6/10/2017 Torino: ASL TO3, sopralluogo dell'assessore Saitta a Susa e Avigliana

ASL TO 3 - Si era preso questo impegno, l’Assessore Regionale alla Sanità Antonio Saitta, di effettuare un sopralluogo all’Ospedale di Susa non appena fossero stati ultimati i principali  lavori  di ristrutturazione e di riordino organizzativo interno. Così è stato: ieri il Direttore Generale dell’ASL TO3 Flavio Boraso ha organizzato la visita insieme al dirigente medico del presidio dott. Davide Minniti, in modo tale da “toccare” tutti i servizi interessati dal piano di interventi realizzati. Alla visita ha preso parte anche il sindaco di Susa Sandro Plano. Dopo la visita a Susa l’Assessore si è fermato presso il Presidio di Avigliana, dove è stato completato il cantiere di ristrutturazione e riordino funzionale e dove aveva preannunciato la visita a fine lavori fin dall’inaugurazione del nuovo CUP.

L’Ospedale di Susa, dopo anni di lavori e di spostamenti ora può dirsi ultimato, come attività, come destinazioni, come organizzazione delle professionalità dedicate. Un cantiere da 5 milioni di euro che ha comportato fra l’altro la costruzione della nuova palazzina a due piani fuori terra con 3.000 mq. disponibili, e che oggi è ultimato da tempo ma si è reso necessario recentemente necessario completare alcune specifiche aree come l’ Osservazione breve – OBI (portati da 4 a 9 posti letto dedicati) presso il Pronto Soccorso, ritoccare la nuova area della Medicina per tenerla in perfetta efficienza, completare la realizzazione della nuova Morgue, completare la messa in sicurezza  ed il condizionamento del presidio, razionalizzare l’utilizzo dell’area circostante il presidio...

Ma al di là dell’aspetto logistico ed edilizio, è stato illustrato all’Assessore Saitta il riordino funzionale e la riorganizzazione delle attività sanitarie, attraverso le quali è stato ridisegnato e consolidato il futuro dell’Ospedale nel rispetto della programmazione Nazionale, Regionale e degli accordi con le Istituzioni del territorio.

Con un intenso lavoro durato più di due anni, ora il riordino può dirsi completato: si sta parlando della messa a regime del Day Service Materno infantile che con oltre 3.500 casi già presi in carico dalla sua istituzione ad oggi, un servizio che  ha testimoniato la funzionalità di questo modello sperimentale di “Casa della Salute materno infantile”, si parla inoltre  dell’attivazione del Day Hospital e Day Service, (6 posti letto dedicati), del Servizio Week Service Chirurgico (con 6 posti letto attivi da lunedì a venerdì), del riordino organizzativo dei percorsi presso il Pronto Soccorso circostanza che ha determinato fra l’altro una significativa riduzione dei tempi di attesa, del riordino funzionale delle equipés chirurgiche, ortopediche e dedicate all’Anestesia-Rianimazione in modo integrato con l’Ospedale di Rivoli.

È noto infatti che per l’Ospedale di Susa si è potuta salvaguardare una significativa attività chirurgica anche di media intensità grazie alla creazione di equipes trasversali e multidisciplinari integrate a rete con il citato Ospedale di Rivoli (in Chirurgia, Ostetricia, Ortopedia, Anestesia...) circostanza che garantisce numericamente le casistiche operatorie necessarie e dunque la qualità degli interventi nonché la continua sinergia fra i presidi. Al riguardo vengono svolte a Susa interventi su patologie di minore gravità ma che sono le più diffuse fra la popolazione, come le colecistectomie, ernia inguinale, fratture, artroscopie...)

Sistemato il Presidio si è pure aperto l’orizzonte verso il vicino Ospedale di Briançon con il quale è in corso di sviluppo il progetto “PRO SANTE’” finanziato dall’Unione Europea che prevede una crescente cooperazione e scambi formativi e di esperienze fra i rispettivi servizi e le professionalità dedicate. Un progetto condiviso e sostenuto anche dall’Assessorato alla Sanità della Regione Piemonte.

Infine il riordino funzionale dell’Ospedale segusino è passato in questi anni anche attraverso la nomina dei Responsabili di tutte le funzioni sanitarie presenti (molti incarichi di responsabilità erano da  anni senza un titolare stabile), il mantenimento di tutti i servizi specialistici ambulatoriali e distrettuali, lo spostamento in ospedale di attività già sparse sul territorio (ad es. la medicina legale). 

Il Polo sanitario di Avigliana, struttura che rientra a pieno titolo nella rete regionale delle Case della salute, ha appena completato un cantiere da 5 milioni di euro: in passato aveva subito una battuta d’arresto a causa del fallimento della prima impresa affidataria dei lavori, tempi poi recuperati da un nuovo affidamento che, dopo un pressante e continuo monitoraggio nell’ultimo biennio da parte della Direzione e dei servizi tecnici dell’ASL ha portato alla regolare conclusione dei lavori. L’Assessore stesso aveva seguito da vicino i lavori nel loro sviluppo.

Ad Avigliana sono a regime un Centro di assistenza primaria con 10 mila accessi all’anno, un’area dedicata alla continuità assistenziale a valenza sanitaria (CAVS) che a regime prevede 16/18 posti letto, molteplici gli ambulatori specialistici, le attività distrettuali, i servizi di emergenza 118,  la prevenzione serena e lo sportello socio-sanitario. "Ringrazio l’Assessore Saitta per averci costantemente affiancati e sostenuti nel percorso di riordino e di consolidamento organizzativo di questi nostri Presidi" - ha sottolineato il Direttore Generale dell’ASL TO3 - "ciò dimostra la considerazione che la Regione Piemonte ha per il prezioso ruolo svolto da queste strutture che, non dimentichiamolo, fino a non molti anni fa parevano in parte destinate alla chiusura e in parte al ridimensionamento".

"Ho potuto constatare di persona i miglioramenti non solo strutturali ma anche da punto di vista dei servizi dell’Ospedale di Susa" - ha sottolineato l’Assessore Regionale alla Sanità Antonio Saitta "gli impegni presi dalla Giunta Regionale e dall’ASL TO3 sono stati rispettati. Mi ha fatto estremamente piacere incontrare il personale della struttura che ringrazio per la professionalità e l’impegno quotidiano".


Ufficio stampa ASL TO 3

 

Ultima modifica il Venerdì, 06 Ottobre 2017 08:34
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 


Assessorato alla Sanità - C.so Regina Margherita, 153 bis - 10122 Torino
Contatti