Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 37 del 21 ottobre 2021

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Agliè (TO). Villa Meleto - Casa del Poeta Guido Gozzano. Fotografia di Franco Marchiando.

Questa settimana in copertina*: Agliè (TO). Villa Meleto - Casa del Poeta Guido Gozzano. Fotografia di Franco Marchiando.

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte.

IN PRIMO PIANO  

Estate turistica di piena ripresa in Piemonte, italiani e stranieri quasi al livello 2019

Giugno e luglio sono stati i mesi della ripartenza del turismo in Piemonte: grazie non solo ai molti italiani che l’hanno scelto per le proprie vacanze, con oltre il 35% di arrivi in più che nel 2020, ma anche per il ritorno dei viaggiatori esteri, più che raddoppiati rispetto allo scorso anno. Il mese di agosto ha fatto registrare movimenti analoghi a quelli di agosto 2019. Un bilancio positivo confermato dal monitoraggio delle recensioni on-line, dove il passaparola digitale di chi ha vissuto l’esperienza di soggiorno sul nostro territorio è aumentato del 48%, assegnando sempre ottimi giudizi.

I risultati delle rilevazioni – elaborate dall’Osservatorio Turistico Regionale che opera in VisitPiemonte-Regional Marketing and Promotion - sono state presentate martedì 19 ottobre presso la Sala Trasparenza della Regione Piemonte, alla presenza del Presidente Alberto Cirio e dell’Assessore alla Cultura, Turismo e Commercio Vittoria Poggio e del Presidente di VisitPiemonte, Giuseppe Carlevaris.

“Il turismo estivo 2021 in Piemonte è stato caratterizzato da un grande ritorno degli stranieri, soprattutto con tedeschi, con olandesi, scandinavi e francesi - sottolineano il presidente Cirio e l’assessore Poggio -. Le prenotazioni per quest’autunno e per la primavera 2022 fanno ben sperare grazie a un Piemonte ricco di luoghi di assoluta eccellenza nel panorama delle attrazioni culturali e paesaggistiche italiane. Dalla ripartenza della vendita dei nostri voucher vacanza, il 15 luglio, ne sono stati già venduti 60mila per un totale di 360mila pernottamenti. A breve invece uscirà un bando da 6 milioni di euro per la qualificazione delle strutture ricettive, volto soprattutto alla realizzazione di strutture e aree esterne per far fronte ai protocolli post-pandemici. Un ulteriore aiuto dalla Regione per un settore, il turismo, che si conferma una risorsa preziosa per tutto il territorio”.

Movimenti turistici in Piemonte: andamenti, mercati e provenienze, dati provvisori
I mesi estivi di giugno e luglio 2021 registrano +54 % di arrivi e +63% di pernottamenti rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente a conferma della ripresa dei movimenti turistici nel territorio piemontese; rispetto al 2020 abbiamo riguadagnato importanti quote di mercato, con il mese di agosto che ha registrato movimenti turistici comparabile ad agosto 2019 pari a circa 500.000 arrivi e 2milioni di pernottamenti. Complessivamente dai dati raccolti - ancora provvisori e per alcune aree parziali - si può stimare che il bilancio del turismo estivo in Piemonte per il 2021 differisca dai livelli pre-pandemici per circa 20-25% di turisti che ancora sono mancati sul territorio.
L’incremento dei movimenti turistici italiani è pari a oltre il 35% e i movimenti dall’estero sono più che raddoppiati rispetto all’anno precedente.

La Germania è sempre il primo mercato estero per arrivi e pernottamenti: i turisti tedeschi che nell’estate hanno scelto il Piemonte hanno prodotto il doppio dei movimenti del 2020, riducendo il calo del 2019 al 25% circa; a seguire, Paesi Bassi e Svizzera e poi Francia, Belgio e Danimarca; in particolare il Belgio e la Svizzera registrano, rispettivamente, oltre il doppio dei pernottamenti del 2020 e +79% in confronto all’anno precedente: sono le provenienze che maggiormente si avvicinano ai livelli dello stesso periodo del 2019 (-13% e -17%).

In crescita i movimenti da parte di tutte le regioni italiane: cresce il turismo interno quale primo bacino nazionale: i piemontesi che sono rimasti in regione hanno segnato +30% di arrivi e +20% di pernottamenti, se pur ancora a livelli più bassi rispetto al 2019; a seguire i lombardi (+27% di arrivi e +37% di pernottamenti) che “performano” anche meglio del 2019 +6% di arrivi e +16% di pernottamenti. Ottimi risultati anche dal Lazio che triplica i pernottamenti estivi sul nostro territorio.

Movimenti turistici in Piemonte: dinamica delle aree prodotto
A fronte delle tendenze della vacanza estiva 2021, ancora orientate ad ambienti poco affollati e destinazioni dove rilassarsi e godere della natura, il Piemonte ha potuto naturalmente offrire prodotti turistici adatti a queste esigenze.

In particolare:
il prodotto lago registra nei primi due mesi dell’estate 2020 il raddoppio dei pernottamenti e +69% degli arrivi e riduce lo scostamento rispetto al 2019: circa -23%, attribuibile alla mancanza dei turisti dall’estero che tuttavia sono raddoppiati rispetto all’anno pandemico; sono gli italiani ad aver scoperto i laghi del Piemonte +29% di arrivi e +49% di pernottamenti rispetto allo stesso periodo del 2019;

incrementi anche per la montagna estiva, che già l’anno scorso aveva registrato minori perdite di mercato: +19% arrivi e +23% di pernottamenti rispetto al periodo giugno-luglio del 2020;

ottimo l’inizio di stagione estiva per le colline piemontesi che tradizionalmente vedono nei mesi autunnali la maggiore concentrazione di movimenti turistici, con il sondaggio di propensione per l’autunno che pare confermare questa direzione, evidenziando un aumento dei movimenti turistici di circa l’80 % già nei primi due mesi estivi;

Torino con la prima cintura ha registrato anch’esso un incremento di oltre il +75%; la quota di mercato mancante rispetto al 2019 si riduce a circa 44% di arrivi e 29% di pernottamenti.

Monitoraggio delle recensioni on-line e sentiment
Il monitoraggio delle recensioni on-line conferma l’aumento dei visitatori della nostra regione evidenziando incrementi coerenti con le prime indicazioni dei dati statistici dei movimenti turistici. In particolare, si evidenzia che per il comparto della ricettività, direttamente correlato agli arrivi turistici, il numero delle recensioni in Piemonte nel periodo di giugno, luglio e agosto è aumentato di +42,1% rispetto allo stesso periodo del 2020.

Il sentiment del periodo per il "prodotto" Piemonte nel suo complesso - ricettività, ristorazione e attrazioni - è pari a 87,8/100, lievemente più positivo rispetto al totale Italia pari a 86,9/100; e per il comparto ricettività: 88,9/100 Piemonte vs 86,7/100 Italia;

per quanto riguarda le aree prodotto piemontesi, le recensioni relative alla filiera ricettiva hanno registrato incrementi importanti:
- per il prodotto lago+40,4%;
- la montagna (estiva) +26,6;
- per le colline+48,5%;
- perTorino e prima cintura+72,8%.

Monitoraggio della spesa attraverso carte di credito
La conferma della ripresa del settore turistico, si evince anche dall’andamento delle transazioni e della spesa attraverso le carte di credito utilizzate in loco (acquisti con tramite POS, ovviamente in forma anonimizzata). Infatti, in seguito ad un recente accordo con Mastercard, è stato possibile analizzare l’andamento delle transazioni in forma indicizzata e valutare la spesa attraverso il valore dello scontrino medio e della spesa media per carta di credito settimanali per alcune aree di studio sperimentale: Torino, i territori montani delle Grandi Stazioni Sciistiche del Piemonte e l’area dei Laghi.

Prendendo come riferimenti i valori della seconda settimana di gennaio 2020 – pre-pandemia - è molto evidente dalla curva delle transazioni settimanali per la categoria “Alloggio”, come la ripresa dei mesi estivi di giugno, luglio e agosto sia migliore della stagione precedente. Guardando ai valori della spesa, si può stimare che lo scontrino medio settimanale per tutti i territori, sia stato maggiore nel mese di agosto 2021 e, nello specifico, per Torino la spesa vari da un minimo di 115 € a un massimo di 139 €, per il territorio delle Grandi Stazioni Sciistiche tra 127 € e 154 € e per l’area dei Laghi fra un minimo di 306 € a 344 €. Per quanto riguarda l’area delle colline, il dato di confronto 2020-2021 sull’autunno, stagione clou per l’area, è in fase di rilevazione.

Conoscenza e propensione a fare vacanza in Piemonte dai mercati del nord europa e della Svizzera
Dalla ricerca condotta sui mercati Nord Europei e sul mercato svizzero, emerge che la conoscenza del Piemonte da parte dei turisti svizzeri è molto buona: 87%; la destinazione è ampiamente conosciuta anche dai turisti dal Benelux e della Scandinavia: 65% e 63% rispettivamente.

La propensione alla vacanza per questo autunno è più alta per gli svizzeri (44%) rispetto ai turisti provenienti dal Benelux (25%) e dalla Scandinavia (22%) che, associando il Piemonte alla meta “Italia”, la prediligono per le vacanze della prossina primavera, ma soprattutto dell’estate 2022.

Propensione al ritorno di chi ha trascorso una vacanza in Piemonte e prospettive per l’autunno: focus mercato Italia
I risultati del sondaggio3 sulla popolazione italiana circa la propensione all’acquisto di una vacanza in autunno in Piemonte indicano buone prospettive.

Il 54% degli intervistati che prevedono di fare una vacanza pensa al Piemonte come destinazione (5% sicuramente sì e 49% probabilmente sì), in aumento rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso in cui era il 39%. Come per lo scorso anno, anche per l'autunno 2021, i competitor del Piemonte saranno principalmente Trentino Alto Adige e Toscana.

Le principali destinazioni piemontesi, oggetto di preferenza degli italiani in vacanza in autunno, saranno ancora Torino, Langhe Monferrato Roero e il Lago Maggiore e, a seguire, la Valle di Susa e il Lago d’Orta. Chi ha intenzione di venire in Piemonte, si dedicherà ancora di più ad attività all’aria aperta, outdoor, natura, trekking, escursioni, cammini e spiritualità rispetto al dato italiano.

I viaggi e soggiorni culturali saranno comunque molto apprezzati per il Piemonte come per l’Italia in generale.

Chi ha effettuato una vacanza in Piemonte negli ultimi tre anni è stato molto soddisfatto: 62% assegna voto massimo (5 in una scala da 1 a 5) e il 34% voto 4. Nessuno ha indicato un voto 1 o 2.

Il 97% di chi ha soggiornato in Piemonte rifarebbe una vacanza nella nostra destinazione evidenziando, quindi, una grande capacità del territorio di fidelizzare i propri ospiti.

Uno scenario di piena ripresa, dove si collocano in modo significativo i premi di Italia Destinazione Digitale attribuiti al Piemonte in quanto regione italiana che nel 2021 ha registrato nelle recensioni online il sentiment più elevato nei confronti dell’offerta enogastronomica, oltre ad aggiudicarsi il terzo posto per la miglior reputazione complessiva.

Risultati incoraggianti che si aggiungono all’ottimismo generato dai grandi eventi del territorio piemontese, appena conclusi o prossimi: dal grande successo del Salone Internazionale del Libro di Torino, alla 91° edizione della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, tutt’ora in corso; da Vendemmia a Torino - Grapes in Town e Portici Divini dal 22 ottobre al 7 novembre, alle Nitto ATP Finals al Pala Alpitour dal 14 al 21 novembre, alla 28° edizione di Artissima e Luci d’Artista tra la fine di ottobre 2021 e gennaio 2022 , fino all’Eurovision Song Contest dal 10 al 14 maggio 2022 al PalaOlimpico. Grande l’attesa anche per la stagione invernale e la riapertura degli impianti da sci su tutto il nostro arco alpino.

“I dati confortanti che scaturiscono dalle analisi dell’Osservatorio Turistico Regionale sui mesi estivi 2021 sono un segnale positivo, che porta finalmente una nota di ottimismo dopo mesi faticosi per tutti i gli operatori turistici piemontesi. – commenta il neo presidente di VisitPiemonte-Regional Marketing and Promotion, Beppe Carlevaris –. I turisti esteri stanno tornando, quelli italiani hanno risposto bene e anche i piemontesi stessi ci hanno aiutati, scegliendo di trascorrere le vacanze nella propria regione. Voglio inoltre sottolineare gli ottimi risultati delle recensioni online, testimonianza che abbiamo una qualità dell’accoglienza eccellente, da incrementare ulteriormente anche con aiuti pubblici. Il settore ha sofferto ma ha tenuto duro, i risultati iniziano ad arrivare e questo è il momento di spingere sulla promozione, in una rinnovata sfida di collaborazione tra tutti gli attori del territorio per dare ancora più evidenza al brand Piemonte. Oggi più che mai la nostra regione ha tutte le carte in regola per diventare una prima scelta per visitatori provenienti da tutto il mondo”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Famiglia. La Regione non lascia, ma “raddoppia”: quasi duplicati i fondi a sostegno dei più fragili

Il sostegno alle famiglie. Concreto, tangibile. Soprattutto a quelle più fragili, spesso “invisibili”. L’assessore regionale al Welfare, Chiara Caucino, ci crede molto e ha voluto approfittare dell’aumento dei fondi statali per le politiche per la famiglia per rilanciare, proporzionalmente, altrettanto con le risorse regionali: complessivamente arriveranno 2 milioni e 290 mila euro di cui 1 milione e 840 mila da Roma e 455mila dalla Regione. Lo scorso anno la somma era stata ben più contenuta, con un contributo statale di 861,600 euro e 281mila euro da piazza Castello.

Le risorse, come deciso dalla giunta su proposta di Caucino, verranno impiegate su tre fronti: il primo riguarda i 44 centri per le famiglie sparsi per tutto il Piemonte (vedi allegato, con l'elenco dei Centri). Si tratta di servizi istituiti dalla Regione per affiancare le famiglie nel loro ruolo educativo, sociale e di cura in tutti i passaggi evolutivi del ciclo di vita, sostenendo in particolare la genitorialità a fronte di eventi critici inaspettati. I Centri per le famiglie sono realizzati dai Comuni, in raccordo con i consultori familiari, con lo scopo di fornire informazioni e favorire iniziative sociali di mutuo aiuto, in collegamento e raccordo con gli enti gestori delle funzioni socio-assistenziali. Tali strutture forniscono informazioni, consulenza e servizi, per sostenere le famiglie, sia nella formulazione del proprio fabbisogno, sia nella ricerca della risposta più adeguata, attraverso la rete dei servizi territoriali.

Ma la novità, voluta esplicitamente da Caucino, è che quest’anno partirà un progetto in tutta la Regione per allestire centri sostegno aggiuntivo per famiglie con figli 0-6 anni. Non solo: verrà realizzata una carta che illustrerà - relativamente a quella fascia di età - tutti i servizi disponibili per i bimbi sul proprio territorio di appartenenza.

Il secondo filone di intervento riguarda, invece, un tema molto delicato e sentito: il sostegno a chi ha adottato minori sopra i 12 anni o con disabilità comprovata. Si tratta - il Piemonte è l’unica Regione in Italia ad averlo fatto - di circa 100 ragazzi che sono già stati analizzati e schedati in modo da rendere più efficace e mirato il sostegno. Il servizio sarà somministrato dai 48 Enti gestori piemontesi. (in questo link la è possibile consultare l'elenco di ogni Asl e provincia: http://www.regione.piemonte.it/cgi-bin/polsoc/ricerca/enti/index.cgi

Due le novità introdotte quest’anno: sostegno a interventi per famiglie con figli adolescenti in accompagnamento e implementazione e abbellimento dei luoghi che accolgono gli incontri tra genitori e figli in spazio neutro per far sì che il “bello” contribuisca al benessere psicofisico e sociale di ragazzi e famiglie.

La terza iniziativa - non meno importante - è l’intervento, in forma di sostegno economico, a favore del call center (in collaborazione con i Gruppi di volontariato vincenziano e con il Comune di Torino) dedicato alle mamme con figli che hanno bisogno di un sostegno, anche immediato. Tanto che il servizio è attivo 24 ore su 24. Si tratta di realtà molto delicate, donne per lo più sole, senza una rete di sostegno e di solidarietà che spesso necessitano di un supporto nella gestione del proprio bambino.

“Il sostegno alle famiglie, in particolare quelle più fragili - spiega l’assessore regionale al Welfare, Chiara Caucino - è sempre stato al centro della mia azione politica, così come quello alla genitorialità. Per questo sono estremamente orgogliosa del risultato ottenuto con questa delibera appena approvata, che viene incontro a chi ha davvero bisogno di una mano concreta. Penso alle tante mamme in difficoltà, penso a chi ha subito le gravi conseguenze, economiche, psicologiche e anche sociali della pandemia da Covid19 e che oggi meritano di essere sostenute con ogni mezzo a disposizione. Ebbene queste famiglie sappiano che nonostante le enormi difficoltà che stiamo vivendo e che vivremo la Regione sarà sempre al loro fianco, per aiutarle e sostenerle con pragmatismo e concretezza”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

“Io non rischio 20-21”: il Piemonte aderisce alla campagna nazionale per le buone pratiche di Protezione civile

Il 24 ottobre, per scoprire cosa ciascuno di noi può fare per la prevenzione, circa 100 volontari di protezione civile invitano i cittadini a partecipare agli appuntamenti in 15 piazze fisiche e/o digitali del Piemonte.

Anche quest’anno il Piemonte aderisce alla campagna nazionale organizzata per domenica 24 ottobre dal Dipartimento nazionale di Protezione civile “Io non rischio”, giornata in cui in tutto il Paese il volontariato di protezione civile, istituzioni e mondo della ricerca scientifica torneranno in piazza per diffondere la conoscenza dei rischi naturali di ciascun territorio e delle buone pratiche di protezione civile.

Nella nostra regione sono 16 le associazioni di volontariato partecipanti, con il coinvolgimento di circa 100 volontari che nei mesi scorsi hanno seguito appositi corsi di formazione per organizzare l’attività e rendere efficace la loro comunicazione. In 9 piazze del Piemonte saranno presenti punti informativi “Io non rischio” per sensibilizzare i cittadini sul rischio alluvione, terremoto e maremoto. Contestualmente saranno realizzate 15 “piazze digitali”, dove i volontari e le volontarie diffonderanno la cultura della prevenzione, integrando le piazze fisiche attraverso i social media, le piattaforme di meeting a distanza e gli interventi in diretta.

Fondamentale per la campagna – giunta quest’anno all’undicesima edizione – è il ruolo attivo dei cittadini, che potranno informarsi e confrontarsi nelle piazze e online, dove, con l’ausilio di contenuti interattivi e dirette streaming sui social media, si forniranno spunti e approfondimenti sulle tematiche della campagna. L’edizione di quest’anno, inoltre, si arricchisce di una nuova e importante iniziativa, un evento digitale nazionale organizzato dal Dipartimento della Protezione Civile.

L’ELENCO DELLE PIAZZE PIEMONTESI

Acqui Terme, Associazione nazionale Volontari Acqui Terme; https://www.facebook.com/iononrischioacquiterme/; https://www.instagram.com/protezionecivileacquiterme/; https://vm.tiktok.com/ZM8hYGkQd/

https://twitter.com/ProCivAcqui?t=ziUjxXJLcmucB7SXjU6ZYA&s=08

Morano Sul Po, Piazza Piemonte 1;

https://www.facebook.com/lachintana

Asti, Piazza Alfieri, Associazione Nazionale Alpini Asti, https://www.facebook.com/Iononrischioasti;

Instagram https://www.instagram.com/io_non_rischioasti/

Canelli, Piazza Cavour, Gruppo Volontari Protezione civile di Canelli

https://www.facebook.com/Protezione-Civile-Canelli-488587154647744/

Alba, Proteggere Insieme

https://www.facebook.com/Proteggere-Insieme-Breaking-News-1472498963078385/

Cuneo, Piazza Galimberti, Psicologi per i Popoli

https://instagram.com/iononrischio.cuneo?utm_medium=copy_link https://www.facebook.com/IoNonRischioCuneo/

Novara Piazza Cesare Battisti (delle Erbe), UVERP;

Fb @iononrischionovara

Carmagnola, Piazza Sant’Agostino, Emergenza Radio Carmagnola Volontari Protezione civile Pegaso Onlus

Cavagnolo Gruppo Intercomunale Cavagnolo Verrua Savoia https://www.facebook.com/iononrischiocavagnolo/

Druento Croce Rossa italiana Comitato Druento, https://www.facebook.com/INR2020Druento/

Giaveno Croce rossa Italiana Comitato Giaveno

Ivrea, Piazza Nazionale (Piazza di città), Croce Rossa Italiana Comitato Ivrea, https://www.facebook.com/Io-Non-Rischio-IVREA-112175041240236

Nole, Associazione Radio emergenza -Base Sierra,

https://www.facebook.com/BaseSierra

Torino, Piazza Castello, Legambiente e Psicologi per i Popoli, https://www.facebook.com/iononrischiotorino/

Verbania, Piazza Ranzoni, Gruppo Comunale Protezione civile di Verbania, #iononrischio_verbania instagram, @iononrischioverbania per FB

Gli indirizzi delle piazze virtuali mancati sono in allestimento. 

L’evento sarà seguito dai canali social della Regione Piemonte: twitter@Protcivpie, twitter@piemonteinforma, twitter@regionepiemonte; Facebook: @regionepiemonte; @urp.regionepiemonte.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Sviluppo socio-economico delle aree montane e collinari: stanziati ulteriori 31,5 milioni per  le attività dei Gal (gruppi di azione locale)

La Regione Piemonte ha stanziato 31 milioni e 500 mila euro a favore dei Gal (Gruppi di Azione Locale). I Gal sono perlopiù società consortili costituite da soggetti pubblici, associazioni di categoria, consorzi, fondazioni, Atl, ecc. che si adoperano per valorizzare le potenzialità locali e promuovere il consolidamento e la costituzione di reti di operatori all'interno dell'approccio di sviluppo locale di tipo partecipativo “LEADER” della Misura 19 del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020. Il Leader è lo strumento previsto dalle norme comunitarie per promuovere la crescita economico-sociale di territori sub-regionali specifici in modo integrato e multisettoriale.

I Gal hanno coinvolto il tessuto economico e sociale nella definizione dei Programmi di Sviluppo Locale (PSL), i documenti di programmazione approvati dalla Regione, che consentono ad ogni area Gal di utilizzare le risorse attraverso la pubblicazione di bandi a favore di imprese e altri enti pubblici e privati. La strategia dei PSL dei Gal si incentra al massimo su 3 dei 4 ambiti prioritari: lo sviluppo e l’innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali, il turismo sostenibile, la valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico rurale, l’accesso ai servizi pubblici essenziali.

In Piemonte i GAL sono 14 e sono presenti nelle aree di montagna e di collina: Gal Giarolo Leader, Gal Borba-Le Valli Aleramiche dell’Alto Monferrato, Gal Terre Astigiane nelle Colline Patrimonio dell’Umanità, Gal Basso Monferrato Astigiano, Gal Langhe Roero Leader, Gal Mongioie, Gal Valli Gesso Vermenagna Pesio Leader, Gal Tradizione delle Terre Occitane, Gal Escartons e Valli Valdesi, Gal Valli di lanzo, Ceronda e Casternone, Gal Valli del Canavese, Gal Montagne biellesi, Gal Terre del Sesia e Gal Laghi e Monti del Verbano Cusio Ossola.

Il vicepresidente e assessore alla Montagna, Fabio Carosso, sottolinea: "L’approccio “Leader”, giunto alla quarta programmazione, ha consentito negli ultimi 20 anni di affrontare, con risultati apprezzabili, le principali sfide poste dai territori più fragili e marginali del Piemonte in termini di rilancio economico, aggregando le realtà economiche e sociali molto frammentate e disperse, caratteristiche di queste zone. Grazie alla valorizzazione delle potenzialità locali in ottica multisettoriale, si è creato un proficuo sistema di relazioni tra gli attori del territorio che ha contribuito al mantenimento della qualità della vita e alla creazione e allo sviluppo di numerose attività imprenditoriali favorendo la costruzione di “reti locali”. Il nuovo stanziamento va ad aggiungersi ai circa 65 milioni già a disposizione dei Gal, che potranno così continuare a portare avanti i propri Programmi di Sviluppo Locale".

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

 ATTI DELLO STATO    

Legge 14 ottobre 2021, n. 144

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 249 del 18.10.2021 la Legge 14 ottobre 2021, n. 144:

Conversione in legge del decreto-legge 17 agosto 2021, n. 117, recante disposizioni urgenti concernenti modalità operative precauzionali e di sicurezza per la raccolta del voto nelle consultazioni elettorali dell'anno 2021.

Entrata in vigore del provvedimento: 19/10/2021.

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 17 agosto 2021, n. 117  

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 ottobre 2021

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 246 del 14.10.2021 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 ottobre 2021:

Adozione delle linee guida in materia di condotta delle pubbliche amministrazioni per l'applicazione della disciplina in materia di obbligo di possesso e di esibizione della certificazione verde COVID-19 da parte del personale. 

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 ottobre 2021

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 246 del 14.10.2021 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 ottobre 2021:

Modifiche al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 17 giugno 2021, recante: “Disposizioni attuative dell'articolo 9, comma 10, del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, recante "Misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell'epidemia da COVID-19".

Decreto del Ministero dell’Interno 8 ottobre 2021

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 247 del 15.10.2021 il Decreto del Ministero dell’Interno 8 ottobre 2021:

Definizione dei requisiti per l'assegnazione e delle modalità di erogazione del riparto del fondo con una dotazione di 10 milioni di euro, per l'anno 2021, finalizzato a sostenere le piccole e medie citta' d'arte e i borghi particolarmente colpiti dalla diminuzione dei flussi turistici dovuta all'epidemia di COVID-19.

Decreto del Ministero della Transizione ecologica 29 settembre 2021

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 251 del 20.10.2021 il Decreto del Ministero della Transizione ecologica 29 settembre 2021:

Approvazione del piano operativo per l'attuazione del sistema di monitoraggio integrato.

Decreto del Presidente della Repubblica 4 ottobre 2021

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 248 del 16.10.2021 il Decreto del Presidente della Repubblica 4 ottobre 2021:

Scioglimento del consiglio comunale di Torrazzo.

Decreto del Presidente della Repubblica 27 settembre 2021

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 248 del 16.10.2021 il Decreto del Presidente della Repubblica 27 settembre 2021:

Scioglimento del consiglio comunale di Vigone.

Comunicato del Ministero della Cultura

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 249 del 18.10.2021 il Comunicato del Ministero della Cultura:

Fondo per la promozione della lettura, della tutela e della valorizzazione del patrimonio librario - Assegnazione finanziamenti a.f. 2021.

Comunicato dell’Agenzia per l’Italia digitale

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 247 del 15.10.2021 il Comunicato dell’Agenzia per l’Italia digitale:

Adozione delle “Linee guida tecnologie e standard per la sicurezza dell'interoperabilità tramite API dei sistemi informatici” e delle “Linee guida sull'interoperabilità tecnica delle pubbliche amministrazioni”. 

LEGGI REGIONALI PUBBLICATE SUL BOLLETTINO UFFICIALE 

Legge regionale 19 ottobre 2021, n. 25

E’ stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 3 al Bollettino Ufficiale n. 42 del 21 Ottobre 2021 la Legge regionale 19 ottobre 2021, n. 25:

Legge annuale di riordino dell'ordinamento regionale anno 2021. 

ORDINANZE COMMISSARIALI 

Ordinanza commissariale n. 1/A18.000/615-620-622-710-743 del 13 ottobre 2021

E’ stata pubblicata, sul Supplemento Ordinario n. 1 al Bollettino n. 42 del 21 Ottobre 2021, l’Ordinanza commissariale n. 1/A18.000/615-620-622-710-743 del 13 ottobre 2021

Art. 25, comma 2, lettera c) Decreto legislativo n. 1/2018. Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza di eccezionali eventi meteorologici. Approvazione dei criteri per l’erogazione dei contributi per il ristoro dei danni ai privati ed alle attività economiche e produttive a seguito degli eccezionali eventi meteorologici verificatesi nel territorio piemontese nel biennio 2019/2020. 

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE 

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un puro strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip.

Accordo di Programma per gli investimenti degli enti locali, in attuazione dell'articolo 10, comma 5, L. 243/2012 e dell'articolo 13, L.R. 6/2017, di cui al DPGR n. 79 del 24/09/2018. Impegno di spesa di euro 213.510,56 sul Cap. 217200/2021 - quota vincolata ad avanzo

La Direzione Coordinamento politiche e fondi europei – Turismo e Sport, con D.D. n. 211 del 6 ottobre 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 42 del 21 ottobre 2021, ha impegnato Euro 213.510,56 sul Capitolo 217200 del bilancio pluriennale 2021/2023 – quota vincolata ad avanzo - a favore dei soggetti beneficiari, come specificato nell’Allegato 1 parte integrante della presente determinazione, la cui transazione elementare è rappresentata nell’allegato “Appendice A – Elenco registrazioni contabili”.

Approvazione dei criteri per l'assegnazione di contributi, per l'anno 2021, a sostegno della gestione associata delle funzioni comunali

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 4-3844 del 1° ottobre 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 42 del 21 ottobre 2021, ha approvato, in attuazione dell’articolo 9 della legge regionale n. 11/2012, i criteri per la concessione di contributi, per l’anno 2021, alle Unioni di Comuni inserite nella Carta delle Forme associative del Piemonte, a sostegno della gestione associata delle funzioni fondamentali comunali di cui all’articolo 14, comma 27, del D.L. 78/2010, convertito, con modifiche, nella legge 122/2010, di cui all’allegato A.

E’ demandata alla Direzione regionale della Giunta regionale, Settore Rapporti con le autonomie locali, elezioni e referendum, espropri-usi civici, l’adozione degli atti e dei provvedimenti necessari per l’attuazione della presente deliberazione, ivi compresa l’approvazione delle modalità di presentazione della domanda di contributo tramite apposito bando da assumersi in conformità ai criteri di cui al suddetto allegato.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Vicepresidente, Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della Montagna, Foreste, Parchi, Enti locali della Regione Piemonte. 

Approvazione dei dati di produzione rifiuti urbani e di raccolta differenziata relativi al 2020

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 662 del 15 ottobre 2021, pubblicata sul Supplemento n. 4 del 18 ottobre 2021 al Bollettino Ufficiale n. 41 del 14 ottobre 2021, ha approvato, in attuazione delle disposizioni di cui all’articolo 9, commi 2 e 6 della legge regionale 7/2012, i dati di produzione dei rifiuti urbani relativi all’anno 2020 (Allegato A).

Sono utilizzati, per la determinazione del quantitativo pro capite, i dati di popolazione al 31 dicembre 2019 resi disponibili da ISTAT in quanto ultimo dato consolidato disponibile.

Approvazione della scheda attuativa in materia di politiche per la famiglia - anno 2021

La Giunta Regionale, con D.G.R. n. 2-3913 del 15 ottobre 2021, ha approvato, in riferimento ai fondi di cui all’art. 1, comma 1251 della Legge 27 dicembre 2006, n. 296 e successive modificazioni ed in attuazione del D.P.C.M. del 24.6.2021 in materia di politiche per la famiglia, la proposta di progetto da sottoporre al Dipartimento Politiche per la Famiglia per la realizzazione  di “Azioni ed interventi volti al supporto delle attività di sostegno alla natalità, alla genitorialità e cura dei legami per sostenere l’esercizio del ruolo educativo nella gestione dei figli in riferimento alle diverse fasi evolutive della loro crescita” secondo quanto descritto nell’Allegato 1, quale parte integrante e sostanziale della presente deliberazione.

Alla spesa complessiva di € 2.296.701,95 si farà fronte nel modo seguente:

Per la somma di € 1.841.701,95 attraverso risorse statali di cui al suddetto D.P.C.M. del 24.6.2021 che saranno iscritte nel bilancio finanziario gestionale 2021-2023, ad avvenuto trasferimento delle risorse , sulla base dell’art. 3 comma 5 ripartita nel modo seguente:
Esercizio 2021:
- €  1.251.191,36  da iscriversi sul cap. 153880/2021 a favore di Comuni e Consorzi di enti locali
Esercizio 2022:
- €  223.400,00 da iscriversi sul cap. 153880/2022 a favore di Comuni e Consorzi di enti locali
Esercizio 2023:
- €  367.110,59 da iscriversi sul cap. 153880/2023 a favore di Comuni e Consorzi di enti locali

Per la somma di € 455.000,00 a valere sul bilancio regionale, pari al 24,7% del finanziamento assegnato dal Decreto alla Regione Piemonte, e ripartita nel modo seguente:

Esercizio 2021:
- € 220.000,00 pari alla prima quota di cofinanziamento regionale, con i fondi di cui al cap. 179629/2021, a favore di Comuni e Consorzi di enti locali, che presenta la necessaria disponibilità;
- € 40.000,00 pari alla prima quota di cofinanziamento regionale, con i fondi di cui al cap. 189560/2021,  a favore di  istituzioni sociali private, che presenta la necessaria disponibilità;
Esercizio 2022:
-  € 105.000,00 pari alla rimanente quota di cofinanziamento regionale, attraverso i fondi di cui al bilancio pluriennale regionale, cap. 179629/2022, a favore di Comuni e Consorzi di enti locali, che presenta la necessaria disponibilità;
- € 80.000,00 pari alla prima quota di cofinanziamento regionale, con i fondi di cui al cap. 189560/2022, a favore di  istituzioni sociali private, che presenta la necessaria disponibilità;
Esercizio 2023:
-  € 10.000,00 pari alla rimanente quota di cofinanziamento regionale, attraverso i fondi di cui al bilancio pluriennale regionale, cap. 179629/2023,a favore di Comuni e Consorzi di enti locali, che presenta la necessaria disponibilità.
E’ demandato alla Direzione Sanità e Welfare competente:
- la trasmissione del presente atto deliberativo al Dipartimento Politiche per la Famiglia, come richiesto, ai fini dell’erogazione dell’importo di € 1.841.701,95 quale quota di finanziamento statale della scheda progettuale di cui all’Allegato 1 sopra citato;
 - l’adozione dei provvedimenti conseguenti all’approvazione del presente provvedimento;
-  la trasmissione al Dipartimento per le Politiche della Famiglia, di tutti i dati necessari al monitoraggio ed inerenti in particolare gli interventi, i trasferimenti effettuati ed i progetti e/ o le attività finanziate.

L'assunzione delle obbligazioni giuridiche conseguenti al presente provvedimento è subordinata alla preventiva approvazione da parte del Ministero della scheda attuativa  della programmazione regionale, di cui all’Allegato 1, e successivamente, alla variazione di bilancio finalizzata a recepire gli stanziamenti, in entrata ed in uscita, del Bilancio di previsione finanziario 2021-2023, annualità 2021 e 2022 e 2023, dei fondi statali nell’ambito della Missione 12 “Diritti sociali, Politiche Sociali e Famiglia”, Programma: 05 “Interventi per le famiglie” (capitoli di entrata 27180 e di spesa 153880) per un importo pari a euro € 1.841.701,95.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Politiche della Famiglia, dei Bambini e della Casa, Sociale, Pari Opportunità della Regione Piemonte. 

Norme in materia di sicurezza nella pratica degli sport montani invernali ed estivi e disciplina dell'attività di volo in zone di montagna. Disposizioni per il bando di categoria AC per il sostegno alle spese della stagione sciistica 2019/2020

La Direzione Coordinamento politiche e fondi europei – Turismo e Sport, con D.D. n. 227 del 18 ottobre 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 42 del 21 ottobre 2021, ha aperto dei termini per la presentazione delle richieste di contributo a favore delle Microstazioni e dalle Grandi Stazioni per la stagione sciistica 2019/2020, ai sensi della DGR n. 7 – 44 del 05.07.2019 per le spese di categoria A di cui all'art. 42 e di categoria C di cui all'art. 44 della L.R. n. 2/09 s.m.i..

In attuazione della DGR n. 7 - 44 del 5.07.2019 e della DGR n. 25 - 1681 del 17.07.2020, le domande di contributo per le spese di categoria A di cui all'art. 42 e di categoria C di cui all'art. 44 della L.R. n. 2/09 s.m.i. relative alla stagione sciistica 2019/2020, devono essere presentate esclusivamente per via telematica tramite l'applicativo informatico "FINanziamenti DOMande”, così come specificato nell'Allegato A, parte integrante e sostanziale della presente determinazione dirigenziale.

Ai sensi della DGR n. 25 - 1681 del 17.07.2020, le domande di contributo devono essere trasmesse entro 30 giorni dalla pubblicazione sul Bollettino ufficiale del presente provvedimento e che il procedimento di concessione dei contributi si conclude entro i 90 giorni successivi;

Sono approvati: l’allegato B “Dichiarazione classificazione piste” e l’Allegato C “Modelli di rendicontazione 1, 2, 3, 4” relativo alle Imprese ed ai Comuni, predisposto dalla Regione Piemonte, Direzione Regionale Coordinamento Politiche e Fondi Europei – Turismo e Sport, Settore Sport e Tempo Libero.

La rendicontazione delle spese è allegato facoltativo alla domanda di contributo; qualora il richiedente non alleghi i modelli sopra citati, debitamente compilati, alla domanda di contributo tramite "FINanziamenti DOMande", gli stessi potranno essere inviati via pec al settore Sport e Tempo Libero entro e non oltre il 31.01.2022.

E’ demandata a successivo provvedimento dirigenziale l'individuazione dei soggetti ammessi a contributo e la quantificazione dei singoli importi da assegnare a ciascun soggetto giuridico, nel rispetto dei criteri e delle modalità definite dalla normativa.

Piano regionale della qualità dell'aria (DCR 364-6854 del 25 Marzo 2019). Disposizioni sul programma, 2021-2023, di finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo ecosostenibile della mobilità delle imprese piemontesi

La Giunta Regionale, con D.G.R. n. 17-3928 del 15 ottobre 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 42 del 21 ottobre 2021, ha approvato, nell’ambito del Piano regionale della qualità dell’aria (D.C.R. 364-6854 del 25 Marzo 2019), le disposizioni afferenti al programma, per gli anni 2021-2023, di finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo ecosostenibile della mobilità delle imprese piemontesi, di cui all’Allegato A “Contributi per lo sviluppo ecosostenibile della mobilità delle imprese piemontesi. Criteri per l’attuazione del bando”, con dotazione finanziaria complessiva pari a euro 7.221.000,00.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Ambiente, Energia, Innovazione, Ricerca e connessi rapporti con Atenei e Centri di Ricerca pubblici e privati, Ricerca applicata per emergenza COVID-19 della Regione Piemonte. 

Ripartizione della quota del tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti da destinare ai comuni ai sensi dell'art. 38, comma 2 bis della legge regionale 10 gennaio 2018 n. 1 - anno d'imposta 2020

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 645 del 7 ottobre 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 42 del 21 Ottobre 2021, ha impegnato la spesa di euro 9.000,00 sul capitolo 150504 del bilancio di previsione finanziario 2021-2023, annualità 2021 a favore di altri beneficiari plurimi (Piano dei Conti U.1.04.01.02.003), rappresentati dai comuni aventi diritto al trasferimento, la cui transazione elementare è rappresentata nell’appendice A, visto regolarità contabile parte spesa, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

E’ vincolato l’impegno di spesa assunto con il presente provvedimento all’accertamento d’entrata n. 476/2021 capitolo 11315 (gettito derivante dal tributo speciale per il deposito dei rifiuti in discarica) disposto dal Settore Ragioneria.

E’ rinviato a successivi provvedimenti dirigenziali, il completamento di quanto spettante ai suddetti comuni, per un importo di euro 95.424,01, a seguito dell’assegnazione di ulteriori risorse su idonei capitoli di spesa nell'ambito della Missione 09 (Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell'ambiente), Programma 09.03 (Rifiuti), titolo 1 (spese correnti).

E’ autorizzata la liquidazione di quanto spettante ai comuni di cui all’allegato 1 al presente provvedimento, a titolo di acconto pari al 91,87% di quanto spettante, compatibilmente con le disponibilità di cassa della Regione .

SCADENZE UTILI 

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.

Scadenze del mese di OTTOBRE (n. 3 provvedimenti segnalati)

1) Impiego temporaneo e straordinario di soggetti disoccupati, in cantieri di lavoro promossi dagli Enti di cui al comma 1 dell'articolo 32 della legge regionale 34/2008 - Programmazione 2021. Approvazione del bando e del manuale di valutazione per la presentazione dei progetti di cantieri di lavoro per soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà personale. Azione 2, di cui alla DGR 4-3814 del 24.09.2021.

La Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro, con D.D. n. 566 del 4 ottobre 2021, ha approvato i seguenti documenti:

- il Bando regionale e la relativa modulistica che definisce i requisiti per l’attivazione di cantieri di lavoro per disoccupati (Azione 2), di cui all’allegato A;

- il Manuale di valutazione dei progetti, di cui all’allegato B.

Consulta la sezione Bandi: https://bandi.regione.piemonte.it/index.php/contributi-finanziamenti/cantieri-lavoro-persone-sottoposte-misure-restrittive-liberta-personale-2021

 

2) Impiego temporaneo e straordinario di soggetti disoccupati, in cantieri di lavoro promossi dagli Enti di cui al comma 1 dell'articolo 32 della legge regionale 34/2008 - Programmazione 2021. Approvazione del bando e del manuale di valutazione per la presentazione dei progetti di cantieri di lavoro per disoccupati - Azione 1, di cui alla DGR 4-3814 del 24.09.2021.

La Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro, con D.D. n. 567 del 4 ottobre 2021, ha approvato i seguenti documenti:

- il Bando regionale e la relativa modulistica che definisce i requisiti per l’attivazione di cantieri di lavoro per disoccupati (Azione 1), di cui all’allegato A;

- il Manuale di valutazione dei progetti, di cui all’allegato B.

Consulta la sezione Bandi: https://bandi.regione.piemonte.it/index.php/contributi-finanziamenti/cantieri-lavoro-persone-disoccupate-2021

 

3) Criteri per il riparto delle risorse e per la concessione di contributi per interventi di ristrutturazione e riqualificazione edifici scolastici in attuazione del programma biennale per gli investimenti di edilizia scolastica. Seconda proroga termine inizio lavori.

La Giunta Regionale, con D.G.R. n. 3-2170 del 30 Ottobre 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 46 del 12 novembre 2020, ha prorogato dal 30 ottobre 2020 al 30 ottobre 2021 il termine per l’inizio lavori degli interventi finanziati di cui alla D.G.R. n. 26–7920 del 23 novembre 2018, previsto al punto 17 dell'allegato A della medesima deliberazione, come modificato con D.G.R. n. 8-508 del 15-novembre 2019.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Diritto allo Studio universitario della Regione Piemonte.

Scadenze del mese di NOVEMBRE (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Atto di indirizzo per la realizzazione di cantieri di lavoro per persone disoccupate over 58. Approvazione del Bando pubblico ''Cantieri di lavoro OVER 58''. Anni 2021-2022.

La Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro, con D.D. n. 568 del 5 ottobre 2021, ha:

  • approvato il secondo Bando denominato “Cantieri di lavoro Over 58 – Anni 2021-2022”, in attuazione dell’atto di indirizzo di cui alla DGR 45-8826 del 18/04/2019, di cui all’Allegato A;
  • approvato la modulistica per la presentazione delle domande di partecipazione all’intervento di cui trattasi, ossia il modello di domanda (Allegato B), la scheda di progetto (Allegato C) e modello di dichiarazione di impegno a costituirsi in partenariato (Allegato D);
  • approvato il “manuale di valutazione delle proposte progettuali” di cui all’Allegato E.

Consulta la sezione Bandi: https://bandi.regione.piemonte.it/contributi-finanziamenti/cantieri-lavoro-over-58-20212022

 

2) Norme in materia di sicurezza nella pratica degli sport montani invernali ed estivi e disciplina dell'attività di volo in zone di montagna. Disposizioni per il bando di categoria AC per il sostegno alle spese della stagione sciistica 2019/2020.

La Direzione Coordinamento politiche e fondi europei – Turismo e Sport, con D.D. n. 227 del 18 ottobre 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 42 del 21 ottobre 2021, ha aperto dei termini per la presentazione delle richieste di contributo a favore delle Microstazioni e dalle Grandi Stazioni per la stagione sciistica 2019/2020, ai sensi della DGR n. 7 – 44 del 05.07.2019 per le spese di categoria A di cui all'art. 42 e di categoria C di cui all'art. 44 della L.R. n. 2/09 s.m.i..

In attuazione della DGR n. 7 - 44 del 5.07.2019 e della DGR n. 25 - 1681 del 17.07.2020, le domande di contributo per le spese di categoria A di cui all'art. 42 e di categoria C di cui all'art. 44 della L.R. n. 2/09 s.m.i. relative alla stagione sciistica 2019/2020, devono essere presentate esclusivamente per via telematica tramite l'applicativo informatico "FINanziamenti DOMande”, così come specificato nell'Allegato A, parte integrante e sostanziale della presente determinazione dirigenziale.

Ai sensi della DGR n. 25 - 1681 del 17.07.2020, le domande di contributo devono essere trasmesse entro 30 giorni dalla pubblicazione sul Bollettino ufficiale del presente provvedimento e che il procedimento di concessione dei contributi si conclude entro i 90 giorni successivi;

Sono approvati: l’allegato B “Dichiarazione classificazione piste” e l’Allegato C “Modelli di rendicontazione 1, 2, 3, 4” relativo alle Imprese ed ai Comuni, predisposto dalla Regione Piemonte, Direzione Regionale Coordinamento Politiche e Fondi Europei – Turismo e Sport, Settore Sport e Tempo Libero.

La rendicontazione delle spese è allegato facoltativo alla domanda di contributo; qualora il richiedente non alleghi i modelli sopra citati, debitamente compilati, alla domanda di contributo tramite "FINanziamenti DOMande", gli stessi potranno essere inviati via pec al settore Sport e Tempo Libero entro e non oltre il 31.01.2022.

E’ demandata a successivo provvedimento dirigenziale l'individuazione dei soggetti ammessi a contributo e la quantificazione dei singoli importi da assegnare a ciascun soggetto giuridico, nel rispetto dei criteri e delle modalità definite dalla normativa.

Scadenze del mese di DICEMBRE (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Concessione di contributi alle persone fisiche per l'acquisto e/o il recupero della prima casa in un comune montano. Approvazione del Bando e dei relativi allegati.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 562 del 1 settembre 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 36 del 9 settembre 2021, ha approvato il Bando relativo alla Misura di finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo della residenzialità in montagna ed i relativi allegati: Allegato A - Elenco dei comuni italiani di provenienza, Allegato B – Elenco dei comuni montani ammissibili con popolazione residente inferiore a 5.000 abitanti e loro suddivisione per fasce di punteggio (ai sensi della d.g.r. n. 6-3619/2021).

E’ rinviata a successivo atto l’approvazione della modulistica per la presentazione delle domande di contributo; le istanze di contributo di cui al presente bando dovranno essere presentate entro il termine del 15 dicembre 2021 e secondo le modalità ed i contenuti disciplinati dall’Allegato 1 al provvedimento. 

Scadenze dell'anno 2022 (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Commercio su area pubblica. Verifiche di regolarità contributiva e fiscale delle imprese (VARA). Differimento dei termini, di cui alla D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, per gli adempimenti dell'anno 2021 in riferimento all'annualità 2019.

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 9-2864 del 12 febbraio 2021, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 07 del 18 febbraio 2021, ha disposto il differimento dei termini per gli adempimenti VARA previsti, ai sensi della D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, a carico degli operatori e dei Comuni per il corrente anno 2021 con riferimento all’annualità 2019, entro i termini, rispettivamente, del 28 febbraio e del 30 aprile 2021, alle date del 28 febbraio e del 30 aprile 2022.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Cultura, Turismo, Commercio della Regione Piemonte.

 

2) Disposizioni per favorire la costituzione delle associazioni fondiarie e la valorizzazione dei terreni agricoli e forestali. Bando 2019: proroga dei termini di consegna dei Piani di gestione dei terreni e della rendicontazione finale del contributo.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 91 del 25 febbraio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 9 del 4 marzo 2021, ha prorogato il termine di presentazione dei Piani di gestione dei terreni al 12.03.2022 e di prorogare al 13.03.2023 la rendicontazione finale del contributo concesso con D.D..

 

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it