Regione Piemonte - Tributi regionali

In questa pagina:



Rateizzazioni degli avvisi di accertamento

La rateizzazione si può ottenere se:

  • 1 - è stato emesso un avviso di accertamento;
  • 2 - il totale da pagare riportato nell’avviso di accertamento è di almeno 120 euro;
  • 3 - il contribuente è in regola con il pagamento degli importi compresi in piani di rateizzazione precedentemente accordati.

Il numero delle rate varia in relazione all’importo totale della richiesta ma non può essere superiore a 30.
In caso di particolare disagio economico, autocertificato dal contribuente, può essere concesso un numero maggiore di rate rispetto a quelle previste ma sempre non oltre le 30 .

IMPORTO (€) N. RATE
Da 120 a 280 5
Da 280,01 a 600 10
Da 600,01 a 1260 15
Da 1260,01 a 2700 20
Oltre 2700,01 30

Per ottenere la rateizzazione occorre inviare la richiesta on-line attraverso BOLLOWEB, il servizio permette al contribuente di essere aggiornato, via e-mail o sms, sullo stato di avanzamento della richiesta.

BOLLOWEB è disponibile all’indirizzo: http://www.sistemapiemonte.it/cms/bolloweb

Se non si dispone di una connessione internet è possibile rivolgersi a un intermediario autorizzato (delegazione ACI, agenzia di pratiche auto del consorzio Sermetra o agenzia Avantgarde - v. elenco-) che presterà il proprio aiuto ai fini del completamento della pratica.
Per ogni  pratica il costo non pu˛ essere superiore a Ç 6,50 + IVA, da pagare direttamente all’intermediario (SERVIZIO DISPONIBILE DAL 16 OTTOBRE 2017). Non possono essere accettate richieste presentate o inviate in modi diversi da quelli indicati.
E’ possibile chiedere informazioni e assistenza anche agli URP della Regione (escluso Torino).

Si ricorda che la domanda di rateizzazione va presentata entro i termini di scadenza del pagamento.

La sola presentazione della domanda sospende temporaneamente il termine di pagamento fino al momento in cui si riceve risposta scritta da parte dell’Amministrazione.

Le domande presentate oltre il termine ma prima che inizi il procedimento di riscossione coattiva, saranno valutate dal dirigente del Settore ed eventualmente accolte in deroga, compatibilmente con i criteri di programmazione delle procedure di accertamento.

Se la domanda è accolta il contribuente riceverà  il prospetto di ripartizione, che contiene l'importo di ciascuna rata e le scadenze entro cui devono essere pagate, nonché i bollettini per il pagamento.

Il mancato rispetto di anche una sola scadenza di pagamento comporta l’automatica decadenza dal beneficio ed il conseguente recupero dell’intero debito residuo, anche mediante il ricorso o la riattivazione di procedure di riscossione coattiva.

Riferimenti normativi: D.G.R. N. 2-4330/2016.