Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 28 del 23 luglio 2020

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Lozzolo (VC). Scorcio con Balilla.

Questa settimana in copertina*: Lozzolo (VC). Scorcio con Balilla.

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte.

IN PRIMO PIANO

14,6 milioni per il collegamento ferroviario diretto con Caselle

È in arrivo dall’Unione Europea un importante contributo economico per la realizzazione del collegamento ferroviario diretto tra la stazione di Torino Porta Susa e l’aeroporto Sandro Pertini di Caselle. Dei circa 73,2 milioni di euro necessari per completare i lavori, il 20% viene infatti coperto dai fondi europei CEF Connecting Europe Facility. Lo ha confermato la Commissione Trasporti e Mobilità dell’UE. “La ripresa economica – commenta l’Assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Marco Gabusi–passa anche da infrastrutture migliori. Per questo motivo ho insistito personalmente per l’inserimento del collegamento ferroviario città-aeroporto nell’elenco delle opere finanziate dall’Europa. Stiamo parlando di 14,6 milioni di euro che permetteranno di proseguire speditamente e con maggior serenità nei lavori di una delle più importanti opere infrastrutturali per il nostro territorio. Da sempre sottolineo la strategicità di questo collegamento non solo per Torino e il Piemonte, ma per tutto il contesto logistico che, da un lato, punta verso l’Europa e, dall’altro, vuole intercettare e attirare qui i flussi di traffico europei. Con questo contributo l’UE riconosce come migliori collegamenti con il resto dell’Europa non potranno che aiutare la ripresa”.

Sono 140 i progetti sostenuti dal fondo CEF in tutti i Paesi dell’Unione, di cui 8 in Italia, per un totale di 2 miliardi di euro. I progetti selezionati contribuiranno a costruire i collegamenti di trasporto mancanti in tutto il continente, a sostenere il trasporto sostenibile e a creare posti di lavoro. Le opere sono state selezionate seguendo criteri di sostenibilità e di rispondenza agli obiettivi climatici stabiliti nel Green Deal europeo. È stata posta particolare attenzione verso i progetti di rafforzamento delle ferrovie, compresi collegamenti transfrontalieri e collegamenti con porti e aeroporti, all’interno dei quali si inserisce il collegamento diretto con Caselle.

Attualmente l’avanzamento dei lavori, iniziati nel 2017, è pari a oltre il 50% delle opere da realizzare. Se i lavori proseguiranno secondo il cronoprogramma l’ultimazione è attualmente prevista per la fine del 2021. Seguiranno le fasi di collaudo e di messa in esercizio delle opere realizzate che presumibilmente interesseranno almeno tutto il 2022. “L’opera – sottolinea l’Assessore Gabusi - è certamente importante anche dal punto di vista economico. Il costo complessivo di 180 milioni è decisamente impegnativo, ma siamo convinti che questo collegamento rappresenterà un punto di svolta importante. Come ha riconosciuto anche l’Unione Europea nella motivazione del contributo, il collegamento ferroviario diretto permetterà di sviluppare il potenziale dell’aeroporto connettendolo rapidamente alla città, aiuterà molti piemontesi a lasciare a casa l’auto per raggiungere Caselle, con evidenti risparmi di inquinamento, traffico e denaro e contribuirà a migliorare l’appeal dell’aeroporto per chi deve raggiungere Torino e il Piemonte”.

Il risultato è stato raggiunto grazie ad un lavoro di squadra interdirezionale, tutta regionale, coordinata dall’Assessore Gabusi e composta, tra gli altri, dal vice Capo di Gabinetto della Presidenza della Giunta Regionale Davide Donati, dal referente regionale a Bruxelles Matteo Brumati e dall’ingegner Miriam Chiara del settore Investimenti trasporti e infrastrutture.

Per quanto riguarda i prossimi passi, la Commissione Europea Mobilità e Trasporti ha confermato che l'Agenzia esecutiva per l'innovazione e le reti della Commissione (INEA) firmerà le convenzioni di sovvenzione con i beneficiari del progetto entro il gennaio 2021.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Al via la piattaforma di accesso al bonus turismo. Da lunedì 20 luglio è possibile iniziare a richiedere il contributo riservato alle strutture ricettive

Dalle 9 di lunedì 20 luglio è possibile presentare le richieste di accesso al Bonus Turismo, riservato alle strutture ricettive imprenditoriali piemontesi, direttamente nell’area del sito della Regione Piemonte (www.regione.piemonte.it).

Tutte le strutture riceveranno una e-mail con tutte le istruzioni per procedere al caricamento.

L’accesso alle procedure avverrà mediante l’accreditamento con identità digitale Spid o con altri certificati digitali. Inoltre sarà indispensabile fornire, per permettere la corretta identificazione della struttura richiedente, il codice identificativo tratto dalla piattaforma di comunicazione dei flussi turistici (Ross 1000).

Il caricamento delle domande avverrà in ordine alfabetico, a partire dalle ore 9 di lunedì 20 luglio, secondo il seguente calendario: Lettera A-C, Lunedì 20/07; Lettera D-F, Martedì 21/07; Lettera G-I, Mercoledì 22/07; Lettera L-N, Giovedì 23/07; Lettera O-Q, Venerdì 24/07; Lettera R-T, Lunedì 27/07; Lettera U-Z, Martedì 28/07.

Il Bonus Turismo sostiene la ripartenza del settore alberghiero ed extralberghiero e sarà erogato a ogni singola impresa e per ogni struttura ricettiva.

È cumulabile con altri sostegni di natura economica e, pur non essendo richiesta la rendicontazione, sarà necessario conservare i giustificativi delle varie spese sostenute (sanificazione, acquisto di attrezzature e dispositivi per eventuali situazioni di emergenza sanitaria, interventi funzionali).

Il Bonus Turismo ha una dotazione economica di 10.730.000 euro da distribuire come contributo a fondo perduto a seconda delle dimensioni e della classificazione delle strutture alberghiere ed extralberghiere. I contributi varieranno da 1.800 a oltre 9.000 euro per gli hotel, da 2.000 a 2.600 euro per case vacanze, ostelli e Cav residence, da 3.300 a 5.300 euro per campeggi e villaggi turistici, ed è di 1.300 euro per affittacamere, agriturismi, alloggi vacanze e country house, 650 euro per i bed & breakfast imprenditoriali.

“Con questa misura - commenta l’assessore al Turismo Vittoria Poggio- si va a completare l’operazione a 360 gradi prevista per il piano Riparti Turismo perché il Piemonte vive di turismo e questo piano deve e vuole essere un rilancio della sua immagine e del suo brand. Sono certa che i turisti saranno sempre più attratti dai nostri splendidi territori, dalle colline del Monferrato e delle Langhe fino ai suggestivi paesaggi dei laghi e delle montagne”.

Per informazioni è possibile rivolgersi alla casella e-mail con indirizzo: bonus.turismo@regione.piemonte.it.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Edilizia e formazione: la Regione al lavoro per favorire la ripartenza del settore

Un «bollino verde» regionale in grado di certificare la qualità e la professionalità degli enti formatori e massimo sostegno al sistema edile, in particolare per quanto riguarda il tema della formazione, ragionando, fra le altre cose, anche su eventuali nuovi bandi formativi e su possibili incentivi fiscali.

E’ positivo l’esito del confronto del 16 luglio tra i rappresentanti di Formedil (Ente nazionale per la formazione e l'addestramento professionale nell’edilizia) Piemonte e l’assessore regionale alla Formazione e Lavoro Elena Chiorino.

Alla riunione, oltre all’assessore Chiorino e ad alcuni funzionari dell’assessorato, erano presenti i vertici di Formedil Piemonte - in particolare il presidente Emilio Melgara e il vice presidente Giuseppe Manta - e il presidente dell'O.P.E.B. (Organismo Paritetico Edile Biellese per la Formazione e la Sicurezza), Andrea Bonifacio.

Obiettivo delle parti: aprire un dialogo costruttivo con la regione per il riconoscimento del ruolo svolto dal sistema bilaterale edile nella specifica formazione del settore. I rappresentanti della categoria hanno presentato proposte atte a garantire adeguati livelli qualitativi, che derivano dal proprio ruolo di Ente Formativo Bilaterale di emanazione contrattuale di un settore che conta 1.500 imprese e 25mila addetti.

In particolare sono state individuate linee strategiche improntate ad un’azione volta al coinvolgimento di Formedil Piemonte nella definizione dei futuri assetti programmatici, bandi formativi, profili professionali di settore e all’assegnazione di premialità con l’ipotesi di istituire un «bollino verde» regionale che qualifichi i corsi specifici svolti dagli Enti Bilaterali Edili e di conseguenza le imprese del sistema che indirizzano alla formazione i propri lavoratori.

Si è inoltre convenuta l’opportunità di riconoscere sgravi fiscali per le Imprese del settore che si rivolgono agli Enti formativi di emanazione contrattuale.

Ulteriore aspetto sul quale vi è stata unitarietà di intenti è l’azione di contrasto alle agenzie formative non qualificate che danno atto a fenomeni di concorrenza sleale a scapito della qualità delle capacità apprese dai formati.

“E’ stato un incontro molto positivo - ha commentato l’assessore regionale alla Formazione e al Lavoro, Elena Chiorino - in cui abbiamo fatto il punto sulle criticità di un settore, quello dell’edilizia, anch'esso colpito dall’emergenza Covid e che necessita di recuperare al più presto il tempo perduto partendo proprio dalla formazione”. “Ho confermato ai presenti - ha proseguito Chiorino - la massima attenzione della Regione, il mio più convinto supporto alle loro esigenze e la disponibilità a valutare tutte le richieste pervenute per facilitare la ripartenza dell’edilizia, mettendo le imprese del settore nelle migliori condizioni possibili per ripartire di slancio, recuperando il terreno perso a causa del lock down”. “Il nostro obiettivo – conclude Chiorino - deve essere certamente quello di sostenere la rapida ripresa economica del comparto, senza però mai scordare l’attenzione per la qualità, che si declina proprio nella formazione, elemento fondamentale per garantirla”.

“L’incontro con l’assessore Chiorino - ha dichiarato la presidenza del Formedil Piemonte - è ora più che mai fondamentale per proseguire sulla strada del confronto mantenendo un dialogo aperto e continuativo sulle politiche della formazione”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Via libera in Piemonte agli sport di contatto. Emanata l’ordinanza della Regione

La Regione Piemonte ha emanato, il 17 giugno, l’ordinanza che autorizza la ripresa di queste attività sportive, alla luce dei pareri favorevoli espressi dal Settore Prevenzione dell’Assessorato alla Sanità della Regione e degli esperti dei gruppi di lavoro tecnico-scientifici che ne hanno valutato la compatibilità con l’attuale situazione epidemiologica del Piemonte, che anche nell’ultimo Report 9 della Fase 2, trasmesso dal Ministero della Salute, mostra un basso livello di rischio e allerta zero.

“Interveniamo per dare una risposta a migliaia di realtà, nonostante dal Governo non sia arrivato ancora nessun riscontro - sottolineano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, il vicepresidente Fabio Carosso e l’assessore allo Sport Fabrizio Ricca -. Da settimane sollecitiamo il Governo perché, di fatto, il Dpcm vincola il via libera da parte delle Regioni al parere del Ministero della Salute, che però ad oggi non ci ha mai dato un feedback, né positivo né negativo. A questo punto non possiamo più attendere e lasciare senza risposta migliaia di realtà che aspettano di ripartire. Interveniamo quindi come Regione e da domani in Piemonte gli sport di contatto potranno riprendere in sicurezza”.

La ripresa degli sport di contatto dovrà avvenire infatti nel rispetto delle apposite Linee guida assunte dalla Giunta regionale e approvate dalla Conferenza delle Regioni.

In particolare:

- accesso alla sede di allenamento o gara solo in assenza di sintomi (febbre, tosse, difficoltà respiratoria, alterazione di gusto e olfatto) almeno nei tre giorni precedenti e dopo aver rilevato la temperatura corporea, che se superiore ai 37.5 gradi farà scattare il divieto di ingresso;

- conservazione per almeno 14 giorni del registro dei presenti (atleti, staff tecnico, dirigenti, massaggiatori, fisioterapisti) nella sede dell’attività;

- adeguata informazione, comprensibile anche per atleti di altra nazionalità;

- corretta prassi igienica individuale (frequente igiene delle mani con prodotti igienizzanti, starnutire/tossire evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie, non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani, non condividere borracce, bottiglie e bicchieri);

- mantenimento della distanza interpersonale minima di almeno 1 metro in caso di assenza di attività fisica e di almeno 2 metri per tutti i momenti in cui la disciplina lo consente, fatta eccezione per i contatti previsti in specifici casi;

- regolare e frequente pulizia e disinfezione delle aree comuni e delle attrezzature utilizzate per l’esercizio fisico;

- riposizione di tutti gli indumenti e oggetti personali dentro la borsa personale, anche qualora depositati negli appositi armadietti.

Le Linee guida dettano anche precise disposizioni per assicurare il ricambio dell’aria negli ambienti interni.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Vacanze: il voucher 3x1 del Piemonte piace ai turisti

A una settimana dal suo avvio il voucher vacanza della Regione Piemonte incassa il gradimento dei turisti che in soli 7 giorni hanno acquistato più di 1000 pacchetti per trascorrere tre notti in Piemonte al prezzo di una. Tra i territori più richiesti c’è il Lago Maggiore con oltre 200 voucher venduti e 50 settimane di vacanza prenotate, ma successo anche per le colline Unesco di Langhe e Monferrato, le montagne cuneesi e per la città di Torino con le sue valli, tutti con più di 200 voucher venduti o già opzionati. Ad apprezzare l’iniziativa sono stati gli stessi piemontesi, ma anche turisti in arrivo principalmente da Lombardia, Liguria, Veneto e anche dall’estero, in particolare Svizzera e Francia. Considerato che i voucher venduti riguardano quasi tutti camere doppie, i turisti attratti sono quindi già più di 2 mila, con una ricaduta complessiva di oltre 6 mila pernottamenti prenotati in meno di una settimana.

“Abbiamo lanciato la promozione venerdì scorso e già nel weekend sono arrivati i primi turisti - sottolineano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, il vicepresidente Fabio Carosso e l’assessore al Turismo, Cultura e Commercio Vittoria Poggio -. I voucher funzionano perché offrono un vantaggio immediato e consistente a chi li acquista e allo stesso tempo immettono risorse reali e istantanee nel nostro sistema turistico e ricettivo, che è uno dei settori più colpiti dalle conseguenze dei mesi di lockdown. Adesso che siamo ripartiti, però, il Piemonte è pronto ad accogliere i turisti di ogni parte del mondo con la sua ospitalità “singolare”, come dice il claim della nostra campagna di promozione. Significa la certezza di una vacanza in sicurezza in luoghi unici e dalla bellezza suggestiva e mai scontata».

Circa 400, ad oggi, le strutture ricettive che hanno aderito su tutto il territorio piemontese all’iniziativa della Regione Piemonte (hotel, B&B, campeggio, alloggio, agriturismo). Tra le tipologie più richieste dai turisti, nella prima settimana, ci sono gli agriturismi con piscina.

In generale, considerato il prezzo medio di 90 euro a notte per una camera doppia, il valore dei voucher acquistati finora è di oltre 90 mila euro che, moltiplicato per tre, porta il valore complessivo dei pacchetti venduti a circa 300 mila euro. Per ogni notte acquistata dal turista, infatti, altre due vengono offerte dal territorio: una dalla Regione e l’altra dalla struttura ricettiva stessa.

Il voucher vacanze del Piemonte è frutto di un importante lavoro di squadra voluto e realizzato dalla Regione Piemonte in sinergia con VisitPiemonte (la società in house per la valorizzazione del territorio che ha curato lo sviluppo della campagna) e in collaborazione con Unioncamere, tutte le Agenzie Turistiche Locali, le Camere di commercio e i Consorzi turistici del Piemonte sotto la regia della Federazione dei Consorzi turistici della Regione Piemonte – Piemonte Incoming.

“In questi giorni abbiamo riscontrato un incremento delle strutture ricettive alberghiere ed extra alberghiere che stanno aderendo alla promozione - evidenzia Andrea Cerrato presidente di Piemonte Incoming -. Gli operatori hanno capito che il voucher attivato dalla Regione non è un credito di imposta, come quello dello Stato, ma sono entrate di cassa immediate. E questo sta producendo molto interesse e una ricaduta immediata sul nostro settore”.

I voucher potranno essere acquistati fino al 31 agosto 2020, ma saranno utilizzabili fino al 31 dicembre 2021. Tutte le info relative su www.visitpiemonte.com

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

 ATTI DELLO STATO

Decreto-Legge 16 luglio 2020, n. 76

E’ stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 24 della Gazzetta Ufficiale n. 179 del 17.7.2020 il Decreto-Legge 16 luglio 2020, n. 76:

Misure urgenti per la semplificazione e l'innovazione digitale.

Entrata in vigore del provvedimento: 17/07/2020.

Legge 17 luglio 2020, n. 77

E’ stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 25 della Gazzetta Ufficiale n. 180 del 18.7.2020 la Legge 17 luglio 2020, n. 77:

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, recante misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all'economia, nonche' di politiche sociali connesse all'emergenza epidemiologica da COVID-19.

Entrata in vigore del provvedimento: 19/07/2020.

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 19 maggio 2020, n. 34: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/07/18/20A03914/sg

Decreto del Ministero dell’Interno 16 luglio 2020

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 182 del 21.7.2020 il Decreto del Ministero dell’Interno 16 luglio 2020:

Criteri e modalita' di riparto del Fondo, avente una dotazione di 3,5 miliardi di euro, istituito presso il Ministero dell'interno dall'art. 106 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, per concorrere ad assicurare ai comuni, alle province ed alle citta' metropolitane le risorse necessarie per l'espletamento delle funzioni fondamentali, per l'anno 2020, anche in relazione alla possibile perdita di entrate connesse all'emergenza COVID-19.

Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze 13 luglio 2020

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 179 del 17.7.2020 il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze 13 luglio 2020:

Modifica del decreto 28 novembre 2019 - Determinazione del costo globale massimo per le operazioni di mutuo effettuate dagli enti locali.

Decreto del Ministero dell’Istruzione 12 giugno 2020

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 20.7.2020 il Decreto del Ministero dell’Istruzione 12 giugno 2020:

Proroga dei termini di aggiudicazione degli interventi autorizzati con le economie dei mutui Bei 2015 e 2016, nonché' di conclusione dei lavori. (Decreto n. 34/2020).

Comunicato del Ministero della Salute

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 182 del 21.7.2020 il Comunicato del Ministero della Salute:

Comunicato relativo all'ordinanza del Ministro della salute 16 luglio 2020, recante «Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19».

Ordinanza del Ministero della Salute 16 luglio 2020

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 178 del 16.7.2020 l’Ordinanza del Ministero della Salute 16 luglio 2020:

Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19.

DECRETI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 

Decreto del Presidente della Giunta regionale del 17 luglio, n. 82

E’ stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 29 del 16 luglio il Decreto del Presidente della Giunta regionale del 17 luglio, n. 82:

Ulteriori disposizioni attuative per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.

Decreto del Presidente della Giunta regionale del 14 luglio, n. 78

E’ stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale n. 30 del 23 luglio il Decreto del Presidente della Giunta regionale del 14 luglio, n. 78:

Approvazione, ai sensi dell’art. 34 del d.lgs 267/2000, dell’Accordo di Programma sottoscritto il 7 luglio 2020 tra Regione Piemonte ed il Consorzio di Bacino Basso Novarese finalizzato alla realizzazione ed adeguamento di centri di raccolta rifiuti nei comuni di Bellinzago Novarese e Romentino in attuazione della d.c.r. del 140-14161 del 19.04.2016. 

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE 

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un puro strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip.  

Approvazione criteri accesso ai finanziamenti per il sostegno di interventi regionali attuativi nell’ambito del Piano Operativo di cui al “Piano strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne 2017-2020” per gli interventi previsti dall’art. 5, comma 2, lettere a),b),c),e),f), g), h) e l) del DL 14.8.2013 n. 93

La Giunta regionale, con la D.G.R. n. 2 -1658 del 17 luglio 2020, ha approvato l’Allegato 1) Criteri per l’accesso ai finanziamenti destinati al sostegno di interventi attuativi previsti nell’ambito del “Piano Strategico nazionale sulla violenza maschile contro le donne (2017-2020)” quale parte integrante e sostanziale del provvedimento.

Alla spesa complessiva di € 718.000,00 derivante dall’attuazione del presente provvedimento, si fa fronte con gli stanziamenti statali di seguito specificati:

- azione 1) interventi per il sostegno abitativo, il reinserimento lavorativo e più in generale per l’accompagnamento nei percorsi di fuoriuscita dalla violenza budget assegnato € 508.000,00,

- azione 2) progetti rivolti anche a donne minorenni vittime di violenza e a minori vittime di violenza assistita budget assegnato € 150.000,00,

- azione 3) azioni di informazione, comunicazione e formazione budget assegnato € 10.000,00, da utilizzare secondo le modalità che saranno definite con apposita determinazione dirigenziale

- azione 4) programma rivolti agli uomini maltrattanti, anche a seguito dell’emanazione di apposite linee guida nazionali budget assegnato € 50.000,00, da utilizzare secondo le modalità che saranno definite con apposita determinazione dirigenziale.

L’attuazione del presente Allegato 1, si farà fronte attraverso il riparto delle risorse finanziarie basato sui criteri percentuali di riparto del Fondo nazionale per le Politiche relativi ai diritti e alle pari opportunità, ed assegnate alla Regione Piemonte così come riportato alla tabella 2 allegata al DPCM del 4.12.2019 pari a complessivi € 718.000,00, attualmente iscritte nell’ambito della MS 12 – PR 1204 sui capitoli di spesa n. 153104 per € 485.600,00 sull’annualità 2020 e per € 222.400,00 sull’annualità 2021 e n. 134918 per € 10.000,00 sull’annualità 2020, di cui si disporrà l’allocazione definitiva, attraverso apposite variazioni compensative, da adottarsi a seguito dell’espletamento delle attività istruttore previste dall’Allegato 1 del presente bando, finalizzate all’individuazione della natura giuridica dei beneficiari e degli importi a ciascuno spettanti, con conseguenti impegni di spesa sui capitoli 153104, 177761 e 186533, appartenenti al medesimo macroaggregato, sugli esercizi 2020 e 2021, sulla base delle risorse statali trasferite con provvisorio d’incasso n. 13950 del 24.04.2020.

E’ demandata al Dirigente competente, previa adozione di idonei provvedimenti di impegno e di accertamento, l’adozione dei provvedimenti attuativi della presente deliberazione, nonché la costituzione del nucleo di valutazione delle proposte di intervento.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Politiche della famiglia, dei bambini e della casa, Sociale, Pari opportunitàDirezione Sanità e Welfare della Regione Piemonte.

Approvazione delle istruzioni operative, anni 2020 e 2021, per la concessione di contributi per le spese di funzionamento, di gestione e per lo svolgimento dell'attività istituzionale a favore delle Enoteche regionali

La Giunta regionale, con la D.G.R. n. 21-1677 del 17 luglio 2020, ha approvato, ai sensi della legge regionale 37/1980, esclusivamente per le annualità 2020 e 2021, le istruzioni operative di concessione dei contributi per le spese di funzionamento, gestione e lo svolgimento dell’attività istituzionale delle Enoteche regionali, di cui all’allegato alla presente per farne parte integrante e sostanziale e che sostituisce il comma 2 dell’Allegato B della D.G.R. n. 46-2278 del 27/02/2006, fatte salve le altre disposizioni della medesima D.G.R. n. 46-2278 del 27/02/2006.

E’ destinato, a tal fine, un contributo regionale complessivo di:

- euro 100.000,00, per l’anno 2020;

- euro 100.000,00, per l’anno 2021;

L’onere derivante dal presente provvedimento, pari ad euro 200.000,00 per le annualità 2020-2021, trova copertura finanziaria per euro 100.000,00 nel limite dello stanziamento iscritto in competenza sul capitolo di spesa n. 175694/2020 e per euro 100.000,00 nel limite dello stanziamento iscritto in competenza sul capitolo di spesa n. 175694/2021 (Missione 16 - Programma 1601) del bilancio regionale di previsione finanziario 2020-2022.

Le agevolazioni previste sono concesse nel rispetto del “de minimis” ai sensi del regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18/12/2013 (pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea n. L 352/1 del 24/12/2013) ed in conformità alla D.G.R. 43-6907 del 17 settembre 2007 per quanto compatibile e non devono essere preventivamente notificate alla U.E. purché soddisfino le condizioni stabilite dal suddetto regolamento.

Il procedimento relativo al presente provvedimento trova disciplina nella D.G.R. 18 ottobre 2019, n. 10-396 “Aggiornamento della ricognizione dei procedimenti amministrativi di competenza della Direzione Agricoltura ed individuazione dei relativi termini di conclusione. Revoca della DGR 25 maggio 2018, n. 21 – 6908”.

E’ demandato alla Direzione Agricoltura, Settore Valorizzazione del sistema agroalimentare e tutela della qualità, di adottare gli atti e i provvedimenti necessari per l'attuazione della presente deliberazione tra cui le modalità, la tempistica e la procedura di concessione e di revoca del contributo e l’adozione del provvedimento di spesa.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Agricoltura, Cibo, Caccia e pesca Direzione Agricoltura e cibo della Regione Piemonte.

Bando a sportello per l'erogazione dei contributi a fondo perduto destinati ai Comuni a beneficio dei cittadini e delle imprese, relativi al costo di costruzione per i titoli abilitativi richiesti in attuazione dell'art.18 della Legge Regionale 29 maggio 2020, n. 13

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con la D.D. n. 317 dell’8 Luglio 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 30 del 23 luglio 2020, ha approvato lo schema del “Bando a sportello per l’erogazione dei contributi a fondo perduto destinati ai Comuni a beneficio dei cittadini e delle imprese, relativi al costo di costruzione per i titoli - abilitativi richiesti in attuazione dell’art.18 della Legge Regionale 29 maggio 2020, n. 13” allegato al provvedimento (Allegato 1).

Il Bando di cui all’allegato 1 è finanziato per complessivi € 26.000.000,00 la cui copertura è garantita con i fondi stanziati allo scopo sui seguenti capitoli del Bilancio gestionale finanziario 2020-2022 di cui € 20.000.000,00 sul cap. 222481 annualità 2020 e € 6.000.000,00 sul capitolo n. 222482 annualità 2020.

E’ stata prenotata la somma complessiva di € 26.000.000,00 a favore di creditori determinabili successivamente all’ultimazione della procedura di assegnazione dei contributi, nel seguente modo: € 20.000.000,00 sul cap. 222481 annualità 2020 del bilancio finanziario gestionale 2020-2022 e € 6.000.000,00 sul cap. 222482 annualità 2020 del bilancio finanziario gestionale 2020-2022 dando atto che gli impegni sono assunti secondo il principio della competenza finanziaria potenziata di cui al D.Lgs. 118/2011 la cui transazione elementare è rappresentata nell’Appendice A parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

Sono state affidate a Finpiemonte S.p.A. le funzioni e le attività relative alla gestione del “Bando a sportello per l’erogazione dei contributi a fondo perduto destinati ai comuni a beneficio dei cittadini e delle imprese, relativi al costo di costruzione per i titoli abilitativi richiesti in attuazione dell’art.18 della Legge Regionale 29 maggio 2020, n. 13”.

E’ stato approvato conseguentemente lo schema di “Contratto per l’affidamento a Finpiemonte s.p.a., Pag 5 di 5 delle attività relative alla gestione della misura d’aiuto prevista ai sensi dell’art. 18 della lr 13/2020 – rilancio degli investimenti in edilizia“ allegato al presente provvedimento quale parte integrante e sostanziale (Allegato 2).

E’ stata impegnata la spesa complessiva di € 399.555,31 (€ 327.504,36 oltre IVA al 22%) sul capitolo 172992 del Bilancio Gestionale finanziario 2020- 2022 a favore di Finpiemonte S.p.A. Galleria San Federico, 54 -10121 Torino, Codice fiscale 01947660013 e iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n. 01947660013 (Ben. n. 12613) di cui € 218.086,15 annualità 2020, € 92.176,62 annualità 2021 e 89.292,54 annualità 2022 dando atto che gli impegni sono assunti secondo il principio della competenza finanziaria potenziata di cui al D.Lgs. 118/2011 la cui transazione elementare è rappresentata nell’Appendice A parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

Il Bando resterà aperto fino all’esaurimento delle risorse destinate, e comunque non oltre il 30 novembre 2020.

Erogazione di contributi a favore dei Comuni singoli o associati e degli Enti di Gestione delle Aree protette regionali per lo sviluppo della mobilita' sostenibile attraverso il rinnovo delle rispettive flotte pubbliche. Disposizioni e parziale modifica dei criteri di cui alla D.G.R. n. 95-9004 del 16.05.2019

La Giunta regionale, con la D.G.R. n. 11-1667 del 17 luglio 2020, ha approvato, in sostituzione dell’allegato 1 di cui alla D.G.R. n. 95-9004 del 16.05.2019, l’allegato A “Criteri per l'erogazione di contributi a favore di soggetti pubblici, per lo sviluppo della mobilità sostenibile attraverso il rinnovo delle rispettive flotte, l’acquisto di bici elettriche o cargo bike e per l’acquisto di tecnologia per lo smart working”, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

Sono state integrate le risorse di cui alla D.G.R. n. 95-9004 del 16 maggio 2019 al fine di garantire la copertura delle istanze di contributo di noleggio, pervenute alla data di approvazione del presente provvedimento e risultate ammissibili, in riferimento al bando di cui alla D.D. n. 663/A1602A del 23 dicembre 2019.

Alla copertura finanziaria del presente provvedimento si fa fronte come segue:

- con riferimento al suddetto Allegato A ed in attuazione dell’articolo 22 della legge regionale 7/2018, con le risorse residuali, pari a 802.000,00 euro, nell’ambito del titolo 2 della Missione 09 “Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell’ambiente”, Programma 08 “Qualità dell’aria e riduzione dell’inquinamento”, derivanti dalla rimodulazione del bando di cui alla DD n. 663/A1602A del 23 dicembre 2019;

- con riferimento alle domande relative alla corresponsione di canoni di noleggio, pervenute alla data di approvazione del presente provvedimento, relative al bando di cui alla DD n. 663/A1602A del 23 dicembre 2019, ammesse a finanziamento, con un importo massimo preventivato, alla data di adozione del presente provvedimento, in euro 25.000,00 nell’ambito della Missione 09 “Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell’ambiente”, Programma 08 “Qualità dell’aria e riduzione dell’inquinamento”, titolo 1.

E’ applicata, sulla base delle motivazioni riportate in premessa, l’entità dei nuovi contributi, come stabiliti nell’allegato A, anche alle domande già pervenute e considerate ammissibili a finanziamento sempre nell’ambito della dotazione finanziaria complessiva del Bando;

Sono fatte salve tutte le domande considerate ammissibili relative all’acquisto di veicoli che perverranno nelle more del perfezionamento degli atti amministrativi necessari a dare attuazione alla presente deliberazione;

E’ demandata alla Direzione Ambiente, Energia e Territorio, Settore Emissioni e rischi ambientali l’adozione degli atti e dei provvedimenti necessari per l’attuazione della presente deliberazione, nonché provvedere a darne la massima comunicazione.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Ambiente, Energia, Innovazione, Ricerca e connessi rapporti con Atenei e centri di ricerca pubblici e privati – Direzione Ambiente, Energia e Territorio della Regione Piemonte.

SCADENZE UTILI

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio. 

Scadenze del mese di SETTEMBRE (n. 1 provvedimento segnalato)

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio con D.D. n. 303 del 30 Giugno 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 27 del 2.7.2020, ha approvato il bando 2020 dell’operazione 8.1.1 del PSR 2014-2020, comprendente i seguenti allegati:

- Allegato A - Norme di attuazione;

- Allegato B – Elenchi specie e cloni (Allegato 1 alle Norme di attuazione);

- Allegato C – Prezzario (Allegato 2 alle Norme );

- Allegato D – Costi standard (Allegato 3 alle Norme);

- Allegato E – Modelli di scheda di impianto (Allegato 4 alle Norme);

- Allegato F – Modelli di scheda di sintesi del progetto (Allegato 5 alle Norme);

- Allegato G – Specifiche pedologiche per la tartuficoltura (Allegato 6 alle Norme);

- Allegato H – Modelli di piani di coltura (Allegato 7 alle Norme).

E’ stato stabilito il termine iniziale per la presentazione telematica delle domande alle ore 8.00 del giorno 15 luglio 2020.

Il termine ultimo di scadenza per la presentazione telematica delle domande è alle ore 23.59.59 del 30 settembre 2020.

Scadenze del mese di NOVEMBRE (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Bando per la concessione dei contributi per l’adeguamento dei parchi gioco comunali alle esigenze dei bambini con disabilità. Proroga termine conclusione lavori

La Direzione Sanità e Welfare, con la D.D. 76 n. del 16.3.2020, ha prorogato di ulteriori sei mesi il termine di presentazione della rendicontazione degli interventi previsto al punto 6 del bando approvato con la D.D. n. 1602 del 20.12.2018, e precisamente fino al 6 novembre 2020, a favore dei Comuni indicati nella D.D. n. 620 del 6.5.2019, Allegato 1, che non hanno ancora concluso le opere ammesse a contributo.

 

2) Bando a sportello per l'erogazione dei contributi a fondo perduto destinati ai Comuni a beneficio dei cittadini e delle imprese, relativi al costo di costruzione per i titoli abilitativi richiesti in attuazione dell'art.18 della Legge Regionale 29 maggio 2020, n. 13.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con la D.D. n. 317 dell’8 Luglio 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 30 del 23 luglio 2020, ha approvato lo schema del “Bando a sportello per l’erogazione dei contributi a fondo perduto destinati ai Comuni a beneficio dei cittadini e delle imprese, relativi al costo di costruzione per i titoli - abilitativi richiesti in attuazione dell’art.18 della Legge Regionale 29 maggio 2020, n. 13” allegato al provvedimento (Allegato 1).

Il Bando di cui all’allegato 1 è finanziato per complessivi € 26.000.000,00 la cui copertura è garantita con i fondi stanziati allo scopo sui seguenti capitoli del Bilancio gestionale finanziario 2020-2022 di cui € 20.000.000,00 sul cap. 222481 annualità 2020 e € 6.000.000,00 sul capitolo n. 222482 annualità 2020.

E’ stata prenotata la somma complessiva di € 26.000.000,00 a favore di creditori determinabili successivamente all’ultimazione della procedura di assegnazione dei contributi, nel seguente modo: € 20.000.000,00 sul cap. 222481 annualità 2020 del bilancio finanziario gestionale 2020-2022 e € 6.000.000,00 sul cap. 222482 annualità 2020 del bilancio finanziario gestionale 2020-2022 dando atto che gli impegni sono assunti secondo il principio della competenza finanziaria potenziata di cui al D.Lgs. 118/2011 la cui transazione elementare è rappresentata nell’Appendice A parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

Sono state affidate a Finpiemonte S.p.A. le funzioni e le attività relative alla gestione del “Bando a sportello per l’erogazione dei contributi a fondo perduto destinati ai comuni a beneficio dei cittadini e delle imprese, relativi al costo di costruzione per i titoli abilitativi richiesti in attuazione dell’art.18 della Legge Regionale 29 maggio 2020, n. 13”.

E’ stato approvato conseguentemente lo schema di “Contratto per l’affidamento a Finpiemonte s.p.a., Pag 5 di 5 delle attività relative alla gestione della misura d’aiuto prevista ai sensi dell’art. 18 della lr 13/2020 – rilancio degli investimenti in edilizia“ allegato al presente provvedimento quale parte integrante e sostanziale (Allegato 2).

E’ stata impegnata la spesa complessiva di € 399.555,31 (€ 327.504,36 oltre IVA al 22%) sul capitolo 172992 del Bilancio Gestionale finanziario 2020- 2022 a favore di Finpiemonte S.p.A. Galleria San Federico, 54 -10121 Torino, Codice fiscale 01947660013 e iscrizione al Registro delle Imprese di Torino n. 01947660013 (Ben. n. 12613) di cui € 218.086,15 annualità 2020, € 92.176,62 annualità 2021 e 89.292,54 annualità 2022 dando atto che gli impegni sono assunti secondo il principio della competenza finanziaria potenziata di cui al D.Lgs. 118/2011 la cui transazione elementare è rappresentata nell’Appendice A parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

Il Bando resterà aperto fino all’esaurimento delle risorse destinate, e comunque non oltre il 30 novembre 2020.

Scadenze del mese di DICEMBRE (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Atto di indirizzo 2018-2019 "Fondo regionale disabili di cui all'art. 35 della Legge regionale n. 34 del 22 dicembre 2008. Intervento di Politica attiva rivolto a persone disabili". Proroga del termine finale riferito alla misura a) "Indennità di partecipazione/borse lavoro per l'attivazione di tirocini"

La Giunta regionale, con la D.G.R. n. 21-1073 del 28.2.2020, ha stabilito, a parziale modifica dell’Atto di indirizzo 2018-2019 "Fondo regionale disabili di cui all'art. 35 della Legge regionale n. 34 del 22 dicembre 2008. Intervento di Politica attiva rivolto a persone disabili", allegato alla D.G.R. del 13 aprile 2018, n. 26-6749, di prorogare per la misura a) “Indennità di partecipazione/borse lavoro per l’attivazione di tirocini” il termine finale fino alla data del 31 dicembre 2020.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Diritto allo studio universitario – Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Piemonte. 

 

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it