Vaccinazioni pediatriche

La prevenzione delle malattie infettive è un diritto di tutte le persone presenti sul territorio piemontese e deve essere assicurata superando le differenze ancora presenti. 


Il documento indica:

  • gli obiettivi di prevenzione vaccinale da raggiungere nella popolazione generale e nei gruppi a rischio
  • le articolazioni e modalità d’offerta coerenti con lo stato organizzativo del servizio sanitario regionale
  • il tetto di spesa annuo destinato all'acquisto di prodotti vaccinali e di profilassi, da calcolare tenendo conto dell’aumento della quota di entrata in relazione al maggiore acquisto di prodotti offerti a prezzo di costo
  • di aggiornare l’allegato A della DGR 5 luglio 2004 n. 42-12939 per quanto riguarda le vaccinazioni richieste dai privati prevedendo, in aggiunta al costo di acquisto del vaccino, anche un costo di somministrazione pari a € 16,00 per ciascuna seduta vaccinale.


La pubblicazione dettaglia l'offerta vaccinale regionale con riferimento al primo anno di vita, al secondo, al sesto-settimo e al periodo successivo ai dieci anni. Spiega come funzionano i vaccini, fornisce le indicazioni cautelari per affrontare la somministrazione consapevolmente, smentisce le false controindicazioni.

I dati di incidenza delle malattie e di copertura vaccinale evidenziano differenze tra le varie aree della regione. Inoltre, molte persone ad alto rischio per malattie prevenibili con vaccinazione non sono adeguatamente raggiunte dall’offerta di vaccinazione. L’eliminazione delle differenze nella protezione verso queste malattie costituisce una priorità per garantire gli obiettivi di salute individuati dalla programmazione regionale.
Per questo il Piano Piemontese di Prevenzione Vaccinale (PPPV) 2013-2015 condivide gli obiettivi indicati dal Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale 2012-2014, che stabilisce l’obiettivo generale dell’armonizzazione delle strategie vaccinali in atto nel Paese, al fine di garantire equità nella prevenzione delle malattie suscettibili di vaccinazione superando i ritardi e le insufficienze presenti e assicurando parità di accesso alle prestazioni vaccinali da parte di tutti i cittadini. Al momento le vaccinazioni prioritarie, attivamente offerte in Piemonte, coincidono esattamente con quelle indicate dal PNPV 2012-2014.

È meglio contrarre la malattia naturale o effettuare la vaccinazione? Perché si vaccina contro malattie ormai scomparse in Italia? I vaccini sono sicuri? Sono efficaci? Come arrivare ad una scelta consapevole, quali strumenti abbiamo a disposizione per scegliere tra vaccinare o non vaccinare? Per affrontare questi problemi con razionalità è necessario porre sul piatto della bilancia tutte e due le possibilità, confrontando serenamente e senza preconcetti i rischi ed i benefici di entrambe le scelte.

Il documento ha lo scopo di aiutare gli operatori a fornire risposte esaurienti sul tema delle vaccinazioni pediatriche.

 

 

Ultima modifica il Mercoledì, 26 Aprile 2017 10:54
Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 


Assessorato alla Sanità - C.so Regina Margherita, 153 bis - 10122 Torino
Contatti