniziativa si inserisce nell'ambito del progetto complesso proposto dal Ministero della Giustizia: “Uffici di prossimità”, che si colloca nel contesto dell’obiettivo tematico 11, e più precisamente persegue l’obiettivo specifico 1.4 "miglioramento dell’efficienza e della qualità delle prestazioni del sistema giudiziario".

La Regione Piemonte ha provveduto a sviluppare un "modello di UdP" da replicare in ogni Comune interessato, e a svolgere la funzione di supporto all’avvio e accompagnamento dei Comuni e Unioni di Comuni.

Al fine di raggiungere l'obiettivo prefissato dal progetto di 25 UdP aperti sul territorio piemontese, viene ora aperta una nuova opportunità per le amministrazioni comunali territoriali.

La finestra in cui gli Enti interessati dovranno inoltrare istanza di partecipazione:

dal 4/3/2022 al 21/3/2022.

Per la candidatura deve essere utilizzato esclusivamente il fac-simile di domanda di partecipazione allegato.

Per saperne di più: https://www.regione.piemonte.it/web/temi/fondi-progetti-europei/pon-governance/nuovo-avviso-per-comuni-unioni-per-aprire-uffici-prossimita

IN PRIMO PIANO  

Guerra in Ucraina: in Piemonte la Regione istituisce un coordinamento per il soccorso ai profughi

Sono diverse le iniziative che la Regione Piemonte attuerà in tempi brevi per prestare soccorso ai profughi in arrivo dall’Ucraina.

Nel corso di una riunione operativa che il presidente della Regione Alberto Cirio ha voluto convocare questo pomeriggio con l’ambasciatore dell’Ucraina in Italia Yaroslav Melnyk, collegato in videoconferenza, e con il console onorario dell’Ucraina in Piemonte Dario Arrigotti, alla quale ha partecipato il presidente del Consiglio regionale Stefano Allasia, presenti anche i dirigenti dell’Assessorato alla Sanità, dell'Assessorato alle Politiche sociali e del Dirmei, si sono affrontati i seguenti temi:

  • la Regione emanerà entro pochi giorni una manifestazione di interesse per la formazione di un elenco di persone e famiglie disposte a fornire ospitalità temporanea a chi ha abbandonato le zone di guerra;
  • il Coordinamento ha raccolto la disponibilità della Fondazione Specchio dei Tempi a fare da punto di riferimento e collettore per le donazioni in denaro destinate a sostenere le famiglie ucraine in arrivo in Piemonte;
  • verrà avviata una raccolta di farmaci curata da Dirmei, Assessorato alla Sanità e Federfarma attraverso Farmaonlus da inviare tramite i canali individuati dal Governo agli ospedali ucraini;
  • sarà messo a disposizione del Dipartimento della Protezione civile l’ospedale da campo della Maxiemergenza 118, da posizionare ai confini dell’Ucraina per curare i feriti di guerra;
  • sarà chiesta all’ospedale Regina Margherita di Torino la disponibilità ad ospitare i bambini ucraini malati di tumore che in questo periodo non possono ricevere le cure adeguate;
  • verrà realizzato un apposito progetto per assistere i bambini ucraini vittime della guerra, coordinato dall’assessore Chiara Caucino che, in qualità di assessore con la delega ai bambini, ha dichiarato di voler coinvolgere anche “l’Agenzia regionale per le adozioni internazionali, al fine di lavorare in sinergia con essa”.

Un invito a sostenere le iniziative a favore dei profughi sarà anche contenuto in ordine del giorno che mercoledì verrà proposto all’approvazione del Consiglio regionale.

“Siamo convinti - ha sostenuto il presidente Cirio rivolgendosi all’ambasciatore Melnyk - che alla solidarietà espressa con le parole debba seguire quella che si manifesta con i fatti. Ed è quello che vuole fare il Piemonte di fronte ad una situazione che scuote le coscienze di tutte le persone che credono nella libertà e nella democrazia e che il Governo italiano ha definito ingiustificata e ingiustificabile”.

“Ringrazio il Piemonte che, prima tra tutte le Regioni italiane, ha lanciato azioni umanitarie per sostenere l’Ucraina - ha dichiarato l’ambasciatore Melnyk - e offriamo la massima disponibilità a sostenere ogni iniziativa che possa rafforzare i nostri rapporti”.

Il console Arrigotti ha annunciato che sono già 500 le famiglie che lo hanno contattato per ospitare profughi e si è detto “sicuro che sarà raggiunto il migliore risultato nei tempi più brevi”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Influenza aviaria: debellato focolaio in un allevamento del cuneese

Un focolaio di influenza aviaria ad alta patogenicità (HPAI) è stato debellato in un allevamento di polli da carne a Pianfei, in provincia di Cuneo, dove nei giorni precedenti era stato riscontrato un drastico aumento della mortalità dei capi all’ingrasso.

“Dopo l’immediato confronto con il Ministero della Salute e il Centro di referenza per l'Influenza aviaria presso l'Istituto zooprofilattico delle Venezie – comunica l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi -, abbiamo convocato l'Unità di Crisi regionale e definito, di concerto con l'Asl Cn1 e l'Istituto zooprofilattico di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, tutte le misure previste dalla normativa vigente per contenere la diffusione del virus, compresi la limitazione delle movimentazioni e il monitoraggio clinico negli allevamenti avicoli ricadenti nelle zone di restrizione istituite intorno al focolaio”.

Tutti i 70 mila polli da carne presenti nell’allevamento contagiato sono stati soppressi, con relativo risarcimento all’azienda, secondo le disposizioni di legge.

Contestualmente, i medici veterinari del Dipartimento di Prevenzione dell’Asl Cn1 hanno effettuato i controlli sugli allevamenti avicoli, prima in un raggio di 3 chilometri e poi di 10 chilometri dall’allevamento presso il quale è stato isolato il virus, senza riscontrare altri focolai di infezione.

Quello di Pianfei è il primo e al momento unico caso di influenza aviaria in un allevamento del Piemonte. A differenza di quanto avvenuto in regioni, come il Veneto e la Lombardia, dove sono stati numerosi i focolai negli allevamenti, sul territorio piemontese il virus fino ad ora era stato rilevato esclusivamente su uccelli selvatici.

“Ringrazio i Servizi di Prevenzione regionali per la tempestività, in questi casi di assoluta importanza, dell’intervento – osserva l’assessore Icardi – e assicuro che verrà mantenuta alta la guardia per garantire il massimo livello di sicurezza sanitaria degli allevamenti. Restano assolutamente sicure le carni avicole in commercio – puntualizza ancora Icardi - in quanto il virus dell’influenza aviaria non si trasmette all’uomo per via alimentare e, in ogni caso, i polli degli allevamenti infetti non possono essere destinati al consumo umano”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

P.A.: entra nella fase operativa il progetto di un polo formativo della Sna (Scuola nazionale dell’Amministrazione) presso la Fondazione Cavour a Santena

Entra nella fase operativa il progetto di costituire un polo formativo della Scuola nazionale dell’amministrazione presso la sede della Fondazione Camillo Cavour a Santena (Torino). Si è svolta la seconda riunione del gruppo di lavoro nato dal protocollo d’intesa firmato a dicembre tra il Dipartimento della Funzione pubblica, la Sna, la Fondazione Cavour, la Città di Torino e la Regione Piemonte. Hanno partecipato all’incontro il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, il capo Dipartimento della Funzione pubblica, Marcello Fiori, la presidente e il segretario generale della Sna, Paola Severino e Fortunato Lambiase, il presidente e il direttore della Fondazione Cavour, Marco Boglione e Marco Fasano, il rettore dell’Università di Torino, Stefano Geuna, il rettore del Politecnico di Torino, Guido Saracco. Presenti in videocollegamento Michela Favaro la vicesindaca di Torino, su delega del sindaco Stefano Lo Russo, e Gian Luca Vignale, capo di gabinetto del presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio.

“In pochi mesi stiamo avverando un sogno, quello di veder nascere nel complesso cavouriano di Santena il polo del Nord-Ovest della Sna, dove formare una classe dirigente pubblica ‘europea’ in sinergia con le istituzioni del territorio, il mondo universitario e il sistema delle imprese”, ha commentato il ministro Renato Brunetta. “Con questo progetto inauguriamo un metodo che contiamo di replicare all’Aquila, per il Centro Italia, e negli altri hub della Sna che affiancheranno la sede storica ospitata nella Reggia di Caserta, che diventerà, a sua volta, punto di riferimento per il Sud. Un metodo che consiste nell’individuare un sito, nel trovare persone di qualità che lo gestiscono e nel costruire partnership con le istituzioni, anche accademiche, dei diversi territori. È la strada giusta per la rinascita della Sna, che, sotto la guida di Paola Severino, sta stringendo alleanze con i centri di alta formazione e con le scuole dell’amministrazione degli altri Paesi, per diventare l’incubatore della migliore cultura di governo, di grand commis finalmente europei, capaci di rendere la Pubblica amministrazione un catalizzatore della ricostruzione dell’Italia”.

“Ha ragione il ministro Brunetta: il successo delle iniziative è dovuto alle persone”, ha affermato la presidente della Sna, Paola Severino. “Nel caso del nuovo polo di Santena, la combinazione è stata particolarmente fortunata e ci permetterà di mettere insieme le competenze del sistema delle imprese e del sistema delle università per l’alta formazione della dirigenza della Pubblica amministrazione tutta, dai ministeri alle Regioni e agli enti locali. Un investimento chiave sul capitale umano e il rilancio della PA, perché favorisce il dialogo e la creazione di un linguaggio comune tra mondi finora separati”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Peste suina: via al depopolamento dei suini domestici nella zona infetta. Allevatori rimborsati dalla regione

“Questa settimana inizieremo le operazioni di depopolamento dei suini domestici sani a rischio di contagio nella zona infetta. Gli allevatori danneggiati saranno rimborsati direttamente dalla Regione Piemonte, che ha stanziato 1 milione e 800 mila euro per venire incontro alle prime esigenze delle aziende colpite dall'emergenza”.

Così l'assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi, alla manifestazione organizzata da Cia Agricoltori italiani a Rossiglione per fare il punto sull'emergenza della peste suina.

“Il passaggio del virus dai cinghiali ai suini domestici – continua Icardi - è un rischio che va scongiurato il più presto possibile. Sarebbe un danno enorme per una filiera che in Piemonte vale oltre un miliardo di euro, con un milione e 300 mila suini. Contestualmente, l'Assessorato regionale all'Agricoltura sta mettendo a punto il piano di abbattimento di circa 50 mila cinghiali su tutto il territorio regionale per ripristinare l'equilibrio della fauna selvatica. Domani, nell'audizione al Senato ribadirò le richieste al Governo perché venga reso operativo con la massima urgenza il decreto che nomina il commissario nazionale, in modo da avere un interlocutore unico e poter procedere con celerità ed efficacia nel contenimento del contagio”.

Intanto, ad oggi sono 46, tutte nella zona rossa, le carcasse di cinghiale risultate positive alle analisi per la Peste Suina Africana su un campione di 321 analizzate complessivamente in Piemonte e Liguria.

Le operazioni di ricerca, fondamentali per la delimitazione esatta dell’area di diffusione del contagio, continuano senza sosta, con la collaborazione di agenti provinciali e dell’Ambito territoriale di caccia, carabinieri forestali, agricoltori e volontari della Protezione civile.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

ATTI DELLO STATO 

Decreto-Legge 1 marzo 2022, n. 17

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 50 del 1.3.2022 il Decreto-Legge 1 marzo 2022, n. 17:

Misure urgenti per il contenimento dei costi dell'energia elettrica e del gas naturale, per lo sviluppo delle energie rinnovabili e per il rilancio delle politiche industriali.

Entrata in vigore del provvedimento: 02/03/2022.

Decreto del Ministero della Cultura  20 dicembre 2021, n. 244

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 51 del 2.3.2022 il Decreto del Ministero della Cultura  20 dicembre 2021, n. 244:

Regolamento recante modifiche al decreto 24 dicembre 2019, n. 177 e successive modificazioni, concernente i criteri e le modalità di attribuzione e di utilizzo della Carta elettronica, prevista dall'articolo 1, comma 604, della legge 30 dicembre 2018, n. 145. 
Entrata in vigore del provvedimento: 17/03/2022.

Decreto del Ministero dell’Interno  21 febbraio 2022

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 49 del 28.2.2022 il Decreto del Ministero dell’Interno  21 febbraio 2022:

Approvazione del modello di istanza, da parte dei comuni con popolazione inferiore a 15.000 abitanti che, in forma associata, presentano una popolazione superiore a 15.000 abitanti, per la richiesta di contributi, nel limite massimo di euro 5.000.000, per investimenti in progetti di rigenerazione urbana, pari a 300 milioni di euro per l'anno 2022, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale. 

Comunicato del Ministero della Transizione ecologica

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 48 del 26.2.2022 il Comunicato del Ministero della Transizione ecologica:

Graduatoria relativa al bando per la progettazione degli interventi di rimozione dell'amianto dagli edifici pubblici, annualità 2018. 

Comunicato dell’Istituto nazionale di Statistica

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 50 del 1.3.2022 il Comunicato dell’Istituto nazionale di Statistica:

Indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, relativi al mese di gennaio 2022, che si pubblicano ai sensi dell'articolo 81 della legge 27 luglio 1978, n. 392 (Disciplina delle locazioni di immobili urbani), ed ai sensi dell'articolo 54 della legge del 27 dicembre 1997, n. 449 (Misure per la stabilizzazione della finanza pubblica).

DECRETI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE  

Decreto del Presidente della Giunta regionale 1 marzo 2022, n. 11

E’ stato pubblicato, sul Bollettino Ufficiale n. 9 del 3 marzo 2022, il Decreto del Presidente della Giunta regionale 1 marzo 2022, n. 11:

Riavvio delle procedure relative allo svolgimento del referendum consultivo regionale, indetto con DPGR 16 settembre 2020, n. 96, ai sensi e con le modalita' di cui al Titolo III della legge regionale 16 gennaio 1973, n. 4, per l'istituzione del nuovo comune di Gattinara mediante fusione dei comuni di Gattinara e di Lenta in provincia di Vercelli.

 DECRETI DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE

Deliberazione del Consiglio regionale 15 febbraio 2022, n. 196 - 3272

E’ stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 1 al Bollettino Ufficiale n. 9 del 3.3.2022 la Deliberazione del Consiglio regionale 15 febbraio 2022, n. 196 - 3272:

Modifica della denominazione del Comune da "Casorzo" a "Casorzo Monferrato" ai sensi dell’articolo 6, commi 6 e 7, della legge regionale 2 dicembre 1992, n. 51 (Disposizioni in materia di circoscrizioni comunali, unione, incorporazione e fusione di Comuni, circoscrizioni provinciali). (Proposta di deliberazione n. 183).

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE 

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un mero strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip.

Avviso pubblico per la raccolta di manifestazioni di interesse a partecipare in qualità di partner della Regione Piemonte al "Bando 2021 per la concessione di contributi a Iniziative di sensibilizzazione ed educazione alla cittadinanza globale proposte da Enti Territoriali e Organizzazioni della Società Civile e soggetti senza finalità di lucro"

La Direzione Coordinamento politiche e fondi europei – Turismo e Sport, con D.D. n. 18 del 22 febbraio 2022, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 9 del 3 marzo 2022, ha: 

  • dato atto che nell’ambito dell’Avviso pubblico per la raccolta di manifestazioni di interesse a partecipare in qualità di partner della Regione Piemonte al "Bando 2021 per la concessione di contributi a Iniziative di sensibilizzazione ed educazione alla cittadinanza globale proposte da Enti Territoriali e Organizzazioni della Società Civile e soggetti senza finalità di lucro", finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, sono pervenute n. 21 manifestazioni di interesse da parte degli enti indicati nell’elenco allegato alla presente Determinazione dirigenziale per farne parte integrante e sostanziale (Allegato 1); 
  • individuato quali partner del progetto da presentare nell’ambito del sopracitato Avviso pubblicato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo gli enti indicati nell’elenco allegato alla presente Determinazione, per farne parte integrante e sostanziale (Allegato 2).
Programma nazionale per la garanzia di occupabilita' dei lavoratori (GOL). Adozione del Piano regionale per l'attuazione di GOL ai sensi dell'articolo 1, comma 3, del DM 5 novembre 2021

La Giunta Regionale, con D.G.R. n. 3-4688 del 25 febbraio 2022, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 9 del 3 marzo 2022, ha:

  • approvato, ai sensi dell’articolo 1, comma 3, del decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali 5 novembre 2021 il Piano Attuativo Regionale (PAR) del Programma nazionale per la garanzia di occupabilità dei lavoratori (GOL), Missione 5 Componente 1 Riforma 1.1, allegato alla presente deliberazione e di cui è parte integrante e sostanziale;
  • dato atto che l'assunzione delle obbligazioni giuridiche conseguenti al presente provvedimento sono subordinate alla variazione di bilancio finalizzata a recepire gli stanziamenti dei fondi statali per un importo pari ad euro 59.956.000,00, in entrata ed in uscita delle correlate spese;
  • demandato alla Direzione regionale Istruzione, Formazione e Lavoro l’adozione degli atti e dei provvedimenti necessari per l’attuazione della presente deliberazione, compresi quelli di mero adeguamento alla normativa o alle circolari che verranno successivamente adottate sull’argomento. 

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Diritto allo Studio universitario della Regione Piemonte.

SCADENZE UTILI 

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.

Scadenze del mese di MARZO (n. 3 provvedimenti segnalati)

1) Approvazione bando e modulistica per le domande di contributi per iniziative in occasione della "Giornata regionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie e per la promozione della cittadinanza responsabile".

La Direzione Cultura e Commercio, con D.D. n. 8 del 14 febbraio 2022, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 8 del 24 febbraio 2022, ha approvato:

  • il bando per la presentazione delle domande di contributi per iniziative in occasione della “Giornata regionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie e per la promozione della cittadinanza responsabile” – anno 2022, (allegato A) contenente l’indicazione delle iniziative finanziabili, dei soggetti beneficiari, dei termini e modalità per presentare le domande di contributo, dei criteri di selezione delle domande, dell’entità di finanziamento, dei termini di conclusione del procedimento per la redazione della graduatoria e delle modalità di erogazione e di controllo. Tale allegato ripropone per completezza e facilità di lettura anche i criteri per l’erogazione dei contributi contenuti nell’allegato A della D.G.R. n. 16-4640 dell’11/02/2022;
  • la modulistica per la presentazione della domanda di contributo (allegato B);
  • la modulistica per la rendicontazione a conclusione del progetto e per la richiesta della liquidazione del contributo (allegato C);

Le domande di contributo devono essere presentate entro 10 giorni dalla data di pubblicazione della presente determinazione sul Bollettino ufficiale.
 

2) Disposizioni per favorire la costituzione delle associazioni fondiarie e la valorizzazione dei terreni agricoli e forestali. Bando 2019: proroga dei termini di consegna dei Piani di gestione dei terreni e della rendicontazione finale del contributo.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 91 del 25 febbraio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 9 del 4 marzo 2021, ha prorogato il termine di presentazione dei Piani di gestione dei terreni al 12.03.2022 e di prorogare al 13.03.2023 la rendicontazione finale del contributo concesso con D.D..


3) PON Governance Dec.1343/2015; OT11 FESR-FSE. DGR 49-8202 del 20/12/2018. Nuova approvazione schema di avviso per manifestazione di interesse per l'apertura degli uffici di prossimità

La Direzione della Giunta regionale, con D.D. n. 27 del 27 gennaio 2022, ha: 
- approvato l’avviso pubblico per manifestazione di interesse destinato ai comuni singoli e associati del Piemonte finalizzato all’apertura di Uffici di prossimità ed il fac simile della relativa domanda di partecipazione, quali allegati A) e B), formanti parti integranti e sostanziali del presente provvedimento;

- disposto la pubblicazione del predetto Avviso pubblico sulla home page del sito internet della Regione Piemonte: http://www.regione.piemonte.it/index.htm, nella sezione "Bandi": https://bandi.regione.piemonte.it/avvisi-beni-regionali/nuova-approvazione-dello-schema-avviso-manifestazione-interesse-lapertura-uffici-prossimita e nella sezione “autonomie locali”: . http://www.regione.piemonte.it/web/amministrazione/autonomie-locali oltre che sul “Notiziario;

- stabilito che, come indicato nell’avviso oggetto di approvazione con il presente provvedimento, gli Enti interessati dovranno inoltrare istanza di partecipazione utilizzando esclusivamente il fac-simile di domanda costituente Allegato B) alla presente determinazione, inviandola con le seguenti tempistiche:

- dal 4/2/2022 al 21/2/2022;
- dal 4/3/2022 al 21/3/2022.


La valutazione delle istanze pervenute e la formazione delle graduatorie corrispondenti sarà effettuata dalla Commissione di valutazione nominata con DD n. 417 del 5/11/2019 che ha già provveduto alla valutazione delle istanze pervenute in occasione dell’apertura del precedente avviso per manifestazione di interesse.
Scadenze del mese di APRILE (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Linee di intervento per l'impiantistica sportiva anni 2021-2022. Approvazione dell'Invito e delle regole di accesso e compilazione per la presentazione delle istanze

La Direzione Coordinamento Politiche e Fondi europei – Turismo e Sport, con D.D. n. 9 del 31 gennaio 2022, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 5 del 3 febbraio 2022, ha:

1. approvato i seguenti documenti allegati, che fanno parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, in attuazione di quanto stabilito dalla D.G.R. n. 5-4368 del 20/12/2021:

  • “Invito” a presentare progetti in attuazione delle “Linee di intervento per l’impiantistica sportiva anni 2021-22" (Allegato 1);
  • “Regole” per l’accesso alla procedura informatica e per la compilazione della domanda (Allegato 2).

2. stabilito che le domande di contributo dovranno essere presentate dalle ore 9.00 di giovedì 3 febbraio 2022 ed entro e non oltre le ore 12.00 di giovedì 28 aprile 2022, pena la non ammissibilità delle stesse;

3. demandato a un successivo provvedimento dirigenziale l’individuazione dei soggetti ammessi a contributo e la quantificazione dei singoli importi da assegnare a ciascun soggetto giuridico beneficiario, secondo i criteri dettati dalla D.G.R. n. 5-4368 del 20/12/2021, nonché l’approvazione della modulistica per la rendicontazione dei contributi medesimi.

Scadenze del mese di MAGGIO (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Approvazione dello schema di bando pubblico e di domanda di contributo per la selezione ed il finanziamento nell'anno 2022 dei progetti di miglioramento della qualità e delle condizioni morfologiche dei corpi idrici piemontesi.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 828 del 16 dicembre 2021, pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 1 al Bollettino Ufficiale n. 51 del 23 dicembre 2021, ha approvato l’allegato schema di bando pubblico (Allegato 1) che, in ottemperanza ai criteri individuati con D.G.R. n. 38-6589 del 9 marzo 2018 ed alle indicazioni contenute nell’Allegato “Indirizzi per la selezione dei progetti anno 2022” alla D.G.R. n. 73- 4222 del 26/11/2021, specifica le condizioni e modalità di partecipazione, indica la data di scadenza per la presentazione delle domande e le cause di irricevibilità ed inammissibilità delle stesse, individua le tipologie e le condizioni tecniche degli interventi ammissibili, definisce il procedimento amministrativo, dettaglia i criteri di valutazione e ponderazione delle domande ai fini della formazione della graduatoria, stabilisce, nell’ambito delle dotazioni assegnate, le modalità di erogazione dei finanziamenti a favore dei soggetti ammessi a finanziamento; disciplina inoltre le eventuali varianti, le cause di decadenza ed il regime dei controlli da applicarsi ai progetti.

E’ concesso, ai beneficiari individuati a seguito del procedimento di selezione di cui al bando citato, un acconto che può raggiungere la misura massima del 34,48%, in conformità dello stanziamento indicato per l’anno 2022 nella D.G.R. n. 73- 4222 del 26/11/2021, ai fini di rendere disponibili le risorse necessarie all’avvio degli interventi.

E’ approvato lo schema della domanda di contributo (Allegato 2), contenente l’elenco della documentazione amministrativa e tecnica da allegare alla stessa in formato digitale.

Contatti

Riferimento
Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it