23/6/2016 Saitta e Ferrari replicano ad API Sanità

assistenza psichiatrica"Tariffe in aumento solo a fronte di maggiori servizi agli anziani non autosufficienti"

"Le tariffe che la Regione Piemonte riconosce alle strutture private per l’assistenza agli anziani non autosufficienti sono in linea con quelle delle altre Regioni del nord: siamo stupiti per l'attacco di API sanità contro la delibera adottata dalla Giunta regionale il 23 maggio scorso che le proroga. Stiamo lavorando con impegno alla revisione del sistema di assistenza e la proroga ha il significato di non mettere in difficoltà le famiglie proprio nella fase di transizione in cui andremo a ridiscutere con i gestori privati il modello e l'impianto dell'offerta ad una fascia di popolazione sempre più bisognosa di cure e attenzione": gli assessori regionali alle politiche sociali Augusto Ferrari e alla sanità Antonio Saitta replicano alle dichiarazioni di Antonino Gianfala, presidente di API Sanità.

"Il testo della delibera - aggiungono gli assessori - contiene l'indicazione di un piano di lavoro puntuale che accanto alla proroga delle tariffe comporta che le Direzioni Sanità e Coesione Sociale insieme completino lo studio di fattibilità per la revisione del modello di assistenza e del piano tariffario: non ci risultano aumenti del costo del lavoro per i gestori tali da giustificare questa loro presa di posizione, nè la quasi scontata minaccia di ricorsi al TAR".

"Le tariffe potranno essere in aumento solo se vedremo la disponibilità dei gestori ad aumentare la loro offerta all'utenza" concludono Saitta e Ferrari che aggiungono: "Si avvicinano i mesi estivi, dai gestori delle strutture private ci aspettiamo prima di tutto grande attenzione alla qualità dei servizi agli anziani non autosufficienti".

 

 

Ultima modifica il Martedì, 16 Agosto 2016 14:33
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 


Assessorato alla Sanità - C.so Regina Margherita, 153 bis - 10122 Torino
Contatti