Regione Piemonte - Sito Ufficiale

Piemonte Sociale

Sommario:




Volontariato

Il percorso giuridico

Con la legge 11 agosto 1991, n. 266 "Legge-quadro sul volontariato" si è dato riconoscimento al volontariato organizzato. La medesima legge ha previsto che le Regioni istituissero i registri delle organizzazioni di volontariato.

La Regione Piemonte, con la legge regionale 29 agosto 1994, n. 38 ha dato attuazione alla L. 266/91 istituendo, tra l'altro, il registro regionale del volontariato.

In seguito, con il decentramento amministrativo, dal 1° gennaio 2002 sono state trasferite alle Province le funzioni relative alla tenuta del registro e all’assegnazione di contributi.
Con Legge regionale 29 ottobre 2015, n. 23  “Riordino delle funzioni amministrative conferite alle Province in attuazione della legge 7 aprile 2014, n. 56 (Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni)” all’art. 8 si precisa che sono state riallocate in capo alla Regione le funzioni già esercitate dalle province e dalla Città metropolitana prima dell’entrata in vigore della presente legge, con riferimento alle competenze in materia di organizzazioni di volontariato.
Pertanto, dal 1° gennaio 2016 tutte le funzioni riguardanti il Registro regionale delle Organizzazioni di Volontariato sono di competenza della Regione Piemonte e vengono svolte attraverso la collaborazione con gli uffici regionali decentrati sul territorio.

A breve sarà possibile pubblicare l’elenco aggiornato dei riferimenti degli Uffici decentrati.

Modalità di iscrizione

Sono iscrivibili le organizzazioni che posseggono i seguenti requisiti, espressamente previsti della L. 266/91:

  • assenza fini di lucro
  • democraticità della struttura
  • elettività delle cariche associative
  • gratuità delle cariche associative e delle prestazioni fornite dagli aderenti
  • criteri di ammissione ed esclusione degli aderenti
  • obblighi e diritti degli aderenti
  • obbligo di formazione del bilancio (beni, contributi, lasciti, spese)
  • modalità di approvazione del bilancio da parte dell'assemblea degli aderenti
  • devoluzione del patrimonio in caso di scioglimento ad altre organizzazioni di volontariato operanti in identico o analogo settore.

Per iscriversi al Registro è necessario presentare istanza alla Provincia in cui l’Associazione ha la propria sede legale.

Vantaggi derivanti dall'iscrizione nel registro:

Obblighi derivanti dall’iscrizione nel registro

  • assicurare i propri aderenti che prestano attività di volontariato contro infortuni e malattie, nonché per la responsabilità civile verso terzi;

Mantenimento iscrizione

REVISIONE ANNUALE (ai sensi dell'art. 5, comma 1; della L.R. 38/94)

Le associazioni iscritte al Registro regionale delle Organizzazioni di Volontariato sono tenute a trasmettere, entro il 31 luglio di ogni anno una scheda in formato PDF compilabile per il mantenimento di iscrizione al Registro (ad esempio per l’anno 2017 - dati al 31/12/2016).

Tale scheda deve essere redatta dal Legale Rappresentante dell’associazione.

Le Organizzazioni pertanto devono scaricare nel proprio terminale, compilare e rispedire via mail, ai seguenti indirizzi, la scheda all’ambito territoriale di appartenenza:

ALESSANDRIA - volontariato.al@regione.piemonte.it
ASTI - volontariato.at@regione.piemonte.it
BIELLA - volontariato.bi@regione.piemonte.it
CUNEO - volontariato.cn@regione.piemonte.it
NOVARA - volontariato.no@regione.piemonte.it
TORINO - volontariato.to@regione.piemonte.it
VERBANIO CUSIO OSSOLA - volontariato.vco@regione.piemonte.it
VERCELLI - volontariato.vc@regione.piemonte.it


Per gli Organismi di Coordinamento e collegamento Regionali utilizzare la seguente scheda e in inviare alla mail indicata:

REGIONE PIEMONTE - armanda.perrone@regione.piemonte.it


In alternativa
le schede possono essere trasmesse via P.E.C., specificando l’ambito territoriale di competenza.

P.E.C.: coesionesociale@cert.regione.piemonte.it

La scheda deve essere necessariamente compilata in tutte le sue parti. Si ricorda che è necessario  dettagliare la relazione delle attività svolte e in programma, evidenziando in particolare l'apporto determinante e prevalente dei volontari, il loro numero, le relative modalità di impiego.
Il mancato adempimento, da parte delle Organizzazioni di Volontariato, a tali obblighi è motivo di cancellazione dal Registro, previa diffida.

 




e-mail: politichesociali.web@regione.piemonte.it


Servizio a cura della Direzione Coesione Sociale
Via Bertola, 34 - 10122 Torino

Regione Piemonte Home Page