Regione Piemonte

PoliTo, Saracco candidato rettore

Contrario a fusione con Università,più risorse per nuovi docenti

(ANSA) - TORINO, 14 NOV - "La collaborazione con l'Università di Torino è necessaria, insieme copriamo quasi tutti i campi. Sono contrario però alla fusione". Lo ha affermato Guido Saracco, docente ordinario di Chimica del Politecnico di Torino, che ha formalizzato la candidatura a rettore. Partecipano alla corsa per la successione di Marco Gilli, che si concluderà al più tardi il 20 febbraio con l'eventuale ballottaggio, Michela Meo, attuale prorettrice e Mauro Velardocchia, ordinario di ingegneria meccanica e aerospaziale. Il periodo elettorale si aprirà il 30 novembre, il giorno dopo l'approvazione del bilancio preventivo 2018 dell'attuale rettore Gilli. Saracco, che ha presentato il suo 'Laboratorio aperto sul futuro del Politecnico di Torino', portale web per condividere il progetto, punta a reperire risorse aggiuntive, tra i 5 e i 10 milioni all'anno, da Fondazioni e non da imprese, per creare più posti di docente. Un altro obiettivo è portare da 1.300 a 1.600 euro la borsa di dottorato, come in Francia e Inghilterra.