Assistenza sanitaria ai cittadini stranieri

Un insieme di risposte per fare chiarezza sui principali dubbi in merito all'assistenza sanitaria riservata agli stranieri. Chi ha diritto all'iscrizione obbligatoria o volontaria al Sistema Sanitario Nazionale. 

I cittadini stranieri regolarmente presenti in Italia possono accedere al SSN con modalità diverse a seconda del motivo del soggiorno.

Temporaneo soggiorno (turismo, visite, affari, studio) I cittadini stranieri temporaneamente presenti per un periodo non superiore a 90 giorni possono usufruire delle prestazioni sanitarie (urgenti e di elezione) dietro pagamento delle relative tariffe regionali. Non è prevista l’iscrizione al SSN tranne che per gli studenti e le ragazze alla pari, che possono iscriversi dietro versamento di un contributo annuale (vd. Iscrizione volontaria).

Hanno diritto all’iscrizione obbligatoria al SSN i cittadini stranieri che svolgano regolari attività di lavoro subordinato o autonomo o siano iscritti nelle liste di collocamento. I permessi di soggiorno che danno diritto all’iscrizione obbligatoria al SSN sono quelli rilasciati per i seguenti  motivi: lavoro subordinato o autonomo, motivi familiari, asilo politico, asilo umanitario, richiesta di asilo, attesa adozione, affidamento, acquisto della cittadinanza. Hanno diritto all’iscrizione anche i cittadini stranieri che abbiano richiesto il rinnovo per i sopraelencati permessi di soggiorno. L’iscrizione ha la stessa durata del permesso di soggiorno.Vengono inoltre iscritti al SSN i cittadini in attesa del primo rilascio del permesso di soggiorno per lavoro subordinato o per motivi familiari. Questo tipo di iscrizione è temporanea e verrà convertita con la durata del permesso di soggiorno al  momento di presentazione dello stesso.L’iscrizione al SSN deve essere effettuata presso gli sportelli dell’ASL di residenza o domicilio effettivo.

Gli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia, per un periodo superiore a tre mesi, che non hanno diritto all’iscrizione obbligatoria, sono tenuti ad assicurarsi contro il rischio di  malattia, infortunio e maternità, mediante stipula di una polizza assicurativa privata o iscriversi volontariamente al SSN. Hanno diritto a tale tipo di iscrizione gli studenti e le persone alla pari (anche per soggiorni inferiori a tre mesi), i titolari di permesso di soggiorno per residenza elettiva, personale religioso, il personale diplomatico e consolare e tutte le altre categorie individuate per esclusione rispetto a coloro che hanno titolo all’iscrizione obbligatoria.

L’iscrizione volontaria al SSN è effettuata dietro pagamento di un contributo annuale, non frazionabile e valido per l’anno solare. Per ulteriori chiarimenti occorre rivolgersi alla ASL di residenza o domicilio effettivo. 

Non possono essere iscritti al SSN i cittadini stranieri titolari di permesso di soggiorno per cure mediche e, pertanto, le prestazioni sanitarie restano a totale carico dell’assistito.

 

 

 

 

  

Ultima modifica il Giovedì, 09 Gennaio 2014 16:14
Valutazione attuale:  / 9
ScarsoOttimo 


Assessorato alla Sanità - C.so Regina Margherita, 153 bis - 10122 Torino
Contatti