Comunicato Asl Vco: Giornata mondiale senza tabacco

Anche quest’anno il 31 maggio si celebra la “Giornata Mondiale Senza Tabacco”, iniziativa voluta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per far riflettere sull’impatto nocivo del fumo sulla salute.
L’Italia è un paese di oltre 11 milioni di fumatori, con un dato allarmante: dopo anni di leggero, costante calo, il numero di adepti alla sigaretta negli ultimi 18 mesi è tornato a crescere. Secondo un’indagine condotta dall’Istituto Superiore della Sanità, ad oggi in Italia i fumatori sono il 22,7% della popolazione al di sopra dei 15 anni. E da gennaio 2010 si sono avvicinati alle sigarette circa 400 mila persone in più. In totale sono 11 milioni e 800 mila i fumatori italiani. Le differenze di genere sono modeste e quasi si equivalgono, con 6,5 milioni di maschi fumatori contro 5,3 milioni di femmine. L’età media che conta più adepti è quella compresa tra i 25 e i 44 anni con il 28,3% di fumatori. Il 26% ha tra i 45 e i 64 anni; infine il 18,8% ha tra i 15 e i 24 anni – una percentuale molto alta, se si tiene conto dell’età.   
Il nostro territorio, per numero di fumatori, rientra nella media nazionale: circa il 20% della popolazione del VCO ha infatti il vizio del fumo. Meno dell’1% però si è rivolto al centro per il trattamento del tabagismo attivato da un paio d’anni dall’Asl del VCO, nelle due sedi di Verbania e Gravellona Toce dove operano un medico, uno psicologo e tre infermieri.
"Solo 73 i pazienti nel 2010, 38 uomini e 35 donne. Si tratta per lo più di adulti compresi in una fascia d’età tra i 45 e i 59 anni" spiega il dottor Angelo Bove, responsabile del servizio.
La “Giornata Mondiale Senza Tabacco” può essere un’ottima occasione per pensare alla salute del fumatore e di chi lo circonda. Il fumo attivo, passivo e di “terza mano” (quello di chi vive dove ci sono arredi, suppellettili, ecc. impregnate di nicotina) è un killer micidiale, che scatena patologie devastanti. Parliamo di tumore al polmone, alla laringe, di infarti e ictus.
È possibile accedere al servizio attivato dalla nostra ASL chiamando lo 0323/ 541235 per l’ambulatorio di Verbania, in via Crocetta 12 e lo 0323/864465 per l’ambulatorio di Gravellona, in via Realini 36.
"Circa un terzo degli utenti che si rivolgono al nostro servizio per il trattamento del tabagismo riescono a dire addio definitivamente alla sigaretta" assicura il dottor Bove.

Ultima modifica il Mercoledì, 19 Marzo 2014 16:33
Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 


Assessorato alla Sanità - C.so Regina Margherita, 153 bis - 10122 Torino
Contatti