Regione Piemonte

In questa pagina:



Disposizioni

Con la legge del 7/3/86 n.65, "Legge quadro sull'ordinamento della Polizia Municipale", è stato raggiunto un importante obiettivo: quello di chiarire e di definire le funzioni e le competenze della Polizia Municipale e contemporaneamente, precisare le qualifiche giuridiche che compongono lo status degli appartenenti a questo Corpo di Polizia.
Questa legge ha disciplinato, inoltre, gli ambiti delle due principali fonti che normano la materia: le leggi regionali e i regolamenti comunali.
Con tale normativa, si è avuto l'impulso ed il quadro di riferimento per colmare finalmente le carenze esistenti nel settore che impedivano di dare una completa e soddisfacente risposta a tutti gli interrogativi che si erano accumulati negli anni riguardo all'identità ed ai compiti di questi Corpi.
Per quanto compete le leggi regionali la L. 65/86 prevede cinque aspetti a cui le stesse devono provvedere:

  1. stabilire le norme generali per l'istituzione del servizio tenendo conto della classe alla quale sono assegnati i Comuni;
  2. promuovere servizi e iniziative per la formazione e l'aggiornamento del personale addetto al servizio di Polizia Municipale;
  3. promuovere tra i Comuni le opportune forme associative idonee iniziative di incentivazione;
  4. determinare le caratteristiche delle uniformi e dei relativi distintivi di grado per gli addetti al servizio di Polizia Municipale dei Comuni della Regione stessa e stabilire i criteri generali concernenti l'obbligo e le modalità d'uso;
  5. disciplinare le caratteristiche dei mezzi e degli strumenti operativi in dotazione ai Corpi o ai servizi.

La nostra Regione ha provveduto a tale disciplina con L.r. 30/11/87 n.58 (modificata con L.r. 62/94) e con L.r. 16/12/91 n.57 di seguito riportate. Con la modifica al titolo V della Costituzione, tuttavia, oltre a questi aspetti le leggi regionali possono disciplinarne altre, in quanto le Regioni hanno una competenza esclusiva in materia di Polizia Amministrativa Locale.

Indice disposizioni

  • Legge 7 marzo 1986, n.65, Legge quadro sull'ordinamento della Polizia municipale".
  • Decreto ministeriale 4 marzo 1987, n.145, "Norme concernenti l'armamento degli appartenenti alla Polizia Municipale ai quali è conferita la qualità di agente di pubblica sicurezza".
  • Legge regionale 30 novembre 1987, n.58, "Norme in materia di Polizia Locale".
  • Legge regionale 16 dicembre 1991, n.57, "Integrazione alla legge regionale 30 novembre 1987, n.58, concernente Norme in materia di Polizia Locale".
    Estratti dagli Allegati alla l.r. 57/91 (per gli allegati ufficiali contenenti i disegni dei singoli capi si rimanda al supplemento straordinario al B.U. n. 16 del 15/04/1992 e delle modificazioni con DGR n. 50-9268 del 21/07/2008 e DGR n. 51-9269 del 21/07/2008).
    • Servizio fotografico uniforme P.L.

      Al fine di fornire un ulteriore strumento per l’uniformità della Polizia Locale piemontese, ed al contempo offrire ai Comandi di P.L. ed, in particolare, ai responsabili degli Uffici che provvedono all’approvvigionamento dei capi di vestiario per la Polizia Locale, un utile mezzo informativo, l’Assessorato Regionale alla Sicurezza e Polizia Locale ha realizzato un reportage fotografico delle uniformi e dei rispettivi capi di vestiario, di cui debbono essere dotati tutti quanti gli Operatori di P.L. dei Comandi piemontesi, in conformità alla vigente normativa regionale.
      Si ricorda che l’uniforme deve essere indossata con proprietà, dignità e decoro, senza alterarne la foggia e senza aggiungere distintivi od altri orpelli.
      La Regione Piemonte, infatti, ha definitivamente provveduto alla rivisitazione dei segni distintivi di grado e dell’uniforme dei Comandi di Polizia Locale piemontesi, esercitando così la competenza che la Costituzione conferisce esclusivamente alla medesima.
      Le Amministrazioni Locali pertanto debbono rigorosamente attenersi ai criteri tecnici, di realizzazione, delle caratteristiche dei materiali, nonchè ovviamente a quelle giuridiche, che disciplinano l’intera materia.
      Il servizio è stato pensato e realizzato anche con l’ausilio di immagini fotografiche per adiuvare il più possibile le singole Amministrazioni che si approvvigionano dei capi di vestiario e di quant’altro previsto per la Polizia Locale.
      Non da ultimo ciascun Ente interessato può prendere visione dei capitolati dei singoli capi di vestiario fotografati senza dover necessariamente recarsi presso gli uffici del Settore Sicurezza e Polizia Locale.
      Naturalmente, anche per esigenze legate al contenimento della spesa pubblica regionale, non si sono riprodotti tutti gli accessori di servizio e tutte le innumerevoli e possibili dotazioni che la Regione Piemonte da lungo tempo ha pensato per la resa migliore possibile del servizio, da parte del singolo operatore di Polizia Locale, a seconda delle condizioni climatiche, del tipo di attività svolta e dell’ufficialità o meno del singolo servizio.
      In ogni caso si rimarca il fatto che le uniche fonti, inderogabili, che fanno fede, sono la l.r. 57/1991, la D.G.R. n. 51-9269 del 21 luglio 2008 e relativi allegati.
      Visualizza i contenuti multimediali (area ad accesso riservato)

    • Segni distintivi del grado (All. A della DGR n. 50-9268 del 21/07/2008)
    • Medaglia per meriti speciali (All. A della DGR n. 50-9268 del 21/07/2008 e DGR n. 38-11443 del 18/05/2009)
    • Contrassegni ed accessori dei mezzi di trasporto (All. C della l.r. n. 57 del 16/12/1991)
    • Placca di riconoscimento (All. D l.r. n. 57 del 16/12/1991)

      placca di riconoscimentoIn metallo pressofuso.
      Dimensioni: altezza mm.54, larghezza mm.38, spessore mm.2.
      Fondo in smalto colore bleu.
      Corona, scudo centrale, tondo per incisione numero personale, foglie in alloro e quercia e scritta "Polizia Municipale": in colore oro.
      Fondo dello stemma Regione Piemonte, fascia recante la scritta Polizia Municipale e vista interna della corona: in smalto colore rosso.
      Croce e cornice dello stemma Regione Piemonte: in colore argento.
      Lambello dello stemma Regione Piemonte: in colore bleu.
      Sullo scudo centrale può essere impresso lo stemma del Comune o della Città, senza ulteriori coloriture.
      L'incisione del numero personale ed eventuali scritte evidenzianti il Comune di appartenenza, invece dell'impressione dello stemma, devono risultare, a riempimento, di colore nero.

    • Tesserino di riconoscimento (All. E l.r. n.57 del 16/12/1991)

      tesserino Dimensioni (piegato): lunghezza mm.100, larghezza mm.60.
      Copertina: in similpelle colore marrone con scritte in oro.
      Spazio centrale per applicazione della fotografia (a colori e senza copricapo).
      Plastificazione interna ed esterna a termopressione.

  • Deliberazione n. 36-2116 della Giunta Regionale in data 29 gennaio 2001, "Determinazione dei programmi e delle caratteristiche didattiche delle attività di formazione, aggiornamento e qualificazione per la Polizia Locale in Piemonte".
    ALLEGATO A
    ALLEGATO B
  • Deliberazione della Giunta Regionale n. 39-5383 del 25/02/2002
    "Determinazione di compensi per gli incarichi di docenza alle iniziative formative per la Polizia Locale".
  • Deliberazione della Giunta Regionale n° 40-12396 del 26/04/2004
    "Aggiornamento dei compensi per gli incarichi di docenza alle iniziative formative per la Polizia Locale del Piemonte"
  • Deliberazione n. 63-11845 della Giunta Regionale in data 23 febbraio 2004
    Istituzione della Festa Regionale della Polizia Locale del Piemonte.
  • Deliberazione della Giunta Regionale n. 10-5664 del 10/04/2007
    "Aggiornamento dei compensi per gli incarichi di docenza alle iniziative formative per la Polizia Locale del Piemonte"
  • Deliberazione della Giunta Regionale n. 16-9063 dell' 1/07/2008
    "Regolamento regionale recante: Individuazione, caratteristiche e modalità di impiego degli strumenti di autotutela per gli operatori di Polizia Locale". Approvazione
  • Deliberazione della Giunta Regionale n.50-9268 del 21/07/2008
    "Approvazione modifiche ed integrazioni alle caratteristiche dei segni distintivi del grado degli appartenenti ai Corpi ed ai Servizi della Polizia Locale della Regione Piemonte e istituzione della medaglia per meriti speciali"
  • Deliberazione della Giunta Regionale n. 51-9269 del 21/07/2008
    "Approvazione modifiche ed integrazioni alle caratteristiche delle uniformi degli appartenenti ai Corpi ed ai Servizi della Polizia Locale della Regione Piemonte".
  • Deliberazione n. 38-11443 della Giunta Regionale in data 18 maggio 2009
    Individuazione ed approvazione dei parametri e dei criteri selettivi per l'attribuzione agli appartenenti ai Corpi/Servizi della P.L. della Regione Piemonte della medaglia per meriti speciali.
  • Deliberazione della Giunta Regionale n. 27-11482 del 25/05/2009
    L.R. 58/1987 e s.m.i. gestione della spesa per l'organizzazione dei corsi di formazione, di aggiornamento e di specifica qualificazione professionale degli operatori di Polizia locale.
  • Deliberazione della Giunta Regionale n. 47-6099 del 12/07/2013
    Indicazioni al Settore Polizia Locale e Politiche per la Sicurezza per la verifica ed il controllo degli accessi alle attività di formazione ed aggiornamento per gli Operatori di Polizia Locale

Circolari più significative dell'Assessorato alla Polizia Locale: