Regione Piemonte - Prevenzione geologico

In questa pagina:



Parere unico

Le leggi regionali n. 3 e n. 17 del 2013 hanno aggiornato la legge urbanistica regionale n. 56/1977 modificando le procedure per la formazione e l’approvazione degli strumenti urbanistici comunali sulla base dei principi di sussidiarietà, concertazione e copianificazione.

L'espressione del parere geologico è prevista dapprima nell'ambito della conferenza sulla proposta tecnica del progetto preliminare e, successivamente, nell'ambito della conferenza sulla proposta tecnica del progetto definitivo come indicato nello schema procedurale introdotto della l.r. n. 3/2013.

La DGR n. 64-7417 del 7 aprile 2014 ha fornito specifiche disposizioni organizzative per l’espressione del parere geologico sugli strumenti urbanistici nell’ambito delle procedure di approvazione degli stessi.

A seguito della riorganizzazione degli uffici regionali avvenuta con DGR n. 11-1409 dell’11 maggio 2015 , il parere della Direzione Opere pubbliche, Difesa del suolo, Montagna, Foreste, Protezione civile, Trasporti e Logistica, rilasciato nell’ambito di tali procedure, consiste in un parere geologico unico, predisposto dai Settori Tecnici competenti per territorio, dal Settore Sismico per i comuni ricadenti in classe sismica 3S, ed in alcuni casi dal Settore Geologico. Tale parere viene emesso dopo il ricevimento della documentazione completa entro un termine variabile da 45 a 90 giorni a seconda della tipologia di strumento urbanistico esaminata.

Il parere unico derivante dall'esame degli elaborati geologici predisposti a supporto degli strumenti urbanistici, riguarda il quadro del dissesto, le condizioni di pericolosità e l'idoneità geologica all'utilizzo urbanistico del territorio.

La citata DGR n. 64-7417 ha stabilito, inoltre, che il parere preventivo sugli strumenti urbanistici dei comuni classificati sismici e dei comuni in cui siano presenti abitati da consolidare e trasferire è espresso solo sulla proposta tecnica del progetto preliminare. In riferimento a tale attività le strutture rilasciano i pareri di competenza sulla documentazione sismica predisposta a supporto della varianti agli strumenti urbanistici nel rispetto dei tempi previsti dalla normativa di settore (60 giorni).