Regione Piemonte - Sito Ufficiale

Piemonte Sociale

Sommario:




Il Cittadino

Il cittadino ha diritto di esigere, secondo le modalità previste dall'Ente gestore istituzionale e previa valutazione dell'ente medesimo, le prestazioni essenziali per:

  1. il superamento delle carenze del reddito familiare e al contrasto della povertà;
  2. il mantenimento a domicilio delle persone e allo sviluppo della loro autonomia;
  3. il soddisfacimento delle esigenze di tutela residenziale e semiresidenziale delle persone non autonome e non autosufficienti;
  4. il sostegno delle relazioni e delle responsabilità familiari;
  5. la tutela dei diritti del minore e della donna in difficoltà;
  6. la piena integrazione dei soggetti disabili;
  7. il superamento, per quanto di competenza, degli stati di disagio sociale derivanti da forme di dipendenza;
  8. una corretta e completa informazione e consulenza alle persone e alle famiglie per favorire la fruizione dei servizi.

Le prestazioni e i servizi essenziali prefigurati dalla normativa per assicurare adeguate risposte alle finalità precedentemente elencate sono:

  1. Servizio sociale professionale e segretariato sociale;
  2. Assistenza domiciliare ed educativa territoriale;
  3. Assistenza economica;
  4. Servizi residenziali e semiresidenziali;
  5. Servizi per l'affidamento e le adozioni;
  6. Pronto intervento sociale per le situazioni di emergenza personali e familiari.

Il criterio d'accesso alle prestazioni del sistema integrato è definito da una valutazione del bisogno, che si conclude con la predisposizione di un progetto individualizzato concordato con la persona e la sua famiglia finalizzato ad indicare la natura del bisogno, la complessità e l'intensità dell'intervento, la sua durata e i sui costi.

Il cittadino accede ai servizi a titolo gratuito o con concorso parziale alla spesa in base alla valutazione della situazione economica del richiedente, con riferimento al suo nucleo familiare .

Hanno diritto alle prestazioni del sistema integrato:

  • tutti i cittadini residenti nel territorio della Regione Piemonte,
  • i cittadini degli Stati appartenenti all'Unione Europea ed i loro familiari,
  • gli stranieri individuati ai sensi dell'art. 41 del Testo Unico di cui al decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286;
  • i minori stranieri non accompagnati;
  • gli stranieri con permesso di soggiorno per motivi di protezione sociale;
  • i rifugiati e richiedenti asilo e gli apolidi.

I soggetti in condizioni di povertà o con limitato reddito o con incapacità totale o parziale di provvedere alle proprie esigenze per inabilità di ordine fisico e psichico, con difficoltà di inserimento nella vita sociale e nel mercato del lavoro, nonché i soggetti sottoposti a provvedimenti dell'autorità giudiziaria che rendono necessari interventi assistenziali, i minori, specie se in condizioni di disagio familiare, accedono prioritariamente ai servizi e alle prestazioni erogati dal sistema integrato di interventi e servizi sociali.

Fonti normative:




e-mail: politichesociali.web@regione.piemonte.it


Servizio a cura della Direzione Coesione Sociale
Via Bertola, 34 - 10122 Torino

Regione Piemonte Home Page