Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 1 del 13 gennaio 2022

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti
Vigliano Biellese (BI). Chiesa Santa Maria Assunta

Questa settimana in copertina*: Vigliano Biellese (BI). Chiesa Santa Maria Assunta.

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali.  La pubblicazione offre una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

* Le immagini pubblicate sono fornite dai Comuni del Piemonte.

AVVISO

31 gennaio 2022 -  Workshop "Uffici di Prossimità in Piemonte: verso un sistema territoriale diffuso" 
 
Nell'ambito del progetto nazionale PON Governance, proponiamo l'invito a partecipare al workshop "Uffici di Prossimità in Piemonte: verso un sistema territoriale diffuso" che si terrà il 31 gennaio 2022, dalle ore 10 alle ore 12.30, presso il Palazzo della Luce in via Bertola 40 a Torino.

Qualora interessati a partecipare in presenza, per motivi legati alle disposizioni Covid, si prega di comunicare il proprio nominativo al seguente indirizzo mail: autonomie.locali@regione.piemonte.it

I lavori del workshop potranno essere seguiti anche in streaming collegandosi al sito della Regione Piemonte, all'indirizzo https://www.regione.piemonte.it/web/31-gennaio-workshop-uffici-prossimita

IN PRIMO PIANO  

Da lunedì 10 gennaio anche in Piemonte il servizio ferroviario subisce ulteriori variazioni

Nel corso delle ultime settimane il numero dei contagi da Covid-19 e di persone in quarantena ha ridotto il personale a disposizione delle imprese di trasporto in Piemonte come in tutte le altre regioni italiane.

Tale situazione ha imposto una riorganizzazione temporanea dei collegamenti ferroviari regionali gestiti da Trenitalia. Inizialmente le modifiche di servizio erano previste fino alla fine del periodo delle festività; tuttavia, il continuo aumento dei contagi e il permanere delle criticità operative non permette di ritornare immediatamente al servizio completo. Pertanto, è stato predisposto un nuovo programma di interventi che sarà attivo da lunedì 10 gennaio.

Al fine di ridurre il più possibile i disagi per i viaggiatori, Trenitalia in accordo con la Regione Piemonte e l’Agenzia per la Mobilità Piemontese, ha predisposto un programma di cancellazioni pianificate, contenute il più possibile nei numeri e mirate alle fasce orarie di minore affluenza o alle corse con alternative di viaggio disponibili nell’arco di 30 minuti. In molti casi è prevista la realizzazione di corse bus sostitutive.

Gli utenti possono consultare il nuovo programma di servizio ferroviario sul sito Trenitalia nella sezione “Infomobilità”:

A supporto dei viaggiatori e per fornire le informazioni aggiornate sui servizi Trenitalia ha inoltre attivato il call center gratuito al numero 800.89.20.21.
 

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte. 

Dal PNRR quasi 162 milioni di euro per 21 Comuni del Piemonte. Finanziati 79 interventi, suddivisi in tutte le Province

Quasi 162 milioni di euro, a valere sui fondi del PNRR, per la Regione Piemonte. E’ quanto ha comunicato il Ministero dell’Interno, con una nota del 31 dicembre scorso, riconoscendo la bontà di ben 79 progettualità che i Comuni hanno presentato al bando previsto dalla legge di bilancio 2020, le cui domande scadevano il 4 giugno dello scorso anno, a sostegno di investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale.

“Sono risorse importanti che premiano, ancora una volta, la capacità progettuale dei Comuni piemontesi. Accanto alle risorse del PNRR alcuni interventi verranno cofinanziati dagli Enti locali, consentendo così di implementare e potenziare su molti interventi le risorse già messe in campo dalla Regione Piemonte - sottolinea il presidente Alberto Cirio - Complimenti ai Comuni per questo importante lavoro e perché si tratta di interventi di rilievo dedicati a scuole, edifici a destinazione culturale, impianti sportivi”.

Ecco, nel dettaglio, le risorse:
- Provincia di Alessandria € 28.203.500,00 per 11 interventi;
- Provincia di Asti € 9.999.986,00 per 4 interventi;
- Provincia di Biella € 18.424.048,00 per 13 interventi;
- Provincia di Cuneo € 15.779.722,00 per 12 interventi;
- Provincia di Novara € 24.908.187, 00 per 13 interventi;
- Città Metropolitana di Torino € 41.029.101,00 per 14 interventi;
- Provincia del Verbano-Cusio-Ossola € 19.105.933,00 per 8 interventi;
- Provincia di Vercelli € 4.400.000,00 per 4 interventi.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.  

Peste suina africana sui cinghiali. La Regione Piemonte: “Servono l'attenzione dell'Europa e una nuova legge nazionale per il contenimento della fauna selvatica”

Dalla giornata di venerdì 7 gennaio è in atto con massima attenzione un monitoraggio puntuale delle zone probabilmente coinvolte da casi su cinghiali di PSA, Peste Suina Africana, individuati tra il basso Piemonte e la Liguria.

In attesa della definizione delle aree del territorio da sottoporre a restrizioni per gestire i rischi associati alla diffusione della malattia, l'Istituto Profilattico e l'assessorato alla Sanità, supportato dall’Assessorato all'Agricoltura, si sono subito attivati per la gestione di questa emergenza.

Sono in corso continui e costanti confronti con il Ministero, che sarà prossimo ad emanare i dati ufficiali che riguardano le zone coinvolte e definire le azioni che saranno da intraprendere coinvolgendo i Comuni, le Province e anche gli Ambiti territoriali di caccia e le Aziende venatorie.

“Come in più occasioni richiesto ai Ministeri competenti dal Piemonte, insieme a tutte le altre Regioni, è necessario che le istituzioni preposte riprendano definitivamente in mano la legge 157/92 per adeguarla alle esigenze attuali con una riforma radicale della legge sulla fauna selvatica - sottolineano il presidente della Regione Alberto Cirio e l’assessore all’Agricoltura Marco Protopapa -. Con le norme attuali e la carenza di personale per il controllo non si è più in grado di contrastare il fenomeno di proliferazione dei cinghiali”.

Nel limite delle possibilità concesse, a dicembre la Giunta regionale ha adottato per la prima volta una delibera che estende la possibilità per la stagione venatoria 2021-2022 di applicare dei piani di prelievo numerico-selettivi della specie cinghiale per il periodo compreso tra il 1° ed il 31 gennaio.

“L’intensificarsi dei casi di Peste Suina Africana (PSA) in tutta Europa - aggiungono il Presidente e l’Assessore - deve aumentare l’attenzione delle istituzioni ad ogni livello, anche UE, per tutelare le produzioni zootecniche e l'economia delle nostre aziende, attivando decisioni urgenti che mettano in condizione le Regioni di poter operare su questa annosa criticità”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.  

Peste suina in Piemonte, allargata la zona infetta. L’assessore regionale alla sanità, Luigi Icardi: «massima allerta sanitaria, in settimana faremo il punto con le organizzazioni agricole» 

E’ salito complessivamente a 114 il numero dei Comuni, 78 in Piemonte e 36 in Liguria, compresi dal Ministero della Salute nella “zona infetta” da Peste Suina Africana, alla luce dei nuovi casi confermati (al momento sono quattro)  e in riferimento alle indicazioni della Commissione Europea.

I 78 Comuni piemontesi, tutti in provincia di Alessandria, sono: Cavatore, Castelnuovo Bormida, Cabella Ligure, Carrega Ligure, Francavilla Bisio, Carpeneto, Costa Vescovato, Grognardo, Orsara Bormida, Pasturana, Melazzo, Mornese, Ovada, Predosa, Lerma, Fraconalto, Rivalta Bormida, Fresonara, Malvicino, Ponzone, San Cristoforo, Sezzadio, Rocca Grimalda, Garbagna, Tassarolo, Mongiardino Ligure, Morsasco, Montaldo Bormida, Prasco, Montaldeo, Belforte Monferrato, Albera Ligure, Bosio, Cantalupo Ligure, Castelletto D'Orba, Cartosio, Acqui Terme, Arquata Scrivia, Parodi Ligure, Ricaldone, Gavi, Cremolino, Brignano-Frascata, Novi Ligure, Molare, Cassinelle, Morbello, Avolasca, Carezzano, Basaluzzo, Dernice, Trisobbio, Strevi, Sant'Agata Fossili, Pareto, Visone, Voltaggio, Tagliolo Monferrato, Casaleggio Boiro, Capriata D'Orba, Castellania, Carrosio, Cassine, Vignole Borbera, Serravalle Scrivia, Silvano D'Orba, Villalvernia, Roccaforte Ligure, Rocchetta Ligure, Sardigliano, Stazzano, Borghetto di Borbera, Grondona, Cassano Spinola, Montacuto, Gremiasco, San Sebastiano Curone e Fabbrica Curone.

«In attesa dell’ordinanza del Ministero che definirà le misure straordinarie per limitare la diffusione della malattia – osserva l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi – l’Asl di Alessandria sta chiedendo ai sindaci dei Comuni interessati di vietare sul loro territorio l’esercizio venatorio a tutte le specie, rafforzando il più possibile la sorveglianza nei confronti dei cinghiali e dei suini da allevamento. E’ stata innalzata al massimo livello di allerta la vigilanza sulle misure di biosicurezza nel settore domestico, con particolare riguardo a tutte le operazioni di trasporto e di movimentazione degli animali, di mangimi, prodotti e persone. Questa settimana incontreremo le Organizzazioni sindacali agricole per fare il punto sugli sviluppi della situazione sanitaria. Serve la collaborazione di tutti gli operatori del settore per offrire la massima protezione alla filiera produttiva del comparto suinicolo».

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.  

Protezione civile. Dalla Regione Piemonte 750 mila euro per finanziare i gruppi e le associazioni di volontariato

È di 750 mila euro il contributo stanziato in questi giorni dalla Regione Piemonte per le associazioni di volontariato e i gruppi comunali di Protezione civile. “Nonostante le difficoltà di bilancio e del periodo pandemico – sottolinea l’assessore alla Protezione civile della Regione Piemonte Marco Gabusi -, siamo riusciti negli ultimi giorni dell’anno ad approvare un sostanzioso pacchetto di contributi a favore delle associazioni di volontariato di primo livello e dei gruppi comunali/intercomunali di Protezione Civile iscritti all’elenco territoriale regionale per gli assi di intervento relativi al potenziamento della logistica e alla manutenzione delle sedi operative”.

Il contributo è suddiviso in 345 mila euro destinati a 43 associazioni e 405 mila euro a 37 Gruppi Comunali di volontariato, per un totale di 80 realtà legate alla Protezione Civile piemontese in diversi settori: dal soccorso, alle unità cinofile, ai piloti, alla Croce Rossa, alle radio emergenze e molti altri.

“Siamo felici – commentano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore Marco Gabusi - di poter dare un aiuto concreto alle numerose associazioni e ai tanti gruppi piemontesi che quotidianamente si occupano della sicurezza dei nostri territori e delle nostre comunità. È indispensabile mantenere in buona forma il nostro corpo di volontariato, che anche in questi anni di pandemia sta dando dimostrazione di grandissimo impegno e capacità anche su un fronte che è stato una novità per tutti”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.  

Qualità dell’aria in Piemonte e a Torino, miglior risultato in assoluto

Migliora, ben oltre le previsioni, la qualità dell’aria in Piemonte e a Torino: da una prima valutazione dei dati relativi al particolato PM10, misurato nel corso del 2021, si rilevano in generale concentrazioni medie annue inferiori a quelle dell’anno precedente.

“Un grande risultato - sottolineano il presidente Cirio e l’assessore all’Ambiente Marnati – che conferma il nostro impegno ma anche la bontà delle azioni messe in campo che stanno portando significativi benefici. La salute dei piemontesi è una priorità per la nostra Giunta”.

“Il dato non solo è il migliore in assoluto sulla media annuale in Piemonte da quando esistono i rilevamenti – aggiunge Marnati – ma anche il miglior dato in assoluto di sempre, così come il numero di giornate che hanno sforato i limiti di legge è il più basso in assoluto”.

“La stazione della qualità dell'aria di Arpa di Torino Rebaudengo – aggiunge il direttore generale di Arpa Piemonte, Angelo Robotto - una delle stazioni automatiche di traffico che rileva i dati peggiori del Piemonte, nel 2021 ha registrato 65 superamenti. Superiori ai 35 giorni stabiliti dalla legge, ma è il dato migliore dalla data di installazione del campionatore. Siamo passati da 94 superamenti annui nel 2014 o 118 nel 2017 a 65. E anche la media annuale ha visto un decremento importante: da 40 nel 2009 o 46 nel 2017 a 33 microgrammi al metro cubo. Dati che indicano quanto è stato fatto e quanto è migliorata la qualità dell'aria negli ultimi anni”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.  

Sicurezza del territorio. La Regione Piemonte stanzia 3 milioni per la manutenzione dei fiumi

3 milioni di euro per la realizzazione di 104 interventi di manutenzione e pulizia dei corsi d’acqua minori in tutto il Piemonte. Sono questi i numeri dell’ultima manovra del 2021 della Regione Piemonte a favore della difesa e del suolo e della sicurezza del territorio.

“Nonostante le difficoltà di bilancio – sottolineano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore alla Difesa del Suolo Marco Gabusi - abbiamo voluto mantenere l’impegno preso di mettere in sicurezza i corsi d’acqua che, a causa dei mancati interventi di manutenzione, rischiano di diventare un pericolo per il territorio in caso di maltempo. Da molti anni sentiamo le amministrazioni pubbliche lamentare, giustamente, una situazione problematica di fiumi e torrenti intasati e privi di interventi di pulizia: la Regione Piemonte vuole fare la sua parte per porre nuovamente in sicurezza il nostro sistema fluviale. Dopo aver sburocratizzato e semplificato l’asportazione di un milione di metri cubi di materiale dai fiumi principali con questo nuovo intervento intendiamo ora migliorare la condizione dei corsi d’acqua più piccoli, ma non per questo meno importanti”.

Gli interventi finanziati, che saranno finanziati tra il 2022 e il 2023, riguardano principalmente la manutenzione idraulica, la movimentazione del materiale litoide in eccesso, il ripristino delle sponde compromesse, la pulizia e il taglio della vegetazione, la sistemazione e la ricalibratura dei corsi d’acqua.

Gli interventi previsti sono 104 in tutte le province del Piemonte: 22 nell’Alessandrino con un finanziamento regionale di 445.000 euro, 20 nell’Astigiano per 345.000 euro, 10 nel Biellese per 317.240 euro, 15 nel Cuneese per 276.000 euro, 3 nel Novarese per 90.000 euro, 20 nel Torinese per 965.000 euro, 6 nel Verbano Cusio Ossola per 210.000 euro e 8 nel Vercellese per 335.000 euro.

“Si tratta – concludono il presidente Cirio e l’assessore Gabusi – di interventi essenziali per l’equilibrio del territorio, senza i quali molti corsi d’acqua diventano molto pericolosi in caso di forti piogge. Abbiamo tutti negli occhi le terribili immagini delle alluvioni con fiumi esondati che travolgono e inghiottono per sempre case e persone: una sana e costante manutenzione fluviale aiuterà senza dubbio a limitare al massimo i danni che purtroppo tutti conosciamo. La Regione Piemonte crede nella validità di un programma di manutenzione continuo e questo stanziamento di risorse è il nostro atto concreto in tale direzione”.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.  

Vigili del fuoco volontari: la Regione conclude il finanziamento di tutti i distaccamenti piemontesi, pronti 346.000 euro di contributo

La Regione Piemonte completa l’erogazione di contributi a favore degli Enti locali sede di Distaccamento dei Vigili del Fuoco Volontari del Piemonte. Una tranche da 346.000 euro andrà a favore dei Comuni di Fossano, Busca, Santena, Rivoli, Bosconero, Morozzo, Grugliasco, Cossato, Villadossola, Nizza Monferrato, Gravellona Toce, Baceno, Romagnano Sesia, Racconigi, Macugnaga, Montanaro, Santhià, Varzo, Cravagliana, Vinovo.

I Comuni riceveranno contributi regionali da 13.000 a 20.000 euro per finanziare attività di potenziamento della logistica, acquisti e manutenzione straordinaria dei mezzi e delle sedi di proprietà pubblica, interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria di mezzi e sedi.

“L’impegno condiviso di Giunta e Consiglio regionale ci ha consentito questo risultato - sottolineano l’assessore alla Protezione civile della Regione Piemonte Marco Gabusi e il consigliere regionale Paolo Ruzzola -. Abbiamo finanziato tutti i distaccamenti, ma siamo già al lavoro affinché nel 2022 ci possa essere una nuova forma di aiuto della Regione Piemonte al sistema dei Vigili del Fuoco Volontari”.

Il limite delle risorse a disposizione dei Distaccamenti volontari, dipendenti dal Ministero degli Interni, ha indotto la Regione Piemonte ad intervenire direttamente a sostegno di questa fondamentale componente con importanti risorse proprie.

“Un grazie a tutti coloro che quotidianamente si mettono al servizio dei piemontesi e che lo faranno ancora nel 2022”, concludono Gabusi e Ruzzola.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte.  

 ATTI DELLO STATO     

Testo Coordinato del Decreto-Legge 6 novembre 2021, n. 152

E’ stato pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 48 alla Gazzetta Ufficiale n. 310 del 31.12.2021 il Testo Coordinato del Decreto-Legge 6 novembre 2021, n. 152:

Testo del Decreto-Legge 6 novembre 2021, n. 152, (in Gazzetta Ufficiale - Serie generale - n. 265 del 6 novembre 2021), coordinato con la legge di conversione 29 dicembre 2021, n. 233, recante: «Disposizioni urgenti per l'attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per la prevenzione delle infiltrazioni mafiose.»

Decreto-Legge 30 dicembre 2021, n. 228

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 309 del 30.12.2021 il Decreto-Legge 30 dicembre 2021, n. 228:

Disposizioni urgenti in materia di termini legislativi. 

Entrata in vigore del provvedimento: 31/12/2021

Decreto-Legge 7 gennaio 2022, n. 1

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 4 del 7.1.2022 il Decreto-Legge 7 gennaio 2022, n. 1 (Raccolta 2022):

Misure urgenti per fronteggiare l'emergenza COVID-19, in particolare nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli istituti della formazione superiore

Entrata in vigore del provvedimento: 8/1/2022

Decreto del Ministero dell’Interno 24 dicembre 2021

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 309 del 30.12.2021 il Decreto del Ministero dell’Interno 24 dicembre 2021:

Differimento al 31 marzo 2022 del termine per la deliberazione del bilancio di previsione 2022/2024 degli enti locali

Decreto del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili 30 novembre 2021

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 2 del 4.1.2022 il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili 30 novembre 2021:

Trasferimento dei fondi ai comuni al fine di consentire l'erogazione dei servizi di trasporto scolastico in conformità alle misure di contenimento della diffusione del COVID-19

Comunicato del Ministero dell’Interno

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 4 del 7.1.2022 il Comunicato del Ministero dell’Interno:

Individuazione dei comuni beneficiari del contributo da destinare ad investimenti in progetti di rigenerazione urbana

Ordinanza del Ministero della Salute 7 gennaio 2022

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 5 dell’8.1.2022 l’Ordinanza del Ministero della Salute 7 gennaio 2022:

Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19

Ordinanza del Ministero della Salute 9 gennaio 2022

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 6 del 10.1.2022 l’Ordinanza del Ministero della Salute 9 gennaio 2022:

Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19

DECRETI DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

Decreto del Presidente della Giunta regionale 12 gennaio 2022, n. 3

E’ stato pubblicato, sul Supplemento Ordinario n. 5 al Bollettino Ufficiale n. 1 del 5 gennaio 2021, il Decreto del Presidente della Giunta regionale 12 gennaio 2022, n. 3:
 
Legge regionale 30/1982, articolo 2, comma 2. Misure di restrizione delle attività venatorie per il contenimento della Peste Suina Africana sul territorio della provincia di Alessandria

Decreto del Presidente della Giunta regionale 27 dicembre, n. 14/R

E’ stato pubblicato, sul Supplemento Ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 1 del 5 gennaio 2021, il Decreto del Presidente della Giunta regionale 27 dicembre, n. 14/R:


“Disposizioni per l’implementazione del deflusso ecologico”

 ORDINANZE COMMISSARIALI

Ordinanza commissariale n. 12/A18.000/710 del 4 Gennaio 2022

E’ stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 3 al Bollettino n. 2 del 13 Gennaio 2022 l’Ordinanza commissariale n. 12/A18.000/710 del 4 Gennaio 2022
 
Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi nei giorni 2 e 3 ottobre 2020 nel territorio della provincia di Biella, di Cuneo, di Novara, di Verbano-Cusio-Ossola e di Vercelli nella Regione Piemonte e della provincia di Imperia nella Regione Liguria e della successiva estensione al territorio della Città Metropolitana di Torino e dei comuni di Balzola, di Bozzole, di Casale Monferrato, di Frassineto Po, di Valmacca e di Villanova Monferrato (AL). Proroga scadenze O.C. 3/A18.000/710/2021 e O.C. 8/A18.000/710/2021 e definizione scadenze dello stralcio IV° al piano degli interventi di cui alla O.C. 10/A18.000/710/2021.

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE 

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un mero strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip.

Modifica del termine per la presentazione delle istanze di contributo per le attività realizzate dalle associazioni turistiche pro loco del Piemonte nell'anno 2021

La Direzione Coordinamento politiche e fondi europei – Turismo e Sport, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 52 del 30 dicembre 2021, con D.D. n. 318 del 1 dicembre 2021, ha modificato il termine di chiusura del bando “ L.R. 36/00. Assegnazione contributi alle associazioni pro loco annualità 2021” approvato con determinazione n. 307 del 26 novembre 2021; di stabilire che il nuovo termine per la presentazione delle domande di contributo a valere sul bando approvato con la sopraccitata D.D. n. 307/2021 è fissato alle ore 12 del 15/12/2021.

Partecipazione della Regione Piemonte al Bando 2021 per la concessione di contributi a Iniziative di sensibilizzazione ed educazione alla cittadinanza globale proposte da Enti Territoriali e Organizzazioni della Società Civile e soggetti senza finalità di lucro, finanziato dall’AICS. Criteri per la raccolta delle manifestazioni di interesse a partecipare in in qualità di partner. Approvazione.

La Giunta Regionale, con D.G.R n. 44-4316 del 10 dicembre 2021 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 52 del 30 dicembre 2021, ha:

     1) approvato la partecipazione della Regione Piemonte, in qualità di capofila, al "Bando 2021 per la concessione di contributi a Iniziative di sensibilizzazione ed educazione alla cittadinanza globale proposte da Enti Territoriali e Organizzazioni della Società Civile e soggetti senza finalità di lucro", finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, subordinatamente all’individuazione di partner;

    2) approvato i Criteri per la raccolta delle manifestazioni di interesse a partecipare al sopracitato Bando in qualità di partner della Regione Piemonte, allegati presente Deliberazione per farne parte integrante e sostanziale (Allegato 1 - Criteri);

    3) demandato al Dirigente del Settore relazioni internazionali e cooperazione, competente per materia, l’approvazione di un apposito Avviso per la raccolta delle suddette manifestazioni di interesse, da pubblicare sul sito della Regione Piemonte nella sezione “Bandi, Avvisi e Finanziamenti.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Bilancio, Finanze, Programmazione economico-finanziaria, Patrimonio, Sviluppo delle attività produttive e delle piccole e medie imprese (Industria, Artigianato, Imprese cooperative, Attività estrattive) della Regione Piemonte. 

Ripartizione della quota del tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti da destinare ai comuni ai sensi dell'art. 38, comma 2 bis della legge regionale 10 gennaio 2018 n. 1 - anno d'imposta 2020

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 847 del 21 dicembre 2021 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 52 del 30 dicembre 2021, ha impegnato la spesa di euro 95.424,01 sul capitolo 150504 del bilancio di previsione finanziario 2021-2023, annualità 2021, a favore di altri beneficiari plurimi (Piano dei Conti U.1.04.01.02.003), rappresentati dai comuni aventi diritto al trasferimento. E’ autorizzata la liquidazione ai comuni aventi diritto per gli importi indicati nell'allegato al provvedimento, a titolo di saldo di quanto spettante, compatibilmente con le disponibilità di cassa della Regione.

SCADENZE UTILI 

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.

Scadenze del mese di FEBBRAIO (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Commercio su area pubblica. Verifiche di regolarità contributiva e fiscale delle imprese (VARA). Differimento dei termini, di cui alla D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, per gli adempimenti dell'anno 2021 in riferimento all'annualità 2019.

La Giunta regionale, con D.G.R. n. 9-2864 del 12 febbraio 2021, pubblicata sul Supplemento ordinario n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 07 del 18 febbraio 2021, ha disposto il differimento dei termini per gli adempimenti VARA previsti, ai sensi della D.G.R. 26 luglio 2010, n. 20-380, a carico degli operatori e dei Comuni per il corrente anno 2021 con riferimento all’annualità 2019, entro i termini, rispettivamente, del 28 febbraio e del 30 aprile 2021, alle date del 28 febbraio e del 30 aprile 2022.

Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato Cultura, Turismo, Commercio della Regione Piemonte.

Scadenze del mese di MARZO (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Disposizioni per favorire la costituzione delle associazioni fondiarie e la valorizzazione dei terreni agricoli e forestali. Bando 2019: proroga dei termini di consegna dei Piani di gestione dei terreni e della rendicontazione finale del contributo.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 91 del 25 febbraio 2021, pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 9 del 4 marzo 2021, ha prorogato il termine di presentazione dei Piani di gestione dei terreni al 12.03.2022 e di prorogare al 13.03.2023 la rendicontazione finale del contributo concesso con D.D..

Scadenze del mese di MAGGIO (n. 1 provvedimento segnalato)

1) Approvazione dello schema di bando pubblico e di domanda di contributo per la selezione ed il finanziamento nell'anno 2022 dei progetti di miglioramento della qualità e delle condizioni morfologiche dei corpi idrici piemontesi.

La Direzione Ambiente, Energia e Territorio, con D.D. n. 828 del 16 dicembre 2021, pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 1 al Bollettino Ufficiale n. 51 del 23 dicembre 2021, ha approvato l’allegato schema di bando pubblico (Allegato 1) che, in ottemperanza ai criteri individuati con D.G.R. n. 38-6589 del 9 marzo 2018 ed alle indicazioni contenute nell’Allegato “Indirizzi per la selezione dei progetti anno 2022” alla D.G.R. n. 73- 4222 del 26/11/2021, specifica le condizioni e modalità di partecipazione, indica la data di scadenza per la presentazione delle domande e le cause di irricevibilità ed inammissibilità delle stesse, individua le tipologie e le condizioni tecniche degli interventi ammissibili, definisce il procedimento amministrativo, dettaglia i criteri di valutazione e ponderazione delle domande ai fini della formazione della graduatoria, stabilisce, nell’ambito delle dotazioni assegnate, le modalità di erogazione dei finanziamenti a favore dei soggetti ammessi a finanziamento; disciplina inoltre le eventuali varianti, le cause di decadenza ed il regime dei controlli da applicarsi ai progetti.

E’ concesso, ai beneficiari individuati a seguito del procedimento di selezione di cui al bando citato, un acconto che può raggiungere la misura massima del 34,48%, in conformità dello stanziamento indicato per l’anno 2022 nella D.G.R. n. 73- 4222 del 26/11/2021, ai fini di rendere disponibili le risorse necessarie all’avvio degli interventi.

E’ approvato lo schema della domanda di contributo (Allegato 2), contenente l’elenco della documentazione amministrativa e tecnica da allegare alla stessa in formato digitale.

Contatti

Riferimento
Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it