Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 44 del 6 dicembre 2018

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Alba (CN). Cattedrale di San Lorenzo.

Immagini proposte dai Comuni del Piemonte

Alba (CN). Cattedrale di San Lorenzo.

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali. Tale pubblicazione vuole offrire una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

IN PRIMO PIANO

Le decisioni della Giunta regionale

Criteri per assegnare il nuovo “Bonus pendolari”, estensione della tariffazione puntuale dei rifiuti, sostegno ai ragazzi neomaggiorenni che vivono fuori della famiglia di origine per decisione dell’autorità giudiziaria, azioni contro lo spreco alimentare sono stati i principali argomenti esaminati il 30 novembre dalla Giunta regionale nel corso di una riunione coordinata dal presidente Sergio Chiamparino.

Nuovo Bonus pendolari
Come proposto dall’assessore Francesco Balocco, sono stati definiti i criteri per il riconoscimento del “Bonus pendolari” 2017 agli abbonati Trenitalia residenti in Piemonte, ammontante complessivamente a un milione di euro: nei mesi di gennaio, febbraio, marzo e aprile 2019 sugli abbonamenti mensili verrà riconosciuto automaticamente uno sconto del 10% per le tratte regionali e per quelle sovraregionali con origine o destinazione Piemonte; per gli abbonamenti annuali lo sconto sarà del 5% e per ottenerlo occorrerà recarsi dal 1° gennaio al 28 febbraio nelle biglietterie Trenitalia esibendo l’abbonamento 2017.
Come per il 2016 è stata esclusa la zona “solo Formula” per l’elevatissimo numero di abbonamenti, che avrebbe reso irrisorio il rimborso, e per il fatto che la zona Formula è normalmente servita da più servizi ferroviari e stradali. Sono ricompresi nel rimborso invece gli abbonamenti Formula con zone e tratte (41/13/A) e Formula con zona PIN, sia pure con una percentuale di sconto inferiore (rispettivamente 3 e 5% sulle quattro mensilità).
La delibera rifinanzia inoltre con 860.000 euro la Carta Tutto Treno per il costo sostenuto nel 2017 e a titolo di anticipo per gli oneri di rilascio nel 2018, per un valore complessivo di 862.000 euro.

Tariffazione dei rifiuti
Definite, su iniziativa dell’assessore Alberto Valmaggia, le linee guida per la tariffazione puntuale dei rifiuti, ovvero il pagamento del servizio anche sulla base della quantità effettivamente prodotta e non solo per superficie occupata e componenti del nucleo familiare, considerata un’azione cardine per il raggiungimento degli obiettivi previsti dalle politiche regionali di settore.
Considerato che il passaggio a tariffa puntuale comporta una nuova visione dei ruoli di Comuni, Consorzi, soggetti gestori e utenze finali, con questa delibera la Regione valorizza e descrive le migliori esperienze finora attuate in Piemonte, in modo da indirizzare Consorzi e Comuni nelle decisioni da assumere e garantire un’uniformità di applicazione su tutto il territorio di un potente strumento con cui orientare una politica più efficace e maggiormente virtuosa nella gestione dei rifiuti. La tariffazione puntuale comporta infatti indubbi vantaggi ambientali e sociali, ma deve essere sempre associata ad una specifica strategia di comunicazione ed una attenta politica di gestione dei rifiuti che preveda e introduca tutti quegli strumenti che possono indirizzare ed accompagnare al meglio il cambiamento di abitudini che essa genera sulle famiglie e sulle attività commerciali.

Assistenza
La Regione Piemonte, su proposta dell’assessore Augusto Ferrari, aderisce alla sperimentazione proposta dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali riguardante interventi a favore dei ragazzi che, al compimento dei 18 anni, vivono fuori della famiglia di origine in seguito ad un provvedimento dell’autorità giudiziaria.
La sperimentazione sarà attuata nella Città di Torino, alla quale sono assegnati 250.000 euro del finanziamento statale, e in un secondo ambito territoriale che sarà individuato sulla base del numero dei giovani in tali condizioni, al quale andranno gli altri 200.000 euro. Si caratterizza nella messa a disposizione degli interessati di una progettazione personalizzata triennale e di una “borsa per l’autonomia” di importo non superiore a 780 euro mensili, che, ad integrazione di altre forme di sostegno come il reddito di inclusione possano favorire l’avvio di una vita autonoma, la conclusione di un percorso scolastico/formativo. In questo percorso saranno seguiti da un tutore.

Azioni contro lo spreco alimentare
Un protocollo di collaborazione tra la Regione e i cinque Centri servizi per il volontariato piemontesi, proposto dall’assessore Augusto Ferrari, consentirà di attuare attività di sensibilizzazione, informazione e formazione sul contrasto allo spreco alimentare, la riduzione dei rifiuti, il valore sociale ed economico del recupero e del riutilizzo a fini solidali dei generi alimentari e non. Per l’esecuzione del protocollo vengono stanziati 200.000 euro.

La Giunta ha inoltre approvato:

- su proposta dell’assessora Monica Cerutti, l’accordo con il Consorzio Con.I.Sa Valle Susa per il finanziamento con 50.000 euro delle attività di accoglienza a sostegno dei numerosi minori stranieri non accompagnati presenti in tale territorio;
- su proposta dell’assessora Antonella Parigi, la designazione di Marziano Marzano, Riccardo Rossotto e Edoardo Tamagnone quali componenti del consiglio di amministrazione della Fondazione Camillo Cavour di Santena;
- su proposta dell’assessore Alberto Valmaggia, il parere favorevole al rilascio alla Sogin dell’autorizzazione alla modifica dell’impianto Eurex di Saluggia, subordinato al rispetto di precise condizioni e raccomandazioni e vincolato al recepimento della condizione che i fusti prodotti dal sistema di estrazione e in attesa del trasporto vengano stoccati in idoneo ambiente confinato e che la loro permanenza all’interno dei container IP-2, in idonea area protetta del sito, sia limitata ai tempi tecnici strettamente necessari alla predisposizione dei trasporti.
 

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Eu Ita Modex 2018: la Protezione civile europea si esercita nel torinese

Dal 3 al 7 dicembre 2018 sul territorio a sud di Torino si è tenuta un'esercitazione internazionale di Protezione civile connessa al rischio alluvionale, denominata Eu Ita Modex 2018.

L’iniziativa, inserita nell’ambito delle attività esercitative del Meccanismo Unionale di Protezione civile, avrà come scenario una piena straordinaria sulle aste dei fiumi Chisola, Sangone e Po, oltre che sul reticolo idrografico minore, con conseguenze in termini di esondazioni diffuse e contaminazione degli acquiferi, in analogia con quanto realmente accaduto nella stessa zona durante l’evento alluvionale del novembre 2016.

“Sarà un’ulteriore utile occasione - commenta l’assessore regionale Alberto Valmaggia - per testare non solo il meccanismo europeo di Protezione civile, ma anche il sistema di Protezione civile italiano e piemontese, espressione del forte legame tra istituzioni pubbliche e realtà private, particolarmente prezioso in caso di emergenze naturali o causate dall’uomo”.

Lo scenario messo a punto da un gruppo di tecnici del Settore Protezione civile e Sistema antincendi boschivi della Regione Piemonte, che condurranno l’esercitazione insieme agli organizzatori europei, prevede l’intervento di quattro squadre di operatori (moduli europei), due specializzate nel pompaggio dell'acqua (HCP, High Capacity Pumping), una dalla Germania e una dalla Romania, e 2 squadre di purificazione dell'acqua (WP, Water Purification), di cui una dalla Germania e l’altra dall’Ungheria.

I moduli da esercitare lavoreranno sul campo dal 4 al 5 dicembre, giorno e notte senza interruzioni, e il 6 fino alle 14, in condizioni di operatività estremamente realistiche. I siti delle operazioni saranno in tutto 12.

Il campo base, dove si attesteranno i circa 70 componenti dei moduli europei con una trentina di mezzi, sarà posto a Stupinigi. Ogni modulo dovrà essere completamente autosufficiente per quanto riguarda il ricovero, l’energia, il riscaldamento, i mezzi di comunicazione e la logistica da campo per tutta la durata dell’esercitazione.

La sede della Protezione civile regionale di corso Marche 79 a Torino, invece, ospiterà il team degli organizzatori ed esperti europei (EXCON, 40 persone), compreso il Dipartimento nazionale della Protezione civile e il gruppo regionale (Venue Management, 12 colleghi) che gestiranno l’organizzazione.

All’esercitazione parteciperanno anche 150 volontari piemontesi, alcuni come supporto logistico all’organizzazione, altri che opereranno nella propria veste reale di moduli di Protezione civile regionale, interagendo con i moduli europei in formazione.

Ingente il numero di interlocutori pubblici e privati che hanno collaborato e collaboreranno all’esercitazione: i Comuni di Carmagnola, Carignano, La Loggia, Moncalieri e Nichelino; Città Metropolitana di Torino; Prefettura di Torino; Provincia di Asti; Parco Naturale della Collina torinese; Csi; Aipo; Parco Naturale di Stupinigi; Dipartimento nazionale della Protezione civile; 118 Piemonte; Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco; 32° Reggimento Genio Guastatori; Iren; Smat; Agenzia delle Dogane e dei Monopoli; Arpa Piemonte, Coordinamento regionale volontari Regione Piemonte; Corpo regionale Aib Piemonte; ANA Piemonte; ANC Piemonte; Cave Germaire; Cave Provana-Garrettino; Lago Arenile; Cave Musso; Cave Località Tetti Sagrini (Zucca & Pasta); Water Ski e Cave Moncalieri.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Farmaceutica: con le gare il Piemonte risparmia 41 milioni di euro

"L'apertura del mercato della farmaceutica alla concorrenza consente al sistema sanitario pubblico di ottenere risparmi e nuove risorse da reinvestire nella cura dei pazienti. Lo dimostrano i risultati che abbiamo raggiunto come Regione Piemonte, scegliendo di bandire gare ad ogni nuova immissione in commercio di farmaci biosimilari ed equivalenti".

Lo ha detto l'assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta durante il convegno "Farmaci equivalenti e farmaci biosimilari", organizzato a Torino dalla Regione Piemonte. Il convegno ha rappresentato un importante momento di confronto a livello nazionale sul tema della farmaceutica fra esperti e professionisti del settore.

L'introduzione delle gare per la fornitura dei medicinali ha consentito al Piemonte di risparmiare nel 2018 oltre 41 milioni di euro solo sui maggiori farmaci utilizzati, con una riduzione media di prezzo del 67%. Questa cifra ha permesso alla Regione di finanziare l'acquisto e l'utilizzo dei farmaci oncologici innovativi.

In alcuni casi, grazie al meccanismo delle gare, il Piemonte è riuscito ad ottenere una riduzione della spesa fino al 99% nel corso degli ultimi due anni: è il caso del bosentan e dell'imatinib il cui costo unitario è sceso rispettivamente da 2.210 a 27 euro e da 1.907 a 24 euro. Oppure del trastuzumab, passato da 565 a 163 euro (-71%) o dell'adalimumab, abbassatosi da 866 a 293 euro (-66%).

Un modello che la Regione Piemonte ha cercato di estendere, coinvolgendo nelle gare gli altri servizi sanitari regionali. Il risultato più significativo è stato conseguito nelle scorse settimane, con il bando per la fornitura di adalimumab, un farmaco biologico usato per malattie come l’artrite reumatoide, l’artrite psoriasica e il morbo di Crohn.

La gara indetta da Scr Piemonte, a cui si sono associate anche Lazio, Sardegna, Valle d’Aosta e Veneto, ha consentito una riduzione del 65% del costo sostenuto dalle regioni e un risparmio di oltre 31 milioni di euro.

"Rafforzo dunque la proposta che ho avanzato a tutte le Regioni di unirsi per indire bandi sull'acquisto di farmaci - aggiunge l'assessore Saitta, anche in qualità di coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni -. Con le gare possiamo mettere in moto processi di aggregazione in grado di incidere sul mercato. Questo è il momento di esprimere una posizione comune come sistema pubblico".

I margini per proseguire su questa strada sono considerevoli. Fra il 2019 e il 2020, infatti, vanno a scadenza oltre 30 brevetti di farmaci (sia chimici che biologici), per un valore di 900 milioni di euro a livello nazionale e di circa 70 milioni di euro per il Piemonte.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.
 

Sarà rinnovata per il quinto anno la convenzione per il distacco artificiale delle Valanghe sul Colle della Maddalena. L’iniziativa consentirà di evitare le chiusure del Colle nei mesi invernali

Sarà rinnovato per il quarto anno il Progetto Sperimentale di azioni e monitoraggio al fine di mitigare il pericolo valanghe al valico del Colle della Maddalena (denominato P.I.D.A.V. Piano Intervento Distacco Artificiale Valanghe). E’ quanto si è stabilito nell’incontro che si è svolto in protezione Civile a Cuneo presenti l’Assessore all’Ambiente e Protezione Civile della Regione Piemonte Alberto Valmaggia, i tecnici dell’Assessorato ai Trasporti e Infrastrutture, il Presidente della Unione Montana Valle Loris Emanuel ed ANAS.

Il sistema consiste nell’effettuare, tramite un’apposita campana (DaisyBell) montata su elicottero, esplosioni che provocano il distacco controllato delle formazioni nevose ritenute pericolose. Obiettivo dell’operazione evitare le chiusure del valico che negli anni passati si erano verificate proprio a causa del rischio valanghe. ANAS e Regione, con il contributo delle associazioni degli Autotrasportatori, garantiranno la copertura economica dell’iniziativa.

Nei tre anni di sperimentazione il PIDAV ha funzionato bene consentendo di ridurre significativamente le chiusure per il pericolo valanghe, ma a detta di tutti i sottoscrittori per i prossimi anni è necessario ipotizzare soluzioni più efficaci e permanenti come i paravalanghe che l’Assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Francesco Balocco ha ripetutamente richiesto e che ANAS si è impegnata a progettare e realizzare.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

ATTI DELLO STATO

Testo coordinato del decreto-legge 4 ottobre 2018, n. 113

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 281 del 3.12.2018 il Testo coordinato del decreto-legge 4 ottobre 2018, n. 113

Testo del decreto-legge 4 ottobre 2018, n. 113 (in Gazzetta Ufficiale - Serie generale - n. 231 del 4 ottobre 2018), coordinato con la legge di conversione 1º dicembre 2018, n. 132 (in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 1), recante: "Disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, nonche' misure per la funzionalita' del Ministero dell'interno e l'organizzazione e il funzionamento dell'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalita' organizzata".  

Decreto del Ministero dell'Interno 23 novembre 2018

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 281 del 3.12.2018 il Decreto del Ministero dell'Interno 23 novembre 2018:  

Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi per le attivita' commerciali, ove sia prevista la vendita e l'esposizione di beni, con superficie lorda superiore a 400 mq, comprensiva di servizi, depositi e spazi comuni coperti, ai sensi dell'articolo 15, del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139 - modifiche al decreto 3 agosto 2015. 

Comunicato dell'Istituto nazionale di statistica

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 281 del 3.12.2018 il Comunicato dell'Istituto nazionale di statistica:  

Indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati relativi al mese di ottobre 2018, che si pubblicano ai sensi dell'articolo 81 della legge 27 luglio 1978, n. 392 (Disciplina delle locazioni di immobili urbani), ed ai sensi dell'articolo 54, della legge del 27 dicembre 1997, n. 449 (Misure per la stabilizzazione della finanza pubblica).

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un puro strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip. 

Accordo con il Consorzio Con.I.Sa. Valle di Susa per la realizzazione di attività di accoglienza e sostegno dei minori stranieri non accompagnati. Approvazione

La Giunta regionale, con la D.G.R. n. 26-7960 del 30.11.2018, ha approvato lo schema di accordo con il Consorzio Con.I.Sa Valle di Susa per il finanziamento di attività di accoglienza e sostegno dei minori stranieri non accompagnati da realizzarsi entro il 31 dicembre 2019, di cui all’Allegato 1.

E’ stata approvata l’istituzione di un Tavolo di coordinamento che coinvolga gli attori che negli ultimi anni si sono occupati del tema nel territorio della Valle di Susa.

E’ demandata all’Assessora regionale Politiche giovanili, Diritto allo studio universitario, Cooperazione decentrata internazionale, Pari opportunità, Diritti civili, Immigrazione alla firma dell’accordo, per quanto di competenza della Regione Piemonte.

E’ demandata alla Direzione regionale competente in materia l’adozione di tutti gli adempimenti attuativi della presente deliberazione.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato alle Politiche giovanili, Diritto allo studio universitario, Cooperazione decentrata internazionale, Pari opportunità, Diritti Civili, Immigrazione – Direzione Coesione Sociale della Regione Piemonte.

 

Bando per l'assegnazione dei voucher di conciliazione. Approvazione

La Direzione Coesione sociale, con D.D. n. 1388 del 3.12.2018, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 49 del 6.12.2018, ha approvato il Bando regionale per l’assegnazione dei voucher di conciliazione, in attuazione della D.G.R. n. 23-6796 del 27/04/2018 di approvazione dell’Atto di Indirizzo contenente criteri e modalità per l'attuazione di un intervento sperimentale per l'erogazione di VOUCHER DI CONCILIAZIONE, Misura regionale 1.8.iv.3.1.2 del POR FSE 2014/2020.

La somma di € 2.999.999,18 a valere sul POR FSE 2014-2020, di cui € 105.923,18 per la realizzazione del servizio concernente il supporto alla gestione dell'intervento sperimentale per l'erogazione di voucher di conciliazione e di € 2.894.076,00,00 per il pagamento dell’importo dei voucher di conciliazione ai soggetti erogatori dei servizi, è già stata impegnata, sul Bilancio 2018/2020, annualità 2018, 2019 e 2020, a favore di EDENRED ITALIA S.r.l. con la D.D. n. 739 del 13/07/2018, che ne ha stabilito anche le modalità di erogazione e trasferimento.
 

Consolidamento della rete regionale delle redazioni locali per il Portale Piemonte giovani. Modalità di finanziamento rivolte ai Comuni, singoli o associati. Impegno e liquidazione

La Direzione Coesione sociale, con D.D. n. 1167 del 18.10.2018, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 49 del 6.12.2018, ha approvato la prosecuzione ed il consolidamento della rete regionale delle redazioni locali del Portale Piemonte Giovani, anche in esito al primo anno di sperimentazione, destinando ulteriori risorse ai medesimi soggetti attuatori individuati in attuazione della D.G.R. n. 38-4244 del 21/11/2016 e s.m.i., per consolidare e migliorare le attività della stessa rete regionale.

Sono state approvate le modalità di riparto dei finanziamenti rivolti a Comuni, singoli o associati nelle forme previste dalla legge, per il consolidamento della rete regionale di redazioni locali di cui all’allegato A.

E’ stata finanziata la scheda progettuale 03 “Portale Piemonte giovani – Consolidamento della Rete regionale delle redazioni locali” di cui alla D.G.R. n. 14-6901 del 25/5/2018 destinata ai Comuni, singoli o associati, secondo le modalità individuate nell’allegato A del valore complessivo di € 150.000,00 e finanziata sulla Missione 06 “Politiche giovanili, sport e tempo libero” – Programma 02 “Giovani” – Titolo 1, come segue:

- € 30.000,00 fondi regionali sul capitolo di spesa 146624 del bilancio 2018,
- € 120.000,00 fondi statali da iscrivere sul capitolo di spesa 146080 (€ 90.000,00 su esercizio 2018 e 30.000,00 su esercizio 2019).
 

E’ stata impegnata la somma complessiva di € 30.000,00 di fondi regionali disponibili sul capitolo 146624 del bilancio 2018, di cui € 28.000,00 a favore dei Comuni, singoli o associati nelle forme previste dalla legge, aderenti alla rete di redazioni locali ed € 2.000,00 a favore dell’Unione montana delle Valli Mongia e Cevetta Langa Cebana - Alta Valle Bormida (cod. ben. 304323), secondo le modalità individuate nell’allegato A facente parte integrante e sostanziale della presente determinazione.

Sarà rinviato l’impegno e la liquidazione della quota statale relativa all’acconto di € 90.000,00 (esercizio finanziario 2018) ad avvenuto trasferimento delle risorse da parte del Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri e, rinviare, altresì, l’impegno e la liquidazione della quota di saldo pari ad € 30.000,00 (esercizio finanziario 2019) a conclusione e rendicontazione delle attività realizzate a seguito di presentazione da parte dei Comuni di relazione analitica inerente le attività progettuali, i soggetti coinvolti, gli obiettivi conseguiti, la localizzazione delle attività, i risultati quali/quantitativi, accompagnata dalla rendicontazione contabile delle spese sostenute, comprensiva dell’elenco degli atti di liquidazione emessi per l’importo assegnato, approvata con atto amministrativo entro il 31/10/2019.

Sarà liquidato ai Comuni beneficiari l’acconto spettante a ciascuno a valere sulla quota di finanziamento regionale, secondo quanto specificato nell’allegato A, colonna “Acconto spettante”.

Interventi per coloro che, al compimento della maggiore età, vivono fuori dalla famiglia di origine sulla base di un provvedimento dell'autorità' giudiziaria e criteri per la selezione degli Ambiti territoriali aderenti alla sperimentazione in Piemonte

La Giunta regionale, con la D.G.R. n. 34-7966 del 30.11.2018, ha preso atto del Decreto Direttoriale n. 503 del 6.11.2014 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali inerente la sperimentazione di interventi in favore di coloro che, al compimento della maggiore età, vivono fuori dalla famiglia di origine sulla base di un provvedimento dell’autorità giudiziaria, cd. “care leavers”.

La Giunta ha aderito alla sperimentazione di cui al Decreto suindicato, dando mandato al Direttore della Direzione Coesione Sociale di procedere alla sottoscrizione degli atti necessari per la formalizzazione dell’adesione da parte della Regione Piemonte.

Sono stati approvati i criteri per la selezione dell’ambito territoriale che sarà coinvolto nella sperimentazione, unitamente alla Città di Torino, come di seguito specificato:

  •  il numero di giovani usciti nel 2018 da percorsi di accoglienza a seguito del compimento della maggiore età;
  •  il numero di giovani 18/21 anni in prosieguo amministrativo decretato dal Tribunale per i minorenni ex art. 25 di cui al R.D. 1404/1934 come modificato dalla l. 25 luglio 1956, n. 888, nell’anno 2018;
  •  il numero di giovani in previsione di uscita dal percorso di accoglienza per compimento della maggiore età nei mesi di novembre/dicembre 2018 e nell’anno solare 2019;
  •  il numero di giovani che si prevede di collocare in prosieguo amministrativo per compimento della maggiore età nei mesi di novembre/dicembre 2018 e nell’anno solare 2019.

In presenza di più ambiti che evidenzino uguali dati, sarà individuato l’ambito con più elevata popolazione residente 17/21 anni (fonte dati: BDDE Regione Piemonte-anno 2017).

Alla città di Torno sarà assegnata una quota del finanziamento statale pari ad € 250.000 e che al secondo ambito territoriale individuato sia destinata una quota di finanziamento statale di € 200.000.

Le risorse statali assegnate alla Regione Piemonte saranno accertate ed impegnate con apposito provvedimento amministrativo, da adottarsi a seguito dell’emissione del relativo mandato di pagamento da parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Gli enti gestori capofila degli ambiti individuati saranno tenuti a garantire il cofinanziamento, pari al 20% del costo totale della sperimentazione.

La candidatura degli ambiti territoriali individuati sarà sottoposta al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali entro la scadenza prevista per il 6 dicembre 2018.

Sono stati demandati alla Direzione competente tutti gli ulteriori adempimenti necessari per dare attuazione al presente provvedimento, ivi compresa l’attivazione di un tavolo regionale di coordinamento, composto dal referente regionale per la sperimentazione, dai referenti dei due ambiti territoriali coinvolti, dai rappresentanti del terzo settore, dai tutor per l’autonomia e dai referenti di altri settori significativi per la sperimentazione, avente funzioni di raccordo, scambi di esperienza, verifica sull’andamento della sperimentazione a livello locale.

Si provvederà, a conclusione del periodo della sperimentazione, alla verifica e condivisione di risultati raggiunti, anche al fine di individuare appositi indirizzi regionali sul sostegno ai cd. “care leavers” implementando le buone pratiche già in atto.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato alle Politiche sociali, della famiglia e della casa – Direzione Coesione Sociale della Regione Piemonte.

Linee guida per lo sviluppo di un sistema a supporto dell'applicazione della Tariffazione Puntuale del servizio dei rifiuti urbani a livello regionale. Approvazione

La Giunta regionale, con la D.G.R. n. 46-7978 del 30.11.2018, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 48 del 29.11.2018, ha approvato, in attuazione della D.G.R. n. 53-6159 del 15 dicembre 2017, il documento “Linee guida per la tariffazione puntuale dei rifiuti in Regione Piemonte”.
Le sopraccitate linee guida rappresentano uno strumento operativo di supporto ai Consorzi e Comuni che intendono sviluppare l’implementazione dei sistemi di tariffazione puntuale.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato all’Ambiente, Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della montagna, Foreste, Parchi, Protezione Civile – Direzione Ambiente, Governo e tutela del territorio della Regione Piemonte.

Programma di finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo della mobilità sostenibile nel settore delle micro, piccole e medie imprese, attraverso il rinnovo di veicoli ad uso commerciale N1 e N2. Parziale modifica del Bando e modulistica

La Direzione Ambiente, Governo e tutela del territorio, con D.D. n. 446 del 5.12.2018, pubblicata sul Supplemento n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 49 del 6.12.2018, in attuazione di quanto disposto dalla Giunta Regionale con D.D. n. 42-7743 del 19 ottobre 2018 e con deliberazione n. 45-7977 del 30 novembre 2018, ha approvato l’Allegato 1 (“Bando relativo al Programma di finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo della mobilità sostenibile attraverso il rinnovo dei veicoli ad uso commerciale N1 e N2”) e i relativi allegati, quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, in sostituzione dell’Allegato 1 e suoi allegati di cui alla D.D. n. 427 del 19 novembre 2018 della Direzione Ambiente, Governo e Tutela del territorio.

Programma finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo della mobilità sostenibile nel settore delle MPMI, attraverso il rinnovo dei veicoli ad uso commerciale N1 e N2. Approvazione Bando e relativa modulistica

La Direzione Ambiente, Governo e tutela del territorio, con D.D. n. 427 del 19.11.2018, pubblicata sul Supplemento n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 49 del 6.12.2018, ha approvato il bando relativo al Programma di finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo della mobilità sostenibile attraverso il rinnovo dei veicoli ad uso commerciale N1 e N2 per un ammontare complessivo di risorse pari ad Euro 4.000.000,00, a favore delle micro, piccole e medie imprese (MPMI); il bando, completo della relativa modulistica, è allegato al provvedimento (Allegato 1).

Le istanze di contributo da parte delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) potranno essere presentate a partire dalle ore 09.00 del 17 dicembre 2018 fino alle ore 16.00 del 16 dicembre 2019.

L’istruttoria delle istanze di contributo è effettuata da un’apposita Commissione individuata da Unioncamere Piemonte in cui un componente sarà un funzionario appartenente al settore Emissioni e Rischi Ambientali.

Sarà rinviata a successivi provvedimenti, sulla base delle risultanze istruttorie, l’individuazione delle istanze non ammissibili a contributo, l’approvazione dell’elenco delle istanze ammissibili a finanziamento e l’approvazione della graduatoria delle istanze finanziabili.

Il Bando resta aperto fino all’esaurimento delle risorse destinate al Programma, che potranno essere incrementate da eventuali ulteriori fondi, anche di provenienza statale, e comunque non oltre i 12 mesi dall’avvio, con chiusura entro il 16/12/2019.

E’ stato inoltre approvato lo schema di convenzione “Collaborazione istituzionale tra Regione Piemonte e Unioncamere Piemonte per il risanamento della qualità dell’aria attraverso un ammodernamento dei veicoli commerciali“, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, al fine di massimizzare l’efficacia e la diffusione sul territorio del Programma (Allegato 2).

Le modalità e i termini di trasferimento ad Unioncamere Piemonte delle risorse destinate alla concessione dei contributi alle MPMI sono definite nel Bando.

Le risorse destinate quale compartecipazione ai costi per la gestione del Bando saranno trasferite ad Unioncamere Piemonte, per il 40%, pari ad Euro 40.000,00, a copertura delle spese propedeutiche all’attivazione del Bando alla sottoscrizione della collaborazione istituzionale con Unioncamere Piemonte entro il 31 dicembre 2018 e per il 60%, pari ad Euro 60.000,00 a presentazione, entro il 30/06/2019, di stati di avanzamento delle attività e rendicontazione della spesa.

Si specifica infine che gli adempimenti di natura amministrativa e contabile, connessi e conseguenti al presente provvedimento, sono in capo al Dirigente del Settore Emissioni e rischi ambientali.

SCADENZE UTILI

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.  

Scadenze ANNO 2019 (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Programma finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo della mobilità sostenibile nel settore delle MPMI, attraverso il rinnovo dei veicoli ad uso commerciale N1 e N2. Approvazione Bando e relativa modulistica.

La Direzione Ambiente, Governo e tutela del territorio, con D.D. n. 427 del 19.11.2018, pubblicata sul Supplemento n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 49 del 6.12.2018, ha approvato il bando relativo al Programma di finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo della mobilità sostenibile attraverso il rinnovo dei veicoli ad uso commerciale N1 e N2 per un ammontare complessivo di risorse pari ad Euro 4.000.000,00, a favore delle micro, piccole e medie imprese (MPMI); il bando, completo della relativa modulistica, è allegato al provvedimento (Allegato 1).
Le istanze di contributo da parte delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) potranno essere presentate a partire dalle ore 09.00 del 17 dicembre 2018 fino alle ore 16.00 del 16 dicembre 2019.
L’istruttoria delle istanze di contributo è effettuata da un’apposita Commissione individuata da Unioncamere Piemonte in cui un componente sarà un funzionario appartenente al settore Emissioni e Rischi Ambientali.
Sarà rinviata a successivi provvedimenti, sulla base delle risultanze istruttorie, l’individuazione delle istanze non ammissibili a contributo, l’approvazione dell’elenco delle istanze ammissibili a finanziamento e l’approvazione della graduatoria delle istanze finanziabili.
Il Bando resta aperto fino all’esaurimento delle risorse destinate al Programma, che potranno essere incrementate da eventuali ulteriori fondi, anche di provenienza statale, e comunque non oltre i 12 mesi dall’avvio, con chiusura entro il 16/12/2019.
E’ stato inoltre approvato lo schema di convenzione “Collaborazione istituzionale tra Regione Piemonte e Unioncamere Piemonte per il risanamento della qualità dell’aria attraverso un ammodernamento dei veicoli commerciali“, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, al fine di massimizzare l’efficacia e la diffusione sul territorio del Programma (Allegato 2).
Le modalità e i termini di trasferimento ad Unioncamere Piemonte delle risorse destinate alla concessione dei contributi alle MPMI sono definite nel Bando.
Le risorse destinate quale compartecipazione ai costi per la gestione del Bando saranno trasferite ad Unioncamere Piemonte, per il 40%, pari ad Euro 40.000,00, a copertura delle spese propedeutiche all’attivazione del Bando alla sottoscrizione della collaborazione istituzionale con Unioncamere Piemonte entro il 31 dicembre 2018 e per il 60%, pari ad Euro 60.000,00 a presentazione, entro il 30/06/2019, di stati di avanzamento delle attività e rendicontazione della spesa.
Si specifica infine che gli adempimenti di natura amministrativa e contabile, connessi e conseguenti al presente provvedimento, sono in capo al Dirigente del Settore Emissioni e rischi ambientali.

2) Programma di finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo della mobilità sostenibile nel settore delle micro, piccole e medie imprese, attraverso il rinnovo dei veicoli ad uso commerciale N1 e N2. Parziale modifica del Bando e relativa modulistica. (vedi D.D. 427 sopraccitata)

La Direzione Ambiente, Governo e tutela del territorio, con D.D. n. 446 del 5.12.2018, pubblicata sul Supplemento n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 49 del 6.12.2018, in attuazione di quanto disposto dalla Giunta Regionale con D.D. n. 42-7743 del 19 ottobre 2018 e con deliberazione n. 45-7977 del 30 novembre 2018, ha approvato l’Allegato 1 (“Bando relativo al Programma di finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo della mobilità sostenibile attraverso il rinnovo dei veicoli ad uso commerciale N1 e N2”) e i relativi allegati, quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, in sostituzione dell’Allegato 1 e suoi allegati di cui alla D.D. n. 427 del 19 novembre 2018 della Direzione Ambiente, Governo e Tutela del territorio.

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it