Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 13 del 9 aprile 2020

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Boves (CN) - Piazza dell'Olmo con decorazioni pasquali

Questa settimana in copertina*: Boves (CN) - Piazza dell'Olmo con decorazioni pasquali

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte.

AVVISO PER GLI OPERATORI DI POLIZIA LOCALE

Covid-19. Violazione dei DD.P.G.R.: estremi per il pagamento delle sanzioni amministrative.

Sono pervenute nei giorni scorsi dai Comuni del Piemonte in merito ai comportamenti da tenersi, da parte degli operatori di Polizia locale, in caso di accertamento di violazione dei Decreti del Presidente della Giunta regionale aventi ad oggetto misure cautelative in materia di Coronavirus (COVID-19 ) più restrittive rispetto alle misure adottate dallo Stato, pertanto sanzionabili con riferimento specifico a questi ultimi.

Con l'entrata in vigore del DL 19/2020 il governo ha varato una depenalizzazione delle violazioni connesse alle prescrizioni sul corona virus. Le future prescrizioni saranno contenute in DPCM che avranno un apparato sanzionatorio previsto dall'art. 4 dello stesso DL, di competenza delle Prefetture.

Nelle more dell’adozione dei DPCM, ai sensi dell'art. 3 del DL19/2020, le Regioni possono varare misure "cautelari" del tipo quelle adottate dal Decreto del Presidente della Giunta regionale n. 34 del 21.3.2020.

Anche tali decreti beneficiano della tutela sanzionatoria disciplinata dall’art. 4 del DL 19/2020, tuttavia (ai sensi del comma 3 penultimo periodo dello stesso DL) la competenza sanzionatoria fa capo all'autorità che le dispone, cioè la Regione. Ciò sta a significare che, qualora l’accertatore rilevi l’esistenza di una violazione di tali disposizioni, il relativo verbale di accertamento dovrà essere compilato facendo riferimento specifico agli estremi del Decreto regionale, e conseguentemente i pagamenti dovranno essere introitati nelle casse della Regione.

Si forniscono, di seguito, gli estremi del conto corrente bancario regionale sul quale effettuare i pagamenti e gli indirizzi a cui inviare i rapporti di mancata conciliazione. I pagamenti in misura ridotta delle sanzioni amministrative possono affluire al conto corrente bancario n° 40777516 tramite bonifico intestato a:

Tesoreria Regione Piemonte, Unicredit Banca, Via XX settembre 31 , 10122 TORINO

Coordinate bancarie: IBAN : IT91S0200801033000040777516 BIC - SWIFT: UNCRITM1Z43> CAUSALE : COVID-19. Violazione art…….. DPGR n…... del……..

Generalità del trasgressore, numero e data del verbale.

L'indirizzo a cui inviare il rapporto ex art. 17 legge 689/1981 con allegati i verbali non conciliati, altri mezzi di prova ed eventuali ricorsi di competenza regionale è:

REGIONE PIEMONTE - DIREZIONE RISORSE FINANZIARIE SETTORE POLITICHE FISCALI E CONTENZIOSO AMMINISTRATIVO - Corso Regina Margherita n. 153 bis - 10122 TORINO

indirizzo PEC: politiche.fiscali@cert.regione.piemonte.it

Le pubbliche amministrazioni, professionisti e società nell'invio degli atti dell'accertamento si devono avvalere dell'Indirizzo PEC: politiche.fiscali@cert.regione.piemonte.it.

IN PRIMO PIANO

ATTENZIONE: CIRCOLA IN RETE UNA FALSA ORDINANZA DELLA REGIONE

Si comunica che sta circolando una falsa ordinanza denominata decreto n. 37 del 5 aprile 2020. Si prega di non diffonderla e di controllare sempre l'ufficialità delle notizie sul sito www.regione.piemonte.it e sui canali social ufficiali dell’Ente.

La Regione Piemonte sta provvedendo a sporgere denuncia alla Polizia postale, affinché gli autori vengano perseguiti. Nelle prossime ore verrà diffusa una nuova ordinanza, di cui verrà data evidenza attraverso gli organi di comunicazione della Regione. Ogni altra notizia che non trova riscontro sulle piattaforme ufficiali dell’Ente è da considerarsi non attendibile.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

Da mercoledì 8 aprile mascherine obbligatorie per tutti gli addetti alla vendita e raccomandate per chi fa la spesa. Possibile utilizzare taxi e autonoleggi per le consegne a domicilio

Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio integrerà, con alcune nuove misure le disposizioni attive sul territorio piemontese per il contenimento del Coronavirus.

Da mercoledì 8 aprile sarà obbligatorio per il personale addetto alla vendita l’uso di dispositivi di protezione quali mascherina e guanti.

Verrà invece raccomandato ai singoli cittadini che entreranno in un esercizio commerciale o accederanno ad aree mercatali di utilizzare la mascherina o qualsiasi altro indumento a copertura di naso e bocca.

Una seconda misura consentirà l’utilizzo di taxi e autonoleggi per la consegna a domicilio di beni, spesa e medicinali. Il servizio dovrà essere svolto nel rispetto di tutte le disposizioni anti-contagio. La tariffa per la consegna a domicilio avrà un tetto massimo di 7,50 euro per le consegne nel raggio di 2,5 km, di 10 euro al massimo nell’ambito del medesimo comune e di 15 euro al massimo nell'ambito di più comuni. Non saranno consentiti ulteriori indennizzi o sovrapprezzi.

Tra i chiarimenti invece si precisa la possibilità alle persone addette all’assistenza di minori, anziani, ammalati o diversamente abili (baby sitter e badanti) di poter svolgere la propria attività. Mentre chi svolge mansioni di collaborazione domestica (colf) potrà continuare solo in presenza di esigenze comprovate (per queste ultime si rimanda alla FAQ che verrà pubblicata domani 6 aprile sul sito e sui canali social della Regione).

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

Il 6 aprile partono i lavori per l’area sanitaria temporanea alle O.G.R.

È stata sottoscritta il 4 aprile l’intesa tra Regione Piemonte, Prefettura e Comune di Torino e Società consortile per azioni O.G.R. – Crt e Fondazione CRT per l’avvio delle operazioni di realizzazione di un’area sanitaria temporanea all’interno del complesso delle ex Officine Grandi Riparazioni.

La necessità scaturisce dall’attuale situazione di emergenza sanitaria, in cui l’evoluzione della curva epidemiologica ancorché registri una crescita inferiore, se comparata al periodo di tempo immediatamente precedente, presenta ancora un valore assoluto tendenzialmente in aumento. Inoltre, le previsioni a medio termine non forniscono dati certi tali da consentire di ipotizzare un’uscita dalla situazione emergenziale in tempi brevi, mentre potrebbe anche verificarsi un contagio di ritorno, così come sta avvenendo in diversi Paesi esteri. Su questa situazione di criticità incide, inoltre, in maniera determinante la situazione di aumento di casi di positività nel personale e negli ospiti all’interno delle Residenze Socio Assistenziali (RSA).

Occorre dunque alleggerire l’attuale incidenza del carico ospedaliero, all’interno delle terapie intensive, dove si registra un elevatissimo tasso di ricoveri, che dovranno, nella progressione temporale della patologia, trasformarsi in setting di cura più bassi (attività semi intensiva e di ricovero a bassa e media intensità).

In seguito alla valutazione sulla idoneità e sulla ottimale posizione logistica del sito e dopo che la Fondazione CRT, insieme alla sua Società consortile per azioni OGR CRT, ha messo subito a disposizione della Regione Piemonte una porzione del sito di sua proprietà, partono ora i lavori su un’area pari a circa 8.900mq per un primo modulo da 92 posti, ripartiti in 4 posti di stabilizzazione in emergenza, 32 posti di terapia semintensiva e 56 posti di degenza ordinaria.

Il cantiere aprirà lunedì 6 aprile e la realizzazione sarà portata avanti dai reparti Genio Infrastrutture dell’Aeronautica Militare con il coordinamento dell’Unità di Crisi della Regione Piemonte, in un termine previsto di due settimane.

Per quanto riguarda i costi sono stati valutati, al momento, in circa 3 milioni di euro e saranno completamente coperti da Fondazione Compagnia di San Paolo, che ha comunicato con tempestiva generosità la propria disponibilità nell'ambito della Convenzione pluriennale con la Regione Piemonte. 

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

Stato di massima pericolosità incendi boschivi su tutto il territorio del Piemonte da mercoledì 8 aprile 2020

La Direzione Opere Difesa del suolo, Protezione civile Trasporti e Logistica, ha dichiarato lo stato di massima pericolosità incendi boschivi su tutto il territorio piemontese a partire dall’8 aprile 2020, sulla base del livello di pericolo e dei prodotti forniti dal Centro funzionale regionale Arpa Piemonte.

Fondamentale per la prevenzione degli incendi prestare la dovuta attenzione e il rispetto delle regole richiamate nel provvedimento.

Nei periodi di massima pericolosità sono infatti vietate, entro una distanza di cento metri dai terreni boscati, arbustivi e pascolivi, le azioni determinanti anche solo potenzialmente l'innesco di incendio, quali: accendere fuochi, accendere fuochi pirotecnici, far brillare mine, usare apparecchi a fiamma o elettrici per tagliare metalli, usare apparati o apparecchiature che producano faville o brace, fumare, disperdere mozziconi o fiammiferi accesi, lasciare veicoli a motore incustoditi a contatto con materiale vegetale combustibile o compiere ogni altra operazione che possa creare comunque pericolo mediato o immediato di incendio; è vietata qualunque generazione di fiamma libera non controllabile nel tempo e nello spazio.

Le violazioni dei divieti e l’inosservanza delle prescrizioni comportano l’applicazione di sanzioni amministrative da un minimo di euro 200 a un massimo di euro 2.000, oltre alle sanzioni penali.

Tutti i cittadini, inoltre, possono difendere il territorio in caso di incendio segnalando tempestivamente al numero unico di emergenza 112 anche le prime avvisaglie di un possibile incendio boschivo. Fornendo informazioni il più possibile precise si contribuisce in modo determinante nel limitare i danni all’ambiente, consentendo a chi dovrà operare sul fuoco di intervenire con tempestività, prima che l’incendio aumenti di forza e di capacità distruttiva.
Il Sistema antincendi boschivi della Regione Piemonte è attualmente pienamente operativo e la cessazione dello stato di massima pericolosità sarà stabilita dalla Direzione Opere Difesa del suolo, Protezione civile, Trasporti e Logistica al cessare delle condizioni meteorologiche di rischio.

Info: https://www.regione.piemonte.it/web/temi/protezione-civile-difesa-suolo-opere-pubbliche/protezione-civile/incendi-boschivi/stato-massima-pericolosita-per-incendi-boschivi

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

Prodotti nei laboratori di ARPA Piemonte 8 tonnellate di Gel igienizzante destinato a Forze dell'ordine e personale sanitario

Ad oggi i laboratori di Arpa hanno prodotto 8 tonnellate di gel igienizzante che è stato distribuito alle Forze dell’Ordine e al personale Sanitario. Lo comunica l’Assessore alla Ricerca e Innovazione Matteo Marnati che nei giorni scorsi aveva invitato il direttore dell’agenzia per la protezione dell’Ambiente, Angelo Robotto, a produrre liquido sanitario per la protezione delle mani dal COVID-19. «I 6 laboratori attivati fino ad ora - spiega l’assessore - producono gel a ritmo continuo dal’11 marzo con risultati al di sopra delle aspettative. Facendo sistema con tutti gli attori in campo mettiamo in sicurezza chi è in prima linea dentro gli ospedali e fuori per arginare la diffusione della pandemia da Coronavirus»

Il prodotto igienizzante è simile a quelli in commercio, ed è capace di decontaminare le parti più esposte del corpo, destinato a Forze dell'Ordine e Personale sanitario.

Nelle scorse settimane alcune ditte piemontesi hanno fornito gratuitamente all'Agenzia una parte di prodotti e servizi utili per la realizzazione del gel igienizzante.

Stanno operando 6 laboratori: ai 4 laboratori della rete laboratoristica dell'Agenzia che si erano già parzialmente convertiti per far fronte, nell'ambito dell'emergenza Covid-19, alla produzione e distribuzione del gel igienizzante, si sono aggiunti i due laboratori di Ivrea e Vercelli.

Per perfezionare ulteriormente il prodotto che distribuisce, Arpa Piemonte ha introdotto una sostanza gelificante che va ad aumentare la viscosità del prodotto finale, migliorandone quindi le performance: se ne spreca molto meno, in quanto più viscoso e meno volatile.

Il numero delle richieste ad oggi è 220. Sono già stati distribuiti 4.062 litri di prodotto.

Per informazioni sull’approvvigionamento del gel le Forze dell’Ordine e il Personale sanitario possono continuare a rivolgersi ai seguenti indirizzi specificando i quantitativi necessari:

richieste.lab.alessandria@arpa.piemonte.it

richieste.lab.cuneo@arpa.piemonte.it

richieste.lab.grugliasco@arpa.piemonte.it

richieste.lab.novara@arpa.piemonte.it

Le ditte che vogliono offrire i componenti necessari, ivi comprese delle bottiglie di polietilene o polipropilene per la distribuzione del gel igienizzante (come capacità da mezzo litro fino a dieci litri), possono scrivere a direzione.tecnica@arpa.piemonte.it

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

 ATTI DELLO STATO 

Legge 2 aprile 2020, n. 21

E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 90 del 6.4.2020 la Legge 2 aprile 2020, n. 21:

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 5 febbraio 2020, n. 3, recante misure urgenti per la riduzione della pressione fiscale sul lavoro dipendente.

Entrata in vigore del provvedimento: 05/04/2020

Testo coordinato del Decreto-legge 5 febbraio 2020, n. 3

Decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 94 dell’8.4.2020 il Decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23:

Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali.

Entrata in vigore del provvedimento: 09/04/2020

Decreto del Ministero del Presidente del Consiglio dei Ministri 1 aprile 2020

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 88 del 2.4.2020 il Decreto del Ministero del Presidente del Consiglio dei Ministri 1 aprile 2020:

Disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale

Decreto del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare 10 marzo 2020

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 90 del 4.4.2020 il Decreto del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare 10 marzo 2020:

Criteri ambientali minimi per il servizio di gestione del verde pubblico e la fornitura di prodotti per la cura del verde.

Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione civile 5 aprile 202

E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 92 del 7.4.2020 l’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione civile 5 aprile 2020:

Ulteriori interventi urgenti di protezione civile in relazione all'emergenza relativa al rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili. (Ordinanza n. 660).

Errata-corrige

E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 92 del 7.4.2020 l’Errata-corrige:

Comunicato relativo alla ordinanza 3 aprile 2020 del Ministero della salute, recante: «Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019». (Ordinanza pubblicata nella Gazzetta Ufficiale - Serie generale - n. 91 del 6 aprile 2020).

Ordinanza del Ministero della Salute 3 aprile 2020

E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 91 del 6.4.2020 l’Ordinanza del Ministero della Salute 3 aprile 2020:

Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019.

Ordinanza del Ministero della Salute 2 aprile 2020

E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 91 del 6.4.2020 l’Ordinanza del Ministero della Salute 2 aprile 2020:

Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19

Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione civile 1 aprile 2020

E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 90 del 4.4.2020 l’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione civile 1 aprile 2020:

Ulteriori interventi urgenti di protezione civile in relazione all'emergenza relativa al rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili. (Ordinanza n. 659).

Comunicato del Ministero dell’Interno

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 91 del 6.4.2020 il Comunicato del Ministero dell’Interno:

Determinazione della sanzione ad alcuni comuni per il mancato rispetto del patto di stabilita' interno relativo all'anno 2015, a seguito di accertamento successivo.

Comunicato dell’Agenzia per l’Italia digitale

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 90 del 4.4.2020 il Comunicato dell’Agenzia per l’Italia digitale:

Adozione delle Linee guida per la realizzazione di un modello di R.A.O. pubblico

DECRETI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

Decreto del Presidente della Giunta regionale 3 aprile 2020, n. 36

E’ stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 5 al Bollettino Ufficiale n. 14 del 2.4.2020 il Decreto del Presidente della Giunta regionale 3 aprile 2020, n. 36:

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.

Decreto del Presidente della Giunta regionale 6 aprile 2020, n. 38

E’ stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 6 al Bollettino Ufficiale n. 14 del 2.4.2020 il Decreto del Presidente della Giunta regionale 6 aprile 2020, n. 38:

Ulteriori misure per la gestione dell'emergenza sanitaria da COVID-19. Servizio di trasporto pubblico non di linea.

Decreto del Presidente della Giunta regionale 6 aprile 2020, n. 39

E’ stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 6 al Bollettino Ufficiale n. 14 del 2.4.2020 il Decreto del Presidente della Giunta regionale 6 aprile 2020, n. 39:

Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.

Decreto del Presidente della Giunta regionale 7 aprile 2020, n. 40

E’ stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 7 al Bollettino Ufficiale n. 14 del 2.4.2020 il Decreto del Presidente della Giunta regionale 7 aprile 2020, n. 40:

Modifica al punto 14 del Decreto n. 39 del 6 Aprile. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica.

COMUNICATI 

Comunicato della Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro - Settore Politiche del Lavoro

E’ stato pubblicato sul Supplemento ordinario n. 1 al Bollettino Ufficiale n. 15 del 9.4.2020 il Comunicato della Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro - Settore Politiche del Lavoro:

L.R. N. 18/94 “NORME DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8/11/1991, N. 381 – DISCIPLINA DELLE COOPERATIVE SOCIALI” E S.M.I., ART. 2, COMMA 6 – PUBBLICAZIONE DELL’ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un puro strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip.  

Approvazione dei criteri per il finanziamento di progetti ed interventi di tipo socializzante e ludico-ricreativo a sostegno dei minori accolti in strutture residenziali

La Giunta regionale, con la D.G.R. n. 3-1140 del 20 marzo 2020, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 2 al Bollettino Ufficiale n. 15 del 9.4.2020, ha approvato i criteri e le modalità di riparto per l’assegnazione del finanziamento di Euro 225.000,00 agli Enti gestori delle funzioni socio-assistenziali, volti alla realizzazione immediata di progettualità “di sollievo” della permanenza dei minori accolti nelle strutture residenziali, finalizzate alla realizzazione di interventi di tipo socializzante e ludicoricreativo, allo scopo di garantire, nella misura più ampia possibile, il benessere psico-fisico dei minori accolti, e la più ampia possibilità di mantenere regolari ed effettivi contatti con le famiglie di origine e con gli adulti di riferimento.

L’assegnazione dei finanziamenti agli Enti gestori aventi diritto avverrà con successiva determinazione dirigenziale, con la quale sarà disposta la contestuale erogazione dell’80% dei finanziamenti. Il restante 20% sarà liquidato a saldo, previa presentazione e verifica della rendicontazione attestante la spesa sostenuta e gli interventi realizzati, entro la scadenza prevista del 16 novembre 2020-

E’ demandata al Dirigente competente della Direzione Sanità e Welfare, Settore Politiche per i bambini e le famiglie, i minori e giovani, sostegno alle situazioni di fragilità sociale, l’adozione di tutti gli atti necessari per l’attuazione della presente deliberazione.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Politiche della Famiglia, dei Bambini e della Casa, Sociale, Pari Opportunità

Bando pubblico e di domanda di contributo per la selezione ed il finanziamento nell'anno 2020 dei progetti di miglioramento della qualità e delle condizioni morfologiche dei corpi idrici piemontesi. Proroga dei termini per la presentazione delle istanze

La Direzione Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 130 del 2 Aprile 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 15 del 9.4.2020, ha prorogato alle ore 12.00 del 4 giugno 2020 il termine relativo alla scadenza della ricezione delle istanze, fissato al punto 8.1 (Termine per la presentazione delle domande di sostegno) di cui al bando approvato con D.D. n. 551/A1604a del 13 novembre 2019, pubblicato sul B.U.R. n. 47 del 21/11/2019, che viene pertanto modificato come riportato al presente periodo. Resta invariata la durata complessiva del procedimento, che si concluderà con la pubblicazione della graduatoria dei beneficiari dei contributi, previa approvazione con determinazione dirigenziale da parte del responsabile del procedimento entro 180 giorni dalla scadenza del termine per la presentazione delle domande.

Emergenza epidemiologica COVID-19 di cui alla D.G.R. n. 2-1114 del 13 marzo 2020. Prime disposizioni straordinarie in materia di Istruzione, Formazione e Lavoro

La Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro, con D.D. n. 127 del 3 Aprile 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 15 del 9.4.2020, ha adeguato le disposizioni predisposte dagli atti regionali approvati in materia di formazione, orientamento, lavoro e istruzione, alle misure sanitarie disposte dai D.P.C.M. in data 8, 9, 11, 22, 25 marzo 2020 e 1 aprile 2020, finalizzate alla tutela della salute pubblica, che hanno consentito l’erogazione degli interventi con modalità a distanza, in sostituzione dell’attività in presenza non consentita nell’attuale periodo emergenziale.

Ha inoltre salvaguardato i servizi di formazione, orientamento, politica attiva del lavoro e diritto allo studio, con modalità e termini che rispettino le misure governative volte a tutelare il preminente interesse alla salute pubblica; - di fornire indicazioni agli operatori del sistema regionale, ai cittadini e alle imprese in materia di istruzione, orientamento, formazione e lavoro, in un primo provvedimento che definisca anche i termini e le modalità con cui si realizzeranno le attività erogate a distanza.

Si precisa che tali prime indicazioni potranno essere suscettibili di modifica/integrazione, in relazione all’evolversi dell’emergenza sanitaria in corso e agli eventuali ulteriori provvedimenti nazionali e regionali che saranno adottati.

Al fine di consentire agli operatori e ai fruitori di progetti finanziati e riconosciuti, ove possibile, di attuare tali progetti, di fornire disposizioni omogenee che prevedono modalità e termini innovativi rispetto a quelli previsti e autorizzati, e che si attengono ai seguenti principi:

• che il progetto sia utilmente erogabile e fruibile a distanza;

• che l’erogazione e la fruizione delle attività siano documentate con modalità idonee a comprovarne l’esecuzione;

• che siano adottati, a tal fine, anche strumenti innovativi rispetto a quelli in uso (es., schede presenze, registri, ecc.) che possono essere scaricati in formato digitale dal sito internet regionale al link www.regione.piemonte.it/web/temi/fondi-progetti-europei/fondo-sociale-e…, e che, pertanto, non necessitano di vidimazione;

• che sia ridefinita, ove necessario, una unità di costo rimborsabile.

Sono state approvate le prime indicazioni per gli operatori, i cittadini e le imprese, riportate nei n. 5 allegati seguenti, da considerarsi quali parti sostanziali e integranti della determinazione:

• allegato 1) Indicazioni sulla sospensione delle attività formative in presenza ed erogazione della formazione a distanza;

• allegato 2) Indicazioni sulla sospensione delle attività di apprendistato ed erogazione a distanza;

• allegato 3) Dichiarazione relativa all’erogazione a distanza delle attività formative;

• allegato 4) Indicazioni sulla sospensione delle attività dei servizi al lavoro, dei tirocini extracurriculari e per l’erogazione dei servizi a distanza;

• allegato 5) Indicazioni sulla sospensione delle attività d'orientamento rivolte a giovani e adolescenti e di altre attività riferite all'assolvimento del diritto allo studio, e per l’erogazione delle attività a distanza.

Le modalità di erogazione e registrazione delle attività a distanza, previste per ciascuna delle tipologie d’azione succitate anche ai fini del loro riconoscimento economico e didattico, decorrono dalla data di approvazione del presente provvedimento.

Per gli interventi condotti a distanza prima dell'approvazione del presente provvedimento e successivi alla sospensione delle attività, sarà cura dell’operatore dichiarare, ai fini del riconoscimento economico e didattico, che le dette attività sono state svolte in coerenza con i soprarichiamati principi ispiratori delle presenti disposizioni.

Saranno sospesi, al momento e per la durata dell’emergenza in corso, e fino a nuova disposizione, tutti i termini perentori e ordinatori previsti dai bandi, dai provvedimenti in materia di accreditamento per l’esecuzione dei progetti finanziati e riconosciuti, e in materia di tirocini extracurriculari, fatte salve eventuali specifiche indicazioni che potranno essere successivamente fornite.

Il provvedimento ha carattere eccezionale e, pertanto, la sua efficacia é temporalmente limitata al periodo di emergenza epidemiologica COVID-19. L’efficacia del provvedimento, disposto dal Direttore pro-tempore della Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro, in qualità di Autorità di Gestione del P.O.R.-F.S.E. periodo 2014-2020, si estende alla Città metropolitana di Torino, poiché opera in qualità di Organismo Intermedio sui progetti finanziati dal Fondo Sociale Europeo.

Indicazioni per i servizi alle persone senza dimora valide per tutto il territorio della Regione Piemonte per l’emergenza epidemiologica da COVID 19

La Giunta regionale, con la D.G.R. n. 3-1206 del 6 aprile 2020, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 2 al Bollettino Ufficiale n. 15 del 9.4.2020, ha approvato l’allegato A, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento "Indicazioni per i servizi alle persone senza dimora valide per tutto il territorio della Regione Piemonte per l’emergenza epidemiologica da COVID 19.

E’ raccomandata a tutti i soggetti interessati la messa in campo di tutte le misure necessarie ed utili, anche alla luce delle indicazioni di cui all’Allegato A, al fine di assicurare la continuità dei servizi.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Politiche della Famiglia, dei Bambini e della Casa, Sociale, Pari Opportunità.

SCADENZE

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.

Scadenze del mese di APRILE (n. 1 provvedimento segnalato)

Bando per l'assegnazione di contributi, in conto anno 2019, a sostegno della gestione associata di funzioni fondamentali delle Unioni di Comuni. Proroga del termine per la rendicontazione del contributo.

La Direzione della Giunta Regionale, con la D.D. 76 n. del 13.3.2020, ha prorogato al 30 aprile 2020 il termine di presentazione della rendicontazione delle spese impegnate nell’anno 2019 dalle Unioni beneficiarie dei contributi a sostegno della gestione associata di funzioni fondamentali-

La liquidazione dei contributi agli aventi diritto sarà effettuata a seguito della verifica della rendicontazione delle spese da presentarsi secondo le modalità previste dal Bando regionale approvato con D.D. N. 434 del 18.11.2019.

Scadenze del mese di GIUGNO (n. 2 provvedimento segnalati)

1) Emergenza epidemiologica da Covid-19: provvedimenti in materia di tributi regionali.

La Giunta regionale, con la D.G.R. n. 1-1153 del 23 marzo 2020, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 3 al Bollettino Ufficiale n. 13 del 26 marzo 2020,  ha ammesso al pagamento senza applicazione di sanzioni, interessi e oneri aggiuntivi di qualsiasi specie e natura i contribuenti che provvedano, purché entro il termine del 30 giugno 2020, al pagamento tardivo delle tasse automobilistiche il cui pagamento, a norma dell’articolo 2, comma 2, della legge regionale 23 settembre 2003, n, 23, e successive modificazioni e integrazioni, è dovuto nei mesi di marzo, aprile e maggio 2020, fermo restando che non si fa luogo al rimborso di quanto già versato.

Sono altresì ammessi i contribuenti che hanno in corso un piano di rateizzazione concesso ai sensi della deliberazione della Giunta regionale 12 dicembre 2016, n. 2-4330, in attuazione delle disposizioni di cui all’articolo 3, commi 2 e 3, del capo I della legge regionale 5 agosto 2002, n. 20, al pagamento delle rate aventi scadenza nei mesi di marzo, aprile e maggio posticipato al ventottesimo giorno dei tre mesi successivi all’ultima scadenza prevista dal piano. 

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Bilancio, Finanze, Programmazione economico-finanziaria, Patrimonio, Sviluppo delle attività produttive e delle piccole e medie imprese (Industria, Artigianato, Imprese cooperative, Attività estrattive).

 

2) Bando pubblico e di domanda di contributo per la selezione ed il finanziamento nell'anno 2020 dei progetti di miglioramento della qualità e delle condizioni morfologiche dei corpi idrici piemontesi. Proroga dei termini per la presentazione delle istanze

La Direzione Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 130 del 2 Aprile 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 15 del 9.4.2020, ha prorogato alle ore 12.00 del 4 giugno 2020 il termine relativo alla scadenza della ricezione delle istanze, fissato al punto 8.1 (Termine per la presentazione delle domande di sostegno) di cui al bando approvato con D.D. n. 551/A1604a del 13 novembre 2019, pubblicato sul B.U.R. n. 47 del 21/11/2019, che viene pertanto modificato come riportato al presente periodo. Resta invariata la durata complessiva del procedimento, che si concluderà con la pubblicazione della graduatoria dei beneficiari dei contributi, previa approvazione con determinazione dirigenziale da parte del responsabile del procedimento entro 180 giorni dalla scadenza del termine per la presentazione delle domande.

Scadenze del mese di NOVEMBRE (n. 1 provvedimento segnalato)

Bando per la concessione dei contributi per l’adeguamento dei parchi gioco comunali alle esigenze dei bambini con disabilità. Proroga termine conclusione lavori

La Direzione Sanità e Welfare, con la D.D. 76 n. del 16.3.2020, ha prorogato di ulteriori sei mesi il termine di presentazione della rendicontazione degli interventi previsto al punto 6 del bando approvato con la D.D. n. 1602 del 20.12.2018, e precisamente fino al 6 novembre 2020, a favore dei Comuni indicati nella D.D. n. 620 del 6.5.2019, Allegato 1, che non hanno ancora concluso le opere ammesse a contributo.

Scadenze del mese di DICEMBRE (n. 1 provvedimento segnalato)

Atto di indirizzo 2018-2019 "Fondo regionale disabili di cui all'art. 35 della Legge regionale n. 34 del 22 dicembre 2008. Intervento di Politica attiva rivolto a persone disabili". Proroga del termine finale riferito alla misura a) "Indennità di partecipazione/borse lavoro per l'attivazione di tirocini"

La Giunta regionale, con la D.G.R. n. 21-1073 del 28.2.2020, ha stabilito, a parziale modifica dell’Atto di indirizzo 2018-2019 "Fondo regionale disabili di cui all'art. 35 della Legge regionale n. 34 del 22 dicembre 2008. Intervento di Politica attiva rivolto a persone disabili", allegato alla D.G.R. del 13 aprile 2018, n. 26-6749, di prorogare per la misura a) “Indennità di partecipazione/borse lavoro per l’attivazione di tirocini” il termine finale fino alla data del 31 dicembre 2020.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Diritto allo studio universitario – Direzione Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Piemonte

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco, Marco Puxeddu
Telefono
0114326058 - 0114325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it