Regione Piemonte - Trasporti - Servizi di trasporto pubblico

In questa pagina:



Tessera di libera circolazione

La l.r. 1/2000 ed s.m.i.>, al comma 3, prevede che gli Enti locali possano individuare eventuali beneficiari di agevolazioni tariffarie definendone le relative condizioni e modalità con oneri a carico dei propri bilanci; mentre il comma 4 sancisce che la Regione provveda per proprie finalità a quanto previsto nel comma 3, succitato, mediante apposita deliberazione della Giunta Regionale definendo criteri, modalità e risorse.

Le categorie degli aventi diritto alle agevolazioni tariffarie rispetto alle linee extraurbane di concessione regionale sono state definite con le DD. G.R. n. 58-8267 del 14 ottobre 1986, n. 38-12800 del 28 aprile 1987, n. 107-18324 del 14 settembre 1992.

A decorrere dal primo gennaio 1999, ai sensi del D.Lgs. 345/98, le funzioni amministrative relative al rilascio delle medesime sono state conferite alle Province.

Dal 2001, con la D.G.R. 1-1824 del 21 dicembre 2000, le agevolazioni si sono estese anche alle linee urbane comprese le aree conurbate ed, al contempo, sono state conferite a tutti gli Enti soggetti di delega (Province e Comuni con popolazione superiore ai 30.000 abitanti) le funzioni amministrative e finanziarie relative al rilascio delle tessere di libera circolazione, come previsto dagli stessi Accordi di Programma.

Successivamente, con la D.G.R. n. 2–8049 del 23 dicembre 2002, sono state confermate le categorie degli aventi diritto alle agevolazioni tariffarie ed è stato approvato un nuovo fac-simile di tessera.

La tessera di libera circolazione, detta comunemente “Tessera gialla”, permette ai possessori di viaggiare gratuitamente nell’ambito della regione Piemonte senza limiti di orari e di corse, su tutte le linee del TPL:

  • urbane, suburbane ed extraurbane (tram ed autobus);
  • metropolitane di Torino;
  • di treni regionali e diretti con partenza e arrivo nelle città piemontesi;
  • di treni interregionali che collegano il Piemonte con la Lombardia e la Liguria di competenza della Regione Piemonte;
  • di autobus sostitutivi, suppletivi ed integrativi di servizi ferroviari della Regione Piemonte.

La tessera di libera circolazione, detta comunemente “Tessera gialla”, permette ai possessori di viaggiare gratuitamente nell’ambito della regione Piemonte senza limiti di orari e di corse, su tutte le linee del TPL:

A partire dal 2015 la Regione Piemonte ha intrapreso, insieme alle associazioni interessate, un percorso volto a ridefinire le modalità di emissione delle tessere di libera circolazione sulle linee di trasporto pubblico regionale a favore delle persone con disabilità con l’obiettivo di individuare correttamente gli aventi titolo e di semplificare il libero accesso ai servizi regionali di trasporto pubblico in cui è in corso la transizione dai titoli di viaggio cartacei ai titoli di viaggio elettronici del sistema BIP - Biglietto Integrato Piemonte.

Pertanto, con D.G.R. n°62-1987 del 31 luglio 2015 (e successiva D.G.R. n.37-3437 del 6 giugno 2016), la Regione Piemonte ha ridefinito le caratteristiche e le modalità di emissione delle tessere di libera circolazione sulle linee di trasporto pubblico regionale a favore delle persone con disabilità (ai sensi della L.R. 1/2000 e s.m.i.).

Le nuove tessere di libera circolazione, che a partire dal 1° settembre 2016 hanno sostituito le vecchie "Tessere Gialle" cartacee (non più valide), sono smart card conformi al sistema di bigliettazione elettronica regionale BIP (Biglietto Integrato Piemonte), e consentono di semplificare l’accesso ai servizi di trasporto pubblico regionale alle persone diversamente abili.

TesseraAl momento della sostituzione o del primo rilascio la smart card BIP viene precaricata con un titolo annuale di libera circolazione, è ad uso strettamente personale ed è dotata di foto, per semplificare la verifica dell’identità del portatore da parte dei controllori, contribuendo così a tutelare la privacy degli utenti al momento dei controlli a bordo mezzo.

La D.G.R. n°62-1987 del 31/07/2015, ha inoltre disposto di verificare annualmente la permanenza dei requisiti per avere diritto al rilascio del titolo annuale di libera circolazione.  Ogni anno, prima della scadenza, viene pertanto effettuata la verifica di permanenza dei requisiti, ed in caso positivo ne viene autorizzato il rinnovo (ricarica). Le tessere con titolo non rinnovato non consentono l’accesso ai mezzi pubblici.

I titoli di viaggio annuali caricati sulle nuove tessere BIP di libera circolazione sostituite nel corso del 2016 sono prossimi alla scadenza.

Ricaricare è semplice e gratuito: i possessori delle tessere riceveranno una e-mail o una lettera con indicate nel dettaglio le procedure e le modalità di ricarica. Gli utenti dovranno seguire le indicazioni riportate sulla comunicazione e recarsi con la propria tessera BIP presso uno dei punti di ricarica attivi sul territorio regionale. La ricarica può essere effettuata anche da una persona di fiducia, senza necessità di delega scritta.

Per maggiori informazioni, visitare il sito bip.piemonte.it/liberacircolazione o contattare il Numero Verde Regionale 800.333.444.

Destinatari della tessera

Hanno diritto al rilascio della tessera di libera circolazione i residenti nella Regione Piemonte che rientrino in una delle seguenti categorie:

  • ciechi assoluti e ciechi ventesimisti, la gratuità del viaggio è consentita all'eventuale accompagnatore;
  • ipovedenti gravi (decimisti);
  • sordomuti;
  • "grandi invalidi" (invalidi: di guerra, civili di guerra e per servizio), appartenenti alle categorie dalla Iª alla IVª; a coloro che appartengono alla Iª categoria con una super invalidità è rilascia una tessera che permette la gratuità del viaggio all'eventuale accompagnatore;
  • disabili (invalidi civili e del lavoro) con una percentuale di invalidità pari/superiore al 67%; nei casi di invalidità al 100% la gratuità del viaggio è consentita anche all'eventuale accompagnatore;
  • i minori invalidi (la gratuità del viaggio è consentita anche all'eventuale accompagnatore);
  • ultra sessantacinquenni con difficoltà persistenti nello svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età che risulti dalla certificazione della Commissione Sanitaria (art. 6 del D.Lgs. 509/1988) e con una percentuale di invalidità pari/superiore al 67%. .

Con le leggi finanziarie regionali “l.r. 9 del 14 maggio 2004>”, “l. r. n. 9 del 23 aprile 2007>” e “l.r. n. 5 del 4 maggio 2012>” si sono introdotte, rispetto alla l.r. 1/2000 e s.m.i.>, nuove disposizioni in materia di libera circolazione sui servizi di TPL, su gomma e su ferro, estendendo la libera circolazione agli agenti ed ai funzionari, residenti in Piemonte e in attività di servizio, delle Forze dell’Ordine appartenenti ai Corpi di Polizia di Stato, Polizia Penitenziaria, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza1\orpo Forestale, Corpo dei Vigili del Fuoco, Polizia Locale, nonché al personale in divisa appartenente all'esercito italiano, alla marina militare ed all'aeronautica militare.

 

Treni utilizzabili con la Tessera

La Tessera di Libera Circolazione permette di viaggiare gratuitamente sui treni del Servizio Ferroviario Metropolitano e del Servizio Ferroviario Piemontese gestiti dalla Agenzia della Mobilità Piemontese,  senza limiti di orari e di corse.

Elenco completo dei treni su cui si può viaggiare con la Tessera di Libera Circolazione;

In aggiunta all’elenco pubblicato da Agenzia della Mobilità Piemontese, nella tratta Chivasso-Ivrea è possibile utilizzare tutti i treni, compresi quelli a contratto con la Valle d’Aosta.