FAQ

1)

D. Ho tre appartamenti: uno in C.so Matteotti, uno in Piazza Bengasi e uno in C.so Vittorio. Posso aprire un "case e appartamenti per vacanze"?

R. Certamente. E’ possibile avere più appartamenti ubicati in varie zone della città e aprire una C.A.V. Ovviamente presso uno di questi appartamenti dovrà essere allestita una reception per il ricevimento ospiti e la consegna delle chiavi.


2)

D. Vorrei aprire un "case e appartamenti per vacanze" e dal momento che sono proprietario dell’intera collina vorrei costruire anche degli impianti sportivi e un ristorante.

R. Mi dispiace, ma non può farlo. Nelle case e appartamenti per vacanze non vi è l’offerta di servizi centralizzati tipici delle aziende alberghiere. L’attività consiste esclusivamente nella gestione imprenditoriale di appartamenti per le vacanze da “affittare” per non più di tre mesi consecutivi.


3)

D. Ho tre appartamenti posti in un unico stabile, ma non voglio chiamare la mia struttura C.A.V. perché non mi piace. E’ una bella casa, potrei chiamarlo in un altro modo?

R. Certo, è possibile utilizzare la denominazione “residence”, quando l’attività si svolge in un complesso a corpo unico o a più corpi.


4)

D. C’è differenza tra residenza turistico alberghiera e residence?

R. Sì, c’è differenza. La residenza turistico alberghiera è un’ azienda alberghiera ed è classificata a stelle il residence è una struttura turistico ricettiva extralberghiera non classificata a stelle e non offre servizi centralizzati. Per la prima è necessaria una destinazione urbanistica dell’immobile, turistico-ricettiva, per la seconda la destinazione urbanistica è residenziale.