Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 40 del 17 novembre 2022

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Megozzo (VCO). Scorcio. Fotografia di Giancarlo Parazzoli

Questa settimana in copertina*: Megozzo (VCO). Scorcio. Fotografia di Giancarlo Parazzoli.

Brevi cenni su Mergozzo

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e  approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte.

AVVISO ALLE UNIONI DI COMUNI

Bando per l'assegnazione di contributi, per l'anno 2022, a sostegno della gestione associata delle funzioni comunali

E' stato approvato, con la D.D. n. 545 del 2.11.2022, il Bando per la presentazione delle domande finalizzate ad ottenere i contributi in conto anno 2022, a sostegno della gestione associata di funzioni fondamentali comunali delle Unioni di Comuni inserite nelle Carta delle Forme associative del Piemonte.

Il termine di scadenza per la presentazione delle domande è il 21 Novembre 2022.

IN PRIMO PIANO 

Regione Piemonte investe sulla lotta ai cambiamenti climatici e la riduzione del rischio idraulico dei nostri fiumi e laghi

Dalla riqualificazione ambientale dell’ecosistema fluviale alla realizzazione di una scala di risalita dei pesci; dagli interventi di miglioramento delle condizioni idromorfologiche alla conservazione e riqualificazione degli habitat: 11 i progetti selezionati, e ammessi al finanziamento, da parte della Regione, per un importo di 2 milioni e 900mila euro sul bando 2022. Un bando, quello per la riqualificazione dei corpi idrici, che è giunto alla quinta edizione e che ha permesso, finora, di erogare circa 12 milioni di euro per finanziare 56 progetti lungo fiumi e laghi del Piemonte.

Intanto è tutto pronto per l’approvazione dell’edizione del bando 2023 che poggerà su una dotazione finanziaria di 3 milioni di euro e, novità, prevederà punteggi premiali per gli interventi di forestazione, anche urbana, legati alle politiche di diminuzione delle emissioni di CO2 in atmosfera. 

"I progetti di piccola scala su base regionale sono fondamentali per attuare le politiche di contrasto ai cambiamenti climatici – ha affermato l’assessore regionale all’Ambiente, Matteo Marnati - E proprio questo tipo di progetti, che abbiamo avviato 5 anni fa, dimostrano in anticipo che la strada che abbiamo intrapreso è quella giusta: occorre coinvolgere più enti e non singole realtà". 

"Questo è quanto è emerso durante la nostra partecipazione a Cop 27 - la Conferenza delle Nazioni Unite 2022 - aggiunge l’assessore – Chi attua e scarica a terra i progetti sono Regioni, Province, Comuni e su questo stiamo lavorando e riponiamo grande fiducia. A questo si sommano poi i fondi della nuova programmazione dei fondi FESR 21-27 che saranno complementari a queste misure e ci permetteranno di intensificare e moltiplicare queste iniziative". 

"Sono orgoglioso di comunicare che nel corso di quattro edizioni, dal 2018 al 2021 – sottolinea l’assessore – grazie a questi bandi abbiamo finanziato la piantumazione di 26mila arbusti e 77mila alberi. Questi importanti numeri certificano che queste misure sono strutturali nel tempo e ci permettono di beneficiare di una grande ricaduta in termini di miglioramento ambientale, di riduzione del rischio idraulico dei fiumi ma anche l’abbattimento degli inquinanti sia nelle acque che nell’aria".

"Questo – conclude Marnati – è il modello cui ci ispiriamo per replicare in futuro tutte le nostre iniziative. Uno degli obiettivi che abbiamo già raggiunto è quello di aver finanziato progetti che ci permettono di essere più resilienti alla luce di una situazione che, ancora oggi, nonostante siamo ad autunno inoltrato, dal punto di vista meteorologico desta ancora preoccupazioni per la scarsità di pioggia e neve". 

Durante l’evento è stata presentata anche un’anticipazione delle prossime misure del Fesr dedicate alla realizzazione di infrastrutture verdi e blu. Inoltre sono stati illustrati in modo approfondito dai tre Enti, i tre progetti che, nella rosa degli 11 del bando 2022, hanno ottenuto la migliore valutazione.

  1. - Città Metropolitana di Torino, con il progetto “Scala di risalita dell’ittiofauna nella traversa a valle del ponte della SP18, nel Comune di Ciriè”;
  2. Provincia di Alessandria, con il progetto “Riqualificazione ambientale dell’ecosistema fluviale lungo i torrenti Orba e Piota nell’alto Monferrato Ovadese (AL)”;
  3. Provincia del Verbano- Cusio – Ossola, con il progetto “Riqualificazione ecologica e naturalistica del Canale di Fondotoce, emissario del Lago di Mergozzo, compreso nella fascia peri-lacuale del Lago Maggiore”.

A questo link è possibile scaricare le slide relative agli esiti del bando 2022, alla presentazione del bando 2023 e ai tre progetti che hanno ottenuto la miglior valutazione, presentate nel corso dell’evento:
https://wetransfer.com/downloads/04a5e2034a8e911a3c71380cc51c840720221114140932/b8372dd9f1486d188048b15bb218c63b20221114141015/d92e46 

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Ricerca Aceper, Fotovoltaico: il Piemonte in testa alla classifica per produzione di energia

Secondo i dati emersi da una ricerca fatta da Aceper (Associazione dei consumatori e produttori di energie rinnovabili) su un campione di oltre 5mila impianti fotovoltaici situati in 17 regioni italiane, il Piemonte risulta al primo posto della classifica per produzione di energia da fotovoltaico, terza per “virtuosità”, ovvero per il rapporto tra energia effettivamente prodotta e energia attesa in termini di produzione.

"Un risultato che fotografa una realtà già improntata allo sviluppo delle fonti rinnovabili, che sarà ulteriormente implementato dalle azioni che, come Regione Piemonte, abbiamo avviato per il raggiungimento degli obiettivi europei al 2030 – commenta l’assessore regionale all’Ambiente e Energia Matteo Marnati - A partire dall’approvazione, il 15 marzo scorso, del nostro Piano Energetico Ambientale Regionale articolato su quattro direttrici fondamentali: sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili, riduzione dei consumi energetici, sviluppo della green economy e definitiva affermazione di un modello di generazione distribuita, che favorirà in particolare lo sviluppo delle comunità energetiche». «Un modello – aggiunge l’assessore – che consentirà, in parallelo al raggiungimento degli obiettivi fissati dall’Agenda 2030, anche per raggiungere il più possibile l’autonomia energetica".

Proprio le comunità energetiche sono un punto di forza della politica regionale: il Piemonte è stata la prima regione ad avviare questa esperienza, con l’approvazione, prima regione in Italia, di una legge regionale dedicata. Dal dicembre 2020 sono infatti in vigore disposizioni e incentivi per sviluppare i sistemi collettivi di autoconsumo da fonti rinnovabili e attualmente le comunità energetiche sono sperimentate con successo in 4 aree della regione. 

"In attesa dell'uscita del decreto per la costituzione delle comunità energetiche – conclude l’assessore - questo dato dimostra dunque la grande capacità della nostra Regione di investire in fotovoltaico: siamo solo all'inizio di un percorso che ci porterà a triplicare questo dato entro il 2030". 

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Verso la strategia per le montagne del Piemonte: avviato il confronto con il territorio

I contenuti ed il percorso della Strategia per le montagne del Piemonte sono stati al centro dell'incontro organizzato a Torino dalla Direzione regionale Ambiente, Energia e Territorio.

Tra i relatori, il vice presidente della Regione ed assessore alla Montagna, Fabio Carosso, il presidente di Ires Piemonte Michele Rosboch con il vice presidente Mauro Durbano, il presidente regionale dell'Uncem Roberto Colombero, il direttore regionale Ambiente, Energia e Territorio Stefania Crotta, il professore del Politecnico di Torino Antonio De Rossi per il Gruppo Tecnico Scientifico Osservatorio Montagna, il dirigente generale del Dipartimento Affari regionali ed Autonomie della Presidenza del Consiglio dei Ministri Giovanni Vetritto. I lavori sono stati moderati dal direttore di Ires Piemonte Stefano Aimone.

"La montagna è una parte importante del territorio piemontese, per la quale in questi anni abbiamo stanziato risorse e dedicato grande attenzione. Con l'incontro del 10 novembre, è stata avviata la consultazione con gli attori del territorio per mettere a sistema le collaborazioni tra le istituzioni e le sinergie tra le diverse aree montane, con l'obiettivo di accrescere la conoscenza dei territori e individuare le politiche per contrastare gli squilibri, i ritardi e le tendenze di marginalizzazione, specialmente nelle aree più periferiche. Il documento che sarà approvato al termine di questo percorso consentirà di rendere ancora più efficace il nostro intervento, anche grazie all'utilizzo dei fondi europei che sono davvero un'interessante opportunità per il Piemonte" -afferma il presidente della Regione Alberto Cirio.

"Fin dall'inizio del nostro mandato abbiamo lavorato per dare nuova linfa alle zone montane, evitare la desertificazione del territorio e valorizzarlo non solo dal punto vista ambientale ma anche sociale ed economico- afferma il vice presidente della Regione Fabio Carosso. Abbiamo lanciato il bando sulla residenzialità in montagna (10 milioni di euro per chi si trasferisce dalla città), quello sulle botteghe dei servizi (3 milioni di euro), stanziato oltre 600 mila solo quest'anno per le scuole in montagna, senza contare i contributi destinati alle Unioni Montane. Ora intendiamo proseguire con interventi mirati e con una strategia condivisa con tutti i soggetti che vivono la montagna. Il cammino è complesso, ma la condivisione con gli attori del territorio è fondamentale per raggiungere gli obiettivi."

"L'Ires fin dall'inizio ha accompagnato la Regione Piemonte nella costruzione delle politiche territoriali con un focus specifico sulla montagna e le aree interne. Siamo in un contesto di cambiamento rapido con problemi vecchi e nuovi da affrontare. Oggi ci sono risorse e opportunità per sostenere queste sfide: si pensi ai fondi del PNRR, ai fondi strutturali europei e al fondo per la montagna. L'azione di conoscenza e l'esperienza consolidata di Ires, a fianco della Regione Piemonte, supportano la costruzione delle politiche con l'obiettivo di fondare le scelte su dati di "realtà "scientificamente verificati." - dichiara il presidente di Ires Piemonte Michele Rosboch.

"Una strategia è allo stesso tempo metodo e contenuto. Metodo, per sostenere in modo sussidiario un percorso unitario di lavoro che vede insieme a Regione gli Enti locali, Unioni montane, imprese, università, datoriali. Comuni insieme e questo è decisivo per una strategia di sviluppo sostenibile delle montagne del Piemonte. Che ha molto contenuto, che incrocia valorizzazione delle foreste, innovazione, green communities, valorizzazione del patrimonio. Dunque, programmazione. L'organizzazione istituzionale, i Comuni che lavorino insieme in modo stabile e organizzato in Enti forti e coesi, è prioritaria e fondamentale per la riuscita della Strategia. Ringrazio Regione Piemonte per aver avviato questo percorso di cui le montagne piemontesi hanno estremo bisogno"- dichiara il presidente di Uncem Piemonte Roberto Colombero.

La strategia per la Montagna
La strategia per lo sviluppo sostenibile della Montagna è lo strumento di attuazione della legge regionale 14/2019 e della strategia regionale per lo sviluppo sostenibile, approvata con delibera della Giunta l'8 luglio 2022. E' dotata di uno strumento di supporto, l'Osservatorio della Montagna.

Obiettivi
    • orientare le politiche e le risorse, costruire una governance multi-livello, integrare le politiche e le programmazioni regionali;
    • intervenire sulle tendenze di marginalizzazione, promuovere lo sviluppo sociale ed economico e perseguire il riequilibrio delle condizioni di esistenza delle popolazioni montane, la salvaguardia del territorio e la valorizzazione delle risorse culturali e delle tradizioni locali;
    • garantire vivibilità e residenzialità e favorire un'adeguata attività di promozione, tutela e valorizzazione del territorio montano.
      
I contenuti della Strategia:
Mission: scopo della strategia
Contesto territoriale: caratteristiche, tendenze, evoluzioni del territorio montano
Vision: cosa ci si aspetta dallo sviluppo della montagna in chiave sostenibile al 2030.

La Strategia si articolerà in:
Missioni: orientate al risultato, indirizzano gli interventi in relazione alle priorità
Aree di intervento: campi specifici di intervento in cui sviluppare le azioni
 
Le fasi della consultazione
Dopo l'incontro del 10 novembre, preceduto da una condivisione con le Direzioni regionali, entro la fine del mese di novembre è previsto il recepimento delle osservazioni da parte degli attori del territorio.

Nel mese di dicembre si chiuderà il documento di impostazione della Strategia che verrà formalizzato. Sempre a dicembre verrà predisposto il Piano di azione annuale.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Via al recupero di Cattedrali e edifici storici delle Diocesi Piemontesi: i lavori dureranno tre anni e serviranno 2 milioni di euro di cui 1,6 dalla Regione

Affreschi riportati alla luce, ripresa di scavi archeologici e restauri conservativi su tutti gli edifici storici e cattedrali piemontesi delle Diocesi. Regione e Conferenza Episcopale piemontese hanno sottoscritto una convenzione per recuperare gran parte del patrimonio architettonico di proprietà delle diocesi, palazzi e monumenti di grande valore, molti risalenti al ‘600 che abbracciano gran parte dello spettro stilistico della regione dal Romanico a Barocco. 

"L’obiettivo è incrementare il parco di edifici storici resi di nuovo fruibili per il pubblico con restauri conservativi e ammodernamenti tecnologici – ha sottolineato l’assessore alla Cultura Turismo e Commercio, Vittoria Poggio -. Il Piemonte è una super potenza culturale, per questo vogliamo sfruttare il vantaggio di ospitare luoghi da cartolina che sono anche didattici. Lavagne sulle quali sono stati scritti capitoli importanti della storia dell’arte e delle nostre tradizioni cristiane".

"Grazie a questo importante accordo, - sottolinea il Vescovo delegato per i Beni Culturali ecclesiastici del Piemonte, mons. Derio Olivero, – significative testimonianze del patrimonio culturale conservato nelle cattedrali e negli episcopi saranno recuperate e collegate agli itinerari storico-artistici già operativi sul territorio che negli anni scorsi hanno beneficiato di analoghi accordi regionali e dei fondi OttoXMille della Chiesa cattolica. I vescovi del Piemonte sono grati alla Regione per questa rinnovata attenzione al nostro patrimonio". 

Saranno riportati alla luce affreschi e dipinti come quelli della cattedrale San Donato di Pinerolo, mentre a Susa riprenderanno gli scavi archeologici all’interno della cattedrale di San Giusto dopo la recente scoperta della cripta, risalente all'XI secolo riemersa sotto il pavimento dell'abside. Gli interventi della durata di tre anni previsti all’interno dell’accordo su gran parte delle eredità storiche richiederanno una spesa di quasi 2 milioni di euro di cui oltre 1,6 milioni messi a disposizione dalla Regione, fondi che serviranno a mettere in sicurezza, ad esempio, il palazzo Episcopale di Mondovì e a Torino i locali del palazzo episcopale del duomo dove è custodito l’archivio storico. A Novara sarà recuperato il portale storico del duomo Santa Maria Assunta con un restauro conservativo, ad Alessandria è previsto il consolidamento del campanile di Santi Pietro e Marco. In molti edifici saranno eliminate le barriere architettoniche ed eseguiti lavori di efficientamento energetico come a Santa Maria del Bosco e San Michele di Cuneo. 

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

 ATTI DELLO STATO   

Decreto del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili 16 settembre 2022

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 263 del 10.11.2022, il Decreto del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili 16 settembre 2022:

Assegnazione di contributi ai comuni per gli interventi di demolizione delle opere abusive.

Comunicato del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 263 del 10.11.2022, il Comunicato del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili:

Bando per la concessione di contributi ai comuni a valere sul Fondo per la demolizione delle opere abusive.

DECRETI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 

Decreto del Presidente della Giunta regionale 9 novembre 2022, n. 7/R

E’ stato pubblicato, sul Supplemento Ordinario n. 3 al Bollettino Ufficiale n. 46 del 17 novembre 2022, il Decreto del Presidente della Giunta regionale 9 novembre 2022, n. 7/R:

Regolamento regionale recante: “Disciplina dei contratti di sponsorizzazione”.

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE 

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un mero strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip.

Approvazione del Bando per l'assegnazione di contributi, in conto anno 2022, a sostegno della gestione associata di funzioni fondamentali delle Unioni di Comuni

La Direzione della Giunta Regionale, con D.D. 2 Novembre 2022, n. 545, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 46 del 17 novembre 2022, ha:

  • approvato il Bando, costituente Allegato 1 alla presente Determinazione, (comprensivo di modello di domanda, scheda sintetica delle attività, modello di relazione illustrativa e modello di rendicontazione) per l’assegnazione di contributi, in conto anno 2022, a sostegno della gestione associata delle funzioni fondamentali comunali a favore delle Unioni di Comuni inserite nella Carta delle Forme associative del Piemonte;
  • disposto che, a conclusione dell’istruttoria condotta dagli Uffici regionali, sia predisposta ed approvata una graduatoria delle Unioni idonee all’assegnazione del contributo, demandando a successivi provvedimenti, entro il termine del 15.12.2022, l’assegnazione dei contributi a ciascuna delle Unioni individuate nella graduatoria di cui sopra; tale assegnazione sarà subordinata all’esito positivo della verifica della regolarità contributiva dei versamenti dovuti dalle Unioni ad INPS ed INAIL, pena la decadenza del diritto al contributo stesso;
  • disposto che la liquidazione dei contributi agli aventi diritto sarà effettuata a seguito della verifica della rendicontazione delle spese da presentarsi secondo le modalità previste dal Bando oggetto di approvazione con il presente provvedimento, nonché subordinatamente all’esito positivo della verifica della regolarità contributiva dei versamenti dovuti dalle Unioni ad INPS ed INAIL, in mancanza della quale la Regione provvederà in via sostitutiva decurtando conseguentemente l’importo da liquidare della quota oggetto di intervento sostitutivo.
Contributi in acconto alle Unioni per l'adeguamento obbligatorio della strumentazione urbanistica ex L.R.24/96. Approvazione programma annuale dei finanziamenti

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. 27 ottobre 2022, n. 587, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 46 del 17 novembre 2022, ha approvato il programma di finanziamento delle Unioni per l’anno 2022 previsto dalla L.R. 24/96, per l’adeguamento obbligatorio della strumentazione urbanistica, allegato alla presente per farne parte integrante e sostanziale (“Allegato 1”).

E’ impegnata la somma di Euro 96.481,50 quale acconto sul capitolo 237347 del Bilancio gestionale 2022-2024, annualità 2022 a favore dei Beneficiari indicati nell’Allegato 1 alla presente determinazione.

E’ liquidato alle Unioni, di cui all’ “Allegato 1”, l’acconto del contributo previsto, per l’ammontare di Euro 96.481,50.

Disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati, artt. 9 e 10. Criteri per il riparto risorse statali ai Comuni nonché per la rendicontazione di contributi liquidati dai Comuni ai richiedenti fabbisogno 2022

La Giunta Regionale, con D.G.R. 28 Ottobre 2022, n. 15-5872, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 46 del 17 novembre 2022, ha:

  1. destinato, ai sensi degli artt. 9 e 10 della legge 9 gennaio 1989, n. 13 “Disposizioni per favorire il superamento e l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati”, le risorse statali pari a euro 1.863.271,73, disponibili sul bilancio di previsione finanziario 2022- 2024 della Regione, annualità 2022, per il soddisfacimento del fabbisogno relativo agli invalidi totali e parziali anno 2022 a pari a euro 1.777.581,38;
  2. stabilito che la somma restante, pari a euro 85.690,35, verrà utilizzata per soddisfare il fabbisogno relativo alle successive annualità attraverso appositi provvedimenti deliberativi;
  3. confermato i criteri e gli indirizzi contenuti nella D.G.R. n. 13-694 del 17 dicembre 2019 per il riparto delle risorse suddette;
  4. confermato la quota massima di contributo concedibile ai richiedenti, definita dalla D.G.R. n. 25-10730 del 9 febbraio 2009 così come richiamata da ultimo dalla D.G.R. n. 7-4655 del 18 febbraio 2022, pari a euro 8.147,00; 5. di dare atto che le risorse complessive pari a euro 1.769.481,38 trovano copertura sul capitolo di spesa 217752 del bilancio finanziario gestionale 2022-2024, annualità 2022;
  5. demandato al Settore Politiche di Welfare Abitativo della direzione regionale Sanità e Welfare l’adozione dei provvedimenti attuativi della presente deliberazione.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Infanzia, genitorialità e ruolo della famiglia nelle politiche del bambino, Politiche della casa, Benessere animale, Pari opportunità, Personale ed organizzazione, Affari legali e contenzioso della Regione Piemonte.

Indirizzi Generali e Linee Guida di Attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale 2030, di cui alla seduta CIPESS del 14.04.2022. Approvazione delle disposizioni di attuazione, per l’anno 2022, del Piano Regionale della Sicurezza Stradale (PRSS), in conformità al Piano Regionale della Mobilità e Trasporti

La Giunta Regionale, con D.G.R. 28 ottobre 2022, n. 19-5876, in coerenza con gli Indirizzi Generali e Linee Guida di Attuazione del Piano Nazionale della Sicurezza Stradale (PNSS) 2030, adottati dal CIPESS nella seduta del 14/04/2022 ed in conformità ai redigendi due Piani di Settore (il Piano regionale per la Mobilità delle Persone - PrMoP - e il Piano regionale della Logistica - PrLOG) di cui alla D.G.R. n. 13-7238 del 20/07/2018, in attuazione al Piano Regionale della Mobilità e dei Trasporti (PRMT) ha approvato con D.C.R. n. 256- 2458 del 16/01/2018, e nelle more della loro approvazione, a conferma della costanza dell’azione regionale nel perseguire la sicurezza stradale, in continuità alle iniziative regionali finora intraprese, di approvare quali disposizioni di attuazione, per l'anno 2022, del Piano regionale della sicurezza stradale (PRSS), approvato con D.G.R. 11-5692 del 16 aprile 2007, l’Allegato A e contenente i criteri e le modalità di realizzazione degli interventi finalizzati all’implementazione della seguente iniziativa:

  • formazione alla cultura della sicurezza stradale del maggior numero possibile di soggetti appartenenti a categorie particolari, con priorità per quelle afferenti allo svolgimento di servizi essenziali, quali gli operatori delle Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile iscritte all’elenco territoriale del Piemonte, i Vigili del Fuoco Volontari, nonché gli operatori dei servizi di mobilità in ambito scolastico, attraverso specifici corsi di guida sicura per accrescere l’abilità nella guida, utili a rafforzare l’azione di prevenzione finalizzata al miglioramento della sicurezza stradale su tutto il territorio regionale.

E’ demandata alla Direzione regionale Opere Pubbliche, Difesa del suolo, Protezione Civile, Trasporti e Logistica, Settore “Interventi regionali per la logistica e i trasporti” e Settore “Protezione Civile”, nell’ambito della rispettiva competenza, l’adozione degli atti e dei provvedimenti necessari per l’attuazione della presente deliberazione.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Trasporti, Infrastrutture, Opere pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Gestione emergenza profughi ucraini della Regione Piemonte. 

Sostegno alle attività e ai progetti di investimento dei 52 Distretti del Commercio inseriti nell'Elenco regionale aggiornato all'1 settembre 2022. Indicazioni operative

La Direzione Cultura e Commercio, con D.D. 18 Ottobre 2022, n. 237, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 46 del 17 novembre 2022, ha:

  • approvato l'Allegato 1, relativo al sostegno delle attività e dei progetti di investimento dei 52 Distretti del Commercio di cui alle DD.DD. n. 133/A2009B/2022 del 30/06/2022 e n. 198/A2009B/2022 dell'1/09/2022 e non finanziati con la D.D. n. 328/A2009B/2021 del 13/12/2021, contenente le indicazioni operative per accedere ai contributi regionali;
  • destinato Euro 2.630.992,00 suddivisi per euro 2.365.000,00 sul capitolo 217545/2022 e per euro 265.992,00 sul capitolo 217548/2022 del Bilancio finanziario gestionale 2022-2024 nell'ambito della Missione 14 Programma 02 alla copertura finanziaria delle attività e dei progetti di investimento contenuti nel Programma strategico elaborato in fase di istituzione, ai 52 Distretti del Commercio di cui alle DD.DD. n. 133/A2009B/2022 del 30/06/2022 e n. 198/A2009B/2022 dell'1/09/2022 e non finanziati con la D.D. n. 328/A2009B/2021 del 13/12/2021; a ciascuno dei Distretti è destinato l'importo di Euro 50.596,00;
  • individuato quale responsabile del procedimento il Dirigente del Settore Commercio e terziario - Tutela dei consumatori della Direzione Cultura e Commercio.

SCADENZE UTILI 

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.

Scadenze del mese di NOVEMBRE (n. 7 provvedimenti segnalati)

1) Bando per la concessione di contributi per l'anno 2022 alle Unioni Montane per servizi di consulenza tecnica finalizzata alla pianificazione dell'attività delle commissioni locali valanghe.

La Direzione Opere pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Trasporti e logistica, con D.D. 4 Agosto 2022, n. 2419 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 32 dell’11 luglio 2022,  ha approvato il “Bando per la concessione di contributi per l’anno 2022 alle Unioni Montane per servizi di consulenza tecnica finalizzata alla pianificazione dell’attività delle commissioni locali valanghe”, concedendo, per la presentazione della domanda e della relativa documentazione, 90 giorni decorrenti dalla data di pubblicazione della presente determinazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte.

 

2) Approvazione dell'avviso per la presentazione delle istanze di contributo a sostegno degli eventi sportivi organizzati dai Comuni piemontesi nell'ambito dell'evento ''Piemonte Regione Europea dello Sport 2022''. Prenotazione della somma di euro 350.000,00 sul capitolo 153690 del bilancio 2022.

La Direzione Coordinamento politiche e fondi europei – Turismo e Sport, con D.D. 3 ottobre 2022, n. 255, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 42 del 20 ottobre 2022, ha dato esecuzione alla D.G.R. n. 35-5722 del 30/09/2022 e ha approvato, quali parti integranti del presente provvedimento, i seguenti allegati:

  • (Allegato 1) - Avviso per la presentazione delle istanze di contributo a sostegno degli eventi e iniziative sportivi organizzati dai Comuni piemontesi nell’ambito dell’evento “Piemonte Regione Europea dello Sport 2022”;
  • (Allegato 2) – Modulo regionale di presentazione delle istanze.

Sono stati stabiliti i seguenti termini di presentazione delle domande:

  • apertura bando: 4 ottobre 2022;
  • scadenza bando: 3 novembre 2022.

E’ demandata a successivo provvedimento dirigenziale l’individuazione dei Comuni ammessi e la quantificazione dei contributi assegnati, nonché l’approvazione del modello per la rendicontazione.

 

3) Concessione contributi a favore di Province e Comuni per gli eventi alluvionali ottobre - novembre 2019 e 2 - 3 ottobre 2020 - Allegato 1 della D.D. 3310/2021. Proroga termini per l'affidamento dei lavori.

La Direzione Opere pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Trasporti e Logistica, con D.D. 7 ottobre 2022, n. 3063, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 42 del 20 ottobre 2022, ha prorogato la data per l’affidamento dei lavori del 15/07/2022, prevista nella D.D. n. 3310/2021, al 15 Novembre 2022.

 

4) Concessione contributi agli Enti locali a favore dei progetti, attinti dagli elenchi del documento ''Next Generation Piemonte'' - Allegato 2 della D.D. n. 3313/2021 - P.N.R.R. Proroga termini per l'affidamento dei lavori.

La Direzione Opere pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Trasporti e Logistica, con D.D. 7 ottobre 2022, n. 3061, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 42 del 20 ottobre 2022, ha prorogato la data per l’affidamento dei lavori del 15.07.2022, prevista nella D.D. n. 3313/2021, al 15 Novembre 2022.
 

5) Concessione contributi a favore di Comuni e Province per interventi conseguenti a calamità naturali ex Legge regionale 38/78 – overbooking. Proroga del termine per la trasmissione della determina di affidamento dei lavori.

La Direzione Opere pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Trasporti e Logistica, con D.D. 30 settembre 2022, n. 2988, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 41 del 13 ottobre 2022, ha prorogato la data per l’affidamento dei lavori del 16/07/2022, prevista nella D.D. n. 3359/2021, al 16 Novembre 2022.
 

6) Istituzione della misura per la concessione di contributi per lo sviluppo ed il mantenimento delle botteghe dei servizi - Approvazione Bando.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. 28 luglio 2022, n. 386, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 31 del 4 agosto 2022, ha approvato, quale allegato A alla presente Determinazione Dirigenziale per farne parte integrante e sostanziale, il Bando relativo alla “Misura per la concessione di contributi per lo sviluppo ed il mantenimento delle botteghe dei servizi”, stabilendo che le istanze di contributo potranno essere presentate a partire dalle ore 09.00 del 30 settembre 2022 e fino alle ore 12.00 del 15 novembre 2022.

 

7) Riapertura termini per presentazione istanze per bando di finanziamento rivolto a Comuni sede dei Centri per l'Impiego per l'accesso ai finanziamenti per l'iniziativa regionale ''Act Your Job. Cerchi Lavoro? Fatti trovare!''

La Direzione Sanità e Welfare, con D.D. 24 ottobre 2022, n. 1971, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 43 del 27 ottobre 2022, ha riaperto, dal giorno 25/10 alle ore 12.00 al giorno 3/11/2022 ore 12,00 i termini per la presentazione delle istanze, di cui al bando “Act Your Job. Cerchi Lavoro? Fatti trovare!” previsti dalla DD n. 1119 del 22/6/2022.

Scadenze del mese di DICEMBRE (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Fondo per l'inclusione delle persone con disabilità. Interventi in ambito sportivo finalizzati all'acquisto o noleggio di attrezzature, ausili e mezzi di trasporto per persone con disabilità. Approvazione dell'avviso e del modello per la presentazione delle domande da parte dei Comuni del Piemonte.

La Direzione Coordinamento politiche e fondi europei – Turismo e Sport, con D.D. 27 ottobre 2022, n. 293, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 44 del 3 novembre 2022, ha dato avvio alla procedura a bando per la presentazione delle istanze da parte dei Comuni piemontesi di accesso ai contributi previsti dal Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità - Interventi in ambito sportivo finalizzati all’acquisto o noleggio di attrezzature, ausili e mezzi di trasporto per persone con disabilità, come stabilito dalla D.G.R. n. 10-4812 del 25 marzo 2022.

E’ stato approvato l’Allegato 1) contenente l’avviso di partecipazione e presentazione delle istanze da parte dei Comuni piemontesi interessati, con apertura del termine a partire dal 3 novembre 2022 e chiusura il 19 dicembre 2022.

E’ stato approvato l’Allegato 2) contenente il modello di domanda predisposto dal Settore Sport e Tempo Libero per la presentazione delle istanze di contributo, da parte dei Comuni piemontesi interessati, secondo le modalità e nei termini stabiliti, pena la non ammissibilità della domanda.

 

2) Disposizioni per il sostegno a favore dei Comuni piemontesi per la digitalizzazione delle pratiche edilizie, anno 2022.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. 12 settembre 2022, n. 5602, ha confermato, ai sensi del Regolamento 8/R/2018, per l’anno 2022, il sostegno all’attivazione e alle spese di gestione del servizio MUDE Piemonte a favore dei Comuni piemontesi che ne usufruiscono o che ne facciano richiesta entro il 31 dicembre 2022 con le modalità operative che saranno rese note mediante apposito comunicato sulla pagina web del MUDE Piemonte (http://www.mude.piemonte.it), destinando l’importo massimo di € 39.834,86 e stabilendo che per le nuove attivazioni si ricorra alla procedura “a sportello” ai sensi del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 123 “Disposizioni per la razionalizzazione degli interventi di sostegno pubblico alle imprese, a norma dell'articolo 4, comma 4, lettera c), della legge 15 marzo 1997, n. 59” (articolo 5).

 

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it