Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 34 del 30 settembre 2021

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Viguzzolo (AL). La Pieve.

Questa settimana in copertina*: Viguzzolo (AL). La Pieve.

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte.

IN PRIMO PIANO  

VTM: a Torino la Conferenza di avvicinamento all’edizione 2022. Enti locali e sponsor a confronto su guida autonoma, connettività, mobilità intelligente e sostenibile, testing, elettrificazione dei veicoli. batterie, idrogeno, sistemi di propulsione innovativi

Sono stati numerosi e di grande interesse gli argomenti trattati durante la giornata di avvicinamento all’edizione 2022 di VTM Torino – Vehicle & Transportation Technology Innovation Meetings (30-31 marzo), business convention che riunisce la comunità industriale della mobilità: produttori di veicoli, fornitori di componenti, istituzioni, società di ingegneria e fornitori di servizi.

L’evento, tenutosi presso il Centro Internazionale di Formazione dell'ILO, é stato sostenuto da Regione Piemonte e Camera di commercio di Torino ed organizzato dalla società internazionale specializzata ABE – advanced business events in collaborazione con Ceipiemonte.

Ad aprire i lavori i saluti dell’assessore all’Internazionalizzazione della Regione Piemonte, secondo il quale il Piemonte ha radicata nel suo Dna la storia dell’automotive ma ora per continuare a produrre e a creare lavoro occorre affrontare il mercato con competitività, intuito e voglia di fare rete. E VTM è un segnale di partenza vera che mira a guardare a quelli che saranno i prossimi sette anni anche grazie alla programmazione dei fondi europei.

Sono poi intervenuti i presidenti della Camera di commercio di Torino, che ha affermato che in un momento in cui questo settore attraversa un cambiamento epocale è ancor più importante che sia proprio Torino il luogo in cui si discute e si progetta l’auto di domani, di Confindustria Piemonte, che si è soffermato sul fatto che oggi si può costruire una nuova fase produttiva dove guida autonoma, intelligenza artificiale e manifattura 4.0 si integrano per una ripartenza che si basa su competenza, responsabilità e coraggio, e di Ceipiemonte, che ha ricordato come il suo ente affianca le imprese del territorio e le accompagna nel percorso di crescita all’estero proponendo ai committenti di tutto il mondo la filiera completa grazie al progetto “Automotive & Transportation” promosso dalla Regione.
Successivamente, la comunità internazionale della mobilità e dei trasporti terrestri si è confrontata sulle tematiche industriali di maggiore interesse, come la guida autonoma, la connettività, la mobilità intelligente, il testing, l’elettrificazione dei veicoli, le batterie, l’idrogeno, i sistemi di propulsione sostenibili e innovativi. In particolare, sono stati approfondite le sfide e le opportunità riguardanti i veicoli elettrici, ibridi e a idrogeno, la connettività, la sicurezza informatica, la micromobilità, la produzione avanzata. Tra i temi affrontati anche le opportunità commerciali e di sviluppo per le industrie locali che possono derivare dalle trasformazioni in corso nella mobilità e nei trasporti.

Tra i relatori amministratori e manager di Intesa Sanpaolo (sponsor principale), Stellantis (industrial partner dell’evento), di importanti aziende internazionali come Accenture, AVL, Blue Engineering, Continental Engineering Services, CSI, DACA-I, FEV, Keysight Technologies, Punch, Sabelt, Thales Alenia Space e Vishay Intertechnology.

Partner tecnici dell’evento sono Anfia, Politecnico di Torino, Università di Torino e Università del Piemonte orientale, mentre API, Confindustria Piemonte, Amma e Unione Industriale di Torino sono i partner locali.

A caratterizzare l’avvicinamento a VTM 2022 sarà anche la conferenza sulla “Advanced and Urban Air Mobility”, la nuova frontiera del trasporto urbano nella quale si confronteranno aziende operanti nel settore automotive e aerospaziale il 2 dicembre prossimo nell’ambito di Torino Aerospace & Defense Meetings.

IL SETTORE AUTOMOTIVE E TRASPORTI IN PIEMONTE
Il Piemonte e il suo capoluogo Torino sono il cuore pulsante nell’industria automotive e dei trasporti italiana e della tecnologia europea per l’auto e la mobilità. Qui sono presenti key player nazionali e internazionali, una catena di fornitura completa e competitiva, centri di ricerca e sviluppo e una rete di istituzioni, centri di ricerca e sviluppo, laboratori, incubatori di imprese e università di prim'ordine, tra cui un'accademia di ingegneria di fama mondiale. Insieme sviluppano e perfezionano sistemi e processi produttivi innovativi per migliorare l'efficienza dei trasporti e contribuiscono contribuisce fortemente al posizionamento della regione tra i maggiori cluster, non solo in Europa, ma a livello globale.

La produzione automobilistica e dei trasporti piemontese vanta l'intera filiera dalle fasi iniziali ai prodotti finali, dal concept del veicolo fino alla sua produzione: progettazione, prototipazione, styling, robotica e automazione, componenti e produzione di massa, industrializzazione del prodotto e test di guida. La catena di fornitura offre anche forti competenze nel campo dell’architettura elettrica ed elettronica, inclusi i sistemi di conversione energetica, i sistemi di comunicazione real time, i sistemi avanzati di interfaccia uomo-macchina e per il controllo da remoto. Inoltre, il ruolo dell'industria meccanica, della R&S e del design è strategico a tutti i livelli. La forte leadership del Piemonte nella robotica e nella meccatronica ha favorito l'innovazione, l'automazione e l'efficienza dei costi lungo l'intera catena di fornitura anche mediante l'adozione diffusa di processi di fusione per materiali leggeri e di nuove tecnologie come l'additive manufacturing (stampa 3D).

Tradizionalmente il Piemonte è la culla della componentistica automotive italiana ed è la regione che registra circa il 45% dei ricavi del settore automotive nazionale (Fonte: "Automotive Industry 2020" di ITA - Italian Trade Agency).

Alcuni dati sulla componentistica in Piemonte
Fonte: Osservatorio sulla componentistica automotive italiana 2020 realizzata dalla Camera di commercio di Torino, da ANFIA e dal Center for Automotive and Mobility Innovation (CAMI) del Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari Venezia.
736 imprese piemontesi il 33,5% delle imprese italiane di componentistica
18,6 miliardi di euro di fatturato, il 38% del fatturato italiano
60.300 addetti, il 37% degli addetti italiani.

Le nuove sfide del settore in Piemonte
In Piemonte le aziende stanno sviluppando tecnologie e soluzioni sempre più distintive nei campi dell'elettrificazione, della connettività, della guida autonoma, della mobilità sostenibile e condivisa, dei Big Data e dei software-defined vehicles, proiettando l'intero territorio verso nuove sfide e nuovi mercati. In Piemonte è possibile trovare tutto il know-how per lo sviluppo, l'integrazione e la produzione di veicoli elettrici e tutte le soluzioni e i servizi per la mobilità elettrica completa, compresi lo stoccaggio e la distribuzione dell'energia. Inoltre, le imprese piemontesi stanno lavorando a nuovi e innovativi concept di mobilità intelligente che integrano veicoli e infrastrutture attraverso l'applicazione di tecnologie digitali avanzate.

N.B. Il presente comunicato è mancante di virgolettati e nomi degli amministratori regionali secondo quanto disposto dall’art.9 c.1 della legge 22 febbraio 2000 n.28 in tema di par condicio nei periodi pre-elettorali
 

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

 ATTI DELLO STATO   

Decreto del Ministero dell’Interno 1° settembre 2021

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 230 del 25.9.2021 il Decreto del Ministero dell’Interno 1° settembre 2021:

Criteri generali per il controllo e la manutenzione degli impianti, attrezzature ed altri sistemi di sicurezza antincendio, ai sensi dell'articolo 46, comma 3, lettera a), punto 3, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.

Comunicato del Ministero della Transizione ecologica

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 231 del 27.9.2021 il Comunicato del Ministero della Transizione ecologica:

Approvazione della graduatoria relativa al bando per la progettazione degli interventi di rimozione dell'amianto dagli edifici pubblici sulla base delle richieste di integrazione presentate (annualità 2017). 

Comunicato dell’Istituto Nazionale di Statistica

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 229 del 24.9.2021 il Comunicato dell’Istituto Nazionale di Statistica:

Indici dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, relativi al mese di agosto, che si pubblicano ai sensi dell'art. 81 della legge 27 luglio 1978, n. 392 (Disciplina delle locazioni di immobili urbani), ed ai sensi dell'art. 54 della legge del 27 dicembre 1997, n. 449 (Misure per la stabilizzazione della finanza pubblica). 

 PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE 

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un puro strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip.

Atto di indirizzo, per l'anno 2021, per l'impiego temporaneo e straordinario di soggetti disoccupati e sottoposti a misure restrittive della libertà personale, in cantieri di lavoro

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 4-3814 del 24 Settembre 2021, ha approvato l’atto di indirizzo, per l’anno 2021, al fine di uniformare su tutto il territorio regionale le modalità di realizzazione dei cantieri di lavoro, di cui all’articolo 32 della legge regionale 34/2008, per i soggetti di cui all'articolo 29, comma 1, lettera a) e b) della medesima legge regionale, di cui all’allegato alla presente deliberazione, quale parte integrante e sostanziale, destinando risorse finanziarie per euro 1.557.823,38 di cui euro 1.157.823,38 per i disoccupati ed euro 400.000,00 per soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà personale.
Per l’anno 2021, i progetti riguardanti i cantieri di lavoro a favore dei soggetti di cui all’articolo 29, comma 1, lettere a) e b) della legge regionale 34/2008, sono finalizzati allo svolgimento di attività di interesse pubblico negli ambiti individuati al punto 2.1.2 dell’atto di indirizzo, parte integrante e sostanziale del presente atto.
I suddetti progetti si pongono come strumento di work fare, per cui la prestazione economica erogata è collegata allo svolgimento di un’attività lavorativa; sono finalizzati al rinforzo dell’occupabilità dei soggetti coinvolti, anche attraverso percorsi integrati comprensivi di servizi al lavoro, volti ad aiutare e sostenere i beneficiari nello sviluppo di capacità e competenze utili al loro reinserimento sociale e lavorativo, altre azioni di accompagnamento al lavoro e di incontro domanda/offerta di lavoro, nel rispetto degli standard dei servizi al lavoro regionali, così come previsto dalla citata D.G.R. n. 66-3576 del 19.03.2012; possono essere integrati con azioni aggiuntive di formazione finalizzate all’attività di cantiere, che siano anche professionalizzanti e spendibili sul mercato del lavoro successivamente la fine del cantiere; devono garantire che la quantificazione del costo dei servizi al lavoro e delle attività formative previsti non debba prevedere l’utilizzo di parametri superiori alle Unità di Costo Standard (UCS) stabilite con la Determinazione 629 del 12.11.2009 “Approvazione e adozione dei parametri dei costi ammissibili ad un contributo del Fondo Sociale Europeo (art. 11.3 lett. b) (i) (ii) del Reg. CE n. 1081/2006 modificato dal Reg. (CE) 396/2009)”.
Per l’anno 2021, l’entità dell’indennità giornaliera da erogare ai soggetti di cui all’articolo 29 comma 1, lettere a) e b) inseriti nei cantieri di lavoro è pari a 35,17 euro per 7 ore giornaliere, poiché detta indennità non ha subito incrementi, pertanto rimane invariata in base alla media annua 2020 dell’inflazione rilevata dall’ISTAT.
Non possono essere inseriti nei cantieri di lavoro i soggetti che percepiscono, negli anni di riferimento, sussidi al reddito regionali nell’ambito delle politiche del lavoro, indennità a tutela dello stato di disoccupazione e/o emolumenti percepiti a titolo di ammortizzatori sociali, in quanto tali forme di sussidio non devono essere sommati alla suddetta indennità.
E’ assunto come parametro di riparto delle suddette risorse gli ambiti territoriali, di cui alla legge regionale 23/2015, definiti dalle Province di Alessandria - Asti, Biella - Novara - Verbano Cusio Ossola - Vercelli, Cuneo e Città Metropolitana di Torino ed è disposto che le risorse siano proporzionalmente distribuite per i disoccupati, di cui alla lettera a) del suddetto articolo 29, sulla base delle rispettive situazioni di disoccupazione corrispondenti al relativo ambito territoriale, mentre per i soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà personale, dal numero dei soggetti detenuti nelle case circondariali del Piemonte ed ammessi a esecuzione penale esterna, sulla base dei numeri forniti dal Dipartimento Amministrazione Penitenziaria, stabilendo che qualora dalle somme attribuite ad uno dei suddetti ambiti territoriali risultassero risorse disponibili, queste possono essere ripartite tra gli altri ambiti nel rispetto dei criteri di cui sopra.
E’ demandata alla Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro, l’adozione degli atti e dei provvedimenti amministrativi necessari per l’attuazione della presente deliberazione, ivi compresi l’eventuale compensazione tra le somme ripartite e l’utilizzo delle procedure informatiche preposte alla gestione delle risorse FSE per l’inserimento dei relativi costi sostenuti, ai fini di una maggiore trasparenza e tracciabilità della spesa per l’attivazione dei cantieri di lavoro.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Diritto allo Studio universitario della Regione Piemonte.

Contributo annuale per la gestione degli uffici di informazione e accoglienza turistica (IAT) annualità 2021

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 15-3825 del 24 Settembre 2021, ha destinato la somma di euro 700.000,00 per la concessione dei contributi per l’anno 2021 alle Agenzie di accoglienza e promozione turistica locale (ATL), al fine di garantire la gestione degli uffici di informazione e accoglienza turistica (IAT) da parte delle medesime, in adempimento a quanto previsto dall’art. 19, comma 3 della L.R. n. 14/2016 e s.m.i..

E’ demandata al competente Settore Valorizzazione turistica del territorio della Direzione regionale Coordinamento Politiche e Fondi Europei – Turismo e Sport l’approvazione del riparto e dell’assegnazione dei contributi per l’anno 2021 secondo i criteri approvati con D.G.R. n. 23-6513 del 23.2.2018.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Cultura, Turismo, Commercio della Regione Piemonte.

Disposizioni per la definizione dei comprensori sciistici e per l’individuazione dei Comuni ubicati al loro interno ai fini dell’applicazione delle misure di sostegno ai Comuni ubicati all’interno dei comprensori sciistici connesse all’emergenza da COVID-19

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 22-3802 del 17 Settembre 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 39 del 30 settembre 2021, ha:
1. definito, ai fini dell’applicazione dell’articolo 2, comma 2, del D.L. 41/2021, coordinato con la legge di conversione 21 maggio 2021, n. 69, recante “Misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all'emergenza da COVID-19”, nonché dell’articolo 3 “Incremento delle risorse per il sostegno ai comuni a vocazione montana”, comma 1 del Decreto-legge 25 maggio 2021 n. 73, convertito con modificazioni dalla L. 23 luglio 2021, n. 106, i comprensori sciistici come “I territori costituiti dai Comuni ove è situata la partenza, il passaggio o l’arrivo di almeno un impianto di risalita a fune e/o piste da sci (di discesa, di collegamento e di fondo)”;

2. approvato l’elenco dei Comuni ubicati all’interno dei comprensori sciistici come definiti dal presente provvedimento, di cui all’Allegato A, quale parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

3. rinviato ad un successivo provvedimento della Giunta regionale la definizione dei criteri e delle modalità di assegnazione dei contributi a titolo di ristoro di cui ai sopra richiamati decreti legge, demandando alle Direzioni regionali competenti di effettuare, a tal fine, gli opportuni approfondimenti,  tenendo conto che ulteriori precisazioni ed indicazioni possano essere adottate anche in merito alla delimitazione di porzioni dei Comuni compresi nell’Allegato A, ad esempio in relazione a piste da sci / impianti di risalita non più utilizzati già prima della fase emergenziale del COVID-19 ovvero in funzione della stretta connessione tra i soggetti esercenti attività di impresa di vendita di beni o servizi al pubblico ed i danni e/o le limitazioni economiche subite per effetto della mancata apertura al pubblico degli impianti e delle piste da sci nella stagione sciistica invernale 2020/2021  a causa dell’emergenza sanitaria;

4. demandato alle Direzioni regionali competenti l’adozione degli atti e dei provvedimenti necessari per l’attuazione della presente deliberazione.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Internazionalizzazione, Rapporti con società a partecipazione regionale, Sicurezza, Polizia locale, Immigrazione, Cooperazione decentrata internazionale, Sport, Opere post-olimpiche, Politiche giovanili della Regione Piemonte.

Iniziativa regionale “Giochiamo all’aria aperta” Approvazione dei criteri per il finanziamento di progetti per la realizzazione di parchi gioco diffusi per i minori e le famiglie da parte dei Comuni del territorio regionale piemontese. Annualità 2021 e 2022

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 1-3781 del 17 Settembre 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 39 del 30 settembre 2021, ha approvato i criteri per l’assegnazione dei finanziamenti regionali per l’iniziativa dal  titolo “Giochiamo all’aperto”, indicati nell’Allegato A. 

All’attuazione del presente provvedimento, si farà fronte con le risorse complessivamente pari ad € 250.000,00, la cui copertura finanziaria trova riscontro sui seguenti stanziamenti del bilancio regionale 2021-2023:

  • nello stanziamento di competenza dell’anno 2021 per € 125.000,00 (a titolo di acconto) sul capitolo 153112, missione 12 programma 12.01, 
  • nello stato di previsione della competenza dell’anno 2022 per € 125.000,00 (a titolo di saldo) sul capitolo 153112, missione 12 programma 12.01.

E’  demandata alla Direzione Sanità e Welfare - Settore Politiche per i bambini, le famiglie, minori e giovani, sostegno alle situazioni di fragilità sociale, l’adozione degli atti successivi e conseguenti alla presente deliberazione ai fini dell’attuazione di quanto ivi disposto. 

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Politiche della famiglia, dei bambini e della casa, Sociale, Pari opportunità della Regione Piemonte. 

Ripartizione della quota del tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti da destinare ai comuni ai sensi dell'art. 38, comma 2 bis della legge regionale 10 gennaio 2018 n.1 - anno d'imposta 2020

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 584 del 14 settembre 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 39 del 30 settembre 2021, ha approvato, in attuazione alla deliberazione di Giunta regionale n. 15 - 640 del 06/12/2019 omissis, l’elenco dei comuni aventi diritto alla ripartizione del dieci per cento del tributo speciale per il deposito in discarica di rifiuti versato dai gestori degli impianti nell’anno 2020 e la quota spettante a ciascun comune come dettagliato nell’allegato alla presente determinazione dirigenziale quale parte integrante e sostanziale (Allegato 1), per un importo complessivo di euro 1.174.952,35.

Ha impegnato la spesa di euro 1.070.528,34 sul capitolo 150504 del bilancio di previsione finanziario 2021-2023, annualità 2021 a favore di altri beneficiari plurimi (Piano dei Conti U.1.04.01.02.003), rappresentati dai comuni aventi diritto al trasferimento, la cui transazione elementare è rappresentata nell’appendice A, visto regolarità contabile parte spesa, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

Ha vincolato l’impegno di spesa assunto con il presente provvedimento all’accertamento d’entrata n. 476/2021 capitolo 11315 (gettito derivante dal tributo speciale per il deposito dei rifiuti in discarica) disposto dal Settore Ragioneria.

E’ rinviato a successivi provvedimenti dirigenziali, il completamento di quanto spettante ai suddetti comuni, per un importo di euro 104.424,01, a seguito dell’assegnazione di ulteriori risorse su idonei capitoli di spesa nell'ambito della Missione 09 (Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell'ambiente), Programma 09.03 (Rifiuti), titolo 1 (spese correnti).

E’ rinviata la liquidazione di quanto spettante ai comuni di cui all’allegato 1 ad avvenuto completamento della copertura finanziaria e comunque entro il 31 dicembre 2021 compatibilmente con le disponibilità di cassa della Regione.

SCADENZE UTILI 

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.

Scadenze del mese di SETTEMBRE (n. 7 provvedimenti segnalati)

1) Approvazione dei bandi per l'accesso ai finanziamenti per interventi sul territorio regionale in favore delle donne vittime di violenza sole e/ con figli e figlie, svolti dai Centri antiviolenza e da Case rifugio, per il sostegno alle soluzioni di accoglienza in emergenza e di secondo livello.

La Direzione Sanità e Welfare, con D.D. n. 1161 del 2 agosto 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 31 del 5 agosto 2021, ha approvato il Bando per l’accesso ai finanziamenti destinati al sostegno degli interventi a favore delle donne vittime di violenza e dei loro figli e figlie, Allegato 1), parte integrante e sostanziale della presente determinazione;
Ha approvato quindi i seguenti modelli per la richiesta di finanziamento:
- Modello di istanza contributo per i Centri antiviolenza e le Case rifugio esistenti, Allegato 2), parte integrante e sostanziale della presente determinazione;
- Modello di istanza contributo per i posti di accoglienza in emergenza di primo livello, Allegato 3), parte integrante e sostanziale della presente determinazione;
- Modello di istanza contributo per le soluzioni di accoglienza di secondo livello, Allegato 4), parte integrante e sostanziale della presente determinazione;
- modello di scheda informativa sul trattamento dei dati personali di cui all’Allegato 5), parte integrante e sostanziale della presente determinazione;

Sono fissate le scadenze specificate nell’Allegato 1 per la presentazione delle istanze di contributo, secondo le modalità ivi previste.
 

 

2) Adempimenti relativi alla corresponsione della quota minima per il riconoscimento della condizione di morosità incolpevole degli assegnatari di edilizia sociale per l’anno 2020. Misure straordinarie conseguenti all’emergenza epidemiologica da Covid-19. Modifica D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020.

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 2-3061 del 9 aprile 2021, ha deliberato, in via straordinaria, in merito agli adempimenti relativi alla corresponsione della quota minima per il riconoscimento della condizione di morosità incolpevole degli assegnatari di edilizia sociale per l’anno 2020, anche a parziale modifica di quanto stabilito dalla D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020, stante il perdurare delle limitazioni e difficoltà evidenziate in premessa, conseguenti all’emergenza epidemiologica presente in Italia e nella Regione Piemonte:
1) di prorogare al 30 settembre 2021 il termine entro il quale gli assegnatari degli alloggi di edilizia sociale possono procedere al versamento della quota minima stabilita con D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020, ai fini del riconoscimento della condizione di morosità incolpevole, in deroga eccezionale al diverso termine di cui all’articolo 7 del Regolamento regionale n. 14/R del 4 ottobre 2011, per l’anno 2020 e alla presentazione agli enti gestori della relativa documentazione, ai sensi dell’articolo 2 del Regolamento regionale n. 15/R del 4 ottobre 2011;
2) di consentire agli enti gestori di comunicare alla Struttura regionale competente l’ammontare della morosità incolpevole maturata dai rispettivi assegnatari entro il termine del 29 ottobre 2021, in deroga eccezionale al diverso termine previsto dall’articolo 3, comma 2, del Regolamento regionale n. 15/R del 4 ottobre 2011.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Politiche della Famiglia, dei Bambini e della Casa, Sociale, Pari Opportunità della Regione Piemonte. 

 

3) Cloud computing e pubblica amministrazione piemontese. Approvazione elenco degli Enti ammessi alla fase di migrazione e riapertura dei termini per la presentazione della Manifestazione di interesse ai sensi dell'Avviso pubblico approvato con D.D. n. 1 del 7 gennaio 2021.

La Direzione Competitività del Sistema regionale, con D.D. n. 214 del 30 Maggio 2021,ha:
- approvato il numero di interventi di migrazione, articolato per provincia e per quadrante, relativi a 237 Comuni sotto i 10.000 abitanti e 44 Comuni sopra i 10.000 abitanti, secondo le risultanze dell’attività di valutazione istruttoria svolta sulle manifestazioni di interesse per l’attuazione del progetto Cloud computing e Pubblica Amministrazione piemontese ricevute tra il 2/2/2021 e il 30/4/2021, in coerenza con le modalità e i criteri stabiliti con D.G.R. n. 56-2734 del 29/12/2020 e attuati con D.D. n. 1 del 7/1/2021, come riportato nell’Allegato A) al presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale;
- approvato le graduatorie degli Enti destinatari dell’intervento riportate nell’Allegato B) al presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale;
- stabilito l’apertura di un seconda sessione di presentazione delle manifestazioni di interesse, destinata a approvare i 43 interventi già presenti in lista d’attesa per euro 125.893,23 e a consentire la presentazione di nuove istanze per un importo complessivo pari a euro 271.987,84, come esposto nel dettaglio nell’Allegato A);
- disposto che la nuova sessione di apertura per la presentazione delle domande sia fissata dal 21 giugno al 30 settembre 2021;
- disposto che le istanze siano presentate secondo le medesime modalità dell’“Avviso pubblico per manifestazione di interesse destinato ai comuni singoli ed associati del Piemonte finalizzato all’adesione al progetto Cloud regionale e razionalizzazione data center della PA”, approvato con D.D. n. 1 del 7/1/2021 e pubblicato sulla home page del sito internet della Regione Piemonte http://www.regione.piemonte.it/index.htm nella sezione https://bandi.regione.piemonte.it e siano approvate con il criterio di ordine di arrivo della domanda (First In - First Out – FIFO) applicato in termini assoluti, ovvero senza distinzione su base territoriale o dimensionale, per facilitare e massimizzare l’utilizzo delle risorse messe a disposizione del progetto.

 

4) Approvazione dell'Avviso pubblico di finanziamento per la presentazione delle domande di contributo, da parte di enti pubblici e privati, a sostegno di progetti per il miglioramento dell'accessibilità delle strutture e dei servizi museali per l'anno 2021. Approvazione della modulistica.

La Direzione Cultura e Commercio, con D.D. n. 175 del 26 luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 30 del 29 luglio 2021, ha approvato, per le ragioni illustrate in premessa e secondo quanto stabilito dalla deliberazione della Giunta regionale n. 1 -3530 del 14 luglio 2021:

- l’“Avviso pubblico di finanziamento a sostegno di progetti per il miglioramento dell’accessibilità delle strutture e dei servizi museali denominato “MUSEI ACCESSIBILI”, ai sensi delle ll.rr. 11/2018 e 13/2020, con scadenza di presentazione delle istanze fissata dalla data di pubblicazione dell’Avviso sul Bollettino ufficiale della Regione Piemonte (BUR) fino al 20 settembre 2021, ore 12; tale avviso costituisce l’Allegato A alla presente determinazione dirigenziale, di cui fa parte integrante e sostanziale;

- il modulo di domanda di finanziamento (ALLEGATO 1 domanda), il modulo della scheda di progetto e quadro economico su cui verte la richiesta di contributo (ALLEGATO 2), il modulo di autovalutazione del museo redatto secondo le indicazioni del DM 113/2018 (Allegato 3 autovalutazione), quest’ultimo da inviare solo facoltativamente. Detti tre moduli costituiscono rispettivamente gli Allegati 1, 2, 3 alla presente determinazione dirigenziale, di cui fanno parte integrante e sostanziale.
 

5) Approvazione del bando per la concessione di contributi per l'anno 2021 alle Unioni Montane per il sostegno dell'attività delle commissioni locali valanghe.

La Direzione Opere Pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Trasporti e Logistica, con D.D. n. 2160 del 27 luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 30 del 29 luglio 2021, ha:

• richiamato le premesse per far parte integrante e sostanziale della presente determinazione;

• approvato, per le motivazioni indicate in premessa, il “Bando per la concessione di contributi per l’anno 2021 alle Unioni Montane per il sostegno dell’attività delle CLV” allegato alla presente determinazione, di cui è parte integrante e sostanziale, che include le procedure e la relativa modulistica;

• concesso, per la presentazione della domanda e della relativa documentazione, 60 giorni decorrenti dalla data di pubblicazione della presente determinazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte;

L’assegnazione dei contributi sarà disposta con determinazione dirigenziale, sulla base della formazione di una graduatoria di idoneità stilata secondo le modalità previste dal bando in oggetto, previa istruttoria compiuta da parte di una commissione nominata con determinazione successiva al termine utile per la presentazione delle domande di contributo.

 

6) Approvazione dei bandi per l'accesso ai finanziamenti destinati al sostegno di interventi regionali attuativi nell'ambito del Piano Operativo di cui al ''Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017-2020''.

La Direzione Sanità e Welfare, con D.D. n. 1162 del 2 agosto 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 31 del 5 agosto 2021, ha approvato, quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, il Bando per l’accesso ai finanziamenti destinati al sostegno di interventi regionali attuativi nell’ambito del Piano Operativo di cui al “Piano Strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017-2020 di cui all’Allegato 1);

Ha approvato altresì i seguenti modelli per la richiesta di finanziamento, anch’essi parte integrante e sostanziale del presente provvedimento:
- Modello di istanza contributo per la realizzazione dell’azione 1) interventi per il sostegno abitativo e il reinserimento lavorativo e più in generale per l’accompagnamento nei percorsi di fuoriuscita dalla violenza (Allegato 2);
- Modello di istanza contributo per la realizzazione dell’azione 2) progetti rivolti a donne minorenni italiane ed anche straniere di seconda generazione vittime di violenza, nonché a minori vittime di violenza assistita (Allegato 3);
- Modello di scheda informativa sul trattamento dei dati personali (Allegato 4);

Sono state fissate le date specificate nell’Allegato 1 per la presentazione delle rispettive istanze di contributo, secondo le modalità ivi previste.

 

7) Bando 2021 per la richiesta di contributi da parte dei Comuni del Piemonte, per la sistemazione temporanea dei salariati agricoli stagionali - Proroga dei termini di presentazione domande.

La Direzione Agricoltura e Cibo, con D.D. n. 651 del 29 luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 31 del 5 agosto 2021, ha prorogato il periodo di presentazione delle domande di contributo da parte dei Comuni del Piemonte, relativamente alla realizzazione di progetti finalizzati alla sistemazione temporanea dei salariati agricoli stagionali delle aziende agricole piemontesi, ai sensi del bando approvato con DD n. 405 del 10.05.2021, il cui termine era stato fissato al 02.08.2021.

Il nuovo termine di presentazione delle domande di contributo da parte dei Comuni è stabilito per il 30 settembre 2021.

Scadenze del mese di OTTOBRE (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Criteri per il riparto delle risorse e per la concessione di contributi per interventi di ristrutturazione e riqualificazione edifici scolastici in attuazione del programma biennale per gli investimenti di edilizia scolastica. Seconda proroga termine inizio lavori.

La Giunta Regionale, con D.G.R. n. 3-2170 del 30 Ottobre 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 46 del 12 novembre 2020, ha prorogato dal 30 ottobre 2020 al 30 ottobre 2021 il termine per l’inizio lavori degli interventi finanziati di cui alla D.G.R. n. 26–7920 del 23 novembre 2018, previsto al punto 17 dell'allegato A della medesima deliberazione, come modificato con D.G.R. n. 8-508 del 15-novembre 2019.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Diritto allo Studio universitario della Regione Piemonte.

Scadenze del mese di DICEMBRE (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Concessione di contributi alle persone fisiche per l'acquisto e/o il recupero della prima casa in un comune montano. Approvazione del Bando e dei relativi allegati.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 562 del 1 settembre 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 36 del 9 settembre 2021, ha approvato il Bando relativo alla Misura di finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo della residenzialità in montagna ed i relativi allegati: Allegato A - Elenco dei comuni italiani di provenienza, Allegato B – Elenco dei comuni montani ammissibili con popolazione residente inferiore a 5.000 abitanti e loro suddivisione per fasce di punteggio (ai sensi della d.g.r. n. 6-3619/2021).

E’ rinviata a successivo atto l’approvazione della modulistica per la presentazione delle domande di contributo; le istanze di contributo di cui al presente bando dovranno essere presentate entro il termine del 15 dicembre 2021 e secondo le modalità ed i contenuti disciplinati dall’Allegato 1 al provvedimento. 

Scadenze dell'anno 2022 (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Commercio su area pubblica. Verifiche di regolarità contributiva e fiscale delle imprese (VARA). Differimento dei termini, di cui alla D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, per gli adempimenti dell'anno 2021 in riferimento all'annualità 2019.

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 9-2864 del 12 febbraio 2021, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 07 del 18 febbraio 2021, ha disposto il differimento dei termini per gli adempimenti VARA previsti, ai sensi della D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, a carico degli operatori e dei Comuni per il corrente anno 2021 con riferimento all’annualità 2019, entro i termini, rispettivamente, del 28 febbraio e del 30 aprile 2021, alle date del 28 febbraio e del 30 aprile 2022.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Cultura, Turismo, Commercio della Regione Piemonte.

 

2) Disposizioni per favorire la costituzione delle associazioni fondiarie e la valorizzazione dei terreni agricoli e forestali. Bando 2019: proroga dei termini di consegna dei Piani di gestione dei terreni e della rendicontazione finale del contributo.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 91 del 25 febbraio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 9 del 4 marzo 2021, ha prorogato il termine di presentazione dei Piani di gestione dei terreni al 12.03.2022 e di prorogare al 13.03.2023 la rendicontazione finale del contributo concesso con D.D. n. 99/A1615A del 12 marzo 2020.

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it