Vetta
Stampa

Servizi e Tecnologia

I progetti pilota per sperimentare l’introduzione di nuovi servizi e tecnologie in quota sono i seguenti:

1. Connessione a banda larga e punti informativi nei rifugi alpini (ERSAF).
2. Telerilevamento variabili ambientali di un rifugio alpino (Regione Piemonte–Università di Torino)
3. Implementazione dei sistemi informativi territoriali per la gestione delle informazioni sulle reti sentieristiche e sulle strutture ricettive (Canton Ticino)
4. attività di rilevazione dei flussi escursionistici su itinerari transfrontalieri attraverso l’utilizzo di ecocontatori. (Regione Piemonte – Cantone Ticino )
5. servizi e attività informative su un approccio corretto e sicuro alla montagna ( Provincia di Bolzano – Regione Piemonte .

1.
Portare la connessione internet ai rifugi alpini risulta essere una delle soluzioni più adatte per migliorare la competitività delle strutture ricettive d’alta quota andando incontro alle nuove richieste del turismo montano con risvolti significativi nel campo della sicurezza in montagna, del rilevamento, l’analisi e l’elaborazione di dati a supporto di strategie di gestione del territorio e dei flussi turistici.
Il progetto prevede l’implementazione tecnologica di almeno 28 rifugi alpini con connessione internet a larga banda satellitare e creazione di punti informativi (c.d. infopoint).

2.
L’attività relativa allo sviluppo di un sistema di telerilevamento delle variabili ambientali connesse alla gestione di un rifugio è volta a realizzare un dispositivo da installare presso i rifugi, in grado di rilevare le principali variabili legate ad aspetti gestionali ed ambientali, a memorizzare i dati, a visualizzarli su Internet e ad inviare segnali di allarme in occasione del verificarsi di accadimenti anomali.
Il sistema di rilevamento denominato SCATOL8 si compone di sensori per la rilevazione dei dati (es. temperatura interna ed esterna, al livello di liquidi nei serbatoi, ai quantitativi di rifiuti (peso), ai consumi di energia ecc.). Tali dati vengono poi visualizzati su un PC e da qui, via Web, inviati dove necessario.

3.
L’informazione a supporto della pianificazione e dell’organizzazione dell’attività escursionistica deve fornire indicazioni relative alle reti sentieristiche e ai punti ricettivi di appoggio, alla frequentazione degli itinerari anche i fini di garantire un adeguato livello di sicurezza.
Questi i presupposti all’origine del progetto pilota del Canton Ticino finalizzato alla creazione di una piattaforma di consultazione e pianificazione degli itinerari con riferimento alla rete dei rifugi e capanne esistenti integrata nell’ applicativo TI-Sentieri www.ti-sentieri.ch/ (pianificazione escursioni) già attivo nel Canton Ticino.
Un ultima fase prevede la formazione dei gestori dei rifugi ai fini dell’utilizzo della piattaforma tramite la quale garantiranno un costante aggiornamento delle informazioni consultabili dai turisti.

4.
Il Canton Ticino e la Regione Piemonte svilupperanno due specifici progetti pilota dedicati al rilievo dei passaggi escursionistici su itinerari transfrontalieri tramite “ecocontatori”. Si tratta di apparecchiature in grado di registrare i passaggi degli escursionisti sui sentieri e di fornire quindi dati utili sulla frequentazione attuale dei percorsi in rapporto alla presenza di punti d’appoggio e dello stato di manutenzione. Tali dati possono contribuire a orientare le scelte riguardanti la gestione nell’ambito del turismo escursionistico.
La progettualità della Regione Piemonte interesserà i tour escursionistici transfrontalieri individuati in accordo con i partner svizzeri.
Cooperazione trasfrontaliera vi è anche tra ERSAF(area lombarda) e il Canton Ticino/ATSE tramite il posizionamento di ecocontatori su alcuni percorsi lombardo-ticinesi al fine di meglio analizzare i flussi escursionistici e la domanda turistica in quell’area di confine.

5.
La Regione Piemonte (Arpa Piemonte) lavora alla realizzazione di un’informazione nivo-meteo di dettaglio utile sia sul piano della sicurezza che della pianificazione delle escursioni (bollettino nivometeo) e alla realizzazione di materiale informativo divulgativo sulla prevenzione dei rischi naturali in montagna.
La Provincia Autonoma di Bolzano lavora invece alla realizzazione di campagne informative di prevenzione dei rischi della montagna invernale.