Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 24 del 24 ottobre 2019

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Veduta aerea di Lesa (NO)

Questa settimana in copertina*: Veduta aerea di Lesa (NO) 

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate settimanalmente sono fornite dai Comuni del Piemonte.

AVVISO IMPORTANTE:

E' stato approvato l’Avviso pubblico per manifestazione di interesse destinato ai Comuni singoli e associati del Piemonte finalizzato all’apertura di Uffici di prossimità

IN PRIMO PIANO

Le decisioni della Giunta regionale

Diritto allo studio, rinnovo del parco autobus, tutela dei consumatori e nomina del commissario dell’Asl di Alessandria sono stati i principali provvedimenti assunti venerdì 18 ottobre dalla Giunta regionale nel corso di una riunione coordinata dal presidente Alberto Cirio.

Diritto allo studio. Disposti, su iniziativa dell’assessore Elena Chiorino, la priorità della programmazione e i criteri di riparto della somma di 2.200.000 euro stanziati per l’anno 2019 alla Città Metropolitana ed alle Province per l’attuazione degli interventi in materia di diritto allo studio previsti dall’atto di indirizzo approvato dal Consiglio regionale il 25 marzo 2019.
Tra le priorità figurano: il supporto alle autonomie scolastiche per l’integrazione degli alunni disabili, l’acquisto di sussidi didattici per alunni disabili, la compartecipazione alla spesa sostenuta dai Comuni per il servizio di trasporto degli alunni fino all’assolvimento dell’obbligo di istruzione e per la fornitura del servizio di refezione, la compartecipazione alle spese residenziali degli allievi che frequentano i convitti, le azioni di prevenzione e recupero dell’abbandono scolastico, gli interventi per il sostegno all’accoglienza e inserimento nella scuola degli alunni di nazionalità straniera.

Il riparto delle risorse su base provinciale, effettuato su parametri come il numero degli alunni iscritti e l’estensione territoriale, è il seguente: Alessandria € 217.833,24; Asti € 127.896,48; Biella € 77.083,50; Cuneo € 340.807,61; Novara € 189.900,24; Torino € 1.040.270,13; Verbano-Cusio-Ossola € 91.813,58; Vercelli € 114.395,22.

A queste risorse si aggiunge l’assegnazione di ulteriori 2.200.000 euro - già autorizzati dalla Giunta - che portano l'impegno complessivo della Regione a 4.400.000 euro. Per portare lo stanziamento in linea con quello dello scorso anno l’assessore Chiorino ha già presentato un emendamento all’assestamento di bilancio 2019, al fine di ottenere ulteriori 600.000 euro.

Rinnovo del parco autobus. Su proposta degli assessori Marco Gabusi e Andrea Tronzano è stato approvato lo schema di convenzione tra la Regione Piemonte e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la realizzazione delle operazioni per il rinnovo degli autobus destinati al trasporto pubblico previste dal Fondo Sviluppo e Coesione Infrastrutture 2014-2020.

Il Piano ha un valore complessivo di 10.620.000 euro, finanziato dallo Stato con 5.164.000 euro e per la parte rimanente dalla aziende del settore. Per la sua attuazione la Regione si impegna, anche tramite l’Agenzia per la Mobilità piemontese, a regolare i rapporti giuridico-amministrativi con le singole aziende.

Asl di Alessandria. Su proposta dell’assessore Luigi Icardi, è stata decisa la nomina di Valter Galante quale commissario dell’Asl di Alessandria.

Tutela dei consumatori. Primo passo per l’attuazione di un nuovo programma generale d’intervento per la tutela dei consumatori: il testo, su proposta dell’assessore Roberto Rosso, verrà presentato al Ministero dello Sviluppo economico per ottenere il finanziamento già stabilito di 718.500 euro. Tra gennaio 2020 e giugno 2021 le associazioni dei consumatori presenti in Piemonte potranno così attuare azioni di sensibilizzazione, informazione ed educazione al consumo critico e consapevole, con l’obiettivo di continuare ad accrescere la consapevolezza dei consumatori sulle tematiche dello spreco di cibo, della sostenibilità, dell’economia circolare, dell’alimentazione responsabile e dei cambiamenti climatici.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

La Regione mette in palio 50.000 euro per i Comuni che vogliono costituirsi in «comunità energetiche» per produrre energia verde

Da oggi i Comuni che vogliono aggregarsi tra di loro per costituire le cosiddette «comunità energetiche» possono contare sul sostegno della Regione che ha pubblicato un bando che mette a disposizione 50.000 euro ripartiti sulla base del numero delle manifestazioni di interesse valutate positivamente: a ciascun richiedente sarà destinata una somma non inferiore a 5.000 euro e non superiore a 10.000 fino ad esaurimento della dotazione. «Si tratta di un primo piccolo passo - ha detto l’assessore all’Ambiente e all’Innovazione tecnologica, Matteo Marnati - con questa manifestazione di interesse tastiamo il terreno per capire qual è l’orientamento dei territori, se ci saranno molte domande stanzieremo più soldi a partire dal prossimo anno, sempre restando in attesa di una legge nazionale che disciplini questo settore».

I Comuni che propongono la costituzione di comunità energetiche possono presentare manifestazioni di interesse e richiedere un contributo finanziario tramite PEC all’indirizzo  sviluppoenergetico@cert.regione.piemonte.it in formato pdf firmato digitalmente dalle ore 9 del 21 ottobre 2019 fino alle 12 del 6 dicembre 2019. La descrizione del bando si può scaricare dall’indirizzo: https://bandi.regione.piemonte.it/contributi-finanziamenti/contributo-finanziario-comunita-energetiche

Le comunità energetiche sono aree nelle quali si prevede una progressiva sostituzione dei combustibili fossili con fonti rinnovabili, fino a raggiungere la completa indipendenza da petrolio e affini. La prima Comunità Energetica piemontese è stata costituita nel Pinerolese in un’area di 1.350 km quadrati, con una popolazione di 150mila abitanti che intende provvedere da sé al proprio fabbisogno energetico. 

Sono ammissibili al contributo regionale le spese sostenute, a far data dal giorno 21 ottobre 2019, per la redazione dei progetti e della documentazione correlata alla costituzione delle comunità energetiche, quali documenti e relazioni progettuali, analisi di fattibilità tecnico – economica, studi e atti di carattere giuridico. La valutazione delle manifestazioni di interesse sarà effettuata da un Comitato Tecnico Scientifico entro i 90 giorni successivi alla scadenza dell’Avviso. Il Settore “Sviluppo energetico sostenibile” provvederà all’approvazione della graduatoria e alla successiva erogazione dei contributi.

Le domande di partecipazione al bando devono essere conformi al modulo allegato all’Avviso pubblico ed essere corredate dalla documentazione dallo stesso prevista.

Le risorse disponibili ammontano ad euro 50.000 euro. Le stesse saranno ripartite sulla base del numero delle manifestazioni di interesse valutate positivamente e a ciascun richiedente sarà destinata una somma non inferiore a 5.000,00 e non superiore a 10.000,00 euro fino ad esaurimento della dotazione.

Sono ammissibili al contributo regionale le spese sostenute, a far data dal giorno 21 ottobre 2019, per la redazione dei progetti e della documentazione correlata alla costituzione delle comunità energetiche, quali documenti e relazioni progettuali, analisi di fattibilità tecnico – economica, studi e atti di carattere giuridico.

La valutazione delle manifestazioni di interesse sarà effettuata da apposito Comitato Tecnico Scientifico entro i 90 giorni successivi alla scadenza dell’Avviso.

Il Settore “Sviluppo energetico sostenibile” provvederà all’approvazione della graduatoria e alla successiva erogazione dei contributi.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

35 milioni per la sicurezza del territorio piemontese. Assegnati i fondi dal Ministero dell’Ambiente per gli interventi in dieci Comuni

Sono quasi 35 i milioni di euro assegnati dal Ministero dell’Ambiente al Piemonte per la mitigazione del rischio idrogeologico del territorio, ovvero per attuare gli interventi per la difesa dal pericolo di frane e alluvioni.

L’assegnazione è stata confermata ufficialmente in questi giorni. «La riduzione del rischio è determinante in una regione come il Piemonte, dove, secondo i dati ISPRA, il rischio da alluvione riguarda quasi un milione di persone mentre il rischio da frana può coinvolgere 80 mila abitanti – sottolinea l’Assessore Marco Gabusi - Ora abbiamo la certezza di avere i fondi in cassa, per cui possiamo dire che gli interventi partiranno. L’assegnazione, che per la precisione ammonta a 34.804.330 euro, permette di finanziare 12 interventi di progetti per la messa in sicurezza, le sistemazioni idrauliche, l’adeguamento degli argini, i consolidamenti e la rifunzionalizzazione di aree in dieci comuni piemontesi: Venaria, Valperga, Bussoleno, Villar Pellice, Castellamonte e Settimo Vittone nel Torinese, Pray e Piedicavallo nel Biellese, Tigliole nell’Astigiano e Balocco nel Vercellese».

Rientra inoltre in questo piano anche la realizzazione del primo lotto di messa in sicurezza della Dora Riparia alle porte di Torino, che necessita di un’area di sfogo per le acque, tecnicamente chiamata ‘cassa di laminazione’ in caso di esondazione.

L’assegnazione discende dal piano nazionale triennale contro il dissesto idrogeologico avviato dal governo nel febbraio scorso, il cui ‘stralcio’ per l’anno 2019 è stato approvato a luglio con deliberazione del Cipe ed è stato ora attivato con l’assegnazione delle risorse a tutte le regioni.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE

Approvazione del "Bando per la presentazione di domanda di contributo per la promozione delle risorse turistiche piemontesi", per l'anno 2019 e della relativa modulistica, ai sensi dell'art. 20 della l.r. 14/16

La Direzione Promozione della Cultura, del Turismo e dello Sport, con D.D. n. 613 del 22.10.2019 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 43 del 24.10.2019, ha approvato:

• il ”Bando per la presentazione di domanda di contributo per la promozione delle risorse turistiche piemontesi”, ai sensi dell’art. 20 della l.r. 14/2016, per l'anno 2019;

• la relativa modulistica, specifica per la richiesta dei contributi ai sensi dell’art. 20 della l.r. 14/2016 per l’anno 2019, da utilizzarsi da parte dei soggetti giuridici legittimati:

- “modulo di domanda” di cui all’allegato 1a);

- “scheda di sintesi” di cui all’allegato 1b).

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

Energia sostenibile e qualità della vita. Bandi e Disciplinari aventi come beneficiari soggetti pubblici. Allineamento alle disposizioni sui criteri di aggiudicazione a seguito dell'entrata in vigore del Decreto-Legge 18 aprile 2019, n. 32 (cd. Sblocca Cantieri)

La Direzione Competitività del Sistema regionale, con D.D. n. 556 del 15.10.2019 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 43 del 24.10.2019, ha modificato i Bandi e i Disciplinari riguardanti la Priorità di Investimento IV.4c. (Azioni IV.4c.1.1 e IV.4c.1.2) aventi come beneficiari soggetti pubblici al fine di adeguarli a quanto previsto in materia di criteri di aggiudicazione dal Decreto-Legge 18 aprile 2019, n. 32 “Disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l'accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici” (in G.U.R.I. n. 92 del 18 aprile 2019) e dalla relativa Legge di conversione 14 giugno 2019, n. 55 (in G.U.R.I. n. 140 del 17 giugno 2019).

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

PSR 2014-2020. Operazione 8.3.1 - DGR n. 30-8814 del 18.04.2019 - Bando 2019 per la presentazione delle domande di sostegno

La Direzione Opere pubbliche, Difesa suolo, Montagna, Foreste, Protezione civile. Trasporti e Logistica, con D.D. n. 3640 del 22.10.2019 pubblicata sul Supplemento ordinario n. 2 al Bollettino Ufficiale n. 43 del 24.10.2019, ha approvato, in riferimento alla Misura 8 - operazione 8.3.1: “Prevenzione dei danni alle foreste da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici” del PSR 2014-2020, il bando per la presentazione delle domande di sostegno.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

PSR 2014-2020. Operazione 8.4.1 - DGR n. 30-8814 del 18.04.2019 - Bando 2019 per la presentazione delle domande di sostegno

La Direzione Opere pubbliche, Difesa suolo, Montagna, Foreste, Protezione civile. Trasporti e Logistica, con D.D. n. 3635 del 22.10.2019 pubblicata sul Supplemento ordinario n. 2 al Bollettino Ufficiale n. 43 del 24.10.2019, ha approvato, in riferimento alla Misura 8 - operazione 8.4.1: “Ripristino dei danni alle foreste da incendi, calamità naturali ed eventi catastrofici” del PSR 2014-2020, il bando per la presentazione delle domande di sostegno.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

PSR 2014-2020. Operazione 8.5.1 - DGR n. 30-8814 del 18.04.2019 - Bando 2019 per la presentazione delle domande di sostegno

La Direzione Opere pubbliche, Difesa suolo, Montagna, Foreste, Protezione civile. Trasporti e Logistica, con D.D. n. 3636 del 22.10.2019 pubblicata sul Supplemento ordinario n. 2 al Bollettino Ufficiale n. 43 del 24.10.2019, ha approvato, in riferimento alla Misura 8 - operazione 8.5.1: “Investimenti per accrescere resilienza e pregio ambientale degli ecosistemi forestali” del PSR 2014-2020, il bando per la presentazione delle domande di sostegno.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

 

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco, Marco Puxeddu
Telefono
0114326058 - 0114325000