Regione Piemonte

In questa pagina:



Usi civici

La Giunta regionale del Piemonte, data  esecutività alla L.R. 02.12.2009 n. 29- (Attribuzione di funzioni amministrative e disciplina in materia di usi civici) a far data del 1° marzo 2011, ha provveduto ad emanare la Deliberazione relativa alle procedure per le conciliazioni “D.G.R. 5-2484 del 29.07.2011 n. 29 art. 10 (conciliazioni stragiudiziali) definizione parametri economici.”.

Nelle more dell’emanazione del regolamento di attuazione previsto dalla legge in parola, in fase di stesura, si invitano gli Enti preposti, di eseguire i procedimenti di competenza secondo le indicazioni di cui alla circolare 3/FOP del 04.03.1997 (v. normativa).

Si sottolinea, comunque, l’importanza di trasmettere all’Amministrazione regionale tutta la documentazione indicata nella circolare 3FOP del 04.03.97 (in unica copia) sia per i procedimenti di competenza esclusivamente comunale che per i procedimenti e le istanze da sottoporre a questa amministrazione, al fine di consentire, tra l’altro, l’aggiornamento della banca dati e dell’archivio regionale in materia.

Per quanto riguarda le concessioni amministrative per lo svolgimento di attività diverse da quelle agro-silvo-pastorali, che prevedono MUTAMENTI DI DESTINAZIONE D’USO, ancorché sotto i dieci anni, si da atto che le stesse dovranno essere autorizzate da questa Amministrazione regionale, pertanto devono seguire l’iter procedurale indicato nella già citata circolare 3/FOP.

Moduli e schema di documento