Stampa

Il progetto

Prima Fase
Con il progetto pilota sono state installate stazioni satellitari in un primo gruppo di dieci rifugi escursionistici, individuati in base a criteri che hanno tenuto conto di caratteristiche tecnologiche e di localizzazione per l'installazione delle infrastrutture in termini di raggiungibilità delle strutture ricettive con autoveicoli e di apertura nel corso della stagione invernale.

Seconda Fase
Visto il positivo riscontro del progetto pilota, si è deciso di estendere l'iniziativa all'insieme dei rifugi alpini piemontesi, di proprietà di pubbliche amministrazioni o del Club Alpino Italiano.
La seconda fase vede interessati all’installazione delle stazioni satellitari circa 30 ulteriori rifugi nel periodo primavera - estate 2007.
Per la selezione è stata stilata una graduatoria che ha tenuto conto dei seguenti elementi:

  • localizzazione, numero posti letto, periodo apertura;
  • essere un posto tappa della Via Alpina o essere comunque lungo l’itinerario di tour escursionistici;
  • tipologia della proprietà.

Terza Fase
Nel corso dell'anno 2008 sono stati interessati all’installazione delle stazioni satellitari ulteriori rifugi, per un totale attuale di 53.