Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 21 del 10 giugno 2021

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Casorzo (AT). Chiesa Madonna delle Grazie.

Questa settimana in copertina*: Casorzo (AT). Chiesa Madonna delle Grazie.

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte.

 IN PRIMO PIANO  

Giornata mondiale dell’Ambiente, la situazione in Piemonte

Giornata Mondiale dell'Ambiente: in Piemonte, la qualità dell'ambiente nel 2020 mostra, rispetto ai trend storici, parametri in miglioramento, come ad esempio, la qualità dell’aria - per tutti gli inquinanti atmosferici previsti dalla normativa, si osserva una riduzione delle concentrazioni, con le sole eccezioni dell’ozono e del benzo(a)pirene – la qualità delle acque dei laghi - al termine del sessennio di monitoraggio 2014-2019, il 73% dei corpi idrici presenta uno stato ecologico buono o superiore e il 27% sufficiente mentre per lo stato chimico il 91% dei corpi idrici risulta buono. Anche il dato riferito al consumo di suolo è positivo, risultando inferiore al dato nazionale e collocandosi tra i più bassi del Nord Italia.

In miglioramento, anche se in misura ancora non sufficiente, i dati relativi al particolato atmosferico (PM10 e PM2,5) e l'ozono, rispettivamente nei mesi freddi e nei mesi caldi dell’anno, mentre i casi di superamento del valore limite annuale relativi al biossido di azoto sono localizzati in un numero limitato di stazioni da traffico.

Per la qualità dell’aria è importante ricordare che nel 2021 in nessuna stazione di Arpa Piemonte è stato raggiunto il limite dei 35 giorni del livello giornaliero di protezione della salute per i PM10 (50 microgrammi/metro cubo), mentre negli anni scorsi il limite è stato raggiunto nella stazione Torino Rebaudengo, il 12 febbraio nel 2019 e il 9 febbraio nel 2020, e nella stazione di Alessandria Volta, ad Alessandria, il 28 febbraio nel 2019 e il 28 marzo nel 2020.

“I nostri piani regionali tracciano la strada per un Piemonte sempre più verde – commenta l’assessore regionale all’Ambiente, Matteo Marnati -. Siamo ansiosi di poter utilizzare i fondi europei per finanziare grandi progetti, i più grandi che la storia regionale possa realizzare per avviare una vera transizione ecologica, e le importanti ricadute ambientali previste porteranno a grandi benefici per molti anni”. “Non esiste un futuro possibile ma tanti futuri possibili – aggiunge – alla realizzazione dei quali ogni cittadino può contribuire per migliorare lo stato dei luoghi anche attraverso piccoli gesti. Le armi vincenti, che faranno la vera differenza, saranno l'insegnamento del rispetto ambientale, fin da piccoli, unitamente a massicci investimenti nella ricerca e nel trasferimento tecnologico. Quello che vogliamo è armonia tra sviluppo economico e tutela dell'ambiente attraverso l'imprescindibile sostegno alla sostenibilità. Serve una svolta epocale e la regione Piemonte non si sottrae alle sue responsabilità”.

“La sostenibilità persegue la salvaguardia delle risorse ambientali per le generazioni future. Aria, acqua e territorio sono gli “ elementi” della Terra che dobbiamo preservare, sono infatti le matrici che Arpa Piemonte quotidianamente monitora, misura, analizza, controlla per poter dire come sta l'ambiente nel quale viviamo considerando tutti i contaminanti, anche quelli emergenti - sottolinea il direttore generale di Arpa Piemonte Angelo Robotto -. I dati dello stato di aria, acqua e suolo del Piemonte sono il punto di arrivo di un lavoro corale dei tecnici dell'Agenzia che ogni anno eseguono migliaia di  campionamenti, di validazioni, di analisi. Ma i dati sono anche un punto di partenza fondamentale che Arpa mette a disposizione degli enti, come Regione Piemonte, preposti a fare delle politiche ambientali. Perché è da un semplice campione che si può capire quale può essere la strada giusta per la sostenibilità ambientale”.

Da ultimo ma certamente non meno importante, il tema del cambiamento climatico che è entrato anche nelle agende locali con la delibera della Giunta regionale con la quale è stato approvato il Documento di Indirizzo "Verso la Strategia regionale sul Cambiamento Climatico”. Due gli obiettivi che la Regione Piemonte intende perseguire: il contenimento del cambiamento climatico e l’incremento della resilienza, cioè dell’adattamento, per preparare territorio e abitanti ad affrontare le inevitabili conseguenze dell’aumento in atmosfera dei gas climalteranti.

I primi dati sono disponibili sul sito di Arpa Piemonte a questo link
https://www.arpa.piemonte.it/news/giornata-mondiale-dellambiente-la-situazione-in-piemonte

Tutti i parametri aggiornati di aria, acqua, territorio e clima saranno on line dall’11 giugno sul sito http://relazione.ambiente.piemonte.it

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

In Piemonte saldi al via da sabato 3 luglio

In Piemonte i saldi estivi inizieranno sabato 3 luglio 2021 e dureranno 8 settimane anche non continuative. La decisione ha trovato il suo iter conclusivo con l’approvazione della delibera, a firma dell’assessore al Commercio, Vittoria Poggio, dopo il confronto con le Regioni confinanti Liguria, Lombardia ed Emilia con le quali è stato concordato di iniziare le vendite nello stesso giorno. Il via libera agli sconti riguarda tutte le categorie merceologiche, e senza distinzione tra commercio in sede fissa e commercio online.

“Con un mese di anticipo - ha sottolineato l’assessore alla Cultura, Commercio e Turismo, Vittoria Poggio - le aziende potranno programmare meglio la stagione. Adesso confidiamo nella ripresa dei consumi da tempo fermi. Alcuni segnali sono incoraggianti, ci auguriamo che questa tendenza possa proseguire e anzi crescere”.

La decisione della Giunta è stata accolta favorevolmente dalle principali associazioni di categoria con le quali era stato avviato un confronto nelle settimane scorse.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Rischio sicurezza dei server pubblici. In Piemonte con il data centerCSI garantita massima sicurezza e innovazione

“La sicurezza della protezione dei dati sensibili per questa Giunta regionale è un’attività imprescindibile. Riprendendo le parole pronunciate dal Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione digitale, Vittorio Colao, al Festival dell’Economia di Trento, che ha espresso preoccupazione per la sicurezza dei server pubblici – afferma l’assessore regionale all’Innovazione, Matteo Marnati - ritengo opportuno sottolineare il nostro caso di eccellenza che merita di essere messo sotto i riflettori. Infatti, la Regione Piemonte ha voluto che dati e servizi pubblici stiano in un data center pubblico avanzato, sicuro e innovativo. È quello del CSI Piemonte che per numeri e struttura rappresenta un unicum a livello nazionale per il settore della pubblica amministrazione. Anche, e soprattutto, per quanto riguarda le soluzioni cloud. Infatti, il data center del CSI è stato ufficialmente dichiarato da AgID candidabile all'utilizzo da parte di un Polo Strategico Nazionale, posizionandosi fra le infrastrutture italiane più sicure e adeguate. Pertanto, proponiamo che il Ministero prenda in considerazione la candidatura di Regione Piemonte e Csi”.

Già dall’aprile del 2019, infatti, il CSI è diventato Cloud Service Provider qualificato AgID, classificandosi fra le prime aziende del settore capaci di esprimere livelli di eccellenza organizzativa, sicurezza, performance, scalabilità, interoperabilità, portabilità e conformità legislativa. I servizi cloud realizzati dal CSI con la sua piattaforma Nivola (www.nivolapiemonte.it), inoltre, sono certificabili, affidabili e semplici da utilizzare, oltre a essere basati al 100% su soluzioni open source.

“Siamo da sempre attenti ai temi della sicurezza informatica – dice Pietro Pacini, Direttore Generale del CSI Piemonte -. Quotidianamente il CSI protegge dati e servizi digitali pubblici respingendo una media di circa 150mila attacchi informatici. Grazie al suo Computer Security Incident Response Team (CSIRT), inoltre, viene garantito il massimo supporto nella risposta e nella gestione degli incidenti di cybersecurity. Sono oltre 10, infine, le certificazioni di qualità ottenute dalla piattaforma cloud del CSI: dall’information security alla business continuity, dell’efficienza energetica al rispetto delle norme GDPR e open source (“Openchain”)”.

Si tratta di una serie di risultati e caratteristiche che permettono al Piemonte di presentarsi con efficacia anche sul palcoscenico internazionale. Al pari di big player mondiali come Amazon, Google e Microsoft, per esempio, il CSI è risultato vincitore dell’accordo quadro della gara indetta da Géant, la Rete internazionale della ricerca che interconnette oltre 50 milioni di utenti in circa 10.000 istituzioni scientifiche, educative e culturali europee. Un risultato grazie al quale potrà fornire servizi cloud a enti accademici e di ricerca interessati di 7 diversi Paesi.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Torino - Lione. Sbloccati 32 milioni per le opere di accompagnamento

“I nostri sforzi trovano finalmente una prima importante soddisfazione nello sblocco dei 32 milioni di euro destinati alle opere di accompagnamento della Torino - Lione”. Commentano così, il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Gabusi, la firma dell’accordo di programma tra il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, FS e TELT per il finanziamento, la progettazione e la realizzazione della sezione transfrontaliera della parte comune della nuova linea ferroviaria Torino – Lione. A breve seguirà la firma della Convenzione per la realizzazione delle opere di accompagnamento di ‘priorità 2’, 24 interventi nei Comuni lungo il tracciato italiano della tratta transfrontaliera della Tav per un valore complessivo di oltre 32 milioni di euro.

“Certamente una buona notizia, seppur tardiva – sottolineano il presidente Cirio e l’assessore Gabusi -, che però va coronata con la nomina del Commissario che chiediamo da mesi. Abbiamo ereditato una sostanziale situazione di blocco dell’iter per le opere di accompagnamento da febbraio 2019 e fin dal primo giorno del suo insediamento questa amministrazione non ha perso nemmeno un minuto per riavviare le procedure ed eliminare gli ostacoli per arrivare allo sblocco di queste importanti risorse. Ora gli Enti locali, le Associazioni di categoria e tutti i soggetti attuatori potranno finalmente progettare i loro studi di fattibilità e dare una prospettiva nuova al futuro di questi territori”.

“Ora che entriamo nel vivo dei cantieri più importanti – concludono il presidente Cirio e l’assessore Gabusi – la figura del Commissario è fondamentale per assicurare la migliore realizzazione possibile dell’opera, come ha dimostrato l’esperienza del Terzo Valico. Speriamo che lo sblocco dei finanziamenti sia di buon auspicio per la nomina”.

L’accordo tiene conto delle linee di indirizzo della Regione Piemonte, che confermano, innanzitutto, che gli interventi oggetto della convenzione potranno essere rimodulati e che, in caso di revisione, le nuove opere e misure compensative dovranno essere strettamente correlate alla funzionalità dell’Opera e non delocalizzabili e dovranno tenere conto del divieto di finanziare spese correnti con entrate in conto capitale, fermo restando la facoltà di proporre progetti integrati più articolati in cui le spese correnti contribuiscano sensibilmente al raggiungimento dell’obiettivo.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Vaccini, venerdì sera “open night” per gli over 30 al Borsa di Novara

Operativo dallo scorso 3 giugno con dieci linee, il centro vaccinale allestito al Salone Borsa di Novara, per i prossimi tre venerdì sera di giugno diventerà un “open night”. Le prenotazioni, fino ad esaurimento dei posti disponibili, saranno aperte sul portale www.IlPiemontetivaccina.it da domani 9 giugno dalle ore 9 per la serata dell’11 giugno dedicata alla popolazione over 30 di tutto il Piemonte; per gli altri due venerdì successivi le prenotazioni verranno aperte nei giorni immediatamente precedenti. Può accedere all’iniziativa chi non ha ancora un appuntamento o chi ha la convocazione dopo almeno 10 giorni dall’open night.

Le vaccinazioni – 500 le somministrazioni previste per ciascun venerdì sera di giugno – saranno effettuate dalle 20 alle 24.

Un’iniziativa, voluta dall’assessore regionale alla Ricerca applicata Covid, Matteo Marnati, accolta e condivisa dall’Università del Piemonte Orientale, Azienda Ospedaliero Universitaria Maggiore di Novara, Asl di Novara, Ordine dei Medici della provincia di Novara e Comune di Novara.

“E’ un’occasione – spiega l’assessore Marnati – per dare un’ulteriore accelerazione alla campagna vaccinale, che in Piemonte comunque procede speditamente. Queste sono iniziative che incontrano il favore delle persone e che funzionano bene grazie al sostegno di tutti gli enti”.

“Un’ulteriore iniziativa per venire incontro ai nostri giovani piemontesi – aggiunge l’assessore regionale alla Sanità, Luigi Genesio Icardi – che così avranno la possibilità di vaccinarsi e contribuire in modo fattivo al raggiungimento di quell’immunità di gregge che tutti auspichiamo di raggiungere al più presto”.

“La campagna vaccinale si sta rivelando uno strumento determinante per uscire da questa emergenza – aggiunge Alessandro Canelli, sindaco di Novara –. Nel novarese, fin dall’avvio della campagna stessa, la rete che si è creata sul territorio tra istituzioni ed enti sanitari ha dato risultati molto positivi ma ora è necessario un ulteriore sforzo. L’open night contribuirà ad accelerare ulteriormente le vaccinazioni puntando su quelle fasce dei più giovani che ancora non hanno ricevuto il vaccino. Un ringraziamento va ovviamente alla Camera di Commercio che con grande spirito di collaborazione ha messo a disposizione il Salone Borsa diventato un ulteriore hub vaccinale di riferimento della città e a tutto il personale sanitario, e ai volontari che stanno lavorando quotidianamente per raggiungere l’obiettivo”.

Vaccinatori “d’eccezione” saranno il professor Giancarlo Avanzi, Rettore dell’Upo e Direttore della Struttura Complessa di Medicina e Chirurgia di Accettazione e Urgenza dell’Aou di Novara, il Direttore generale del Maggiore, Gianfranco Zulian, il direttore generale dell’Asl Novara, Angelo Penna, il professor Marco Krengli, Presidente della Scuola di Medicina, e il presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Novara, dottor Federico D’Andrea.

“Abbiamo l’obiettivo di vaccinare l’80% della popolazione entro settembre – commenta il professor Giancarlo Avanzi -. Siamo sulla buona strada ma dobbiamo dare ulteriore impulso alle vaccinazioni soprattutto a quei soggetti che sono stati un po’ gli artefici della terza ondata, nell’autunno-inverno, per comportamenti non proprio ligi alla prevenzione del contagio. Avere i giovani vaccinati sarà fondamentale per affrontare con maggior tranquillità i prossimi mesi autunnali e invernali. Il fatto che si faccia un open night con questo “parterre” è perché vogliamo sensibilizzare ancora di più la popolazione e i nostri colleghi medici, rispettivamente sul dovere morale di farsi vaccinare e vaccinare. Solo con la vaccinazione si può superare questa terribile catastrofe che è stata il Covid 19”.

“L’Aou di Novara è ben disponibile a dare il suo contributo per un’accelerazione delle procedure vaccinali anche a sostegno dell’Asl – aggiunge il dottor Gianfranco Zulian –. Il nostro impegno si concretizzerà già venerdì sera quando interverrò, con il professor Avanzi e il professor Krengli, per procedere alle vaccinazioni”.

“L’Asl di Novara ha messo in atto tutte le azioni necessarie a garantire la più ampia e diffusa partecipazione alla vaccinazione da parte della popolazione a Novara e in tutto il territorio della provincia novarese – commenta il dottor Angelo Penna –. E quella dell’open night è un’ulteriore possibilità che viene offerta. Condividere questo momento, con alcuni medici, attraverso il contributo personale concreto è non solo un dovere ma rappresenta un ulteriore tassello per il superamento della pandemia”.

“Ci mettiamo a disposizione della popolazione – aggiunge il professor Marco Krengli- e degli enti governativi per questa campagna, davvero importante, che noi ci auguriamo possa essere decisiva per superare questo momento ancora difficile”.

“L’open hub sarà un momento importante – afferma il dottor Federico D’Andrea – per dare una spallata alla pandemia. Sarò presente e darò il mio contributo sperando che l’esempio possa portare altri medici a fornire la loro prestazione, proseguendo nel loro impegno come fanno dall’inizio dell’emergenza Covid”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

 ATTI DELLO STATO   

Decreto-Legge 9 giugno 2021, n. 80

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 136 del 9.6.2021 il Decreto-Legge 9 giugno 2021, n. 80:

Misure urgenti per il rafforzamento della capacita' amministrativa delle pubbliche amministrazioni funzionale all'attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per l'efficienza della giustizia. 

Entrata in vigore del provvedimento: 10/06/2021.

Decreto del Ministero dell’Interno 28 aprile 2021

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 133 del 5.6.2021 il Decreto del Ministero dell’Interno 28 aprile 2021:

Integrazione dell'articolo 2 del decreto 21 ottobre 2020, concernente “Modalità e disciplina di dettaglio per l'applicazione dei nuovi criteri di classificazione relativi alle convenzioni per l'ufficio di segretario comunale e provinciale”. 

Decreto del Ministero della Transizione ecologica 15 aprile 2021

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 135 dell’8.6.2021 il Decreto del Ministero della Transizione ecologica 15 aprile 2021:

Programma sperimentale di interventi per l'adattamento ai cambiamenti climatici in ambito urbano.

Delibera del Consiglio dei Ministri 20 maggio 2021

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 131 del 3.6.2021 la Delibera del Consiglio dei Ministri 20 maggio 2021:

Ulteriore stanziamento per la realizzazione degli interventi in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei mesi di ottobre e novembre 2019 nei territori delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto.

Delibera del Consiglio dei Ministri 20 maggio 2021

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 133 del 5.6.2021 la Delibera del Consiglio dei Ministri 20 maggio 2021:

Ulteriore stanziamento per la realizzazione degli interventi in conseguenza degli eventi meteorologici verificatisi nei giorni dal 9 al 19 maggio e nei giorni dal 3 all'11 giugno 2020 nel territorio dei Comuni di Baldissero Torinese, di Castiglione Torinese e di San Mauro Torinese ricadenti nella Città metropolitana di Torino.

Delibera del Consiglio dei Ministri 20 maggio 2021

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 133 del 5.6.2021 la Delibera del Consiglio dei Ministri 20 maggio 2021:

Ulteriore stanziamento per la realizzazione degli interventi in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei giorni 2 e 3 ottobre 2020 nei territori della Provincia di Biella, di Cuneo, di Novara, di Verbano-Cusio-Ossola, di Vercelli, della Citta' metropolitana di Torino e dei Comuni di Balzola, di Bozzole, di Casale Monferrato, di Frassineto Po, di Valmacca e di Villanova Monferrato, in Provincia di Alessandria nella Regione Piemonte e nei territori della Provincia di Imperia, dei Comuni di Albenga, in Provincia di Savona, di Casarza Ligure, in Provincia di Genova, di Maissana e di Varese Ligure, in Provincia della Spezia nella Regione Liguria.

Ordinanza del Ministero della Salute 29 maggio 2021

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 136 del 9.6.2021 l’Ordinanza del Ministero della Salute 29 maggio 2021:

Adozione delle “Linee guida per la ripresa delle attività economiche e sociali”. 

Ordinanza del Ministero della Salute 2 giugno 2021

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 131 del 3.6.2021 l’Ordinanza del Ministero della Salute 2 giugno 2021:

Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. 

Ordinanza del Ministero della Salute 4 giugno 2021

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 133 del 5.6.2021 l’Ordinanza del Ministero della Salute 4 giugno 2021:

Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 in “zona bianca”. 

Ordinanza del Ministero della Salute 28 Maggio 2021

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 135 dell’8.6.2021 l’Ordinanza del Ministero della Salute 28 Maggio 2021:

Adozione del "Protocollo AEFI di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 nelle manifestazioni e negli eventi fieristici".

LEGGI REGIONALI PUBBLICATE SUL BOLLETTINO UFFICIALE 

Legge regionale 9 giugno 2021, n. 15

E’ stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 23 del 10 giugno 2021 la Legge regionale 9 giugno 2021, n. 15:

Modifiche alla legge regionale 9 dicembre 1981, n. 50 (Istituzione dell'ufficio del Difensore civico).

ORDINANZE COMMISSARIALI 

Ordinanza Commissariale n. 16/A18.000/6158-622 del 07/06/2021

E’ stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 3 al Bollettino n. 13 del 1 aprile 2021 l'Ordinanza Commissariale n. 16/A18.000/6158-622 del 07/06/2021

Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatesi tra il 19 e il 22 ottobre 2019 nel territorio della Provincia di Alessandria e successiva estensione al territorio della Regione Piemonte, a seguito dell'evento del 21-25 novembre. Proroga scadenze O.C. n° 6/A18.000/615-622 del 26.05.2020 e O.C. n° 11/A18.000/615-622 del 20.11.2020. 

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un puro strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip.

Individuazione dei criteri per la formazione del calendario scolastico a valenza triennale, triennio 2021/2022-2022/2023-2023-2024 ed approvazione del calendario scolastico regionale per l’anno 2021-2022

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 1-3343 del 7 Giugno 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 23 del 10 Giugno 2021, ai sensi dell’articolo 138, comma 1, lettera d), del decreto legislativo 112/1998, ha:
- definito i criteri a valenza triennale per la formazione del calendario scolastico validi per il triennio 2021/2022 – 2022/2023 – 2023-2024;
- approvato il calendario scolastico per l’anno scolastico 2021-2022.

E’ demandata, alla Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro, Settore Politiche dell'Istruzione, Programmazione e monitoraggio strutture scolastiche, la diffusione del calendario scolastico regionale, tramite la sua pubblicazione sul sito istituzionale della Regione Piemonte nell’area tematica “Istruzione” e mediante comunicazione scritta alle istituzioni scolastiche ed enti interessati.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Diritto allo Studio universitario della Regione Piemonte.

SCADENZE UTILI

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.

Accordion title 1
Scadenze del mese di GIUGNO (n. 4 provvedimenti segnalati)

1) Programma quadriennale di finanziamento per gli anni 2017-2020 a favore dei Consorzi per la gestione dei rifiuti urbani. Proroga del termine di realizzazione degli interventi e di chiusura della seconda fase del Programma.

La Giunta Regionale, con D.G.R. n. 12-2266 del 13 Novembre 2020, ha prorogato di 6 mesi, pertanto al 31 maggio 2021, il termine del 30 novembre 2020 per la realizzazione e per il pagamento a favore di terzi delle spese degli interventi oggetto di contributo regionale nell’ambito della II^ fase del Programma quadriennale di finanziamento 2017-2020 a favore dei Consorzi per la gestione dei rifiuti urbani, approvato con D.G.R. n. 85-5516 del 3 agosto 2017, come modificata da ultimo con la deliberazione n. 31-7569 del 21 settembre 2018.

E’ stato prorogato di 6 mesi, ossia al 30 giugno 2021, il termine del 31 dicembre 2020 di chiusura del Programma di finanziamento stabilito dalla Giunta regionale con deliberazione n. 85-5516 del 3 agosto 2017, come modificata da ultimo con la deliberazione n. 31-7569 del 21 settembre 2018.

E’ stato prorogato, per effetto della proroga di cui ai punti precedenti, al 30 giugno 2021 il termine di validità degli Accordi di Programma stipulati in attuazione della D.G.R. n. 85-5516 del 3 agosto 2017, come da ultimo modificata con la deliberazione n. 31-7569 del 21 settembre 2018 e di stabilire nel 31 maggio 2021 il termine per la realizzazione degli interventi e per il pagamento delle relative spese a favore di terzi da parte dei Consorzi beneficiari del contributo regionale.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Assessorato Ambiente, Energia, Innovazione, Ricerca e connessi rapporti con Atenei e Centri di Ricerca pubblici e privati, Ricerca applicata per emergenza COVID-19 – Direzione Ambiente e Energia della Regione Piemonte.

 

2) Bando per l'attribuzione di contributi alle Agenzie Territoriali per la Casa per la realizzazione di interventi di bonifica di edifici di proprietà, mediante rimozione, di manufatti contenenti amianto

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 174 del 26 marzo 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 13 del 1° aprile 2021, ha:
    • approvato, in attuazione di quanto disposto dalla Giunta regionale con deliberazione n. 13-2968 del 12 marzo 2021 ai sensi dell'articolo 12 della legge regionale 30/2008, il bando per l’attribuzione di contributi alle Agenzie Territoriali per la Casa per la realizzazione di interventi di bonifica, mediante rimozione, di manufatti contenenti amianto, di cui agli allegati 1, 2 e 3, costituenti parte integrante del presente provvedimento;
    • stabilito che le istanze di contributo delle Agenzie Territoriali per la Casa per la realizzazione di interventi di bonifica, mediante rimozione, di manufatti contenenti amianto, dovranno essere presentate entro il termine del 30 giugno 2021 e secondo le specifiche ed i contenuti disciplinati dagli allegati 1, 2 e 3 alla presente determinazione dirigenziale;
    • rinviato a successivi provvedimenti, sulla base dell’istruttoria condotta sulle istanze di contributo pervenute entro il termine di cui sopra, l’adozione della graduatoria delle domande ammissibili e, fino alla concorrenza delle risorse regionali a disposizione, l’individuazione di quelle finanziabili;
    • dato atto che la copertura finanziaria dei progetti ammissibili a contributo è garantita con le somme prenotate, sul capitolo di fondi regionali 229990 nell’ambito della Missione 09, Programma 02, con determinazione dirigenziale n. 591/A1603B del 30 ottobre 2020, pari a complessivi € 500.000,00, di cui € 100.000,00 sull’annualità 2021 (quota parte prenotazione n. 2021/2294) ed € 400.000,00 sull’annualità 2022 (quota parte prenotazione n. 2022/804); tali prenotazioni saranno rese definitive ad avvenuta individuazione dei beneficiari del finanziamento;
    • in presenza di DURC regolare verrà disposta la liquidazione a favore di beneficiari del 20% dell’importo del contributo contestualmente all'attribuzione dello stesso; ulteriori acconti, fino al raggiungimento del 90% del contributo rideterminato sulla base dell'importo del contratto stipulato a seguito dell'assegnazione dei lavori, saranno trasferiti su presentazione di rendicontazione, da parte dei beneficiari, di comprovati stati di avanzamento lavori e relativi certificati di pagamento; il 10% o minor importo a saldo sarà trasferito ad avvenuta approvazione del certificato di regolare esecuzione e su presentazione della rendicontazione delle spese sostenute;
    • dato atto che il termine per la conclusione del procedimento di attribuzione dei contributi è fissato in 90 giorni dal 30 giugno 2021.
    • per i progetti ammissibili a finanziamento sarà richiesta la trasmissione del CUP ai fini dell'adozione del provvedimento dirigenziale di assegnazione del contributo.

 

3) Commercio su area pubblica. Verifiche di regolarità contributiva e fiscale delle imprese (VARA). Disposizioni eccezionali e temporanee in deroga ai capi I e II della D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, in emergenza sanitaria da COVID-19.

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 28-3109 del 16 Aprile 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 16 del 22 aprile 2021, ha disposto, quali misure eccezionali di accompagnamento e supporto al comparto del commercio su area pubblica anche nell’attuale emergenza sanitaria da COVID-19:
- la riapertura del termine del 28 febbraio 2021, previsto al capo I della D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380 quale termine finale per gli adempimenti a carico delle imprese del commercio su area pubblica, ai fini della prova della regolarità della loro posizione ai fini previdenziali, fiscali e assistenziali, consentendo alle stesse di presentare la documentazione necessaria ai fini dei controlli previsti dalla DGR 22 marzo 2019, n. 10-8575, richiamata in premessa,  fino alla data del 30 giugno 2021;
- il differimento del termine del 30 aprile 2021, previsto al capo I della D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380 quale termine  finale per gli adempimenti comunali di controllo della regolarità delle imprese del comparto, alla data del 30 giugno 2021;
 - la sospensione dell’applicazione della disposizione di cui al Capo II, p. 2 della D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380 per la quale: “Il comune competente al rilascio dell’autorizzazione, nel caso in cui riscontri un’inadempienza, dispone la sospensione dell'autorizzazione fino alla avvenuta regolarizzazione della posizione dell’operatore”, nella parte in cui prevede la sanzione della sospensione dell’autorizzazione, fino alla data del 31 ottobre 2021;
- l’obbligo per gli operatori, in caso di irregolarità, di regolarizzare la propria posizione entro il termine del 31 ottobre 2021.
E’ stabilito, inoltre, che:
- nel caso in cui il procedimento di regolarizzazione ai fini del VARA interessi operatori coinvolti altresì nei  procedimenti di rinnovo delle concessioni pluriennali, le stesse saranno rinnovate entro il termine  del 30 giugno 2021, ai sensi di quanto previsto dalla DGR 14 dicembre 2020, n. 1-2555 ed avranno efficacia condizionata risolutivamente alla mancata regolarizzazione dell’operatore entro il termine  del 31 ottobre 2021;
- decorso il termine del 31 ottobre 2021 opererà la piena reviviscenza delle disposizioni ordinarie vigenti in materia.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Cultura, Turismo, Commercio della Regione Piemonte.

 

4) Piano regionale della qualità dell'aria. Integrazione alle D.G.R. n. 13-1995 del 25/9/2020 e D.G.R. n. 65-2410 del 27/11/2020 di approvazione delle disposizioni per la concessione di contributi, per gli anni 2020-2021, per lo sviluppo della mobilità sostenibile dei cittadini piemontesi.

La Giunta Regionale, con D.G.R. n. 2-3139 del 29 Aprile 2021, in attuazione del progetto regionale “Cittadini”, finanziato con il Decreto direttoriale MATTM-CLEA-2020-0000412 del 18/12/2020, ha:
- incrementato la dotazione finanziaria per la concessione di contributi, per gli anni 2020-2021, per lo sviluppo della mobilità sostenibile dei cittadini piemontesi di cui alla D.G.R. n. 13-1995 del 25/09/2020 e D.G.R. n. 65-2410 del 27/11/2020 per un importo pari a euro 10.864.000,00 (portando la copertura complessiva destinata a contributi a euro 12.814.000) che trovano copertura sulla Missione 09 Sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell'ambiente, Programma 08 Qualità dell'aria e riduzione dell'inquinamento, titolo II;
- prorogato la data di scadenza per la presentazione delle istanze fino al 30 giugno 2021, salvo previo esaurimento delle risorse;
- destinato prioritariamente le suddette risorse alla copertura delle domande già pervenute entro la data del 11 dicembre 2020 e la restante parte al finanziamento delle ulteriori domande che perverranno entro la nuova data di scadenza secondo le regole del bando di cui alla DD 564/A1602B/2020 del 21/10/2020;
- stabilito che le risorse di cui al presente provvedimento siano ripartite tra le relative linee di finanziamento con modalità di computo proporzionale a quanto previsto dall’allegato 1 alla D.G.R. n. 13-1995 del 25/09/2020;
- stabilito di destinare alla linea A le eventuali risorse che potrebbero rendersi disponibili con riferimento alle linee B, C e D;
- demandato alla Direzione Ambiente, Energia e Territorio, Settore A1602B Emissioni e rischi ambientali l'adozione degli atti e dei provvedimenti necessari per l'attuazione della deliberazione.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Assessorato Ambiente, Energia, Innovazione, Ricerca e connessi rapporti con Atenei e Centri di Ricerca pubblici e privati, Ricerca applicata per emergenza COVID-19 della Regione Piemonte.

Scadenze del mese di LUGLIO (n. 2 provvedimenti segnalati)

La Direzione Coordinamento politiche e fondi europei, con D.D. n. 90 del 20 Maggio 2021, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 del 21 Maggio 2021 al Bollettino Ufficiale n. 20 del 20 Maggio 2021, ha:

- approvato, nell’ambito del progetto europeo “Mindchangers” n. CSO-LA/2020/415-010 e in attuazione della D.G.R. n. 36-3207 del 7 maggio 2021, il Bando “Giovani e Agenda 2030. Bando per il sostegno di iniziative di Autorità Locali e Organizzazioni della Società Civile” allegato alla presente determinazione per farne parte integrante e sostanziale (Allegato 1);

 - dato atto che tale Bando prevede una dotazione finanziaria complessiva pari ad Euro Euro 450.000,00 (CUP n. J69D20000530008) disponibili sul Bilancio finanziario gestionale 2021-2023 sui capitoli 145353 e 180303 delle annualità 2021 e 2023;

- dato atto che, come previsto dal Bando sopraccitato, i fondi dovranno essere impegnati a favore delle Autorità locali piemontesi e delle Organizzazioni della società civile che risulteranno inserite utilmente nelle rispettive graduatorie al termine dell’istruttoria per una somma complessiva di Euro 360.000,00 pari all’80% della dotazione finanziari complessiva a titolo di anticipo (annualità 2021) e per una somma complessiva di Euro 90.000,00 pari al restante 20% a titolo di saldo (annualità 2023);

- sarà definito con successivi atti amministrativi, a seguito delle procedure di istruttoria delle domande presentate secondo quanto previsto dal Bando di cui all’Allegato 1, l’ammontare dei contributi da assegnare a ciascun soggetto utilmente inserito in graduatoria;

- saranno erogati i contributi assegnati secondo le modalità stabilite dal sopraccitato Bando.

 

2) Bando per l'attribuzione di contributi ai Comuni per la realizzazione di interventi di bonifica, con rimozione, di coperture in cemento-amianto di proprietà privata, in sostituzione dei soggetti inadempienti con azione di rivalsa per il recupero delle somme spese.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 175 del 26 marzo 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 13 del 1° aprile 2021, ha:
• approvato, in attuazione di quanto disposto dalla Giunta regionale con deliberazione n. 13- 2968 del 12 marzo 2021 ai sensi dell'articolo 4 della legge regionale 30/2008, il bando per l’attribuzione di contributi ai Comuni per la bonifica, mediante rimozione, di coperture in cemento-amianto di proprietà privata a seguito di accertata inottemperanza alle ordinanze di bonifica, di cui agli allegati 1 e 2, costituenti parte integrante del presente provvedimento;
• stabilito che le istanze di contributo delle Amministrazioni comunali per la realizzazione di interventi di bonifica, mediante rimozione, delle coperture in cemento-amianto, dovranno essere presentate entro il termine del 31 luglio 2021 e secondo le specifiche ed i contenuti disciplinati dagli allegati 1 e 2 alla presente determinazione dirigenziale;
• rinviato a successivi provvedimenti, sulla base dell’istruttoria condotta sulle istanze di contributo pervenute entro il termine di cui sopra, l’adozione della graduatoria delle domande ammissibili e, fino alla concorrenza delle risorse regionali a disposizione, l’individuazione di quelle finanziabili;
• dato atto che la copertura finanziaria degli interventi ammissibili a contributo è garantita con le somme prenotate, sul capitolo di fondi regionali 229990 nell’ambito della Missione 09, Programma 02, con determinazione dirigenziale n. 591/A1603B del 30 ottobre 2020, pari a complessivi € 302.470,04, di cui € 100.000,00 sull’annualità 2021 (quota parte prenotazione n. 2021/2294) ed € 202.470,04 sull’annualità 2022 (quota parte prenotazione n. 2022/804); tali prenotazioni saranno rese definitive ad avvenuta individuazione dei beneficiari del finanziamento;
• in presenza di DURC regolare, verrà disposta la liquidazione, a favore di beneficiari del finanziamento, del 33% del relativo importo; ulteriori acconti, fino al raggiungimento del 90% del contributo rideterminato sulla base dell'importo del contratto stipulato a seguito dell'assegnazione dei lavori, saranno trasferiti su presentazione di rendicontazione da parte dei beneficiari, di comprovati stati di avanzamento lavori e relativi certificati di pagamento; il 10% o minor importo a saldo avrà luogo ad avvenuta approvazione del certificato di regolare esecuzione e su presentazione della rendicontazione delle spese sostenute;
• dato atto che il termine per la conclusione del procedimento di attribuzione dei contributi è fissato in 90 giorni dal 31 luglio 2021;
• precisato che le Amministrazioni comunali beneficiarie dei contributi regionali saranno tenute all'adozione delle azioni di rivalsa per il recupero delle somme anticipate per le operazioni di bonifica e che gli importi reintroitati dai soggetti inadempienti dovranno essere restituiti alla Regione Piemonte;
• per i progetti ammissibili a finanziamento sarà richiesta la trasmissione del CUP ai fini dell'adozione del provvedimento dirigenziale di assegnazione del contributo. 

Scadenze del mese di SETTEMBRE (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Adempimenti relativi alla corresponsione della quota minima per il riconoscimento della condizione di morosità incolpevole degli assegnatari di edilizia sociale per l’anno 2020. Misure straordinarie conseguenti all’emergenza epidemiologica da Covid-19. Modifica D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020

La Giunta Regionale con D.G.R. n. 2-3061 del 9 aprile 2021, ha deliberato, in via straordinaria, in merito agli adempimenti relativi alla corresponsione della quota minima per il riconoscimento della condizione di morosità incolpevole degli assegnatari di edilizia sociale per l’anno 2020, anche a parziale modifica di quanto stabilito dalla D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020, stante il perdurare delle limitazioni e difficoltà evidenziate in premessa, conseguenti all’emergenza epidemiologica presente in Italia e nella Regione Piemonte:
1) di prorogare al 30 settembre 2021 il termine entro il quale gli assegnatari degli alloggi di edilizia sociale possono procedere al versamento della quota minima stabilita con D.G.R. n. 4-2128 del 23 ottobre 2020, ai fini del riconoscimento della condizione di morosità incolpevole, in deroga eccezionale al diverso termine di cui all’articolo 7 del Regolamento regionale n. 14/R del 4 ottobre 2011, per l’anno 2020 e alla presentazione agli enti gestori della relativa documentazione, ai sensi dell’articolo 2 del Regolamento regionale n. 15/R del 4 ottobre 2011;
2) di consentire agli enti gestori di comunicare alla Struttura regionale competente l’ammontare della morosità incolpevole maturata dai rispettivi assegnatari entro il termine del 29 ottobre 2021, in deroga eccezionale al diverso termine previsto dall’articolo 3, comma 2, del Regolamento regionale n. 15/R del 4 ottobre 2011.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Politiche della Famiglia, dei Bambini e della Casa, Sociale, Pari Opportunità della Regione Piemonte. 

 

2) Cloud computing e pubblica amministrazione piemontese. Approvazione elenco degli Enti ammessi alla fase di migrazione e riapertura dei termini per la presentazione della Manifestazione di interesse ai sensi dell'Avviso pubblico approvato con D.D. n. 1 del 7 gennaio 2021.

La Direzione Competitività del Sistema regionale, con D.D. n. 214 del 30 Maggio 2021,ha:
- approvato il numero di interventi di migrazione, articolato per provincia e per quadrante, relativi a 237 Comuni sotto i 10.000 abitanti e 44 Comuni sopra i 10.000 abitanti, secondo le risultanze dell’attività di valutazione istruttoria svolta sulle manifestazioni di interesse per l’attuazione del progetto Cloud computing e Pubblica Amministrazione piemontese ricevute tra il 2/2/2021 e il 30/4/2021, in coerenza con le modalità e i criteri stabiliti con D.G.R. n. 56-2734 del 29/12/2020 e attuati con D.D. n. 1 del 7/1/2021, come riportato nell’Allegato A) al presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale;
- approvato le graduatorie degli Enti destinatari dell’intervento riportate nell’Allegato B) al presente provvedimento per formarne parte integrante e sostanziale;
- stabilito l’apertura di un seconda sessione di presentazione delle manifestazioni di interesse, destinata a approvare i 43 interventi già presenti in lista d’attesa per euro 125.893,23 e a consentire la presentazione di nuove istanze per un importo complessivo pari a euro 271.987,84, come esposto nel dettaglio nell’Allegato A);
- disposto che la nuova sessione di apertura per la presentazione delle domande sia fissata dal 21 giugno al 30 settembre 2021;
- disposto che le istanze siano presentate secondo le medesime modalità dell’“Avviso pubblico per manifestazione di interesse destinato ai comuni singoli ed associati del Piemonte finalizzato all’adesione al progetto Cloud regionale e razionalizzazione data center della PA”, approvato con D.D. n. 1 del 7/1/2021 e pubblicato sulla home page del sito internet della Regione Piemonte http://www.regione.piemonte.it/index.htm nella sezione https://bandi.regione.piemonte.it e siano approvate con il criterio di ordine di arrivo della domanda (First In - First Out – FIFO) applicato in termini assoluti, ovvero senza distinzione su base territoriale o dimensionale, per facilitare e massimizzare l’utilizzo delle risorse messe a disposizione del progetto.

Scadenze del mese di OTTOBRE (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Criteri per il riparto delle risorse e per la concessione di contributi per interventi di ristrutturazione e riqualificazione edifici scolastici in attuazione del programma biennale per gli investimenti di edilizia scolastica. Seconda proroga termine inizio lavori.

La Giunta Regionale, con D.G.R. n. 3-2170 del 30 Ottobre 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 46 del 12 novembre 2020, ha prorogato dal 30 ottobre 2020 al 30 ottobre 2021 il termine per l’inizio lavori degli interventi finanziati di cui alla D.G.R. n. 26–7920 del 23 novembre 2018, previsto al punto 17 dell'allegato A della medesima deliberazione, come modificato con D.G.R. n. 8-508 del 15-novembre 2019.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Diritto allo Studio universitario della Regione Piemonte.

Scadenze ANNO 2022 - n. 2 provvedimenti segnalati

1) Commercio su area pubblica. Verifiche di regolarità contributiva e fiscale delle imprese (VARA). Differimento dei termini, di cui alla D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, per gli adempimenti dell'anno 2021 in riferimento all'annualità 2019

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 9-2864 del 12 febbraio 2021, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 07 del 18 febbraio 2021, ha disposto il differimento dei termini per gli adempimenti VARA previsti, ai sensi della D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, a carico degli operatori e dei Comuni per il corrente anno 2021 con riferimento all’annualità 2019, entro i termini, rispettivamente, del 28 febbraio e del 30 aprile 2021, alle date del 28 febbraio e del 30 aprile 2022.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Cultura, Turismo, Commercio della Regione Piemonte. 

 

 

2) Disposizioni per favorire la costituzione delle associazioni fondiarie e la valorizzazione dei terreni agricoli e forestali. Bando 2019: proroga dei termini di consegna dei Piani di gestione dei terreni e della rendicontazione finale del contributo.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 91 del 25 febbraio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 9 del 4 marzo 2021, ha prorogato il termine di presentazione dei Piani di gestione dei terreni al 12.03.2022 e di prorogare al 13.03.2023 la rendicontazione finale del contributo concesso con D.D. n. 99/A1615A del 12 marzo 2020.

 
 

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it