Regione Piemonte - Sito Ufficiale

Piemonte Sociale

Sommario:




Volontariato

Il percorso giuridico

Con la legge 11 agosto 1991, n. 266 "Legge-quadro sul volontariato" si è dato riconoscimento al volontariato organizzato. La medesima legge ha previsto che le Regioni istituissero i registri delle organizzazioni di volontariato.

La Regione Piemonte, con la legge regionale 29 agosto 1994, n. 38 ha dato attuazione alla L. 266/91 istituendo, tra l'altro, il registro regionale del volontariato.

In seguito, con il decentramento amministrativo, dal 1° gennaio 2002 sono state trasferite alle Province le funzioni relative alla tenuta del registro e all’assegnazione di contributi.
Con Legge regionale 29 ottobre 2015, n. 23  “Riordino delle funzioni amministrative conferite alle Province in attuazione della legge 7 aprile 2014, n. 56 (Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni)” all’art. 8 si precisa che sono state riallocate in capo alla Regione le funzioni già esercitate dalle province e dalla Città metropolitana prima dell’entrata in vigore della presente legge, con riferimento alle competenze in materia di organizzazioni di volontariato.
Pertanto, dal 1° gennaio 2016 tutte le funzioni riguardanti il Registro regionale delle Organizzazioni di Volontariato sono di competenza della Regione Piemonte e vengono svolte attraverso la collaborazione con gli uffici regionali decentrati sul territorio.

A breve sarà possibile pubblicare l’elenco aggiornato dei riferimenti degli Uffici decentrati.

Modalità di iscrizione

Sono iscrivibili le organizzazioni che posseggono i seguenti requisiti, espressamente previsti della L. 266/91:

  • assenza fini di lucro
  • democraticità della struttura
  • elettività delle cariche associative
  • gratuità delle cariche associative e delle prestazioni fornite dagli aderenti
  • criteri di ammissione ed esclusione degli aderenti
  • obblighi e diritti degli aderenti
  • obbligo di formazione del bilancio (beni, contributi, lasciti, spese)
  • modalità di approvazione del bilancio da parte dell'assemblea degli aderenti
  • devoluzione del patrimonio in caso di scioglimento ad altre organizzazioni di volontariato operanti in identico o analogo settore.

Per iscriversi al Registro è necessario presentare istanza alla Provincia in cui l’Associazione ha la propria sede legale.

Vantaggi derivanti dall'iscrizione nel registro:

Obblighi derivanti dall’iscrizione nel registro

  • assicurare i propri aderenti che prestano attività di volontariato contro infortuni e malattie, nonché per la responsabilità civile verso terzi;

Mantenimento iscrizione

REVISIONE ANNUALE (ai sensi dell'art. 5, comma 1; della L.R. 38/94)
Le associazioni iscritte al Registro regionale delle Organizzazioni di Volontariato sono tenute a trasmettere, entro il 31 luglio di ogni anno, una relazione dettagliata che illustri l'attività svolta, nonché copia del bilancio.

Dal 1° gennaio 2016 tutte le funzioni riguardanti il Registro regionale delle Organizzazioni di Volontariato sono di competenza della Regione Piemonte. Le modalità di mantenimento dell'iscrizione al Registro sono state pertanto unificate in tutto il territorio regionale, mediante la compilazione e trasmissione di un modulo in formato PDF compilabile.

Le associazioni iscritte al Registro, per il mantenimento dell'iscrizione annuale (anno 2016 - dati al 31/12/2015) devono scaricare nel proprio terminale, compilare e rispedire via mail all'indirizzo: volontariato@regione.piemonte.it il modulo relativo alla sezione provinciale di appartenenza:

Per gli Organismi  Regionali di Coordinamento e collegamento:

N.B.
Si prega di NON cambiare il nome del file.
L'indirizzo mail volontariato@regione.piemonte.it  deve essere utilizzato esclusivamente per la trasmissione della scheda art. 5.

Si richiede di allegare scansione di un documento di identità del Legale Rappresentante attualmente in carica SOLO IN FORMATO PDF
La scheda deve essere necessariamente compilata in tutte le sue parti. In particolare si ricorda di dettagliare la relazione delle attività svolte e in programma, evidenziando in particolare l'apporto determinante e prevalente dei volontari, il loro numero, le relative modalità di impiego.
Si ricorda che il mancato adempimento, da parte delle Organizzazioni di Volontariato, a tali obblighi é motivo di cancellazione dal Registro, previa diffida.




e-mail: politichesociali.web@regione.piemonte.it


Servizio a cura della Direzione Coesione Sociale
Via Bertola, 34 - 10122 Torino

Regione Piemonte Home Page