Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 41 del 18 novembre 2021

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Dogliani (CN). Panoramica

Questa settimana in copertina*: Dogliani (CN). Panoramica.

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte.

IN PRIMO PIANO  

Contratto di Lago del Cusio: oltre 120 firmatari si incontrano ad Omegna 

E’ stato firmato il Contratto di Lago del Cusio, un documento per l’attuazione di politiche territoriali orientate alla tutela, alla valorizzazione e alla promozione di buone pratiche e usi sostenibili del territorio interessato dal bacino del lago d’Orta. E’ il terzo contratto di questo genere firmato in Piemonte, uno dei primi in Italia, che si distingue non solo per l’elevato numero dei portatori di interesse coinvolti, un vero e proprio unicum, ma anche per il suo sviluppo partito “dal basso”, dalle esigenze espresse da piccole realtà associative, estesosi a macchia d’olio a livello territoriale grazie anche al ruolo svolto da enti aggregatori, come l’Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone. 

La Regione Piemonte e le Provincie di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola hanno individuato nell’Ecomuseo l’ente promotore dell’accordo di collaborazione tra le  diverse piccole realtà territoriali, che si è poi concretizzato in un vero e proprio Contratto di Lago grazie al sostegno attivo e alla collaborazione delle due Province.

Lo sviluppo del Contratto di Lago del Cusio
Gli anni passati hanno visto l’organizzazione di diversi momenti di presentazione delle iniziative correlate alle intenzioni espresse nel Contratto di Lago, al fine di raccogliere adesioni e l’interesse di moltissime realtà: dalle amministrazioni comunali ai vari enti istituzionali; dagli operatori turistici a enti di categoria, scuole, industrie, mondo delle associazioni e del volontariato. 

Intorno alla definizione di progetti ambiziosi nel corso degli ultimi anni si sono quindi stretti legami, alleanze e si è fatto un vero e proprio network territoriale capace di sostenersi.

All'interno di questo contesto strategico l’Ecomuseo si è attivato per reperire le risorse necessarie a finanziare alcuni progetti inseriti nel Piano di Azione del Contratto di lago del Cusio.

Ecolago e gli altri progetti confermati
Il progetto Ecolago, avviato a inizio maggio 2021, è incentrato su una serie di azioni a favore della sostenibilità ambientale. 

Oltre a Ecolago, che è stato finanziato dalla Comunità del Novarese Onlus con 29.500 euro e il progetto correlato “cartellonistica al Canneto di Gozzano” concluso grazie a un contributo di 6000 euro ricevuto dal Lions Club, vi sono altri progetti in corso di sviluppo e raccolta fondi.

Tra questi: “Il canneto di Gozzano e il suo ecosistema” (finanziato dal CRT per 8000 euro), RisOrta, finanziato dal Fondo per l’Ambiente  Italiano e dal Comune di Orta con 20.000 e 5000 euro, che sarà entrerà nella fase operativa dal 2022 e consisterà nell’utilizzo di biosentinelle per sondare la qualità dell’acqua. Infine “Condivisioni digitali”, una piattaforma di scambio per i contrattisti, finanziato da Fondazione Cariplo. Numerose altre azioni sono in fase di sviluppo col sostegno degli enti locali e verranno avviate dopo la firma del Contratto di Lago. 

Particolarmente soddisfatto l’assessore regionale all’Ambiente, Matteo Marnati. “Dopo un lungo percorso oggi si arriva all’ufficializzazione del Contratto di Lago del Cusio, uno dei primi in Italia. Si tratta di uno strumento importante per salvaguardare l’ambiente, oggi al centro delle agende dei grandi del mondo, e rilanciare un territorio che ha un enorme potenziale turistico, commerciale e industriale. Sono tre i modelli per creare la sostenibilità territoriale: tutela ambientale, economica e sociale. Questo è l’obiettivo che vogliamo raggiungere. Fondamentale però è lavorare in squadra, come si è fatto per questo Contratto, per porre in essere azioni che restino sul nostro territorio, soprattutto per le generazioni future, per chi verrà dopo di noi. Regione Piemonte, nell’ambito del Bando 2021 per i progetti di riqualificazione dei fiumi e dei laghi piemontesi ha ammesso a finanziamento, per 309mila euro, il progetto presentato dal Comune di Gozzano in qualità di capofila, per interventi di conservazione e riqualificazione degli habitat a canneto spondale del Lago d’Orta, che interessano l’intera estensione delle sponde, perfettamente in linea con gli obiettivi del Piano di Azione del Contratto di Lago”.

Il Presidente dell’Ecomuseo del Lago d’Orta e Mottarone Giovanni De Bernardi spiega così il ruolo avuto dall’ente che rappresenta: “Dopo tre anni di lavori, confronti e tavoli di coordinamento con gli attori del territorio, promossi dall’Ecomuseo siamo giunti alla firma ufficiale del Contratto di Lago del Cusio. Nel 2018 era stato firmato il protocollo d'intesa, primo passo di un lungo percorso che ha visto coinvolti più di 120 soggetti tra enti pubblici e privati, uniti per pensare, pianificare e realizzare azioni per la tutela dell'ecosistema locale. Il lago d'Orta, infatti, è stato protagonista di una storia unica al mondo. Per molti decenni le sue acque sono state fortemente inquinate. Fortunatamente verso la fine degli anni '80 la comunità cusiana si è attivata per ripristinare le condizioni originarie dell'ecosistema grazie ad una bonifica delle acque, rendendo il lago d'Orta un esempio di rinascita noto a livello internazionale. La firma del Contratto di Lago si inserisce in questa rinnovata attenzione alle esigenze della natura per proporre nuovi stimoli e portare avanti buone pratiche per il territorio. Ogni ente firmatario del Contratto si impegna ad attuare concrete azioni capaci di portare un impatto positivo per il lago, i territori circostanti e la comunità locale.”

L'Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone si costituisce il 14 maggio 1997 da enti pubblici e privati mossi dalla volontà di dar vita a una realtà di cultura materiale del territorio del Cusio, del Mottarone e della Val Strona. È un'istituzione culturale "che assicura la preservazione e la valorizzazione dei beni naturali e culturali del territorio con la partecipazione della popolazione. Ad oggi fanno parte dell'Ecomuseo le seguenti realtà associative: il Museo degli alberghieri dell'Associazione Alberghieri Armeno, il Gruppo Mineralogico Ossolano, la Famiglia Alzese (Alzo di Pella), La Finestra sul Lago (San Maurizio d'Opaglio), il Laboratorio di Arti Visive (Granerolo), il Museo etnografico e dello strumento musicale a fiato di Quarna Sotto, l'Associazione Musicale Accademia di Quarna Sotto, il Teatro delle Selve di Pella, l'Associazione Walsergemeinschaft Kampel, l'Associazione Ambientarte La Traccia, l'associazione Felice Pattaroni di Gravellona Toce, lo spazio museale di Ameno, i Comuni di Armeno, Casale Corte Cerro, Cesara, Gozzano, Gravellona Toce, Miasino, Nonio, Omegna, Orta S.Giulio, Pella, Valstrona; il Museo dell'ombrello e del parasole di Gignese, il Museo dell'arte e della tornitura del legno di Pettenasco, il Museo del rubinetto e della sua tecnologia di San Maurizio d'Opaglio, il Consorzio Giardino Botanico Alpinia, la Comunità Montana Cusio Mottarone Due Laghi Strona e Basso Toce, la Fondazione Calderara di Arte Contemporanea (Vacciago di Ameno), la Fondazione Museo Arti e Industria (Forum di Omegna), il Gruppo Grotte CAI Novara e la Provincia di Novara.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte. 

Defr 22-24, ingenti risorse per ricerca e innovazione

Risorse, obiettivi e risultati attesi: su queste tre direttrici si è articolato l’intervento dell’assessore regionale alla Ricerca e Innovazione Matteo Marnati in VI Commissione nell’illustrare il Documento di Economia e Finanza Regionale (Defr) 2022-2024.

Quattro i capitoli principali sui quali si articoleranno gli interventi in capo all’assessorato: il finanziamento del raddoppio del centro di biologia molecolare di Torino, al quale sono destinati, per il 2022, 7 milioni di euro “mai come in questi momenti è importante avere a disposizione competenze nel campo della biologia molecolare e personale preparato e qualificato” commenta Marnati.

Il secondo grande capitolo riguarda tutta la partita della digitalizzazione della pubblica amministrazione con la finalità di supportare il miglioramento dell’organizzazione, la semplificazione amministrativa ma anche realizzare sistemi integrati che garantiscano servizi completamente digitalizzati sull’intera filiera, con particolare riferimento alle priorità dettate dall’emergenza Covid-19; o ancora e mettere a disposizione le piattaforme a sostegno dell’inclusione territoriale con particolare riferimento al cloud e ai pagamenti elettronici.

Terzo obiettivo, supportare le start up nei settori tecnologicamente più avanzati, in particolare sostenendo - attraverso un cofinanziamento complessivo di 625mila euro, l’Esa Bic recentemente assegnato dall'Agenzia Spaziale Europea a Torino per stimolare la nascita delle startup italiane nel settore della Space Economy.

Per quanto riguarda il quarto “capitolo” “È stata poi rivista le neo-strategia della specializzazione intelligente, sono passati 7 anni dall’ultima programmazione – aggiunge Marnati - e in questo lasso di tempo sono cambiate molte cose. La nuova specializzazione è stata rivisitata con gli assetti tecnologici, sui quali noi puntiamo. Entro fine anno verrà approvata dalla Giunta e potremo contare sui fondi”. “Obiettivo finale – conclude - avere un’Europa più intelligente e noi vogliamo essere presenti come regione virtuosa. Abbiamo molto lavoro da fare insieme”.

Il programma regionale Fesr 21-27 vede un aumento delle risorse di oltre 500 milioni di euro rispetto alla dotazione 14-20, che ammontava a quasi 966 milioni di euro, e rispetto al tema della ricerca e innovazione, l’obiettivo sul quale interviene il programma – “Eu competitiva e intelligente” - si stanzieranno circa 807 milioni di euro da declinare sulle misure riguardanti Ricerca e innovazione, Digitalizzazione, Crescita sostenibile e competitività, Competenze per la specializzazione intelligente e Connettività digitale.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte. 

Funivia di Oropa e il Palaforum di Biella

La Giunta regionale ha dato il via libera a un investimento di 2.120.000 euro per due interventi dedicati al Biellese.

In particolare 2 milioni di euro andranno a un intervento relativo alla vita tecnica della funivia di Oropa e altri 120 mila per la manutenzione del PalaForum di Biella.

“Sono interventi necessari che finalmente grazie alle risorse che mettiamo in campo potranno essere portati a compimento - spiegano il presidente della Regione Alberto Cirio e il vicepresidente e assessore alla Montagna Fabio Carosso, insieme all’assessore al Turismo Vittoria Poggio e allo Sport Fabrizio Ricca -. Questo primo stanziamento è stato destinato a progetti già in fase di completamento o realizzazione attraverso risorse che andavano utilizzate entro il 2021, ma sono già in fase di predisposizione altri accordi di programma con cui interverremo nelle prossime settimane su altri progetti necessari che interessano varie aree del territorio piemontese”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte. 

Impianti per i rifiuti, via libera dalla Giunta ai criteri per la localizzazione

Dopo aver incassato il parere positivo dalla V Commissione, la Giunta approva il documento che definisce i criteri per l’individuazione, da parte delle province e della città metropolitana, delle aree non idonee alla localizzazione di impianti di smaltimento e recupero dei rifiuti e dei luoghi adatti allo smaltimento dei rifiuti.

Tutelare il territorio, il paesaggio e l’urbanistica, con particolare attenzione alla presenza antropica, alla risorsa idrica e agli aspetti storico culturali del sito, sono le principali “direttrici” sulle quali fondare i criteri territoriali e ambientali – escludenti, penalizzanti o preferenziali - tenuto conto che deve essere valorizzata l’impiantistica già esistente sul territorio regionale attraverso processi di potenziamento o di ristrutturazione.

Nella definizione dei criteri di localizzazione vengono considerati anche gli aspetti relativi al risparmio di consumo di suolo e all’utilizzo di aree degradate o comunque compromesse per la presenza di insediamenti produttivi dismessi. A monte la consapevolezza che la presenza sul territorio di impianti di gestione di rifiuti può generare una serie di problematiche che toccano sia l’ambiente sia i cittadini residenti.

“Un documento importante – commenta l’assessore regionale all’Ambiente Matteo Marnati – presupposto fondamentale per coniugare la necessità di preservare l’ambiente, inteso nella sua globalità, con quella di recuperare i rifiuti nell’ottica dell’economia circolare, volàno della transizione ecologica. In sostanza maggior tutela per l’ambiente tenendo conto delle esigenze del mondo economico”.

Infine, vengono previste misure di mitigazione e compensazione ambientale, affinché la proposta di inserimento di un nuovo impianto sia accompagnata da idonee misure di mitigazione e compensazione, in particolare, per quei nuovi impianti che effettuano operazioni di smaltimento di rifiuti pericolosi.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte. 

Interventi sulle montagne cuneesi

La Giunta regionale ha dato il via libera a un investimento di 2.630.000 euro per quattro interventi dedicati tutti alla montagna del Cuneese.

In particolare a Garessio sono stati destinati 1,5 milioni per un intervento di rinnovamento degli impianti sciistici della stazione di "Garessio 2000" e 680 mila euro a Bagnolo Piemonte per la realizzazione dell'impianto di innevamento della stazione sciistica "RucaSki".

Altri 350 mila euro a Entracque per un intervento di realizzazione della nuova pista per la pratica dello ski-roll e 100 mila euro a Pontechianale per un intervento di potenziamento dell'impianto di innevamento programmato.

“Sono risorse con cui vogliamo continuare a potenziare e rilanciare uno dei patrimoni naturalistici, culturali, turistici ed economici più preziosi del nostro Piemonte - spiegano il presidente della Regione Alberto Cirio e il vicepresidente e assessore alla Montagna Fabio Carosso, insieme all’assessore al Turismo Vittoria Poggio e allo Sport Fabrizio Ricca -. Sono interventi necessari che finalmente grazie alle risorse che mettiamo in campo potranno essere portati a compimento. La montagna è un luogo da vivere appieno e affinché ciò sia possibile è fondamentale offrire nuovi servizi e rilanciare quelli già esistenti. Tutte le azioni che la Regione sta mettendo in campo hanno questo come obiettivo: dai contributi per favorire chi sceglie di andare a vivere in uno dei nostri paesi montani a quelli per sviluppare le botteghe dei servizi a questi per rilanciare e valorizzare il sistema invernale e i nostri impianti di risalita”.

“Questo primo stanziamento - proseguono - è stato destinato a progetti già in fase di completamento o realizzazione attraverso risorse che andavano utilizzate entro il 2021, ma sono già in fase di predisposizione altri accordi di programma con cui interverremo nelle prossime settimane su altri progetti necessari che interessano varie aree del territorio piemontese”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte. 

Palazzetto dello sport di Gravellona

La Giunta regionale ha dato il via libera a un investimento di 400 mila euro per il Palazzetto dello Sport di Gravellona Toce.

“Manteniamo l’impegno con il territorio per valorizzare un impianto sportivo importante - spiegano il presidente della Regione Alberto Cirio e l’assessore allo Sport Fabrizio Ricca -. Un intervento necessario che finalmente grazie alle risorse che mettiamo in campo potrà essere portato a compimento. In particolare le risorse per il Palazzetto di Gravellona fanno parte di uno stanziamento che è stato destinato a progetti già in fase di completamento o realizzazione attraverso risorse che andavano utilizzate entro il 2021, ma sono già in fase di predisposizione altri accordi di programma con cui interverremo nelle prossime settimane su altri progetti necessari che interessano varie aree del territorio piemontese”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte. 

Rilancio turistico dell’Alpe Campo in Valsesia

La Giunta regionale ha dato il via libera a un investimento di 650 mila euro per un intervento relativo al potenziamento dell'offerta turistica dell’Alpe Campo ad Alto Sermenza, in Valsesia.

“Sono risorse con cui vogliamo continuare a potenziare e rilanciare uno dei patrimoni naturalistici, culturali, turistici ed economici più preziosi del nostro Piemonte - spiegano il presidente della Regione Alberto Cirio e il vicepresidente e assessore alla Montagna Fabio Carosso, insieme all’assessore al Turismo Vittoria Poggio -. Sono interventi necessari che finalmente grazie alle risorse che mettiamo in campo potranno essere portati a compimento. La montagna è un luogo da vivere appieno e affinché ciò sia possibile è fondamentale offrire nuovi servizi e rilanciare quelli già esistenti. Tutte le azioni che la Regione sta mettendo in campo hanno questo come obiettivo: dai contributi per favorire chi sceglie di andare a vivere in uno dei nostri paesi montani a quelli per sviluppare le botteghe dei servizi a questi per rilanciare e valorizzare il sistema invernale. Questo primo stanziamento è stato destinato a progetti già in fase di completamento o realizzazione attraverso risorse che andavano utilizzate entro il 2021, ma sono già in fase di predisposizione altri accordi di programma con cui interverremo nelle prossime settimane su altri progetti necessari che interessano varie aree del territorio piemontese”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte. 

 ATTI DELLO STATO    

Decreto-Legge 11 novembre 2021, n. 157

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 269 dell’11.11.2021 il Decreto-Legge 11 novembre 2021, n. 157:

Misure urgenti per il contrasto alle frodi nel settore delle agevolazioni fiscali ed economiche.

Entrata in vigore del provvedimento: 12/11/2021.

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 27 settembre 2021

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 272 del 15.11.2021 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 27 settembre 2021:

Aggiornamento dei criteri, delle modalità e dell'entità delle risorse destinate al finanziamento degli interventi in materia di mitigazione del rischio idrogeologico.

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 2 settembre 2021

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 269 dell’11.11.2021 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 2 settembre 2021:

Ripartizione, per l'anno 2021, dei fondi previsti dagli articoli 9 e 15 della legge 15 dicembre 1999, n. 482, per il finanziamento dei progetti presentati dalle pubbliche amministrazioni.

Decreto del Ministero del Turismo 10 settembre 2021, n. 160

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 272 del 15.11.2021 il Decreto del Ministero del Turismo 10 settembre 2021, n. 160:

Regolamento recante disposizioni applicative concernenti il Fondo per l'indennizzo dei consumatori titolari di voucher emessi ai sensi dell'articolo 88-bis del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27. 

Entrata in vigore del provvedimento: 30/11/2021.

Comunicato del Ministero dell’Economia e delle Finanze

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 270 del 12.11.2021 il Comunicato del Ministero dell’Economia e delle Finanze:

Comunicato relativo al decreto 28 ottobre 2021, concernente la certificazione per l'anno 2021 della perdita di gettito connessa all'emergenza epidemiologica da COVID-19, al netto delle minori spese e delle risorse assegnate a vario titolo dallo Stato a ristoro delle minori entrate e delle maggiori spese connesse alla predetta emergenza.

Comunicato dell’Agenzia per l’Italia digitale

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 273 del 16.11.2021 il Comunicato dell’Agenzia per l’Italia digitale:

Adozione delle “Linee guida sul punto di accesso telematico ai servizi della pubblica amministrazione”.

Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento della Protezione civile 9 novembre 2021

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 274 del 18.11.2021 l’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento della Protezione civile 9 novembre 2021:

Ulteriori disposizioni urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che, partire dal mese di settembre 2019, hanno interessato il territorio delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Veneto ed il territorio del Comune di Venezia. (Ordinanza n. 807). 

DECRETI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 

Decreto del Presidente della Giunta regionale 17 novembre 2021, n. 12/R

E’ stato pubblicato, sul Supplemento Ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 46 del 18 Novembre 2021, il Decreto del Presidente della Giunta regionale 17 novembre 2021, n. 12/R:

Regolamento regionale recante: “Disciplina per l’anno 2021, a carattere transitorio e derogatorio al regolamento regionale 14 novembre 2016, n. 11/R in materia di interventi di recupero e valorizzazione dei beni invenduti”

DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO REGIONALE 

Deliberazione del Consiglio regionale

E’ stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 3 al Bollettino Ufficiale n. 46 del 18.11.2021 la Deliberazione del Consiglio regionale:

Deliberazione 2 novembre 2021, n. 179 – 18293
Approvazione del piano di tutela delle acque.
(Proposta di deliberazione n. 136)

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE 

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un puro strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip.

Approvazione Bando per l'assegnazione di contributi, in conto anno 2021, a sostegno della gestione associata di funzioni fondamentali delle Unioni di Comuni

La Direzione della Giunta Regionale, con D.D. n. 611 dell’8 novembre 2021, ha approvato il Bando, (comprensivo di modello di domanda, scheda sintetica delle attività, modello di relazione illustrativa e modello di rendicontazione) per l’assegnazione di contributi, in conto anno 2021, a sostegno della gestione associata delle funzioni fondamentali comunali a favore delle Unioni di Comuni inserite nella Carta delle Forme associative del Piemonte.

E’ demandata a una successiva determinazione dirigenziale, da assumere ad avvenuto espletamento della fase istruttoria in attuazione del predetto bando, l’individuazione dei singoli e specifici soggetti ammessi e non ammessi al riparto dei contributi e la quantificazione di ciascun contributo, formalizzando in tal modo definitivamente gli impegni assunti.

La liquidazione dei contributi agli aventi diritto sarà effettuata a seguito della verifica della rendicontazione delle spese da presentarsi secondo le modalità previste dal Bando oggetto di approvazione con il presente provvedimento, nonché subordinatamente alla verifica della regolarità contributiva dei versamenti dovuti dalle Unioni all'INPS e all'INAIL.

Criteri per l’individuazione da parte delle province e della città metropolitana delle zone idonee alla localizzazione di impianti di smaltimento e recupero dei rifiuti. Precisazioni sulle misure compensative e sull’applicazione della D.G.R. n. 31-7186 del 6 luglio 2018

La Giunta Regionale, con D.G.R. n. 18-4076 del 12 Novembre 2021 pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 2 al Bollettino Ufficiale n. 46 del 18  Novembre 2021, ha approvato, nell'ambito della pianificazione regionale di gestione dei rifiuti, dell'articolo 49 della legge regionale 44/2000 ed in ottemperanza all’Ordine del Giorno del Consiglio regionale n. 486 del 3 febbraio 2021, i Criteri per l’individuazione da parte delle Province e della Città metropolitana delle zone idonee alla localizzazione di impianti di smaltimento e recupero dei rifiuti.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Ambiente, Energia, Innovazione, Ricerca e connessi rapporti con Atenei e Centri di Ricerca pubblici e privati, Ricerca applicata per emergenza COVID-19 della Regione Piemonte.

Deliberazione della Giunta regionale 28 luglio 2020, n. 5-1744 di adesione al progetto MOVE IN (MOnitoraggio dei VEicoli INquinanti). Approvazione documenti tecnici per l'avvio del progetto''. Integrazione allegato A

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 713 del 12 novembre 2021, ha integrato, con il Comune di Ovada, l’elenco dei comuni aderenti al servizio MOVE IN, di cui all’allegato A della DD n. 357/A1602B/2021 del 7 giugno 2021.

E’ approvato, conseguentemente, in sostituzione dell’allegato A alla DD n. 357/A1602B/2021 del 7 giugno 2021, l’Allegato A alla presente determinazione, di cui costituisce parte integrante e sostanziale, recante l’elenco dei Comuni aderenti al servizio MOVE IN.

SCADENZE UTILI 

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.

Scadenze del mese di NOVEMBRE (n. 3 provvedimenti segnalati)

1) Atto di indirizzo per la realizzazione di cantieri di lavoro per persone disoccupate over 58. Approvazione del Bando pubblico ''Cantieri di lavoro OVER 58''. Anni 2021-2022.

La Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro, con D.D. n. 568 del 5 ottobre 2021, ha:

approvato il secondo Bando denominato “Cantieri di lavoro Over 58 – Anni 2021-2022”, in attuazione dell’atto di indirizzo di cui alla DGR 45-8826 del 18/04/2019, di cui all’Allegato A; approvato la modulistica per la presentazione delle domande di partecipazione all’intervento di cui trattasi, ossia il modello di domanda (Allegato B), la scheda di progetto (Allegato C) e modello di dichiarazione di impegno a costituirsi in partenariato (Allegato D); approvato il “manuale di valutazione delle proposte progettuali” di cui all’Allegato E.

 

La rendicontazione delle spese è allegato facoltativo alla domanda di contributo; qualora il richiedente non alleghi i modelli sopra citati, debitamente compilati, alla domanda di contributo tramite "FINanziamenti DOMande", gli stessi potranno essere inviati via pec al settore Sport e Tempo Libero entro e non oltre il 31.01.2022.

E’ demandata a successivo provvedimento dirigenziale l'individuazione dei soggetti ammessi a contributo e la quantificazione dei singoli importi da assegnare a ciascun soggetto giuridico, nel rispetto dei criteri e delle modalità definite dalla normativa.

Consulta la sezione Bandi: https://bandi.regione.piemonte.it/contributi-finanziamenti/cantieri-lavoro-over-58-20212022

 

2) Norme in materia di sicurezza nella pratica degli sport montani invernali ed estivi e disciplina dell'attività di volo in zone di montagna. Disposizioni per il bando di categoria AC per il sostegno alle spese della stagione sciistica 2019/2020.

La Direzione Coordinamento politiche e fondi europei – Turismo e Sport, con D.D. n. 227 del 18 ottobre 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 42 del 21 ottobre 2021, ha aperto dei termini per la presentazione delle richieste di contributo a favore delle Microstazioni e dalle Grandi Stazioni per la stagione sciistica 2019/2020, ai sensi della DGR n. 7 – 44 del 05.07.2019 per le spese di categoria A di cui all'art. 42 e di categoria C di cui all'art. 44 della L.R. n. 2/09 s.m.i..

In attuazione della DGR n. 7 - 44 del 5.07.2019 e della DGR n. 25 - 1681 del 17.07.2020, le domande di contributo per le spese di categoria A di cui all'art. 42 e di categoria C di cui all'art. 44 della L.R. n. 2/09 s.m.i. relative alla stagione sciistica 2019/2020, devono essere presentate esclusivamente per via telematica tramite l'applicativo informatico "FINanziamenti DOMande”, così come specificato nell'Allegato A, parte integrante e sostanziale della presente determinazione dirigenziale.

Ai sensi della DGR n. 25 - 1681 del 17.07.2020, le domande di contributo devono essere trasmesse entro 30 giorni dalla pubblicazione sul Bollettino ufficiale del presente provvedimento e che il procedimento di concessione dei contributi si conclude entro i 90 giorni successivi;

Sono approvati: l’allegato B “Dichiarazione classificazione piste” e l’Allegato C “Modelli di rendicontazione 1, 2, 3, 4” relativo alle Imprese ed ai Comuni, predisposto dalla Regione Piemonte, Direzione Regionale Coordinamento Politiche e Fondi Europei – Turismo e Sport, Settore Sport e Tempo Libero.

 

3) Approvazione Bando per l'assegnazione di contributi, in conto anno 2021, a sostegno della gestione associata di funzioni fondamentali delle Unioni di Comuni.

La Direzione della Giunta Regionale, con D.D. n. 611 dell’8 novembre 2021, ha approvato il Bando (comprensivo di modello di domanda, scheda sintetica delle attività, modello di relazione illustrativa e modello di rendicontazione) per l’assegnazione di contributi, in conto anno 2021, a sostegno della gestione associata delle funzioni fondamentali comunali a favore delle Unioni di Comuni inserite nella Carta delle Forme associative del Piemonte.

E’ demandata a una successiva determinazione dirigenziale, da assumere ad avvenuto espletamento della fase istruttoria in attuazione del predetto bando, l’individuazione dei singoli e specifici soggetti ammessi e non ammessi al riparto dei contributi e la quantificazione di ciascun contributo, formalizzando in tal modo definitivamente gli impegni assunti.

La liquidazione dei contributi agli aventi diritto sarà effettuata a seguito della verifica della rendicontazione delle spese da presentarsi secondo le modalità previste dal Bando oggetto di approvazione con il presente provvedimento, nonché subordinatamente alla verifica della regolarità contributiva dei versamenti dovuti dalle Unioni all'INPS e all'INAIL.

Scadenze del mese di DICEMBRE (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Concessione di contributi alle persone fisiche per l'acquisto e/o il recupero della prima casa in un comune montano. Approvazione del Bando e dei relativi allegati.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 562 del 1 settembre 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 36 del 9 settembre 2021, ha approvato il Bando relativo alla Misura di finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo della residenzialità in montagna ed i relativi allegati: Allegato A - Elenco dei comuni italiani di provenienza, Allegato B – Elenco dei comuni montani ammissibili con popolazione residente inferiore a 5.000 abitanti e loro suddivisione per fasce di punteggio (ai sensi della d.g.r. n. 6-3619/2021).

E’ rinviata a successivo atto l’approvazione della modulistica per la presentazione delle domande di contributo; le istanze di contributo di cui al presente bando dovranno essere presentate entro il termine del 15 dicembre 2021 e secondo le modalità ed i contenuti disciplinati dall’Allegato 1 al provvedimento. 

Scadenze dell'anno 2022 (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Commercio su area pubblica. Verifiche di regolarità contributiva e fiscale delle imprese (VARA). Differimento dei termini, di cui alla D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, per gli adempimenti dell'anno 2021 in riferimento all'annualità 2019.

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 9-2864 del 12 febbraio 2021, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 07 del 18 febbraio 2021, ha disposto il differimento dei termini per gli adempimenti VARA previsti, ai sensi della D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, a carico degli operatori e dei Comuni per il corrente anno 2021 con riferimento all’annualità 2019, entro i termini, rispettivamente, del 28 febbraio e del 30 aprile 2021, alle date del 28 febbraio e del 30 aprile 2022.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Cultura, Turismo, Commercio della Regione Piemonte.

 

2) Disposizioni per favorire la costituzione delle associazioni fondiarie e la valorizzazione dei terreni agricoli e forestali. Bando 2019: proroga dei termini di consegna dei Piani di gestione dei terreni e della rendicontazione finale del contributo.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 91 del 25 febbraio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 9 del 4 marzo 2021, ha prorogato il termine di presentazione dei Piani di gestione dei terreni al 12.03.2022 e di prorogare al 13.03.2023 la rendicontazione finale del contributo concesso con D.D..

 

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it