Regione Piemonte

In questa pagina:



Muoversi in Piemonte


Webgis trasporti


La regione WEB 2.0


Viabilità e piste ciclabili

La rete stradale

La rete stradale piemontese è costituita da Autostrade (788 km), statali (700 km), provinciali (18.818 km) e strade urbane.
Le Autostrade sono gestite dalle Società Concessionarie, la rete di strade statali da ANAS S.p.A. e la rete provinciale dalle Province.
Dal 2001 al 2007 la Regione Piemonte ha avuto un proprio demanio stradale (ex strade statali di interesse regionale), ma dal 2008 anche le strade regionali sono state trasferite alle Province territorialmente competenti (D.G.R. 27 aprile 2007 n. 9-5791). Si ricorda che la manutenzione ordinaria e straordinaria (segnaletica, sgombro neve, sfalcio erba, buche, autorizzazioni, concessioni, ecc.) delle strade sono a carico degli Enti proprietari delle stesse (art. 14 del Codice della Strada) ed eventuali segnalazioni vanno, pertanto, inoltrate agli Enti territorialmente competenti.
La Regione Piemonte ha funzioni di programmazione, finanziamento, autorizzazione e monitoraggio degli interventi su strade di interesse regionale.
La programmazione generale nell’ambito del sistema della viabilità regionale viene attuata tramite il Piano Regionale dei Trasporti (PRT) che viene elaborato tenendo conto degli obiettivi strategici di infrastrutturazione, delle necessità di miglioramento del livello di servizio e di sicurezza della rete e dell’impatto ambientale legato alla mobilità.
Sulla base dei principi generali individuati dal PRT vengono quindi predisposti Piani Settoriali che individuano nel dettaglio la programmazione degli interventi.

Le piste ciclabili

Con legge regionale 17 aprile 1990 n° 33, la Regione concede annualmente agli Enti Locali contributi in conto capitale per la progettazione e la costruzione di piste e percorsi ciclabili che agevolino il traffico ciclistico, la relativa segnaletica e gli adeguati spazi per il parcheggio delle biciclette.
Dal 1990, anno dell’entrata in vigore della legge regionale, al 2007 la L.R. n° 33/1990 ha avuto diffusione ed applicazione su tutto il territorio piemontese e la Regione ha finanziato complessivamente n. 302 interventi fra Comuni, Province, Comunità Montane ed Enti Parco, investendo complessivamente risorse pari a € 23.569.761.

Con D.G.R. n. 22-1903 del 27.07.2015la Regione Piemonte ha approvato la Rete dei percorsi ciclabile di interesse regionale, una rete a maglia larga di ciclovie continue e sicure su tutto il territorio regionale, collegate ad analoghe infrastrutture degli Stati e Regioni Confinanti.
Nel dettaglio si riporta la Cartina con l'indicazione dei percorsi ciclabili costituenti la Rete ciclabile di interesse regionale.

Cartina dei percorsi

Un importante elemento di riconoscimento e di orientamento degli itinerari ciclabili è sicuramente la segnaletica, in modo particolare quella dedicata a itinerari che attraversano ambiti territoriali differenti per classificazione e tipologia stradale. La Regione Piemonte, al fine di introdurre un'uniformità ed omogeneità sul territorio regionale, propone una segnaletica di indicazione/direzione per gli itinerari ciclabili che rappresenta un’esemplificazione di soluzioni ritenute compatibili con le norme del Codice della Strada. Spetta all’Ente proprietario della strada, sotto propria piena responsabilità, la valutazione della presente proposta, l’autorizzazione e l’apposizione della segnaletica stradale orizzontale e verticale.

Proposta di segnaletica per la Rete ciclabile ed escursionistica della Regione Piemonte.

Con D.G.R n. 12-5648 del 25.09.2017 la Giunta regionale ha approvato il Programma annuale di attuazione del Piano regionale della sicurezza stradale, che prevede la messa in sicurezza della categoria dei ciclisti sulla rete stradale urbana ed extraurbana prevedendo il fabbisogno finanziario di € 10.000.000,00 per il Progetto "Percorsi ciclabili sicuri".

BANDO FINANZIAMENTI "PERCORSI CICLABILI SICURI"

Con DD.n. 3978 del 28.11.2017 è stato approvato il Bando, rivolto a Città metropolitana di Torino, Province e Comuni Piemontesi in forma singola o associata, per l'accesso ai finanziamenti per interventi di piste e percorsi ciclabili.

Scadenza presentazione istanza di finanziamento: ore 12 del 23 marzo 2018.

Cicloposteggi di interscambio con il trasporto pubblico

La Giunta ha approvato con D.G.R. n. 16-6611 del 16.03.2018 il documento “Cicloposteggi di interscambio con il trasporto pubblico – linee guida per la realizzazione”, redatto da Regione Piemonte, Agenzia della Mobilità Piemontese e FIAB, che costituisce uno strumento di supporto tecnico nella realizzazione e nel mantenimento dei cicloposteggi di interscambio.
Il documento individua una metodologia di lavoro che parte dall’analisi del contesto e dalla definizione dei fabbisogni per poi passare ai criteri per la progettazione dell’intervento (scelta della tipologia di struttura, ubicazione ecc..), la realizzazione dell’impianto, le modalità di esercizio, le fasi di monitoraggio e la comunicazione, rivolgendosi agli Enti locali, ai progettisti e agli operatori impegnati nella definizione o riqualificazione di un cicloposteggio.
Obiettivo quello di perseguire la combinazione fra bicicletta e trasporto pubblico negli spostamenti quotidiani, quale sistema efficiente e capillare, in grado di offrire la possibilità di muoversi rapidamente, in modo sano, rispettoso dell’ambiente ed economico.
Linee guida Cicloposteggi

 

Con D.G.R n. 42-6979 del 01.06.2018 la Giunta regionale ha approvato i criteri per la selezione delle proposte progettuali e per la redazione di un programma per la progettazione e realizzazione di interventi per la sicurezza della circolazione ciclistica cittadina, per l'importo di € 889.674,54

Bando "Programma di interventi per la sicurezza della circolazione ciclistica cittadinaBANDO PROGRAMMA DI INTERVENTI PER LA SICUREZZA DELLA CIRCOLAZIONE CICLISTICA CITTADINA

Con DD.n.1784 del 15.06.2018 è stato approvato il Bando, rivolto ai Comuni con popolazione superiore a 20.000 abitanti, per l'accesso ai finanziamenti per la realizzazione di interventi concernenti la sicurezza della circolazione ciclistica cittadina.
Scadenza presentazione istanza di finanziamento: ore 12 del 03.08.2018