Tipologia di contenuto
Scheda informativa

Notiziario per le Amministrazioni locali n. 1 del 10 gennaio 2019

Rivolto a
Cittadini
Enti pubblici
Imprese e liberi professionisti

Immagini proposte dai Comuni del Piemonte

Fossano (CN). Panoramica.

Il Notiziario per le Amministrazioni locali pubblica settimanalmente notizie dell'attività amministrativa e istituzionale della Giunta regionale che hanno una particolare ricaduta sul sistema delle Autonomie locali. Tale pubblicazione vuole offrire una panoramica su atti normativi e amministrativi statali e regionali e iniziative di interesse per gli Enti locali del Piemonte proponendo una selezione di comunicati stampa, scadenze utili e approfondimenti su temi specifici.

AVVISO ALLE UNIONI DI COMUNI

Con D.D. n. 423 del 27.12.2018 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 2 del 10.1.2019 la Direzione Affari istituzionali e Avvocatura  ha assegnato i contributi statali e regionali a sostegno della gestione associata delle funzioni fondamentali dei Comuni in conto anno 2018.

 

IN PRIMO PIANO

Le decisioni della Giunta regionale

Riunione del 21.12.2018
Valorizzazione della ricerca pubblica, contributi per la nuova imprenditorialità, piani di contenimento dei cinghiali sono i principali argomenti esaminati il 21 dicembre 2018 dalla Giunta regionale nel corso di una riunione coordinata dal presidente Sergio Chiamparino.

Ricerca pubblica
Attivata, su proposta dell’assessore Giuseppina De Santis, una nuova misura per il trasferimento tecnologico e la valorizzazione dei risultati derivanti dalla ricerca pubblica favorendo la dimostrazione applicativa di brevetti o altro titolo di proprietà, con l’obiettivo di creare una più stretta relazione tra ricerca e applicazione. La dotazione finanziaria è di 300.000 euro ed i beneficiari saranno giovani ricercatori dipendenti di Università statali ed enti pubblici di ricerca aventi una propria unità ubicata in Piemonte.
Sono stati anche deliberati:
• la proroga al 31.3.2019 della misura del Fesr a sostegno dei programmi di sviluppo di cluster regionali in determinate aree tecnologiche e applicative e l’aumento della dotazione finanziaria da 5 a 5,65 milioni di euro;
• un incremento di 3,3 milioni di euro della misura sui contratti di insediamento per sostenere ulteriori domande di agevolazione;
• la prosecuzione dell’Agenda digitale piemontese con azioni per diffondere gli strumenti elettronici e multicanali per i servizi della Pubblica amministrazione attraverso il Nodo nazionale dei pagamenti utilizzando il sistema Piemonte-PAY;
• le modalità di attuazione del bando per la stampa di informazione periodica locale e le testate giornalistiche online, dotato di 450.000 euro.

Nuove imprese
Come proposto dall’assessora Gianna Pentenero, viene inserita all’interno del Fondo sociale europeo una misura che si avvale di 3 milioni di euro per concedere contributi a fondo perduto alle aziende e ai lavoratori autonomi costituitisi dopo la partecipazione al programma MIP-Mettersi in proprio. Lo scopo è aiutare a far fronte alle prime spese che devono essere sostenute per l’avvio dell’attività. Il contributo, la cui gestione è affidata a FinPiemonte Spa, è di 5.000 euro per le società, 3.000 per le imprese individuali, 2.000 per i lavoratori autonomi.

Cinghiali
Definite, su proposta dell’assessore Giorgio Ferrero, le indicazioni operative per l’approvazione ed esecuzione dei piani di contenimento numerico del cinghiale nei casi in cui non esistano metodi ecologici efficaci o perseguibili per tenerne sotto controllo la profilerazione. In particolare, i proprietari e i conduttori di fondi possono provvedere alla cattura o all’abbattimento degli animali se in possesso delle necessarie autorizzazioni. I piani predisposti da Province e Città metropolitana devono comprendere interventi di urgenza per garantire una tempestiva azione in caso di danneggiamenti in atto e interventi programmati per il controllo della presenza della specie sul territorio.
La Giunta ha inoltre approvato: su proposta del vicepresidente Aldo Reschigna, l’autorizzazione della cessione in proprietà a titolo oneroso all’AOU Maggiore della Carità di Novara delle aree di proprietà regionali funzionali alla realizzazione della Città della Salute e della Scienza, per un importo di 1.200.000 euro; su proposta dell’assessore Francesco Balocco:

  • l’autorizzazione alla sottoscrizione della convenzione tra Regione, Minietero dei Trasporti, Città metropolitana, Comune di Carmagnola e Società Autostrada dei Fiori per il finanziamento e la realizzazione della variante est di Carmagnola, primo lotto di adduzione all’esistente casello di Carmagnola sulla A6 Torino-Savona;
  • lo stanziamento di 250.000 euro per contribuire all’acquisto di scuolabus durante il 2019;
  • i protocolli di intesa tra Regione Piemonte, RFI, ANAS, Città Metropolitana e i Comuni interessati per la soppressione dei passaggi a Livello sulla linea Chivasso-Ivrea-Quincinetto-Aosta, che prevedono stanziamenti di 5 milioni delle Regione, 5 milioni di fondi FSC di competenza regionale, parte dei 15 milioni già inseriti nel contratto di programma di RFI per l’adeguamento e il miglioramento della linea;

su proposta dell’assessora Monica Cerutti, lo stanziamento di 1.400.000 euro per l’erogazione delle borse di studio per mobilità internazionale per l’anno accademico 2018-19; su proposta dell’assessore Giorgio Ferrero, la nuova disciplina dell’iscrizione dei vigneti nello schedario viticolo, nonché un contributo di 50.000 alle alle piccole e medie aziende agricole danneggiate dall’applicazione di misure fitosanitarie per la lotta contro il tarlo asiatico del fusto; su proposta dell’assessora Antonella Parigi, lo schema di protocollo di intesa tra la Regione Piemonte, la Provincia di Alessandria, il Comune di Novi Ligure, l’Unione dei Comuni tra il Tobbio e il Colma e il Comune di Bosio per il completamento e la gestione del Centro di documentazione della Benedicta, al quale la Regione contribuisce con 500.000 euro; uno stanziamento di 314.668 euro per la messa in sicurezza di alcuni impianti per gli sport invernali (revisione generale della seggiovia di FrabosaSki, revisione quinquennale della seggiovia biposto di Rimasco-Pian della Ratta, revisione generale per proseguimento dopo scadenza di vita tecnica della seggiovia dell’Andelpan ad Argentera); su proposta dell’assessora Gianna Pentenero, uno stanziamento di 196.000 euro per la realizzazione di percorsi formativi rivolti ai docenti nelle 26 scuole Polo della formazione del Piemonte con l’obiettivo di migliorare la qualità dell’offerta formativa e lo sviluppo di competenze in materia, ad esempio, di cittadinanza attiva e democratica e di promozione ed educazione alla salute; su proposta dell’assessore Alberto Valmaggia, l’integrazione con 1,5 milioni della disponibilità finanziaria del bando per l’approvvigionamento di biomasse per la produzione di energia e per l’industria, che diventa così di 3 milioni, e la dichiarazione di notevole interesse pubblico della fascia collinare del Rione Piazza di Mondovì.
Riunione del 27.12.2018
La Giunta regionale, coordinata dal presidente Sergio Chiamparino, si è riunita il 27 dicembre per l’esame dell’ordine del giorno.

Tra le delibere approvate si segnalano: su proposta dell’assessore Giuseppina De Santis, i criteri e le modalità per la concessione ai Comuni piemontesi sprovvisti o dotati al massimo di due esercizi commerciali, tramite la partecipazione ad un bando di prossima emanazione, di complessivi 700.000 euro per realizzare interventi utili alla sistemazione di gruppi di posteggio su area pubblica; sempre su proposta dell’assessore Giuseppina De Santis, la revisione periodica del Piano di razionalizzazione delle società partecipate; su proposta dell’assessore Antonio Saitta, la destinazione dell’utile di esercizio 2017 dell’Asl Alessandria per il finanziamento degli investimenti aziendali e nello specifico 648.000 euro per i lavori di ristrutturazione dell’Hospice di Casale Monferrato.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

Al via da lunedì 7 gennaio il servizio ferroviario sulla tratta Saluzzo-Savigliano

Presenti alla stazione ferroviaria di Saluzzo per il taglio del nastro Francesco Balocco, Assessore ai Trasporti, Infrastrutture, Opere pubbliche, Difesa del suolo Regione Piemonte, Mauro Calderoni, Sindaco di Saluzzo, Giulio Ambroggio, Sindaco di Savigliano, Marco Della Monica,Direttore Regionale Trenitalia Piemonte, Filippo Catalano, Direttore Territoriale Produzione Rete Ferroviaria Italiana e Clemente Galleano Presidente Consorzio Granda Bus.

Saranno sedici i collegamenti che, su richiesta della Regione Piemonte, saranno operativi dal lunedì al venerdì con oltre 2mila posti a sedere giornalieri offerti.

L’importante impegno dell’Agenzia della Mobilità Piemontese consentirà la migliore integrazione degli orari tra i collegamenti del Servizio Ferroviario Metropolitano (SFM7) e i Regionali veloci da e per Torino, il servizio bus organizzato da Granda bus e i nuovi collegamenti Savigliano-Saluzzo.

Per far conoscere a tutti le potenzialità del nuovo orario, il servizio a Gennaio 2019 sarà gratuito grazie alla promozione della città di Saluzzo in accordo con la Regione Piemonte. Sarà sufficiente recarsi al centro servizi BusCompany di Saluzzo (via Circonvallazione 19) per ottenere gratuitamente un abbonamento mensile Granda bus valido per il mese di gennaio 2019 per la tratta Saluzzo-Savigliano che sarà valido anche sui treni della stessa tratta.

Stesso vantaggio anche per gli abbonati annuali e plurimensili (10 mesi studenti) Granda Bus Saluzzo-Savigliano che avranno la validità dei propri titoli di viaggio estesa di un mese.

Per la riattivazione della stazione di Saluzzo e il conseguente ripristino dell’offerta di trasporto ferroviario, Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) ha messo in sicurezza il fabbricato viaggiatori, ripristinato e prolungato il marciapiede a servizio dei binari 2 e 3, installato un nuovo impianto di illuminazione con tecnologia LED, nuova cartellonistica, rinnovato il terzo binario e degli scambi di stazione - attività realizzate in accordo con la Sovraintendenza - con un investimento complessivo di 240mila euro.

Per l’assessore ai Trasporti della regione Piemonte Francesco Balocco “Con la Saluzzo-Savigliano riapre la prima delle 14 linee chiuse dalla precedente amministrazione e questo è motivo di grande soddisfazione. La riattivazione è stata un processo lungo e complesso. Si tratta di un servizio integrato ferro-gomma che ne dovrà garantire la sostenibilità economica e sarà una linea sulla quale sperimentare un nuovo sistema tariffario. Dopo tante parole ora il treno c’è. Occorre lavorare tutti insieme per favorirne l’utilizzo come alternativa più sicura e veloce per il collegamento tra Savigliano e Saluzzo. La gratuità dell’abbonamento per il mese di gennaio è sicuramente un incentivo per riabituare gli utenti a questo mezzo. Nel prossimo futuro il servizio sarà potenziato. Ringrazio Granda Bus che ha saputo guardare l’interesse generale, Trenitalia, Rfi per gli indispensabili interventi eseguiti nella stazione di Saluzzo e i sindaci di Saluzzo e Savigliano per averci creduto, nonostante le difficoltà.”

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

Al via i Protocolli di intesa per la soppressione dei passaggi a livello sulla Chivasso-Aosta

Al via i Protocolli di intesa tra Regione Piemonte, RFI, ANAS, Città Metropolitana e i comuni interessati per la soppressione dei passaggi a livello sulla linea Chiasso-Ivrea-Quincinetto-Aosta. È quanto stabilito dalla Giunta Regionale nella seduta odierna. La firma dei tre distinti protocolli  tra le parti (divisi per tratte), sarà perfezionata a gennaio.

Cinque i milioni stanziati dalla Regione, da aggiungere agli ulteriori 5 milioni di fondi FSC di competenza regionale, parte dei 15 milioni già inseriti in CDP di RFI per l’adeguamento e il miglioramento della linea, sono le risorse già stanziate per l’efficientemento della Chivasso-Quincinetto-Aosta che, essendo a binario unico risulta particolarmente “sensibile” alle interferenze dei passaggi a livello.

Ulteriori risorse per la soppressione dei passaggi a livello potranno arrivare dal programma di investimento nazionale per la soppressione dei passaggi a livello, con l’obiettivo di reperire in tempi ragionevoli una parte significativa degli 89,1 milioni complessivi necessari all’eliminazione totale dei 49 attraversamenti sulla tratta di competenza Piemontese.

Il protocollo non si limita a fare un elenco dei passaggi a livello da sopprimere, ma ne incorpora i progetti di fattibilità (e in alcuni casi le progettazioni definitive), la stima dei costi e la condivisione degli interventi (pratica che ha richiesto tempo) da parte di tutti i soggetti sottoscrittori.

Il protocollo inoltre definisce le modalità oggettive di individuazione della graduatoria di priorità dei passaggi a livello da sopprimere, man mano che si renderanno disponibili le risorse nel rispetto dei seguenti criteri indicativi che consentono di definire un rapporto costi/benefici degli interventi in base alla pericolosità del passaggi a livello:
• la vicinanza a scuole, ospedali, centri sportivi o ad altri edifici sensibili;
• il contestuale utilizzo di un’opera di viabilità sostitutiva ai passaggi a livello come attraversamento pedonale ei binari;
• il cofinanziamento da parte degli enti locali.

I progetti per le opere di viabilità alternativa necessarie per la soppressione dei passaggi a livello sono in gran parte disponibili e questo consentirà di definire un cronoprogramma di interventi partendo da quelli che presentano maggiori criticità e maggior impatto sulla linea (che essendo a binario semplice risente in maniera particolare dei frequenti tallonamenti agli stessi passaggi a livello ad opera di automobilisti che non rispettano quanto previsto dal codice stradale).

In particolare con la sottoscrizione del terzo Protocollo di Intesa viene disciplinata la progettazione della variante alla SS26 in Comune di Borgofranco d’Ivrea. 

Per l’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte “Per la definizione di questo protocollo si è svolto un grosso lavoro a testimonianza dell’attenzione della Regione per una linea che è strategica per la mobilità di un bacino importante di utenti. Gli interventi previsti (sottopassi e cavalcaferrovia) sono opere indispensabili per garantire affidabilità crescente e meno soggetta a fattori esterni all’infrastruttura ferroviaria e sono già stati concertati con i territori, consentendo così una velocizzazione delle successive “fasi realizzative”.

Resta il tema annoso della lunetta di Chivasso, intervento ancora previsto nel Contratto di programma di RFI ma non più finanziato, opera in carico all’Accordo di Programma Quadro della Regione Valle D’Aosta che vede la contrarietà della Regione Piemonte che chiede di valutare soluzioni alternative e di destinare le risorse inizialmente previste per ulteriori interventi di messa in sicurezza a partire proprio dalla soppressione dei passaggi a livello.  

Firmato il protocollo – ha aggiunto Balocco - sarà importante partire al più presto con la realizzazione delle prime opere di soppressione dei passaggi a livello, per dare risposte concrete alla sicurezza e all’affidabilità della linea.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

Ambiente: pubblicate le linee guida per la tariffazione puntuale dei servizi di gestione dei rifiuti urbani

La pubblicazione delle linee guida sulla tariffazione puntale dei servizi di gestione dei rifiuti urbani, approvate con deliberazione di Giunta lo scorso novembre, fa seguito all’accordo di pro­gramma del 15 dicembre 2017 tra la Regione Piemonte e alcuni consorzi della Città Metropolitana di Torino, al fine di promuovere lo sviluppo di un sistema a supporto dell'applicazione della tariffa­zione puntuale.

Quest’ultima rappresenta un’azione cardine per il raggiungimento degli obiettivi previsti dalle politiche regionali di settore, ed è pertanto indispensabile che i soggetti istituzionali coinvolti attuino azioni coordinate e integrate, con l’obiettivo comune di minimizzare la produzione dei rifiuti, in particolare quelli non inviati a riciclaggio.

“Il provvedimento nasce dalla volontà di fornire un supporto operativo alle amministrazioni co­munali e ai consorzi che possa garantire un’uniformità di applicazione della tariffa puntuale su tutto il territorio regionale – afferma l’Assessore all’ambiente della Regione Piemonte, Alberto Valmaggia – L’obiettivo ultimo è quello di agevolare l’introduzio­ne dei sistemi di tariffazione puntuale entro il 2020, assicurando un’azione sistematica sul territorio in merito alle azioni volte alla riduzione dei rifiuti e all’aumento percentuale della raccolta differenziata, così come previsti dalla pianificazione regionale”.

Le linee guida sono pubblicate al link: http://www.regione.piemonte.it/ambiente/rifiuti/index.htm

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

Nuovo Ospedale di Verduno. Chiamparino: “I lavori saranno conclusi entro due mesi”

Il presidente della Regione Sergio Chiamparino e l'assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta hanno compiuto un sopralluogo al cantiere del nuovo ospedale di Verduno insieme al direttore dell'assessorato alla Sanità Danilo Bono e ai vertici dell'Asl Cn2. Al termine del sopralluogo hanno incontrato alcuni sindaci del territorio e i rappresentanti della Fondazione Nuovo ospedale Alba-Bra.

"I lavori per la realizzazione dell'ospedale procedono e stanno ormai per concludersi, l'impresa costruttrice ha garantito che saranno finiti entro due mesi - sottolinea il presidente Chiamparino -. Si tratta di un grande traguardo che siamo prossimi a raggiungere: quattro anni e mezzo fa, quando ci siamo insediati, i lavori a Verduno erano interrotti e la precedente amministrazione aveva cancellato i finanziamenti destinati all'opera".

"L'edificio è stato completato e i piani più alti della struttura, che ospiteranno i reparti di Cardiologia e di Medicina, sono pressoché terminati anche internamente, occorre solo allestire i locali con gli arredi - aggiunge l'assessore Saitta -. A partire dai prossimi giorni saranno impiegati giornalmente fino a 400 addetti per assicurare una rapida conclusione del cantiere. Come Regione Piemonte vigileremo puntualmente affinché la scadenza fissata sia rispettata".

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

Primo incontro tra Assessore Bertschy e Assessore Balocco: rilanciare un’iniziativa comune per ridefinire l’Accordo di Programma Quadro con RFI sulla Linea Aosta-Ivrea-Chivasso-Torino

L’Assessore agli Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti della Regione autonoma Valle d’Aosta, Luigi Bertschy ha incontrato l’Assessore ai Trasporti, Infrastrutture, Opere Pubbliche, difesa del Suolo della Regione Piemonte, Francesco Balocco. Rilanciare un’iniziativa comune per ridefinire l’Accordo di Programma Quadro con RFI sulla Linea Aosta-Ivrea-Chivasso-Torino: questo è stato l’obiettivo del primo incontro che si è svolto questa mattina negli uffici dell’Assessorato piemontese.

Gli assessori regionali Bertschy e Balocco hanno condiviso un’intesa generale su contenuti comuni da risolvere quali i nodi della linea ferroviaria che collegano il capoluogo valdostano con quello piemontese, il completamento dell’elettrificazione del tratto mancante tra Ivrea e Aosta, la messa in sicurezza della tratta Chivasso-Aosta attraverso la soppressione dei passaggi a livello e la valutazione di progetti volti alla riduzione dei tempi di sosta nella stazione di Chivasso.

Questi sono i grandi temi che il tavolo tecnico e politico tra Valle d’Aosta, Piemonte e RFI dovrà affrontare nell’immediato per dare risposte concrete ai cittadini valdostani e piemontesi oltre a tutti i turisti che intendono raggiungere le due Regioni su rotaia. A tal proposito, un incontro congiunto con RFI sarà richiesto nei prossimi giorni con lettera a firma congiunta dall’Assessore Bertschy e dall’Assessore Balocco

Altro aspetto importante condiviso tra i due Assessori Bertschy e Balocco è la necessità di coordinare ulteriormente la futura offerta trasportistica tra le due Regioni, anche alla luce della gara per l’affidamento del servizio ferroviario recentemente conclusasi in Valle D’Aosta.

Oggi, abbiamo gettato le basi per cominciare a investire, in modo proficuo, sull’asse portante del nostro sistema di trasporti in Valle d’Aosta, la ferrovia. Era dunque fondamentale partire da un primo dialogo e la condivisioni di priorità che insieme al collega assessore Balocco porteremo avanti per migliorare i collegamenti ferroviari – ha dichiara l’Assessore agli Affari europei, Politiche del lavoro, Inclusione sociale e Trasporti, Luigi Bertschy.

"Lavoreremo insieme per conciliare le esigenze degli utenti piemontesi e aostani" – ha dichiarato l’Assessore ai Trasporti, Infrastrutture, Opere Pubbliche, difesa del Suolo della Regione Piemonte, Francesco Balocco soddisfatto per la sintonia con il collega.

Come da impegno assunto dal Governo regionale della Valle d’Aosta in occasione dell’ultima adunanza del Consiglio Valle, gli Assessori Bertschy e Balocco incontreranno i rappresentanti dell’Associazione Identità Comune di Chivasso.

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

Tre protocolli d’intesa per l’eliminazione dei 49 passaggi a livello della tratta piemontese Chivasso – Quincinetto, sulla linea Chivasso – Ivrea – Aosta

Firmati nella sede della Regione Piemonte, da Francesco Balocco, Assessore ai Trasporti, Infrastrutture, da Marco Marchese, Responsabile del programma Soppressione Passaggi a Livello di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), Dino Vurro, coordinatore territoriale Area Nord Ovest ANAS, Antonio Iaria, consigliere delegato Città Metropolitana e rappresentanti del Bacino Imbrifero Montano della Dora Baltea e dei Comuni interessati i tre protocolli d’intesa per l’eliminazione dei 49 passaggi a livello della tratta piemontese Chivasso – Quincinetto, sulla linea Chivasso – Ivrea – Aosta.

Si differenziano per tratte (Montanaro – Strambino che coinvolge i Comuni di Montanaro, Caluso, Candia Canavese, Mercenasco e Strambino, Ivrea – Montalto con i Comuni di Ivrea e Montalto Dora e Borgofranco – Quincinetto con i Comuni di Quassolo, Borgofranco di Ivrea, Settimo Vittone, Tavagnasco e Quincinetto) e la loro eliminazione sarà effettuata secondo una scala di priorità elaborata su un’analisi costi/benefici tenendo conto anche della pericolosità degli attraversamenti. Nello specifico è stata considerata la vicinanza a scuole, ospedali, centri sportivi o altri edifici sensibili, il contestuale utilizzo di un’opera di viabilità sostitutiva ai passaggi a livello e il cofinanziamento da parte degli Enti Locali. Questo consentirà di procedere con l’eliminazione man mano che si renderanno disponibili le risorse economiche.

Nei protocolli sono inoltre definite attività per i progetti di fattibilità, in alcuni casi le progettazioni definitive e la stima dei costi portate a termine con impegno e condivisione da parte dei 12 Comuni interessati e di tutti i soggetti sottoscrittori.

Il valore complessivo stimato per le opere ammonta a 85 milioni di Euro.

Al momento la Regione Piemonte ha messo a disposizione un finanziamento di 10 milioni di euro, di cui 5 previsti per il Fondo Sviluppo e Coesione regionale (FSC) confluiti nei 15 milioni di euro dal Contratto di Programma 2017-2021 tra RFI e Ministero Infrastrutture e Trasporti per l’adeguamento e miglioramento della linea ferroviaria a binario unico Chivasso – Ivrea – Quincinetto la cui regolarità risulta particolarmente “sensibile” alle interferenze dei passaggi a livello.

Con la stipula dei Protocolli RFI e Regione Piemonte si impegnano a reperire le ulteriori risorse necessarie, nell’ambito dei prossimi stanziamenti previsti a livello regionale e dal programma di investimento nazionale per l’eliminazione dei passaggi a livello.

Per l’Assessore Francesco Balocco “Con la firma di questo protocollo si potrà finalmente procedere alla eliminazione dei passaggi a livello su questa linea la cui affidabilità risente dei numerosi attraversamenti. Ringrazio tutti gli attori che hanno svolto il complesso lavoro che ha portato alla sua definizione, concertando gli interventi necessari e rendendo così possibile una più rapida attuazione delle fasi successive. Presto un analogo protocollo interesserà la Torino-Pinerolo ed in generale saranno affrontate con lo stesso metodo le criticità della Regione in tema di passaggi a livello.”

Questa sottoscrizione – spiega l’ing Marco Marchese - rappresenta un importante punto di partenza concreto per l’eliminazione dei passaggi a livello che permette di incrementare la regolarità della circolazione ferroviaria, aumentare gli standard di sicurezza sia delle linee che dei collegamenti cittadini migliorando la connessione tra le diverse aree urbane.”

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

Variante Nord Est di Carmagnola: approvato dalla Giunta lo schema di Convenzione

“Carmagnola finalmente avrà la sua variante Est! Con questo atto si avvia alla conclusione una vicenda ferma da quasi 20 anni.” Così l’Assessore ai trasporti della Regione Piemonte ha commentato la delibera di Giunta che autorizza la sottoscrizione della Convenzione tra Regione, MIT, Città Metropolitana , Comune di Carmagnola e Società Autostrada dei Fiori S.P.A. per il finanziamento e la realizzazione della Variante Est di carmagnola –I lotto di adduzione all’esistente Casello di Carmagnola sulla A6 Torino-Savona.

L’intervento del costo di 8,5 milioni sarà cofinaziato dalla Regione, così come richiesto dal MIT, per 500 mila euro, mentre la restante parte sarà a carico del concessionario.

L’assessore Balocco aveva chiesto al Ministero delle Infrastrutture di autorizzare il concessionario dell’Autostrada Torino-Savona a completare la progettazione della variante nord est-di Carmagnola, già sviluppata dall’allora provincia di Torino, al fine di collegare l’attuale casello con la bretella realizzata da ANAS (che nel progetto originario avrebbe dovuto ricongiungersi con il nuovo casello, denominato Carmagnola Sud, ma i cui lavori non hanno mai avuto inizio) proponendo, in accordo con il Comune, una soluzione alternativa condivisa dalla Città Metropolitana di Torino e della Città di Carmagnola, e che consentirà di soddisfare e le esigenze trasportistiche ed ambientali del territorio, limitando il costo dell’investimento.

Con la firma della Convenzione potrà partire la progettazione definitiva, e a seguire le procedure autorizzative e l’appalto per l’esecuzione dei lavori del collegamento di adduzione (di 3 km circa) tra la bretella realizzata da ANAS e l’attuale casello di Carmagnola.  “Entro il 2021 - ha concluso Balocco - potranno finalmente partire i lavori.”

Notizia tratta da “Piemonte informa”, agenzia giornalistica quotidiana on line della Regione Piemonte

 ATTI DELLO STATO

Decreto-Legge 29 dicembre 2018, n. 143

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 301 del 29.12.2018 il Decreto-Legge 29 dicembre 2018, n. 143:

Disposizioni urgenti in materia di autoservizi pubblici non di linea.

Entrata in vigore del provvedimento: 30/12/2018.

 
Decreto del Presidente della Repubblica 8 novembre 2018, n. 144

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 301 del 29.12.2018 il Decreto del Presidente della Repubblica 8 novembre 2018, n. 144

Regolamento recante modifiche agli articoli 245, 247, 264 e 402 del regolamento di esecuzione e attuazione del nuovo codice della strada, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495.

Entrata in vigore del provvedimento: 01/01/2019. 

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 15 novembre 2018

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 298 del 24.12.2018 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 15 novembre 2018

Autorizzazione ad avviare procedure di reclutamento e ad assumere unita' di personale, in favore di varie amministrazioni.  

Decreto del Ministero della Giustizia 27 dicembre 2018

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 301 del 29.12.2018 il Decreto del Ministero della Giustizia 27 dicembre 2018

Aggiornamento degli importi delle sanzioni amministrative pecuniarie conseguenti a violazioni al codice della strada. 

Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 4 dicembre 2018

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 299 del 27.12.2018 il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 4 dicembre 2018

Direttive e calendario per le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati per i veicoli con massa superiore a 7,5 tonnellate - anno 2019. 

Delibera dell'Autorita' nazionale Anticorruzione 21 novembre 2018

E' stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 296 del 21.12.2018 - Supplemento Ordinario n. 58 la Delibera dell'Autorita' nazionale Anticorruzione 21 novembre 2018

Approvazione definitiva dell'Aggiornamento 2018 al Piano Nazionale Anticorruzione. (Delibera n. 1074).

Comunicato dell'Agenzia delle Entrate

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 295 del 20.12.2018 - Supplemento Ordinario n. 57 il Comunicato dell'Agenzia delle Entrate

Tabelle nazionali dei costi chilometrici di esercizio di autovetture e motocicli elaborate dall'ACI - Articolo 3, comma 1, del decreto legislativo 2 settembre 1997, n. 314. 

PROVVEDIMENTI DELL'AMMINISTRAZIONE REGIONALE

I testi dei provvedimenti qui pubblicati costituiscono un puro strumento di consultazione documentale privo di qualsiasi valore giuridico. Salvo diversa indicazione tutti i file sono pubblicati in formato Pdf oppure compressi in formato Zip.

Contributi a sostegno della gestione associata delle funzioni fondamentali dei Comuni in conto anno 2018

La Direzione Affari istituzionali e Avvocatura, con D.D. n. 423 del 27.12.2018 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 2 del 10.1.2019, ha assegnato i contributi statali e regionali a sostegno della gestione associata delle funzioni fondamentali dei Comuni in conto anno 2018.
La concessione dei contributi avviene nel rispetto delle indicazioni di cui alla DGR n. 27-7770 del 30 ottobre 2018, come integrata dalla DGR n.9-8162 del 20/12/2018 e del conseguente Bando approvato con DD n. 345 del 7 novembre 2018 del Settore Rapporti con le Autonomie locai e Polizia locale. 

POR FESR 2014-20. "Progetto di supporto a favore degli enti intermediati dalla Regione Piemonte e aderenti al sistema PiemontePAY
La Giunta regionale, con la  D.G.R. n. 23-8176 del 20.12.2018 pubblicata sul Supplemento n. 3 al Bollettino Ufficiale n. 52 del 28.12.2018, ha stabilito di proseguire con l’implementazione dell’Agenda digitale piemontese con azioni per diffondere gli strumenti di pagamenti elettronici e multicanale per i servizi della Pubblica Amministrazione piemontese (pagamenti on line, mobili tramite smartphone, ATM ecc.), consentendo alle P.A. del territorio di dotarsi di nuove modalità di rapporto con i cittadini e le imprese per tutte le problematiche di incasso e pagamento e assicurando nel contempo un coordinamento a livello nazionale della concreta attuazione ed evoluzione nel tempo del sistema, attraverso interventi rapidamente cantierabili e considerati essenziali, anche in virtù del rispetto sia degli indirizzi strategici e degli obiettivi posti dall’AgID, sia delle tempistiche e degli obblighi dettati dalla citata normativa di riferimento.
 
Ndr: per ulteriori informazioni contattare l'Assessorato alle Attività produttive (Industria, Commercio, Artigianato, Imprese cooperative, Attività estrattive), Energia, Innovazione, Ricerca e connessi rapporti con Atenei e Centri di Ricerca pubblici e privati, Rapporti con società a partecipazione regionale – Direzione Competitività del Sistema regionale della Regione Piemonte. 
Progetto formativo per operatori di Polizia locale. Approvazione avviso pubblico per manifestazione di interesse

La Direzione Affari istituzionali e Avvocatura, con D.D. n. 420 del 27.12.2018, ha approvato l’avviso pubblico per manifestazione di interesse destinato ai Comuni del Piemonte, per la realizzazione del progetto formativo per operatori di Polizia locale: “Prevenzione e contrasto al Gioco d’Azzardo patologico (GAP)” al fine di garantire l’attuazione di almeno un corso di formazione in ogni Provincia e nella Città metropolitana di Torino. 

Programma per gli investimenti di edilizia scolastica contributi per interventi di ristrutturazione e riqualificazione edifici scolastici in attuazione della L.R. n. 7-2018 - Approvazione interventi

La Direzione Coesione sociale, con D.D. n. 1591 del 20.12.2018 pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 2 del 10.1.2019, ha approvato l’elenco degli interventi selezionati per la redazione della programmazione biennale 2018-19 in attuazione della L.R. 29-giugno 2018 n. 7; la spesa complessiva di € 4.000.000,00, derivante dall’attuazione del presente provvedimento, trova copertura nel mutuo di complessivi € 83.030.000,00 autorizzato al punto 9 della DGR 5 ottobre 2018, n. 37-7662.  

SCADENZE UTILI

Si specifica che questo memorandum non ha valore legale e può non essere esaustivo di tutti i provvedimenti adottati per i quali è previsto il rispetto di un termine perentorio.

Scadenze anno 2019 (n. 2 provvedimenti segnalati)

1) Programma finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo della mobilità sostenibile nel settore delle MPMI, attraverso il rinnovo dei veicoli ad uso commerciale N1 e N2. Approvazione Bando e relativa modulistica.

La Direzione Ambiente, Governo e tutela del territorio, con D.D. n. 427 del 19.11.2018, pubblicata sul Supplemento n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 49 del 6.12.2018, ha approvato il bando relativo al Programma di finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo della mobilità sostenibile attraverso il rinnovo dei veicoli ad uso commerciale N1 e N2 per un ammontare complessivo di risorse pari ad Euro 4.000.000,00, a favore delle micro, piccole e medie imprese (MPMI); il bando, completo della relativa modulistica, è allegato al provvedimento (Allegato 1).
Le istanze di contributo da parte delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) potranno essere presentate a partire dalle ore 09.00 del 17 dicembre 2018 fino alle ore 16.00 del 16 dicembre 2019.
L’istruttoria delle istanze di contributo è effettuata da un’apposita Commissione individuata da Unioncamere Piemonte in cui un componente sarà un funzionario appartenente al settore Emissioni e Rischi Ambientali.
Sarà rinviata a successivi provvedimenti, sulla base delle risultanze istruttorie, l’individuazione delle istanze non ammissibili a contributo, l’approvazione dell’elenco delle istanze ammissibili a finanziamento e l’approvazione della graduatoria delle istanze finanziabili.
Il Bando resta aperto fino all’esaurimento delle risorse destinate al Programma, che potranno essere incrementate da eventuali ulteriori fondi, anche di provenienza statale, e comunque non oltre i 12 mesi dall’avvio, con chiusura entro il 16/12/2019.
E’ stato inoltre approvato lo schema di convenzione “Collaborazione istituzionale tra Regione Piemonte e Unioncamere Piemonte per il risanamento della qualità dell’aria attraverso un ammodernamento dei veicoli commerciali“, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, al fine di massimizzare l’efficacia e la diffusione sul territorio del Programma (Allegato 2).
Le modalità e i termini di trasferimento ad Unioncamere Piemonte delle risorse destinate alla concessione dei contributi alle MPMI sono definite nel Bando.
Le risorse destinate quale compartecipazione ai costi per la gestione del Bando saranno trasferite ad Unioncamere Piemonte, per il 40%, pari ad Euro 40.000,00, a copertura delle spese propedeutiche all’attivazione del Bando alla sottoscrizione della collaborazione istituzionale con Unioncamere Piemonte entro il 31 dicembre 2018 e per il 60%, pari ad Euro 60.000,00 a presentazione, entro il 30/06/2019, di stati di avanzamento delle attività e rendicontazione della spesa.
Si specifica infine che gli adempimenti di natura amministrativa e contabile, connessi e conseguenti al presente provvedimento, sono in capo al Dirigente del Settore Emissioni e rischi ambientali.

2) Programma di finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo della mobilità sostenibile nel settore delle micro, piccole e medie imprese, attraverso il rinnovo dei veicoli ad uso commerciale N1 e N2. Parziale modifica del Bando e relativa modulistica. (vedi D.D. 427 sopraccitata)

La Direzione Ambiente, Governo e tutela del territorio, con D.D. n. 446 del 5.12.2018, pubblicata sul Supplemento n. 4 al Bollettino Ufficiale n. 49 del 6.12.2018, in attuazione di quanto disposto dalla Giunta Regionale con D.D. n. 42-7743 del 19 ottobre 2018 e con deliberazione n. 45-7977 del 30 novembre 2018, ha approvato l’Allegato 1 (“Bando relativo al Programma di finanziamento per la concessione di contributi per lo sviluppo della mobilità sostenibile attraverso il rinnovo dei veicoli ad uso commerciale N1 e N2”) e i relativi allegati, quale parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, in sostituzione dell’Allegato 1 e suoi allegati di cui alla D.D. n. 427 del 19 novembre 2018 della Direzione Ambiente, Governo e Tutela del territorio.

 

Contatti

Riferimento
Redazione: Chiara Bellucco e Marco Puxeddu
Telefono
011/4326058 - 011/4325000
Email
notiziario@regione.piemonte.it