Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 24 dell'8 luglio 2021

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Cassine (AL). Chiesa di San Francesco. Fotografia di Giulio Trivi (2014).

Questa settimana in copertina*: Cassine (AL). Chiesa di San Francesco. Fotografia di Giulio Trivi (2014).

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte.

 IN PRIMO PIANO  

Covid Piemonte. Accordo integrativo con i medici di famiglia per incentivare la vaccinazione degli scettici

Un accordo integrativo per incentivare l’adesione della popolazione piemontese alla campagna di vaccinazione contro il Covid-19 è stato siglato questa sera tra la Sanità regionale e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali dei Medici di medicina generale del Piemonte.

In particolare, ai medici di medicina generale i cui assistiti over 60, entro il 15 settembre 2021, risulteranno vaccinati nella misura uguale o superiore al 90 per cento, verrà riconosciuto un compenso aggiuntivo di 2 euro calcolato sulla quota capitaria annua dei loro assistiti. Se la copertura vaccinale complessiva dei loro assistiti over 60 risulterà compresa tra l’87 e l’89,99 per cento, la remunerazione scenderà a 1,50 euro, sempre sulla quota capitaria annua complessiva.

Qualora, inoltre, la copertura vaccinale complessiva raggiunta dagli assistiti con età superiore a 16 anni in carico al medico di medicina generale, al 31 ottobre 2021, sia superiore al target del 75 per cento, al compenso aggiuntivo verrà applicata una integrazione di 0,50 euro.

“La numerosità, la diffusione capillare sul territorio e il rapporto di fiducia con il proprio assistito - osserva l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi - sono caratteristiche che rendono il medico di medicina generale capace di favorire la più ampia partecipazione della popolazione al programma vaccinale. Fondamentale è sensibilizzare e informare i cittadini per incrementare il livello di adesione alla campagna vaccinale, soprattutto nei confronti dei soggetti “scettici” e “non responder”, verso i quali il medico di famiglia può svolgere un’attività di counseling di notevole efficacia, fornendo loro gli opportuni ragguagli sull’importanza della somministrazione del vaccino, sulla sua sicurezza e sulle controindicazioni temporanee alla somministrazione. Ringrazio i Medici di medicina generale per aver accolto questa ulteriore richiesta, aiutandoci a raggiungere il più presto possibile l’obiettivo dell’immunità di gregge”.

Al 6 luglio 2021, i piemontesi con età superiore ai 16 anni che non hanno ancora espresso la volontà di aderire alla campagna vaccinale anti Covid-19 sono 976 mila.

Secondo l’indagine del Laboratorio Management e Sanità (MeS) della Scuola superiore Sant’Anna e dell’Agenzia nazionale per i Servizi sanitari regionali (Agenas) sulla propensione della popolazione italiana ad aderire alla campagna vaccinale, il 64,5% della popolazione piemontese intervistata pensa che i rischi legati alla malattia da Covid-19 siano maggiori dei possibili effetti collaterali del vaccino, mentre il 15% non è d’accordo con questa affermazione e coloro i quali non sono né in accordo né in disaccordo sono pari al 20,5%.

La popolazione italiana intervistata dichiara che vorrebbe maggiori informazioni sulla tematica Covid-19 in prima battuta dalle istituzioni sanitarie (54,6%), quindi dai medici di medicina generale e pediatri di libera scelta (45,5%) e dai medici specialisti (34,5%), con riferimento in particolare al funzionamento dei vaccini anti Covid-19 ed eventuali effetti collaterali della vaccinazione.

Gli indecisi sulla vaccinazione anti Covid-19 sono circa il 20% degli intervistati, mentre i contrari alla vaccinazione sono il 12%. Gli intervistati dichiarano di essere più incentivati a vaccinarsi in presenza di informazioni corrette più che per il timore di limitazioni.

«Dimostriamo ancora una volta con senso di responsabilità che la Medicina generale è in prima linea per rispondere al raggiungimento di obiettivi di salute pubblica – dichiarano congiuntamente i rappresentanti di Fimmg (Roberto Venesia), Snami (Mauro Grosso Ciponte), Smi (Antonio Barillà) -; con questo accordo confermiamo la prosecuzione del nostro impegno a vaccinare la popolazione piemontese, in particolare a completare l’immunizzazione degli over 60 e a raggiungere al più presto l’immunità di gregge. Forti del nostro rapporto fiduciario con i cittadini nostri assistiti e avendo a disposizione con regolarità le forniture necessarie, siamo pronti ad offrire il nostro contributo affinché tutti i cittadini comprendano la necessità di vaccinarsi per porre fine alla pandemia”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Dal Consiglio delle Autonomie Locali parere positivo al Piano Energetico Ambientale Regionale

Il Consiglio delle Autonomie Locali ha espresso parere positivo al nuovo Piano Energetico Ambientale della Regione Piemonte (PEAR). Si tratta di un piano strategico, in cantiere da anni, che darà il quadro delle politiche regionali per il raggiungimento degli obiettivi al 2030 e che è articolato su quattro temi cardine: sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili, riduzione dei consumi energetici, sviluppo della green economy e definitiva affermazione di un modello di generazione distribuita, che favorirà in particolare lo sviluppo delle comunità energetiche. 

Il Piemonte è stata la prima regione ad avviare l’esperienza delle comunità energetiche: dal dicembre 2020 sono infatti in vigore disposizioni e incentivi per sviluppare i sistemi collettivi di autoconsumo da fonti rinnovabili e in Piemonte esistono già esempi virtuosi come l’esperienza di Barge, nell’ambito del raggruppamento dell’Associazione Comunità Energetica del Monviso, quelle delle valli Maira e Grana, del pinerolese, della Val di Susa e del comune di Magliano Alpi.

Altro punto fondante del PEAR, che sarà introdotto nel corso dell’iter consiliare, è la strategia regionale per lo sviluppo della produzione e dell’impiego dell’idrogeno. 

“Il Piemonte – commenta l’assessore regionale all’Ambiente ed Energia, Matteo Marnati - è una regione particolarmente attenta a cogliere le opportunità dell’innovazione ed è tra le prime ad introdurre il vettore energetico idrogeno nel piano energetico regionale”. 
Non solo: è anche tra le poche regioni in Italia ad aver costruito e sostenuto la creazione di una filiera idrogeno, oggi riconosciuta di assoluta eccellenza a livello europeo, tanto che, in collaborazione con la Città di Torino, ha manifestato il proprio interesse ad ospitare sul proprio territorio il Centro Nazionale di Alta Tecnologia per l’Idrogeno.

“Un altro passo in avanti verso l’approvazione del Piano – conclude Marnati - L’obiettivo europeo è quello di raggiungere nel 2030 una riduzione del 55% delle emissioni di CO2 in atmosfera Il nostro Piano va nella direzione di rilanciare l’economia nel rispetto dell’ambiente e una volta approvato sarà possibile darne concreta attuazione attraverso specifici stralci tematici, in primo luogo con l’individuazione delle aree a vocazione energetica”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Sulla Torino Lione risorse certe e attenzione del Governo

“Assistiamo oggi - dichiarano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l'assessore regionale alle Infrastrutture e Opere Pubbliche Marco Gabusi - ad un ulteriore passo in avanti nella realizzazione della Torino Lione, che abbiamo dichiarato ‘irreversibile’ fin dall’inizio del nostro mandato. Sono infatti arrivate a distanza di pochi minuti due notizie molto importanti per il proseguimento del progetto.

Da un lato, l’affidamento delle gare per lo scavo del tunnel di base in territorio francese per un valore di 3 miliardi stimola tutti a non perdere nemmeno un giorno per concretizzare la stessa operazione sul versante italiano. Dall’altro lato l’Europa, inserisce la Tav tra le opere finanziabili con i fondi Cef da 30 miliardi per lo sviluppo di infrastrutture sostenibili e di elevata efficienza confermando così la bontà e la strategicità dell’opera.

Poter contare su risorse economiche certe e sull’attenzione che finalmente anche il governo italiano sta ponendo sulla Torino Lione, recentemente concretizzata con la nomina del Commissario di governo, da noi richiesto con insistenza ai vari Ministri dei Trasporti che si sono succeduti, ci fa guardare alla realizzazione dell’opera con maggiore serenità.

Siamo felici di poter contare sull’appoggio concreto dell’Europa e continueremo a tenere alta la guardia affinché non vi siano più intoppi e l’iter possa procedere speditamente”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

 ATTI DELLO STATO   

Ordinanza del Ministero della Salute 2 luglio 2021

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 148 del 3.7.2021 l’Ordinanza del Ministero della Salute 2 luglio 2021:
 
Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 in «zona bianca».

Comunicato dell’Agenzia per l’Italia digitale

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 159 del 5.7.2021 il Comunicato dell’Agenzia per l’Italia Digitale:

Comunicato concernente l'adozione del regolamento sui criteri per la fornitura dei servizi di conservazione dei documenti informatici. 

Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 aprile 2021

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 160 del 6.7.2021 la Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 aprile 2021:

Indirizzi per la predisposizione dei piani di protezione civile ai diversi livelli territoriali. 

DECRETI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

Decreto del Presidente della Giunta regionale 5 luglio 2021, n. 7/R

E’ stato pubblicato, sul Supplemento Ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 27 dell’8 luglio 2021, il Decreto del Presidente della Giunta regionale 5 luglio 2021, n. 7/R:

Regolamento regionale recante: “Modifiche al regolamento regionale 29 marzo 2019, n. 7/R (Attuazione dell'articolo 5, comma 1 lettera h) della legge regionale 19 giugno 2018, n. 5 (Tutela della fauna e gestione faunistico - venatoria))”. 

ORDINANZE COMMISSARIALI 

Ordinanza Commissariale n. 8/A18.000/710 del 2 luglio 2021

E’ stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 3 al Bollettino n. 27 dell’8 luglio 2021 Ordinanza Commissariale n. 8/A18.000/710 del 2 luglio 2021:

Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei giorni 2 e 3 ottobre 2020 nel territorio delle province di Biella, di Cuneo, di Novara, di Verbano-Cusio-Ossola, di Vercelli, della Città Metropolitana di Torino e dei comuni di Balzola, di Bozzole, di Casale Monferrato, di Frassineto Po, di Valmacca e di Villanova Monferrato in provincia di Alessandria. Approvazione III stralcio Piano degli interventi (Allegato 1) e integrazione e rimodulazione Piano degli interventi (Allegato 2) e disposizioni amministrative e contabili. 

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un puro strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip.

Approvazione criteri per l’assegnazione dei finanziamenti per il sostegno alle attività di tipo oratoriale svolte dagli Enti di Culto dal 1.1.2021 al 31.11.2021

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 3-3433 del 23 Giugno 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 27 dell'8 luglio 2021, ha:
-  approvato i criteri e le modalità di riparto dei finanziamenti per il sostegno alla funzione educativa, formativa, aggregativa e sociale degli Enti di Culto, a favore degli Enti di Culto per la realizzazione delle attività di tipo oratoriale svolte nel periodo dal 1.1.2021 al 30.11.2021;
-    stabilito in € 500.000,00 il finanziamento per le attività svolte dal 1/1/2021 al 30/11/2021 e che tali importi trovano copertura negli stanziamenti di competenza e nelle autorizzazioni di spesa della Missione 12, Programma 1208 sul capitolo 180739 del bilancio di previsione finanziario 2021-2023, annualità 2021;
-    autorizzato il Dirigente del Settore competente ad attivare tutte le procedure necessarie per l’attuazione del presente provvedimento.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Politiche della Famiglia, dei Bambini e della Casa, Sociale, Pari Opportunità della Regione Piemonte. 

Approvazione, per gli anni 2021, 2022 e 2023, dei criteri per il riparto dei contributi alle Province e alla Città Metropolitana di Torino per interventi in materia faunistico-venatoria e delle disposizioni in deroga alla D.G.R. n. 58-9688 del 16 giugno 2003

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 13-3479 del 2 luglio 2021, ha approvato, in attuazione dell’articolo 30, comma 2, della legge regionale 5/2018, i seguenti criteri, per gli anni 2021, 2022 e 2023, per il riparto del contributo alle Province e alla Città Metropolitana di Torino per interventi in materia faunistico-venatoria esclusivamente, a fronte delle situazione di emergenza ed urgenza descritta in premessa:

  • il 20% sia da ripartire in misura uguale tra le Province e la Città Metropolitana di Torino;
  • il 40% sia da ripartire in base al vigente territorio agro-silvo-pastorale (TASP) ricadente in ciascuna Provincia e nella Città Metropolitana di Torino;
  • il 40% sia da ripartire in funzione degli importi dei danni accertati e consolidati in tutti i territori di competenza e risultanti dalla procedura informatica regionale NEMBO danni da fauna;
  • le Province e Città Metropolitana di Torino possano utilizzare una quota pari ad almeno al 20% dei rispettivi trasferimenti, per azioni finalizzate alla riduzione dei danni da fauna, tra cui il coinvolgimento attivo dei soggetti con requisiti e competenze per collaborare all’attività di controllo, anche attraverso il riconoscimento di limitati rimborsi spese volti a favorire tale collaborazione.

E’ stabilito che, in deroga a quanto disposto dalla D.G.R. 58 – 9688 del 16 giugno 2003, le attività relative al contributo, di cui al presente provvedimento, devono essere concluse entro il 31 dicembre di ogni anno dalle Province e dalla Città Metropolitana di Torino, le quali sono tenute a presentare le prescritte relazioni al Settore Infrastrutture, Territorio Rurale, Calamità naturali in Agricoltura, Caccia e Pesca entro il 15 febbraio dell’anno successivo.

E’ disciplinato, ad integrazione della D.G.R. n. 10-396 del 18 ottobre 2019, il procedimento denominato “Riparto tra le Province e la Città Metropolitana di Torino del fondo regionale relativo a contributi alle province per interventi in materia faunistico-venatoria”, come di seguito riportato: il responsabile, competente all’adozione del provvedimento finale, che è la determinazione dirigenziale di riparto, è il dirigente del Settore Infrastrutture, Territorio Rurale, Calamità naturali in Agricoltura, Caccia e Pesca; il procedimento, ad iniziativa d’ufficio, ha come termine di conclusione sessanta giorni a decorrere dalla data di approvazione del presente provvedimento.

E’ demandata alla Direzione Agricoltura e Cibo, Settore Infrastrutture, Territorio Rurale, Calamità naturali in Agricoltura, Caccia e Pesca l’adozione degli atti e dei provvedimenti necessari per l’attuazione della presente deliberazione.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Agricoltura, Cibo, Caccia e Pesca della Regione Piemonte.

Interventi della Giunta Regionale in merito al mantenimento ed allo sviluppo dei servizi scolastici nei territori montani - a.s. 2019/2020. Approvazione degli esiti istruttori e liquidazione delle quote spettanti a favore delle Unione montane con le risorse disponibili 

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 420 del 30 giugno 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 27 dell’8 luglio 2021, ha approvato gli esiti istruttori contenuti nei verbali del 16 giugno 2021 predisposti dal funzionario incaricato dal Responsabile del Settore Sviluppo della montagna, conservati agli atti del Settore e riassunti nella Tabella allegata.

Sono liquidate, previa verifica del documento unico di regolarità contributiva (DURC), le quote spettanti alle singole Unioni montane di cui alla Sez. 1 e Sez. 2) della tabella allegata.

E' accertato l’importo complessivo di € 53.031,38 sul capitolo di Entrata 34655/2021 del Bilancio finanziario gestionale 2021-2023, annualità 2021, relativo alle somme liquidate nella fase di acconto e non spese dalle Unioni montane, come indicato nella Sez. 3) della tabella allegata alla presente determinazione; la transazione elementare è rappresentata nell’allegato appendice A - elenco registrazioni contabili.

E' richiesta alle Unioni montane elencate nella Sez. 3) della tabella, la restituzione delle somme liquidate nella fase di acconto ai sensi della D.D. n. 3576/A1808A del 16 ottobre 2019 , e non spese, da versare sul conto corrente dedicato della Regione Piemonte entro 90 giorni dalla data della presente determinazione.

Manutenzione ordinaria di alloggi di edilizia residenziale pubblica. Criteri per il riparto e disposizioni attuative degli interventi edilizi alle Agenzie Territoriali per la Casa del Piemonte - anno 2021

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 3-3469 del 2 luglio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 27 dell’8 luglio 2021, ha:

1. destinato le risorse regionali pari a euro 2.000.000,00 al ripristino degli alloggi di edilizia residenziale pubblica al fine di renderli prontamente disponibili alle famiglie aventi diritto ai sensi dell’art. 3 della l.r. 3/2010 e s.m.i., così come  previsto dal D.L. 15 marzo 2015, art. 2, c. 1, lett. a), in merito alle finalità degli interventi della linea a) del programma ministeriale, ripartendole tra le  Agenzie Territoriali della Casa del Piemonte, proporzionalmente sulla base dell’ammontare del fabbisogno comunicato dalle stesse pari a euro 10.165.000,00; 

2. approvato il riparto proporzionale delle risorse stanziate sul bilancio di previsione finanziario 2021-2023, tra le Agenzie Territoriali della Casa del Piemonte;

3. approvato i criteri per l’attuazione degli interventi contenuti nell’allegato A); 

4. demandato al Settore Politiche di Welfare Abitativo della Direzione regionale Sanità e Welfare, l’adozione dei provvedimenti necessari al fine di dare attuazione al presente provvedimento deliberativo.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Politiche della Famiglia, dei Bambini e della Casa, Sociale, Pari Opportunità della Regione Piemonte. 

Regolamento regionale: “Disposizioni regionali relative all'esercizio e alla funzionalità delle attività di fattoria didattica in attuazione dell'articolo 19 della legge regionale 22 gennaio 2019, n, 1 (Riordino delle norme in materia di agricoltura e sviluppo rurale)'. Approvazione marchio grafico e modulistica

La Direzione Agricoltura e Cibo, con D.D. n. 546 del 23 Giugno 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 27 dell’8 luglio 2021, ha individuato nel Settore Valorizzazione del sistema agroalimentare e tutela della qualità quale struttura regionale per la gestione dell'elenco regionale delle fattorie didattiche.

E’ stato quindi approvato:

1.    il marchio grafico che identifica le aziende agricole che esercitano le attività di fattoria didattica nel territorio regionale e le linee guida per il suo utlizzo, allegato A, parte integrante e sostanziale della presente determinazione;
2.    il modello per la segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) ed i relativi allegati, allegato B, parte integrante e sostanziale della presente determinazione.

La suddetta modulistica sarà pubblicata, anche nella versione editabile, sul sito internet della Regione Piemonte al seguente indirizzo: https://www.regione.piemonte.it/web/temi/agricoltura/promozionequalita/accreditamento-cancellazione-elenco-regionale-delle-fattorie-didattiche, al fine di renderla uniformemente applicabile, da parte degli enti e operatori locali, su tutto il territorio della Regione Piemonte.

La modulistica che si approva con il presente atto ha valore immediato e transitorio, poiché per l'avvio dell'attività didattica e per tutti gli adempimenti conseguenti, sarà predisposta la modalità telematica su Sistema Piemonte, così come previsto dall'articolo 15, comma e del Regolamento regionale n. 5/R del 9 giugno 2021.

La struttura regionale competente provvederà ad aggiornare la modulistica sul sito sopra indicato, ogni qualvolta si renderà necessario, senza intervenire sulla presente determinazione.

Regolamento regionale: “Modifiche al regolamento regionale 29 marzo 2019, n. 7/R (Attuazione dell'articolo 5, comma 1 lettera h) della legge regionale 19 giugno 2018, n. 5 (Tutela della fauna e gestione faunistico - venatoria)". Approvazione

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 14-3480 del 2 luglio 2021, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 1 al Bollettino Ufficiale n. 27 dell’8 luglio 2021, ha approvato il regolamento regionale recante: “Modifiche al regolamento regionale 29 marzo 2019, n. 7/R (Attuazione dell'articolo 5, comma 1 lettera h) della legge regionale 19 giugno 2018, n. 5 (Tutela della fauna e gestione faunistico - venatoria))" allegato alla presente deliberazione per costituirne parte integrante e sostanziale e che verrà emanato dal Presidente della Giunta regionale ai sensi degli articoli 1 della Legge costituzionale 1/1999 e 51 dello Statuto.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Agricoltura, Cibo, Caccia e Pesca della Regione Piemonte.

SCADENZE UTILI 

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.

Scadenze del mese di LUGLIO (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Progetto europeo ''Mindchangers'' n. CSO-LA/2020/415-010. Approvazione del Bando ''Giovani e Agenda 2030. Bando per il sostegno di iniziative di Autorità Locali e Organizzazioni della Società Civile''.

La Direzione Coordinamento politiche e fondi europei, con D.D. n. 90 del 20 Maggio 2021, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 del 21 Maggio 2021 al Bollettino Ufficiale n. 20 del 20 Maggio 2021, ha:

- approvato, nell’ambito del progetto europeo “Mindchangers” n. CSO-LA/2020/415-010 e in attuazione della D.G.R. n. 36-3207 del 7 maggio 2021, il Bando “Giovani e Agenda 2030. Bando per il sostegno di iniziative di Autorità Locali e Organizzazioni della Società Civile” allegato alla presente determinazione per farne parte integrante e sostanziale (Allegato 1);

 - dato atto che tale Bando prevede una dotazione finanziaria complessiva pari ad Euro Euro 450.000,00 (CUP n. J69D20000530008) disponibili sul Bilancio finanziario gestionale 2021-2023 sui capitoli 145353 e 180303 delle annualità 2021 e 2023;

- dato atto che, come previsto dal Bando sopraccitato, i fondi dovranno essere impegnati a favore delle Autorità locali piemontesi e delle Organizzazioni della società civile che risulteranno inserite utilmente nelle rispettive graduatorie al termine dell’istruttoria per una somma complessiva di Euro 360.000,00 pari all’80% della dotazione finanziari complessiva a titolo di anticipo (annualità 2021) e per una somma complessiva di Euro 90.000,00 pari al restante 20% a titolo di saldo (annualità 2023);

- sarà definito con successivi atti amministrativi, a seguito delle procedure di istruttoria delle domande presentate secondo quanto previsto dal Bando di cui all’Allegato 1, l’ammontare dei contributi da assegnare a ciascun soggetto utilmente inserito in graduatoria;

- saranno erogati i contributi assegnati secondo le modalità stabilite dal sopraccitato Bando.

 

2) Bando per l'attribuzione di contributi ai Comuni per la realizzazione di interventi di bonifica, con rimozione, di coperture in cemento-amianto di proprietà privata, in sostituzione dei soggetti inadempienti con azione di rivalsa per il recupero delle somme spese.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 175 del 26 marzo 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 13 del 1° aprile 2021, ha:
• approvato, in attuazione di quanto disposto dalla Giunta regionale con deliberazione n. 13- 2968 del 12 marzo 2021 ai sensi dell'articolo 4 della legge regionale 30/2008, il bando per l’attribuzione di contributi ai Comuni per la bonifica, mediante rimozione, di coperture in cemento-amianto di proprietà privata a seguito di accertata inottemperanza alle ordinanze di bonifica, di cui agli allegati 1 e 2, costituenti parte integrante del presente provvedimento;
• stabilito che le istanze di contributo delle Amministrazioni comunali per la realizzazione di interventi di bonifica, mediante rimozione, delle coperture in cemento-amianto, dovranno essere presentate entro il termine del 31 luglio 2021 e secondo le specifiche ed i contenuti disciplinati dagli allegati 1 e 2 alla presente determinazione dirigenziale;
• rinviato a successivi provvedimenti, sulla base dell’istruttoria condotta sulle istanze di contributo pervenute entro il termine di cui sopra, l’adozione della graduatoria delle domande ammissibili e, fino alla concorrenza delle risorse regionali a disposizione, l’individuazione di quelle finanziabili;
• dato atto che la copertura finanziaria degli interventi ammissibili a contributo è garantita con le somme prenotate, sul capitolo di fondi regionali 229990 nell’ambito della Missione 09, Programma 02, con determinazione dirigenziale n. 591/A1603B del 30 ottobre 2020, pari a complessivi € 302.470,04, di cui € 100.000,00 sull’annualità 2021 (quota parte prenotazione n. 2021/2294) ed € 202.470,04 sull’annualità 2022 (quota parte prenotazione n. 2022/804); tali prenotazioni saranno rese definitive ad avvenuta individuazione dei beneficiari del finanziamento;
• in presenza di DURC regolare, verrà disposta la liquidazione, a favore di beneficiari del finanziamento, del 33% del relativo importo; ulteriori acconti, fino al raggiungimento del 90% del contributo rideterminato sulla base dell'importo del contratto stipulato a seguito dell'assegnazione dei lavori, saranno trasferiti su presentazione di rendicontazione da parte dei beneficiari, di comprovati stati di avanzamento lavori e relativi certificati di pagamento; il 10% o minor importo a saldo avrà luogo ad avvenuta approvazione del certificato di regolare esecuzione e su presentazione della rendicontazione delle spese sostenute;
• dato atto che il termine per la conclusione del procedimento di attribuzione dei contributi è fissato in 90 giorni dal 31 luglio 2021;
• precisato che le Amministrazioni comunali beneficiarie dei contributi regionali saranno tenute all'adozione delle azioni di rivalsa per il recupero delle somme anticipate per le operazioni di bonifica e che gli importi reintroitati dai soggetti inadempienti dovranno essere restituiti alla Regione Piemonte;
• per i progetti ammissibili a finanziamento sarà richiesta la trasmissione del CUP ai fini dell'adozione del provvedimento dirigenziale di assegnazione del contributo. 

Scadenze del mese di SETTEMBRE (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Adempimenti relativi alla corresponsione della quota minima per il riconoscimento della condizione di morosità incolpevole degli assegnatari di edilizia sociale per l’anno 2020. Misure straordinarie conseguenti all’emergenza epidemiologica da Covid-19. Modifica D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 2-3061 del 9 aprile 2021, ha deliberato, in via straordinaria, in merito agli adempimenti relativi alla corresponsione della quota minima per il riconoscimento della condizione di morosità incolpevole degli assegnatari di edilizia sociale per l’anno 2020, anche a parziale modifica di quanto stabilito dalla D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020, stante il perdurare delle limitazioni e difficoltà evidenziate in premessa, conseguenti all’emergenza epidemiologica presente in Italia e nella Regione Piemonte:
1) di prorogare al 30 settembre 2021 il termine entro il quale gli assegnatari degli alloggi di edilizia sociale possono procedere al versamento della quota minima stabilita con D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020, ai fini del riconoscimento della condizione di morosità incolpevole, in deroga eccezionale al diverso termine di cui all’articolo 7 del Regolamento regionale n. 14/R del 4 ottobre 2011, per l’anno 2020 e alla presentazione agli enti gestori della relativa documentazione, ai sensi dell’articolo 2 del Regolamento regionale n. 15/R del 4 ottobre 2011;
2) di consentire agli enti gestori di comunicare alla Struttura regionale competente l’ammontare della morosità incolpevole maturata dai rispettivi assegnatari entro il termine del 29 ottobre 2021, in deroga eccezionale al diverso termine previsto dall’articolo 3, comma 2, del Regolamento regionale n. 15/R del 4 ottobre 2011.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Politiche della Famiglia, dei Bambini e della Casa, Sociale, Pari Opportunità della Regione Piemonte. 

 

2) Cloud computing e pubblica amministrazione piemontese. Approvazione elenco degli Enti ammessi alla fase di migrazione e riapertura dei termini per la presentazione della Manifestazione di interesse ai sensi dell'Avviso pubblico approvato con D.D. n. 1 del 7 gennaio 2021.

La Direzione Competitività del Sistema regionale, con D.D. n. 214 del 30 Maggio 2021,ha:
- approvato il numero di interventi di migrazione, articolato per provincia e per quadrante, relativi a 237 Comuni sotto i 10.000 abitanti e 44 Comuni sopra i 10.000 abitanti, secondo le risultanze dell’attività di valutazione istruttoria svolta sulle manifestazioni di interesse per l’attuazione del progetto Cloud computing e Pubblica Amministrazione piemontese ricevute tra il 2/2/2021 e il 30/4/2021, in coerenza con le modalità e i criteri stabiliti con D.G.R. n. 56-2734 del 29/12/2020 e attuati con D.D. n. 1 del 7/1/2021, come riportato nell’Allegato A) al presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale;
- approvato le graduatorie degli Enti destinatari dell’intervento riportate nell’Allegato B) al presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale;
- stabilito l’apertura di un seconda sessione di presentazione delle manifestazioni di interesse, destinata a approvare i 43 interventi già presenti in lista d’attesa per euro 125.893,23 e a consentire la presentazione di nuove istanze per un importo complessivo pari a euro 271.987,84, come esposto nel dettaglio nell’Allegato A);
- disposto che la nuova sessione di apertura per la presentazione delle domande sia fissata dal 21 giugno al 30 settembre 2021;
- disposto che le istanze siano presentate secondo le medesime modalità dell’“Avviso pubblico per manifestazione di interesse destinato ai comuni singoli ed associati del Piemonte finalizzato all’adesione al progetto Cloud regionale e razionalizzazione data center della PA”, approvato con D.D. n. 1 del 7/1/2021 e pubblicato sulla home page del sito internet della Regione Piemonte http://www.regione.piemonte.it/index.htm nella sezione https://bandi.regione.piemonte.it e siano approvate con il criterio di ordine di arrivo della domanda (First In - First Out – FIFO) applicato in termini assoluti, ovvero senza distinzione su base territoriale o dimensionale, per facilitare e massimizzare l’utilizzo delle risorse messe a disposizione del progetto.

Scadenze del mese di OTTOBRE (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Criteri per il riparto delle risorse e per la concessione di contributi per interventi di ristrutturazione e riqualificazione edifici scolastici in attuazione del programma biennale per gli investimenti di edilizia scolastica. Seconda proroga termine inizio lavori.

La Giunta Regionale, con D.G.R. n. 3-2170 del 30 Ottobre 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 46 del 12 novembre 2020, ha prorogato dal 30 ottobre 2020 al 30 ottobre 2021 il termine per l’inizio lavori degli interventi finanziati di cui alla D.G.R. n. 26–7920 del 23 novembre 2018, previsto al punto 17 dell'allegato A della medesima deliberazione, come modificato con D.G.R. n. 8-508 del 15-novembre 2019.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Diritto allo Studio universitario della Regione Piemonte.

Scadenze ANNO 2022 - n. 2 provvedimenti segnalati

1) Commercio su area pubblica. Verifiche di regolarità contributiva e fiscale delle imprese (VARA). Differimento dei termini, di cui alla D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, per gli adempimenti dell'anno 2021 in riferimento all'annualità 2019

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 9-2864 del 12 febbraio 2021, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 07 del 18 febbraio 2021, ha disposto il differimento dei termini per gli adempimenti VARA previsti, ai sensi della D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, a carico degli operatori e dei Comuni per il corrente anno 2021 con riferimento all’annualità 2019, entro i termini, rispettivamente, del 28 febbraio e del 30 aprile 2021, alle date del 28 febbraio e del 30 aprile 2022.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Cultura, Turismo, Commercio della Regione Piemonte. 

 

2) Disposizioni per favorire la costituzione delle associazioni fondiarie e la valorizzazione dei terreni agricoli e forestali. Bando 2019: proroga dei termini di consegna dei Piani di gestione dei terreni e della rendicontazione finale del contributo.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 91 del 25 febbraio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 9 del 4 marzo 2021, ha prorogato il termine di presentazione dei Piani di gestione dei terreni al 12.03.2022 e di prorogare al 13.03.2023 la rendicontazione finale del contributo concesso con D.D. n. 99/A1615A del 12 marzo 2020.

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it