Regione Piemonte - Tributi regionali

In questa pagina:



Tassa automobilistica

IRAP

TCR

IRBA

Addizionale reg. all'accisa sul gas naturale

Addizionale regionale all'Irpef

Altri Tributi

La regione WEB 2.0

Tributi regionali

News in evidenza

archivio news

12/02/2018 - Fermi amministrativi iscritti da G.E.C. S.p.A. per conto della Regione

Dal 12 febbraio 2018 i contribuenti che devono ancora pagare ingiunzioni gravate da fermi amministrativi o altri provvedimenti cautelari, iscritti negli anni fino al 2014 per conto della Regione da G.E.C. S.p.A., non devono più rivolgersi agli uffici regionali né utilizzare il conto corrente di tesoreria, ma devono rivolgersi alla SORIS S.p.A., cui è stato affidato il servizio:

 - direttamente allo sportello di via Vigone 80, Torino (dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 13:30);

- telefonando al numero 848 800 141 (da cellulare o dall’estero +39 0962 907 814);

- per posta elettronica utilizzando il modulo di contatto sul sito internet www.soris.torino.it (dalla tendina Categoria Richiesta scegliere Revoca Fermi).

18/12/2017 - Modifica del saggio di interesse legale

La misura del saggio degli interessi legali è fissata allo 0,3% in ragione d'anno, con decorrenza dal 1° gennaio 2018 (D.M. del 13/12/2017, G.U. n. 292 del 15/12/2017)

1/12/2017 – TASSA AUTOMOBILISTICA - Esenzione degli autoveicoli ibridi

La Regione Piemonte con l.r. n. 18 del 22/11/2017, in vigore dal 23/11/2017, ha approvato l’esenzione dal pagamento della tassa automobilistica per gli autoveicoli ibridi (alimentazione benzina/elettrica) per 5 anni a decorrere dalla data di immatricolazione e con potenza uguale o inferiore a 100KW.

Leggi tutto

Pertanto, a seguito di tale norma, l’esenzione decorrerà a far data dal 1° dicembre 2017 con scadenza della tassa automobilistica novembre 2018 e con termine ultimo di pagamento il 31 dicembre 2017.

A titolo puramente esplicativo:

  • un’autovettura ibrida inferiore ai 100 KW immatricolata nel mese di maggio 2015, dovrà aver pagato le scadenze aprile 2016 – aprile 2017 e aprile 2018 e beneficerà dell’esenzione per le rimanenti due scadenze aprile 2019 e aprile 2020;
  • un’autovettura ibrida inferiore ai 100KW, immatricolata a dicembre 2017, beneficerà di tutti e 5 gli anni di esenzione.

Si fa presente inoltre che, in attesa dell’aggiornamento delle procedure di pagamento, tutti i riscossori sono tenuti a non effettuare i pagamenti della tassa automobilistica inerenti agli autoveicoli ibridi esenti. Qualora si effettui erroneamente il pagamento, questo verrà rimborsato.

27/10/2017 – Chiusura definitiva dello sportello del Settore Politiche fiscali e contenzioso amministrativo

A partire dal 30 ottobre 2017 lo sportello del Settore Politiche fiscali e contenzioso amministrativo di corso Regina Margherita n. 153/b a Torino chiuderà definitivamente, a seguito della nuova gestione telematica delle istanze provenienti dai contribuenti.

12/10/2017 - INGIUNZIONI O CARTELLE DI PAGAMENTO – Che cosa fare se si ritiene di non dover pagare
Per chiedere il discarico (ovvero l’annullamento in autotutela) o di un’ingiunzione o cartella di pagamento emessa per conto dell’amministrazione regionale occorre compilare l’apposito modello DTE, esclusivamente mediante il servizio telematico disponibile all’indirizzo http://www.sistemapiemonte.it/cms/privati/...

Leggi tutto

Il servizio è soggetto ad autenticazione (occorre chiedere le credenziali di accesso seguendo le istruzioni offerte dal sistema).
Chi non dispone di una connessione internet può rivolgersi a un intermediario autorizzato (delegazione Aci, agenzia di pratiche auto aderente al consorzio Sermetra, agenzia Avantgarde), che lo aiuterà a completare e a trasmettere la pratica all’ufficio competente. Per ogni pratica il costo non può essere superiore all’importo di € 6,50 più Iva, da pagare direttamente all’intermediario. Per la compilazione e l’inoltro delle pratiche all’ufficio competente è possibile rivolgersi anche agli URP regionali, presenti in tutti i capoluoghi di provincia.
Non possono essere prese in considerazione richieste presentate in forma diversa o inviate attraverso canali diversi da quelli sopra indicati.
L’istruttoria delle domande richiede qualche tempo: la Regione risponderà comunque entro 180 giorni e nel frattempo il procedimento rimarrà sospeso. Non inviare solleciti.