Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 10 del 21 marzo 2019

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti

Questa settimana in copertina*: Ovada (AL). Via Cairoli.

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate settimanalmente sono fornite dai Comuni del Piemonte.

IN PRIMO PIANO

Le decisioni della Giunta regionale

Infrastrutture e rifiuti sono stati i principali argomenti esaminati il 15 marzo dalla Giunta regionale nel corso di una riunione coordinata dal vicepresidente Aldo Reschigna.

Infrastrutture

E’ stato approvata, su proposta dell’assessore Balocco, la Convenzione e il Piano d’investimento di 25 milioni di euro per la messa in sicurezza dei versanti lungo l’asse viario della statale 34 del Lago Maggiore, nel tratto da Ghiffa a Cannobio, formalizzando cosi gli impegni presi tra Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la Regione Piemonte, per assicurare gli interventi di adeguamento e manutenzione straordinaria della rete stradale.

Rifiuti

Una delibera, presentata dall’assessore Valmaggia approva il regolamento che disciplina la dichiarazione annuale e i relativi versamenti effettuati per il deposito in discarica dei rifiuti solidi urbani, che derivano principalmente dalle costruzioni.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Gestione ecosostenibile delle erbe infestanti in ambito urbano

La gestione ecosostenibile delle erbe infestanti in ambito urbano ha ricadute importantissime nella vita quotidiana dei cittadini. E’ una sfida che la Regione Piemonte, insieme alla Fondazione per la Ricerca e l’Innovazione in Agricoltura Agrion, ha voluto cogliere per provare a dare risposte concrete, indirizzate soprattutto agli enti locali piemontesi che sono più interessati dalla gestione operativa delle aree verdi urbane.

Le aree verdi extra agricole rappresentano il 17% del territorio nazionale, una percentuale significativa se si pensa che i terreni agricoli rappresentano invece il 44% del territorio nazionale. Ogni cittadino ha a disposizione in media 33 mq di aree verdi, occorre dunque immaginare e programmare una gestione di questi spazi che sia sempre più ecosostenibile, libera dall’uso di prodotti fitosanitari impattanti e altre sostanze potenzialmente dannose per la salute.

Al convegno che si è tenuto a Torino il 18 marzo, al Circolo dei Lettori, organizzato dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Piemonte, insieme ad Agrion, sono stati presentati i primi risultati ottenuti da sperimentazioni portate avanti in alcune aree urbane piemontesi. Sperimentazioni che hanno visto l’impiego di tecniche innovative, senza l’utilizzo di glifosate, e che hanno permesso di verificare l’efficacia di tecniche alternative a quelle attualmente impiegate quali il pirodiserbo, il vapore, e sostanze attive a basso impatto ambientale (es.acido pelargonico).

“E’ davvero importante occuparsi degli spazi verdi da un punto di vista di gestione ecosostenible - spiega l’assessore regionale all’Agricoltura, Giorgio Ferrero. Spesso le aree verdi urbane vengono sottovalutate in termini di impatto complessivo sul territorio nazionale e invece i dati ci dicono che sono aree che meritano una riflessione importante in merito alla loro gestione. Si tratta inoltre di spazi che sono a stretto contatto con i cittadini nella vita quotidiana e dunque è necessario pensare e programmare modalità di gestione nuove, diverse, che guardino a una ecocompatibilità complessiva sui territori. Le sperimentazioni che Agrion ha portato avanti nei mesi scorsi ci permettono dunque di avere basi concrete da cui partire per riflessioni condivise sul futuro della gestione delle aree verdi. Le sperimentazioni sono servite per capire quali metodologie è possibile portare avanti per una gestione libera da prodotti fitosanitari impattanti. Lanceremo queste nuove modalità e chiederemo ad alcuni Comuni piemontesi di seguire queste nuove tecniche, aiutandoli e assistendoli nell’avvio dei processi”.

“Quando si parla di sostenibilità ambientale si deve iniziare a pensare anche a una migliore gestione del verde pubblico - spiega il presidente della Fondazione Agrion, Giacomo Ballari –. L’attenzione è spesso concentrata solo sull’agricoltura ma sono tantissimi gli spazi verdi che oggi vengono gestiti principalmente con impiego di pesticidi prodotti fitosanitari e che invece meriterebbero una gestione più ecosostenibile vista anche la stretta ‘vicinanza’ con i cittadini. La nostra Fondazione guarda con grande impegno all’agricoltura sostenibile e ci siamo resi conto che la sfida della gestione delle aree verdi merita una ricerca e un approfondimento altrettanto significativi. Dobbiamo arrivare ad una modalità di gestione diversa rispetto a quella attuale. Abbiamo avviato così nei mesi scorsi, in accordo con la Regione, una prima sperimentazione e oggi i dati raccolti ci permettono di dare indicazioni precise e sostenute da dati oggettivi ad altri Comuni piemontesi. E’ fondamentale la parte di ricerca e di innovazione sul campo perché solo seguendo questa strada è possibile portare metodologie nuove, sicure, concrete, da proporre fin da subito a diversi Comuni piemontesi. La Regione Piemonte si pone così, ancora una volta, all’avanguardia nella ricerca e nell’innovazione in agricoltura, e in particolare per la gestione degli spazi verdi pubblici urbani”.

Il prossimo passo da parte della Regione Piemonte sarà di diffondere queste nuove modalità proponendo ad alcuni Comuni piemontesi di sperimentare le nuove tecniche per il contenimento delle erbe infestanti, sotto la guida di Agrion, e con la supervisione della struttura di coordinamento regionale del PAN, rappresentata dal Settore Fitosanitario e Servizi Tecnico-scientifici.

In allegato la sintesi della ricerca condotta dalla Fondazione Agrion

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte. 

  ATTI DELLO STATO

Delibera del Consiglio dei Ministri 7 marzo 2019

E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 63 del 15.3.2019 la Delibera del Consiglio dei Ministri 7 marzo 2019:

Proroga dello stato di emergenza in relazione alla crisi di approvvigionamento idrico ad uso idropotabile nei territori della Citta' metropolitana di Torino e delle Province di Alessandria, di Asti, di Biella, di Cuneo e di Vercelli, i cui comuni appartengono agli ATO 2, 3, 4 e 6.

DECRETI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

Decreto del Presidente della Giunta regionale 18 marzo, n. 3/R

E’ stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 3 al Bollettino Ufficiale n. 12 del 21.3.2019 il Decreto del Presidente della Giunta regionale 18 marzo, n. 3/R:

Regolamento regionale recante: ”Disciplina degli adempimenti in materia di tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti (articoli 15, comma 3 e 16 della legge regionale 10 gennaio 2018, n. 1)”

CIRCOLARI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 

Circolare del Presidente della Giunta regionale 18 marzo 2019, n. 3/PSF

E’ stata pubblicata sul Supplemento n. 1 al Bollettino Ufficiale n. 12 del 21.3.2019 la Circolare del Presidente della Giunta regionale 18 marzo 2019, n. 3/PSF:

L.R. n. 19/2018 e L.R. 3/2010. Assegnazioni alloggi di edilizia sociale. Indirizzi.

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un puro strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip. 

Prezzi di riferimento per opere e lavori pubblici nella Regione Piemonte. Prezzario Regione Piemonte 2019. Adozione e pubblicazione

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 20-8547 del 15.3.2019 pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 12 del 21.3.2019, ha adottato, ai sensi del D.Lgs. 50/2016 e della L.R. 18/1984, i prezzi di riferimento per opere e lavori pubblici nella Regione Piemonte, "Edizione 2019", di cui al documento "Prezzi di riferimento per opere e lavori pubblici nella Regione Piemonte – Prezzario Regione Piemonte 2019", allegato alla presente deliberazione, per farne parte integrante e sostanziale e che si articola in “Allegato A”, contenente la nota metodologica con le modalità applicative e “Allegato B” contenente le 30 sezioni tematiche.

E’ stato stabilito, in attuazione dell'articolo 23 comma 7 del D.Lgs. 50/2016, che i prezzi unitari ufficiali di riferimento da applicare per opere e lavori pubblici da eseguirsi nel territorio regionale sono quelli contenuti nel citato elenco prezzi - Allegato B, secondo i principi generali e le modalità di applicazione riportate nell’Allegato A, in particolare per le opere oggetto di contribuzione e/o di interesse regionale, al fine di uniformare i comportamenti delle amministrazioni.

Il prezzario regionale di riferimento costituisce, ai sensi dell’articolo 23 comma 7 del D.Lgs. 50/2016, lo strumento attraverso il quale procedere alla quantificazione definitiva del limite di spesa per la realizzazione degli appalti e delle concessioni di lavori nonché per i servizi, quale garanzia della congruità dei prezzi utilizzati.

E’ demandata alla Direzione regionale Opere Pubbliche, Difesa del Suolo, Montagna, Foreste, Protezione civile, Trasporti e Logistica - Settore Infrastrutture e Pronto Intervento, la più ampia diffusione del prezzario regionale, nel rispetto del principio di trasparenza, in forma gratuita per gli operatori pubblici e privati del settore, secondo le modalità di cui al richiamato Allegato A.

E’ demandata alla Direzione Opere Pubbliche, Difesa del suolo, Montagna, Foreste, Protezione civile, Trasporti e Logistica - Settore Infrastrutture e Pronto Intervento, l'adozione di provvedimenti a carattere non sostanziale eventualmente necessari per rettifiche proposte dal Tavolo Permanente di Lavoro nell’ambito della propria attività di verifica e controllo dei prezzi e delle voci.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Trasporti, Infrastrutture, OO.PP., Difesa del suolo – Direzione Coesione sociale della Regione Piemonte

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco, Marco Puxeddu
Telefono
0114326058 - 0114325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it