Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 30 del 6 agosto 2020

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Piovà Massaia (AT). Il Municipio.

 Questa settimana in copertina*: Piovà Massaia (AT). Il Municipio.

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte.

AVVISO AGLI UTENTI

Interruzione attività di redazione del Notiziario

Informiamo i nostri utenti che l’attività di redazione del Notiziario sarà interrotta nel periodo estivo dal 10 al 21 agosto.

Appuntamento al 27 agosto con l’uscita del Notiziario n. 31.

La Redazione

 IN PRIMO PIANO

Firmata dal Presidente della Regione Piemonte la legge sui canoni idrici

Il governatore sottolinea che era stata promessa più attenzione per i territori marginali e questa legge ne è la dimostrazione. Il Presidente della Regione Piemonte ha firmato nel pomeriggio la legge sulla specificità montana del Vco e sugli interventi a favore dei territori montani e delle altre province approvata la scorsa settimana dal Consiglio regionale.

Il Presidente sottolinea che era stato promesso di dare più attenzione ai territori marginali, alle nostre montagne e alle province e questa legge ne è la dimostrazione.

La legge prevede l' utilizzo dei canoni idrici nei territori di produzione e, in particolare, che il 60% di quelli per le grandi derivazioni del Verbano Cusio Ossola rimangano al Vco, circa 8 milioni l’anno . Il ritorno dei canoni idrici sarà invece del 50% per le altre due principali province piemontesi produttrici di energia idroelettrica, 4 milioni di euro per Cuneo e 6 milioni di euro per la Città metropolitana di Torino .

Alle altre province, come forma di riequilibrio, andranno circa 500 mila euro a testa l’anno. Le risorse saranno destinate soprattutto alla viabilità montana e provinciale.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Incentivi, dalla Regione e Camere di commercio piemontesi 6 milioni per la mobilità sostenibile: 3 per l’acquisto di veicoli e altri 3 per l’acquisito di device finalizzati allo smart working e di biciclette

Sei milioni tra incentivi per la rottamazione di veicoli aziendali e pubblici, e per l’acquisto di tablet, device biciclette a pedalata assistita e attrezzature finalizzate all’utilizzo dello smart working. Su indicazione dell’assessore regionale all’Ambiente, Matteo Marnati, la Giunta ha approvato due delibere che stanziano 5.063.289 euro per incentivare la mobilità sostenibile nelle MPMI (micro piccole medie imprese) e 820.000 euro per i soggetti pubblici per gli stessi fini. Il bando è rivolto a oltre 400.000 imprese piemontesi.

“Insieme ad Unioncamere – spiega l’assessore Marnati - avviamo una importante misura per finanziare lo smart working, la mobilità elettrica e rinnovare il parco veicoli aziendale. Un incentivo a fondo perduto in un momento storico molto difficile”.

“Con questo strumento di aiuto – commenta Gian Paolo Coscia, Presidente Unioncamere Piemonte - il sistema delle camere di commercio piemontesi è a fianco della Regione Piemonte nel cercare di supportare le imprese in questo momento complicato. In particolare, le Camere di Commercio hanno deciso di contribuire al finanziamento degli investimenti aziendali in digitalizzazione, ossia hardware e software utili per lo smart working.

Le agevolazioni vanno da 10.000 fino a 20.000 euro in cambio dell’acquisito di veicoli a propulsione elettrica pura e da 7.000 a 16.000 euro per le motorizzazioni ibride. Sono previsti anche sconti da 500 fino a 1000 euro sull’acquisito di biciclette a pedalata assistita e cargo elettriche a tre ruote.

In altre parole i soggetti pubblici e le imprese in possesso di un mezzo di trasporto euro 3 diesel o benzina, o addirittura di un Euro 5 diesel potranno beneficiare di uno sconto per acquistarne un altro purché rientri nella categoria elettrico, ibrido, combustibili alternativi o Euro 6D diesel.

Grazie ad un protocollo d’intesa con le associazioni di categoria dei costruttori, le imprese potranno beneficiare anche di un ulteriore sconto sul prezzo di listino.

Pensato per incentivare la mobilità sostenibile anche nei tempi dell’emergenza sanitaria, e grazie al contributo aggiuntivo di 1 milione di euro da parte del sistema delle Camere di Commercio piemontesi, il provvedimento prevede, inoltre agevolazioni per l’acquisto di notebook, tablet e altri device purché finalizzati all’utilizzo dello smart working, con agevolazioni fino a 5.000 euro. Tutti i contributi sono a fondo perduto e cumulabili con gli incentivi statali.

Rispetto al bando 2019 dedicato alle imprese quello approvato oggi è stato esteso anche al settore del trasporto merci in conto terzi.

Il bando per i soggetti pubblici, avviato a febbraio 2020, è stato esteso alle Agenzie regionali e subregionali e a nuove tipologie di veicoli in acquisto e rottamazione.

Il bando dedicato ai veicoli aziendali, alle bici e allo smart working apre domani, 31 luglio, ed è retroattivo, con le modalità indicate nel bando stesso.

I bandi chiuderanno il 30 novembre 2020 per dare un’iniezione di risorse al tessuto economico e sociale proprio nella fase di ripartenza dopo il lockdown.

Si rivolgono dunque complessivamente ad una platea potenziale di oltre 400mila imprese, oltre ai soggetti pubblici.

NEL DETTAGLIO

Chi vorrà acquistare un veicolo elettrico puro per il trasporto di persone con al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente, potrà beneficiare di un incentivo fino a 10.000 euro mentre per un mezzo sempre con più di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente ma con una massa non superiore a 5 t potrà beneficiare di un contributo di 11.000 euro che arriva fino a 20.000 euro per quelli superiori a 5 t.

Sempre per quanto riguarda i veicoli elettrici puri ma per il trasporto merci con almeno quattro ruote, l’incentivo è di 10.000 euro per quelli da 400 chili a 3,5 tonnellate, di 11.000 euro per quelli da 3,5 tonnellate a 12 tonnellate e 14.000 euro per quelli superiori a 12 tonnellate.

Gli incentivi scendono in caso si scelga un veicolo ibrido (quindi non elettrico puro) a seconda delle categorie, e vanno da 7.000 a 16.000 euro. Per le sole imprese sono previsti incentivi anche per i veicoli euro 6D, basati sulle emissioni reali degli stessi, che vanno da 2.500 a 4.000 euro.

Per le misure dei veicoli aziendali, dei velocipedi e dello smart working, il soggetto gestore sarà Unioncamere Piemonte, l’associazione regionale delle Camere di commercio. Ulteriori dettagli sulle misure agevolabili saranno disponibili sul bando di prossima pubblicazione da parte della Regione Piemonte.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Oltre un milione di euro per la bonifica di manufatti contenenti amianto in scuole e ospedali. Pubblicato il bando regionale, richieste presentabili fino al 30 ottobre 2020

La Regione Piemonte destina oltre un milione di euro ai Comuni, alle Province, alla Città metropolitana di Torino, alle Asl e alle aziende ospedaliere per la bonifica di manufatti contenenti amianto in scuole e ospedali. Lo prevede un bando pubblicato il 6 agosto sul Bollettino ufficiale regionale, dedicato alla presentazione delle istanze di contributo per l’assegnazione delle risorse. A darne notizia è l’assessore all’Ambiente della Regione Piemonte.

Il bando vede una disponibilità attuale di 1.161.800 euro. Fra i beneficiari sono esclusi i Comuni inseriti nella perimetrazione del sito di interesse nazionale di Casale Monferrato, che usufruiscono degli incentivi stanziati da Stato e Regione per la bonifica dell’omonimo sito.

Il bando prevede che gli edifici e le strutture oggetto di bonifica siano di esclusiva proprietà dei soggetti richiedenti. I contributi per la realizzazione delle attività di bonifica sono destinati alla copertura del 100% dei costi di rimozione, trasporto e smaltimento, Iva compresa, e del 100% degli oneri per la sicurezza, Iva compresa. L’importo massimo del contributo regionale assegnabile per ogni singola istanza è pari a 250.000 euro.

Il termine per presentare le richieste di contributo agli uffici della Direzione regionale Ambiente, Energia e Territorio è fissato al 30 ottobre 2020. Gli interventi dovranno essere realizzati e rendicontati entro il 30 novembre 2022.

La documentazione contenente i termini e le modalità di presentazione delle istanze di contributo è disponibile nella sezione del sito web della Regione Piemonte relativa ai bandi di finanziamento:
https://bandi.regione.piemonte.it/contributi-finanziamenti/bando-lassegnazione-contributi-realizzazione-interventi-bonifica-rimozione-manufatti-contenenti

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Prorogate al 10 agosto le ultime Ordinanze della Regione

Il presidente Alberto Cirio ha firmato un’ordinanza che, con le relative linee guida, proroga al 10 agosto 2020 gli effetti disposti dalle seguenti ordinanze:

- la n.68 del 13 giugno 2020 sulle visite nelle residenze assistenziali e la fruizione di centri benessere e termali, circoli culturali, centri sociali, sale gioco, teatri, cinema e sale concerti;

- la n.72 del 29 giugno 2020 sulla formazione in presenza in modo più esteso, non solo quindi nel caso dei laboratori o delle altre attività non eseguibili in smart working;

- la n.75 del 3 luglio 2020 sulla ripresa del trasporto a pieno carico, limitatamente ai posti a sedere, nelle linee extraurbane di treni, autobus (di linea e turistici), sui taxi e nel trasporto con conducente, l’apertura di sale da ballo e discoteche con le attività di danza svolte esclusivamente in spazi esterni, nonché l’accesso ai locali di qualsiasi attività tuttora sospesa per lo svolgimento di operazioni di vigilanza, manutenzione, pulizia e sanificazione, la ricezione di beni e forniture;

- la n.76 dell’11 luglio 2020 sulla consultazione di giornali e quotidiani e sul gioco delle carte;

- la n.82 del 17 luglio 2020 sugli sport di squadra e di contatto. .

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Vigili del Fuoco: la Regione riprende il finanziamento a favore dei volontari

La Regione Piemonte riprende l’erogazione di contributi a favore degli Enti locali sede di Distaccamento dei Vigili del Fuoco Volontari del Piemonte risultati beneficiari del bando per la concessione di contributi. Una tranche da circa 200 mila euro andrà a favore dei Distaccamenti di Avigliana, Bussoleno, Carmagnola, Chiomonte, Carignano, San Maurizio Canavese e Volpiano nel Torinese; Santo Stefano Belbo e Unione Barge Bagnolo nel Cuneese e Trino nel Vercellese. I Comuni riceveranno contributi regionali dai 10.000 ai 20.000 euro per finanziare attività di potenziamento della logistica, acquisti e manutenzione straordinaria dei mezzi e delle sedi di proprietà pubblica, interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria di mezzi e sedi.

“Fortemente convinti dell’importanza di dare un supporto economico ad attività di volontariato ad alto valore per il territorio – sottolineano l’Assessore alla Protezione civile della Regione Piemonte Marco Gabusi e il Consigliere regionale Paolo Ruzzola –, abbiamo voluto proseguire nell’erogazione dei contributi ai Distaccamenti attraverso gli Enti locali, finanziando così 10 progetti di altrettanti Distaccamenti. Man mano che si sbloccheranno ulteriori fondi procederemo con gli altri Enti inclusi nella graduatoria dei beneficiari”.

La vita dei Distaccamenti è però minacciata da un altro pericolo. Ma la Regione Piemonte è pronta alla difesa. “Mentre la Regione – spiega l’Assessore Gabusi - riconosce il giusto valore dell'attività dei volontari il Governo sta ipotizzando di chiudere i Distaccamenti invocando una razionalizzazione che di fatto produrrebbe un'economia decisamente trascurabile, soprattutto se paragonata al depauperamento che si verificherebbe in alcuni territori”. Arriva infatti dal Ministero dell’Interno l’elenco dei distaccamenti ritenuti ‘attivi’ e ‘non attivi’, ipotizzando di chiudere questi ultimi entro il 31 dicembre 2021.

Nella lista compaiono 76 centri piemontesi ‘attivi’ e 13 ‘non attivi’, alcuni dei quali ritenuti però idonei a ricevere i contributi regionali. “Siamo al paradosso – evidenziano l’Assessore Gabusi e il Consigliere Ruzzola -. Noi finanziamo e Roma vuole chiudere. Molti dei distaccamenti ritenuti ‘non attivi’ hanno avuto in realtà un’attività modesta negli ultimi anni, poiché fortunatamente non vi sono stati interventi di grande portata o di ampia frequenza, ma riteniamo che siano fondamentali per la sicurezza del territorio di riferimento, in particolare per la loro ubicazione, in molti casi in zone di montagna. Non possiamo assolutamente pensare di rinunciarvi. Vogliamo perciò richiamare l’attenzione del Ministro Lamorgese a riconsiderare questa eventualità e a tornare sui propri passi in ragione della necessità di tutelare, proteggere e soccorrere persone e territori. I nostri parlamentari sono pronti a dare battaglia a Roma per mantenere aperti i distaccamenti, mentre la Regione intende proseguire nel suo sostegno economico”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

ATTI DELLO STATO

Decreto Legge 30 luglio 2020, n. 83

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 190 del 30 luglio 2020 il Decreto Legge 30 luglio 2020, n. 83:  

Misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 deliberata il 31 gennaio 2020.

Entrata in vigore del provvedimento: 30/07/2020

Decreto del Presidente della Repubblica 14 luglio 2020

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 190 del 30 luglio 2020 il Decreto del Presidente della Repubblica 14 luglio 2020:  

Scioglimento del Consiglio comunale di Salussola.

Decreto del Presidente della Repubblica 17 luglio 2020

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 192 del 1° agosto 2020 il Decreto del Presidente della Repubblica 17 luglio 2020:

Scioglimento del consiglio comunale di Elva e nomina del commissario straordinario.

Decreto del Presidente della Repubblica 17 luglio 2020

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 192 del 1° agosto 2020 il Decreto del Presidente della Repubblica 17 luglio 2020:  

Scioglimento del consiglio comunale di Castellamonte e nomina del commissario straordinario.

Decreto del Ministero dell’Interno 23 luglio 2020

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 194 del 4 agosto 2020 il Decreto del Ministero dell’Interno 23 luglio 2020:  

Incremento dell'indennità di funzione per l'esercizio della carica di sindaco nei comuni delle regioni a statuto ordinario con popolazione fino a 3.000 abitanti.

Delibera del Presidente del Consiglio dei Ministri 29 luglio 2020

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 190 del 30 luglio 2020 la Delibera del Presidente del Consiglio dei Ministri 29 luglio 2020:  

Proroga dello stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili.

Provvedimento della Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi 22 luglio 2020

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 195 del 5 agosto 2020 il Provvedimento della Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi 22 luglio 2020:

Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parita' di accesso ai mezzi di informazione relative alla campagna per l'elezione diretta dei sindaci, dei consigli comunali nonché dei consigli circoscrizionali, dei mesi di settembre e ottobre 2020. (Documento n. 14).

Ordinanza del Ministero della Salute 1° agosto 2020

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 193 del 3 agosto 2020 l’Ordinanza del Ministero della Salute 1° agosto 2020:  
 
Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Ordinanza del Ministero della Salute 30 luglio 2020

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 191 del 31 luglio 2020 l’Ordinanza del Ministero della Salute 30 luglio 2020:  

Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione civile 28 luglio 2020

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 195 del 5 agosto 2020 l’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione civile 28 luglio 2020:

Ulteriori interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che nel mese di novembre 2019 hanno colpito i territori delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto. (Ordinanza n. 687).

Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione civile 24 luglio 2020

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 190 del 30 luglio 2020 l’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione civile 24 luglio 2020:  

Ulteriori interventi urgenti di protezione civile in relazione all'emergenza relativa al rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili. (Ordinanza n. 684).

Comunicato del Ministero dell’Interno

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 193 del 3 agosto 2020 il Comunicato del Ministero dell’Interno:

Applicazione della terza rata della sanzione ad alcuni comuni per il mancato rispetto del pareggio di bilancio relativo all'anno 2017 e applicazione della seconda rata al Comune di Nola per il mancato rispetto del pareggio di bilancio relativo all'anno 2017, a seguito di accertamento successivo. 

LEGGI REGIONALI PUBBLICATE SUL B.U. 

Avviso di rettifica alla Legge regionale 9 luglio 2020, n. 15

E’ stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 3 al Bollettino Ufficiale n. 32 del 6.8.2020 l’Avviso di rettifica alla Legge regionale 9 luglio 2020, n. 15:

Misure urgenti di adeguamento della legislazione regionale – Collegato

Legge regionale 5 agosto 2020, n. 18

E’ stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 3 al Bollettino Ufficiale n. 32 del 6.8.2020 la Legge regionale 5 agosto 2020, n. 18:  

Modifica alla legge regionale 2 novembre 1982, n. 32 (Norme per la conservazione del patrimonio naturale e dell'assetto ambientale).

Legge regionale 5 agosto 2020, n. 19

E’ stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 3 al Bollettino Ufficiale n. 32 del 6.8.2020 la Legge regionale 5 agosto 2020, n. 19:  

Disposizioni in ordine alla specificità montana della provincia del Verbano Cusio Ossola e interventi a favore dei territori montani e delle province piemontesi.

DECRETI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 

Decreto del Presidente della Giunta regionale n. 84

E’ stato pubblicato sul Supplemento ordinario n. 6 al Bollettino Ufficiale n. 31 del 30 luglio il Decreto del Presidente della Giunta regionale n. 84:

Disposizioni attuative per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica. Proroga al 31 luglio 2020 delle ordinanze di cui ai DD.P.G.R. numeri 68, 72, 75, 76, 77 e 82 del 2020.

COMUNICATI

Comunicato dell’Assessore Trasporti, Infrastrutture, Opere pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Personale e Organizzazione

E’ stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 1 al Bollettino Ufficiale n. 32 del 6.8.2020 il Comunicato dell’Assessore Trasporti, Infrastrutture, Opere pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Personale e Organizzazione:

Avvio del processo partecipato per la redazione del Piano regionale per la Mobilità delle Persone e del Piano regionale della Logistica in attuazione del Piano regionale della Mobilità e dei Trasporti.

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE 

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un puro strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip.  

Assegnazione e liquidazione risorse statali (FNA) pari ad euro 20.568.000,00 a favore degli Enti gestori delle funzioni socio assistenziali per la realizzazione di prestazioni e servizi assistenziali a sostegno della domiciliarità in lungoassistenza nei confronti di persone non autosufficienti - anno 2019

La Direzione Sanità e Welfare, con la D.D. n. 789 del 30 luglio 2020 , ha reso liquidabili gli impegni di spesa sotto riportati, assunti con la D.D. n. 1927/A1512B del 24.12.2019 sui capitoli di spesa statale 152662, 152552 e 158586 del bilancio 2019-2021, annualità 2019:

  • 12920/2019 su cap. 152662/2019 di € 24.727.307,39 a favore di Consorzi socio assistenziali
  • 12922/2019 su cap. 152662/2019 di € 2.982.539,22 a favore di Unioni di Comuni in Piemonte
  • 12923/2019 su cap. 152662/2019 di € 12.360.981,50 a favore di Comuni
  • 12924/2019 su cap. 152662/2019 di € 1.065.171,89 a favore di Aziende Sanitarie Locali
  • 12925/2019 su cap. 158586/2019 di € 3.600.000,00 (SLA) a favore di Aziende Sanitarie Locali
  • 3573/2020 su cap. 152552/2020 di € 1.120.000,00 a favore di Consorzi socio assistenziali;

Il 50% del Fondo per le non autosufficienze per l’anno 2019 corrisposto dal Ministero pari ad euro 22.928.000,00 è stato ripartito come di seguito indicato:
    • euro 560.000,00 destinata ai Progetti per la Vita indipendente, così come previsto dal Decreto di riparto del Fondo per le non autosufficienze del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21 novembre 2019, oggetto di un successivo provvedimento;
    • euro 1.800.000,00 a favore delle Aziende Sanitarie Locali, al fine di garantire la continuità degli interventi in essere a favore delle persone affette da SLA per l’anno 2019, oggetto di un successivo provvedimento;
    • euro 20.568.000,00 a favore degli Enti gestori delle funzioni socio-assistenzialiper gli interventi a sostegno della domiciliarità in lungoassistenza a favore delle persone anziane non autosufficienti e delle persone disabili di età inferiore ai 65 anni;

E’ stata assegnata la somma di euro 20.568.000,00 a favore degli Enti gestori delle funzioni socio-assistenziali in base al riparto degli Allegati A e B al provvedimento (Scarica gli allegati).

Sono rinviati ad un successivo provvedimento amministrativi il riparto, l’assegnazione e le liquidazioni di euro 1.800.000,00, a favore delle Aziende Sanitarie Locali, al fine di garantire la continuità degli interventi in essere a favore delle persone affette da SLA per l’anno 2019, sulla base delle risorse disponibili in proporzione al numero di casi in carico ed al numero di casi in lista d’attesa rilevati a seguito di puntuale monitoraggio effettuato presso le ASL stesse.

E’ rinviata ad un successivo provvedimento deliberativo la definizione dei criteri per l’assegnazione della quota di euro 560.000,00 destinata ai Progetti per la vita indipendente, così come previsto dal Decreto di riparto del Fondo per le non autosufficienze del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21 novembre 2019, la cui prenotazione di spesa è stata registrata sul capitolo 152552 del bilancio finanziario gestionale 2019-2021, annualità 2020 (impegno 3573/2020).

Sono demandati a successivi provvedimenti amministrativi il riparto e l’assegnazione del restante 50%, a seguito del trasferimento delle risorse da parte del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Bando per la concessione di contributi per la rimozione di manufatti contenenti amianto nell'ambito delle risorse FSC 2014-2020 assegnate dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per l'attuazione del II Addendum al "Piano Operativo Ambiente" sotto-piano ''Interventi per la tutela del territorio e delle acque'', di cui alla Delibera CIPE

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con la D.D. n. 313 del 17 luglio 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 32 del 6 agosto 2020, ha approvato, in attuazione di quanto disposto dalla Giunta regionale con deliberazione n. 16 – 1335 dell'8 maggio 2020, il bando finanziato con risorse FSC 2014-2020 per la richiesta di contributi per la realizzazione di interventi di bonifica, mediante rimozione, di manufatti contenenti amianto presso edifici di proprietà pubblica ad uso scolastico ed ospedaliero, di cui agli allegati 1, 2 e 3 costituenti parte integrante del presente provvedimento; di stabilire che che la partecipazione al bando è aperta:
- ai Comuni, alle Province ed alla Città Metropolitana di Torino per quanto riguarda la bonifica degli edifici scolastici; sono esclusi i Comuni inseriti nella perimetrazione del Sito di Interesse Nazionale di Casale Monferrato, come definita con decreto del Ministero dell'Ambiente del 10 gennaio 2000, per i quali sono disponibili specifiche azioni di finanziamento mediante fondi statali e regionali;
- alle ASL ed alle Aziende Ospedaliere per la bonifica degli edifici ospedalieri. di precisare che le istanze di contributo per la realizzazione di interventi di bonifica, mediante rimozione, di manufatti contenenti amianto, dovranno essere presentate entro il termine del 3 ottobre 2020 e secondo le specifiche ed i contenuti disciplinati dagli allegati 1, 2 e 3 alla presente determinazione dirigenziale.

Con successivi provvedimenti, in esito all’istruttoria delle istanze di contributo pervenute entro il termine di cui sopra, verranno adottate le graduatorie delle domande che saranno risultate ammissibili e, fino alla concorrenza delle risorse disponibili, l’individuazione di quelle finanziabili.

Si precisa che il trasferimento delle risorse avrà luogo in conformità con quanto previsto al punto 2 lett. h) della Delibera CIPE n. 25/2016 e al punto D.2 e D.3 della Circolare n. 1/2017 del Ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno, secondo le procedure di rendicontazione delle spese definite nell’ambito del Sistema di Gestione e Controllo (Si.Ge.Co.) del Piano Operativo Ambiente FSC 2014-2020, come specificato nell'allegato 1 al presente provvedimento.

Il termine per la conclusione del procedimento di attribuzione dei contributi è fissato in 90 giorni dal 3 ottobre 2020.

Bando per la concessione di contributi per la rimozione di manufatti contenenti amianto nell'ambito delle risorse FSC 2014-2020 assegnate dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per l'attuazione del II Addendum al "Piano Operativo Ambiente" sotto-piano ''Interventi per la tutela del territorio e delle acque'', di cui alla Delibera CIPE

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con la D.D. n. 362 del 27 luglio 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 32 del 6 agosto 2020, ha rettificato la determinazione dirigenziale n. 313/A1603B del 17 luglio 2020 di approvazione del bando finanziato con risorse FSC 2014-2020 per la realizzazione di interventi di bonifica, mediante rimozione, di manufatti contenenti amianto presso edifici di proprietà pubblica ad uso scolastico ed ospedaliero, per la sola parte relativa alle date di presentazione delle istanze di contributo, precisando che le stesse potranno essere presentate dalle ore 9:00 del 6 agosto 2020 alle ore 12:00 del 30 ottobre 2020, come specificato nell'allegato 1 alla presente determinazione dirigenziale che sostituisce l'allegato 1 alla determinazione dirigenziale n. 313/A1603B del 17 luglio 2020. 

Norme per la valorizzazione del paesaggio. Approvazione del Programma regionale degli interventi e dei progetti per la qualità paesaggistica - anno 2020

La Giunta regionale, con la D.G.R. n. 2-1777 del 31 luglio 2020 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 32 del 6.8.2020, ha approvato, ai sensi degli articoli 2 e 3 della legge regionale 14/2008 “Norme per la valorizzazione del paesaggio”, il Programma regionale di interventi per il finanziamento di azioni a sostegno del paesaggio per l’anno 2020.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato all’Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della Montagna, Foreste, Parchi, Enti locali – Direzione Ambiente, Energia e Territorio della Regione Piemonte

Programmazione triennale e dei piani annuali di edilizia scolastica 2018-2020

La Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro, con la D.D. n. 472 del 30 luglio 2020, ha dato atto che a seguito dell’abolizione della Struttura Tecnica Regionale stabilita con L.R. n. 15 del 09-07-2020 a valere sull’annualità 2020, le seguenti disposizioni facenti riferimento a tale struttura di cui all’Avviso approvato con D.D. n. 376/A1506 del 9.5.2018, come successivamente modificato con DD n. 466/A1506 del 30.05.2018 e con D.D. n. 808 del 23-07-2018, sono conseguentemente soppresse: 

    • Articolo 8.2 lettera a3) il periodo: “l’attribuzione dei punteggi di priorità di cui all’articolo 8.1 e dei punteggi legati al progetto di cui all’articolo 8.2. lettere k), l), m), n), o), p), q), r), s) e l’ammissione nel piano annuale diverranno definitive solo nel caso che la struttura tecnica regionale le definisca come “ammissibili”.
    • Artico 8.4 lettera a4) il periodo: "progetti esecutivi e definitivi che la struttura tecnica regionale definisca come “non ammissibili” o che non dovessero acquisire il parere della struttura tecnica regionale"
    • Articolo 9.2 l’intero articolo
    • Articolo 9.4.c). b secondo capoverso: "copia della richiesta di parere sul progetto inviata alla struttura tecnica regionale (vedi 9.2.a), (necessario per l’inserimento nei singoli piani annuali)"

E’ stato pertanto definito il nuovo iter di valutazione delle pratiche, prevedendo che il settore Politiche dell’Istruzione Programmazione e monitoraggio strutture scolastiche selezionerà gli interventi finanziabili in base all’ordine aggiornato delle graduatorie; conseguentemente  è stata approvata la seguente documentazione come parte integrante e sostanziale della determinazione:

    • All. 1 Disposizioni per la conferma 2020 
    • All. 2 Scheda di compilazione 2020 - fax simile 
    • All. 3 Manuale utente ente locale 
    • All. 4 Manuale registrazione utente 

(Scarica gli allegati)

Con successivo decreto del Ministero dell’Istruzione verrà stabilito il termine entro il quale dovrà essere trasmesso l’aggiornamento del piano annuale 2020; il termine per la validazione on line delle domande dell’aggiornamento 2020 è fissato al 15 settembre 2020, prevedendo sin da ora che detto termine potrò essere prorogato in funzione del termine per l’aggiornamento del piano annuale 2020 che verrà indicato dall’atteso decreto ministeriale.

SCADENZE UTILI

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio. 

Scadenze del mese di SETTEMBRE (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Programmazione triennale e dei piani annuali di edilizia scolastica 2018-2020

La Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro, con la D.D. n. 472 del 30 luglio 2020, ha dato atto che a seguito dell’abolizione della Struttura Tecnica Regionale stabilita con L.R. n. 15 del 09-07-2020 a valere sull’annualità 2020, le seguenti disposizioni facenti riferimento a tale struttura di cui all’Avviso approvato con D.D. n. 376/A1506 del 9.5.2018, come successivamente modificato con DD n. 466/A1506 del 30.05.2018 e con D.D. n. 808 del 23-07-2018, sono conseguentemente soppresse: 

    • Articolo 8.2 lettera a3) il periodo: “l’attribuzione dei punteggi di priorità di cui all’articolo 8.1 e dei punteggi legati al progetto di cui all’articolo 8.2. lettere k), l), m), n), o), p), q), r), s) e l’ammissione nel piano annuale diverranno definitive solo nel caso che la struttura tecnica regionale le definisca come “ammissibili”.
    • Artico 8.4 lettera a4) il periodo: "progetti esecutivi e definitivi che la struttura tecnica regionale definisca come “non ammissibili” o che non dovessero acquisire il parere della struttura tecnica regionale"
    • Articolo 9.2 l’intero articolo
    • Articolo 9.4.c). b secondo capoverso: "copia della richiesta di parere sul progetto inviata alla struttura tecnica regionale (vedi 9.2.a), (necessario per l’inserimento nei singoli piani annuali)"

E’ stato pertanto definito il nuovo iter di valutazione delle pratiche, prevedendo che il settore Politiche dell’Istruzione Programmazione e monitoraggio strutture scolastiche selezionerà gli interventi finanziabili in base all’ordine aggiornato delle graduatorie; conseguentemente  è stata approvata la seguente documentazione come parte integrante e sostanziale della determinazione:

    • All. 1 Disposizioni per la conferma 2020 
    • All. 2 Scheda di compilazione 2020 - fax simile 
    • All. 3 Manuale utente ente locale 
    • All. 4 Manuale registrazione utente 

(Scarica gli allegati)

Con successivo decreto del Ministero dell’Istruzione verrà stabilito il termine entro il quale dovrà essere trasmesso l’aggiornamento del piano annuale 2020; il termine per la validazione on line delle domande dell’aggiornamento 2020 è fissato al 15 settembre 2020, prevedendo sin da ora che detto termine potrò essere prorogato in funzione del termine per l’aggiornamento del piano annuale 2020 che verrà indicato dall’atteso decreto ministeriale.

 

2) Programma di Sviluppo Rurale 2014 - 2020 - Operazione 8.1.1 ''Imboschimento dei terreni agricoli e non agricoli''. Bando 2020.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio con D.D. n. 303 del 30 Giugno 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 27 del 2.7.2020, ha approvato il bando 2020 dell’operazione 8.1.1 del PSR 2014-2020, comprendente i seguenti allegati:

- Allegato A - Norme di attuazione;

- Allegato B – Elenchi specie e cloni (Allegato 1 alle Norme di attuazione);

- Allegato C – Prezzario (Allegato 2 alle Norme );

- Allegato D – Costi standard (Allegato 3 alle Norme);

- Allegato E – Modelli di scheda di impianto (Allegato 4 alle Norme);

- Allegato F – Modelli di scheda di sintesi del progetto (Allegato 5 alle Norme);

- Allegato G – Specifiche pedologiche per la tartuficoltura (Allegato 6 alle Norme);

- Allegato H – Modelli di piani di coltura (Allegato 7 alle Norme).

E’ stato stabilito il termine iniziale per la presentazione telematica delle domande alle ore 8.00 del giorno 15 luglio 2020.

Il termine ultimo di scadenza per la presentazione telematica delle domande è alle ore 23.59.59 del 30 settembre 2020.

Scadenze del mese di OTTOBRE (n. 3 provvedimenti segnalati)

1) Bando per la concessione di contributi per la rimozione di manufatti contenenti amianto nell'ambito delle risorse FSC 2014-2020 assegnate dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per l'attuazione del II Addendum al "Piano Operativo Ambiente" sotto-piano ''Interventi per la tutela del territorio e delle acque'', di cui alla Delibera CIPE

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con la D.D. n. 313 del 17 luglio 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 32 del 6 agosto 2020, http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2020/32/siste/00000036.htm ha approvato, in attuazione di quanto disposto dalla Giunta regionale con deliberazione n. 16 – 1335 dell'8 maggio 2020, il bando finanziato con risorse FSC 2014-2020 per la richiesta di contributi per la realizzazione di interventi di bonifica, mediante rimozione, di manufatti contenenti amianto presso edifici di proprietà pubblica ad uso scolastico ed ospedaliero, di cui agli allegati 1, 2 e 3 costituenti parte integrante del presente provvedimento; di stabilire che che la partecipazione al bando è aperta:

- ai Comuni, alle Province ed alla Città Metropolitana di Torino per quanto riguarda la bonifica degli edifici scolastici; sono esclusi i Comuni inseriti nella perimetrazione del Sito di Interesse Nazionale di Casale Monferrato, come definita con decreto del Ministero dell'Ambiente del 10 gennaio 2000, per i quali sono disponibili specifiche azioni di finanziamento mediante fondi statali e regionali;

- alle ASL ed alle Aziende Ospedaliere per la bonifica degli edifici ospedalieri. di precisare che le istanze di contributo per la realizzazione di interventi di bonifica, mediante rimozione, di manufatti contenenti amianto, dovranno essere presentate entro il termine del 3 ottobre 2020 e secondo le specifiche ed i contenuti disciplinati dagli allegati 1, 2 e 3 alla presente determinazione dirigenziale.

Con successivi provvedimenti, in esito all’istruttoria delle istanze di contributo pervenute entro il termine di cui sopra, verranno adottate le graduatorie delle domande che saranno risultate ammissibili e, fino alla concorrenza delle risorse disponibili, l’individuazione di quelle finanziabili.

Si precisa che il trasferimento delle risorse avrà luogo in conformità con quanto previsto al punto 2 lett. h) della Delibera CIPE n. 25/2016 e al punto D.2 e D.3 della Circolare n. 1/2017 del Ministro per la Coesione Territoriale e il Mezzogiorno, secondo le procedure di rendicontazione delle spese definite nell’ambito del Sistema di Gestione e Controllo (Si.Ge.Co.) del Piano Operativo Ambiente FSC 2014-2020, come specificato nell'allegato 1 al presente provvedimento.

Il termine per la conclusione del procedimento di attribuzione dei contributi è fissato in 90 giorni dal 3 ottobre 2020.

2) Bando per la concessione di contributi per la rimozione di manufatti contenenti amianto nell'ambito delle risorse FSC 2014-2020 assegnate dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per l'attuazione del II Addendum al "Piano Operativo Ambiente" sotto-piano ''Interventi per la tutela del territorio e delle acque'', di cui alla Delibera CIPE

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con la D.D. n. 362 del 27 luglio 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 32 del 6 agosto 2020, http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2020/32/siste/00000039.htm ha rettificato la determinazione dirigenziale n. 313/A1603B del 17 luglio 2020 di approvazione del bando finanziato con risorse FSC 2014-2020 per la realizzazione di interventi di bonifica, mediante rimozione, di manufatti contenenti amianto presso edifici di proprietà pubblica ad uso scolastico ed ospedaliero, per la sola parte relativa alle date di presentazione delle istanze di contributo, precisando che le stesse potranno essere presentate dalle ore 9:00 del 6 agosto 2020 alle ore 12:00 del 30 ottobre 2020, come specificato nell'allegato 1 alla presente determinazione dirigenziale che sostituisce l'allegato 1 alla determinazione dirigenziale n. 313/A1603B del 17 luglio 2020.

3) Approvazione dei bandi e della relativa modulistica per l'accesso ai finanziamenti destinati al sostegno di interventi regionali attuativi nell'ambito del Piano Operativo di cui al ''Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017-2020'' per gli interventi previsti dall'art. 5, comma 2, lettere a),b),c),e),f), g), h) e l) del DL 14

La Direzione Sanità e Welfare, con la D.D. n. 756 del 23 Luglio 2020, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 30 del 23 luglio, ha approvato il Bando per l’accesso ai finanziamenti destinati al sostegno di interventi regionali attuativi nell’ambito del Piano Operativo di cui al “Piano Strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017-2020 (Allegato 1).

Ha approvato i seguenti modelli per la richiesta di finanziamento:

- Modello di istanza contributo per la realizzazione dell’azione 1) interventi per il sostegno abitativo, il reinserimento lavorativo e più in generale per l’accompagnamento nei percorsi di fuoriuscita dalla violenza (Allegato 2);

- Modello di istanza contributo per la realizzazione dell’azione 2) progetti rivolti anche a donne minorenni vittime di violenza e a minori vittime di violenza assistita (Allegato 4).

E’ stato inoltre approvato il Piano di riparto preventivo delle risorse destinate all’attuazione dell’Azione 1 (Allegato 3), nonché il modello di scheda informativa sul trattamento dei dati personali di cui all’Allegato 5), parte integrante e sostanziale della presente determinazione.

Sono state fissate le date specificate nell’Allegato 1 per la presentazione delle rispettive istanze di contributo, secondo le modalità ivi previste:

- entro le ore 23.59 del 15 ottobre 2020 per l’azione 1) interventi per il sostegno abitativo, il reinserimento lavorativo e più in generale per l’accompagnamento nei percorsi di fuoriuscita dalla violenza del presente bando tramite posta elettronica certificata, indicando nell’oggetto “interventi regionali attuativi nell’ambito del Piano Operativo di cui al “Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017-2020- AZIONE 1” per gli interventi previsti dall’art. 5, comma 2, del Decreto Legge del 14.8.2013 n. 93”. Utilizzo del Modello istanza di cui all’allegato 2

entro le le ore 23.59 del 30 settembre 2020 per l’azione 2) progetti rivolti anche a donne minorenni vittime di violenza e a minori vittime di violenza assistita del presente bando tramite posta elettronica certificata, indicando nell’oggetto “interventi regionali attuativi nell’ambito del Piano Operativo di cui al “Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017- 2020- AZIONE 2” per gli interventi previsti dall’art. 5, comma 2, del Decreto Legge del 14.8.2013 n. 93. Utilizzo del Modello istanza di cui all’allegato 3

Si rinvia a successiva determinazione l’accertamento e l’impegno delle risorse statali dedicate, complessivamente pari ad € 718.000,00 e l’assegnazione dei finanziamenti agli aventi diritto, individuati sulla base dei criteri di cui alla D.G.R. n.2-1658 del 17.7.2020. 

Scadenze del mese di NOVEMBRE (n. 3 provvedimenti segnalati)

1) Bando per la concessione dei contributi per l’adeguamento dei parchi gioco comunali alle esigenze dei bambini con disabilità. Proroga termine conclusione lavori

La Direzione Sanità e Welfare, con la D.D. 76 n. del 16.3.2020, ha prorogato di ulteriori sei mesi il termine di presentazione della rendicontazione degli interventi previsto al punto 6 del bando approvato con la D.D. n. 1602 del 20.12.2018, e precisamente fino al 6 novembre 2020, a favore dei Comuni indicati nella D.D. n. 620 del 6.5.2019, Allegato 1, che non hanno ancora concluso le opere ammesse a contributo.

 

2) Bando a sportello per l'erogazione dei contributi a fondo perduto destinati ai Comuni a beneficio dei cittadini e delle imprese, relativi al costo di costruzione per i titoli abilitativi richiesti in attuazione dell'art.18 della Legge Regionale 29 maggio 2020, n. 13.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con la D.D. n. 317 dell’8 Luglio 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 30 del 23 luglio 2020, ha approvato lo schema del “Bando a sportello per l’erogazione dei contributi a fondo perduto destinati ai Comuni a beneficio dei cittadini e delle imprese, relativi al costo di costruzione per i titoli - abilitativi richiesti in attuazione dell’art.18 della Legge Regionale 29 maggio 2020, n. 13” allegato al provvedimento (Allegato 1).

Il Bando di cui all’allegato 1 è finanziato per complessivi € 26.000.000,00 la cui copertura è garantita con i fondi stanziati allo scopo sui seguenti capitoli del Bilancio gestionale finanziario 2020-2022 di cui € 20.000.000,00 sul cap. 222481 annualità 2020 e € 6.000.000,00 sul capitolo n. 222482 annualità 2020.

E’ stata prenotata la somma complessiva di € 26.000.000,00 a favore di creditori determinabili successivamente all’ultimazione della procedura di assegnazione dei contributi, nel seguente modo: € 20.000.000,00 sul cap. 222481 annualità 2020 del bilancio finanziario gestionale 2020-2022 e € 6.000.000,00 sul cap. 222482 annualità 2020 del bilancio finanziario gestionale 2020-2022 dando atto che gli impegni sono assunti secondo il principio della competenza finanziaria potenziata di cui al D.Lgs. 118/2011 la cui transazione elementare è rappresentata nell’Appendice A parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

Sono state affidate a Finpiemonte S.p.A. le funzioni e le attività relative alla gestione del “Bando a sportello per l’erogazione dei contributi a fondo perduto destinati ai comuni a beneficio dei cittadini e delle imprese, relativi al costo di costruzione per i titoli abilitativi richiesti in attuazione dell’art.18 della Legge Regionale 29 maggio 2020, n. 13”.

E’ stato approvato conseguentemente lo schema di “Contratto per l’affidamento a Finpiemonte s.p.a., Pag 5 di 5 delle attività relative alla gestione della misura d’aiuto prevista ai sensi dell’art. 18 della lr 13/2020 – rilancio degli investimenti in edilizia“ allegato al presente provvedimento quale parte integrante e sostanziale (Allegato 2).

E’ stata impegnata la spesa complessiva di € 399.555,31 (€ 327.504,36 oltre IVA al 22%) sul capitolo 172992 del Bilancio Gestionale finanziario 2020- 2022 a favore di Finpiemonte S.p.A. Galleria San Federico, 54 -10121 Torino, Codice fiscale 01947660013 e iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n. 01947660013 (Ben. n. 12613) di cui € 218.086,15 annualità 2020, € 92.176,62 annualità 2021 e 89.292,54 annualità 2022 dando atto che gli impegni sono assunti secondo il principio della competenza finanziaria potenziata di cui al D.Lgs. 118/2011 la cui transazione elementare è rappresentata nell’Appendice A parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

Il Bando resterà aperto fino all’esaurimento delle risorse destinate, e comunque non oltre il 30 novembre 2020.

 

3) Approvazione dei bandi e della relativa modulistica per l'accesso ai finanziamenti destinati al sostegno di interventi regionali attuativi nell'ambito del Piano Operativo di cui al ''Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017-2020'' per gli interventi previsti dall'art. 5, comma 2, lettere a),b),c),e),f), g), h) e l) del DL 14

La Direzione Sanità e Welfare, con la D.D. n. 756 del 23 Luglio 2020, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 30 del 23 luglio, ha approvato il Bando per l’accesso ai finanziamenti destinati al sostegno di interventi regionali attuativi nell’ambito del Piano Operativo di cui al “Piano Strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017-2020 (Allegato 1).

Ha approvato i seguenti modelli per la richiesta di finanziamento:

- Modello di istanza contributo per la realizzazione dell’azione 1) interventi per il sostegno abitativo, il reinserimento lavorativo e più in generale per l’accompagnamento nei percorsi di fuoriuscita dalla violenza (Allegato 2);

- Modello di istanza contributo per la realizzazione dell’azione 2) progetti rivolti anche a donne minorenni vittime di violenza e a minori vittime di violenza assistita (Allegato 4).

E’ stato inoltre approvato il Piano di riparto preventivo delle risorse destinate all’attuazione dell’Azione 1 (Allegato 3), nonché il modello di scheda informativa sul trattamento dei dati personali di cui all’Allegato 5), parte integrante e sostanziale della presente determinazione.

Sono state fissate le date specificate nell’Allegato 1 per la presentazione delle rispettive istanze di contributo, secondo le modalità ivi previste:

- entro le ore 23.59 del 15 ottobre 2020 per l’azione 1) interventi per il sostegno abitativo, il reinserimento lavorativo e più in generale per l’accompagnamento nei percorsi di fuoriuscita dalla violenza del presente bando tramite posta elettronica certificata, indicando nell’oggetto “interventi regionali attuativi nell’ambito del Piano Operativo di cui al “Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017-2020- AZIONE 1” per gli interventi previsti dall’art. 5, comma 2, del Decreto Legge del 14.8.2013 n. 93”. Utilizzo del Modello istanza di cui all’allegato 2

entro le le ore 23.59 del 30 settembre 2020 per l’azione 2) progetti rivolti anche a donne minorenni vittime di violenza e a minori vittime di violenza assistita del presente bando tramite posta elettronica certificata, indicando nell’oggetto “interventi regionali attuativi nell’ambito del Piano Operativo di cui al “Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017- 2020- AZIONE 2” per gli interventi previsti dall’art. 5, comma 2, del Decreto Legge del 14.8.2013 n. 93. Utilizzo del Modello istanza di cui all’allegato 3

Si rinvia a successiva determinazione l’accertamento e l’impegno delle risorse statali dedicate, complessivamente pari ad € 718.000,00 e l’assegnazione dei finanziamenti agli aventi diritto, individuati sulla base dei criteri di cui alla D.G.R. n.2-1658 del 17.7.2020. 

Scadenze del mese di DICEMBRE (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Atto di indirizzo 2018-2019 "Fondo regionale disabili di cui all'art. 35 della Legge regionale n. 34 del 22 dicembre 2008. Intervento di Politica attiva rivolto a persone disabili". Proroga del termine finale riferito alla misura a) "Indennità di partecipazione/borse lavoro per l'attivazione di tirocini"

La Giunta regionale, con la D.G.R. n. 21-1073 del 28.2.2020, ha stabilito, a parziale modifica dell’Atto di indirizzo 2018-2019 "Fondo regionale disabili di cui all'art. 35 della Legge regionale n. 34 del 22 dicembre 2008. Intervento di Politica attiva rivolto a persone disabili", allegato alla D.G.R. del 13 aprile 2018, n. 26-6749, di prorogare per la misura a) “Indennità di partecipazione/borse lavoro per l’attivazione di tirocini” il termine finale fino alla data del 31 dicembre 2020.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Diritto allo studio universitario – Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Piemonte. 

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it