Stili di vita e promozione della salute

La promozione della salute mira a facilitare lo sviluppo delle competenze utili a esercitare un maggior controllo sulla propria salute e a migliorarla mediante interventi che sostengano le scelte favorevoli alla salute e garantiscano l’accesso alle informazioni. Tali interventi promuovono il raggiungimento di eguali opportunità e risorse per tutti i cittadini, per conseguire il massimo potenziale di salute possibile. Il concetto è stato definito compiutamente nel 1986 con la Carta di Ottawa, tuttora un importante riferimento per le politiche di promozione della salute, e ribadito dalla Carta di Bangkok (2005) che ridefinisce la promozione della salute come un “processo” per aumentare il controllo sulla propria salute e sui suoi determinanti, e dunque migliorarla, e la caratterizza come funzione centrale della sanità pubblica.

Il sistema di promozione della salute ed educazione sanitaria è una funzione trasversale che coinvolge tutti i Servizi sanitari. In ogni ASL e ASO sono presenti referenti per la promozione della salute (RePES) che, nell’ambito della Direzione integrata della Prevenzione, hanno la funzione di favorire processi di integrazione fra competenze e Servizi diversi, garantire la formazione professionale degli operatori e la realizzazione di progetti educativi fondati su evidenze di efficacia.

Il Centro regionale di documentazione per la promozione della salute (DoRS) ha il compito di documentare, valutare e valorizzare le conoscenze disponibili sugli argomenti di prevenzione e promozione della salute, ponendosi come supporto agli operatori che a vario titolo operano nel campo della prevenzione e promozione della salute. Gestisce inoltre il Sistema informativo degli interventi di prevenzione e promozione della salute (ProSa). Sul sito DoRS è possibile consultare documentazione, banche dati e aree riservate per gruppi di lavoro.