Regione Piemonte

In questa pagina:



Gli edifici

La torre degli uffici

La Torre degli ufficiFulcro dell’intero complesso, la torre per gli uffici è stata concepita per essere un edificio di riferimento per la comunità regionale e per tutti i cittadini, in grado di dialogare con gli edifici circostanti di importanza storica per la città, il Lingotto e l’Oval e il futuro Parco della Salute, della Ricerca e dell’Innovazione di Torino.
Con 205 metri e 41 piani fuori terra, la torre è realizzata in cemento armato e vetro, ed è caratterizzata dalle più innovative tecniche di risparmio energetico e di sostenibilità ambientale.
Al suo interno verranno collocati tutti gli uffici della Regione attualmente distribuiti nelle 27 sedi del territorio cittadino, per un totale di oltre 2000 dipendenti. Sulla sommità della torre, negli ultimi due piani del grattacielo, è prevista la realizzazione di una “Casa del Piemonte”. Uno spazio verde, con un giardino a cielo aperto, alberi da frutto, possibilità di ristorazione e di osservazione del panorama, aperto a piemontesi e turisti con cadenza regolare.
Un grande corte accoglierà la base della torre ai due livelli interrati. Al piano terra la hall d’ingresso, con accesso al palazzo da via Nizza, ospiterà la reception e lo spazio espositivo della Regione.

 

Il Centro servizi

Il Centro serviziCollocato sul lato ovest della corte interrata, il centro servizi sarà collegato alla torre da un tunnel vetrato sospeso, ma avrà un accesso indipendente che ne permetterà il funzionamento separato dalle attività degli uffici.
Particolare importanza è stata attribuita anche in questo caso alla scelta delle funzioni, con l’obiettivo di dar vita ad un edificio in grado di ospitare attività collettive e di pubblico interesse e che possa diventare un motore di trasformazioni significative a livello urbano e parte integrante della vita della città.
Il centro servizi ospiterà il nuovo centro congressi della Regione Piemonte, le biblioteche del Consiglio regionale e dell’Ires ed è prevista anche l’apertura di uno sportello bancario, separato dalle attività di Tesoreria regionali. 

Il parcheggio

Il parcheggioÈ previsto   un parcheggio pubblico interrato di 38 mila metri quadrati, con una capienza di 1138 posti auto. Gli accessi al parcheggio saranno due, uno su via Farigliano, l’altro attraverso la nuova viabilità interrata che dal sottopasso del Lingotto si svilupperà in direzione nord-sud parallelamente all’Oval.