La formazione degli RSPP e ASPP

Fra i requisiti professionali che devono possedere i responsabili e gli addetti ai servizi di prevenzione e protezione ai sensi dell’art. 32 del DLgs. 81/08, è compresa la frequenza di appositi corsi di formazione, trattati nello specifico capitolo delle Indicazioni operative per la formazione alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro di cui al DLgs 81/08 e s.m.i. al quale occorre far riferimento.

La normativa nazionale

La formazione del responsabile e dell’addetto al servizio di prevenzione e protezione dai rischi è disposta dall’art. 32 del DLgs 81/08, ai sensi del quale è stato approvato l’Accordo Stato-Regioni del 26 gennaio 2006, seguito dall’Accordo Stato-Regioni del 5 ottobre 2006.

Le procedure regionali

Le indicazioni sulle procedure definite in Piemonte per l’attuazione dei corsi per responsabili e addetti al servizio di prevenzione e protezione dai rischi sono riportate nello specifico capitolo delle Indicazioni operative per la formazione alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro di cui al DLgs 81/08 e s.m.i. al quale occorre far riferimento.
È qui riportato l’elenco dei soggetti abilitati ad erogare i corsi di formazione per responsabile e addetto al servizio di prevenzione e protezione dai rischi.

Nell’elenco sono riportati sia i soggetti formatori che devono essere autorizzati dall’apposita commissione regionale, sia quelli che non necessitano di tale autorizzazione. Le modalità per essere inseriti nell’elenco sono puntualmente descritte nelle Indicazioni operative per la formazione alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro di cui al DLgs 81/08 e s.m.i.

I modelli di attestati di frequenza che il soggetto formatore deve rilasciare ai discenti al termine del corso sono riportati negli allegati dal 4 al 6 delle Indicazioni operative per la formazione alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro di cui al DLgs 81/08 e s.m.i.

 

Ultima modifica il Venerdì, 21 Dicembre 2018 16:05
Valutazione attuale:  / 43
ScarsoOttimo