Regione Piemonte - Piemonteinforma

Il Piano integrato contro il gioco d'azzardo patologico

Via libera in Consiglio regionale, durante la seduta del 27 dicembre, al Piano integrato delle attività di contrasto, prevenzione, diagnosi e cura del gioco d’azzardo patologico.

La deliberazione approvata a maggioranza mira a potenziare i servizi sanitari dedicati alle dipendenze, la formazione degli operatori e l’avvio di campagne di informazione. Il finanziamento è di 6,8 milioni: ai 3,1 milioni stanziati annualmente dalla Regione si aggiungono i 3,7 messi a disposizione dal Ministero della Salute. In particolare, 2,1 milioni serviranno a finanziare attività di prevenzione e 4,7 attività di cura.

Negli interventi svolti al termine del dibattito l'assessora Gianna Pentenero ha annunciato che il lavoro svolto in questi anni per aiutare i Comuni nella lotta contro il gioco d’azzardo ha prodotto una lista di domande ricorrenti composta da circa 900 questioni con risposta, che verrà trasformata in una circolare per chiarire i dubbi di applicazione. L'assessore Antonio Saitta ha dichiarato che in Piemonte sono attualmente presenti 38 punti ambulatoriali contro il gioco patologico e circa 200 operatori e che, accanto all’informazione, il Piano punta molto sulla formazione.

Author Gianni Gennaro Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.