Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 29 del 12 agosto 2021

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti

Questa settimana in copertina*: una panoramica di Maranzana (AT)

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte.

Informiamo i nostri utenti che l’attività di redazione del Notiziario sarà interrotta nel periodo estivo dal 16 al 29 agosto. L'appuntamento è quindi al 2 settembre con la pubblicazione del Notiziario n. 30.

La Redazione

IN PRIMO PIANO  

Accesso ed uscite nelle strutture, la Regione invia alle aziende sanitarie  e agli Enti gestori 
la nota del Ministero della salute

La Regione Piemonte ha inviato una circolare alle Direzione Generali delle Aziende sanitarie ed agli enti gestori per informarli della nota dell'Ufficio legislativo del Ministero della Salute, in merito ad accesso ed uscite di visitatori e ospiti nelle strutture di ospitalità e lungodegenza, RSA, hospice, strutture riabilitative e residenziali e strutture ospedaliere.  

"Negli ultimi mesi, grazie alla grande attenzione di tutti, in primis operatori e famigliari, per proteggere le persone più fragili, le Rsa e le strutture sanitarie in generale sono diventate tra i luoghi più sicuri. 
Come Regione abbiamo voluto immediatamente divulgare la nota del Ministero, evidenziando alle strutture le principali indicazioni che emergono per il diritto all’ingresso e all’uscita di visitatori e ospiti all’interno delle strutture. 
Anche in questa fase, è importante continuare a garantire sicurezza agli ospiti ed ai visitatori, sempre nel rispetto delle regole, consentendo l'accesso e l'uscita in sicurezza. Confidiamo che tutte le strutture, in modo omogeneo sul territorio, si conformino a queste indicazioni"- sottolinea l'assessore regionale alla sanità, Luigi Icardi.

In sintesi, le indicazioni principali nella nota del Ministero sono:

    • Per poter entrare a visitare un parente o/o un congiunto è necessario e sufficiente esibire la certificazione verde: avvenuta vaccinazione, avvenuta guarigione, effettuazione di un test antigenico;
    • Nelle strutture ospedaliere, agli accompagnatori di pazienti non affetti da Covid-19, muniti di certificazione verde è consentito permanere nelle sale d’attesa dei dipartimenti di emergenza e accettazione e dei reparti di pronto soccorso, nonché nei reparti delle medesime strutture.
    • Nelle strutture ospedaliere, agli accompagnatori dei pazienti in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità (legge 104/1992), è sempre consentito prestare assistenza, anche nel reparto di degenza, nel rispetto delle indicazioni del direttore sanitario della struttura.
    • E' opportuno assicurare l’accesso alle RSA e alle residenze assistenziali per persone con disabilità tutti i giorni della settimana anche festivi, garantendo che la visita si svolga in un tempo congruo al bisogno di assistenza di durata, possibilmente fino a 45 minuti. 
    • In merito alle uscite temporanee degli ospiti delle strutture residenziali, è sufficiente che siano muniti di certificazioni verdi, senza che sia necessario, dopo il rientro, ricorrere a specifiche misure di isolamento.
    • Quanto alla possibilità di prevedere per l’accesso alle strutture l’esecuzione di un test antigenico, anche alle persone in possesso della certificazione Covid-19, si raccomanda di valutare tale misura precauzionale onde evitare che possa rappresentare una limitazione non giustificata al diritto di visita.
 

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

Covid 19, la Regione istituisce un numero dedicato via whatsapp per informazioni. E’ il 3346681342

L’assessorato alla Sanità della Regione Piemonte ha attivato un numero dedicato via whatsapp 3346681342 per informazioni sul Covid19 ed in particolare, in questa fase, sul rilascio della certificazione verde (cd “Green pass”). Il servizio sarà attivo 365 giorni all’anno 24 ore al giorno.

Il cittadino, accedendo al numero 3346681342, potrà sapere come funziona il certificato verde, come ottenerlo e dove utilizzarlo, cosa fare in caso di mancata generazione del green pass (greenpass help) per ciascuna delle condizioni previste dalla normativa (vaccinazione, effettuazione del tampone molecolare o rapido e avvenuta guarigione da Covid).

“Abbiamo deciso di aprire un nuovo canale informativo whatsapp, la chat di messaggistica istantanea che con 2 miliardi di utenti attivi è la più utilizzata al mondo. Una scelta non casuale, perché whatsapp è diffuso e  largamente usato anche dalle persone più anziane a differenza di mail e sms. In questo modo, possiamo fornire informazioni in modo rapido ed in tempo reale. Questo numero whatsapp si aggiunge al call center per l’emergenza (numero verde 800.95.77.95) ed ai servizi telematici tra i quali la piattaforma COVID e la piattaforma per l’attuazione della campagna di vaccinazione anti covid-19 (www.ilpiemontetivaccina.it) che si sono rilevati particolarmente efficaci nella gestione della pandemia”- afferma l’assessore alla Sanità della Regione Piemonte, Luigi Genesio Icardi. 

Lo sviluppo del progetto è stato affidato alla Etinet di Savigliano (Cuneo), azienda piemontese che è stata confermata dall’indagine di mercato condotta dal CSI-Piemonte. 
Etinet, che tra le altre attività sta portando avanti da oltre un anno una piattaforma conversazionale per imprese e pubbliche amministrazioni basata proprio su whatsapp, ha sviluppato il sistema di risposta automatico in collaborazione con CSI Piemonte e la piattaforma di gestione delle comunicazioni.

“Stiamo lavorando anche all’integrazione di un servizio che fornisca al cittadino, che li richiede, i dati aggiornati quotidianamente su contagiati, guariti, ricoveri e altre statistiche. Nel corso dei prossimi mesi, il servizio sarà ulteriormente evoluto  adottando un sistema che riconosca le domande aperte e porti l’utente alla risposta più coerente ed estendendo il perimetro dei servizi informativi offerti: sarà possibile, ad esempio, consultare i dati di sintesi del contagio della malattia e l’avanzamento della campagna di vaccinazione.”- sottolinea l’assessore Icardi. 
Il sistema potrà essere esteso in un secondo tempo per attività di notifica e di richiamo degli appuntamenti legati al sistema sanità (visite, vaccinazioni), attività che oggi vengono svolte via SMS.

Come fare per attivare il servizio nella fase pilota:

Per attivare il servizio è sufficiente salvare il numero 3346681342 sulla rubrica dello smartphone - nominandolo “Regione Piemonte” - e poi inviare un messaggio tramite Whatsapp.
Con l’invio del messaggio di iscrizione al numero il cittadino:
• accetta di entrare nella lista dei contatti whatsapp della Regione Piemonte;
• accetta il trattamento dei dati che lo riguardano;
• accetta di non poter né chiamare, né inviare SMS al di fuori del canale  whatsapp.
Attraverso questo numero l’utente potrà mandare un messaggio generico alla Regione: il sistema gli risponderà con un post di benvenuto che proporrà le opzioni disponibili di approfondimento permettendogli di approfondire argomenti di suo interesse.
Il sistema prevede un’alberatura che permette all’utente di partire da un argomento e scendere fino alla risposta: esempio Green pass / green pass dove / Green pass bancone…
Inoltre, alla fine di ogni post è stato inserito un link Click To Call per richiamare velocemente il numero della Regione, funzionalità può risultare molto utile sui messaggi inoltrati ad utenti che ancora non conoscano il servizio.
Per disattivare il servizio relativo alla prima fase pilota è sufficiente cancellare dalla rubrica dello smartphone il numero di Regione Piemonte.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

Riqualificazione fluviale, terminati gli interventi lungo la Dora Baltea e il Sesia

Terminati gli interventi di riqualificazione della vegetazione sulle sponde della Dora Baltea e del Sesia. Si tratta di lavori, sostenuti finanziariamente dai due progetti europei Interreg “Eau Concert” e da fondi regionali, che consentono sia il contenimento degli inquinanti provenienti dai terreni agricoli limitrofi ai corsi d’acqua, che il consolidamento delle sponde fluviali in modo da renderle, con infrastrutture verdi, più resilienti all’erosione e agli eventi alluvionali. E, non da ultimo, permetteranno di valorizzare le aree dal punto di vista della fruizione da parte dei cittadini, migliorare gli habitat favorendo la biodiversità e contribuire a mitigare i cambiamenti climatici attraverso il trattenimento della CO2.

Gli interventi si inseriscono nella strategia complessiva che l’Assessorato Ambiente della Regione Piemonte ha promosso negli anni più recenti per una buona gestione della vegetazione presente sulle sponde dei corsi d’acqua.

“Continua il nostro impegno per il miglioramento del territorio– commenta l’assessore regionale all’Ambiente, Matteo Marnati – Questi interventi aumentano la capacità di resistere alle precipitazioni eccessive che spesso sfociano nelle esondazioni e non rappresentano solo un beneficio in termini ambientali ma anche sotto il profilo dello sviluppo del territorio”.

I Comuni interessati dalle riqualificazioni, per quanto riguarda la Dora Baltea, sono Borgofranco d’Ivrea, Caravino, Crescentino, Ivrea, Montalto Dora, Quassolo, Quincinetto e Settimo Vittone. Sono state messe a dimora 4.500 piante autoctone su una superficie di 30 ettari complessivi di miglioramento forestale e oltre 5 Km di fasce tampone.
Lungo il fiume Dora Baltea i progetti sono stati effettuati nell’ambito del Contratto di Fiume in corso di attivazione, e quindi con il coinvolgimento e con il contributo dei Comuni nella programmazione degli interventi e nella scelta dei siti; sono stati coinvolti inoltre i conduttori dei terreni agricoli e alcune imprese locali per la realizzazione e la manutenzione degli interventi, oltre ad aziende specializzate presenti sul territorio regionale. 
Lungo il fiume Sesia, nel solo comune di Caresana, sono stati messi a dimora 2680 tra alberi e arbusti, su una superficie complessiva di oltre 4 ettari.
Oltre a proseguire in altre aree vicine al Sesia, la Regione Piemonte intende attuare, sempre con il supporto tecnico di IPLA, interventi analoghi di valorizzazione della vegetazione e delle aree demaniali su altri importanti corsi d’acqua quali Dora Riparia, Stura di Lanzo, Cervo, Orba, Belbo.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

Switch off e potenziamento segnale il futuro delle tv locali

L’Amministrazione Regionale ha attivato nei mesi scorsi un tavolo di confronto con gli operatori televisivi regionali, rappresentati dalle principali Associazioni di settore attive sul territorio per confrontarsi sul prossimo switch off  legato alla riprogrammazione dei canali televisivi, che sarebbero dovuti partire nel prossimo autunno.

Due gli elementi emersi nel corso di questi incontri di rilievo tecnico: la scarsa ricezione del segnale, soprattutto nelle zone periferiche verso la Lombardia, e una richiesta di dilazione dei tempi per la messa a punto del passaggio previsto in prima istanza per la nostra regione a far data dal mese di settembre.

Il tavolo tecnico attivato – conferma l’Assessore Andrea Tronzano - ha messo in evidenza come esistessero delle problematiche relative al segnale di ricezione, soprattutto nelle province appartenenti all’area del Piemonte orientale e confinanti con la Lombardia, ed è stato necessario uno studio e un confronto tra gli operatori locali e la EI Towers, vincitrice del bando della rete di primo livello per il Piemonte, per potenziare il segnale e dare un servizio ai cittadini che usufruiscono dei servizi informativi attraverso le tv regionali”.

Il frutto del lavoro di questo tavolo tecnico ha portato a identificare in accordo fra Ei Towers e gli operatori locali, 5 “nuove” postazioni (Novara, Vercelli, Laveno-Sasso del Ferro, Campo dei Fiori-Scuderie e Monte Giarolo) dove attivare altrettanti impianti oltre ai 74 già autorizzati, come necessari per l’ottimizzazione del segnale e per non penalizzare la popolazione piemontese a causa di un’inadeguatezza tecnologica con l’Area Tecnica confinante. Con queste postazioni aggiuntive sarà possibile – aggiunge l’Assessore Tronzano - raggiungere un significativo miglioramento in termini di livello di segnale e conseguentemente una più efficace ed omogenea copertura rispetto a quanto previsto in esito al bando ministeriale”.

Sulla base delle interlocuzioni raggiunte con gli operatori è stato poi chiesto un differimento dello switch off inviando una lettera al Ministero al sottosegretario all’On. Anna Ascani a firma del Presidente Alberto Cirio e dell’Assessore Andrea Tronzano. La data dello switch off prevista per il mese di settembre è stata spostata nei primi mesi del prossimo anno.

Riteniamo il mondo delle tv locali un valore aggiunto per il mondo dell’informazione – conclude l’Assessore Andrea Tronzano – permettere loro di lavorare in serenità alla luce degli sviluppi delle nuove tecnologie rappresenta un indubbio vantaggio per la pluralità del sistema informativo”

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

 ATTI DELLO STATO   

Testo coordinato del Decreto-Legge 25 maggio 2021, n. 73

E’ stato ripubblicato sul Supplemento Ordinario n. 27 alla Gazzetta Ufficiale n. 186 del 5.8.2021 il Testo coordinato del Decreto-Legge 25 maggio 2021, n. 73:

Ripubblicazione del testo del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, coordinato con la legge di conversione 23 luglio 2021, n. 106, recante: «Misure urgenti connesse all'emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali.», corredato delle relative note. (Testo coordinato pubblicato nel Supplemento Ordinario n. 25/L alla Gazzetta Ufficiale - Serie generale - n. 176 del 24 luglio 2021)

Testo coordinato del Decreto-Legge 9 giugno 2021, n. 80

E’ stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 28 alla Gazzetta Ufficiale n. 188 del 7.8.2021 il testo coordinato del Decreto-Legge 9 giugno 2021, n. 80:

Testo del decreto-legge 9 giugno 2021, n. 80 (in Gazzetta Ufficiale - Serie generale - n. 136 del 9 giugno 2021), coordinato con la legge di conversione 6 agosto 2021, n. 113 (in questo stesso S.O.), recante: «Misure urgenti per il rafforzamento della capacità amministrativa delle pubbliche amministrazioni funzionale all'attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per l'efficienza della giustizia.»

Decreto-Legge 6 agosto 2021, n. 111

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 187 del 6.8.2021 il Decreto-Legge 6 agosto 2021, n. 111:

Misure urgenti per l'esercizio in sicurezza delle attività scolastiche, universitarie, sociali e in materia di trasporti.
Entrata in vigore del provvedimento: 07/08/2021

LEGGI REGIONALI PUBBLICATE SUL BOLLETTINO UFFICIALE 

Legge regionale 11 agosto 2021, n. 24

E’ stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 1 al Bollettino Ufficiale n. 32 del 12 Agosto 2021 la Legge regionale 11 agosto 2021, n. 24:
 
Rendiconto generale per l’esercizio finanziario 2020

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE 

Approvazione degli indirizzi sulle modalità tecnico-operative per la definizione del tracciato cartografico condiviso dei limiti amministrativi comunali della Regione Piemonte

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 5-3673 del 6 agosto 2021, ha approvato, ai sensi della legge regionale 21/2017, i seguenti indirizzi (Allegato A al provvedimento) sulle modalità tecnico-operative per la definizione del tracciato cartografico condiviso dei limiti amministrativi comunali della Regione Piemonte. Il tracciato cartografico individuato nel rispetto di tali indirizzi costituisce mera rappresentazione dei confini comunali nell’ambito della base cartografica di riferimento regionale, senza alcuna ricaduta sull’effettiva situazione giuridica dei confini stessi e costituisce un riferimento tecnico nei procedimenti amministrativi che coinvolgono gli Enti locali sul territorio regionale.

E’ demandata alla Direzione regionale Ambiente, Energia e Territorio, Settore Sistema Informativo Territoriale Ambientale, in collaborazione con la Direzione regionale della Giunta regionale, Settore Rapporti con le autonomie locali, elezioni e referendum, espropri-usi civici, l’adozione dei provvedimenti e dgli atti necessari per l’attuazione della presente deliberazione.

Allegato A

LR 21/2017. Indirizzi sulle modalità tecnico-operative per la definizione del tracciato cartografico condiviso dei limiti amministrativi comunali della Regione Piemonte


PREMESSE
Allo stato attuale non esiste una rappresentazione cartografica condivisa dei limiti amministrativi comunali: se infatti ISTAT ha realizzato una mappatura dei comuni italiani per i fini dei censimenti, questa non ha un livello di dettaglio nè una precisione sufficienti per i procedimenti amministrativi a scala comunale. Anche i limiti amministrativi rappresentati sulla cartografia ufficiale dello Stato (tavolette in scala 1:25.000 dell’IGM) hanno lo stesso problema. D’altra parte la cartografia catastale prodotta e gestita dall’Agenzia delle Entrate, molto precisa e dettagliata a scala locale, non consente ad oggi una rappresentazione continua a scala regionale: infatti, il processo di formazione della cartografia catastale storicamente si basa su sistemi di riferimento locali, distinti tra loro, e ha generato mappe catastali (“Fogli”) non perfettamente mosaicabili.
Ai sensi della l.r. 21/2017 “Infrastruttura regionale per l’informazione geografica”, la cartografia di riferimento per la Regione Piemonte e per tutti i soggetti pubblici e privati che con essa interagiscono è costituita dall'allestimento cartografico derivato dalla Base Territoriale di Riferimento degli Enti (BDTRE) ed è pubblicata sul GeoPortale Piemonte (www.geoportale.piemonte.it). Il tracciato cartografico dei limiti amministrativi attualmente rappresentato sulla BDTRE deriva dal dato di ISTAT, che, come detto, non è sufficientemente dettagliato.


OBIETTIVO E AMBITO DI OPERATIVITÀ
Nasce quindi l’esigenza di superare le criticità sopra descritte, con l’obiettivo di disporre di un riferimento cartografico individuato con la maggior correttezza possibile, univoco e condiviso.
Il tracciato cartografico individuato nel rispetto dei presenti indirizzi costituisce mera rappresentazione dei confini comunali nell’ambito della base cartografica di riferimento regionale, senza alcuna ricaduta sull’effettiva situazione giuridica dei confini stessi e costituisce un riferimento tecnico nei procedimenti amministrativi che coinvolgono gli enti locali sul territorio regionale. 


MODALITÀ TECNICO-OPERATIVE
Attraverso il GeoPortale Piemonte, è stata recentemente messa a disposizione la componente geografica dell’informazione catastale, aggiornata sull’intero territorio regionale, opportunamente georiferita e mosaicata. A partire dall’unione dei Fogli di mappa riferiti ai singoli Comuni è stata quindi derivata una proposta di tracciato dei limiti amministrativi comunali (per i confini intercomunali e regionali). I confini nazionali (non modificabili) sono definiti dall’Istituto Geografico Militare (IGM), rappresentante dell’Italia nelle Commissioni Miste per la manutenzione del confine di Stato.
Per raggiungere il sopra riportato obiettivo di comune interesse, nella seduta della Conferenza permanente Regione ed Autonomie Locali del 27 luglio 2021 è stata condivisa una procedura metodologica che si articola nelle modalità tecnico operative di seguito rappresentate.

1° FASE – proposta di tracciato
La proposta di tracciato cartografico del limite comunale è esposta ai comuni contermini in una sezione dedicata del GeoPortale ed è facilmente consultabile dai tecnici comunali via web, senza necessità di software specifici, poiché il GeoPortale fornisce tutti gli strumenti necessari.
Allo scopo di verificare puntualmente la proposta di tracciato, il confine del comune preso in esame è suddiviso in tratti, in corrispondenza dell’intersezione con i vari fogli catastali.
2° FASE – condivisione del tracciato
Gli uffici tecnici dei comuni verificano la soluzione proposta e restituiscono singolarmente a Regione Piemonte una comunicazione di approvazione per i tratti di propria competenza, oppure riportano eventuali osservazioni sui tratti proposti non approvati.
In caso di risposte contrastanti, sarà cura del settore regionale SITA contattare i due comuni che condividono il tratto in questione per giungere a una soluzione cartografica condivisa.
Soltanto nel caso di soluzione condivisa, i limiti verranno recepiti nella BDTRE e nel GeoPortale, con le modalità di cui alla 3° fase.
3° FASE – consolidamento del tracciato
Lo stato corrente dei singoli tratti (approvato da entrambi i Comuni confinanti, in esame, etc) è rappresentato graficamente sul GeoPortale.
I tracciati cartografici dei limiti amministrativi così condivisi, rappresentati sulla cartografia derivata dalla BDTRE, saranno utilizzati quali riferimento cartografico per i procedimenti amministrativi di interesse regionale, ai sensi della l.r. 21/2017.
4° FASE – aggiornamento del tracciato
La procedura di cui al presente paragrafo, potrà essere attivata su richiesta di uno dei Comuni interessati, ogni volta risulti necessario un aggiornamento della cartografia pubblicata sulla BDTRE.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della Montagna, Foreste, Parchi, Enti locali della Regione Piemonte.

Misure di risanamento della qualità dell'aria nel Bacino Padano (DGR 5.6.2017, n. 22-5139). Aggiornamento dello schema di ordinanza sindacale tipo, di cui alla DGR 25.9.2020, n. 14-1996, per l'applicazione delle misure di limitazione delle emissioni a partire dalla stagione invernale 2021/2022

La Giunta Regionale, con  D.G.R. n. 26-3694 del 6 agosto 2021 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 32 del 12 Agosto 2021, ha aggiornato, nell’ambito dell’accordo di programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel bacino padano, il cui schema è stato approvato con D.G.R. n. 22-5139 del 5 giugno 2017, le disposizioni inerenti alle limitazioni alla circolazione veicolare, con particolare riferimento alla disciplina delle deroghe previste dalla D.G.R. n. 14-1996 del 25 settembre 2020, che devono essere circoscritte alle eccezioni indispensabili e ad eventuali ulteriori deroghe alle limitazioni, stabilite dai Comuni anche in relazione a specifiche esigenze territoriali, tenuto conto dell’avvenuta operatività sul territorio piemontese del sistema MOVE IN, di cui alla D.G.R. 28 luglio 2020, n. 5 – 1744 ed alla D.G.R. 26 febbraio 2021, n. 9-2916, quale misura alternativa ed equivalente alle misure strutturali di limitazione della circolazione veicolare.

E’ stato conseguentemente aggiornato lo schema di ordinanza sindacale tipo, di cui all’Allegato 1 alla D.G.R. 25 settembre 2020, n. 14-1996, approvando, in sua sostituzione, lo schema di ordinanza sindacale tipo, per l’applicazione delle misure strutturali e temporanee di limitazione delle emissioni da adottarsi a partire dalla stagione invernale 2021/2022,  in continuità con quanto disposto dalla D.G.R. 26 febbraio 2021, n. 9-2916, anche al fine di consentire un’attuazione omogenea sul territorio regionale delle limitazioni strutturali e temporanee, previste dall’Accordo di Programma del Bacino Padano.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Ambiente, Energia, Innovazione, Ricerca e connessi rapporti con Atenei e Centri di Ricerca pubblici e privati, Ricerca applicata per emergenza COVID-19 della Regione Piemonte.

SCADENZE UTILI 

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.

Scadenze del mese di SETTEMBRE (n. 7 provvedimenti segnalati)

1) Approvazione dei bandi per l'accesso ai finanziamenti per interventi sul territorio regionale in favore delle donne vittime di violenza sole e/ con figli e figlie, svolti dai Centri antiviolenza e da Case rifugio, per il sostegno alle soluzioni di accoglienza in emergenza e di secondo livello.

La Direzione Sanità e Welfare, con D.D. n. 1161 del 2 agosto 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 31 del 5 agosto 2021, ha approvato il Bando per l’accesso ai finanziamenti destinati al sostegno degli interventi a favore delle donne vittime di violenza e dei loro figli e figlie, Allegato 1), parte integrante e sostanziale della presente determinazione;
Ha approvato quindi i seguenti modelli per la richiesta di finanziamento:
- Modello di istanza contributo per i Centri antiviolenza e le Case rifugio esistenti, Allegato 2), parte integrante e sostanziale della presente determinazione;
- Modello di istanza contributo per i posti di accoglienza in emergenza di primo livello, Allegato 3), parte integrante e sostanziale della presente determinazione;
- Modello di istanza contributo per le soluzioni di accoglienza di secondo livello, Allegato 4), parte integrante e sostanziale della presente determinazione;
- modello di scheda informativa sul trattamento dei dati personali di cui all’Allegato 5), parte integrante e sostanziale della presente determinazione;

Sono fissate le scadenze specificate nell’Allegato 1 per la presentazione delle istanze di contributo, secondo le modalità ivi previste.
 

 

2) Adempimenti relativi alla corresponsione della quota minima per il riconoscimento della condizione di morosità incolpevole degli assegnatari di edilizia sociale per l’anno 2020. Misure straordinarie conseguenti all’emergenza epidemiologica da Covid-19. Modifica D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020.

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 2-3061 del 9 aprile 2021, ha deliberato, in via straordinaria, in merito agli adempimenti relativi alla corresponsione della quota minima per il riconoscimento della condizione di morosità incolpevole degli assegnatari di edilizia sociale per l’anno 2020, anche a parziale modifica di quanto stabilito dalla D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020, stante il perdurare delle limitazioni e difficoltà evidenziate in premessa, conseguenti all’emergenza epidemiologica presente in Italia e nella Regione Piemonte:
1) di prorogare al 30 settembre 2021 il termine entro il quale gli assegnatari degli alloggi di edilizia sociale possono procedere al versamento della quota minima stabilita con D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020, ai fini del riconoscimento della condizione di morosità incolpevole, in deroga eccezionale al diverso termine di cui all’articolo 7 del Regolamento regionale n. 14/R del 4 ottobre 2011, per l’anno 2020 e alla presentazione agli enti gestori della relativa documentazione, ai sensi dell’articolo 2 del Regolamento regionale n. 15/R del 4 ottobre 2011;
2) di consentire agli enti gestori di comunicare alla Struttura regionale competente l’ammontare della morosità incolpevole maturata dai rispettivi assegnatari entro il termine del 29 ottobre 2021, in deroga eccezionale al diverso termine previsto dall’articolo 3, comma 2, del Regolamento regionale n. 15/R del 4 ottobre 2011.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Politiche della Famiglia, dei Bambini e della Casa, Sociale, Pari Opportunità della Regione Piemonte. 

 

3) Cloud computing e pubblica amministrazione piemontese. Approvazione elenco degli Enti ammessi alla fase di migrazione e riapertura dei termini per la presentazione della Manifestazione di interesse ai sensi dell'Avviso pubblico approvato con D.D. n. 1 del 7 gennaio 2021.

La Direzione Competitività del Sistema regionale, con D.D. n. 214 del 30 Maggio 2021,ha:
- approvato il numero di interventi di migrazione, articolato per provincia e per quadrante, relativi a 237 Comuni sotto i 10.000 abitanti e 44 Comuni sopra i 10.000 abitanti, secondo le risultanze dell’attività di valutazione istruttoria svolta sulle manifestazioni di interesse per l’attuazione del progetto Cloud computing e Pubblica Amministrazione piemontese ricevute tra il 2/2/2021 e il 30/4/2021, in coerenza con le modalità e i criteri stabiliti con D.G.R. n. 56-2734 del 29/12/2020 e attuati con D.D. n. 1 del 7/1/2021, come riportato nell’Allegato A) al presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale;
- approvato le graduatorie degli Enti destinatari dell’intervento riportate nell’Allegato B) al presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale;
- stabilito l’apertura di un seconda sessione di presentazione delle manifestazioni di interesse, destinata a approvare i 43 interventi già presenti in lista d’attesa per euro 125.893,23 e a consentire la presentazione di nuove istanze per un importo complessivo pari a euro 271.987,84, come esposto nel dettaglio nell’Allegato A);
- disposto che la nuova sessione di apertura per la presentazione delle domande sia fissata dal 21 giugno al 30 settembre 2021;
- disposto che le istanze siano presentate secondo le medesime modalità dell’“Avviso pubblico per manifestazione di interesse destinato ai comuni singoli ed associati del Piemonte finalizzato all’adesione al progetto Cloud regionale e razionalizzazione data center della PA”, approvato con D.D. n. 1 del 7/1/2021 e pubblicato sulla home page del sito internet della Regione Piemonte http://www.regione.piemonte.it/index.htm nella sezione https://bandi.regione.piemonte.it e siano approvate con il criterio di ordine di arrivo della domanda (First In - First Out – FIFO) applicato in termini assoluti, ovvero senza distinzione su base territoriale o dimensionale, per facilitare e massimizzare l’utilizzo delle risorse messe a disposizione del progetto.

 

4) Approvazione dell'Avviso pubblico di finanziamento per la presentazione delle domande di contributo, da parte di enti pubblici e privati, a sostegno di progetti per il miglioramento dell'accessibilità delle strutture e dei servizi museali per l'anno 2021. Approvazione della modulistica.

La Direzione Cultura e Commercio, con D.D. n. 175 del 26 luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 30 del 29 luglio 2021, ha approvato, per le ragioni illustrate in premessa e secondo quanto stabilito dalla deliberazione della Giunta regionale n. 1 -3530 del 14 luglio 2021:

- l’“Avviso pubblico di finanziamento a sostegno di progetti per il miglioramento dell’accessibilità delle strutture e dei servizi museali denominato “MUSEI ACCESSIBILI”, ai sensi delle ll.rr. 11/2018 e 13/2020, con scadenza di presentazione delle istanze fissata dalla data di pubblicazione dell’Avviso sul Bollettino ufficiale della Regione Piemonte (BUR) fino al 20 settembre 2021, ore 12; tale avviso costituisce l’Allegato A alla presente determinazione dirigenziale, di cui fa parte integrante e sostanziale;

- il modulo di domanda di finanziamento (ALLEGATO 1 domanda), il modulo della scheda di progetto e quadro economico su cui verte la richiesta di contributo (ALLEGATO 2), il modulo di autovalutazione del museo redatto secondo le indicazioni del DM 113/2018 (Allegato 3 autovalutazione), quest’ultimo da inviare solo facoltativamente. Detti tre moduli costituiscono rispettivamente gli Allegati 1, 2, 3 alla presente determinazione dirigenziale, di cui fanno parte integrante e sostanziale.
 

5) Approvazione del bando per la concessione di contributi per l'anno 2021 alle Unioni Montane per il sostegno dell'attività delle commissioni locali valanghe.

La Direzione Opere Pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Trasporti e Logistica, con D.D. n. 2160 del 27 luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 30 del 29 luglio 2021, ha:

• richiamato le premesse per far parte integrante e sostanziale della presente determinazione;

• approvato, per le motivazioni indicate in premessa, il “Bando per la concessione di contributi per l’anno 2021 alle Unioni Montane per il sostegno dell’attività delle CLV” allegato alla presente determinazione, di cui è parte integrante e sostanziale, che include le procedure e la relativa modulistica;

• concesso, per la presentazione della domanda e della relativa documentazione, 60 giorni decorrenti dalla data di pubblicazione della presente determinazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte;

L’assegnazione dei contributi sarà disposta con determinazione dirigenziale, sulla base della formazione di una graduatoria di idoneità stilata secondo le modalità previste dal bando in oggetto, previa istruttoria compiuta da parte di una commissione nominata con determinazione successiva al termine utile per la presentazione delle domande di contributo.

 

6) Approvazione dei bandi per l'accesso ai finanziamenti destinati al sostegno di interventi regionali attuativi nell'ambito del Piano Operativo di cui al ''Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017-2020''.

La Direzione Sanità e Welfare, con D.D. n. 1162 del 2 agosto 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 31 del 5 agosto 2021, ha approvato, quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, il Bando per l’accesso ai finanziamenti destinati al sostegno di interventi regionali attuativi nell’ambito del Piano Operativo di cui al “Piano Strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017-2020 di cui all’Allegato 1);

Ha approvato altresì i seguenti modelli per la richiesta di finanziamento, anch’essi parte integrante e sostanziale del presente provvedimento:
- Modello di istanza contributo per la realizzazione dell’azione 1) interventi per il sostegno abitativo e il reinserimento lavorativo e più in generale per l’accompagnamento nei percorsi di fuoriuscita dalla violenza (Allegato 2);
- Modello di istanza contributo per la realizzazione dell’azione 2) progetti rivolti a donne minorenni italiane ed anche straniere di seconda generazione vittime di violenza, nonché a minori vittime di violenza assistita (Allegato 3);
- Modello di scheda informativa sul trattamento dei dati personali (Allegato 4);

Sono state fissate le date specificate nell’Allegato 1 per la presentazione delle rispettive istanze di contributo, secondo le modalità ivi previste.

 

7) Bando 2021 per la richiesta di contributi da parte dei Comuni del Piemonte, per la sistemazione temporanea dei salariati agricoli stagionali - Proroga dei termini di presentazione domande.

La Direzione Agricoltura e Cibo, con D.D. n. 651 del 29 luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 31 del 5 agosto 2021, ha prorogato il periodo di presentazione delle domande di contributo da parte dei Comuni del Piemonte, relativamente alla realizzazione di progetti finalizzati alla sistemazione temporanea dei salariati agricoli stagionali delle aziende agricole piemontesi, ai sensi del bando approvato con DD n. 405 del 10.05.2021, il cui termine era stato fissato al 02.08.2021.

Il nuovo termine di presentazione delle domande di contributo da parte dei Comuni è stabilito per il 30 settembre 2021.

Scadenze del mese di OTTOBRE (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Criteri per il riparto delle risorse e per la concessione di contributi per interventi di ristrutturazione e riqualificazione edifici scolastici in attuazione del programma biennale per gli investimenti di edilizia scolastica. Seconda proroga termine inizio lavori.

La Giunta Regionale, con D.G.R. n. 3-2170 del 30 Ottobre 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 46 del 12 novembre 2020, ha prorogato dal 30 ottobre 2020 al 30 ottobre 2021 il termine per l’inizio lavori degli interventi finanziati di cui alla D.G.R. n. 26–7920 del 23 novembre 2018, previsto al punto 17 dell'allegato A della medesima deliberazione, come modificato con D.G.R. n. 8-508 del 15-novembre 2019.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Diritto allo Studio universitario della Regione Piemonte.

Scadenze dell'anno 2022 (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Commercio su area pubblica. Verifiche di regolarità contributiva e fiscale delle imprese (VARA). Differimento dei termini, di cui alla D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, per gli adempimenti dell'anno 2021 in riferimento all'annualità 2019.

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 9-2864 del 12 febbraio 2021, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 07 del 18 febbraio 2021, ha disposto il differimento dei termini per gli adempimenti VARA previsti, ai sensi della D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, a carico degli operatori e dei Comuni per il corrente anno 2021 con riferimento all’annualità 2019, entro i termini, rispettivamente, del 28 febbraio e del 30 aprile 2021, alle date del 28 febbraio e del 30 aprile 2022.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Cultura, Turismo, Commercio della Regione Piemonte.

 

2) Disposizioni per favorire la costituzione delle associazioni fondiarie e la valorizzazione dei terreni agricoli e forestali. Bando 2019: proroga dei termini di consegna dei Piani di gestione dei terreni e della rendicontazione finale del contributo.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 91 del 25 febbraio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 9 del 4 marzo 2021, ha prorogato il termine di presentazione dei Piani di gestione dei terreni al 12.03.2022 e di prorogare al 13.03.2023 la rendicontazione finale del contributo concesso con D.D. n. 99/A1615A del 12 marzo 2020

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco, Marco Puxeddu
Telefono
0114326058 - 0114325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it