Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 35 del 13 ottobre 2022

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Sezzadio (AL). Vista Chiesa parrocchiale. Fotografia di Barbara Ricagno (2015).

Questa settimana in copertina*: Sezzadio (AL). Vista Chiesa parrocchiale. Fotografia di Barbara Ricagno (2015).

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e  approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte

IN PRIMO PIANO    

Fondi europei: approvato il FESR. 1,5 miliardi per lo sviluppo del Piemonte

La Commissione europea ha approvato ufficialmente il FESR 2021-2027 della Regione Piemonte (Fondo europeo per lo sviluppo regionale), che stanzia quasi 1,5 miliardi per lo sviluppo del territorio piemontese. Si tratta di un incremento significativo (+50%) rispetto al periodo precedente 2014-2020, quando valeva 966 milioni.

Articolato in 4 obiettivi di policy, le risorse del Fesr serviranno a sostenere ricerca, sviluppo e innovazione, competitività e transizione digitale per le imprese piemontesi con oltre 800 milioni di euro, 475 milioni saranno investiti a favore della transizione ecologica e della mobilità urbana sostenibile, con misure specifiche nel campo dell’energia, mentre 140 milioni andranno sui territori per finanziare progetti di sviluppo territoriale delle comunità locali. Ulteriori 20 milioni saranno destinati, in sinergia con l’FSE (il Fondo sociale europeo), al finanziamento di infrastrutture di potenziamento delle competenze.

“Ho voluto essere a Bruxelles nel giorno in cui la Commissione europea ha dato il via libera al nostro Fesr, perché si tratta del coronamento di un lavoro iniziato dal primo giorno del mio insediamento – ha dichiarato il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio –. Nonostante la grave emergenza che abbiamo dovuto affrontare a causa del Covid, abbiamo lavorato duramente per dare al nostro Piemonte le risorse necessarie per una ripartenza solida. Essere riusciti ad aumentare del 50% la dotazione del Fesr è un risultato di cui andare fieri, ma che non sarebbe potuto essere raggiunto senza l’impegno e la collaborazione della Commissione europea. Pertanto voglio esprimere un sincero ringraziamento alla Commissaria Ferreira per aver dimostrato in maniera concreta la vicinanza dell’Europa ai territori e al Piemonte in particolare. Quella del Piemonte con i fondi europei è una storia di successo, per questo motivo, partiremo molto velocemente con l’attuazione del Fesr, soprattutto per dare risposte concrete a cittadini e imprese rispetto alle difficili sfide che abbiamo di fronte, sia dal punto di vista della ripresa economica, sia rispetto alla crisi energetica che stiamo vivendo”.

“La Politica di Coesione è al cuore dello sviluppo economico e sociale delle regioni europee – ha dichiarato la commissaria europea per la Politica regionale Elisa Ferreira -. Oggi mi sono congratulata con il presidente Cirio per la recente approvazione del Fesr del Piemonte, che delinea le linee di investimento nei prossimi anni. L’Unione Europea, attraverso i fondi strutturali, investirà in Piemonte quasi 600 milioni di euro nella ricerca e innovazione, la competitività delle imprese, l’energia rinnovabile, la creazione di impiego e le competenze digitali. Condividiamo l’obbiettivo di promuovere uno sviluppo economico sostenibile, che riduce le disuguaglianze tra territori e nella società”.

Commentano Andrea Tronzano assessore allo Sviluppo delle Attività Produttive e Fabrizio Ricca Assessore all’Internazionalizzazione: “Un miliardo e mezzo per dare veramente seguito alla politica industriale che abbiamo in mente e che vogliamo attuare dopo aver ascoltato i territori ed esserci confrontati con loro che sarà utilissimo per rendere appetibile la nostra Regione e per posizionarla a livello internazionale. La manifattura d’eccellenza, l’automotive, l’aerospazio, la chimica, i semiconduttori sono alcuni dei settori in cui si andrà a investire per un gioco di squadra con il sistema imprenditoriale piemontese quanto mai utile per far crescere il nostro tessuto produttivo”.

Aggiunge Matteo Marnati, assessore Ambiente, Energia e Innovazione: “Una cifra importante della quale poco meno di 500 milioni di euro saranno destinati a progetti nel campo della transizione ecologica, della mobilità urbana sostenibile e dell’energia, temi oggi più che mai cruciali alla luce dei cambiamenti climatici in atto e della crisi energetica con la quale ci stiamo confrontando. Fondi che ci permetteranno di scaricare a terra altri progetti, in aggiunta a quelli presentati a valere sul Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e che ci consentiranno di proseguire sulla strada della transizione ecologica. Vogliamo costruire un nuovo Piemonte più sostenibile e più digitale con l’obiettivo di far crescere l’economia della nostra regione”.
 

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.  

“Io non rischio”: il 15 e il 16 ottobre oltre 200 volontari in 17 Comuni del Piemonte per la campagna nazionale sulle buone pratiche di Protezione civile

Diffondere la cultura della prevenzione e la conoscenza delle buone pratiche di protezione civile accrescendo al contempo la consapevolezza dei rischi naturali presenti sul nostro territorio. Questi gli obiettivi di “Io non rischio”, la Campagna di comunicazione nazionale che torna, sabato 15 e domenica 16 ottobre, nelle piazze del Piemonte.

Una due-giorni che vedrà l’impegno dei volontari di Protezione civile, formati con corsi ad hoc, al fianco delle istituzioni e del mondo della ricerca scientifica, nei punti informativi “Io non rischio”, per sensibilizzare i cittadini sul rischio sismico e sul rischio alluvione. Fondamentale per la Campagna è il ruolo attivo dei cittadini che potranno informarsi e confrontarsi nelle piazze, fisiche e digitali dove, con l’ausilio di contenuti interattivi e dirette streaming sui social media, si forniranno spunti e approfondimenti sui rischi e sui comportamenti utili da adottare per proteggere se stessi e l’ambiente in cui si vive.

“Abbiamo imparato in questa estate – dichiara l’assessore alla Protezione Civile della Regione Piemonte, Marco Gabusi - quanto sia importante la risorsa idrica. Profonda è invece l’esperienza degli eventi alluvionali che, purtroppo, continuano ad affliggere il nostro Paese. Raggiungere un elevato grado di consapevolezza del rischio da parte di tutti i cittadini è fondamentale. Più riusciremo a diffondere la conoscenza e le buone pratiche, più le nostre comunità saranno in grado di prevenire ed affrontare i rischi a cui siamo inevitabilmente sottoposti. Ringrazio, a nome mio e del presidente Alberto Cirio, tutti coloro che ogni giorno prestano il loro servizio per il nostro Piemonte”.

A livello nazionale “Io non rischio” si svolgerà in circa 600 Comuni e vedrà l’impegno di 8400 volontarie e volontari appartenenti a oltre 770 realtà associative, tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni locali di tutte le regioni d’Italia. Il 15 e 16 ottobre in Piemonte saranno oltre 200 i volontari presenti in 17 comuni e in 25 piazze di 6 province.

“Io non rischio” è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze), Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), Reluis (Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica), Fondazione Cima (Centro Internazionale in Monitoraggio Ambientale), Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani.

Sul sito ufficiale www.iononrischio.it e sui profili social della campagna (Facebook, Twitter e Instagram) è possibile consultare materiali informativi, reperire informazioni utili e aggiornamenti sugli appuntamenti in programma.

Gli eventi in Piemonte potranno essere seguiti sui canali social della Regione (Twitter: @protcivpie; @piemonteinforma e @regionepiemonte. Facebook @regionepiemonte; @urp.regionepiemonte)

In allegato, l’elenco delle piazze, fisiche e virtuali attive in Piemonte.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte. 

Qualità dell’aria, le misure messe in campo da Regione Piemonte

Mobilità, pubblica e privata, agricoltura e riscaldamento: sono queste le tre direttrici sulle quali è declinata l’azione della Regione Piemonte per il miglioramento della qualità dell’aria. Sul fronte della mobilità, in particolare, sono stati attivati, e sono tutt’ora in corso, bandi per 150 milioni di euro; nello specifico si tratta di 143 milioni di euro per il programma di rinnovo del parco veicoli del trasporto pubblico locale su gomma, in collaborazione con i Trasporti, e 7 milioni di euro di incentivi per il rinnovo delle flotte aziendali. Nel capitolo mobilità rientrano poi anche 3 milioni di euro per il progetto di ampliamento delle aree a limitazione del traffico, per motivi ambientali, che ha registrato la manifestazione di interesse di 19 Comuni, che hanno portato all’individuazione di 12 progetti in linea con le finalità ambientali.

Per la mobilità pubblica è inoltre prevista, entro il 2022, la riapertura del bando dedicato agli incentivi per gli abbonamenti al trasporto pubblico locale, misura che conta su una disponibilità finanziaria di 3 milioni e 600mila euro, cui si aggiungono altri 3 milioni e 300mila euro per il bando relativo al programma di interventi per l’adattamento degli ambiti urbani a nuove forme di mobilità sostenibile. Ingente poi – 40 milioni di euro – la dotazione sul POR FESR 21-27 per promuovere la mobilità ciclistica con un bando che vedrà l’avvio entro il 2023.

Sul capitolo “agricoltura” gli incentivi ammontano a 64 milioni di euro destinati agli allevamenti zootecnici per l’introduzione di sistemi di allontanamento rapido delle deiezioni dalle strutture di stabulazione, per la realizzazione di coperture, fisse o mobili, sulle strutture di stoccaggio dei reflui zootecnici e dei digestati e per l’utilizzo delle migliori tecniche per la loro distribuzione in campo.
Sul fronte del riscaldamento è tutt’ora attivo – chiuderà il 1° settembre del 2023 - il bando destinato ai cittadini piemontesi, per la rottamazione di vecchi generatori a biomassa legnosa (stufe e caldaie) di potenza inferiore a 35 Kwt, e l’acquisto di nuovi generatori certificati e innovativi. Il bando ha una copertura finanziaria di 8 milioni e 961mila euro.

“Si tratta di misure importanti – afferma l’assessore regionale all’Ambiente, Matteo Marnati – non solo sotto l’aspetto del miglioramento della qualità dell’aria ma anche per impiegare tecnologie molto più efficienti sotto il profilo energetico che permettono un deciso risparmio economico”. A margine, proprio sul bando attivo per la rottamazione dei generatori a biomassa legnosa, una puntualizzazione: “Chi possiede una stufa o una caldaia a biomassa senza avere un sistema alternativo di riscaldamento – sottolinea l’assessore - può utilizzare biomassa e pellet senza alcuna restrizione. Analogamente tutte le attività commerciali e artigianali che utilizzano la biomassa per scopi produttivi, come ad esempio le pizzerie che hanno forni a legna, non hanno alcuna restrizione e non rischiano alcuna sanzione”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.   

Simulazione di alluvione con frane a Romagnano Sesia e Ceva

Successo dell'esercitazione post evento della Protezione Civile, andata in scena l’11 ottobre a Romagnano Sesia (No) e Ceva (Cn), in costante contatto con la Sala Operativa della Regione Piemonte, in corso Marche a Torino.

Nell'area di via Monte Bianco, presso il campo sportivo, e via Incastrone, vicino alle Cave, a Romagnano Sesia e nella zona di via dei Cameroni a Ceva sono state simulate situazioni di emergenza per alluvione e frane, con rilievi degli effetti al suolo svolti da squadre a terra e da droni e mezzi aerei (un elicottero ed un Cessna 172). Impegnati 185 volontari, 50 tecnici di Regione Piemonte ed Arpa e 5 del Csi Piemonte. Hanno partecipato all'esercitazione l'Associazione Nazionale Carabinieri, il Coordinamento Regionale del volontariato di Protezione Civile nelle sue articolazioni provinciali e la Croce Rossa. L'evento, nell'ambito delle attività che la Direzione regionale Opere Pubbliche svolge a fronte degli eventi alluvionali, ha fatto parte del programma della "Settimana della Protezione Civile" che si concluderà sabato 15 e domenica 16 ottobre, con “Io non rischio – Buone pratiche di protezione civile”, campagna di comunicazione nazionale sui rischi naturali.

Si tratta di un'ulteriore verifica del lavoro di regolamentazione delle attività post evento condotto nel 2021 dai settori Geologico, Difesa del Suolo e Protezione civile della Regione Piemonte, in condivisione con i settori tecnici.

Soddisfatto l'assessore regionale alla Protezione Civile, Marco Gabusi: “I momenti di esercitazione e formazione sono fondamentali. Insieme con il cuore dei volontari fanno eccellere la nostra protezione civile in tutta Italia, Ringrazio tutti i volontari ed i tecnici che si sono impegnati oggi per l'ottima riuscita dell'esercitazione”.

A Romagnano Sesia e Ceva si sono reperite immagini satellitari tramite il programma Copernicus della Ue (per l'osservazione della Terra ed il monitoraggio del pianeta, con servizi di informazione fondati sull'osservazione satellitare), oltre a queste attività: la raccolta di informazioni sui danni e gli interventi da attuare, con il sistema web-gis Emeter (il servizio di gestione emergenze e territorio che favorisce lo scambio di informazioni e migliora il coordinamento conoscitivo ed operativo tra le istituzioni locali in materia di salvaguardia e tutela del territorio); lo scambio di informazioni tra squadre in campo e Sale Operative con il sistema Chatbot (basato sull’applicazione Telegram per la comunicazione tra squadre che operano sul campo e sale operative. Lo strumento, utilizzabile con smartphone, consente l’invio di messaggi, report, foto e video) e la raccolta dei dati sui processi e gli effetti alluvionali con il sistema web-gis Arpa (per la raccolta, l’archiviazione, l’elaborazione e la rappresentazione delle informazioni sul dissesto rilevate in campo).

Tutto è cominciato nella mattinata dell’11 ottobre da uno scenario fittizio, ispirato agli eventi alluvionali del novembre 2016 e ottobre 2020, predisposti allo scopo di fornire un contesto alluvionale realistico, per simulare lo svolgimento delle attività post evento. In volo, per i rilievi dall'alto, si sono levati un elicottero dell'Associazione Sat, Sorveglianza Aerea Territoriale, ed un areo Cessna 172 dell'Associazione I Falchi di Daffi, oltre a molti droni. I partecipanti all'esercitazione non conoscevano nel dettaglio il programma della giornata ed hanno svolto le attività loro assegnate seguendo le indicazioni fornite ora dopo ora dagli organizzatori, superando ogni ostacolo.

Gli operatori si sono tenuti in contatto con strumenti ordinari (telefono, mail, WhatsApp), con il sistema radio EmerComNet e con il ChatBot (strumento di comunicazione realizzato nell’ambito del progetto Europeo Faster).

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.     

ATTI DELLO STATO  

Decreto del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili 23 agosto 2022

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 239 del 12.10.2022, il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili 23 agosto 2022:

Disposizioni per lo sviluppo della mobilità in bicicletta e la realizzazione della rete nazionale di percorribilità ciclistica.

Decreto del Ministero della Transizione ecologica 4 agosto 2022

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 239 del 12.10.2022, il Decreto del Ministero della Transizione ecologica 4 agosto 2022:

Piano d'azione per la riqualificazione dei siti orfani in attuazione della misura Missione 2, Componente 4, Investimento 3.4, del PNRR.

Comunicato della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 238 del 11.10.2022, il Comunicato della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie:

Individuazione dei comuni beneficiari del “Fondo nazionale integrativo per i comuni montani”.

Comunicato del Ministero dell’Interno

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 237 del 10.10.2022, il Comunicato del Ministero dell’Interno:

Riparto, in favore dei comuni, del fondo destinato a interventi di sanificazione dei locali sedi di seggio elettorale, in occasione delle consultazioni elettorali e referendarie dell'anno 2022. 

ORDINANZE COMMISSARIALI

Ordinanza commissariale n. 18 /A18.000/710 in data 23/09/2022

E’ stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 2 al Bollettino Ufficiale n. 41 del 13 ottobre 2022 l’Ordinanza commissariale n. 18 /A18.000/710 in data 23/09/2022

Interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei giorni 2 e 3 ottobre 2020 nel territorio delle province di Biella, di Cuneo, di Novara, di Verbano-Cusio-Ossola, di Vercelli, della Città Metropolitana di Torino e dei comuni di Balzola, di Bozzole, di Casale Monferrato, di Frassineto Po, di Valmacca e di Villanova Monferrato in provincia di Alessandria. Approvazione contributi per autonoma sistemazione a seguito della proroga dello stato di emergenza, art. 2 O.C.D.P.C. n. 710/2020.

Ordinanza commissariale n. 19/A18.00A/710 in data 5/10/2022

E’ stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 2 al Bollettino Ufficiale n. 41 del 13 ottobre 2022 l’Ordinanza commissariale n. 19/A18.00A/710 in data 5/10/2022

Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei giorni 2 e 3 ottobre 2020 nel territorio della provincia di Biella, di Cuneo, di Novara, di Verbano-Cusio-Ossola e di Vercelli nella Regione Piemonte e della provincia di Imperia nella Regione Liguria e della successiva estensione al territorio della Città Metropolitana di Torino e dei comuni di Balzola, di Bozzole, di Casale Monferrato, di Frassineto Po, di Valmacca e di Villanova Monferrato (AL). Proroga scadenze interventi di cui alle OO.CC. nn. 3/A18.000/710/2021, 6/A18.000/710/2021, 8/A18.000/710/2021 e 10/710/2022. 

 PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE 

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un mero strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip.

Adozione della Carta delle Forme associative del Piemonte - Dodicesimo stralcio 

La Giunta Regionale, con D.G.R. 30 Settembre 2022, n. 3-5690, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 41 del 13 ottobre 2022, ha adottato la Carta delle Forme associative del Piemonte – dodicesimo stralcio, nella quale sono inserite le 93 Unioni, di cui 54 Unioni montane e 39 Unioni di Comuni, di cui all’Allegato C al provvedimento quale parte integrante e sostanziale, stabilendo che allo stato attuale, esso costituisce la Carta delle Forme associative del Piemonte, da aggiornarsi, ai sensi del comma 9 del suddetto articolo 9, con cadenza almeno triennale.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della Montagna, Foreste, Parchi, Enti locali, della Regione Piemonte.

Bando per l'attuazione degli interventi nei plessi scolastici montani per l'a.s. 2022/2023. Approvazione degli esiti istruttori e ammissione a finanziamento delle iniziative presentate dalle Unioni montane

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. 5 ottobre 2022, n. 525, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 41 del 13 ottobre 2022, ha approvato, ai sensi della D.G.R. n. 3-5164 del 14 giugno 2022, gli esiti istruttori e gli importi spettanti a ciascuna Unione montana, come definiti nel verbale istruttorio del 19 settembre 2022, predisposto dai funzionari incaricati del Settore Sviluppo della montagna, sottoscritto dalla Responsabile del Settore Sviluppo della Montagna e conservato agli atti.

Gli importi sono riassunti nelle tabelle allegate alla presente determinazione per farne parte integrante e sostanziale.

Concessione contributi a favore di Comuni e Province per interventi conseguenti a calamità naturali ex Legge regionale 38/78 – overbooking. Proroga del termine per la trasmissione della determina di affidamento dei lavori

La Direzione Opere pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Trasporti e Logistica, con D.D. 30 settembre 2022, n. 2988, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 41 del 13 ottobre 2022, ha prorogato la data per l’affidamento dei lavori del 16/07/2022, prevista nella D.D. n. 3359/2021, al 16 Novembre 2022.

"Norme in materia di sicurezza nella pratica degli sport montani invernali ed estivi e disciplina dell’attività di volo in zone di montagna". Proroga del termine per la presentazione delle domande di contributo a sostegno di investimenti relativi alla riqualificazione, alla sostenibilità ambientale ed energetica, al potenziamento ed alla valorizzazione del patrimonio impiantistico, delle aree sciabili e dell’offerta turistica

La Direzione Coordinamento politiche e fondi europei – Turismo e Sport, con D.D. 30 settembre 2022, n. 252, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 41 del 13 ottobre 2022,  ha disposto la proroga dei termini per la presentazione delle domande di contributo a favore di soggetti pubblici e privati, ai sensi della D.G.R. n. 7 – 44 del 05.07.2019 e s.m.i., per le spese di categoria B di cui all'art. 43 della L.R. n. 2/09 s.m.i., in attuazione della D.G.R. n. 31 – 5342 del 8.7.2022, a valere sul Bando “Sistema Neve B1 - Interventi sugli impianti di risalita”, fissando il nuovo termine alle ore 12.00 del giorno mercoledì 12 ottobre 2022.

SCADENZE UTILI 

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.

Scadenze del mese di OTTOBRE (n. 3 provvedimenti segnalati)

1) Approvazione dei bandi per l'accesso ai finanziamenti destinati al sostegno di interventi regionali attuativi nell'ambito del Piano Operativo di cui al ''Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017-2020''.

La Direzione Sanità e Welfare, con D.D. 26 luglio 2022, n. 1384, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 31 del 4 agosto 2022, ha approvato il Bando per l’accesso ai finanziamenti destinati al sostegno di interventi regionali attuativi nell’ambito del Piano Operativo di cui al “Piano Strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017-2020 nell’ambito del DPCM del 16.11.2021, di cui all’Allegato 1). Sono approvati altresì i seguenti modelli per la richiesta di finanziamento:

Modello di istanza contributo per la realizzazione dell’azione 1) interventi per il sostegno abitativo e il reinserimento lavorativo e più in generale per l’accompagnamento nei percorsi di fuoriuscita dalla violenza (Allegato 2); Modello di istanza contributo per la realizzazione dell’azione 2) progetti rivolti a donne minorenni italiane ed anche straniere di seconda generazione vittime di violenza, nonché a minori vittime di violenza assistita (Allegato 3); Modello di istanza contributo per la realizzazione dell’azione 3) azioni di informazione, comunicazione e formazione (Allegato 4); Modello di istanza contributo per la realizzazione dell’azione 4) programmi rivolti agli uomini maltrattanti, anche a seguito dell’emanazione di apposite linee guida nazionali (Allegato 5); Modello di scheda informativa sul trattamento dei dati personali (Allegato 6);
Sono fissate le date specificate nell’Allegato 1 per la presentazione delle rispettive istanze di contributo, secondo le modalità ivi previste.

 

 

2) "Norme in materia di sicurezza nella pratica degli sport montani invernali ed estivi e disciplina dell’attività di volo in zone di montagna". Proroga del termine per la presentazione delle domande di contributo a sostegno di investimenti relativi alla riqualificazione, alla sostenibilità ambientale ed energetica, al potenziamento ed alla valorizzazione del patrimonio impiantistico, delle aree sciabili e dell’offerta turistica.

La Direzione Coordinamento politiche e fondi europei – Turismo e Sport, con D.D. 30 settembre 2022, n. 252, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 41 del 13 ottobre 2022, ha disposto la proroga dei termini per la presentazione delle domande di contributo a favore di soggetti pubblici e privati, ai sensi della D.G.R. n. 7 – 44 del 05.07.2019 e s.m.i., per le spese di categoria B di cui all'art. 43 della L.R. n. 2/09 s.m.i., in attuazione della D.G.R. n. 31 – 5342 del 8.7.2022, a valere sul Bando “Sistema Neve B1 - Interventi sugli impianti di risalita”, fissando il nuovo termine alle ore 12.00 del giorno mercoledì 12 ottobre 2022.
 


3) Disposizioni sul termine del procedimento di cui all'art. 2, co. 8, dell'Allegato alla D.G.R. n. 5-3618 del 30 luglio 2021, a valere sul bando di cui alla D.D. n. 502/A1614A/2021 del 3 agosto 2021. Modifica del termine per l'acquisizione a sistema del verbale della Commissione consultiva comunale per l'agricoltura e le foreste di cui alla l.r. 63/78, in attuazione della D.G.R. n. 52 - 5627 del 12 settembre 2022.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. 12 settembre 2022, n. 484, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 37 del 15.9.2022,  ha modificato, in attuazione della D.G.R. n. 52 - 5627 del 12 settembre 2022, il terzo capoverso del paragrafo 7 “Istruttoria e procedure di controllo del rispetto degli impegni” dell’“Avviso per la presentazione telematica delle domande di indennità per la conservazione del patrimonio tartufigeno regionale”, approvato con D.D. n. 502/A1614A/2021 del 3 agosto 2021, come da ultimo modificata con D.D. n. 317/A1614A/2022 del 30 giugno 2022, come di seguito esplicitato:

“Acquisito il verbale della Commissione, il Comune, entro 90 giorni dal termine per la presentazione delle domande stabilito nel bando, lo inserisce a sistema insieme al numero delle piante tartufigene riconosciute per ciascuna particella o appezzamento”.

Il termine per l’acquisizione a sistema del verbale della Commissione consultiva comunale per l’agricoltura e le foreste di cui all’articolo 8 della legge regionale 12 ottobre 1978, n. 63 insieme al numero delle piante tartufigene riconosciute per ciascuna particella o appezzamento trova pertanto scadenza in data 13 ottobre 2022.

Scadenze del mese di NOVEMBRE (n. 3 provvedimenti segnalati)

1) Bando per la concessione di contributi per l'anno 2022 alle Unioni Montane per servizi di consulenza tecnica finalizzata alla pianificazione dell'attività delle commissioni locali valanghe.

La Direzione Opere pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Trasporti e logistica, con D.D. 4 Agosto 2022, n. 2419 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 32 dell’11 luglio 2022,  ha approvato il “Bando per la concessione di contributi per l’anno 2022 alle Unioni Montane per servizi di consulenza tecnica finalizzata alla pianificazione dell’attività delle commissioni locali valanghe”, concedendo, per la presentazione della domanda e della relativa documentazione, 90 giorni decorrenti dalla data di pubblicazione della presente determinazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte.

 

2) Concessione contributi a favore di Comuni e Province per interventi conseguenti a calamità naturali ex Legge regionale 38/78 – overbooking. Proroga del termine per la trasmissione della determina di affidamento dei lavori.

La Direzione Opere pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Trasporti e Logistica, con D.D. 30 settembre 2022, n. 2988, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 41 del 13 ottobre 2022, ha prorogato la data per l’affidamento dei lavori del 16/07/2022, prevista nella D.D. n. 3359/2021, al 16 Novembre 2022.
 

3) Istituzione della misura per la concessione di contributi per lo sviluppo ed il mantenimento delle botteghe dei servizi - Approvazione Bando.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. 28 luglio 2022, n. 386, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 31 del 4 agosto 2022, ha approvato, quale allegato A alla presente Determinazione Dirigenziale per farne parte integrante e sostanziale, il Bando relativo alla “Misura per la concessione di contributi per lo sviluppo ed il mantenimento delle botteghe dei servizi”, stabilendo che le istanze di contributo potranno essere presentate a partire dalle ore 09.00 del 30 settembre 2022 e fino alle ore 12.00 del 15 novembre 2022.

Scadenze del mese di DICEMBRE (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Disposizioni per il sostegno a favore dei Comuni piemontesi per la digitalizzazione delle pratiche edilizie, anno 2022.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. 12 settembre 2022, n. 5602, ha confermato, ai sensi del Regolamento 8/R/2018, per l’anno 2022, il sostegno all’attivazione e alle spese di gestione del servizio MUDE Piemonte a favore dei Comuni piemontesi che ne usufruiscono o che ne facciano richiesta entro il 31 dicembre 2022 con le modalità operative che saranno rese note mediante apposito comunicato sulla pagina web del MUDE Piemonte (http://www.mude.piemonte.it), destinando l’importo massimo di € 39.834,86 e stabilendo che per le nuove attivazioni si ricorra alla procedura “a sportello” ai sensi del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 123 “Disposizioni per la razionalizzazione degli interventi di sostegno pubblico alle imprese, a norma dell'articolo 4, comma 4, lettera c), della legge 15 marzo 1997, n. 59” (articolo 5).

 

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it