Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 14 del 18 luglio 2019

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Briga Novarese (NO). San Colombano. Foto di Carlo Moroso

Questa settimana in copertina*: Briga Novarese (NO). San Colombano. Foto di Carlo Moroso

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate settimanalmente sono fornite dai Comuni del Piemonte.

IN PRIMO PIANO 

Le decisioni della Giunta regionale

Contributi per la sicurezza degli sport montani, convenzione con Anpal per il Reddito di cittadinanza, istituzione di nuove sezioni di scuole dell’infanzia e smaltimento dei rifiuti liguri sono stati i principali provvedimenti assunti venerdì 12 luglio dalla Giunta regionale.

Sicurezza degli sport montani. Sono state definite, come proposto dall’assessore Fabrizio Ricca, le priorità per la concessione dei contributi per 6 milioni di euro da assegnare quest’anno per consentire la pratica in sicurezza degli sport montani invernali ed estivi.

In particolare, 3 milioni saranno destinati alle revisioni generali o speciali degli impianti di risalita e 3 milioni agli interventi sui bacini (ampliamento degli esistenti, nuove condutture di prelievo dell’acqua, acquisto di macchinari e software per gli impianti di innevamento).

Reddito di cittadinanza. E’ stato approvato, su proposta dell’assessore Elena Chiorino, lo schema di convenzione con Anpal Servizi in attuazione del Piano straordinario di potenziamento dei Centri per l’impiego e delle politiche attive del lavoro frutto dell’intesa raggiunta in Conferenza Stato- Regioni.

Il documento stabilisce le attività per la realizzazione delle azioni di supporto personalizzato ai beneficiari del Reddito di cittadinanza che i collaboratori di Anpal Servizi, i cosiddetti “navigator”, dovranno svolgere affiancando gli operatori dei Centri.

Scuole per l’infanzia. Su iniziativa dell’assessore Elena Chiorino è stata decisa per l’a.s. 2019/20 l’istituzione di 6 nuove sezioni di scuola dell’infanzia: a Oviglio (AL) causa chiusura della paritaria, a Occhieppo Inferiore (BI) e Perosa Argentina (TO) per l’incremento delle iscrizioni, a Fossano (CN) per adeguare il parametro numerico alunni/classe in presenza di situazioni di disabilità, a Campiglione Fenile (TO) in quanto potrebbe accogliere 8 alunni di Bricherasio, a Viguzzolo (AL) per l’offerta di un maggiore tempo scuola.

Rifiuti della Liguria. Una delibera presentata dall’assessore Matteo Marnati concede il nulla osta per il secondo semestre 2019 per il trattamento e il parziale smaltimento dei rifiuti urbani provenienti dalla Liguria per un massimo di 56.030 tonnellate, di cui 56.000 prodotte nel territorio della Città metropolitana di Genova e 30 dal Comune di Triora.

La Giunta ha inoltre deliberato:

su proposta del vicepresidente Fabio Carosso, la Dichiarazione di notevole interesse pubblico, ai sensi del Codice dei beni culturali e del paesaggio, della fascia collinare del Rione Piazza di Mondovì (CN), che consentirà di salvaguardare un’area di valore estetico e che comprende significativi belvederi dai quali si godono ampi e caratteristici panorami; su proposta dell’assessore Luigi Icardi, l’adesione della Regione Piemonte alla gara interregionale gestita dalla Regione Lombardia per il servizio di trasporto di organi, tessuti biologici, equipes chirurgiche e di prelievo e di pazienti; su proposta dell’assessore Matteo Marnati, l’espressione dell’intesa regionale per l’autorizzazione del progetto di variante aerea all’elettrodotto a 132 kV Castello d’Annone-Felizzano, presentato da Terna Rete Italia, per consentire l’ampliamento del complesso industriale ex Laria della società F.lli Saclà a Castello d’Annone (AT).

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

Infrastrutture VCO: dal territorio le istanze per il ministro Toninelli

Prosegue il tour sui territori della Giunta regionale piemontese. Il 16 luglio, il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e l’assessore ai Trasporti, Marco Gabusi, sono stati nel Verbano-Cusio-Ossola per incontrare i sindaci e confrontarsi sul futuro delle infrastrutture.

Un incontro particolarmente significativo in vista dell’appuntamento del giorno successivo con il ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli. I sindaci, intervenuti numerosi, hanno sottoposto alla Regione le istanze su temi cruciali come le statali 34 e 337, che necessitano con sempre maggiore urgenza di lavori per la sicurezza. Queste strade si trovano infatti sotto un versante che presenta un forte dissesto idrogeologico, responsabile in passato di incidenti mortali e a tutt’oggi pericoloso per l’intenso traffico dei tanti transfrontalieri che le percorrono quotidianamente.

L’incontro è stato anche occasione per fare un focus anche sulla Val Formazza minacciata da frane che potrebbero richiedere l’evacuazione improvvisa della popolazione.

“Come promesso siamo venuti a toccare con mano lo stato del territorio - sottolineano il presidente Cirio e l’assessore Gabusi - Abbiamo potuto constatare una situazione che richiede sicuramente attenzione e sarà nostra cura non permettere di abbassare la guardia. Il confronto con i sindaci, oltre che con il presidente della Provincia del VCO, Arturo Lincio, per l’individuazione di soluzioni efficaci rappresenta un importante contributo che portiamo con noi all’incontro di domani con Toninelli”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

Vertice sulle infrastrutture del Piemonte tra Regione e Ministero

Il presidente Cirio e l’assessore Gabusi: “Incontro positivo che ci ha fornito risposte puntuali su tutte le opere strategiche. Inauguriamo un nuovo metodo di lavoro: non saranno più il Ministero e l’Anas a decidere quali opere finanziare in Piemonte, ma spetterà alla Regione con il territorio indicare le priorità”

Vertice sul dossier delle infrastrutture strategiche del Piemonte questa mattina a Roma, al Ministero dei Trasporti, fra il presidente della Regione Alberto Cirio e il ministro Danilo Toninelli. Presente all’incontro anche l’assessore regionale alle Infrastrutture e Trasporti Marco Gabusi.

“Innanzitutto ringrazio il ministro Toninelli e il suo staff per la rapidità e disponibilità con cui ha accolto la nostra richiesta di incontro”, ha commentato il presidente Cirio.

“È stato un vertice molto positivo - sottolineano il presidente e l’assessore Gabusi - che ci ha consentito di verificare, una ad una, la situazione di tutte le opere inserite nel nostro dossier. Torniamo a casa con risposte puntuali su tutto e con un programma di azioni concrete e chiare. Oggi, inoltre, inauguriamo un nuovo metodo di lavoro: non saranno più il Ministero e l’Anas a decidere quali opere finanziare in Piemonte, ma spetterà alla Regione con il territorio indicare le priorità. Il Ministero ha, infatti, riconosciuto alla Regione un ruolo attivo nel definire l’aggiornamento del contratto di programma Anas 2016-2020 e nella delicata trattativa del rinnovo delle concessioni autostradali in scadenza. Sono quelle le sedi in cui potremo contrattare e far finanziare le opere strategiche per il futuro del Piemonte”.

Sul tavolo sono stati affrontati i principali nodi della viabilità piemontese, con particolare attenzione ad alcune delle opere strategiche già approvate e finanziate, ma attualmente in fase di stallo.

Asti-Cuneo. La Regione ha sottolineato che non è accettabile un’ulteriore ritardo nella partenza del cantiere, prevista entro l’estate. Il presidente Cirio ha ribadito con forza la necessità di inserire l’opera nell’ordine del giorno del prossimo Cipe in programma il 24 luglio. Per questo si è messo a disposizione al fine di ottenere gli ultimi pareri necessari e in particolare quello dell’Autorità di regolazione dei trasporti (Art) al piano tariffario predisposto dalla società concessionaria, che deve recepire il nuovo regime approvato a giugno. Parere fondamentale anche perché consente un abbassamento delle tariffe a carico degli utenti rispetto a quelle previste in origine. Rassicurazioni in tal senso sono arrivate dal Ministero che ha sottolineato di aver proseguito con l’iter procedurale, tant’è che le attività di esproprio dei terreni propedeutiche ai cantieri sono già in corso.

Colle del Tenda. La Regione ha comunicato di aver avviato un contatto istituzionale con la Regione francese del Paca, al fine di migliorare i rapporti complessivi. Ha ribadito inoltre la necessità che i lavori riprendano, come da nuovo cronoprogramma, a settembre 2019. Il Ministero ha confermato questa previsione e programmato per il 19 settembre una prima riunione di monitoraggio dell’avanzamento del cantiere.

Pedemontana. Di fronte all’ennesimo blocco della procedura, la Regione ha voluto approfondire i reali ostacoli che ne impediscono ancora l’avanzamento. Si è appurato che mancano i pareri del Ministero dell’Ambiente e dei Beni Culturali. La Regione si è quindi attivata per incontrare già nei prossimi giorni i funzionari ministeriali competenti, al fine di sollecitare un rapido riscontro. Il Ministero ha comunque confermato gli stanziamenti per l’opera.

Statale 34 del Lago Maggiore. La Regione ha ottenuto conferma dal Ministero della disponibilità, già nel 2019, dei 25 milioni di euro necessari alla messa in sicurezza del versante, così come richiesto dal territorio nell’incontro di ieri a Mergozzo nel VCO. Questo consentirà di partire immediatamente con la progettazione, in modo da procedere con gli appalti già in autunno. La Regione metterà a disposizione Scr, la propria Società di committenza regionale, per affiancare il territorio nella fase di attuazione.

Metro Torino. La Regione ha verificato la conferma delle risorse per il completamento della linea 1 e per il progetto di fattibilità della linea 2. Di quest’ultimo l’ultimazione da parte del Comune di Torino è in programma nel mese di ottobre.

Nodi ferroviari di Torino e Novara. Al sicuro anche i finanziamenti per il nodo ferroviario di Torino, in particolare i 70 milioni di euro stanziati sul tunnel di collegamento Porta Nuova-Porta Susa che consentirà di aumentare la capacità di transito e la velocità del servizio. Analoga certezza per i 98 milioni di euro per il nodo di Novara che permetterà di superare le criticità di traffico alla stazione centrale, separando il flusso viaggiatori da quello merci e permettendo per queste ultime un incremento di capacità e prestazioni del servizio. 

Terzo Valico. Confermato il rispetto del cronoprogramma come da previsioni. La Regione ha sottoposto al Ministero la richiesta della amministrazione comunale di Novi Ligure di modifica del tracciato, al fine di escludere dal passaggio ferroviario il centro abitato. Dal Ministero è stato sottolineato che affronterà il tema, segnalando tuttavia la delicatezza di modificare un accordo già raggiunto con gli enti locali nei mesi scorsi.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

ATTI DELLO STATO 

Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 4 giugno 2019

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 162 del 12.7.2019 il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 4 giugno 2019:

Sperimentazione della circolazione su strada di dispositivi per la micromobilità elettrica 

Accordo della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Conferenza unificata 17 aprile 2019

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 162 del 12.7.2019 l'Accordo della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Conferenza unificata 17 aprile 2019:

Accordo, ai sensi dell'articolo 9, comma 2, lettera c) del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, tra il Governo, le regioni e gli enti locali concernente l'adozione di moduli unificati e standardizzati per la presentazione delle segnalazioni, comunicazioni e istanze. (Repertorio atti n. 28/CU).

COMUNICATI 

Comunicato della Direzione regionale Ambiente, Governo e Tutela del Territorio

E’ stato pubblicato sul Supplemento ordinario n. 2 al Bollettino Ufficiale n. 29 del 18.7.2019 il Comunicato della Direzione regionale Ambiente, Governo e Tutela del Territorio:

Avviso relativo all’apertura dei termini per la presentazione di curriculum per la formazione della Commissione per la salvaguardia del patrimonio paesaggistico-quinquiennio 2019-2024, in attuazione della Legge Regionale 16 giugno 2008, n. 14 “Norme per la valorizzazione del paesaggio”

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un puro strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip.  

Norme in materia di sicurezza nella pratica degli sport montani invernali ed estivi e disciplina dell'attività di volo in zone di montagna. Approvazione dei criteri per l'erogazione dei contributi a favore delle Microstazioni e delle Grandi Stazioni. Revoca della D.G.R. n. 16-4846 del 03.04.17 e della D.G.R. 21-6687 del 29.03.18 e disposizioni per la stagione sciistica 2016/2017

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 7-44 del 5.7.2019 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 29 del 18.7.2019, ha approvato, ai sensi della legge regionale 2/2009, i criteri da utilizzarsi per la concessione dei contributi a partire dalla stagione sciistica 2016/2017 così come definiti nell’Allegato A denominato “Microstazioni: criteri per la concessione dei contributi” e nell’Allegato B denominato “Grandi Stazioni: criteri per la concessione dei contributi”.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Internazionalizzazione, Rapporti con partecipate, Sicurezza, Polizia locale, Immigrazione, Cooperazione decentrata internazionale, Sport, Opere post-olimpiche, Politiche giovanili – Direzione Promozione della cultura, del turismo e dello sport della Regione Piemonte

Norme in materia di sicurezza nella pratica degli sport montani invernali ed estivi e disciplina dell'attività di volo in zone di montagna. Disposizioni per la concessione dei contributi per l'anno 2019.

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 26-87 del 12.7.2019, ha definito, in attuazione a quanto disposto nella Parte Terza dell’Allegato A e nella Parte Seconda dell’Allegato B, della D.G.R. n. 7 - 44 del 5 luglio 2019, le priorità di intervento, relative ai progetti per impianti di risalita e di innevamento, stabilendo che l'istanza di contributo sia presentata esclusivamente per interventi relativi ad impianti a fune e interventi sui bacini e che, in fase istruttoria, venga aggiunto un punteggio di priorità ai progetti proposti ai sensi di quanto disposto nella Parte Terza, Allegato A e nella Parte Seconda Allegato B della suddetta deliberazione, secondo le seguenti modalità:

per gli interventi sugli impianti di risalita:

1. sostituzione funi, revisione generale (anche nel caso di proroga della vita tecnica) o sostituzione per scadenza vita tecnica, revisioni speciali di impianti la cui chiusura comprometta l'efficienza dell'intera stazione (impianto già scaduto o in scadenza entro il 31/12 dell'anno successivo all'approvazione del presente provvedimento) Punti 12;

2. revisione generale (anche nel caso di proroga della vita tecnica) o sostituzione per scadenza di vita tecnica, revisioni speciali di altri impianti di risalita (impianto già scaduto o in scadenza entro il 31/12 dell'anno successivo all'approvazione del presente provvedimento) Punti 10;

3. revisione generale (anche nel revisione generale (anche nel caso di proroga della vita tecnica) o sostituzione per scadenza vita tecnica, revisioni speciali di impianti la cui chiusura comprometta l'efficienza dell'intera stazione (impianto in scadenza oltre la data di cui al punto 1. ed entro il 31.12.2022) Punti 5;

4. revisione generale (anche nel caso di proroga della vita tecnica) o sostituzione per scadenza di vita tecnica, revisioni speciali di altri impianti di risalita (impianto n scadenza oltre la data di cui al punto 2. ed entro il 31.12.2022) Punti 1;

per gli interventi sui bacini:

1. realizzazione di nuovi bacini e nuove condutture di emungimento Punti 16;

2. ampliamento bacini esistenti e nuove condutture di emungimento per bacini esistenti Punti 14;

3. nuove opere accessorie a servizio di bacini esistenti quali stazioni di pompaggio, sale compressori e torri di raffreddamento Punti 10;

4. nuove condotte per reti di innevamento, acquisto di macchine a servizio di impianti di innevamento esistenti Punti 8;

5. ammodernamento di impianti tecnologici, software dedicati o opere civili di completamento a servizio di bacini e impianti di innevamento Punti 4.

L'importo complessivo pari ad € 6.000.000,00 disponibile sul capitolo 284315 (Missione 7 – Programma 2), venga suddiviso equamente per le due citate tipologie di intervento e che, pertanto, con idoneo provvedimento dirigenziale verranno approvate due graduatorie distinte, per un importo massimo ciascuna pari ad € 3.000.000,00.

Il medesimo beneficiario potrà presentare una richiesta di contributo per entrambe le tipologie di intervento e che, in caso di eccesso di risorse in una tipologia rispetto alle istanze pervenute e risultate accoglibili, l'eventuale eccedenza potrà andare ad integrazione dell'importo destinato all'altra tipologia di intervento.

Sarà assegnato un ulteriore punteggio pari a Punti 10 per le stazioni che sono state inserite all'interno dello studio affidato ad UNCEM, di cui in premessa, che non siano già state oggetto di contributi regionali, in particolar modo ai sensi della D.G.R. n. 48 - 6154 del 15.12.2017 definita in attuazione dell'art. 13 della L.R. n. 18/2017.

In attuazione all’art. 55, comma 12 del Regolamento (UE) n. 651 della Commissione del 17 giugno 2014 verrà concesso un contributo a fondo perduto fino alla misura massima dell’80% della spesa ritenuta ammissibile, entro il limite di contribuzione di € 300.000,00, per la realizzazione di (di cui all’art. 38 della L.R. n. 2/09 s.m.i.) che comportino un investimento minimo ammissibile pari ad € 25.000,00 IVA esclusa.

Allo scopo di rendere più incisiva la misura regionale e finanziare un numero maggiore di istanze, sarà possibile richiedere una percentuale di contributo più bassa rispetto al limite massimo di cui al punto precedente e che in questa ipotesi, in sede istruttoria, verrà assegnato un ulteriore punteggio con le seguenti modalità:

• contributo richiesto da 79% a 70% punti 1

• contributo richiesto da 69% a 60% punti 2

• contributo richiesto da 59% a 50% punti 3

• contributo richiesto al di sotto del 50% punti 4;

Saranno ammissibili a contributo le spese sostenute a partire dal 01.01.2019.

E’ demandato al Settore regionale competente di comunicare, ai sensi del richiamato Regolamento (UE) n. 651/2014, alla Commissione europea la sintesi delle informazioni relative alla presente misura di aiuto, nonché il link al sito web regionale che dia accesso alla documentazione integrale della misura di aiuti di Stato, al fine della registrazione dell’aiuto da parte della Commissione Europea e condizionando l’attuazione della misura alla conclusione della suddetta procedura di registrazione.

Ai sensi dell’Allegato A, Parte Terza, e dell'Allegato B, Parte Seconda della D.G.R. n. 7 – 44 del 5 luglio 2019, i soggetti beneficiari del bando che verrà aperto in attuazione del presente provvedimento deliberativo, non possano cumulare il relativo contributo con altri contributi regionali se riferiti al medesimo intervento.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Internazionalizzazione, Rapporti con partecipate, Sicurezza, Polizia locale, Immigrazione, Cooperazione decentrata internazionale, Sport, Opere post-olimpiche, Politiche giovanili – Direzione Promozione della cultura, del turismo e dello sport della Regione Piemonte.

Piani di prelievo selettivo della specie capriolo (I elenco) negli istituti venatori per la stagione venatoria 2019/2020". Approvazione

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 8-69 del 12.7.2019 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 29 del 18.7.2019, ha rettificato quanto indicato nella tavola sinottica dell’allegato A), della D.G.R. n. 2-2 del 21 giugno 2019, come di seguito riportato:

all’ATC AT1, nella colonna denominata TOT sostituire il numero “15” con il seguente numero: “25”;

al CA CN5 distretto 2, nella colonna denominata TOT sostituire il numero “57” con il seguente numero: “56”;

E’ stata integrata la tavola sinottica dell’allegato A) della D.G.R. n. 2-2 del 21 giugno 2019 alla luce della documentazione presentata dall’Azienda Faunistica Venatoria “Bandiasso” e dall’Azienda Faunistica Venatoria “Nicoletta” come segue:

Provincia/AATV-AFV

PIANO DI PRELIEVO

TOT

MM I-III

FF I-III

CL 0

AFV BANDIASSO

18

6

6

6

AFV NICOLETTA

3

1

1

1

E’ demandato al Settore Infrastrutture, Territorio Rurale, Calamità naturali in Agricoltura, Caccia e Pesca, di provvedere, ai sensi dell’art. 18, comma 4, della legge 157/1992, ai fini informativi, alla pubblicazione del presente provvedimento sul sito della Regione Piemonte al seguente indirizzo: https//:www.regione.piemonte.it/web/temi/agricoltura/tutela-della-fauna-caccia-pesca/stagione-venatoria-corrente

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Agricoltura, Cibo, Caccia e Pesca – Direzione Agricoltura della Regione Piemonte.

Progetti di servizio civile universale positivamente valutati, presentati dagli enti accreditati all'albo regionale, da realizzarsi in Piemonte - Bando anno 2019: graduatoria provvisoria

La Direzione Coesione sociale, con D.D. n. 981 del 10.7.2019, ha approvato la graduatoria provvisoria dei progetti valutati positivamente, con il punteggio e l’indicazione di eventuali limitazioni per ognuno a fianco indicati.

E’ stato individuato, così come previsto dalla D.G.R. 4 agosto 2016 n. 87-3825, in giorni 10 dal ricevimento del presente atto il termine entro il quale gli Enti potranno far pervenire eventuali osservazioni ed eccezioni.

E’ stato inoltre individuato, sempre in base alle disposizioni della predetta D.G.R. 4 agosto 2016 n. 87-3825, in giorni 15 il termine entro il quale il competente Settore regionale dovrà effettuare le proprie valutazioni in merito al recepimento delle anzidette osservazioni ed eccezioni, trascorso il quale si dovrà procedere all’approvazione della graduatoria definitiva nonché contestualmente alla definizione delle graduatorie provinciali.

Programmazione di nuove sezioni di scuole dell'infanzia statali per l'a.s. 2019/20. Approvazione dell'elenco degli istituti autonomi e dei punti di erogazione del servizio ammissibili e non ammissibili

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 3-64 del 12.7.2019 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 29 del 18.7.2019, ha approvato, in attuazione della D.C.R. n. 314-32415 del 31.7.2018 e della D.G.R. n. 21-8523 del 8.3.2019, i seguenti allegati:

• Priorità 1 – Istituzione di sezioni a seguito di soppressione del servizio pubblico presso punti di erogazione del servizio di scuola dell’infanzia autorizzati nel Piano di dimensionamento della rete scolastica a.s. 2019/20 o già funzionanti – istituti autonomi e punti di erogazione ammissibili (Allegato A);

• Priorità 2 – Istituzione di sezioni aggiuntive presso punti di erogazione del servizio già funzionanti– istituti autonomi e punti di erogazione ammissibili (Allegato B);

• Priorità 3 – Completamento orario di sezioni già funzionanti a tempo ridotto negli anni scolastici precedenti - istituti autonomi e punti di erogazione ammissibili (Allegato C);

• Istanze non ricevibili o ritirate (Allegato D).

E’ demandata al Settore regionale Politiche dell’Istruzione, programmazione e monitoraggio delle strutture scolastiche la trasmissione della presente Deliberazione all’U.S.R. per il Piemonte, per i provvedimenti di competenza.

L’inserimento degli istituti autonomi e dei punti di erogazione del servizio negli elenchi della programmazione regionali, approvati agli allegati A, B e C di cui sopra non comporta l’automatica attivazione delle stesse, che sarà effettuata dall’U.S.R. per il Piemonte sulla base delle risorse umane disponibili per l’a.s. 2019/20, anche ai sensi degli artt. 68, 69 e 95 della L. n. 107/2015; le richieste inserite negli elenchi e non attivate da parte dell’U.S.R. per il Piemonte, per l’a.s. 2019/20 decadono automaticamente.

In caso di attivazione, nell’a.s. 2019/20, della sezione presso la scuola Gianni Rodari in Fossano indicata all’allegato B della presente deliberazione, resta in capo al Comune di Fossano la responsabilità di garantire, per gli anni scolastici successivi, il rispetto dei parametri previsti dal D.M. del 1975 e s.m.i. secondo le prescrizioni dell’A.S.L. di Cuneo.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato all'Istruzione, Lavoro, Formazione professionale – Direzione Coesione sociale della Regione Piemonte

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco, Marco Puxeddu
Telefono
0114326058 - 0114325000