Regione Piemonte - Piemonte experience

In questa pagina:

Il Piemonte per Expo 2015

L’Esposizione Universale Expo2015, richiamando un gran numero di opinion leader e visitatori, ha rappresentato una straordinaria occasione per promuovere l’immagine del Piemonte e le eccellenze del suo territorio, proponendone una lettura come regione posizionata al top level negli asset della qualità, della sostenibilità e dell’innovazione.

Piemontexperience, il Piemonte come esperienza da vivere è il concept scelto dalla Regione Piemonte per posizionarsi a livello d’immagine e che nasce come sintesi di un percorso volto a far emergere, invitando a scoprirle e viverle,  le specificità e i tratti distintivi tipici di questa regione, da sempre luogo capace di “rileggere” la propria cultura e la vocazione al continuo rinnovarsi del territorio.

A partire dalla grande vetrina universale dell’Expo 2015 il Piemonte si mette dunque in mostra a 360 gradi: dalla bellezza dei siti riconosciuti Patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO, come i paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, i Sacri Monti e le Residenze reali, ai prodotti dell’eccellenza enogastronomica famosi in tutto il mondo, come il vino, i formaggi, il riso, la nocciola, il tartufo, le carni e il cioccolato, passando per gli eventi culturali ed artistici e la valorizzazione delle eccellenze produttive, della ricerca e dell’innovazione.

Ma la strategia di promozione va ben oltre l’Expo, utilizzandone il richiamo mediatico e i canali comunicativi per promuovere la ricchissima offerta del Piemonte per il dopo esposizione, a partire dalla stagione invernale.

I principali elementi della strategia di promozione e di protagonismo del Piemonte per il 2015 sono:

L’azione di sistema

Nel 2014 è stato sottoscritto un accordo di programma con la Città di Torino, la Camera di Commercio di Torino e Unioncamere Piemonte, in rappresentanza delle altre Camere di Commercio, per promuovere il “Sistema Piemonte” nel suo complesso, contribuendo ciascuno per la propria componente alla valorizzazione del territorio e del suo sistema produttivo sfruttando tutte le sinergie possibili.

La promozione del territorio

In coerenza con il concept “Piemontexperience”, il territorio è stato suddiviso idealmente in quattro quadranti “da vivere”, dalle terre dei laghi alle colline del gusto, dall’area metropolitana e le sue montagne olimpiche alle terre d’acqua ed alle pianure del riso, con la corona alpina a fare naturalmente da cornice, dalle Alpi Marittime alle vette del Monte Rosa fino alle valli ossolane.
Entro questi quadranti geografici una moltitudine di eccellenze: Torino con il suo ricchissimo patrimonio storico e architettonico, i piccoli e suggestivi borghi, i musei i parchi naturali, i centri di ricerca, i poli di innovazione, le enoteche regionali, le eccellenze agroalimentari, gli itinerari del gusto, la Via Francigena, le terme, le opportunità sportive e del plein air.

la promozione del palinsesto culturale

Insieme alla Città di Torino, per valorizzare gli eventi culturali organizzati in città e su tutto il territorio per tutto l’anno e aggregati in un palinsesto unico all’insegna dello slogan We love emotions - Torino e Piemonte, ogni viaggio è un evento, è stato organizzato il sito www.inpiemonteintorino.it, dove gli eventi che quotidianamente arricchiscono l’offerta turistica possono essere ricercati per ambito geografico, per periodo, per tematica e per interesse specifico.

la presenza in Padiglione Italia e nell’Expo2015

Sottoscrivendo il contratto con Padiglione Italia, la Regione Piemonte ha acquisito il diritto a contribuire alla rappresentazione dell’Italia come Sistema Paese attraverso gli aspetti più significativi del suo territorio.
Nella “Mostra delle Regioni”, in un caleidoscopio di suggestioni su tre piani di Palazzo Italia, sono rappresentati artisticamente il paesaggio del Piemonte, il suo patrimonio architettonico-culturale, l’eccellenza della ricerca e dell’innovazione.
Nel “Vivaio Italia”, grande giardino concettuale, il Piemonte è rappresentato dal Nocciolo, albero simbolico, con la vite, della nostra produzione agro-alimentare.

la settimana espositiva 19-25 giugno

dal 19 al 25 giugno, sul Cardo, in uno spazio espositivo articolato sul concept, comune a tutte le regioni, del Convivium, il Piemonte presenta, sotto il cappello “Piemontexperience”, che presenta il territorio come esperienza da vivere, un contenitore che fa “immergere” il visitatore nel paesaggio, nella cultura, nella biodiversità e in quel “saper fare” del design, dell’artigianato, dei processi di trasformazione, della ricerca e della tecnologia d’avanguardia che ne costituiscono l’identità portante. Lo spazio piemontese è un luogo di scoperta per immagini di quanto di meglio il territorio può offrire: oggetti simbolici, numeri, itinerari, fotografie, progetti. Una vera e propria “collezione” in chiave narrativa dei valori, delle capacità, dei successi attraverso il racconto di storie e luoghi di eccellenza.

Video

Le due settimane di protagonismo: 19-24 giugno e 9-14 ottobre

9-14 ottobre - Seconda settimana di protagonismo Piemonte*
* Il programma è in fase di definizione e può subire modifiche

venerdi 9 ottobre
  • 10:30 – 13:30 – Palazzo Italia | Auditorium (I piano):
    SAVE THE FUTURE: TORINO E LA SFIDA ALLA SOSTENIBILITA’ - Anteprima del terzo Forum Mondiale dello Sviluppo Economico Locale, a cura della Città di Torino
    La città racconta il proprio percorso, i progetti realizzati e le nuove iniziative connesse alle sfide della nutrizione, della sostenibilità e dello sviluppo economico locale. Torino si pone al centro della scena internazionale grazie ad un intenso programma di mostre, festival, dibattiti che per tutto il mese di ottobre accompagneranno il pubblico nella comprensione del rapporto fra contesti urbani e alimentazione, nella cornice intitolata "nutrire le città". Anteprima sul Forum e sui contributi concreti che la Città di Torino e i sistemi locali possono apportare alla nuova Agenda dello Sviluppo mondiale.
  • 16:00 - 17:30 – Palazzo Italia | Palco:
    Le eccellenze del Jazz piemontese, a cura di PiemonteJazz.
    Kermesse musicale a cura del Consorzio PiemonteJazz, con musicisti jazz piemontesi di caratura internazionale e interventi e relazioni sulle maggiori realtà produttive del jazz in Piemonte. Alla kermesse musicale partecipano 8 solisti di caratura internazionale organizzati in 2 formazioni storiche del jazz italiano: "FULVIO ALBANO 4tet feat. MASSIMO FARAO”, con Massimo Farao al piano, Giorgio Diaferia alla batteria, Aldo Zunino al contrabbasso e Fulvio Albano al sax tenore, e "DIEGO BOROTTI - LUIGI TESSAROLLO 4tet feat. ALBERTO MARSICO", con Luigi Tessarollo alla chitarra, Diego Borotti al sax tenore,
    Alberto Marsico all’organo Hammond e Gian Paolo Petrini alla batteria. Scopo della kermesse, oltre alla sonorizzazione in concerto del luogo, è la presentazione e diffusione del marchio di rete "PiemonteJazz" che promuove ogni azione spettacolare, produttiva, formativa e didattica di matrice jazzistica e che sta consorziando le maggiori realtà produttive del territorio piemontese. Alla musica si alternano interventi e relazioni sull’attività del Consorzio e sulla realtà ad esso connesse.
sabato 10 ottobre
  • 14:30 – 17:30 – Palazzo Italia | Sala Confindustria (IV piano):
    Safety of Food Chain: the Italian model (La sicurezza della filiera alimentare: il modello italiano), a cura dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte Liguria e Valle d'Aosta.
    Presentazione del modello italiano a tutela della salute pubblica attraverso la garanzia di elevati livelli di sicurezza alimentare lungo tutta la filiera produttiva. Il sistema italiano di sicurezza alimentare si basa su dettami generali dell’Unione Europea, ma aggiunge a questi fondamentali le caratteristiche uniche di capillarità sul territorio e di professionalità sanitarie competenti e formate. Il primo aspetto permette, attraverso i diversi livelli di autorità competente (centrale e periferica), di garantire una copertura completa del territorio produttivo; il secondo aspetto, attraverso figure professionali quali Medici Veterinari, Biologi e Tecnici e altri professionisti sanitari garantisce elevati gradi di tutela della salute pubblica.
  • 18:10 – 18:50 – Palazzo Italia | Palco:
    DimiDimExpo, a cura di DimiDimitri
    Un percorso circense nella migliore tradizione della “Street performance”, con spettacoli che esplorano alcune discipline legate al Circo e al Teatro di strada e alla loro reciproca contaminazione. La struttura delle esibizioni è caratterizzata da alcuni elementi essenziali: la sorpresa (alcune divertenti situazioni brillanti, evoluzioni acrobatiche, momenti di ammirazione e colori che trasformeranno il luogo dell’evento in un piccolo Circo, poi in un Teatro oppure in una Strada), la tradizione (come elemento importante del presente, ma anche come recupero di quanto di meglio appartiene alla storia del Circo di strada e del Teatro dell’arte), il pubblico (che non sarà solo spettatore, ma farà parte integrante dello spettacolo diventando protagonista dell’esibizione), il finale (esplosivo nella migliore tradizione degli spettacoli di circo e teatro d’improvvisazione).
  • 18:30 – 20:30 – Palazzo Italia | Auditorium (I piano):
    Convegno “La lotta agli sprechi alimentari: una buona occasione”, a cura di Regione Piemonte e Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte Liguria e Valle d'Aosta.
    Rendere il consumo consapevole e sostenibile. È questa la mission di “Una buona occasione (contribuisci anche tu a ridurre gli sprechi alimentari)”, piattaforma web tutta dedicata alla lotta contro lo spreco di cibo. L’evento verrà utilizzato per presentare e condividere il progetto di lotta agli sprechi alimentari che vede Regione Piemonte, Regione Autonoma Valle d’Aosta e Ministero dello Sviluppo Economico promotori de ‘Una Buona Occasione (contribuisci anche tu a ridurre gli sprechi alimentari)’ - progetto realizzato in collaborazione con quattro Dipartimenti dell’Università di Torino, Last Minute Market, Slow Food, CinemAmbiente, Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, Museo A come Ambiente e, per l’appunto, con la Grande Distribuzione Organizzata e le Associazioni dei Consumatori.
domenica 11 ottobre
  • 10:30 – 11:30 – Palazzo Italia | Sala meeting (IV piano):
    La Venaria Reale, la Reggia dei contemporanei, a cura di Reggia di Venaria Reale
    Illustrazione del progetto di recupero e degli eventi in corso alla Venaria Reale. Proclamata Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco, La Venaria Reale è un grandioso complesso architettonico che risale alla metà del Seicento, alle porte di Torino, "porta d'accesso" del circuito delle Residenze Reali del Piemonte. Inaugurato otto anni fa, dopo essere stato il più grande cantiere di restauro in Europa riferito ad un bene culturale, attualmente è tra i primi monumenti visitati in Italia. Tra i molteplici eventi in corso, da segnalare la grande mostra "Raffaello. Il Sole delle Arti".
  • 16:10 – 16:50 | Palazzo Italia | Palco:
    Courenta Minima Orchestra. Le Valli occitane e le Terre del Monviso, a cura della Città di Saluzzo.
    Courenta Minima Orchestra è un gruppo di musica tradizionale occitana, che rappresenta il festival Occit’Amo delle terre del Monviso e delle Valli occitane. Presentata dal giornalista Paolo Ferrari, è occasione per narrare cultura, musica e tradizioni, alternando a coinvolgente musica popolare. La cultura popolare della musica e delle tradizioni occitane, dei trovatori, è la filosofia di OCCIT’AMO, festival di musica e arti, sui palcoscenici inusuali delle 6 Valli del Monviso. 53 appuntamenti: LA POLIFONIA OCCITANA, LA MUSICA TROBADORICA: LiliumLyra, LA NUOVA MUSICA OCCITANA: Cap Levat, GLI STRUMENTI TRADIZIONALI OCCITANI: La Quimera, IL BALLO: Courenta Minima Orchestra e Pitakass. Presenta il giornalista Paolo Ferrari.
lunedì 12 ottobre
  • 12:10 – 12:50 | Palazzo Italia | Area Palco:
    Spettacolo “L'arruolamento nel Piemonte del XVIII secolo”, a cura del Gruppo Storico Pietro Micca
    Presentazione di un tassello importante per la storia della nostra regione e, in particolare, la Città di Torino che, nel 1706, dovette fronteggiare un lungo assedio francese.
    Verranno raccontati alcuni episodi di vita all'interno dei campi militari dell'epoca, inscenando l'arruolamento di nuovi uomini, giovani soprattutto, che presero servizio nell'armata ducale di Vittorio Amedeo II al fine di difendere Torino, capitale del Ducato, dall'assedio ordinato dal Re di Francia Luigi XIV durante gli anni della Guerra di Successione Spagnola. L'accento sarà posto anche su un tema caro ad Expo: l'alimentazione, parlando del pane da munizione e della sua importanza per i soldati in servizio.
  • 11,30-13,20 – SPAZIO CORRIERE DELLA SERA
    STORIE DI BELLEZZA -  Promosso da Citta' di Asti 
    11,30 – Saluti e presentazione progetto Storie di Bellezza – Ass. Turismo e Expo 2015 Andrea Cerrato Città di asti
    12,00 -  ALBERGO ETICO
    Introduzione - Presidente Coop. Download Alex Toselli e Stefano Olivetti
    Innovazione e inclusione - Accademia dell'indipendenza –  Presidente Associazione Albergo Etico Antonio De Benedetto
    Il ruolo delle famiglie - Super mamme – Elisabetta Barberi 
    Albergo Etico nel mondo – Progetto Vagabondo per il Mondo – Mauro Dagna
    13,00 -  MOVIMENTO IN GIOCO
    La cultura del benessere – presentazione del progetto MOVIMENTO IN GIOCO – Ass. Sport  Beppe Basso Città di Asti
martedì 13 ottobre
  • 10.00 – 18.00 - Visite guidate e brevi workshop
    Nourrir l'esprit, animer la planète. JeuNEAP! - STUDY TOUR
    a cura di Settore Affari internazionali e cooperazione decentrata della Regione Piemonte e Consorzio delle ONG piemontesi, nell'ambito del progetto europeo JeuNEAP!
    30 animatori giovanili provenienti da Senegal , Francia e Italia saranno presenti ad EXPO 2015 per uno Study Tour finalizzato al confronto, alla condivisione e allo scambio di saperi su “ Sicurezza e sovranità alimentare, Biodiversità e Cibo”, in sintonia con gli obiettivi del progetto europeo JeuNEAP di promuovere la cooperazione internazionale e motivare i giovani a comportamenti sostenibili.
  • 10:30 – 13:30 – Palazzo Italia | Auditorium (I piano):
    Convegno “Vivibilità della montagna: necessità di azioni condivise per la tutela di interessi comuni”, a cura di Regione Piemonte, Conferenza delle Regioni e 6 Regioni alpine.
    Il tema della Montagna come laboratorio di sostenibilità per il sistema paese, la necessità di networking e azioni condivise per il suo sviluppo. L’evento verrà utilizzato in chiave strategica come occasione per rafforzare la “rete” degli interessi e degli obiettivi comuni alle Regioni dell’arco alpino, ponendo al centro della discussione la tematica “vivibilità della montagna” e finalizzando i lavori ad addivenire a policy condivise da parte degli amministratori, oltre che per condividere modelli, casi ed  esperienze positive regionali ed internazionali con focus su educazione/conoscenza, sviluppo sostenibile e social innovation. Partecipano i Presidenti delle Regioni dell’arco alpino.
  • 11:10 – 12:50 – Palazzo Italia | Palco:
    Le Alpi Graie in concerto, a cura di Coro Stellina – CAI di Viù (TO)
    Nell'ambito della giornata dedicata al "Convegno internazionale Vivibilità della montagna", il Coro Stellina di Viù vuole proporre all'attenzione del pubblico una serie di brani dedicati alla realtà "Montagna", che esaltano la bellezza, la serenità, le difficoltà, i ricordi , i sogni e gli affetti che solo la montagna riesce a far nascere e rivivere in ognuno di noi. Interpretazione di brani di montagna e di canti popolari in lingua italiana, regionale italiana e francese.
  • 18:30 – 21:30 – Palazzo Italia | Auditorium:
    La refrigerazione di qualità per la conservazione dei cibi, a cura del Centro Studi Galileo
    Il convegno, previsto in lingua italiana e inglese, a ingresso libero e co-organizzato con la Regione Piemonte vedrà la partecipazione delle Nazioni Unite, del Ministero dell'Agricoltura e delle principali associazioni mondiali della refrigerazione. Gli interventi delle aziende di CMCDF saranno incentrati sulle ultime innovazioni tecnologiche del settore per la buona conservazione dell'agroalimentare italiano di qualità e dei cibi nelle Nazioni in via di sviluppo.
    A moderare l’incontro due nomi di primissimo rilievo del settore, considerati tra i maggiori esperti mondiali: il Prof. Alberto Cavallini (Presidente Onorario dell’International Institute of Refrigeration e ordinario dell’Università di Padova) e il Prof. Marco Masoero (Ordinario presso il Politecnico di Torino e già direttore del Dipartimento Energia).
    Nell’organizzazione dell’evento sono coinvolti come partner le principali agenzie delle Nazioni Unite: UNEP (Ambiente), Unido (sviluppo industriale) e, particolarmente significativa nella cornice di EXPO, FAO (sicurezza alimentare).
    L’industria di Casale Monferrato Capitale del Freddo è partner ideale di quest’ultima, visto l’elevato livello tecnologico delle produzioni e vista la capillarità della rete commerciale delle aziende che operano sul territorio patrimonio UNESCO dal 2014.
    Il Monferrato è stato pioniere a livello europeo nella refrigerazione e ora presenta nuovissime tecnologie, sconosciute alla maggior parte delle nazioni mondiali permettendo alle nazioni avanzate e a quelle in via di sviluppo di ottenere alimenti perfettamente conservati.
    I relatori saranno i massimi esponenti di queste industrie. La presidenza del convegno sarà composta dal Presidente dell’Associazione Francese del Freddo (la più antica associazione mondiale della refrigerazione) Gerald Cavalier, dal Direttore dell’International Institute of Refrigeration Didier Coulomb (ente intergovernativo partecipato da 63 nazioni che coinvolge più dell’80% della popolazione mondiale), dal Vice Presidente AREA (Associazione Europea del settore con 21 nazioni e 125.000 tecnici coinvolti) Marco Buoni, dal Direttore dell’Agenzia di Sviluppo LAMORO Umberto Fava oltre che dagli alti funzionari ONU Divine Nije e Riccardo Savigliano.
    Sono attese le presenze del Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina e dell’Assessore Regionale all’Agricoltura Giorgio Ferrero per suggellare ad altissimo livello istituzionale l’importanza del meeting.

Dicono di noi

Video - Servizio convegno Montagna

Video TGR Coro

mercoledì 14 ottobre
  • 10:30 – 13:30 – Palazzo Italia | Sala meeting (IV piano):
    Presentazione Truffle Club, il circuito piemontese dei ristoranti del tartufo, a cura di Truffle Club.
    Presentazione di un circuito di ristoranti che operano in Piemonte e che attuano sistemi di qualità di servizio del Tartufo Bianco d'Alba. Nel territorio piemontese si trova il più importante distretto del tartufo. Qui, una materia prima straordinaria arriva sulle tavole in condizioni perfette grazie alla sapienza di centinaia di ristoratori e al rispetto di un rigido codice etico. Dalle osterie ai ristoranti stellati, una galassia di chef del territorio sa alla perfezione come selezionare, conservare, servire, abbinare, raccontare il Tartufo Bianco. Si tratta di un patrimonio di saperi e di tradizioni vincolato da un patto di trasparenza con il consumatore, garantito dall’adesione al “Truffle Club”: il primo circuito di ristoranti di qualità del tartufo.
  • 15:00 – 16:00 | Padiglione Slow Food:
    La biodiversità nello Sviluppo Rurale. Frutti dimenticati e biodiversità recuperata, a cura di Regione Piemonte
    L'evento consiste in un Convegno durante il quale verranno illustrate le misure del Piano di Sviluppo Rurale della Regione Piemonte, in fase di approvazione, a tutela della biodiversità vegetale. Durante il Convegno verrà presentata la pubblicazione "Frutti dimenticati e biodiversità recuperata" del Piemonte e Sardegna, realizzata grazie alla collaborazione, per la parte Piemontese, di Ispra, Arpa Piemonte, Di.S.A.F.A. (ex facoltà di Agraria di Torino), Scuola Malva Arnaldi, Creso Ricerca, CNR Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante. La pubblicazione, che sarà distributita ai partecipanti, illustra alcune delle numerosissime varietà antiche di frutto, principalmente interessanti dal punto di vista agronomico ed organolettico. Alcune di queste varietà saranno esposte in una mostra pomologica che farà da cornice all'evento. Alcune delle stesse varietà frutticole descritte, opportunamente e sapientemente trasformate, saranno degustate al termine del Convegno. 
  • 15:00 – 17:00 – Palazzo Italia | Area Palco:
    Cirko Vertigo con esibizioni nei seguenti orari:
    15.10-15.50 - 16.10-16.50 - 17.10-17.50
19 giugno - Apertura spazio espositivo PIEMONTEXPERIENCE
presso spazio a rotazione 2 sul Cardo, Palazzo Italia

Attraverso le chiavi di lettura della qualità, della sostenibilità e dell’innovazione, l’area si dipana in un percorso narrativo che rivela tradizioni industriali, capacità di ingegnerizzazione, propensione alla ricerca, in una cornice di eccellenze architettoniche, culturali, ambientali ed enogastronomiche che hanno reso il Piemonte famoso nel mondo.
Il Piemonte si racconta così come “sistema” attraverso ciò che lo rende unico: saper fare e saper innovare, design e hi-tech, gusto e ospitalità, tradizione e modernità, forma e sostanza.
Capitolo dopo capitolo, la trama svela alcune produzioni rappresentative di una regione dove la qualità, dei prodotti come dell’accoglienza, del savoir vivre come della social innovation costituisce un ingrediente essenziale, oggi indispensabile, per alimentare il pianeta. Qui alla tradizione si affianca l’innovazione, anche e soprattutto nell’agricoltura e nell’industria enogastronomica con imprese che investono nello sviluppo di tecnologie digitali avanzate per lo “smart farm” o con la ricerca per l’alimentazione nello spazio, cui contribuiscono chef stellati insieme ad aziende che si specializzano nelle coltivazioni in assenza di gravità. Dunque non solo un Piemonte da “gustare” per le straordinarie eccellenze, tra cui i vini, il tartufo, la nocciola, il cioccolato, ma un Piemonte da scoprire per le sue capacità imprenditoriali che mettono la sostenibilità al centro di filiere come l’edilizia e l’energia, ma anche come cardine della propria rinnovata vocazione turistica.
Piemontexperience è narrato con il prezioso contributo del Centro Estero per l’Internazionalizzazione del Piemonte, delle Atl, dei Consorzi di tutela e valorizzazione, dei laboratori e di oltre 50 imprese, che hanno fornito modelli, oggetti e spunti di grande interesse.

19-25 giugno - Prima settimana di protagonismo Piemonte

venerdì 19 giugno

MADE IN PIEMONTE
La giornata di apertura della settimana di protagonismo del Piemonte sarà dedicata al progetto regionale MADE IN PIEMONTE, che si inserisce nell’ambito di un progetto transfrontaliero Italia-Svizzera finanziato dall’Unione Europea per contribuire alla diversificazione e destagionalizzazione dell'offerta turistica attraverso lo sviluppo del turismo d’impresa.
La Regione Piemonte ne è il capofila in partnership con Unioncamere Piemonte e con il contributo tecnico-scientifico dell’Università degli Studi di Torino, oltre al supporto operativo di Confindustria Piemonte, delle Camere di Commercio e delle Unioni Industriali delle quattro province toccate dal progetto, di Ceipiemonte e delle Atl di Biella, Valsesia-Vercelli, Novara, Distretto turistico dei Laghi, Monti e Valli dell’Ossola e dell’Atl Turismo Torino e Provincia, quest’ultima per la parte formativa.

  • 10.30-13.30 - Palazzo Italia |Auditorium (I piano) Il turismo d'impresa nuovo asset di turismo sostenibile: Made in Piemonte incontra le best practice europee. Leggi tutto
    Convegno/talk Show che vede la partecipazione di esperti del settore Turismo d’Impresa e aziende che ospitano le visite d’impresa.
    E’ prevista una prima sessione che sarà un confronto più “accademico-istituzionale” sul tema del turismo d’Impresa, le cui parole chiave saranno: Tradizione e innovazione, (trasformazione, esperienza), Territorio (appartenenza, chiave di sviluppo, patrimonio culturale), Sostenibilità (rispetto e tutela dell’ambiente, innovazione e territorio). Saranno presenti: Riccardo Beltramo UNITO – Dipartimento di Management – Sezione di Scienze Merceologiche, Cecile Pierre, direttrice de l’Agence de Développement de la visite d'entreprise ADEVE di Parigi, Havier Diaz Herranz, IT EUROPE, European Association of Industrial Tourism.
    Saranno presenti nella seconda sessione per un “flash” sulle loro esperienze legate al turismo d’Impresa: Progetto di Assolombarda “Musei d’Impresa”; Progetto “Made in Padova”; Foscara Porchia: esperienza di Impact srl e del progetto "Industria e/è Cultura”; Marcello Morchio, Associazione TalenTour, Genova; Josep Maria Pey, el generador, Proyectos turísticos y culturales, Terrassa, Spagna; Luca Marzo di “Tu non conosci il Sud”.
    Parteciperanno l’assessore alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte, Antonella Parigi, e il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello.
    Moderatore Maurizio Di Maggio.
    A cura dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte
  • 10.30-13.30 Palazzo Italia Sala Meeting (IV piano) – “Destinazione Impresa – MADE IN PIEMONTE B2B” Leggi tutto
    “Destinazione Impresa – MADE IN PIEMONTE B2B” Incontri B2B tra 12 tour operator incoming piemontesi (seller) e 12 tour operator italiani e stranieri (buyer).
  • 18.30-21.30 Padiglione Italia – Lake Arena e Cardo Leggi tutto
    La cifra stilistica scelta per la creazione dell’evento trae ispirazione dal dispositivo messo in campo dal progetto transfrontaliero MADE IN PIEMONTE realizzato con il sostegno del Programma Interregionale Italia-Svizzera. Come le imprese aprono le porte per far conoscere i loro segreti, i mestieri, i processi di lavorazione e, attraverso di essi, il territorio e le sue eccellenze eno-gastronomiche, così Cirko Vertigo crea lo spettacolo mettendo in scena ogni fase, dall’allestimento delle attrezzature circensi, al trucco, alla vestizione degli artisti, al riscaldamento, allo spettacolo vero e proprio, accompagnando gli spettatori in un’esperienza unica e nuova. L’eccezionalità dell’evento, tappa di Living Circus, rappresenta una sorta di Festival nel Festival. Il montaggio e la preparazione dell’evento saranno fruibili dall’inizio alla fine, come in una sorta di documentario, rileggendo in chiave artistica e spettacolare il valore dell’esperienza unica di visitare le aziende piemontesi, esplorandole dall’interno. In questo modo sarà possibile trasformare in punto di forza la sfida legata alla durata dell’evento, oltre tre ore di interventi, che alterneranno momenti sul prestigioso parterre del Lake Arena - di fronte all’Albero della Vita - a momenti itineranti circensi sulla lunghezza del Cardo. In scena un metissage di tecniche di circo contemporaneo (equilibrismo, discipline aeree, trapezio, tessuti, cerchio, corda, cinghie, giocoleria, acrobatica, palo cinese e corda molle) proposte da un ricco cast artistico internazionale.
    Cirko Vertigo è un centro internazionale di creazione e produzione di spettacoli ed eventi, polo di formazione professionale e ludica nell'ambito delle arti circensi e residenza per giovani artisti.
    A cura di Cirko Vertigo
sabato 20 giugno
  • 10.30-13.30 Palazzo Italia Sala Meeting (IV piano) TURISMO IN CANAVESE (TORINO) Paesaggi, natura, enogastronomia, cultura Leggi tutto
    Presentazione delle eccellenze del territorio Canavesano attraverso una esibizione di attori teatrali che, alternati a brevi video sulle diverse tematiche, interpreteranno le tematiche proposte in chiave divertente e ironica.
    A cura di Confindustria Canevese
  • 14.30-17.30 Palazzo Italia |Auditorium (I piano) PIEMONTE: RICERCA. AGRICOLTURA. INNOVAZIONE Leggi tutto
    Un momento di discussione tra alcuni dei soggetti che hanno partecipato ai sei progetti finanziati dalla Piattaforma agroalimentare della Regione Piemonte nel periodo 2010-2013 nell’ambito di Smart packaging, Energia e Sicurezza e Qualità alimentare (Safe Food Control - capofila Agroinnova, Eco Food - capofila Ferrero S.p.a., Itaca - capofila Lavazza S.p.a., Nutratec - capofila Bistefani spa, Feed & Food Biopack - capofila Novamont e Microsyn - capofila Mecaprom Technologies S.p.a.).
    Verranno raccontate le esperienze e le competenze acquisite sulle tematiche che, a livello scientifico e socio-economico, stanno creando più interesse: la ricerca applicata al miglioramento della sostenibilità ambientale del settore agricolo ed agroalimentare. Durante l’evento verranno proiettati due film con il contributo di Corto e Fieno, Festival del cinema rurale. "Campi di grano" di Stefano Blasi (Italia 2013, 7’) e "Vigia" di Marcel Barelli (Svizzera 2013, 8’). Corto e Fieno è l’unico festival cinematografico in Italia (e uno dei pochi al mondo) a dedicare tutta la sua rassegna a film rurali, a lavori che si occupano della relazione dell’uomo con la terra.
    Parteciperanno l’assessore alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte, Antonella Parigi, e l’assessore alle Attività Produttive, Giuseppina De Santis.
    A cura di Agroinnova - Centro di Competenza per l’Innovazione in campo agro-ambientale dell’Università degli Studi di Torino.
domenica 21 giugno
  • 14,30- 17,30 Palazzo Italia Auditorium (I piano) PIEMONTE AGRI-FOOD. QUALITA’ PER IL CIBO DEL FUTURO Leggi tutto
    La kermesse si configura come un viaggio rapido, simbolico, emblematico attraverso l’agricoltura, i territori, le produzioni, i frutti del lavoro delle donne e degli uomini di quel Piemonte che costituisce parte importante di quell’Italia che con l’Expo è al centro dell’attenzione mondiale come Paese ideale per qualità della vita, bellezze ambientali e paesaggistiche, ricchezza della biodiversità che si traduce in altrettante eccellenze agroalimentari, enogastronomia, creatività, capacità tecniche e umane.
    Una bella miscela, questa, che ha come elemento unificante le radici della cultura contadina, in quella dimensione di raccordo tra memoria e futuro, nel rapporto tra le antiche vocazioni e le nuove frontiere della tecnologia.
    Con la presenza e partecipazione delle associazioni, consorzi, organizzazioni dei produttori agricoli piemontesi. Conduce Carla Ruffino.
    Saranno presenti il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, e l’assessore all’Agricoltura, Giorgio Ferrero.
    A cura dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Piemonte
lunedi 22 giugno
  • 10.30-13.30Palazzo Italia |Auditorium (I piano) PIEMONTE TERRITORIO UNESCO. Dal patrimonio architettonico al paesaggio vitinicolo Leggi tutto
    Un incontro sul significato e le opportunità offerte dal ‘marchio internazionale’ UNESCO strutturato in due momenti. Il primo - “Il paesaggio vitivinicolo: le sfide della conservazione e della gestione” - propone il confronto tra esperienze europee sui paesaggi vitivinicoli, con un focus sul territorio di Langhe-Roero e Monferrato, che festeggia un anno esatto dal riconoscimento Unesco - il 50° italiano - avvenuto a Doha nel 2014.
    Interverranno: Marco Valle SiTI Istituto Superiore sui Sistemi Territoriali per l'Innovazione, Mónica Goulart Parque Natural do Pico, Arpad Kolozsvary-Kiss Tokaj Wine Region Development Council, Luca Natale Parco Nazionale delle Cinque Terre, Roberto Cerrato Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato.
    Quesiti irrisolti e aspetti da specificare su alcune parole chiave, quali valorizzazione, gestione, conservazione e promozione, che scaturiranno da questo confronto, saranno ripresi nel talk show a seguire “Impatti, ricadute e aspettative derivanti dall’iscrizione Unisco”. Sono invitati a parlare: Maria Grazia Bellisario Direttore Servizio I del Segretariato Generale del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Carlo Della Pepa Sindaco di Ivrea per candidatura Città olivettiana, Giorgio Ferrero Assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte, Antonella Parigi Assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte, Pier Luigi Petrillo Consigliere per l'Unesco del Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e del Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, membro della Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco, Matteo Rosati, Ufficio Regionale per la Scienza e la Cultura in Europa, Alberto Valmaggia Assessore all'Ambiente, Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica della Regione Piemonte.
    Particolare riferimento sarà fatto alle Residenze Sabaude e ai Sacri Monti, al Palafitticolo e alla città olivettiana di Ivrea in candidatura. Non mancheranno accenni al MaB Monviso e ad altri esempi significativi.
    Aprirà i lavori il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino.
    Moderatore: Beppe Rovera
    A cura del tavolo interdirezionale degli assessorati all'Agricoltura, Caccia e pesca, all’Ambiente, Urbanistica, Programmazione territoriale e paesaggistica, Sviluppo della montagna, Foreste, Parchi, Protezione Civile e alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte.
  • 14.30-17.30 Palazzo Italia Sala Meeting (IV piano) SESTRIERE (TORINO), GUSTO IN QUOTA Leggi tutto
    Un'occasione per scoprire la vasta offerta estiva, invernale ed enogastronomica dell'Alta Val Susa e Chisone.
    A cura di Consorzio Sestriere e le Montagne Olimpiche - Turismo Torino e Provincia
  • 18.30-21.30 Palazzo Italia |Auditorium (I piano) PROMUOVERE IL TERRITORIO CON GLI OCCHI DEL CINEMA Leggi tutto
    Turismo Torino e Provincia Langhe-Roero-Monferrato: un territorio certamente ricco di tradizione ma anche di nuove spinte creative, che in ambito cinematografico stanno emergendo in maniera rilevante.
    Questo appuntamento vuole essere una occasione di confronto con giovani registi e produttori locali (Emanuele Caruso “E fu sera e fu mattina”, Giuseppe Varlotta “Nanà”) Filippo Margiaria-Paolo Giangrasso “Repairman” e i documentaristi Paolo Casalis e Tiziano Gaia “Barolo Boys” ) per dar loro modo di raccontare le proprie esperienze e immaginare un percorso di sviluppo capace di potenziare il territorio in chiave audiovisiva anche insieme ad un originale percorso di cineturismo sulle orme di Beppe Fenoglio che verrà presentato dalla figlia Margherita e da Bianca Roagna, Direttrice del Centro Studi Fenoglio.
    Un’occasione per presentare anche le opportunità del tax credit ai territori, con un intervento a cura di Paolo Tenna, Amministratore delegato di Fip - Film Investimenti Piemonte, che racconterà le best practice piemontesi e le prospettive future. Modera i lavori: Davide Bracco - Direttore Film Commission Torino Piemonte.
    Apre i lavori l’Assessore alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte, Antonella Parigi
    A cura di Film Commission Torino Piemonte
martedì 23 giugno
  • 10.30-13.30 Palazzo Italia Sala Meeting (IV piano) ACCESSO AL CIBO: ABBONDANZA E PRIVAZIONE NEI PERCORSI DIDATTICI E NEGLI SCAMBI SCOLASTICI INTERNAZIONALI Leggi tutto
    Il Workshop si colloca nell’ambito del progetto europeo REDDSO “Régions pour l’éducation au développement durable e solidaire” che ha come obiettivo la realizzazione di una piattaforma interregionale come luogo di condivisione e sperimentazione di percorsi didattici e scambio di conoscenze in tema di educazione allo sviluppo sostenibile e solidarietà internazionale (EDD-SI). Il progetto europeo coinvolge studenti, insegnanti, funzionari ed esperti degli Enti Locali, dei Parchi e delle associazioni di 4 Paesi (Francia, Italia, Spagna e Polonia).
    Alcuni insegnanti italiani e francesi, che hanno partecipato al progetto e coinvolti nella realizzazione di percorsi didattici innovativi di EDD-SI con particolare attenzione alle tematiche relative al “Cibo” e che hanno potuto confrontarsi con docenti del Senegal, si ritroveranno il 23 giugno per condividere le esperienze effettuate, confrontarsi su possibili iniziative future e sulle opportunità di attivare partenariati scolastici
    A cura del settore Affari Internazionali della Regione Piemonte
  • 19,30-21,30Palco Cluster del cioccolato e del cacao PIEMONTE. RISO, VINO E CIOCCOLATO Leggi tutto
    Uno spettacolo teatral-musicale per presentare la Regione Piemonte attraverso tre suoi caratteristici prodotti quali riso, vino e cioccolato. A farla da padrone il gioco e la sorpresa e il canto nelle sue diverse declinazioni, dal folk alla lirica.
    A cura di Assemblea Teatro
  • 20,00-22-30Palazzo Italia | PECK Ristorante IL FOOD&WINE DI #PiemontEXPerience IN 140 CARATTERI... Leggi tutto
    Una serata di SOCIALising del Piemonte, per parlare di food&wine e turismo nella suggestiva cornice del ristorante di Padiglione Italia. Tra una portata e l'altra, un twitter e un click su Instagram, un momento conviviale per raccontare e condividere con giornalisti e influencer della rete i prodotti, le tendenze e gli eventi protagonisti di questa stagione piemontese all'insegna dell’EXPO.
    A cura di BITEG – SPT (Sviluppo Piemonte Turismo)
mercoledì 24 giugno
  • 10.30-13.30Palazzo Italia |Auditorium (I piano) DALLO SPAZIO ALLA TERRA. CIBI, TECNOLOGIE INNOVATIVE, DI TRASFORMAZIONE, CONTROLLO E TRACCIABILITÀ Leggi tutto
    A cura del Comune di Torino e Unione Industriale
  • 18.30-21.30 Palco Cluster del cioccolato e del cacao e CARDO VIVI IL MONFERRATO Leggi tutto
    Degustazioni di vini e presentazione del territorio, del paesaggio, delle tradizioni e dei prodotti del Monferrato attraverso video e momenti di animazione. Performance di sbandieratori e figuranti del Palio di Asti lungo il Cardo tra le h.20,00 e 21,00.

GUARDA I VIDEO

GUARDA LE FOTO

Per tutti i sei mesi di durata dell’evento Expo la presenza è inoltre garantita da una serie di ulteriori momenti e spazi di visibilità:

  • nel Cluster del cioccolato e del cacao, che vede la partecipazione di Torino e del Piemonte come “distretto del cioccolato” insieme a Perugia e Modica (Sicilia) e che vede Eurochocolate, Official Content Provider, con l'associazione Scrittori e Sapori è stato approntato un ricco palinsesto di eventi, presentazioni, degustazioni e showcooking, con la partecipazione degli Artigiani di Eccellenza del Piemonte
    • 9 settembre - Il lato oscuro del cioccolato!!! Come si sono trasformati i gusti e le sensazioni attraverso la birra e il cioccolato,
    • 16 settembre - L’evoluzione dei dolci al cioccolato da Casa Savoia all'Expo 2015,
    • 23 settembre - La grappa e i distillati con il cioccolato dalla taverna “futurista” del "Santo Palato" di Torino all' Expo 2015,
    • 30 settembre - Le dolci sorprese della Langa,
    •  7 ottobre Le montagne piemontesi …di cioccolato:  viaggio tra le stazioni sciistiche e il sapore del cioccolato,
    • 13 ottobre - Percorsi tra le valli olimpiche del Gusto da Torino 2006 ad Expo 2015.
    • 21 ottobre - dalle 15 alle 18:  Gran finale
      • Il Gusto di Cucinare - cooking show
      • Il Gusto di Bere
      • Piemontexperience - Il Piemonte in Expo2015
      • Expo e i Territori: "Piemonte Live Experience - Itinerari tra storie, luoghi e prodotti di eccellenza del Piemonte"
        Con la partecipazione degli studenti dell'Istituto Superiore di Stato per l'Enogastronomia e l'Ospitalità Alberghiera "A. Prever" di Pinerolo e della Scuola Enologica Istituto Istruzione Superiore Umberto I di Alba
      • Se un pomeriggio d'autunno uno scrittore, un illustratore-fumettista e un cioccolatiere s'incontrano...
      • Andar per Province: Novara
  • nel Padiglione del Vino italiano, che occupa 2000 metri quadri all’interno del Padiglione Italia e dove i produttori vitivinicoli hanno la possibilità di disporre di una sala nella Biblioteca del vino, con 20 wine dispenser e 60 postazioni per le degustazioni, propedeutiche alla vendita dei prodotti;
  • presenza del Piemonte come “Regione Ospite” nel China Corporate United Pavilion per tutto il mese di settembre

il coinvolgimento del territorio

La Regione Piemonte ha candidato con successo la propria iniziativa “Piemonte Live Experience” al progetto nazionale “Expo e i territori - viaggio alla scoperta dei tesori nascosti e delle eccellenze agroalimentari d’Italia”, finanziato con il Fondo Sviluppo e Coesione, coordinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e realizzato in collaborazione tra la Conferenza delle Regioni ed il  Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione economica.
Il contesto del progetto nazionale è stato utilizzato per strutturare pacchetti di offerta (visite di impresa e turistiche) per delegati ed operatori accreditati ad Expo 2015, che consentano di conoscere attraverso l’esperienza diretta le eccellenze produttive di tre tipologie di prodotto di cui il Piemonte è leader nel mondo: vino, riso e cioccolato.

Si tratta di visite guidate alle aziende della produzione, della trasformazione, della ricerca e dell’indotto tecnologico, integrate dalla visita alle eccellenze culturali e del patrimonio architettonico, museale e turistico presenti negli stessi luoghi.
Le scelte rispondono all’esigenza di rientrare in almeno uno dei criteri guida: essere tra le località riconosciute come Patrimonio mondiale dell’Umanità dall’Unesco” (Residenze sabaude, Sacri Monti, paesaggi di Langhe, Monferrato e Roero) e/o essere sede di presidi Slow Food, enoteche regionali, consorzi di produzione e tutela, centri di ricerca, musei, ristoranti stellati. Il progetto ha una ricaduta diretta su 20 Comuni e prevede anche la formazione di guide e la realizzazione di prodotti di comunicazione per i delegati.

la lezione di Expo