Promozione della sicurezza nelle scuole

La Scuola viene indicata, in diverse norme, atti di indirizzo e documenti, come setting ideale per la promozione della cultura della salute e della sicurezza. La strategia dell’Unione Europea per la salute e la sicurezza riconosce l’istruzione e la formazione quali fattori fondamentali per promuovere la cultura della prevenzione: l’inserimento della promozione della cultura della sicurezza nei curricoli scolastici aiuta lo studente a sviluppare conoscenze, attitudini e capacità per poter adottare e mantenere comportamenti e stili di vita sicuri nella futura vita lavorativa.
L’art. 10 del D.lgs. 81/08, Testo Unico in materia di salute e sicurezza del lavoro, prevede che le Regioni, tramite le ASL, e tra gli altri, l’INAIL, svolgano, anche mediante convenzioni, attività di informazione, assistenza, consulenza, formazione, promozione in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro.
L’art. 11 del D.lgs. 81/08 esorta l’inserimento in ogni attività scolastica di specifici percorsi formativi interdisciplinari alle diverse materie scolastiche, volti a favorire la conoscenza delle tematiche della salute e della sicurezza nel rispetto delle autonomie scolastiche.

Il Piano Nazionale della Prevenzione 2014-18, nelle strategie e obiettivi della prevenzione per contrastare gli infortuni e le malattie professionali, prevede, tra l’altro, il sostegno a programmi di integrazione della sicurezza sul lavoro nei curricula scolastici di ogni ordine e grado, valorizzando e promuovendo percorsi formativi interdisciplinari alle diverse materie scolastiche, volti a favorire la conoscenza delle tematiche della salute e della sicurezza.

Il Piano Regionale della Prevenzione 2014-2018, approvato con Deliberazione della Giunta Regionale 1513 del 3 giugno 2015, che attua a livello locale il piano nazionale, ha individuato, tra i suoi obiettivi, l’integrazione della cultura della salute e sicurezza sul lavoro nei curricula delle scuole di ogni ordine e grado e una specifica Azione 7.6.1.1 “Interventi formativi rivolti al mondo della scuola”, che prevede la realizzazione, in collaborazione tra la Direzione Sanità della Regione Piemonte, l’Ufficio scolastico regionale (MIUR), l’INAIL Piemonte e i servizi di prevenzione delle ASL piemontesi, di interventi formativi, calibrati ai tre gradi dell’obbligo scolastico e della Scuola per l’Infanzia negli anni di vigenza del Piano.

 

Documenti scaricabili

Seminari di aggiornamento per insegnanti con un ruolo nei Servizi di Prevenzione e Protezione delle scuole



Assessorato alla Sanità - C.so Regina Margherita, 153 bis - 10122 Torino
Contatti