Notifica e registrazione delle imprese alimentari

L’attuale normativa nazionale e comunitaria prevede che ogni operatore del settore alimentare (OSA) comunichi al Dipartimento di Prevenzione dell’ASL, attraverso una segnalazione certificata di inizio attività (SCIA), ogni impresa posta sotto il proprio controllo. La normativa riguarda tutte le imprese alimentari che producono, trasportano, commercializzano alimenti (al dettaglio, all’ingrosso o mediante l’impiego di distributori automatici), gli esercizi di ristorazione o di somministrazione di ogni tipo.
Le imprese di produzione di additivi, aromi ed enzimi alimentari sono invece soggette a riconoscimento regionale, come altre attività soggette all’obbligo di riconoscimento in base a leggi speciali di settore.
La SCIA deve essere presentata per ogni apertura, cambio di titolarità, variazione significativa (con modifiche di struttura o di tipologia di attività) o cessazione di attività; l’impresa deve possedere i necessari requisiti igienico-strutturali, nel rispetto delle norme in materia urbanistica, edilizia, impiantistica e commerciale.
Il DPR 7/9/2010, n. 160, ha previsto che l’operatore del settore alimentare notifichi all’ASL la propria attività tramite lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP). Per dare piena applicazione sul territorio regionale a questo decreto sono state approvate la DGR n. 16-4910 del 14/11/2012 e la DD n. 799 del 15/11/2012, che hanno ridefinito le indicazioni operative e la modulistica per la notifica delle diverse attività. 
I Servizi di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione (SIAN) e i Servizi Veterinari delle ASL piemontesi sono a disposizione dell’utenza per fornire ogni informazione utile a supporto del nuovo iter di trasmissione delle notifiche.
Per rendere disponibili e uniformi le informazioni per l’avvio e l’esercizio anche di queste attività, la Regione Piemonte ha costituito una Base Dati della Conoscenza Regionale, che mette a disposizione delle imprese e dei SUAP del territorio piemontese, in relazione ai singoli procedimenti, l’indicazione della normativa applicabile, degli adempimenti procedurali e relativa modulistica, nonché di altri modelli a supporto degli operatori.


Regolamento (CE) n. 852/2004 del Parlamento Europeo e del Consiglio sull'Igiene dei prodotti alimentari














 



Assessorato alla Sanità - C.so Regina Margherita, 153 bis - 10122 Torino
Contatti