Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 26 del 22 luglio 2021

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Boves (CN). Collina di Mirabello. Tempietto del giardino iniziatico voluto dal Senatore Borelli.

Questa settimana in copertina*: Boves (CN). Collina di Mirabello. Tempietto del giardino iniziatico voluto dal Senatore Borelli. Fotografia di Giorgio Vannucchi.

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte.

 IN PRIMO PIANO  

Approvato il programma annuale di attuazione della montagna: interventi di sistemazione del territorio, mantenimento dei servizi scolastici, sviluppo del turismo e digitalizzazione

Su proposta del vice presidente e assessore alla Montagna, Fabio Carosso, la Giunta regionale ha approvato il “Programma annuale di attuazione per la montagna 2021”. Il documento individua le linee di azione a cui devono fare riferimento le Unioni montane per presentare i loro progetti, che verranno finanziati grazie a una quota del Fondo regionale della montagna, che per questa voce ha previsto uno stanziamento di circa 3 milioni e 379 mila euro. La legge 14/19 sulla montagna, dispone che il Programma abbia come obiettivi quelli di mantenere e incrementare i punti di forza del territorio montano; di promuovere, valorizzare e qualificare le risorse presenti; di sviluppare i prodotti tipici e la gamma di offerte; di garantire i livelli essenziali di servizi pubblici.

Il primo filone di interventi che verrà finanziato è quello relativo alla manutenzione ordinaria e straordinaria del territorio, come i sentieri, le piste agrosilvopastorali, i fabbricati di alpeggio, le strade comunali. Potranno inoltre rientrare nella concessione dei fondi le azioni di sistemazione idrogeologica e quelle volte alla previsione, prevenzione e lotta agli incendi boschivi.

Il secondo, invece, riguarda il mantenimento dei servizi scolastici: saranno ammesse al finanziamento le iniziative programmate per l’anno scolastico 2021/2022 che riguardino i seguenti ambiti: il mantenimento e il miglioramento dell’offerta formativa, anche con modalità innovative; i progetti educativi volti alla valorizzazione delle attività dei singoli plessi scolastici in relazione al territorio (es. outdoor education); le proposte per il trasporto scolastico o per la residenzialità degli studenti.

Infine, il terzo è volto a “premiare” i progetti di turismo sostenibile in ambiente montano, quello sportivo, lo sviluppo di servizi digitali, la nascita di green communities, cooperative di comunità e comunità energetiche.

Alla delibera, seguirà un bando aperto alle 55 Unione montane del Piemonte, che avrà come scadenza il 30 settembre.

“La montagna – dichiara il vicepresidente Fabio Carosso - richiede un’attenzione permanente alla salvaguardia ambientale, alla messa in sicurezza del territorio come pure alla capacità ad assicurare un’adeguata risposta ai bisogni essenziali dei propri abitanti, spesso ostacolata dall’elevata frammentazione amministrativa e residenziale. Accanto all’attenzione alle specificità naturali del territorio montano, un altro aspetto di riguardo deve interessare le aree più periferiche e marginali, per invertire la tendenza ad un loro progressivo declino ed abbandono e porle al centro di un modello di rilancio improntato alla valorizzazione delle produzioni tipiche locali, del ruolo della biodiversità e della fruizione responsabile di esperienze di conoscenza diretta del prezioso patrimonio naturale messo a disposizione della montagna. Alla luce di queste considerazioni, il Programma annuale che abbiamo predisposto tende ad assecondare e valorizzare le opportunità di crescita presenti e a favorire la realizzazione di interventi responsabili volti a contrastare i fattori alla base del divario con altre aree meno problematiche della regione”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Siti inquinati, più di 4 milioni e mezzo di euro per la bonifica di tre siti nel torinese

Più di 4 milioni e mezzo di euro per la bonifica di tre siti inquinati: la Giunta ha approvato l’Accordo di Programma tra Regione Piemonte, Ministero della Transizione Ecologica, Città Metropolitana di Torino e i comuni di Cirié, Givoletto e Rivalta di Torino per l’assegnazione di risorse finanziarie dallo Stato ai Comuni per la realizzazione degli interventi di bonifica.

Le risorse ammontano a 4 milioni e 636mila euro, di cui 1 milione e 800mila euro sono destinati alla “ex Lerifond” di Givoletto, 1 milione 840.841 euro alla “ex Oma ed ex Chimica Industriale” di Rivalta di Torino e 995.481 euro sono destinati agli interventi di bonifica alla “Ex Interchim” di Ciriè.

“Promessa mantenuta – afferma l’assessore regionale all’Ambiente, Matteo Marnati -. Riportiamo territori inquinanti ad una situazione di salubrità. É importante risanare spazi contaminati per ridare loro una nuova vita. Il nostro impegno per il miglioramento dell’ambiente continua senza sosta”.

Sul sito di Givoletto la situazione di contaminazione ambientale deriva in gran parte dalla presenza di scarti dell’attività di produzione di leghe di alluminio e gli interventi sono finalizzati alla messa sicurezza del sito.

A Cirié gli interventi sono mirati a bonifica delle acque sotterranee, attraverso la realizzazione di impianti di bonifica e attività di impermeabilizzazione.

A Rivalta di Torino gli interventi sono individuati nell'ambito di una progettazione per fasi, la prima delle quali prevede opere di difesa spondale sul Torrente Sangone per evitare fenomeni di erosione nel corso degli eventi di piena che possano portare al dilavamento di rifiuti e alla diffusione di contaminazione di idrocarburi.

Nei prossimi mesi si ci saranno altri interventi su più siti orfani presenti sul territorio regionale, con l'avvio di un programma di bonifica per il quale il Ministero della Transizione Ecologica ha adottato un decreto che destina risorse finanziarie per circa 7 milioni di euro.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Strutture socio-assistenziali e socio-sanitarie piemontesi: arrivano quasi 6 milioni di euro di ristori

Arrivano i ristori per le strutture socio assistenziali e socio sanitarie piemontesi, sia per anziani che per i minori, in base a quanto previsto dalla Legge regionale 3/2021, fortemente voluti e sollecitati dall’assessore regionale al Welfare, Chiara Caucino.

Le domande pervenute e approvate, in tutto il Piemonte, sono 359 (da parte di strutture che gestiscono complessivamente 8141 posti letto) per un totale complessivo che verrà erogato di 5.894.084,00 euro. Le domande respinte sono risultate essere soltanto 17.

Il criterio prevede che a ciascun ente beneficiario verrà corrisposto un contributo pari all’importo di 724 euro, moltiplicato per il numero di posti letto autorizzati al funzionamento nelle tipologie ammissibili alla relativa struttura.

Scendendo nel dettaglio, in provincia di Alessandria andranno 552.412,00 euro per 763 posti letto, ad Asti 818.120,00 euro per 1.130 posti letto, nel Biellese 378.652,00 euro per 523 posti letto gestiti, nella Provincia di Cuneo un milione 702mila e 124 euro per 2mila e 351 posti letto, nel Novarese 312.044,00 euro per 431 posti letto, nella Città Metropolitana di Torino un milione 554mila e 428 euro per la gestione di 2.147 posti letto, nel Vercellese, 493.768,00 euro per 682 posti letto gestiti e infine le strutture del VCO, che gestiscono 114 posti letto, avranno 82.536,00 euro.

“L’emergenza Covid19, nell’ultimo anno e mezzo - spiega l’assessore regionale al Welfare, Chiara Caucino - ha messo a dura prova tutto il sistema della sanità piemontese che ha vissuto momenti che definire drammatici suona quasi eufemistico”. “Ecco perché oggi - prosegue l’esponente della giunta regionale - la mia soddisfazione è doppia: ho potuto toccare con mano la grande efficienza, umanità e compattezza del nostro sistema, nonostante le inevitabili criticità, e ora, con orgoglio, posso presentare nel dettaglio le cifre dei cosiddetti “ristori” che vanno a dare ossigeno a strutture che hanno dato tutto quanto possibile proprio per aiutare le persone più fragili e in difficoltà. Al netto del dovuto contributo economico, che ritengo doveroso, a tutti i dirigenti, medici, infermieri, amministrativi e operatori di tali strutture va il mio più sincero ringraziamento per la professionalità e l’umanità dimostrata nell’ora più buia”.

Allegato 1 - Lista posti letto attivi e finanziamento dettagliato per provincia.

Allegato 2 - Lista di tutte le strutture finanziate con importo del relativo finanziamento e il numero dei posti letto gestiti.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

 ATTI DELLO STATO   

Decreto del Ministero dell’Interno 5 luglio 2021

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 171 del 19.7.2021 il Decreto del Ministero dell’Interno 5 luglio 2021:

Riparto del contributo di 5 milioni di euro, per l'anno 2021, in favore dei comuni in dissesto finanziario, a valere sul fondo di cui all'articolo 106-bis del decreto-legge n. 34 del 2020, rifinanziato, per l'anno 2021, dall'articolo 1, comma 844 della legge n. 178 del 2020, per la realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria di beni immobili di proprietà degli stessi comuni da assegnare alla Polizia di Stato e all'Arma dei carabinieri. 

Decreto del Ministero delle Infrastrutture e della mobilita' sostenibili 7 maggio 2021

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 169 del 16.7.2021 il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e della mobilita' sostenibili 7 maggio 2021:

Ripartizione ed utilizzo dei fondi previsti dall'art. 49 del decreto-legge 14 agosto 2000, n. 104, convertito con modificazioni dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126, per la messa in sicurezza dei ponti e viadotti esistenti e la realizzazione di nuovi ponti in sostituzione di quelli esistenti, con problemi strutturali di sicurezza, della rete viaria di province e città metropolitane.

Comunicato del Ministero dell’Interno

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 169 del 16.7.2021 il Comunicato del Ministero dell’Interno:

Avviso relativo al decreto 8 luglio 2021, relativo al primo riparto del fondo per l'anno 2021, per il ristoro parziale dei comuni a fronte delle minori entrate derivanti dalla mancata riscossione dell'imposta di soggiorno e di analoghi contributi, per l'adozione delle misure di contenimento del COVID-19.

LEGGI REGIONALI PUBBLICATE SUL BOLLETTINO UFFICIALE

Avviso di rettifica alla Legge regionale 15 luglio 2021, n. 19

E’ stata pubblicata sul Supplemento ordinario n. 3 al Bollettino Ufficiale n. 29 del 15 luglio 2021 l’Avviso di rettifica alla Legge regionale 15 luglio 2021, n. 19:

Contrasto alla diffusione del gioco d'azzardo patologico (GAP).

DECRETI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 

Decreto del Presidente della Giunta regionale 16 luglio 2021, n. 8/R

E’ stato pubblicato, sul Supplemento Ordinario n. 3 al Bollettino Ufficiale n. 29 del 22 luglio 2021, il Decreto del Presidente della Giunta regionale 16 luglio 2021, n. 8/R:

Regolamento regionale recante: “Contenuti e modalità di redazione del rapporto di fine concessione (Legge regionale 29 ottobre 2020, n. 26).”.

ORDINANZE COMMISSARIALI 

Ordinanza Commissariale n. 17/A18.000/615-622 dell'8 luglio 2021

E’ stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 4 al Bollettino n. 29 del 22 luglio 2021 l’Ordinanza Commissariale n. 17/A18.000/615-622 dell'8 luglio 2021:

Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatesi tra il 19 e il 22 ottobre 2019 nel territorio della Provincia di Alessandria e successiva estensione al territorio della Regione Piemonte, a seguito dell'evento del 21-25 novembre. Proroga scadenze O.C. n° 11/A18.000/615-622 del 20.11.2020, O.C. n° 12/A18.000/615-622 del 04.12.2020 e O.C. n° 13/A18.000/615-622 del 08.01.2021.

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE 

Approvazione del Calendario venatorio regionale per la stagione 2021/2022 e delle relative istruzioni operative supplementari

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 31-3562 del 16 Luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 29 del 22 luglio 2021, ha  approvato, ai sensi dell’articolo 13 della Legge regionale 5/2018:

  • il calendario venatorio per l'intero territorio regionale relativo alla stagione 2021/2022 così come riportato nell'allegato A, quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento; 
  • le istruzioni operative supplementari riportate nell’allegato B, quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento. 

E’stato dato atto della relazione tecnica al calendario venatorio 2021/2022, di cui all’allegato C, quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

E’stato dato atto, per le finalità di cui all’articolo 6, comma 2, lettera b) del D.Lgs. n. 152/06 e s.m.i., dell’esito positivo, di cui alla suddetta D.D. n. 443/A1601B del 9 luglio 2021, dello Screening di Valutazione d’Incidenza della proposta di Calendario venatorio per la stagione venatoria 2021/2022 effettuato dal Settore regionale Biodiversità e aree naturali. 

Ogni richiamo alle disposizioni del calendario venatorio contenuto negli atti amministrativi adottati dalla Giunta regionale, deve intendersi come riferito alle disposizioni del calendario venatorio approvato con la presente deliberazione.

E’ demandato al Settore regionale Infrastrutture, territorio rurale, calamità naturali in agricoltura, caccia e pesca, della Direzione Agricoltura e Cibo, di provvedere, ai sensi dell’articolo 18, comma 4, della Legge 157/1992, alla pubblicazione, a fini informativi, del calendario venatorio e delle istruzioni operative supplementari sul sito del Settore Infrastrutture, territorio rurale, calamità naturali in agricoltura, caccia e pesca, al seguente indirizzo: https://www.regione.piemonte.it/web/temi/agricoltura/tutela-della-fauna-caccia-pesca/stagionevenatoria-corrente

Approvazione nuova Scheda di monitoraggio e valutazione attività dei Centri per le Famiglie del territorio piemontese in sostituzione della Scheda di cui all'allegato 2 della D.G.R. n. 19-7005 dell'8.6.2018

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 2-3533 del 16 Luglio 2021, ha:

- approvato la nuova Scheda di monitoraggio e valutazione dell'attività dei Centri per le Famiglie piemontesi, che consente di calcolare l’incidenza delle funzioni e della frequenza dell’utenza articolata in coerenza con le funzioni essenziali dei Centri in sostituzione della precedente Scheda di monitoraggio e valutazione approvata con D.G.R. n. 19-7005 dell'8.6.2018 (Allegato 2);

- previsto che sia gli Enti Gestori delle funzioni socio-assistenziali titolari dei Centri per le Famiglie sia quelli che pur non avendo i Centri garantiscono in ogni caso le funzioni di sostegno alla genitorialità, provvedano al recepimento di quanto approvato ed all'utilizzo della Scheda a partire dalla rendicontazione delle attività dell'annualità 2020, anche ai fini programmatori da parte sia della Regione sia degli stessi Centri per le Famiglie piemontesi.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Politiche della Famiglia, dei Bambini e della Casa, Sociale, Pari Opportunità della Regione Piemonte. 

Approvazione del Programma annuale di attuazione per la montagna - anno 2021, ai sensi dell'articolo 8 della legge regionale 14/2019 e revoca della D.G.R. n. 3-2641 del 22 dicembre 2020

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 1-3532 del 16 Luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 29 del 22 luglio 2021, ha:

- approvato, ai sensi dell’articolo 8 della legge regionale 14/2019, il Programma annuale di attuazione per la montagna per l’anno 2021, allegato alla presente deliberazione per farne parte integrante e sostanziale, con contestuale revoca della D.G.R. n. 3-2641 del 22 dicembre 2020;

- individuato quale dotazione finanziaria complessiva del Programma annuale di attuazione per la montagna – anno 2021 – la somma di € 3.379.717,87, così determinata:

  • 2.249.155,77 €, di cui alla D.G.R. n. 1-3431 del 23/06/2021, come da ricognizione effettuata con DD n. 436/A1615A del 06/07/2021;
  • 1.130.562,10 € derivanti dalla riassegnazione delle risorse di cui alla D.G.R. n. 3-2641 del 22 dicembre 2020;

- stabilito che la dotazione finanziaria del Programma annuale di attuazione per la montagna – anno 2021 – potrà essere integrata, previa assunzione di idonea determinazione da adottarsi all'avvenuta scadenza dei termini per i ricorsi di legge e fatti salvi eventuali esposti, con le risorse derivanti dalla minore spesa realizzata sul Programma annuale per la montagna – anno 2020 – di cui alla soprarichiamata D.D. n. 366/A1615A del 09/06/2021;

- demandato alla Direzione Ambiente, Energia e Territorio, Settore Sviluppo della Montagna l’adozione degli atti e dei provvedimenti necessari per l’attuazione della presente deliberazione.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Vicepresidente, Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della Montagna, Foreste, Parchi, Enti locali della Regione Piemonte. 

DPGR 18 Dicembre 2020, n. 7/R “Regolamento attuativo dell'articolo 19 della Legge regionale 5 aprile 2019, n. 14 (Disposizioni in materia di tutela, valorizzazione e sviluppo della montagna). Modalità di costituzione, gestione e funzionamento delle Commissioni locali valanghe CLV.” Approvazione dei criteri per la concessione di contributi per l’anno 2021 alle Unioni Montane per il sostegno dell’attività delle CLV

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 9-3540 del 16 Luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 29 del 22 luglio 2021, ha:

- di approvare, ai sensi degli articoli 12 e 13 del D.P.G.R. 18 dicembre 2020, n. 7/R, i “Criteri per la concessione di contributi per l’anno 2021 alle Unioni Montane per il sostegno dell’attività delle Commissioni locali valanghe”, di cui all’Allegato A, facente parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

- di demandare alla Direzione regionale Opere Pubbliche, Difesa del Suolo, Protezione Civile, Trasporti e Logistica – Settore Geologico, l’adozione dei provvedimenti amministrativi necessari all’attuazione delle disposizioni contenute nella presente deliberazione;

- di dare atto che alla copertura degli oneri derivanti dall’applicazione del presente provvedimento, si farà fronte con la somma complessiva di euro 80.000,00 (ottantamila/00), sul capitolo 151888,  resa disponibile dalla Giunta Regionale con la sopra citata D.G.R. del 28/07/2020, n. 1-1740 ed impegnati con D.D. n. 3611/A1819C del 23/12/2020 (impegno n. 8879/2021 riclassificato).

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Trasporti, Infrastrutture, Opere pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Personale e organizzazione della Regione Piemonte.

SCADENZE UTILI 

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.

Scadenze del mese di LUGLIO (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Progetto europeo ''Mindchangers'' n. CSO-LA/2020/415-010. Approvazione del Bando ''Giovani e Agenda 2030. Bando per il sostegno di iniziative di Autorità Locali e Organizzazioni della Società Civile''.

La Direzione Coordinamento politiche e fondi europei, con D.D. n. 90 del 20 Maggio 2021, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 del 21 Maggio 2021 al Bollettino Ufficiale n. 20 del 20 Maggio 2021, ha:

- approvato, nell’ambito del progetto europeo “Mindchangers” n. CSO-LA/2020/415-010 e in attuazione della D.G.R. n. 36-3207 del 7 maggio 2021, il Bando “Giovani e Agenda 2030. Bando per il sostegno di iniziative di Autorità Locali e Organizzazioni della Società Civile” allegato alla presente determinazione per farne parte integrante e sostanziale (Allegato 1);

 - dato atto che tale Bando prevede una dotazione finanziaria complessiva pari ad Euro Euro 450.000,00 (CUP n. J69D20000530008) disponibili sul Bilancio finanziario gestionale 2021-2023 sui capitoli 145353 e 180303 delle annualità 2021 e 2023;

- dato atto che, come previsto dal Bando sopraccitato, i fondi dovranno essere impegnati a favore delle Autorità locali piemontesi e delle Organizzazioni della società civile che risulteranno inserite utilmente nelle rispettive graduatorie al termine dell’istruttoria per una somma complessiva di Euro 360.000,00 pari all’80% della dotazione finanziari complessiva a titolo di anticipo (annualità 2021) e per una somma complessiva di Euro 90.000,00 pari al restante 20% a titolo di saldo (annualità 2023);

- sarà definito con successivi atti amministrativi, a seguito delle procedure di istruttoria delle domande presentate secondo quanto previsto dal Bando di cui all’Allegato 1, l’ammontare dei contributi da assegnare a ciascun soggetto utilmente inserito in graduatoria;

- saranno erogati i contributi assegnati secondo le modalità stabilite dal sopraccitato Bando.

 

2) Bando per l'attribuzione di contributi ai Comuni per la realizzazione di interventi di bonifica, con rimozione, di coperture in cemento-amianto di proprietà privata, in sostituzione dei soggetti inadempienti con azione di rivalsa per il recupero delle somme spese.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 175 del 26 marzo 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 13 del 1° aprile 2021, ha:
• approvato, in attuazione di quanto disposto dalla Giunta regionale con deliberazione n. 13- 2968 del 12 marzo 2021 ai sensi dell'articolo 4 della legge regionale 30/2008, il bando per l’attribuzione di contributi ai Comuni per la bonifica, mediante rimozione, di coperture in cemento-amianto di proprietà privata a seguito di accertata inottemperanza alle ordinanze di bonifica, di cui agli allegati 1 e 2, costituenti parte integrante del presente provvedimento;
• stabilito che le istanze di contributo delle Amministrazioni comunali per la realizzazione di interventi di bonifica, mediante rimozione, delle coperture in cemento-amianto, dovranno essere presentate entro il termine del 31 luglio 2021 e secondo le specifiche ed i contenuti disciplinati dagli allegati 1 e 2 alla presente determinazione dirigenziale;
• rinviato a successivi provvedimenti, sulla base dell’istruttoria condotta sulle istanze di contributo pervenute entro il termine di cui sopra, l’adozione della graduatoria delle domande ammissibili e, fino alla concorrenza delle risorse regionali a disposizione, l’individuazione di quelle finanziabili;
• dato atto che la copertura finanziaria degli interventi ammissibili a contributo è garantita con le somme prenotate, sul capitolo di fondi regionali 229990 nell’ambito della Missione 09, Programma 02, con determinazione dirigenziale n. 591/A1603B del 30 ottobre 2020, pari a complessivi € 302.470,04, di cui € 100.000,00 sull’annualità 2021 (quota parte prenotazione n. 2021/2294) ed € 202.470,04 sull’annualità 2022 (quota parte prenotazione n. 2022/804); tali prenotazioni saranno rese definitive ad avvenuta individuazione dei beneficiari del finanziamento;
• in presenza di DURC regolare, verrà disposta la liquidazione, a favore di beneficiari del finanziamento, del 33% del relativo importo; ulteriori acconti, fino al raggiungimento del 90% del contributo rideterminato sulla base dell'importo del contratto stipulato a seguito dell'assegnazione dei lavori, saranno trasferiti su presentazione di rendicontazione da parte dei beneficiari, di comprovati stati di avanzamento lavori e relativi certificati di pagamento; il 10% o minor importo a saldo avrà luogo ad avvenuta approvazione del certificato di regolare esecuzione e su presentazione della rendicontazione delle spese sostenute;
• dato atto che il termine per la conclusione del procedimento di attribuzione dei contributi è fissato in 90 giorni dal 31 luglio 2021;
• precisato che le Amministrazioni comunali beneficiarie dei contributi regionali saranno tenute all'adozione delle azioni di rivalsa per il recupero delle somme anticipate per le operazioni di bonifica e che gli importi reintroitati dai soggetti inadempienti dovranno essere restituiti alla Regione Piemonte;
• per i progetti ammissibili a finanziamento sarà richiesta la trasmissione del CUP ai fini dell'adozione del provvedimento dirigenziale di assegnazione del contributo.

Scadenze del mese di SETTEMBRE (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Adempimenti relativi alla corresponsione della quota minima per il riconoscimento della condizione di morosità incolpevole degli assegnatari di edilizia sociale per l’anno 2020. Misure straordinarie conseguenti all’emergenza epidemiologica da Covid-19. Modifica D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020.

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 2-3061 del 9 aprile 2021, ha deliberato, in via straordinaria, in merito agli adempimenti relativi alla corresponsione della quota minima per il riconoscimento della condizione di morosità incolpevole degli assegnatari di edilizia sociale per l’anno 2020, anche a parziale modifica di quanto stabilito dalla D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020, stante il perdurare delle limitazioni e difficoltà evidenziate in premessa, conseguenti all’emergenza epidemiologica presente in Italia e nella Regione Piemonte:
1) di prorogare al 30 settembre 2021 il termine entro il quale gli assegnatari degli alloggi di edilizia sociale possono procedere al versamento della quota minima stabilita con D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020, ai fini del riconoscimento della condizione di morosità incolpevole, in deroga eccezionale al diverso termine di cui all’articolo 7 del Regolamento regionale n. 14/R del 4 ottobre 2011, per l’anno 2020 e alla presentazione agli enti gestori della relativa documentazione, ai sensi dell’articolo 2 del Regolamento regionale n. 15/R del 4 ottobre 2011;
2) di consentire agli enti gestori di comunicare alla Struttura regionale competente l’ammontare della morosità incolpevole maturata dai rispettivi assegnatari entro il termine del 29 ottobre 2021, in deroga eccezionale al diverso termine previsto dall’articolo 3, comma 2, del Regolamento regionale n. 15/R del 4 ottobre 2011.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Politiche della Famiglia, dei Bambini e della Casa, Sociale, Pari Opportunità della Regione Piemonte. 

 

2) Cloud computing e pubblica amministrazione piemontese. Approvazione elenco degli Enti ammessi alla fase di migrazione e riapertura dei termini per la presentazione della Manifestazione di interesse ai sensi dell'Avviso pubblico approvato con D.D. n. 1 del 7 gennaio 2021.

La Direzione Competitività del Sistema regionale, con D.D. n. 214 del 30 Maggio 2021,ha:
- approvato il numero di interventi di migrazione, articolato per provincia e per quadrante, relativi a 237 Comuni sotto i 10.000 abitanti e 44 Comuni sopra i 10.000 abitanti, secondo le risultanze dell’attività di valutazione istruttoria svolta sulle manifestazioni di interesse per l’attuazione del progetto Cloud computing e Pubblica Amministrazione piemontese ricevute tra il 2/2/2021 e il 30/4/2021, in coerenza con le modalità e i criteri stabiliti con D.G.R. n. 56-2734 del 29/12/2020 e attuati con D.D. n. 1 del 7/1/2021, come riportato nell’Allegato A) al presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale;
- approvato le graduatorie degli Enti destinatari dell’intervento riportate nell’Allegato B) al presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale;
- stabilito l’apertura di un seconda sessione di presentazione delle manifestazioni di interesse, destinata a approvare i 43 interventi già presenti in lista d’attesa per euro 125.893,23 e a consentire la presentazione di nuove istanze per un importo complessivo pari a euro 271.987,84, come esposto nel dettaglio nell’Allegato A);
- disposto che la nuova sessione di apertura per la presentazione delle domande sia fissata dal 21 giugno al 30 settembre 2021;
- disposto che le istanze siano presentate secondo le medesime modalità dell’“Avviso pubblico per manifestazione di interesse destinato ai comuni singoli ed associati del Piemonte finalizzato all’adesione al progetto Cloud regionale e razionalizzazione data center della PA”, approvato con D.D. n. 1 del 7/1/2021 e pubblicato sulla home page del sito internet della Regione Piemonte http://www.regione.piemonte.it/index.htm nella sezione https://bandi.regione.piemonte.it e siano approvate con il criterio di ordine di arrivo della domanda (First In - First Out – FIFO) applicato in termini assoluti, ovvero senza distinzione su base territoriale o dimensionale, per facilitare e massimizzare l’utilizzo delle risorse messe a disposizione del progetto.

Scadenze del mese di OTTOBRE (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Criteri per il riparto delle risorse e per la concessione di contributi per interventi di ristrutturazione e riqualificazione edifici scolastici in attuazione del programma biennale per gli investimenti di edilizia scolastica. Seconda proroga termine inizio lavori.

La Giunta Regionale, con D.G.R. n. 3-2170 del 30 Ottobre 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 46 del 12 novembre 2020, ha prorogato dal 30 ottobre 2020 al 30 ottobre 2021 il termine per l’inizio lavori degli interventi finanziati di cui alla D.G.R. n. 26–7920 del 23 novembre 2018, previsto al punto 17 dell'allegato A della medesima deliberazione, come modificato con D.G.R. n. 8-508 del 15-novembre 2019.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Diritto allo Studio universitario della Regione Piemonte.

Scadenze dell'anno 2022 (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Commercio su area pubblica. Verifiche di regolarità contributiva e fiscale delle imprese (VARA). Differimento dei termini, di cui alla D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, per gli adempimenti dell'anno 2021 in riferimento all'annualità 2019.

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 9-2864 del 12 febbraio 2021, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 07 del 18 febbraio 2021, ha disposto il differimento dei termini per gli adempimenti VARA previsti, ai sensi della D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, a carico degli operatori e dei Comuni per il corrente anno 2021 con riferimento all’annualità 2019, entro i termini, rispettivamente, del 28 febbraio e del 30 aprile 2021, alle date del 28 febbraio e del 30 aprile 2022.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Cultura, Turismo, Commercio della Regione Piemonte.

 

2) Disposizioni per favorire la costituzione delle associazioni fondiarie e la valorizzazione dei terreni agricoli e forestali. Bando 2019: proroga dei termini di consegna dei Piani di gestione dei terreni e della rendicontazione finale del contributo.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 91 del 25 febbraio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 9 del 4 marzo 2021, ha prorogato il termine di presentazione dei Piani di gestione dei terreni al 12.03.2022 e di prorogare al 13.03.2023 la rendicontazione finale del contributo concesso con D.D. n. 99/A1615A del 12 marzo 2020.

 
 

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it