Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 4 del 30 gennaio 2020

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Rivarossa (TO). Tramonto. Fotografia di Jessica Barengo.
Rivarossa (TO). Tramonto. Fotografia di Jessica Barengo.

Questa settimana in copertina*: Rivarossa (TO). Tramonto. Fotografia di Jessica Barengo.

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte.

IN PRIMO PIANO

Agricoltura: al via la campagna di sensibilizzazione nella scuole piemontesi sulla presenza della cimice asiatica

La Campagna di sensibilizzazione sulla presenza della “cimice asiatica” parte dall’Istituto d’istruzione superiore “Carlo Barletti” di Ovada (Al).

Il 28 gennaio, l’assessore regionale all’Agricoltura, Cibo, Caccia e Pesca Marco Protopapa, insieme a Fondazione Agrion ha presentato ufficialmente il nuovo progetto di prevenzione e lotta alla Halyomorpha halys.

Si tratta di un’iniziativa volta a far conoscere agli studenti delle scuole piemontesi le problematiche relative alla presenza della cosiddetta cimice asiatica con particolare riferimento ai danni provocati da tale insetto alle coltivazioni ortofrutticole – spiega l’assessore regionale all’agricoltura, cibo, caccia e pesca Marco Protopapa”.

Il Settore fitosanitario dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Piemonte, Fondazione Agrion ed ANCI hanno collaborato alla realizzazione di una apposita locandina volta ad informare docenti e studenti sulla conoscenza reale della cimice asiatica, sul suo areale e hanno coinvolto attivamente le scuole su accorgimenti da adottare per prevenirne la diffusione e la proliferazione dell’insetto. Le schede informative sono state distribuite sia alle scuole piemontesi, sia ai comuni ANCI della nostra regione per estendere il tutto all’intera cittadinanza.

Fondazione Agrion, Regione Piemonte ed Università di Torino insieme alle principali istituzioni di ricerca italiane ed europee stanno collaborando per individuare strategie e soluzioni per contrastare la diffusione della cimice asiatica in ambito agricolo e nei luoghi abitati.

In particolare a livello nazionale e regionale è fondamentale l’iniziativa per il contenimento dell’insetto attraverso il controllo biologico con la moltiplicazione in laboratorio e successiva introduzione su scala regionale del nemico naturale della cimice asiatica, il parassitoide oofago “vespa samurai” (Trissolcus japonicus),che ne attacca le uova.

Per riprodurre questi insetti utili in laboratorio, al fine di diffondere sul territorio piemontese con lanci mirati ad ampio spettro la “vespa samurai”, servono quantità importanti di uova della cimice asiatica per cui è fondamentale avere migliaia di esemplari di insetti adulti e da qui è nata l’iniziativa “AAA CERCASI CIMICI (ASIATICHE) PER ALLEVAMENTO!”.

In questo modo i cittadini contribuiranno al progetto finalizzato a ridurre la presenza di questi insetti sbarazzandosi della cimice stessa, riducendo anche l’impiego di insetticidi.

Questa iniziativa si pone in un contesto organico molto più ampio, riconducibile ad un piano nazionale straordinario volto ad affrontare il problema della cimice asiatica.

Tale piano trova spunto da una iniziativa mossa dalle regioni del bacino padano, nonché dalle province di Bolzano e Trento, che è stata presentata al Ministro delle Politiche Agricole e Forestali il 26 settembre 2019.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Anche l’Asl Città di Torino nel Centro unico di prenotazione regionale

E’ attivo il nuovo numero verde 800.000.500 del Centro unico di prenotazione, che consente di prenotare, modificare, cancellare visite specialistiche ed esami diagnostici del Servizio sanitario nazionale e di libera professione negli ospedali e poliambulatori dell’Asl Città di Torino e per le strutture già servite dal Cup regionale, ovvero le Asl di Biella, Novara e VCO e gli ospedali Mauriziano di Torino e San Luigi di Orbassano.

Il servizio, che a regime coinvolgerà l’intero Piemonte, è fornito tutti i giorni, sabato e domenica compresi, dalle ore 8 alle ore 20, escluse le festività nazionali, con chiamata gratuita sia da rete fissa che da cellulare. Si stima che ogni giorno vengano gestite circa 5.000 richieste.

Cosa offre

Il nuovo Cup regionale garantisce:

• la prenotazione delle prestazioni di primo accesso, in particolare tutte le 69 che fanno parte del Piano nazionale generale liste di attesa, e alcune prestazioni erogate dai privati accreditati, per ridurre i tempi di attesa;

• tempi di risposta entro 60 secondi nel 90% delle telefonate grazie all’impiego di 80 centralinisti, con 40 contemporaneamente in servizio nelle ore con più alta richiesta di prenotazioni (9-13);

• l‘invio di un sms riepilogativo con gli elementi essenziali dell'appuntamento (prestazione, luogo di effettuazione, data e ora della prenotazione);

• la chiamata automatica qualche giorno prima della prenotazione, per confermare e/o annullare l'appuntamento fissato;

• l'App gratuita "CUP Piemonte" per le prenotazioni online, disponibile per Android e iOS.

Inoltre, nell'atrio del Poliambulatorio di via San Secondo 29 bis a Torino, è stato collocato un totem dal quale è possibile, con tessera sanitaria e ricetta elettronica, prenotare, spostare o annullare visite specialistiche ed esami diagnostici.

 Obiettivo: due milioni e mezzo di contatti

Con il progetto CUP unico - osserva l’assessore regionale alla Sanità, Luigi Genesio Icardi - la sanità piemontese compie un passo importante verso il futuro, in un’ottica di servizi per i propri cittadini sempre più all’avanguardia nel panorama nazionale ed al passo con l’innovazione tecnologica. Attualmente i contatti gestiti attraverso il call center del Sovracup della provincia di Torino sono circa 700.000 all’anno: nel nuovo Cup unico, si prevede, a regime, di gestire circa 2,5 milioni di contatti annui”.

Il governo dei tempi di attesa per le prestazioni sanitarie è uno degli obiettivi prioritari del Servizio sanitario nazionale - rileva ancora Icardi – e l’erogazione dei servizi entro tempi appropriati, rispetto alla patologia e alle necessità di cura, rappresenta una componente strutturale dei Livelli essenziali di assistenza, con la consapevolezza che non esistono soluzioni semplici e univoche, ma vanno poste in essere azioni complesse ed articolate, considerando in particolare la promozione del principio di appropriatezza nelle sue due dimensioni clinica ed organizzativa”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

La Regione rottama i vecchi automezzi per la raccolta rifiuti in 53 Comuni piemontesi. Arriva il porta a porta in 33 città e nel 2021 anche la tariffa puntuale

Nuovi mezzi ecologi per la raccolta dei rifiuti in 53 Comuni piemontesi: 19 fanno parte del consorzio chierese (dove risiedono circa 124.000 abitanti) e dove saranno acquistati 95 automezzi a metano, gpl benzina e gasolio di categoria euro 6 che sostituiranno quelli vecchi e inquinanti. A questi si aggiungeranno quelli acquistati in 33 Comuni nel Novese e Tortonese dove sarà anche completato il passaggio dalla raccolta stradale al porta a porta per circa 66.000 utenze e dove entro il 2021 arriverà anche il sistema di tariffazione puntuale.

“Con i contratti tra Regione e Consorzi approvati nell’ultima riunione di Giunta - ha detto l’assessore regionale all’Ambiente Matteo Marnati - mettiamo sul piatto 1,8 milioni di euro per aiutare gli enti che svolgono il servizio di raccolta rifiuti ad aumentare la percentuale di differenziata raggiungendo centinaia di edifici con contenitori separati, ma anche di aumentare il numero di utenze raggiunte dalla tariffazione puntuale e infine di rottamare i mezzi inquinanti destinati alle operazioni di raccolta, migliorando così la qualità dell’aria”.

L’accordo tra Regione e consorzi comprende, infine, anche il Comune di Bagnolo dove 5000 utenze saranno raggiunte dal porta a porta. In tutto sono quindi 53 i comuni piemontesi che incrementeranno la raccolta differenziata, e rottameranno i mezzi inquinanti.

Per realizzare l’accordo di programma del Novese e Tortonese la Regione ha impegnato 776.568 euro. Per quello di Bagnolo è previsto un esborso di 238.880 euro, mentre per quanto riguarda il consorzio chierese l’investimento regionale ammonta a 856.837 euro.

I COMUNI DEL CHIERESE

I Comuni del Consorzio chierese coinvolti sono 19: Andezeno, Arignano, Baldissero T.se, Cambiano, Carmagnola, Chieri, Isolabella, Marentino, Mombello, Moncucco T.se, Montaldo T.se, Moriondo T.se, Pavarolo, Pecetto T.se, Pino T.se, Poirino, Pralormo, Riva presso Chieri, Santena.

I COMUNI DEL NOVESE E TORTONESE

I comuni coinvolti del Novese e Tortonese sono 33: Alluvioni Piovera, Alzano Scrivia, Basaluzzo, Capriata d’Orba, Carbonara Scrivia, Carezzano, Carrosio, Cassano Spinola, Castellar Guidobono, Castellazzo Bormida, Castelnuovo Scrivia, Fraconalto, Francavilla Bisio, Fresonara, Gavi, Guazzora, Isola Sant’Antonio, Molino dei Torti, Novi Ligure, Parodi Ligure, Pasturana, Pontecurone, Pozzolo Formigaro, Predosa, Sale, Serravalle Scrivia, Spineto Scrivia, Sardigliano, Tassarolo, Tortona, Viguzzolo, Villaromagnano e Voltaggio.

Il servizio di raccolta domiciliare è stato avviato nel 2019 per 15 comuni dell’area (26.370 abitanti serviti), ed ora sarà avviato nei Comuni di Novi Ligure, Tortona, Spineto Scrivia e Gavi (60.446 abitanti) entro il 1 aprile 2020 consentendo un miglioramento della percentuale di raccolta differenziata, ma anche della qualità del materiale raccolto ed una riduzione della produzione pro capite di rifiuto indifferenziato che – a partire dal 2021 - si dovrà attestare ad un valore non superiore a 159 kg/ab all’anno secondo gli obiettivi del Piano regionale per il 2020. Negli stessi comuni è prevista l’adozione della tariffazione puntuale corrispettivo dall’anno 2021.

LA TARIFFA PUNTUALE

La raccolta è effettuata mediante contenitori individuali assegnati a ciascuna utenza, dotati di codici identificativi associati in maniera univoca all’utenza assegnataria e, per quanto riguarda i contenitori destinati alla raccolta del rifiuto indifferenziato residuale, anche di transponder passivi a bassa frequenza (tecnologia RFID) in grado di registrare i singoli svuotamenti al fine di applicare,la TARI puntuale.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Un team italo francese per idrogeno e Torino-Lione

Si rafforza la cooperazione bilaterale tra le Regioni Piemonte e Auvergne Rhone-Alpes per la realizzazione delle infrastrutture a idrogeno in vista della sperimentazione del primo treno a propulsione verde d’Italia e per monitorare e promuovere il collegamento della Torino-Lione valorizzandone le ricadute ambientali.

Il 27 gennaio, l'Assessore regionale all’Innovazione e all’Ambiente Matteo Marnati e il Vice presidente Étienne Blanc, si sono incontrati a Lione con le rispettive delegazioni per perfezionare i punti dell'accordo di cooperazione già stilato il 24 settembre 2019.

Nel corso della riunione si è deciso di dare vita a un team misto italo francese per realizzare le infrastrutture della rete a idrogeno e per accelerare l’iter di completamento della linea ad alta capacità Torino-Lione. “Grazie a un team misto italo francese – ha detto l’assessore Marnati - le due regioni lavoreranno insieme su temi cruciali per le nostre politiche ambientali e per la competitività delle imprese della Green Economy: sulla Torino-Lione, sul progetto Alpi Verdi e sulla filiera strategica dell'idrogeno”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

ATTI DELLO STATO

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 21 novembre 2019

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 22 del 28.1.2020 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 21 novembre 2019:

Revisione della rete stradale relativa alla Regione Piemonte.

DECRETI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 

Decreto del Presidente della Giunta regionale 24 gennaio 2020, n. 1/R

E’ stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 5 del 30.1.2020 il Decreto del Presidente della Giunta regionale 24 gennaio 2020, n. 1/R:

Regolamento regionale recante: “Ulteriori modifiche al regolamento regionale 28 dicembre 2007, n. 12/R (Designazione di ulteriori zone vulnerabili da nitrati di origine agricola ai sensi del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152. (Legge regionale 29 dicembre 2000, n. 61))”.

COMUNICATI 

Comunicato dell'Assessore all’Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della Montagna, Foreste, Parchi, Enti locali

E’ stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 2 al Bollettino Ufficiale n. 5 del 30.1.2020 il Comunicato dell'Assessore all’Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della Montagna, Foreste, Parchi, Enti locali:

AVVISO (a norma della L. 07.08.1990, n. 241 e della L.R. 04.07.2005, n. 7).

Comunicazione ai Comuni della Regione Piemonte aventi titolo a presentare domanda di contributo per l’adeguamento obbligatorio della Strumentazione urbanistica in attuazione delle modalità previste dalla L.R. 30 aprile 1996, n. 24.

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un puro strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip. 

Approvazione schema di Protocollo di Intesa con le amministrazioni Comunali o le Unioni di Comuni per la sperimentazione delle modalità di redazione informatizzata degli elaborati del Piano Regolatore o di sua Variante nel rispetto delle indicazioni contenute nei documenti USC – Urbanistica Senza Carta, approvati con D.G.R. n. 44-8769 del 12 Aprile 2019.

La Giunta regionale, con la D.G.R. n. 8-934 del 24.1.2020, ha:

  • approvato, ai sensi dell’articolo 15 della legge 241/1990 ed in attuazione della D.G.R. 12 Aprile 2019, n. 44-8769,  lo schema di Protocollo di Intesa da sottoscrivere con le amministrazioni Comunali o le Unioni di Comuni e disciplinante la sperimentazione delle modalità di redazione informatizzata degli elaborati del Piano Regolatore o di sua Variante nel rispetto delle indicazioni contenute nei documenti USC;
  • è demandato all’Assessore all’Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della Montagna, Foreste, Parchi, Enti locali di sottoscrivere il Protocollo di Intesa, apportandovi tutte le modifiche non sostanziali che si rendessero necessarie all’atto della sottoscrizione;
  • è dato mandato al Direttore della Direzione regionale competente ad individuare di volta in volta i componenti del tavolo tecnico, di cui al suddetto protocollo, competenti in materia urbanistica, paesaggistica e di sistemi informativi territoriali.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della montagna, Foreste, Parchi, Enti locali – Direzione Ambiente, Energia e Territorio della Regione Piemonte

Bando 2019 relativo alla richiesta di contributi da parte dei Comuni, delle Unioni di Comuni e dei Consorzi di Comuni del Piemonte, per la presentazione di progetti finalizzati alla sistemazione temporanea dei salariati agricoli stagionali delle aziende agricole piemontesi

La Direzione Agricoltura e Cibo, con la D.D. n. 11 del 22 gennaio 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 5 del 30 gennaio 2020, ha approvato il bando per la richiesta di contributi da parte dei Comuni, delle Unioni di Comuni e dei Consorzi di Comuni del Piemonte – già costituiti ai sensi del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 "Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli Enti Locali" - relativamente alla realizzazione di progetti finalizzati alla sistemazione temporanea dei salariati agricoli stagionali delle aziende agricole piemontesi.

La presentazione delle domande di contributo da parte dei succitati Enti Locali potrà avvenire a partire dalla data del 27/01/2020 fino al 31/03/2020 compresi.

Sarà disposta la pubblicazione del suddetto Bando sul sito della Regione Piemonte sezione Bandi e finanziamenti, al seguente indirizzo https://bandi.regione.piemonte.it/contributi-finanziamenti.

D.G.R. n. 9-6438 del 2 febbraio 2018. Modalità di presentazione dell'istanza per il riconoscimento dei Comuni turistici del Piemonte, ai sensi dell'art 17 della l.r. 11 luglio 2016, n. 14. Elenco 2020

La Direzione Cultura, Turismo e Commercio, con la D.D. n. 3 del 20 gennaio 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 5 del 30 gennaio 2020, ha stabilito, ai sensi della D.G.R. n. 9-6438 del 2 febbraio 2018, che l'istanza, motivata e certificata, per poter ottenere il riconoscimento di Comune turistico, dovrà essere inoltrata dal Comune alla Regione Piemonte - Direzione Cultura, Turismo e Commercio - Settore Promozione turistica, entro il 29 febbraio 2020.

E’ stato approvato il Modello di domanda per il riconoscimento dei Comuni turistici (anno 2020), documento allegato al presente provvedimento per farne parte integrante e sostanziale (Allegato 1).

La domanda, sottoscritta dal Sindaco, dovrà essere presentata utilizzando l'apposito modello, Allegato 1), che sarà disponibile sul sito della Regione Piemonte, e dovrà essere corredata della necessaria documentazione e di ogni elemento utile a valutare il possesso del presupposto, ai sensi dell'art 17 della l.r. 11 luglio 2016, n. 14 e della D.G.R. n. 9-6438 del 2 febbraio 2018.       

La domanda di cui sopra dovrà essere inviata entro il 29 febbraio 2020 esclusivamente e obbligatoriamente mediante propria casella di Posta Elettronica Certificata (PEC) al seguente indirizzo di PEC regionale: culturcom@cert.regione.piemonte.it.

SCADENZE UTILI

 Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.

Scadenze del mese di FEBBRAIO (n. 1 provvedimento segnalato)

D.G.R. n. 9-6438 del 2 febbraio 2018. Modalità di presentazione dell'istanza per il riconoscimento dei Comuni turistici del Piemonte, ai sensi dell'art 17 della l.r. 11 luglio 2016, n. 14. Elenco 2020

La Direzione Cultura, Turismo e Commercio, con la D.D. n. 3 del 20 gennaio 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 5 del 30 gennaio 2020, ha stabilito, ai sensi della D.G.R. n. 9-6438 del 2 febbraio 2018, che l'istanza, motivata e certificata, per poter ottenere il riconoscimento di Comune turistico, dovrà essere inoltrata dal Comune alla Regione Piemonte - Direzione Cultura, Turismo e Commercio - Settore Promozione turistica, entro il 29 febbraio 2020.

E’ stato approvato il Modello di domanda per il riconoscimento dei Comuni turistici (anno 2020), documento allegato al presente provvedimento per farne parte integrante e sostanziale (Allegato 1).

La domanda, sottoscritta dal Sindaco, dovrà essere presentata utilizzando l'apposito modello, Allegato 1), che sarà disponibile sul sito della Regione Piemonte, e dovrà essere corredata della necessaria documentazione e di ogni elemento utile a valutare il possesso del presupposto, ai sensi dell'art 17 della l.r. 11 luglio 2016, n. 14 e della D.G.R. n. 9-6438 del 2 febbraio 2018.       

La domanda di cui sopra dovrà essere inviata entro il 29 febbraio 2020 esclusivamente e obbligatoriamente mediante propria casella di Posta Elettronica Certificata (PEC) al seguente indirizzo di PEC regionale: culturcom@cert.regione.piemonte.it.

Scadenze del mese di MARZO (n. 1 provvedimento segnalato)

Bando 2019 relativo alla richiesta di contributi da parte dei Comuni, delle Unioni di Comuni e dei Consorzi di Comuni del Piemonte, per la presentazione di progetti finalizzati alla sistemazione temporanea dei salariati agricoli stagionali delle aziende agricole piemontesi.

La Direzione Agricoltura e Cibo, con la D.D. n. 11 del 22 gennaio 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte n. 5 del 30 gennaio 2020, ha approvato il bando per la richiesta di contributi da parte dei Comuni, delle Unioni di Comuni e dei Consorzi di Comuni del Piemonte – già costituiti ai sensi del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 "Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli Enti Locali" - relativamente alla realizzazione di progetti finalizzati alla sistemazione temporanea dei salariati agricoli stagionali delle aziende agricole piemontesi.

La presentazione delle domande di contributo da parte dei succitati Enti Locali potrà avvenire a partire dalla data del 27/01/2020 fino al 31/03/2020 compresi.

Sarà disposta la pubblicazione del suddetto Bando sul sito della Regione Piemonte sezione Bandi e finanziamenti, al seguente indirizzo https://bandi.regione.piemonte.it/contributi-finanziamenti.

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it