Programmazione Fondi Strutturali Europei 2007-2013 - 

Programmazione Fondi Strutturali Europei 2007-2013

La politica regionale europea per la programmazione 2007-2013 si fonda su una strategia condivisa (comunitaria, nazionale e regionale), sull’integrazione dei fondi (F.E.S.R., F.S.E., F.E.A.S.R., FEP, FAS),sulla loro concentrazione e territorializzazione. A livello nazionale le strategie e le priorità della politica regionale, risultanti da un percorso di condivisione tra Stato e Regioni approvato dall'Unione europea, sono esplicitati nel Quadro Strategico Nazionale (QSN) per la politica regionale di sviluppo 2007-2013, approvato con Delibera C.I.P.E. n. 147 del 22 dicembre 2006 e relativo allegato, concernente “La politica regionale nazionale del FAS nell’ambito della programmazione unitaria della politica regionale per il 2007-2013”, con riferimento sia all’Obiettivo Competitività regionale e occupazione (CRO), sia all’Obiettivo Cooperazione territoriale europea (CTE), mentre per il sostegno allo sviluppo rurale attraverso il cofinanziamento del FEASR si ritrovano nel Piano Strategico Nazionale per lo Sviluppo Rurale. Il Quadro Strategico Nazionale, approvato dalla Commissione europea il 13 luglio 2007, è il documento di indirizzo strategico che indica obiettivi, priorità e regole relativi all’intera politica regionale di sviluppo, sia quella di impianto comunitario (finanziata attraverso F.E.S.R., F.S.E., F.E.A.S.R., ecc.), si a quella di origine nazionale (che si avvale delle risorse FAS), sulla base delle linee generali di politica economica definite dal CIPE per la valorizzazione dei processi di sviluppo delle diverse aree del paese, con particolare riguardo all’azione pubblica di regolazione e intervento nelle aree sottoutilizzate, ex art. 119 della Costituzione italiana.

Questa impostazione deriva dalla volontà di perseguire un effetto sinergico derivante dal coordinamento delle politiche comunitarie e nazionali e promuove una vision comune, pur mantenendo separata la definizione degli aspetti finanziari e programmatici dei diversi strumenti. Negli altri documenti programmatici del Governo regionale, in modo particolare nel Documento di Programmazione Economica e Finanziaria 2008-2010, sono riportate le linee di coerenza tra le politiche regionali di sviluppo e la politica ordinaria (ovvero finanziata con le risorse ordinarie dei bilancio).


Documentazioni:

  • il Documento Strategico Preliminare 2007-2013 (approvato l'11 ottobre 2005 con deliberazione del Consiglio regionale n. 26-31183) che individua gli assi strategici, gli obiettivi e le priorità d’intervento per la politica di coesione e ha rappresentato il contributo regionale alla formulazione del Quadro Strategico Nazionale;

  • il Documento di Programmazione Strategico-Operativa per la politica di coesione 2007-2013 (approvato dal Consiglio regionale il 21 dicembre 2006 con DCR n. 94 – 43541), documento programmatico che fornisce gli indirizzi generali per il nuovo corso della programmazione economica e territoriale e rappresenta il riferimento per l’utilizzo delle risorse della politica di coesione unitaria (fondi F.E.S.R., F.S.E., FAS, Cooperazione transfrontaliera e transnazionale);

  • il Documento Unitario di Programmazione (DUP) (approvato dalla Giunta regionale nella seduta del 21 luglio 2008 con deliberazione n. 19 – 9238) che, in conformità con i principi e gli indirizzi della deliberazione CIPE 166/07, delinea lo scenario di riferimento degli obiettivi della politica regionale di sviluppo in riferimento al Quadro Strategico Nazionale (QSN) e indica gli elementi per la definizione del Programma Attuativo Regionale finanziato dal Fondo di Sviluppo e Coesione 2007 – 2013

  • i Programmi Operativi Regionali collegati ai fondi strutturali europei:

- P.O.R. F.E.S.R - Programma Operativo Regionale Fondo Europeo Sviluppo Regionale Ob. "Competitività regionale e occupazione "2007- 2013

- P.O.R. F.S.E. - Programma Operativo Regionale Fondo Sociale Europeo Ob. 2 - “Competitività regionale e occupazione” 2007-2013

- PSR- Programma di Sviluppo Rurale




Contatti
:

Direzione Risorse Finanziarie  Patrimonio
Piazza Castello, 165- Torino | tel. 011.4321343 | fax 011.4325276
Via Viotti, 8 - Torino | tel. 011.4321330 | fax 011.4324621
e mail : < risorsefinanziarie-patrimonio@regione.piemonte.it >
email : < risorsefinanziarie-patrimonio@cert.regione.piemonte.it >