06/08/2015 - La Regione Piemonte inserisce negli atti aziendali trasparenza ed anticorruzione negli appalti sanitari

direttori generali06/08/2015 - La Regione Piemonte inserisce negli atti aziendali trasparenza ed anticorruzione negli appalti sanitari

Dati nazionali elaborati da Agenas (l'agenzia nazionale del servizi sanitari) indicano che l'illegalità e la corruzione incidono nell'acquisto di beni e servizi del sistema sanitario nazionale per circa 6 miliardi di euro l'anno.

"In passato, il Piemonte ha assistito ad una serie di gravi episodi in questo campo ed il nostro impegno per evitare possano ripetersi illeciti deve essere massimo", dice l'assessore alla sanità della Regione Piemonte Antonio Saitta, che ha voluto inserire una precisa disposizione per i direttori generali delle Asl e delle Aso nelle linee guida per la redazione degli atti aziendali.


"E' una novità - aggiunge Saitta - che negli atti aziendali si ponga l'accento sulla trasparenza e l'anticorruzione negli appalti. Noi abbiamo scelto di farlo rispettando disposizioni di legge nazionali, ma anche un ordine del giorno che a fine aprile il Consiglio regionale aveva approvato all'unanimità incentrato proprio sul tema della trasparenza degli appalti e l'acquisto di beni e servizi da parte delle azienda sanitarie. Chiediamo ai nuovi direttori generali che la trasparenza diventi una caratteristica primaria dell'operato delle aziende che sono chiamati a gestire: mi aspetto che relazionino puntualmente ogni anno e che la vigilanza e la prevenzione del fenomeno sia reale".

Oggi pomeriggio le linee guida sugli atti aziendali e gli obiettivi per il 2015 sono stati illustrati ai direttori generali delle aziende sanitarie dal direttore dell'assessorato, Fulvio Moirano.

 

Ultima modifica il Venerdì, 08 Gennaio 2016 13:49
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 


Assessorato alla Sanità - C.so Regina Margherita, 153 bis - 10122 Torino
Contatti