Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 10 del 18 marzo 2021

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Villalvernia (AL). Scuola dell'infanzia. Fotografia di Elisabetta Spotorno.

Questa settimana in copertina*: Villalvernia (AL). Scuola dell'infanzia. Fotografia di Elisabetta Spotorno.

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte.

 IN PRIMO PIANO 

Continuano gli incontri sul territorio per condividere con gli attori economici e gli enti locali le linee guida dei nuovi fondi europei e del Recovery Plan. La tappa di Cuneo di “Piemonte cuore d’Europa”

Si tratta del roadshow che la Regione ha voluto organizzare per condividere con i rappresentanti del mondo economico, sociale e degli enti locali di tutte le province i documenti di lavoro che delineano le priorità su cui concentrare le risorse in arrivo nei prossimi anni dall’Europa: dai fondi del Recovery Plan, su cui il Piemonte ha presentato un piano del valore di 13 miliardi di euro, alla prossima programmazione dei fondi europei 2021-2027, che avrà un valore di quasi 4 miliardi di euro (circa un miliardo in più rispetto al passato).

“È stata una giornata di lavoro molto importante, ricca di suggerimenti significativi”, ha commentato il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, che ha anche voluto sottolineare che “il tipico pragmatismo della Granda che non chiede sussidi, ma ha la volontà di ripartire subito e produrre lavoro e occupazione. Purtroppo questa volontà si scontra con i problemi di una provincia dimenticata per anni per quanto riguarda le infrastrutture stradali, avviate e mai ultimate, e la Asti-Cuneo è l’esempio più eclatante. Mi aspetto che il nuovo Governo renda al più presto operativo il commissario individuato per il Tenda e che superi la situazione di stallo creatasi per la variante di Demonte”. “Potremo però ripartire davvero - ha detto il presidente Cirio - quando saremo tutti vaccinati. La pandemia non ci deve fermare nel programmare la ripartenza del Piemonte e dell’Italia. Ma nulla ha senso se non ci vacciniamo, perché vincerà la sfida del futuro chi vaccinerà prima i propri cittadini. Il Piemonte è virtuoso, ai vertici nel rapporto residenti/vaccinati, ma lo fa in base alle dosi che ha. Insomma, andiamo veloci in un’Italia che però va lenta”.

Riprendendo il discorso dei fondi europei, il presidente ha precisato che “nella Granda potremo finire opere incompiute e iniziarne di nuove con regole snelle e veloci”, ha invitato a “cogliere l’opportunità di pianificare ciò che davvero serve, al di là dei colori politici, ma ascoltando tutti perché è da qui che si riparte” ed ha ricordato che “in Italia la Granda è una delle province che versa di più allo Stato e riceve di meno”.

Il presidente ha poi evidenziato come sia un momento storico per il Piemonte, perché si stanno definendo le linee di indirizzo per lo sviluppo dei prossimi 10 anni. “L’esperienza a Bruxelles - ha detto - mi ha insegnato che non bisogna limitarsi ad attendere le risorse dell’Europa, ma occorre contribuire a indirizzarle affinché possano rispondere alle reali esigenze del nostro tessuto economico e sociale basandoci su progetti già pronti e realizzabili in tempi brevi. E ringrazio la presidente della Commissione Ue, Ursula Von der Leyen, che ha incoraggiato gli Stati membri a coinvolgere le autorità regionali nella redazione e nell’attuazione dei piani di ripresa”.

La Giunta regionale ha pertanto impostato un metodo diverso, ovvero consultare il territorio.

“Abbiamo a disposizione cifre che non vedremo mai più e che ci permetteranno di favorire lo sviluppo del sistema produttivo e infrastrutturale - ha concluso Cirio -. Ma saremo competitivi solo se sapremo individuare e condividere progetti con immediate ricadute sul territorio, oltre ad investire sull’istruzione e sulla formazione professionale. Sono certo che se porteremo al presidente Draghi un documento del Piemonte, e non solo della Regione, daremo alla nostra voce più forza. Importante sarà anche poter applicare il cosiddetto ‘Modello Genova’ per le opere pubbliche, perché senza abbassare di un centimetro l’attenzione verso la legalità abbiamo bisogno di regole veloci e facili da applicare”.

Ad affiancare il presidente Cirio c’erano il vicepresidente della Regione Fabio Carosso, gli assessori Luigi Genesio Icardi e Andrea Tronzano. Tra gli intervenuti il prefetto Fabrizia Triolo, il presidente della Provincia e sindaco di Cuneo Federico Borgna, il presidente della Camera di Commercio Mauro Gola, il presidente della Fondazione CRC Giandomenico Genta, numerosi sindaci e rappresentanti delle varie categorie economiche e del sindacato, che hanno posto l’accento su argomenti come il divario di cui Cuneo ancora soffre sul piano delle infrastrutture, che penalizza l’insediamento di nuove imprese. Si è anche parlato di ampliare la rete dei centri di formazione e ricerca, di incrementare l’accompagnamento nella creazione di imprese, della necessità di formazione in settori come la meccatronica, di un turismo che deve prestare sempre più attenzione ai comparti dell’enogastronomia e dell’outdoor, dell’aumento dei distretti del commercio, della meccanizzazione dell’agricoltura, della necessità di fornire più servizi a chi resta ad abitare nelle zone marginali.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Costituto il Comitato Promotore per la candidatura ai Giochi mondiali Universitari Invernali 2025

E’ stato costituito il Comitato Promotore per la candidatura ai “Giochi mondiali Universitari Invernali 2025”, composta da Regione Piemonte, Comune di Torino, Università degli studi di Torino, Politecnico di Torino, Università del Piemonte Orientale, Centro Universitario Sportivo Torinese, Cusi Piemonte, Edisu. Alla presidenza del Comitato è stato nominato l’assessore regionale allo Sport Fabrizio Ricca.

“Quello di oggi è un altro passaggio importante di avvicinamento verso la possibilità di ospitare sul nostro territorio le Universiadi del 2025, sono onorato di ricoprire l’incarico di Presidente del Comitato - afferma l’assessore allo Sport della Regione Piemonte Fabrizio Ricca -. Sosteniamo da sempre l’importanza dei grandi eventi come volano per l’economia locale e crediamo che il Piemonte sia la regione giusta per organizzare questi giochi che porterebbero sulle nostre montagne e nelle nostre città migliaia di studenti provenienti da tutto il Mondo”.

“Siamo lieti di sostenere la candidatura di Torino per ospitare i Giochi Universitari Mondiali 2025 nella nostra Città, che ha da sempre visto accendersi la fiaccola del sapere, e che ha ospitato il maggior numero di edizioni delle Universiadi. Da sempre consideriamo lo sport quale importante strumento di universalità, uno dei concetti alla base di ogni forma di sport - afferma l’assessore allo Sport del Comune di Torino Roberto Finardi -. Vorremmo che l’edizione del 2025 tornasse, nella versione invernale, nella Città in cui Primo Nebbiolo organizzó la prima edizione estiva moderna nel 1959.”

Per Alessandro Sciretti, Presidente di Edisu Piemonte: “Questa è l'occasione giusta da cogliere per sviluppare finalmente l'edilizia universitaria e arrivare a colmare, quindi, il gap che attualmente esiste nella domanda di posti letto su tutto il territorio Piemontese, dove sono attivati corsi di laurea e di alta formazione accademica. Le Universiadi rappresentano realmente un'opportunità per questo territorio nel rendersi sempre più a vocazione universitaria".

“Un’occasione unica per lo sport universitario italiano e per il nostro territorio. Lo sport è veicolo di cultura e formazione, e l’Universiade ne è l’esempio - afferma Riccardo D’Elicio, presidente del Cus Torino -. Torino è la città dove è nata questa manifestazione nel 1959, e il numero di studenti universitari nella nostra regione potrà crescere ancora anche grazie ad eventi di questo tipo. L’Universiade sarà una bella occasione per riqualificare il nostro territorio e renderlo sempre più al servizio dei giovani”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

Rimozione amianto. Dalla Regione 802mila euro a Comuni e Atc. La Giunta regionale approva i criteri per l’assegnazione dei contributi che avverrà attraverso due bandi

Via libera dalla Giunta all’approvazione dei criteri per l’assegnazione dei contributi destinati a Comuni e Atc per le operazioni di bonifica dei manufatti contenenti amianto. Degli 802mila euro messi a disposizione dalla Regione, 500mila saranno destinati alle Agenzie Territoriali per la casa e 302mila ai Comuni.

“Un ulteriore passo avanti per bonificare altre aree di interesse pubblico e tutelare la salute pubblica – commenta l’assessore regionale all’Ambiente Matteo Marnati –. Questa resta per noi una imprescindibile priorità”.

“La Regione Piemonte con questo importante provvedimento prosegue con la sua azione di tutela della salute dei cittadini piemontesi – ribadisce il Vicepresidente e Assessore agli Enti locali, Fabio Carosso –. L’amianto rimane una ferita aperta per la nostra Regione ed è importante realizzare politiche e interventi per supportare i nostri Comuni nelle opere di bonifica”.

“La bonifica dell’amianto è un passaggio fondamentale per tutto il territorio – aggiunge l’assessore regionale al Welfare con delega alla Casa, Chiara Caucino – e per questo la Regione ha voluto offrire anche alle tre Atc presenti sul territorio il suo contributo economico. Auspico che le Agenzie Territoriali per la casa colgano appieno questa occasione”.

Con la deliberazione di Giunta si intende dare continuità al programma di risanamento del territorio piemontese. Due i bandi previsti: per quanto riguarda la concessione di contributi ai Comuni, è previsto un contributo di importo massimo pari a 50mila euro per ogni richiesta, che dovrà garantire la copertura dei costi di rimozione, trasporto e smaltimento. Si tratta di interventi di bonifica, con rimozione di coperture in cemento-amianto, su edifici di proprietà privata a seguito di ordinanze comunali cui i proprietari non hanno provveduto; attraverso l’utilizzo di questi fondi si intende pertanto supportare il Comune - al quale competerà l'azione di rivalsa per il recupero delle somme anticipate - a realizzare le operazioni di bonifica, a tutela della salute pubblica laddove vi sia presenza di manufatti contenenti amianto in stato di degrado per i quali non è stata realizzata la bonifica nonostante le ordinanze emesse a seguito delle verifiche di Asl e Arpa.

Per quanto riguarda le Agenzie Territoriali per la Casa, il contributo massimo per ogni singola richiesta sarà di 100mila euro e nella formazione della graduatoria saranno considerati prioritari gli interventi che riguardano manufatti non confinati e accessibili, e, tra questi, quelli contenenti amianto in matrice friabile. Il contributo regionale è destinato alla copertura dei costi netti di bonifica e di ripristino.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.

ATTI DELLO STATO  

Decreto-Legge 13 marzo 2021, n. 30

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 62 del 13.3.2021 il Decreto-Legge 13 marzo 2021, n. 30:

Misure urgenti per fronteggiare la diffusione del COVID-19 e interventi di sostegno per lavoratori con figli minori in didattica a distanza o in quarantena. 

Entrata in vigore del provvedimento: 13/03/2021.

Legge 12 marzo 2021, n. 29

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 61 del 12.3.2021 la Legge 12 marzo 2021, n. 29:

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 gennaio 2021, n. 2, recante ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 e di svolgimento delle elezioni per l'anno 2021.

Entrata in vigore del provvedimento: 13/03/2021.

Testo coordinato del Decreto-Legge 14 gennaio 2021, n. 2

Testo del decreto-legge 14 gennaio 2021, n. 2 (in Gazzetta Ufficiale - Serie generale - n. 10 del 14 gennaio 2021), coordinato con la legge di conversione 12 marzo 2021, n. 29, recante: «Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 e di svolgimento delle elezioni per l'anno 2021.». 

Decreto del Presidente della Repubblica 23 febbraio 2021

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 65 del 16.3.2021 il Decreto del Presidente della Repubblica 23 febbraio 2021:

Scioglimento del consiglio comunale di San Germano Vercellese e nomina del commissario straordinario. 

Decreto del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo 22 dicembre 2020, n. 192

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 66 del 17.3.2021 il Decreto del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo 22 dicembre 2020, n. 192:

Modifiche al decreto 24 dicembre 2019, n. 177, concernente i criteri e le modalità' di attribuzione e di utilizzo della Carta elettronica, prevista dall'articolo 1, comma 604, della legge 30 dicembre 2018, n. 145. 

Entrata in vigore del provvedimento: 01/04/2021.

Ordinanza del Ministero della Salute 12 marzo 2021

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 62 del 13.3.2021 l’Ordinanza del Ministero della Salute 12 marzo 2021:

Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 nella Regione Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Piemonte e Veneto. 

Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione civile 17 marzo 2021

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 66 del 17.3.2021 l’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione civile 17 marzo 2021:

Ulteriori interventi urgenti di protezione civile in relazione all'emergenza relativa al rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili. (Ordinanza n. 751). 

LEGGI REGIONALI PUBBLICATE SUL BOLLETTINO UFFICIALE

Legge regionale 12 marzo 2021 n. 6

E’ stata pubblicata sul Supplemento ordinario n. 2 al Bollettino Ufficiale n. 11 del 18 marzo 2021 la Legge regionale 12 marzo 2021 n. 6

Misure per il turismo a fronte dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.

DECRETI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE 

Decreto del Presidente della Giunta regionale 12 marzo 2021, n. 36

E’ stato pubblicato sul Supplemento ordinario n. 5 del 12 marzo 2021 al Bollettino Ufficiale n. 10 dell’11 marzo 2021 il Decreto del Presidente della Giunta regionale 12 marzo 2021, n. 36
 
Disposizioni attuative per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833, in materia di igiene e sanità pubblica. Disposizioni transitorie.

Decreto del Presidente della Giunta regionale 14 marzo 2021, n. 37

E’ stato pubblicato sul Supplemento ordinario n. 6 del 14 marzo 2021 al Bollettino Ufficiale n. 10 dell’11 marzo 2021 il Decreto del Presidente della Giunta regionale 14 marzo 2021, n. 37

Disposizioni attuative per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833, in materia di igiene e sanità pubblica.

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un puro strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip.

Approvazione del riparto dei contributi per le spese di Categoria A e C sostenute dalle Microstazioni e dalle Grandi Stazioni per la stagione sciistica 2018/2019, ai sensi della D.G.R. n. 26 - 2327 del 20.11.2020. Approvazione dei modelli di rendicontazione

La Direzione Coordinamento politiche e fondi europei, con D.D. n. 24 del 10 marzo 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 11 del 18 marzo 2021, ha approvato la definizione del riparto a favore dei soggetti di cui agli allegati A) e B) contenenti gli elenchi dei contributi ammessi al finanziamento per le spese sostenute a favore dei soggetti privati (allegato A) e delle pubbliche amministrazioni (allegato B), nei quali sono elencate le istanze giudicate idonee, con l’indicazione degli elementi di identificazione dell’istanza stessa e dell’importo del contributo concesso per ogni categoria, per un totale complessivo pari ad euro 4.900.000,00 per i soggetti privati ed euro 51.956,11 per le pubbliche amministrazioni.

E’ demandato a successivi provvedimenti attuativi il perfezionamento dell’assegnazione dei contributi a favore dei soggetti privati di cui all’Allegato A) e a favore delle pubbliche amministrazioni di cui all’Allegato B).

E’ approvato l’allegato C), contenente i “Modelli di rendicontazione 1, 2, 3, 4” relativi ai soggetti privati ed alle pubbliche amministrazioni, predisposti dalla Regione Piemonte, Direzione Coordinamento Politiche e Fondi Europei, Settore Sport e Tempo Libero.

Si darà avvio alla fase della liquidazione della spesa a seguito di presentazione dei “Modelli di rendicontazione 1, 2, 3, 4”, secondo le modalità previste dalla DGR n. 7–44 del 5.7.2019.

SCADENZE UTILI

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.

Scadenze del mese di APRILE (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Assegnazione contributi statali e regionali a sostegno della gestione associata delle funzioni fondamentali dei Comuni in conto anno 2020. Termine per le rendicontazioni.

La Direzione della Giunta regionale, con la D.D. n. 662 del 24.12.2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 1 del 7.1.2021, ha proceduto con il presente provvedimento all’assegnazione dei contributi statali e regionali a sostegno della gestione associata delle funzioni fondamentali dei Comuni in conto anno 2020.

Le somme oggetto di finanziamento, come previsto dal Bando approvato con D.D. n. 573 del 1/12/2020 dal quale discende la graduatoria, devono essere rendicontate entro il termine perentorio del 30/04/2021 esclusivamente mediante la compilazione del modello allegato al Bando stesso, pena la revoca del finanziamento.

Si darà avvio alla fase della liquidazione della spesa, oggetto di assegnazione del contributo, facente capo ad ogni avente diritto, a seguito della rendicontazione delle spese da effettuarsi secondo le modalità previste dal Bando approvato con D.D. n. 573 del 1/12/2020 di questo Settore e a condizione che sia trasmesso lo Statuto debitamente aggiornato nel quale risultino inserite le funzioni per le quali è stato richiesto il contributo.

Scadenze del mese di MAGGIO (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Programma quadriennale di finanziamento per gli anni 2017-2020 a favore dei Consorzi per la gestione dei rifiuti urbani. Proroga del termine di realizzazione degli interventi e di chiusura della seconda fase del Programma.

La Giunta Regionale, con D.G.R. n. 12-2266 del 13 Novembre 2020, ha prorogato di 6 mesi, pertanto al 31 maggio 2021, il termine del 30 novembre 2020 per la realizzazione e per il pagamento a favore di terzi delle spese degli interventi oggetto di contributo regionale nell’ambito della II^ fase del Programma quadriennale di finanziamento 2017-2020 a favore dei Consorzi per la gestione dei rifiuti urbani, approvato con D.G.R. n. 85-5516 del 3 agosto 2017, come modificata da ultimo con la deliberazione n. 31-7569 del 21 settembre 2018.

E’ stato prorogato di 6 mesi, ossia al 30 giugno 2021, il termine del 31 dicembre 2020 di chiusura del Programma di finanziamento stabilito dalla Giunta regionale con deliberazione n. 85-5516 del 3 agosto 2017, come modificata da ultimo con la deliberazione n. 31-7569 del 21 settembre 2018.

E’ stato prorogato, per effetto della proroga di cui ai punti precedenti, al 30 giugno 2021 il termine di validità degli Accordi di Programma stipulati in attuazione della D.G.R. n. 85-5516 del 3 agosto 2017, come da ultimo modificata con la deliberazione n. 31-7569 del 21 settembre 2018 e di stabilire nel 31 maggio 2021 il termine per la realizzazione degli interventi e per il pagamento delle relative spese a favore di terzi da parte dei Consorzi beneficiari del contributo regionale.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Assessorato Ambiente, Energia, Innovazione, Ricerca e connessi rapporti con Atenei e Centri di Ricerca pubblici e privati, Ricerca applicata per emergenza COVID-19 – Direzione Ambiente e Energia della Regione Piemonte.

Scadenze del mese di GIUGNO (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Programma quadriennale di finanziamento per gli anni 2017-2020 a favore dei Consorzi per la gestione dei rifiuti urbani. Proroga del termine di realizzazione degli interventi e di chiusura della seconda fase del Programma.

La Giunta Regionale, con D.G.R. n. 12-2266 del 13 Novembre 2020, ha prorogato di 6 mesi, pertanto al 31 maggio 2021, il termine del 30 novembre 2020 per la realizzazione e per il pagamento a favore di terzi delle spese degli interventi oggetto di contributo regionale nell’ambito della II^ fase del Programma quadriennale di finanziamento 2017-2020 a favore dei Consorzi per la gestione dei rifiuti urbani, approvato con D.G.R. n. 85-5516 del 3 agosto 2017, come modificata da ultimo con la deliberazione n. 31-7569 del 21 settembre 2018.

E’ stato prorogato di 6 mesi, ossia al 30 giugno 2021, il termine del 31 dicembre 2020 di chiusura del Programma di finanziamento stabilito dalla Giunta regionale con deliberazione n. 85-5516 del 3 agosto 2017, come modificata da ultimo con la deliberazione n. 31-7569 del 21 settembre 2018.

E’ stato prorogato, per effetto della proroga di cui ai punti precedenti, al 30 giugno 2021 il termine di validità degli Accordi di Programma stipulati in attuazione della D.G.R. n. 85-5516 del 3 agosto 2017, come da ultimo modificata con la deliberazione n. 31-7569 del 21 settembre 2018 e di stabilire nel 31 maggio 2021 il termine per la realizzazione degli interventi e per il pagamento delle relative spese a favore di terzi da parte dei Consorzi beneficiari del contributo regionale.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Assessorato Ambiente, Energia, Innovazione, Ricerca e connessi rapporti con Atenei e Centri di Ricerca pubblici e privati, Ricerca applicata per emergenza COVID-19 – Direzione Ambiente e Energia della Regione Piemonte.

Scadenze del mese di OTTOBRE (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Criteri per il riparto delle risorse e per la concessione di contributi per interventi di ristrutturazione e riqualificazione edifici scolastici in attuazione del programma biennale per gli investimenti di edilizia scolastica. Seconda proroga termine inizio lavori.

La Giunta Regionale, con D.G.R. n. 3-2170 del 30 Ottobre 2020, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 46 del 12 novembre 2020, ha prorogato dal 30 ottobre 2020 al 30 ottobre 2021 il termine per l’inizio lavori degli interventi finanziati di cui alla D.G.R. n. 26–7920 del 23 novembre 2018, previsto al punto 17 dell'allegato A della medesima deliberazione, come modificato con D.G.R. n. 8-508 del 15-novembre 2019.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione professionale, Diritto allo Studio universitario della Regione Piemonte. 

Scadenze ANNO 2022 - n. 2 provvedimenti segnalati

1) Commercio su area pubblica. Verifiche di regolarità contributiva e fiscale delle imprese (VARA). Differimento dei termini, di cui alla D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, per gli adempimenti dell'anno 2021 in riferimento all'annualità 2019

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 9-2864 del 12 febbraio 2021, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 07 del 18 febbraio 2021, ha disposto il differimento dei termini per gli adempimenti VARA previsti, ai sensi della D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, a carico degli operatori e dei Comuni per il corrente anno 2021 con riferimento all’annualità 2019, entro i termini, rispettivamente, del 28 febbraio e del 30 aprile 2021, alle date del 28 febbraio e del 30 aprile 2022.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Cultura, Turismo, Commercio della Regione Piemonte. 

 

2) Disposizioni per favorire la costituzione delle associazioni fondiarie e la valorizzazione dei terreni agricoli e forestali. Bando 2019: proroga dei termini di consegna dei Piani di gestione dei terreni e della rendicontazione finale del contributo.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 91 del 25 febbraio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 9 del 4 marzo 2021, ha prorogato il termine di presentazione dei Piani di gestione dei terreni al 12.03.2022 e di prorogare al 13.03.2023 la rendicontazione finale del contributo concesso con D.D. n. 99/A1615A del 12 marzo 2020.

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it