Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 27 del 29 luglio 2021

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Castelletto Sopra Ticino (NO). Case lungo il fiume. Fotografia di Walter Turcato.

Questa settimana in copertina*: Castelletto Sopra Ticino (NO). Case lungo il fiume. Fotografia di Walter Turcato.

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte.

 IN PRIMO PIANO  

1 milione euro a 52 Comuni piemontesi per la costituzione dei Distretti Urbani del Commercio: nel 2022 ne saranno finanziati altri 25

La Regione ha assegnato a 52 Comuni piemontesi 1 milione di euro per la costituzione dei Distretti Urbani del Commercio: gli enti locali riceveranno nei prossimi giorni un contributo massimo di 20.000 euro. La Giunta è già al lavoro per predisporre uno stanziamento sul 2022 che permetterà lo scorrimento della graduatoria in modo da garantire il finanziamento di tutti i progetti già ammessi.
Sono 23 in provincia di Torino, 7 di Vercelli, 8 di Cuneo, 5 di Asti, 5 di Alessandria, 2 di Biella, 1 di Novara, 1 del Verbano-Cusio-Ossola.

“I 77 enti locali che hanno presentato progetti di riqualificazione sono riusciti a coinvolgere 539 enti locali, quasi la metà dei 1.181 Piemontesi - hanno sottolineato il presidente della Regione, Alberto Cirio e l’assessore alla Cultura, Turismo e Commercio, Vittoria Poggio –. È la prima volta che la Regione offre alle imprese la possibilità di mettere in campo strumenti adeguati per rafforzare la concorrenza del commercio di vicinato nei confronti di realtà nazionali e internazionali più strutturate dal punto di vista della sostenibilità economica”.

Con i finanziamenti pubblici i distretti potranno finanziare progetti di arredo urbano come la creazione di isole pedonali, proporre la realizzazione di parcheggi e spazi dedicati al co-working con «portali-vetrina» collegati alle frazioni, ma anche svolgere consulenze per semplificazione gli iter normativi in ambito commerciale.

“Con questa operazione – hanno aggiunto – sarà possibile ridurre il fenomeno della dismissione degli usi commerciali nei contesti urbani, valorizzando nello stesso tempo i luoghi più tradizionali attraverso i cosiddetti “centri commerciali naturali” che aumenteranno la competitività tra le realtà locali e quelle internazionali”.

I 52 comuni sono: Ivrea (TO); Crescentino (VC); Trino (VC); Rivarolo Canavese (TO); Cigliano (VC); Villafranca d’Asti (AT); Bussoleno (TO); Fossano (CN); Unione di Comuni “Terre di Vini e di Tartufi” (AT); Gattinara (VC); Alpignano (TO); Acqui Terme (AL); Busca (CN); San Benigno Canavese (TO); Carmagnola (TO); Chieri (TO); Moncalieri (TO); Casale Monferrato (AL); Alessandria; Valenza (AL); Pianezza (TO); Vercelli; Cavour (TO); Asti; Cuneo; Riva Presso Chieri (TO); Verbania; Moncalvo (AT); Unione Comuni Ciriacese e Basso Canavese (TO); Arona (NO); Alba (CN); Caraglio (CN); Settimo T.se (TO); Mondovì (CN); Unione Montana Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone (TO); Biella; Nizza Monferrato (AT); Castellamonte (TO); Collegno (TO); Pinerolo (TO); Novi Ligure (AL); Torino; Borgosesia (VC); Condove (TO); Dronero (CN); Borgo San Dalmazzo (CN); Cavagnolo (TO); Cuorgnè (TO); Pavone Canavese (TO); Varallo (VC); Cossato (BI), Venaria Reale (TO).

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Aperte le istanze per accedere ai fondi dedicati alle attività culturali prodotte da aziende Associazioni, Enti No profit e amministrazioni pubbliche

Dal 23 luglio è aperto lo sportello per accedere ai fondi regionali della cultura. La dotazione finanziaria di oltre 7 milioni di euro servirà a sostenere la produzione di spettacoli, concerti, festival e attività ricreative. I sostegni sono rivolti a soggetti privati/No profit come associazioni, fondazioni ma anche imprese e amministrazioni pubbliche: le domande potranno essere presentate fino al 15 settembre 2021. Le indicazioni per accedere ai finanziamenti sono pubblicate nella sezione bandi della Regione all’indirizzo https://bandi.regione.piemonte.it/contributi-finanziamenti/programmi-promozione-attivita-culturali-patrimonio-linguistico-dello-spettacolo-avviso-pubblico-0

“In questa fase delicata – ha sottolineato l’assessore alla Cultura, Turismo e Commercio Vittoria Poggio - è importante consegnare un’impronta di vitalità a chi è stato duramente colpito durante la pandemia. L’offerta culturale piemontese è un’eccellenza e deve mantenere inalterati i propri standard di qualità. Abbiamo l’ambizione di non cedere di fronte alle avversità e anzi di rilanciare l’azione a sostegno di tutto settore per accrescere il ventaglio delle proposte per divulgare il sapere”.

Per l'anno 2021 è previsto un unico bando che comprende tutte le istanze relative alla promozione delle attività culturali, del patrimonio linguistico e dello spettacolo: 5.700.000 di euro andranno a favore di soggetti privati/No profit (enti non lucrativi di diritto privato, quali, a titolo esemplificativo non esaustivo, associazioni, fondazioni); 500.000 a favore di pubbliche amministrazioni; 840.000,00 a favore di imprese.

Il contributo sostiene programmi relativi a uno o più dei seguenti ambiti di attività: spettacolo dal vivo, danza, musica, teatro (professionale e promozione delle attività teatrali), spettacolo di strada e circo contemporaneo, musica popolare tradizionale amatoriale; attività cinematografiche e audiovisive; attività espositive relative ad arti plastiche e visive; attività di divulgazione culturale, intesa come convegni, seminari, festival culturali, divulgazione scientifica e culturale; rievocazioni e carnevali storici; formazione musicale pre-accademica; perfezionamento musicale post-accademico e perfezionamento nelle altre discipline dello spettacolo; educazione delle persone adulte; patrimonio linguistico e culturale del Piemonte.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Dalla Regione Piemonte altri 2,4 milioni ai Comuni per i danni causati dal maltempo

Ammontano a circa 2,4 milioni di euro le risorse che la Regione Piemonte mette a disposizione dei Comuni piemontesi per coprire i costi dei lavori di somma urgenza e di ripristino di opere a rischio a seguito degli eventi calamitosi naturali del 2019, 2020 e 2021. “Riusciamo a dare sostegno – sottolineano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore regionale alle Opere pubbliche e Difesa del suolo Marco Gabusi - a 59 Comuni piemontesi per un totale di 63 interventi con importi variabili da alcune migliaia di euro fino a lavori importanti di ripristino che arrivano fino a 250 mila euro. Abbiamo voluto inserire anche parte degli interventi legati agli eventi del 2021 in modo da non dover aspettare i fondi da Roma ed evitare l’aggravamento di alcune situazioni”.

“Queste somme, provenienti da fondi totalmente regionali, vanno ad aggiungersi a quelle già stanziate lo scorso anno - spiegano il presidente Cirio e l’assessore Gabusi -. Stiamo utilizzando al massimo le possibilità che ci dà la legge regionale 38, che prevede l’individuazione di contributi regionali a sostegno dei Comuni e delle Unioni di Comuni qualora, nel caso di calamità naturali, essi non riescano a fronteggiare, con mezzi e risorse proprie, i danni occorsi al patrimonio pubblico”. 

La graduatoria dei Comuni beneficiari indica la disponibilità di contributi per tutte le province piemontesi.

All’Alessandrino sono destinati circa 350 mila euro per 14 interventi in 12 Comuni: Cabella Ligure, Carrega Ligure, Denice, Lerma, Olivola, Pontestura, Ponzone, Pozzol Groppo, Serralunga di Crea, Solero, Ticineto, Volpedo.

271 mila euro vanno all’Astigiano per la realizzazione di 9 interventi in altrettanti Comuni: Agliano Terme, Calosso, Castelnuovo Belbo, Celle Enomondo, Isola d'asti, Mombercelli, Mongardino, Passerano Marmorito, Vinchio.

Sono invece 4 gli interventi nel Biellese nei Comuni diBiella, Campiglia Cervo e Piedicavallo per un totale di 380 mila euro.

Importante il contributo per il Cuneese, che riceve 525 mila euro destinati a 13 interventi in 12 Comuni: Argentera, Bastia Mondovì, Boves, Castelmagno, Grinzane Cavour, Mango, Neviglie, Nucetto, Ormea, Perletto, Pietraporzio, Roburent.

Un intervento è previsto anche nel Novarese nel Comune di Nebbiuno per 50 mila euro.

Per il Torinese sono previsti circa 410 mila euro per 11 interventi in altrettanti Comuni: Agliè, Coazze, Quincinetto, Rorà, San Benigno Canavese, San Colombano Belmonte, Sciolze, Torre Pellice, Venaus, Vestignè, Vigone.

Con 150 mila euro di contributi il Verbano Cusio Ossola potrà affrontare 4 interventi nei Comuni di Baveno, Madonna del Sasso, Montecrestese e Premosello-Chiovenda.

Il Vercellese, infine, potrà contare su oltre 260 mila euro per 7 interventi in altrettanti Comuni: Borgo Vercelli, Borgo d'Ale, Moncrivello, Postua, Rassa, Rovasenda, Varallo.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Il sostegno all’Editoria locale

E’ stato pubblicato il bando 2021 dedicato agli interventi di sostegno della stampa di informazione periodica locale. L’atto, che si rifà alla legge regionale 18 del 25 giugno 2008, prevede che nel quadro degli obiettivi di promozione culturale, scientifica, sociale ed economica della collettività piemontese, la Regione sostenga promuova e valorizzi lo sviluppo sul proprio territorio della piccola imprenditoria editoriale dell'informazione periodica locale, quale componente del patrimonio culturale piemontese, strumento della diffusione delle conoscenze e dell'informazione ed elemento del sistema delle piccole e medie imprese piemontesi. L’importo messo a disposizione è pari a 337.500 euro e le domande di contributo possono essere presentate entro il 17 settembre alle ore 12 seguendo il seguente link:
https://bandi.regione.piemonte.it/contributi-finanziamenti/editoria-locale-contributi-2021

Contestualmente è stata approvata una delibera con gli indirizzi, per il periodo 2021/2022, per il riparto dei fondi stanziati a favore degli operatori economici del sistema dell'informazione locale. Tale atto prende a riferimento la legge regionale 25 giugno 2008 n. 18 (Interventi a sostegno della stampa di informazione periodica locale) e la legge regionale 26 ottobre 2009 n. 25 (Interventi a sostegno dell'informazione e della comunicazione istituzionale via radio, televisione, cinema e informatica). Sulla base delle valutazioni tecnico-programmatiche operate, con riferimento agli operatori del settore dell'informazione locale indicati nell’elenco regionale annuale predisposto dal Corecom (previsto dall’art. 15 l.r. n. 1/2001 e s.m.i.), relativo alle emittenti radiofoniche-televisive ed editori locali che hanno sede locale e/o la sede operativa principale in Piemonte, questo atto prevede di destinare alle testate piemontesi risorse stimate nella misura di €.1.340.000.

“Abbiamo lavorato negli ultimi mesi incontrando le associazioni di categoria e riconoscendo il ruolo e il valore delle testate giornalistiche locali che fanno informazione, siano queste radio televisive, cartacee e dedite all’on line – commenta l’Assessore Andrea Tronzano – Come già realizzato lo scorso anno con un bonus Piemonte a loro dedicato abbiamo continuato su questa strada, dando anche un maggiore valore produttivo a chi opera in questo settore e che realizza un servizio utile e necessario all’intera collettività piemontese. Inoltre – conclude l’Assessore Tronzano – per la prima volta teniamo conto di tutti i canali distributivi e di una pluralità di testate attive sul territorio”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte. 

PNRR: la Regione supporta gli Enti locali per la formulazione di progetti per l’efficienza energetica degli edifici pubblici

La Regione al fianco degli Enti locali per accompagnarli nella formulazione di progetti strategici e cantierabili per accedere ai finanziamenti disponibili nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) o all’interno dei fondi strutturali per la programmazione 2021-2027.

Le schede relative alla Missione 2 – Rivoluzione verde e transizione ecologica – investimenti in materia di “Efficienza energetica e rinnovamento degli edifici”, rappresentano il 26,8% del totale e il 51% degli investimenti complessivi dell’intera Missione 2, per un totale di 9,36 miliardi di euro e 763 progetti presentati.

La maggior parte di questi progetti riguarda il patrimonio edilizio di Enti locali, spesso di piccolissima dimensione, e presenta valenze multiple che spaziano dalla tutela dell’ambiente alla valorizzazione del patrimonio architettonico e culturale, passando per la coesione sociale. Si tratta in prevalenza di edifici comunali e scolastici che necessitano di interventi urgenti, anche in termini di sicurezza sismica.

Tuttavia, la maggioranza di queste idee progettuali necessita di approfondimenti utili per individuare le effettive necessità finanziarie e una corretta valutazione del rapporto costi-benefici.

La Giunta ha quindi approvato alcune misure di accompagnamento alla progettazione utili a promuovere l’incremento delle capacità progettuali degli Enti locali, dirette a sviluppare una visione strategica dei progetti che tenga conto della sostenibilità ambientale, della riduzione degli impatti ambientali e della lotta al cambiamento climatico. Tali misure accompagnano l’incremento della capacità progettuale degli Enti locali con iniziative dedicate, anche attraverso, laddove possibile, specifici bandi.

Infine si intende favorire l’utilizzo da parte degli Enti locali della Piattaforma “Felicity” di iiSBE Italia, struttura di supporto tecnico di ITACA, quale strumento preliminare di analisi per la costruzione delle strategie di area anche attraverso azioni di comunicazione, supporto e formazione, tenuto conto che l’utilizzo di tale piattaforma è a titolo gratuito fino al 31 dicembre 2025 per gli Enti locali che ne facciano richiesta ad iiSBE Italia.

“Stiamo entrando nel vivo della grande stagione dei fondi europei – commenta l’assessore regionale all’Ambiente, Matteo Marnati -. Serve metodo e coordinamento per poter attrarre al meglio le risorse disponibili”.

Finanziati anche i Comuni di Alessandria (due progetti per 28,6 milioni), Asti (due progetti per 23,6 milioni), Novara (tre progetti per 38,5 milioni) e Verbania (due progetti da 14,2 milioni per il Quartiere dei Legami).

Nella graduatoria sono inseriti anche tre progetti presentati dalla Città Metropolitana di Torino (45 milioni per gli interventi riguardanti i Comuni di Moncalieri, Nichelino, Beinasco, Trofarello, La Loggia, Chieri, Piobesi, Borgaro, Collegno, Grugliasco, Settimo Torinese, San Mauro, Venaria e Foglizzo) e altri tre presentati dal Comune di Torino (43,7 milioni complessivi per la riqualificazione in zona Porta Palazzo, Vallette e corso Racconigi).

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte. 

PNRR: oltre 260 milioni di euro al Piemonte per 20 progetti di riqualificazione dei centri urbani, riduzione del disagio abitativo e sostegno all’inclusione sociale

Sono 20, per un importo complessivo di oltre 260 milioni di euro, le proposte riguardanti il Piemonte ammesse al Programma nazionale della qualità dell’abitare (PinQua) del Ministero per le Infrastrutture e la Mobilità sostenibili, finanziato con i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr), con l’obiettivo di riqualificare i centri urbani, ridurre il disagio abitativo e favorire l’inclusione sociale.

La Regione ha agevolato il processo di candidatura dei territori vagliando preventivamente l'impianto del PinQuA con la programmazione regionale dell’edilizia sociale e offrendo una cornice di riferimento. Con alcune realtà, collocatesi proficuamente in graduatoria (Città metropolitana di Torino, Vercelli, Cuneo e Verbania) il supporto alla verifica della coerenza delle candidature è stato più approfondito, su richiesta dei territori stessi. La maggior parte si sono avvalse della collaborazione delle Agenzie territoriali per la Casa del Nord, Centro e Sud Piemonte.

“Iniziamo a mettere a frutto il grosso lavoro di coordinamento avviato in primavera sui fondi del PNRR - sottolinea il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio -. Accanto al censimento e alla raccolta dei progetti del territorio la Regione ha dato anche supporto alle istruttorie attraverso i propri uffici. Un metodo di lavoro vincente che oggi viene premiato dal Governo e per il quale va il plauso anche al grande lavoro fatto dai Comuni di Cuneo e Vercelli, considerati tra i progetti migliori d’Italia, ma anche a tutti gli altri sindaci e amministrazioni locali. Avanti così adesso negli altri settori e per i progetti che coinvolgono i piccoli e medi comuni del nostro Piemonte”.

Tra i 14 interventi classificati “di eccellenza” due sono piemontesi: quello del Comune di Cuneo per l’aumento dell’accessibilità e la rigenerazione del tessuto urbano anche attraverso la realizzazione di residenze per giovani, anziani e famiglie fragili (15 milioni) e quello del Comune di Vercelli per la rigenerazione urbana nel centro storico, sul lungofiume e il territorio agricolo (15 milioni).

A questi si aggiungono un altro progetto del Comune di Cuneo del valore di 11,1 milioni e altri due del Comune di Vercelli, uno del valore di 11 milioni e l’altro di 15.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte. 

Programma “Mangiaplastica”, il Piemonte sostiene il decreto interministeriale

Ridurre l’incidenza di determinati prodotti in plastica sull’ambiente e promuovere la transizione verso un’economia circolare; raggiungere il 77% della raccolta differenziata di bottiglie in pet per bevande entro il 2025; ridurre la produzione complessiva di rifiuti e contenere gli effetti climalteranti: per contribuire al raggiungimento di questi obiettivi specifici due decreti interministeriali – uno che prevede l’erogazione di fondi statali ai Comuni per l’acquisto di eco-compattatori per favorire la differenziazione e l’avvio dei rifiuti ad un riciclo di alta qualità, l’altro che prevede l’erogazione di contributi a negozianti di vicinato, ma anche di media e grande struttura, per incentivare la vendita di detergenti o prodotti alimentari sfusi o alla spina - ai quali la Regione Piemonte, con l’assessore all’Ambiente, Matteo Marnati, ha dato parere favorevole in sede di Caes (Commissione Ambiente Energia Sostenibilità) della Conferenza delle Regioni.

“Riteniamo che siano due misure estremamente importanti – sottolinea Marnati –. Il “Mangiaplastica”, per migliorare sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo la raccolta differenziata della plastica e delle bottiglie in pet, per queste ultime, per migliorare il recupero di materia, e il decreto “prodotti sfusi” per incentivare appunto la vendita di prodotti sfusi e quindi ridurre la produzione di rifiuti”.

In particolare, il contributo statale è destinato ad attrezzare spazi dedicati a questo tipo di vendita al consumatore finale oppure all’apertura di nuovi negozi che prevedano esclusivamente la vendita di prodotti sfusi. Il contenitore offerto dal negoziante dovrà essere riutilizzabile ed è prevista la possibilità di utilizzare contenitori di proprietà del cliente, purché siano riutilizzabili, puliti e idonei al contatto con gli alimenti.

“I decreti – conclude Marnati - sono pienamente in linea con gli obiettivi della pianificazione regionale. L’impegno regionale è quindi volto a diffondere e a promuovere queste iniziative per incoraggiare i cittadini ad assumere comportamenti virtuosi”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte. 

 ATTI DELLO STATO   

Decreto-Legge 23 luglio 2021, n. 105

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 175 del 23.7.2021 il Decreto-Legge 23 luglio 2021, n. 105:

Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l'esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche. 

Entrata in vigore del provvedimento: 23/07/2021.

Legge 23 luglio 2021, n. 106

E’ stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 25 alla Gazzetta Ufficiale n. 176 del 24.7.2021 la Legge 23 luglio 2021, n. 106:

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, recante misure urgenti connesse all'emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali. 

Entrata in vigore del provvedimento: 25/07/2021.

Decreto del Ministero dell’Interno 15 luglio 2021

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 177 del 26.7.2021 il Decreto del Ministero dell’Interno 15 luglio 2021:

Criteri e modalità di concessione dei contributi del fondo in favore dei comuni che, entro il 15 luglio 2021, individuano sedi alternative agli edifici scolastici da destinare al funzionamento dei seggi elettorali in occasione delle consultazioni elettorali per l'anno 2021. 

LEGGI REGIONALI PUBBLICATE SUL BOLLETTINO UFFICIALE

Legge regionale 28 Luglio 2021, n. 20

E’ stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 3 al Bollettino Ufficiale n. 30 del 29 Luglio 2021 la Legge regionale 28 Luglio 2021, n. 20:

Norme in materia di soccorso alpino e speleologico.

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE 

Approvazione del bando per la concessione di contributi per l'anno 2021 alle Unioni Montane per il sostegno dell'attività delle commissioni locali valanghe

La Direzione Opere Pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Trasporti e Logistica, con D.D. n. 2160 del 27 luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 30 del 29 luglio 2021, ha:

• richiamato le premesse per far parte integrante e sostanziale della presente determinazione;

• approvato, per le motivazioni indicate in premessa, il “Bando per la concessione di contributi per l’anno 2021 alle Unioni Montane per il sostegno dell’attività delle CLV” allegato alla presente determinazione, di cui è parte integrante e sostanziale, che include le procedure e la relativa modulistica;

• concesso, per la presentazione della domanda e della relativa documentazione, 60 giorni decorrenti dalla data di pubblicazione della presente determinazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte;

L’assegnazione dei contributi sarà disposta con determinazione dirigenziale, sulla base della formazione di una graduatoria di idoneità stilata secondo le modalità previste dal bando in oggetto, previa istruttoria compiuta da parte di una commissione nominata con determinazione successiva al termine utile per la presentazione delle domande di contributo.
 

Approvazione dell'Avviso pubblico di finanziamento per la presentazione delle domande di contributo, da parte di enti pubblici e privati, a sostegno di progetti per il miglioramento dell'accessibilità delle strutture e dei servizi museali per l'anno 2021. Approvazione della modulistica

La Direzione Cultura e Commercio, con D.D. n. 175 del 26 luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 30 del 29 luglio 2021, ha approvato, per le ragioni illustrate in premessa e secondo quanto stabilito dalla deliberazione della Giunta regionale n. 1 -3530 del 14 luglio 2021:

- l’“Avviso pubblico di finanziamento a sostegno di progetti per il miglioramento dell’accessibilità delle strutture e dei servizi museali denominato “MUSEI ACCESSIBILI”, ai sensi delle ll.rr. 11/2018 e 13/2020, con scadenza di presentazione delle istanze fissata dalla data di pubblicazione dell’Avviso sul Bollettino ufficiale della Regione Piemonte (BUR) fino al 20 settembre 2021, ore 12; tale avviso costituisce l’Allegato A alla presente determinazione dirigenziale, di cui fa parte integrante e sostanziale;

- il modulo di domanda di finanziamento (ALLEGATO 1 domanda), il modulo della scheda di progetto e quadro economico su cui verte la richiesta di contributo (ALLEGATO 2), il modulo di autovalutazione del museo redatto secondo le indicazioni del DM 113/2018 (Allegato 3 autovalutazione), quest’ultimo da inviare solo facoltativamente. Detti tre moduli costituiscono rispettivamente gli Allegati 1, 2, 3 alla presente determinazione dirigenziale, di cui fanno parte integrante e sostanziale.

Approvazione schede analitiche per le analisi di contesto, sostenibilità ed efficacia da parte di Comuni, Province, Città Metropolitana riguardante le proposte di programmazione della rete scolastica e dell'offerta formativa delle scuole secondarie di II grado per l'a.s. 2022/23

La Direzione della Giunta Regionale, con D.D. n. 422 del 26 luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 30 del 29 luglio 2021, ha approvato:

• la scheda analitica da utilizzare per l’analisi da illustrare da parte dei Comuni con proprio atto deliberativo per le proposte di statizzazione di scuola paritaria (Allegato A);

• la scheda analitica da utilizzare per l’analisi da illustrare da parte dei Comuni con proprio atto deliberativo per le proposte di nuove sezioni di scuola dell’infanzia statale (allegato B);

• la scheda analitica da utilizzare per l’analisi da illustrare da parte dei Comuni con proprio atto deliberativo per le proposte di istituzioni di un nuovo PES dei Centri per l’istruzione degli adulti (Allegato C);

• la scheda analitica da utilizzare per l’analisi da illustrare da parte di Comuni, Province, Città Metropolitana con proprio atto deliberativo per la revisione e dimensionamento delle autonomie scolastiche di primo e secondo ciclo, di rispettiva competenza (Allegato D);

• la scheda analitica da utilizzare per l’analisi da illustrare con proprio atto deliberativo da parte di Province e Città Metropolitana per tutte le proposte di programmazione dell’offerta formativa delle scuole secondarie di II grado (Allegato E).

Contributi assegnati a sostegno della gestione associata delle funzioni fondamentali dei Comuni in conto anno 2020 a favore delle Unioni di comuni del Piemonte. Avvio della fase di liquidazione, bilancio gestionale finanziario 2021 -2023, annualità 2021

La Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro, con D.D. n. 400 del 14 luglio 2021, pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 1 al Bollettino Ufficiale n. 30 del 29 luglio 2021, ha dato atto che, a seguito della verifica delle rendicontazioni delle spese effettuate secondo le modalità previste dal Bando approvato con D.D. n. 573 del 01/12/2020 di questo Settore, si procede, con il presente provvedimento, all’avvio della fase di liquidazione -bilancio gestionale finanziario 2021-2023, annualità 2021- dei contributi statali e regionali a sostegno della gestione associata delle funzioni fondamentali dei Comuni, in conto anno 2020, assegnati con D.D. n. 662 del 24/12/2020.

E’ disposta, per le motivazioni illustrate in premessa attestanti l'insussistenza del diritto al finanziamento, la revoca del contributo assegnato all’Unione Montana Mondolè.

E’ stata, infine, avviata alla fase di liquidazione della spesa a favore delle 76 Unioni di Comuni in graduatoria, considerando che gli importi da liquidare sono quelli assegnati con DD n. 662 del 24/12/2020 e riportati nella tabella allegata al presente provvedimento, che di questo costituisce parte integrante e sostanziale (al netto del finanziamento revocato).

Deliberazione della Giunta regionale 28 luglio 2020, n. 5-1744 di adesione al progetto MOVE IN (MOnitoraggio dei VEicoli INquinanti). Approvazione documenti tecnici per l'avvio del progetto''. Rettifica e integrazione allegato A

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 470 del 24 luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 30 del 29 luglio 2021, ha:

- rettificato, per mero errore materiale, la DD n. 357/A1602B/2021 del 7 giugno 2021, attribuendo ai Comuni di Canelli e Nizza Monferrato, compresi nella tabella di pagina 2 dell’allegato A alla medesima determinazione, la corretta Provincia di appartenenza di Asti;

- integrato, con i Comuni di Caselle Torinese, Pinerolo e Volpiano, l’elenco dei comuni aderenti al servizio MOVE IN, di cui all’allegato A della DD n. 357/A1602B/2021 del 7 giugno 2021;

- approvato, conseguentemente, in sostituzione dell’allegato A alla DD n. 357/A1602B/2021 del 7 giugno 2021, l’Allegato A alla presente determinazione, di cui costituisce parte integrante e sostanziale, recante l’elenco dei Comuni aderenti al servizio MOVE IN.

Deliberazione della Giunta regionale 28 luglio 2020, n. 5-1744 di adesione al progetto MOVE IN (MOnitoraggio dei VEicoli INquinanti). Approvazione documenti tecnici per l'avvio del progetto. Rettifica e integrazione allegato A. Sostituzione Allegato A a seguito mero errore materiale

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 475 del 26 luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 30 del 29 luglio 2021, ha sostituito, per mero errore materiale, l’Allegato A alla propria determinazione dirigenziale DD 470/A1602B/2021 del 24 luglio 2021, con l’allegato A alla presente determinazione di cui costituisce parte integrante e sostanziale.

Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Next Generation Piemonte, Missione 2 - Rivoluzione verde e transizione ecologica. Misure di accompagnamento alla progettazione di interventi strategici per l'efficientamento energetico del patrimonio edilizio degli Enti locali piemontesi

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 15-3590 del 23 Luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 30 del 29 luglio 2021, ha approvato, nell’ambito della Missione 2 – Rivoluzione verde e transizione ecologica – Cluster “Efficienza energetica e rinnovamento degli edifici” del documento “Next Generation Piemonte”, di cui alla D.G.R. 1-3059 del 3 aprile 2021, successivamente integrato con D.G.R. 1-3174 del 7 maggio 2021, le seguenti misure di accompagnamento alla progettazione di interventi strategici per l’efficientamento energetico del patrimonio edilizio degli Enti locali piemontesi:

  • avviando un percorso finalizzato a rendere effettivamente cantierabili le idee progettuali, di cui alla suddetta Missione 2, in modo tale che possano accedere alle risorse del PNRR o dei fondi strutturali 2021-2027
  • promuovendo la definizione, da parte degli Enti locali, di ampi progetti strategici di area in un’ottica di sviluppo sostenibile che garantiscano significativi impatti ambientali, quale contributo al contrasto del cambiamento climatico;
  • accompagnando di conseguenza l’incremento della capacità progettuale degli Enti locali con iniziative dedicate, anche attraverso specifici bandi, laddove percorribili;
  • favorendo, in primo luogo, l’utilizzo da parte degli Enti locali della Piattaforma “Felicity” di iiSBE Italia, struttura di supporto tecnico di ITACA, quale strumento preliminare di analisi per la costruzione delle strategie di area anche attraverso azioni di comunicazione, supporto e formazione, tenuto conto che l’utilizzo di tale Piattaforma è a titolo gratuito per gli Enti locali che ne chiedano l’accesso a iiSBE Italia fino al 31/12/2025.

E’ demandata alla Direzione regionale Ambiente Energia e Territorio, nel rispetto delle tempistiche e delle azioni previste dal processo di definizione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), l’adozione degli atti e dei provvedimenti necessari per l’attuazione della presente deliberazione, nonchè il coordinamento e la realizzazione delle iniziative a supporto delle progettualità degli Enti locali piemontesi interessati alle misure di efficientamento energetico del proprio patrimonio edilizio.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Ambiente, Energia, Innovazione, Ricerca e connessi rapporti con Atenei e Centri di Ricerca pubblici e privati, Ricerca applicata per emergenza COVID-19 della Regione Piemonte. 

Stagione venatoria 2021-2022. Autorizzazione, ai sensi della D.G.R. 10-26362 del 28.12.1998 e s.m.i. e D.G.R. 21-313 del 12.7.2010. e s.m.i., agli ATC e CA ad istituire, rinnovare, confermare, modificare e revocare le Aree a Caccia Specifica (ACS), con finalità di tutelare alcune specie faunistiche

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 34-3609 del 23 Luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 30 del 29 luglio 2021, ha autorizzato, ai sensi della Legge regionale 5/2018, per la stagione venatoria 2021-2022, l’istituzione, il rinnovo, la modifica territoriale, la revoca e la conferma delle ACS di cui al prospetto allegato al presente provvedimento, per farne parte integrante e sostanziale del presente e contenente finalità, caratteristiche e durata, precisando che tale prospetto indica, altresì, le istanze stralciate o non accolte;

La Giunta ha stabilito che, in continuità a quanto già disposto con la D.G.R. n. 17-1756 del 28.7.2020:

- le Province interessate devono adottare tutti gli opportuni accorgimenti al fine di vigilare sulla corretta fruizione delle ACS da parte dei cacciatori ammessi ad esercitarvi l’attività venatoria. L’autorizzazione delle ACS proposte dagli ATC e dai CA è concessa fermo restando che qualora le medesime risultino contrastare con le finalità dei Piani faunistico-venatori provinciali e/o con gli istituti realizzati con tale atto programmatorio, le stesse decadranno con effetto immediato;

- è cura degli ATC e dei CA interessati provvedere alla rimozione delle paline collocate a delimitarne i confini. Gli ATC e i CA devono comunicare al Settore Infrastrutture, territorio rurale, calamità naturali in agricoltura, caccia e pesca l’avvenuta rimozione delle tabelle perimetrali delle aree interessate. Le Province vigilano in ordine a tale adempimento, dando tempestiva comunicazione di eventuali inadempienze al Settore regionale competente;

- il perimetro delle ACS deve essere delimitato, a cura dell’ATC o CA competente con apposite tabelle contenenti il tipo di zona e le indicazioni della disposizione normativa di riferimento. La manutenzione delle tabelle compete allo stesso organismo;

- la fruizione delle ACS è consentita nel rispetto dei relativi Regolamenti gestionali trasmessi a corredo delle istanze o già approvati in sede di prima istituzione e tuttora operanti. Non sono valide le disposizioni regolamentari adottate dagli ATC e dai CA contrarie o comunque non previste dalle disposizioni vigenti.

E’ demandata al Settore Infrastrutture, territorio rurale, calamità naturali in agricoltura, caccia e pesca, della Direzione regionale Agricoltura e Cibo, l'adozione degli atti e dei provvedimenti necessari per l'attuazione del presente provvedimento, ivi compresa la sua pubblicazione sul sito istituzionale all’indirizzo:
https://www.regione.piemonte.it/web/temi/agricoltura/tutela-della-fauna-caccia-pesca/stagione-venatoria-corrente

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Agricoltura, Cibo, Caccia e Pesca della Regione Piemonte. 

SCADENZE UTILI 

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.

Scadenze del mese di LUGLIO (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Progetto europeo ''Mindchangers'' n. CSO-LA/2020/415-010. Approvazione del Bando ''Giovani e Agenda 2030. Bando per il sostegno di iniziative di Autorità Locali e Organizzazioni della Società Civile''.

La Direzione Coordinamento politiche e fondi europei, con D.D. n. 90 del 20 Maggio 2021, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 del 21 Maggio 2021 al Bollettino Ufficiale n. 20 del 20 Maggio 2021, ha:

- approvato, nell’ambito del progetto europeo “Mindchangers” n. CSO-LA/2020/415-010 e in attuazione della D.G.R. n. 36-3207 del 7 maggio 2021, il Bando “Giovani e Agenda 2030. Bando per il sostegno di iniziative di Autorità Locali e Organizzazioni della Società Civile” allegato alla presente determinazione per farne parte integrante e sostanziale (Allegato 1);

 - dato atto che tale Bando prevede una dotazione finanziaria complessiva pari ad Euro Euro 450.000,00 (CUP n. J69D20000530008) disponibili sul Bilancio finanziario gestionale 2021-2023 sui capitoli 145353 e 180303 delle annualità 2021 e 2023;

- dato atto che, come previsto dal Bando sopraccitato, i fondi dovranno essere impegnati a favore delle Autorità locali piemontesi e delle Organizzazioni della società civile che risulteranno inserite utilmente nelle rispettive graduatorie al termine dell’istruttoria per una somma complessiva di Euro 360.000,00 pari all’80% della dotazione finanziari complessiva a titolo di anticipo (annualità 2021) e per una somma complessiva di Euro 90.000,00 pari al restante 20% a titolo di saldo (annualità 2023);

- sarà definito con successivi atti amministrativi, a seguito delle procedure di istruttoria delle domande presentate secondo quanto previsto dal Bando di cui all’Allegato 1, l’ammontare dei contributi da assegnare a ciascun soggetto utilmente inserito in graduatoria;

- saranno erogati i contributi assegnati secondo le modalità stabilite dal sopraccitato Bando.

 

2) Bando per l'attribuzione di contributi ai Comuni per la realizzazione di interventi di bonifica, con rimozione, di coperture in cemento-amianto di proprietà privata, in sostituzione dei soggetti inadempienti con azione di rivalsa per il recupero delle somme spese.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 175 del 26 marzo 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 13 del 1° aprile 2021, ha:
• approvato, in attuazione di quanto disposto dalla Giunta regionale con deliberazione n. 13- 2968 del 12 marzo 2021 ai sensi dell'articolo 4 della legge regionale 30/2008, il bando per l’attribuzione di contributi ai Comuni per la bonifica, mediante rimozione, di coperture in cemento-amianto di proprietà privata a seguito di accertata inottemperanza alle ordinanze di bonifica, di cui agli allegati 1 e 2, costituenti parte integrante del presente provvedimento;
• stabilito che le istanze di contributo delle Amministrazioni comunali per la realizzazione di interventi di bonifica, mediante rimozione, delle coperture in cemento-amianto, dovranno essere presentate entro il termine del 31 luglio 2021 e secondo le specifiche ed i contenuti disciplinati dagli allegati 1 e 2 alla presente determinazione dirigenziale;
• rinviato a successivi provvedimenti, sulla base dell’istruttoria condotta sulle istanze di contributo pervenute entro il termine di cui sopra, l’adozione della graduatoria delle domande ammissibili e, fino alla concorrenza delle risorse regionali a disposizione, l’individuazione di quelle finanziabili;
• dato atto che la copertura finanziaria degli interventi ammissibili a contributo è garantita con le somme prenotate, sul capitolo di fondi regionali 229990 nell’ambito della Missione 09, Programma 02, con determinazione dirigenziale n. 591/A1603B del 30 ottobre 2020, pari a complessivi € 302.470,04, di cui € 100.000,00 sull’annualità 2021 (quota parte prenotazione n. 2021/2294) ed € 202.470,04 sull’annualità 2022 (quota parte prenotazione n. 2022/804); tali prenotazioni saranno rese definitive ad avvenuta individuazione dei beneficiari del finanziamento;
• in presenza di DURC regolare, verrà disposta la liquidazione, a favore di beneficiari del finanziamento, del 33% del relativo importo; ulteriori acconti, fino al raggiungimento del 90% del contributo rideterminato sulla base dell'importo del contratto stipulato a seguito dell'assegnazione dei lavori, saranno trasferiti su presentazione di rendicontazione da parte dei beneficiari, di comprovati stati di avanzamento lavori e relativi certificati di pagamento; il 10% o minor importo a saldo avrà luogo ad avvenuta approvazione del certificato di regolare esecuzione e su presentazione della rendicontazione delle spese sostenute;
• dato atto che il termine per la conclusione del procedimento di attribuzione dei contributi è fissato in 90 giorni dal 31 luglio 2021;
• precisato che le Amministrazioni comunali beneficiarie dei contributi regionali saranno tenute all'adozione delle azioni di rivalsa per il recupero delle somme anticipate per le operazioni di bonifica e che gli importi reintroitati dai soggetti inadempienti dovranno essere restituiti alla Regione Piemonte;
• per i progetti ammissibili a finanziamento sarà richiesta la trasmissione del CUP ai fini dell'adozione del provvedimento dirigenziale di assegnazione del contributo.

Scadenze del mese di SETTEMBRE (n. 4 provvedimenti segnalati)

1) Adempimenti relativi alla corresponsione della quota minima per il riconoscimento della condizione di morosità incolpevole degli assegnatari di edilizia sociale per l’anno 2020. Misure straordinarie conseguenti all’emergenza epidemiologica da Covid-19. Modifica D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020.

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 2-3061 del 9 aprile 2021, ha deliberato, in via straordinaria, in merito agli adempimenti relativi alla corresponsione della quota minima per il riconoscimento della condizione di morosità incolpevole degli assegnatari di edilizia sociale per l’anno 2020, anche a parziale modifica di quanto stabilito dalla D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020, stante il perdurare delle limitazioni e difficoltà evidenziate in premessa, conseguenti all’emergenza epidemiologica presente in Italia e nella Regione Piemonte:
1) di prorogare al 30 settembre 2021 il termine entro il quale gli assegnatari degli alloggi di edilizia sociale possono procedere al versamento della quota minima stabilita con D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020, ai fini del riconoscimento della condizione di morosità incolpevole, in deroga eccezionale al diverso termine di cui all’articolo 7 del Regolamento regionale n. 14/R del 4 ottobre 2011, per l’anno 2020 e alla presentazione agli enti gestori della relativa documentazione, ai sensi dell’articolo 2 del Regolamento regionale n. 15/R del 4 ottobre 2011;
2) di consentire agli enti gestori di comunicare alla Struttura regionale competente l’ammontare della morosità incolpevole maturata dai rispettivi assegnatari entro il termine del 29 ottobre 2021, in deroga eccezionale al diverso termine previsto dall’articolo 3, comma 2, del Regolamento regionale n. 15/R del 4 ottobre 2011.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Politiche della Famiglia, dei Bambini e della Casa, Sociale, Pari Opportunità della Regione Piemonte. 

 

2) Cloud computing e pubblica amministrazione piemontese. Approvazione elenco degli Enti ammessi alla fase di migrazione e riapertura dei termini per la presentazione della Manifestazione di interesse ai sensi dell'Avviso pubblico approvato con D.D. n. 1 del 7 gennaio 2021.

La Direzione Competitività del Sistema regionale, con D.D. n. 214 del 30 Maggio 2021,ha:
- approvato il numero di interventi di migrazione, articolato per provincia e per quadrante, relativi a 237 Comuni sotto i 10.000 abitanti e 44 Comuni sopra i 10.000 abitanti, secondo le risultanze dell’attività di valutazione istruttoria svolta sulle manifestazioni di interesse per l’attuazione del progetto Cloud computing e Pubblica Amministrazione piemontese ricevute tra il 2/2/2021 e il 30/4/2021, in coerenza con le modalità e i criteri stabiliti con D.G.R. n. 56-2734 del 29/12/2020 e attuati con D.D. n. 1 del 7/1/2021, come riportato nell’Allegato A) al presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale;
- approvato le graduatorie degli Enti destinatari dell’intervento riportate nell’Allegato B) al presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale;
- stabilito l’apertura di un seconda sessione di presentazione delle manifestazioni di interesse, destinata a approvare i 43 interventi già presenti in lista d’attesa per euro 125.893,23 e a consentire la presentazione di nuove istanze per un importo complessivo pari a euro 271.987,84, come esposto nel dettaglio nell’Allegato A);
- disposto che la nuova sessione di apertura per la presentazione delle domande sia fissata dal 21 giugno al 30 settembre 2021;
- disposto che le istanze siano presentate secondo le medesime modalità dell’“Avviso pubblico per manifestazione di interesse destinato ai comuni singoli ed associati del Piemonte finalizzato all’adesione al progetto Cloud regionale e razionalizzazione data center della PA”, approvato con D.D. n. 1 del 7/1/2021 e pubblicato sulla home page del sito internet della Regione Piemonte http://www.regione.piemonte.it/index.htm nella sezione https://bandi.regione.piemonte.it e siano approvate con il criterio di ordine di arrivo della domanda (First In - First Out – FIFO) applicato in termini assoluti, ovvero senza distinzione su base territoriale o dimensionale, per facilitare e massimizzare l’utilizzo delle risorse messe a disposizione del progetto.

 

3) Approvazione dell'Avviso pubblico di finanziamento per la presentazione delle domande di contributo, da parte di enti pubblici e privati, a sostegno di progetti per il miglioramento dell'accessibilità delle strutture e dei servizi museali per l'anno 2021. Approvazione della modulistica.

La Direzione Cultura e Commercio, con D.D. n. 175 del 26 luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 30 del 29 luglio 2021, ha approvato, per le ragioni illustrate in premessa e secondo quanto stabilito dalla deliberazione della Giunta regionale n. 1 -3530 del 14 luglio 2021:

- l’“Avviso pubblico di finanziamento a sostegno di progetti per il miglioramento dell’accessibilità delle strutture e dei servizi museali denominato “MUSEI ACCESSIBILI”, ai sensi delle ll.rr. 11/2018 e 13/2020, con scadenza di presentazione delle istanze fissata dalla data di pubblicazione dell’Avviso sul Bollettino ufficiale della Regione Piemonte (BUR) fino al 20 settembre 2021, ore 12; tale avviso costituisce l’Allegato A alla presente determinazione dirigenziale, di cui fa parte integrante e sostanziale;

- il modulo di domanda di finanziamento (ALLEGATO 1 domanda), il modulo della scheda di progetto e quadro economico su cui verte la richiesta di contributo (ALLEGATO 2), il modulo di autovalutazione del museo redatto secondo le indicazioni del DM 113/2018 (Allegato 3 autovalutazione), quest’ultimo da inviare solo facoltativamente. Detti tre moduli costituiscono rispettivamente gli Allegati 1, 2, 3 alla presente determinazione dirigenziale, di cui fanno parte integrante e sostanziale.
 

4) Approvazione del bando per la concessione di contributi per l'anno 2021 alle Unioni Montane per il sostegno dell'attività delle commissioni locali valanghe.

La Direzione Opere Pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Trasporti e Logistica, con D.D. n. 2160 del 27 luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 30 del 29 luglio 2021, ha:

• richiamato le premesse per far parte integrante e sostanziale della presente determinazione;

• approvato, per le motivazioni indicate in premessa, il “Bando per la concessione di contributi per l’anno 2021 alle Unioni Montane per il sostegno dell’attività delle CLV” allegato alla presente determinazione, di cui è parte integrante e sostanziale, che include le procedure e la relativa modulistica;

• concesso, per la presentazione della domanda e della relativa documentazione, 60 giorni decorrenti dalla data di pubblicazione della presente determinazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte;

L’assegnazione dei contributi sarà disposta con determinazione dirigenziale, sulla base della formazione di una graduatoria di idoneità stilata secondo le modalità previste dal bando in oggetto, previa istruttoria compiuta da parte di una commissione nominata con determinazione successiva al termine utile per la presentazione delle domande di contributo.

Scadenze del mese di OTTOBRE (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Criteri per il riparto delle risorse e per la concessione di contributi per interventi di ristrutturazione e riqualificazione edifici scolastici in attuazione del programma biennale per gli investimenti di edilizia scolastica. Seconda proroga termine inizio lavori.

La Giunta Regionale, con D.G.R. n. 3-2170 del 30 Ottobre 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 46 del 12 novembre 2020, ha prorogato dal 30 ottobre 2020 al 30 ottobre 2021 il termine per l’inizio lavori degli interventi finanziati di cui alla D.G.R. n. 26–7920 del 23 novembre 2018, previsto al punto 17 dell'allegato A della medesima deliberazione, come modificato con D.G.R. n. 8-508 del 15-novembre 2019.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Diritto allo Studio universitario della Regione Piemonte.

Scadenze dell'anno 2022 (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Commercio su area pubblica. Verifiche di regolarità contributiva e fiscale delle imprese (VARA). Differimento dei termini, di cui alla D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, per gli adempimenti dell'anno 2021 in riferimento all'annualità 2019.

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 9-2864 del 12 febbraio 2021, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 07 del 18 febbraio 2021, ha disposto il differimento dei termini per gli adempimenti VARA previsti, ai sensi della D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, a carico degli operatori e dei Comuni per il corrente anno 2021 con riferimento all’annualità 2019, entro i termini, rispettivamente, del 28 febbraio e del 30 aprile 2021, alle date del 28 febbraio e del 30 aprile 2022.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Cultura, Turismo, Commercio della Regione Piemonte.

 

2) Disposizioni per favorire la costituzione delle associazioni fondiarie e la valorizzazione dei terreni agricoli e forestali. Bando 2019: proroga dei termini di consegna dei Piani di gestione dei terreni e della rendicontazione finale del contributo.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 91 del 25 febbraio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 9 del 4 marzo 2021, ha prorogato il termine di presentazione dei Piani di gestione dei terreni al 12.03.2022 e di prorogare al 13.03.2023 la rendicontazione finale del contributo concesso con D.D. n. 99/A1615A del 12 marzo 2020.

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it