Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 25 del 21 luglio 2022

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Lozzolo (VC). Panoramica.

Questa settimana in copertina*: Lozzolo (VC). Panoramica.

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e  approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte.

IN PRIMO PIANO    

Associazionismo. Dalla Regione Piemonte in arrivo quasi 1milione e mezzo di euro

Dalla Regione in arrivo quasi un milione e mezzo di euro per sostenere progetti di rilevanza locale promossi da organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, dalle articolazioni territoriali delle associazioni delle stesse, dalle reti associative e dalle fondazioni del Terzo Settore.

L’intervento, comunicato agli enti beneficiari, è stato seguito dall’assessore regionale Chiara Caucino e ha passato la complessa procedura per l’assegnazione dei fondi: a breve la determina sarà pubblicata sul sito regionale, nella pagina riferita ai Bandi.

Le associazioni assegnatarie riceveranno, nei tempi più brevi consentiti dalle norme, un acconto dell’80% del contributo ammesso al finanziamento, consentendo loro di realizzare il proprio progetto.

Spiega l’assessore regionale alla Famiglia, Chiara Caucino: “La Giunta Regionale del Piemonte ripone nelle organizzazioni del Terzo Settore massima stima e fiducia, dal momento che hanno saputo affrontare, non senza enormi difficoltà, i duri mesi della pandemia esprimendo sempre alla cittadinanza quella vicinanza e solidarietà, fondamentali per la tenuta del tessuto sociale e per il perseguimento del bene comune”.

“La Regione - ha proseguito Cacuino - ha sempre riconosciuto il valore e la funzione sociale degli Enti del Terzo settore, dell’associazionismo, delle attività di volontariato e della cultura e pratica del dono quali espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo ed anche gli esiti di questo Bando vanno nella direzione di sostenere ed implementare il frutto del vostro impegno. Ora, anche grazie a queste importanti risorse, sono certa che le associazioni sapranno lasciare nel territorio, con il tempo, i frutti del loro meritorio impegno”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte. 

Incendi boschivi, il Piemonte dichiara la massima pericolosità dal 21 luglio

Complice il caldo torrido e la mancanza di precipitazioni la Regione Piemonte ha dichiarato lo stato di massima pericolosità per gli incendi boschivi su tutto il territorio regionale a partire da giovedì 21 luglio. Il provvedimento, sancito dalla determinazione regionale dirigenziale n. 2195 del 19.07.2022, si è reso necessario in considerazione delle condizioni meteorologiche evidenziate dal Centro funzionale Arpa Piemonte altamente predisponenti il rischio e la propagazione degli incendi boschivi.

La situazione è aggravata dalla pesante siccità che ha colpito il Piemonte - tanto che il Consiglio dei Ministri ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza fino al 31 dicembre 2022 – ed in queste condizioni, l’innesco e la propagazione di incendi comporterebbero un ingente e non quantificabile prelievo di acqua, per lo spegnimento degli stessi, da parte delle forze operative preposte.

“Stiamo affrontando una situazione molto particolare – sottolinea l’assessore regionale alla Protezione Civile Marco Gabusi - in cui convergono più fattori che purtroppo favoriscono gli incendi in misura maggiore rispetto alle estati passate. Per questo motivo, già da alcuni giorni, la Protezione civile della Regione Piemonte ha ulteriormente potenziato il proprio dispositivo operativo per la lotta agli incendi, costituito da Vigili del fuoco e Volontari del Corpo AIB Piemonte. È stato inoltre incrementato il servizio elicotteristico, attraverso l’attivazione di una seconda base operativa a Costigliole d’Asti, oltre a quella di Busano nel Canavese, per una maggiore copertura del territorio in pronta reperibilità. Mi preme, inoltre, ricordare che ognuno di noi può fare qualcosa nella prevenzione degli incendi segnalando tempestivamente i focolai di incendio al Numero Unico Emergenza 112”.

Quando viene dichiarato lo stato di massimo rischio per gli incendi boschivi la combustione di residui vegetali agricoli e forestali è sempre vietata per disposizione nazionale (D. lgs. n. 152/2006, art. 182 comma 6 bis), alla quale si aggiungono le misure a carattere regionale, che vietano entro una distanza di cento metri dai terreni boscati, arbustivi e pascolivi, le azioni determinanti anche solo potenzialmente l'innesco di incendio, quali: accendere fuochi, accendere fuochi pirotecnici, far brillare mine, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli, usare apparati o apparecchiature che producano faville o brace, fumare, disperdere mozziconi o fiammiferi accesi, lasciare veicoli a motore incustoditi a contatto con materiale vegetale combustibile o compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo mediato o immediato di incendio. È inoltre vietata qualunque generazione di fiamma libera non controllabile nel tempo e nello spazio, tra cui, ad esempio le lanterne volanti.

“La durata dello stato di massima allerta è variabile – evidenzia l’assessore Marco Gabusi - in funzione della discesa della temperatura e dell’arrivo delle precipitazioni, che potranno evidenziare un rischio minore e consentire di rientrare nei livelli ‘normali’ di pericolo. Su questi elementi naturali purtroppo non possiamo incidere, ma siamo sempre in prima linea per contenere al massimo il pericolo e per intervenire rapidamente in caso di incendio. Determinante in questa attività la presenza dei volontari della Protezione Civile, che desidero ringraziare per la generosità e il coraggio che mettono in un frangente così rischioso”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Peste suina africana: la Regione impegnata a garantire gli allevamenti e sostenere un comparto fondamentale per l’economia del Piemonte

“Il rischio di un passaggio della Peste suina africana dalla fauna selvatica agli allevamenti sarebbe un danno che, unendosi alle altre emergenze che stiamo vivendo, provocherebbe un colpo spaventoso all’economia del Piemonte”: è quanto ha dichiarato il presidente della Regione Alberto Cirio intervenendo questa mattina al Consiglio regionale aperto sulla Psa.

“Ci stiamo muovendo nel rispetto delle indicazioni tecniche che arrivano dall’Europa e che sono tarate sull’esperienza di altri Paesi che hanno contenuto o risolto il problema con le reti, che sembrano essere l’unico strumento reale per proteggere dalla diffusione del virus - ha proseguito Cirio -. Dobbiamo garantire l’interesse economico di un comparto fondamentale della nostra economia, ma anche affrontare in modo diverso il tema della fauna selvatica, problema non più solo agricolo per quanto grave per i danni che provoca, ma anche di sicurezza pubblica. Ma fare di più non è possibile se non cambiano le norme nazionali sui limiti agli abbattimenti straordinari, talmente vincolati da risultare inefficaci. Non stiamo parlando di caccia ma di ordine pubblico, eppure senza leggi chiare che permettano interventi chiari il problema non lo risolveremo mai. La fauna selvatica, dice la legge, è patrimonio indisponibile dello Stato: così stando le cose è lo Stato che deve intervenire, perché noi siamo giuridicamente con le mani legate. Come Conferenza delle Regioni abbiamo chiesto a gran voce al Governo una presa di posizione e ringrazio per la sua presenza qui oggi il sottosegretario alla Salute Costa”.

Ad aprire la seduta era stato il vicepresidente Fabio Carosso, delegato al coordinamento della gestione della Psa. Dopo aver ripercorso tutte le misure finora assunte per risolvere il problema, ha affermato che “ad oggi, la situazione dell’infezione presenta un’espansione contenuta grazie alla pre-esistente barriera costituita dalla rete autostradale A26-A7 e alle tempestive misure di contenimento adottate, ma non possiamo tuttavia permetterci di allentare la guardia” ed ha anticipato che “a giorni verrà varato il piano definitivo di interventi urgenti per il depopolamento e l’eradicazione della malattia che, in combinazione con l’innalzamento delle barriere, speriamo possa dare in breve tempo risultati tangibili. Dobbiamo essere chiari: è in gioco - ha concluso Carosso - la sopravvivenza di un comparto strategico dell’economia piemontese e nazionale, che vale l’1,5 del Pil e che solo per l’esportazione ammonta a 1,7 miliardi di euro. Abbiamo il dovere di fare quanto è possibile sulla base delle indicazioni e delle esperienze maturate in altri Paesi”.

L’assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca Marco Protopapa ha sostenuto che “ciò che è accaduto non è solo per un problema di trasmissione tramite animali, in quanto è una malattia che vede anche l'intervento del fattore umano, che è intervenuto mandando in circolo alimenti infetti provenienti da luoghi infetti. Il problema è accertato ma non è facile da gestire in presenza di leggi obsolete nel campo della biosicurezza. Infatti, quando un allevamento è messo in sicurezza, basta il ritrovamento di una carcassa infetta nei pressi per far scattare l'abbattimento di tutti gli animali sani. Si poteva intervenire con la caccia programmata, che porta risultati, ma si è dovuto interrompere per decisione delle circolari ministeriali. Il fatto che alcune Province abbiano a disposizione guardie venatorie e altre no crea difficoltà per le azioni di contenimento. Per questo motivo auspico che il 25 luglio si possa arrivare ad una risoluzione che dia un segnale di cambiamento”.

L’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi ha definito la situazione sanitaria “sotto controllo” ed ha affermato che “per contenere l’epidemia, che non ha alcun impatto sulla salute pubblica ma ha ricadute sull’economia e sull’immagine del Piemonte, come Assessorato alla Sanità abbiamo posto in essere tutte le azioni possibili. Uno dei primi e più importanti interventi è stato abbattere tutti i 7.000 suini presenti nella zona infetta, per evitare che il contagio potesse passare dai cinghiali ai suini. Sempre in linea con le indicazioni nazionali e internazionali, siamo intervenuti sulla biosicurezza degli allevamenti, predisponendo nuove misure e incrementando i controlli dei servizi veterinari delle Asl, abbiamo predisposto protocolli operativi per permettere alle attività di carattere turistico e ricettivo, ed altre, di poter continuare a lavorare nel rispetto delle misure di biosicurezza e contenimento dell’epidemia”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte. 

ATTI DELLO STATO  

Legge 15 luglio 2022, n. 91

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 164 del 15.7.2022 la Legge 15 luglio 2022, n. 91:
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50, recante misure urgenti in materia di politiche energetiche nazionali, produttività delle imprese e attrazione degli investimenti, nonché in materia di politiche sociali e di crisi ucraina.

Entrata in vigore del provvedimento: 16/07/2022.

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 17 maggio 2022, n. 50 

Legge 29 giugno 2022, n. 79

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 150 del 29.6.2022 la Legge 29 giugno 2022, n. 79:
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 30 aprile 2022, n. 36, recante ulteriori misure urgenti per l'attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR).

Entrata in vigore del provvedimento: 30/06/2022.

TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE 30 aprile 2022, n. 36

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 16 maggio 2022

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 167 del 19.7.2022 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 16 maggio 2022:

Predisposizione del Piano nazionale per la riqualificazione dei piccoli comuni. 

Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze 8 luglio 2022

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 166 del 18.7.2022 il Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze 8 luglio 2022:

Comunicazione della data in cui è reso disponibile sul sito internet della Soluzioni per il sistema economico - SOSE S.p.a. il questionario unico FC70U per i comuni, le unioni di comuni e le comunità montane delle regioni a statuto ordinario e per i comuni e unioni di comuni della Regione Siciliana ai fini del monitoraggio e della revisione dei fabbisogni standard relativi alle funzioni fondamentali.

Decreto del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili 5 maggio 2022

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 164 del 15.7.2022 il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili 5 maggio 2022:

Ripartizione e utilizzo dei fondi previsti dall'articolo 49 della legge 13 ottobre 2020, n. 126, per la messa in sicurezza dei ponti e viadotti esistenti e la realizzazione di nuovi ponti in sostituzione di quelli esistenti, con problemi strutturali di sicurezza, della rete viaria di province e città metropolitane, come integrato dalla risorse di cui all'articolo 1, comma 531, della legge 30 dicembre 2021, n. 234.

Comunicato del Ministero dell’Interno

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 167 del 19.7.2022 il Comunicato del Ministero dell’Interno:

Definizione per il triennio 2022-2024 dei criteri di riparto tra gli enti locali del fondo per la promozione della legalità di cui all'articolo 1, comma 589, della legge 30 dicembre 2021, n. 234, e approvazione del piano di riparto per l'anno 2022.

Comunicato della Presidenza del consiglio dei ministri dipartimento per le pari opportunità

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 168 del 20.7.2022 il Comunicato della Presidenza del consiglio dei ministri dipartimento per le pari opportunità:

Comunicato relativo al bando n. 5/2022 per la concessione di contributi per la realizzazione di interventi a favore delle vittime di tratta e di grave sfruttamento.

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE 

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un mero strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip.

Affidamento ad IPLA S.p.A. dell'incarico di coordinamento e gestione di iniziative di lotta alle zanzare per gli anni 2022-2024. Approvazione del programma di attività di lotta alle zanzare per il triennio 2022-2024

La Direzione Sanità e Welfare, con D.D. 4 luglio 2022, n. 1185, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 29 del 21 luglio 2022, ha approvato, ai sensi della L.R. 75/95 e s.m.i, la proposta tecnico economica trasmessa da IPLA con nota prot. MR/mr 268 del 17.06.2022 trasmessa in data 20.06.2022, relativa al programma regionale delle attività di lotta alle zanzare per gli anni 2022-2024 e i progetti tecnici di dettaglio relativi all’anno 2022 ed in particolare:

Anno 2022:
- Progetti di lotta nelle aree urbane presentati dagli Enti locali per un importo di Euro 970.876,80 a carico regionale di cui Euro 893.222,27 quale costo dei progetti ed Euro 77.654,53 quale quota regionale per le attività di gestione dei progetti ed Euro 939.242,34 a carico degli EELL che hanno richiesto di avvalersi della Regione Piemonte;
- Progetto Regionale Unitario di prevenzione, sorveglianza e risposta alle patologie umane e animali veicolate da zanzare e altri vettori per un importo di Euro 506.444,35;
- il compenso per l’attività che verrà svolta dal soggetto attuatore per un importo di Euro 22.500,00, per un totale di Euro 2.439.063,49.

Anno 2023:
- Progetto Regionale Unitario di prevenzione, sorveglianza e risposta alle patologie umane e animali veicolate da zanzare e altri vettori, progetti di lotta nelle aree urbane per un importo massimo complessivo stimato in Euro 2.500.000,00, da definire nel suo preciso ammontare sulla base dei progetti tecnici di dettaglio, comprensivi dei progetti che gli Enti Locali presenteranno nel 2023, oggetto di approvazione annuale da parte del Settore regionale competente ai sensi della DGR 24- 5080 del 20.05.2022.

Anno 2024:
- Progetto Regionale Unitario di prevenzione, sorveglianza e risposta alle patologie umane e animali veicolate da zanzare e altri vettori, progetti di lotta nelle aree urbane per un importo massimo complessivo stimato in Euro 2.500.000,00, da definire nel suo preciso ammontare sulla base dei progetti tecnici di dettaglio, comprensivi dei progetti che gli Enti Locali presenteranno nel 2024, oggetto di approvazione annuale da parte del Settore regionale competente ai sensi della DGR 24- 5080 del 20.05.2022.

E’ ammesso a finanziamento il Progetto Regionale Unitario di prevenzione, sorveglianza e risposta alle patologie umane e animali veicolate da zanzare e altri vettori e i Progetti di lotta nelle aree urbane presentati dagli Enti locali per l’anno 2022 nei limiti di spesa sopra indicati.

E’ affidato all’Istituto per le piante da legno e l’ambiente della Regione Piemonte S.p.A (IPLA), nell’ambito dell’ “in house providing”, l’incarico del coordinamento e della gestione delle attività relative alle iniziative riguardanti gli interventi di lotta alle zanzare nonché dell’attuazione del programma regionale di lotta per l’anno 2022-2024.

Approvazione degli indirizzi relativi alle nuove disposizioni in materia di presentazione dell’istanza, rendicontazione, liquidazione, controllo dei contributi concessi in materia di cultura a decorrere dall’anno 2022

La Giunta Regionale, con D.G.R. 8 Luglio 2022, n. 23-5334, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 29 del 21 luglio 2022, ha approvato gli indirizzi per la definizione delle nuove disposizioni relative a presentazione dell’istanza, rendicontazione, liquidazione, controllo dei contributi concessi in materia di cultura a decorrere dall’anno 2022, contenuti nell’allegato A alla presente deliberazione.

Le disposizioni approvate con la presente deliberazione si applicano a decorrere dall’assegnazione di contributi per l’anno 2022.

E’ dato mandato alla Direzione regionale Cultura e Commercio di approvare, con specifica determinazione e nel rispetto degli indirizzi contenuti nell’Allegato A alla presente deliberazione, le nuove disposizioni relative a presentazione dell’istanza, rendicontazione, liquidazione, controllo dei contributi concessi in materia di cultura a decorrere dall’anno 2022.

A decorrere dall’assegnazione dei contributi per l’anno 2022 le precedenti disposizioni recate dalla D.G.R. n. 58-5022 del 08 maggio 2017 e s.m.i. sono revocate e sostituite dalle disposizioni approvate con la sopra citata determinazione della Direzione regionale Cultura e Commercio.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Cultura, Turismo, Commercio della Regione Piemonte.

Approvazione del Calendario venatorio regionale per la stagione 2022/2023 e delle relative istruzioni operative supplementari

La Giunta Regionale, con D.G.R. 15 Luglio 2022, n. 28-5381, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 29 del 21 luglio 2022, ha approvato, ai sensi dell’articolo 13 della legge regionale 5/2018:

  • il calendario venatorio per l'intero territorio regionale relativo alla stagione 2022/2023 così come riportato nell'allegato A, quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento;
  • le istruzioni operative supplementari riportate nell’allegato B, quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Agricoltura, Cibo, Caccia e Pesca della Regione Piemonte. 

Approvazione del Programma annuale di attuazione per la montagna - anno 2022

La Giunta Regionale, con D.G.R. 8 luglio 2022, n. 6-5317, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 29 del 21 luglio 2022, ha approvato, ai sensi dell’articolo 8 della legge regionale 14/2019 ed in coerenza con l'articolo 1, comma 593, della legge 234/2021, il Programma annuale per la montagna per l’anno 2022, allegato alla presente deliberazione.

E’ demandata alla Direzione regionale Ambiente, Energia e Territorio, Settore Sviluppo della Montagna l’adozione degli atti e dei provvedimenti necessari per l’attuazione della presente deliberazione.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della Montagna, Foreste, Parchi, Enti locali, “Coordinamento dell’attività di gestione dell’epidemia da Peste Suina Africana (PSA)” della Regione Piemonte. 

SCADENZE UTILI 

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.

Scadenze del mese di LUGLIO (n. 3 provvedimenti segnalati)

1) Disposizioni, per l'anno 2023, per l'indizione di manifestazione di interesse rivolta ai Comuni piemontesi per la presentazione di proposte progettuali relative ad interventi ricadenti negli ambiti previsti dalla legge n. 145/2018. Approvazione avviso di manifestazione d'interesse.

La Direzione Opere pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Trasporti e Logistica, con D.D. 21 giugno 2022, n. 1860, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 25 del 23 giugno 2022, ha:

- approvato, ai sensi della D.G.R. n. 23-5184 del 14/06/2022, l'avviso della manifestazione di interesse rivolta ai Comuni piemontesi per la presentazione delle proposte progettuali relative ad interventi ricadenti negli ambiti previsti dalla legge 145/2018 secondo i criteri e le modalità di cui alla sopraccitata deliberazione, riportato nell'Allegato A;

- pubblicato l'avviso della manifestazione di interesse nella sezione Bandi Piemonte del sito internet https://bandi.regione.piemonte.it 


2) Programma di finanziamento per l'incentivazione dell'utilizzo del trasporto pubblico locale per i lavoratori: bando di cofinanziamento di titoli di viaggio per i lavoratori vincolato all'utilizzo di abbonamenti annuali. Proroga dei termini per la presentazione delle istanze di contributo da parte dei beneficiari

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. 10 giugno 2022, n. 270, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 24 del 16 giugno 2022, in coerenza con quanto disposto dalla Giunta Regionale con deliberazione n. 6-4808 del 25 marzo 2022, ha prorogato i termini per la presentazione delle istanze di contributo da parte dei beneficiari, inerenti il bando di finanziamento in oggetto, approvato con DD n. 186/A1602B del 02/05/2022, fino alle ore 12:00 del 25 luglio 2022, salvo previo esaurimento delle risorse.

Gli adempimenti di natura amministrativa e contabile, connessi e conseguenti al presente provvedimento, sono in capo al Dirigente del Settore Emissioni e Rischi Ambientali.

 

3) Adempimenti relativi alla corresponsione della quota minima per il riconoscimento della condizione di morosità incolpevole degli assegnatari di alloggi di edilizia sociale per l'anno 2021. Modifica  della D.G.R. n. 4-4100 del 19.11.2021

La Giunta Regionale, con D.G.R. 29 Aprile 2022, n. 15-4950, in via straordinaria, in merito agli adempimenti relativi alla corresponsione della quota minima per il riconoscimento della condizione di morosità incolpevole degli assegnatari di edilizia sociale per l’anno 2021, anche a parziale modifica di quanto stabilito dalla D.G.R. n. 4-4100 del 19 novembre 2021, ha:

- prorogato al 30 giugno 2022 il termine entro il quale gli assegnatari degli alloggi di edilizia sociale possono procedere al versamento della quota minima stabilita per l’anno 2021 con D.G.R. n. 4-4100 del 19 novembre 2021, ai fini del riconoscimento della condizione di morosità incolpevole, di cui all’articolo 7 del Regolamento regionale n. 14/R del 4 ottobre 2011, e alla presentazione agli enti gestori della relativa documentazione, in deroga eccezionale al diverso termine stabilito dall’articolo 2 del Regolamento regionale n. 15/R del 4 ottobre 2011;
- consentito agli enti gestori di comunicare alla Struttura regionale competente l’ammontare della morosità incolpevole maturata dai rispettivi assegnatari entro il termine del 29 luglio 2022, in deroga eccezionale al diverso termine previsto dall’articolo 3, comma 2, del Regolamento regionale n. 15/R del 4 ottobre 2011.


Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Infanzia, genitorialità e ruolo della famiglia nelle politiche del bambino, Politiche della casa, Benessere animale, Pari opportunità, Personale ed organizzazione, Affari legali e contenzioso.

Scadenze del mese di AGOSTO (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Approvazione del Bando per la presentazione delle domande di contributo per l'anno 2022 e della relativa modulistica, ai sensi della L.r. n. 6/77.

La Direzione Coordinamento politiche e fondi europei – Turismo e Sport, con D.D. 17 giugno 2022, n. 122, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 25 del 23 giugno 2022, ha approvato, in attuazione delle DGR n. 1-3614 del 30 luglio 2021 e n. 1-5162 del 14/06/2022 i seguenti documenti:

- il Bando per la presentazione della domanda di contributo ai sensi della legge 14/01/1977, n. 6 e smi, per l'annualità 2022 (All. 1);

- il modulo per la presentazione della domanda di contributo da parte dei soggetti giuridici legittimati (All. 2);

- fac-simile di modulo per la rendicontazione per Enti pubblici (All.3a) - fac-simile di modulo per la rendicontazione per Enti privati (All. 3b)

E’ demandata a successivo provvedimento dirigenziale l’individuazione dei soggetti ammessi a contributo e la quantificazione dei singoli importi da assegnare a ciascuno, nel rispetto di quanto stabilito dalle DGR n. 1-3614 del 30 luglio 2021 e . n. 1-5162 del 14/06/2022.

 

2) Bando per la concessione di contributi per l'anno 2022 alle Unioni Montane per l'acquisto di strumentazione tecnica per l'attività delle commissioni locali valanghe

La Direzione Opere pubbliche, Difesa del suolo, Protezione civile, Trasporti e Logistica, con D.D. 5 Luglio 2022, n. 2035 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 28 del 14 luglio 2022, ha  approvato il “Bando per la concessione di contributi per l’anno 2022 alle Unioni Montane per l'acquisto di strumentazione tecnica per l’attività delle Commissioni locali valanghe.

La domanda di partecipazione al bando, pena l’inammissibilità della stessa, dovrà essere firmata digitalmente e presentata dal legale rappresentante dell’Unione Montana, (o altra persona munita di procura o delega) e dovrà essere trasmessa, tramite posta elettronica certificata, al Settore Geologico, entro 60 giorni dalla data di pubblicazione sul BUR del presente bando, al seguente
indirizzo: geologico@cert.regione.piemonte.it  indicando nell’oggetto: “L.R. 5 aprile 2019, n. 14, art. 19 – Bando Commissioni Locali Valanghe 2022 – Attrezzatura”. Ai fini del rispetto del termine, farà fede la data e l’ora di invio della domanda.

Scadenze del mese di SETTEMBRE (n. 5 provvedimenti segnalati)

1) Approvazione criteri di accesso ai finanziamenti rivolti ai Comuni, singoli o associati, per la realizzazione di "Progetti di supporto psico-fisico".

La Direzione Sanità e Welfare, con D.D. 20 Giugno 2022, n. 1087, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 25 del 23 giugno 2022, ha approvato il bando regionale (allegato A), oltre ai seguenti allegati a completamento del bando stesso, quali parti integranti e sostanziali alla presente determinazione inerente la concessione di finanziamenti finalizzati al sostegno di “Progetti di supporto psico-fisico”:

- allegato B - Modulo di domanda e Scheda progetto;
- allegato C - Dichiarazione di intenti per la costituzione del partenariato;
- allegato D - Modello informativa trattamento dei dati personali.


E’ fissata per il 15/09/2022, alle ore 12.00, la data di scadenza per la presentazione delle domande secondo le modalità previste nell’Allegato A, parte integrante e sostanziale della presente determinazione.

E’ demandata ad apposita determinazione dirigenziale del dirigente competente della Direzione Sanità e Welfare la nomina di un Nucleo di valutazione, composto da Dirigenti e/o funzionari della Direzione Sanità e Welfare, volto ad esaminare le istanze che perverranno a seguito del bando di cui all’allegato A, parte integrante e sostanziale della presente determinazione. 

 

2) “Progetto europeo Mindchangers” n. CSO-LA/2020/415-010. Approvazione del “Bando Giovani e Agenda 2030”. Bando per il sostegno di iniziative di Autorità Locali e Organizzazioni della Società Civile - Anno 2022.

La Direzione Coordinamento politiche e fondi europei – Turismo e Sport, con D.D. 16 giugno 2022, n. 120, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 25 del 23 giugno 2022, ha approvato, nell’ambito del progetto europeo “Mindchangers” n. CSO-LA/2020/415-010 e in attuazione della D.G.R. n. 32 - 5193 del 14 giugno 2022, il Bando “Giovani e Agenda 2030. Bando per il sostegno di iniziative di Autorità Locali e Organizzazioni della Società Civile – Anno 2022” allegato alla presente determinazione (Allegato 1).

Sarà definito, con successivi atti amministrativi, a seguito delle procedure di istruttoria delle domande presentate secondo quanto previsto dal Bando di cui all’Allegato 1, l’ammontare dei contributi da assegnare a ciascun soggetto utilmente inserito in graduatoria.

Saranno erogati i contributi assegnati secondo le modalità stabilite dal sopracitato Bando.

 

3) Avviso pubblico per la presentazione di proposte di intervento per il restauro e la valorizzazione del patrimonio architettonico e paesaggistico rurale da finanziare nell'ambito del PNRR M1C3 Investimento 2.2. ''Protezione e valorizzazione dell'architettura e del paesaggio rurale'' finanziato dall'Unione Europea - NextGenerationEU - Riapertura dei termini di presentazione delle domande.

La Direzione Cultura e Commercio, con D.D. 1 Luglio 2022, n. 135, pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 4 del 5 luglio al Bollettino Ufficiale n. 26 del 30 giugno 2022, ha preso atto che il termine per la trasmissione al Ministero dell'elenco delle domande ammesse a finanziamento - previsto all’art. 3, comma 3 del DM 18 marzo 2022 - è stato differito al 30 novembre 2022 con DM n. 257 del 24 giugno 2022.

E’ stata approvata la riapertura dei termini della procedura a sportello di presentazione e selezione delle domande di finanziamento, con riferimento alla apertura di finestra temporale che va dalle ore 12:00 del giorno 5 luglio 2022 alle ore 16:59 del giorno 30 settembre 2022.

Tutte le domande presentate a seguito della riapertura dei termini saranno poste in coda a tutte quelle già pervenute entro le ore 16:59 del 15 giugno 2022 e saranno esaminate nel rigoroso rispetto dell’ordine temporale di arrivo, fino ad esaurimento della dotazione finanziaria effettivamente disponibile in ossequio a quanto già previsto dall’art. 8 dell’Avviso pubblico approvato con D.D. n. 52 del 21 aprile 2022 del Settore Valorizzazione del Patrimonio Culturale, Musei e Siti UNESCO.

L’avvio della procedura di primo accredito su Applicativo Cassa Depositi e Prestiti e di autenticazione sarà consentito a nuovi Soggetti Proponenti entro e non oltre il 23 settembre 2022.

Non sarà possibile presentare una ulteriore domanda per quei Soggetti proponenti che prima della scadenza del 15 giugno u.s. abbiano completato l’iter di trasmissione della prima domanda; solo nel caso in cui, a seguito di istruttoria amministrativa, la domanda già trasmessa dovesse risultare carente sul piano documentale, sarà l’Ufficio regionale competente a comunicare a mezzo PEC la possibilità di ripresentazione della domanda, previo annullamento della precedente.

I Soggetti proponenti le cui domande risultano trasmesse in orario successivo alle ore 16:59 del 15 giugno 2022, e quindi pervenute fuori termine, dovranno ritrasmettere la propria domanda, per effetto del presente provvedimento.

Sono state rinviate alle indicazioni operative sulle funzionalità dell’applicativo CDP, allegato al presente provvedimento quale parte integrante e sostanziale, per ogni ulteriore dettaglio connesso alla procedura informatica di presentazione delle domande, come sarà pubblicata sia sulla pagina web del portale istituzionale di Regione Piemonte dedicata all’Avviso, sia nella home dell’Applicativo medesimo.

Resta valida ogni altra disposizione dell’Avviso pubblico approvato con DD n. 52 del 21 aprile 2022.

 

4) Bando per l'anno 2022 relativo alla richiesta di contributi da parte dei Comuni, delle Unioni di Comuni e dei Consorzi di Comuni del Piemonte, per finanziare progetti finalizzati alla sistemazione temporanea dei salariati agricoli stagionali delle aziende agricole piemontesi

La Direzione Agricoltura e Cibo, con D.D. 12 Luglio 2022, n. 557 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 28 del 14 luglio 2022, ha approvato, per l’anno 2022, il bando per la richiesta di contributi da parte dei Comuni, delle Unioni di Comuni e dei Consorzi di Comuni del Piemonte – già costituiti ai sensi del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 "Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli Enti Locali" - relativamente alla realizzazione di progetti finalizzati alla sistemazione temporanea dei salariati agricoli stagionali delle aziende agricole piemontesi.

Le domande dovranno essere inviate alla Direzione Regionale Agricoltura - Settore Strutture delle imprese agricole ed agroindustriali ed energia rinnovabile dal 18.07.2022 fino al 30.09.2022

 

5) Bando per l'attribuzione di contributi alle Amministrazioni comunali e provinciali per la realizzazione di interventi di bonifica, con rimozione, di manufatti contenenti amianto su edifici di proprietà

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. 7 Luglio 2022, n. 334 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 28 del 14 luglio 2022, ha  approvato, in attuazione di quanto disposto dalla Giunta regionale con deliberazione n. 11-5284 del 1 luglio 2022 ai sensi dell'articolo 4 della legge regionale 30/2008, il bando per l’attribuzione di contributi alle Amministrazioni comunali e provinciali per la realizzazione di interventi di bonifica, con rimozione, di manufatti contenenti amianto su edifici di proprietà. Le istanze di contributo dovranno essere presentate entro il termine del 9 settembre 2022.

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it